Vai al contenuto


Foto
- - - - -

Late Of The Pier - Fantasy Black Channel (2008)


  • Please log in to reply
302 replies to this topic

#61 Claudio

Claudio

    I am what I play

  • Administrators
  • 34843 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 28 agosto 2008 - 19:14

Il punto è che siete voi che non ce la fate più, che sentite di appartenere a un'altra epoca, o che non avete sensibilità rispetto alle nuove uscite (o se così vi fa arrabbiare, leggetela in quest'altra maniera: i vostri gusti divergono dalle proposte attuali), o ancora che avete paura a sparare troppo in alto pena il ridimensionamento della storia (ma il punto è che se aspettiamo il favore della storia, non sì dovrebbe più parlare bene di nessun disco: la storia se approva è un valore aggiunto, ma se non approva io me ne frego).


Ma non c'entra niente l'età. Julian la pensa allo stesso modo e non mi risulta che abbia 87 anni, e moltissimi ragazzi oggi pensano addirittura che il rock non valga più niente (basti vedere quanto vendono i dischi rock rispetto a un tempo). Io, ad esempio, sentivo molta meno musica nel 1984 di quanta ne ascolti oggi, e oggi ho molto più interesse (per motivi "editoriali") a rinvenire capolavori. Solo che quelli che scovo anche oggi sono quasi tutti piuttosto "datati". O forse semplicemente abbiamo un'accezione diversa della parola "capolavoro".

Questo lo è, ad esempio, ed è relativamente recente.

Immagine inserita

Se fosse solo un problema di "non farcela più", non mi sarebbe piaciuto neanche quello.
  • 0

#62 Guest_telegram_*

Guest_telegram_*
  • Guests

Inviato 28 agosto 2008 - 19:53

Ma non c'entra niente l'età. Julian la pensa allo stesso modo e non mi risulta che abbia 87 anni, e moltissimi ragazzi oggi pensano addirittura che il rock non valga più niente (basti vedere quanto vendono i dischi rock rispetto a un tempo).

Falso. Sono proprio i dischi in toto a non vendere più, e è colpa del download, non della musica. Anzi, ora che le vendite generali stanno calando, i dischi indie stanno ottenendo piazzamenti in classifica sempre più alti, perché le vendite 'alternative' a dispetto di tutto stanno rimanendo stabili (un disco indie molto hypeato negli USA vendeva dieci anni fa circa 30-40 mila copie nella prima settimana: cifra nel 2008 rimasta invariata. Solo che mentre dieci anni fa con quei numeri entravano a stento in top-30, ora gli bastano per arrivare in top-10, questo perché tutto il resto vende molto meno).
Le vendite poi non sono di certo un sinonimo di qualità: anche col fatto che negli anni Settanta entravano in classifica bei dischi non bisogna generalizzare. Sì, entravano in classifica bei dischi, ma c'erano anche i Popol Vuh che passavano inosservati.


Questo lo è, ad esempio, ed è relativamente recente.

Se fosse solo un problema di "non farcela più", non mi sarebbe piaciuto neanche quello.

Cominciano a essere dodici anni eh. Di dischi usciti dopo il 2000 che mi dici? Quali/quanti? Nessuno? Uno? Due? In questo caso, non ti sorge il dubbio che il problema sia tuo? Possibile l'intera produzione musicale mondiale (ripeto: l'intera produzione musicale mondiale) non riesca più a produrre neanche un solo capolavoro? Irreale, suvvia.

Che poi non ci sarebbe niente di male eh, è normalissimo andando avanti con l'età di potersi trovare spiazzati rispetto al nuovo che avanza. E' proprio ciò che più mi infastidisce riguardo all'invecchiamento: la possibilità di non riuscire più a essere a contatto con la musica come lo sono ora. E se ho questa paura è proprio perché ogni volta che mi imbatto in over-35, rarissimi sono quelli che riescono a rapportarsi con il nuovo senza recriminare. Non solo gli over-35 di adesso eh... ascolto musica da quando avevo dieci anni (parliamo dell'estate del 1994) e già all'epoca quelli sopra a una certa età mi dicevano che il rock era finito. Ma sono sicuro che avrei trovato "vecchi" che nel 1980 mi avrebbero rassicurato riguardo alla del rock morte imminente.
E' proprio fisiologico rimpiangere i bei tempi, credo sia innegabile l'esistenza di questa tendenza (poi può darsi tu non ne faccia parte e sia lucidissimo, ma concedi agli altri il diritto di dubitare :P ).

#63 White Duke

White Duke

    facente parte dell'élite

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 16314 Messaggi:

Inviato 28 agosto 2008 - 20:00

I Fleetwood Mac io continuo a non sentirceli per nulla, Neil Young ok, ma qui siamo soprattutto dalle parti degli Animal Collective, e di tutta la roba new-folk contro cui sei solito scagliarti.


Sarà, ma io sento molta old school nei Fleet Foxes che puntano tutto su una struttura molto tradizionale di canzone (oltre ad avere un cantante da infarto), sui suoni pieni e arrangiamenti certosini, cosa che sento molto nel modo elettrico di interpretare il folk dei Mac, e pochissimo negli esperimenti degli Animal Collective. Contro i quali, peraltro, non mi scaglio affatto:  mi spiace che l'editing del sito abbia cancellato il 7 che diedi in tabellone a Feels, probabilmente, e non a caso, il disco meno avant folk che hanno fatto e per questo più incline ai miei gusti. E comunque Feels è al numero 22 della mia playlist del 2005, giusto per sottolineare quanto mi scaglio.

Il mio era solo stupore d'amico, perché il Duca che difende i fricchettoni e si scaglia contro i numanoidi fa strano, soprattutto a un conoscente di vecchia data come me :D


Il mio stupore è invece quello di vedere accostato l'appellativo di numanoide a un gruppo come i Late Of The Pier. In questi due giorni li ho riascoltati con molta attenzione, e ribadisco quanto detto: una batteria così pompata, un charleston così "suonato" e presente e un numero infinto di controtempo, sono quanto di più lontano dall'estetica e dalla concezione musicale di un Numan o di un John Foxx. Anche di quello di The Garden, guarda. Essere barocchi è un conto (The Garden, nel suo ambito lo è di certo), ma tra il suono ossessivamente pulito e patinato di The Garden e quello vitaminizzato anche di noise dei Late Of The Pier, seguito a sentirci in mezzo un abisso.



solo che tu mettevi in dubbio le capacità tecniche dei Late, e t'ho voluto rassicurare che i pezzi riescono a riprodurli alla perfezione anche dal vivo, e che ciò mi sembra notevole se consideri quanto sono complessi (questo almeno non me lo negherai: che piacciano o meno sono pezzi tutt'altro che facili da suonare).


A dire il vero sulle loro capacità tecniche ho scritto, al contrario, che mi sembra che ci  sappiano fare. Le riserve le ho espresse sul cantante e sulla voce filtrata a flanger che, oltre a risultarmi spesso fatidiosa, mi impedisce di coglierne gli eventuali talenti: poi magari vado a sentirlo dal vivo e scopro il nuovo Foxx, ma da Fantasy Black Channel  proprio non riesco a coglierlo a causa della produzione.

C'e del virtuosismo glam, un massiccio utilizzo dei synth (più synth rock e  poco synth pop, e la differenza è relativamente grande fra i due sottogeneri), non mi suonerebbe affatto strano vederli accostati agli Sparks al massimo, e comunque non riesco proprio genericamente ad allontanarli dal suono prodotto in questi anni da Franz Ferdinand, Bloc Party e compagnia: ne individuo anzi la medesima matrice. Non credo che un teen ager amante dei Maximo Park o dei Kaiser Chiefs proverebbe (proverà) un grande imbarazzo o disorientamento se gli si proporrà questo disco, credo che ne proverebbe assai mettendogli sotto il naso Replicas o The Garden.

E comunque, come ho già detto nei precedenti interventi, non trovo affatto disprezzabile Fantasy Black Channel, solo che non ci sento nulla di straordinario, oltre che non intravvedere gran parte delle caratteristiche che tu descrivi. Tutto qui, succede.
  • 0
"No matter how high are one's estimates of human stupidity, one is repeatedly and recurrently startled by the fact that: a) people whom one had once judged rational and intelligent turn out to be unashamedly stupid b) day after day, with unceasing monotony, one is harassed in one's activities by stupid individuals who appear suddenly and unespectedly in the most inconvenient places and at the most improbable moments" (Carlo M. Cipolla)

#64 Claudio

Claudio

    I am what I play

  • Administrators
  • 34843 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 28 agosto 2008 - 20:32

E' proprio fisiologico rimpiangere i bei tempi, credo sia innegabile l'esistenza di questa tendenza (poi può darsi tu non ne faccia parte e sia lucidissimo, ma concedi agli altri il diritto di dubitare :P ).


Sarà, però ripeto: sono anche tanti giovanissimi (Julian mi pare tra questi) a dubitare che per il rock questa sia una stagione d'oro, e tutti i nostri recensori, che non sono certo ottuagenari, fanno una stramaledetta fatica ad assegnare voti dall'8 in su a dischi attuali, mentre per molti del passato lo fanno senza problemi. Ci sarà un perché? Prendi Frankie o Saran: saran (scusate il bisticcio  :P) vent'anni che non mettono un 9 a qualche oggetto musicale, eppure hanno gusti, età e modo di vedere la musica molto diversi dai miei.

Ripeto: io non rimpiango "i dischi dei miei tempi" (oddio, un po' sì, ma solo se consideriamo i "miei tempi" come il periodo 1962-1995  :P ) né sono tra quelli che sostengono che il rock si sia fermato all'anno tal dei tali. Solo che, proprio approfondendo la musica molto più di quanto facevo "ai miei tempi" (quando ne ascoltavo molta di meno e avevo orizzonti ben più ristretti), mi capita di esaltarmi poco con dischi attuali e molto più con dischi passati che all'epoca non sapevo neanche esistessero.
Questo ovviamente non mi impedisce di dire che gli Have A Nice Life hanno fatto un disco coi fiocchi, né tante altre belle cose (questo per chi farà la solita obiezione).

Animal Collective. Contro i quali, peraltro, non mi scaglio affatto:  mi spiace che l'editing del sito abbia cancellato il 7 che diedi in tabellone a Feels


Puoi sempre rimetterglielo, eh!  :D
  • 0

#65 White Duke

White Duke

    facente parte dell'élite

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 16314 Messaggi:

Inviato 28 agosto 2008 - 20:43

Puoi sempre rimetterglielo, eh!  :D


Eh, mi sono arenato nell'aggiornamento del pregresso sul tabellone, se non si fosse capito ::)
  • 0
"No matter how high are one's estimates of human stupidity, one is repeatedly and recurrently startled by the fact that: a) people whom one had once judged rational and intelligent turn out to be unashamedly stupid b) day after day, with unceasing monotony, one is harassed in one's activities by stupid individuals who appear suddenly and unespectedly in the most inconvenient places and at the most improbable moments" (Carlo M. Cipolla)

#66 Guest_telegram_*

Guest_telegram_*
  • Guests

Inviato 28 agosto 2008 - 20:44

Sarà, ma io sento molta old school nei Fleet Foxes che puntano molto su una struttura molto tradizionale di canzone (oltre ad avere un cantante da infarto)

Ecco, su questo concordo. asd


sui suoni pieni e arrangiamenti certosini, cosa che sento molto nel modo elettrico di interpretare il folk dei Mac, e pochissimo negli esperimenti degli Animal Collective. Contro i quali, peraltro, non mi scaglio affatto:  mi spiace che l'editing del sito abbia cancellato il 7 che diedi in tabellone a Feels, probabilmente, e non a caso, il disco meno avant folk che hanno fatto e per questo più incline ai miei gusti.

Ah ok, ti avevo lasciato all'"indigeribile Here Comes The Indian". Sull'accostamento ai Mac boh, una band in cui metà del gioco dei brani era guidato dalla (clamorosa) sezione ritmica, e questi invece quasi non la hanno. Le tastiere e la chitarra elettrica (nel senso più "rock&roll" del termine) avevano un peso enorme, cosa che non mi sembra si possa dire dei Fleet Foxes. Gli arrangiamenti vocali non ne parliamo. Boh, credo di amare qualsiasi cosa rimandi anche solo vagamente ai Mac, ma qui... sarà un limite mio, che ti devo dire.


Il mio stupore è invece quello di vedere accostato l'appellativo di numanoide a un gruppo come i Late Of The Pier. In questi due giorni li ho riascoltati con molta attenzione, e ribadisco quanto detto: una batteria così pompata, un charleston così "suonato" e presente e un numero infinto di controtempo, sono quanto di più lontano dall'estetica e dalla concezione musicale di un Numan o di un John Foxx. Anche di quello di The Garden, guarda.

Ma Duca, senza metterci qualcosa di loro avrebbe fatto una fotocopia di quei dischi. E' ovvio che abbiano usato alcuni espedienti del rock moderno, ma la pasta da cui pescano è quella. Ovunque nel web si sprecano paragoni con Numan. Basta aprire youtube e leggi "oh, it sounds like Cars", scritto da gente qualsiasi che probabilmente conosce il pop-rock molto meno di noi. Mo' arrivi tu e dici che non c'è niente, boh!


Le riserve le ho espresse sul cantante e sulla voce filtrata a flanger che, oltre a risultarmi spesso fatidiosa, mi impedisce di coglierne gli eventuali talenti: poi magari vado a sentirlo dal vivo e scopro il nuovo Foxx, ma da Fantasy Black Channel  proprio non riesco a coglierlo a causa della produzione.

E Foxx, che in The Garden cantava utilizzando quel famoso effetto congegnato appositamente da lui, lo faceva per nascondere le magagne? Anche questo scagliarsi sul filtrare la voce, boh... anche se fosse per nascondere i difetti, se appunto riuscisse a nasconderli, dove starebbe il problema? Siamo o non siamo ammiratori di uno dei cantanti meno cantanti della storia del pop (sì, parlo proprio di Ralf)?


comunque non riesco proprio genericamente ad allontanarli dal suono prodotto in questi anni da Franz Ferdinand, Bloc Party e compagnia: ne individuo anzi la medesima matrice.

Che il target sia quello l'ho detto io per primo, ma nei Bloc Party, nei Franz, nei Maximo, nei Kaiser e in tutti quelli che vuoi il peso delle tastiere non è così invadente, e soprattutto le tastiere non hanno questi suoni. Suoni che credo sia palese mirino in una certa direnzione: QUELLA direzione.


Non credo che un teen ager amante dei Maximo Park o dei Kaiser Chiefs proverebbe (proverà) un grande imbarazzo o disorientamento se gli si proporrà questo disco, credo che ne proverebbe assai mettendogli sotto il naso Replicas o The Garden.

"Replicas" non credo, è molto fresco come suono, al limite "The Garden". Questa parte del discorso comunque è un po' faziosa: parliamo di un disco di oggi, è ovvio che risulterebbe più familiare di dischi di trent'anni fa. Ma come scrissi all'inizio, se sta andando benino è probabilmente solo perché è orecchiabile, non per come suona.


E comunque, come ho già detto nei precedenti interventi, non trovo affatto disprezzabile Fantasy Black Channel, solo che non ci sento nulla di straordinario, oltre che non intravvedere gran parte delle caratteristiche che tu descrivi. Tutto qui, succede.

Tanto per dire, senti "Heartbeat". Sorvoliamo sulle tastiere che lo aprono, che mi sarebbero sufficienti a balzare sulla sedia. Ti segnalo piuttosto un passaggio molto particolare del pezzo: quando riprende la strofa a 1'30'' si avverte come un senso di spaesamento, perché c'è solo la sezione ritmica, mentre è scomparsa la chitarra che la caratterizzava all'inizio. Non si fa in tempo a pensarlo che a 1'35'' rientra la chitarra, ma non come prima, bensi con tutto un altro suono, sembra di sentire nientemeno che Steve Howe!
Ma quest'improvvisa manata di Yes-sound dura cinque secondi, poi scompare senza più riapparire nel corso del brano in questione, e la chitarra riprende il suono iniziale. E' pretestuoso tutto ciò? Secondo me no, perché la struttura del pezzo non ne risente minimamente: l'andamento ritmico e la melodia della canzone proseguono inalterati, ma giostrandosi sull'arrangiamento sono stati capaci di spiazzare due volte in pochi secondi con trovate a mio avviso notevolissime.
E se aggiungiamo che tutto il disco è così, che a ogni ascolto becco una trovata nuova, che i ritornelli mi si appiccicano addosso che neanche la carta moschicida... oh, per me questo lavoro è Qualcosa, se non si fosse capito.
Sia chiaro, ti sto solo spiegando quello che ho notato io. E poi una bella discussione col Borcella, che ultimamente si concede così poco, 'sto caghino... :P

#67 Guest_telegram_*

Guest_telegram_*
  • Guests

Inviato 28 agosto 2008 - 20:59

Sarà, però ripeto: sono anche tanti giovanissimi (Julian mi pare tra questi) a dubitare che per il rock questa sia una stagione d'oro, e tutti i nostri recensori, che non sono certo ottuagenari, fanno una stramaledetta fatica ad assegnare voti dall'8 in su a dischi attuali, mentre per molti del passato lo fanno senza problemi. Ci sarà un perché?

Ci possono essere molti fattori: il volere aspettare per vedere se il disco rimane negli ascolti, l'aver paura di prendere una cantonata, l'aver paura di essere ritenuti poco credibili se si assegnano troppi 8... non incolliamoci al voto dai, il discorso è molto più complesso. Precisato che Ondarock non detiene la verità: Blow Up gli 8 li mette eccome, Pitchfork mette pure i 9,5 (va bene che usa un'altra scala)...


Solo che, proprio approfondendo la musica molto più di quanto facevo "ai miei tempi" (quando ne ascoltavo molta di meno e avevo orizzonti ben più ristretti), mi capita di esaltarmi poco con dischi attuali e molto più con dischi passati che all'epoca non sapevo neanche esistessero.
Questo ovviamente non mi impedisce di dire che gli Have A Nice Life hanno fatto un disco coi fiocchi, né tante altre belle cose (questo per chi farà la solita obiezione).

Disco coi fiocchi che però scambieresti con una manciata di secondi a caso di almeno cinque dischi di Young o Bowie, ammettilo :P
Eh, 'sti vecchiacci!

#68 Claudio

Claudio

    I am what I play

  • Administrators
  • 34843 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 28 agosto 2008 - 21:02

Solo che, proprio approfondendo la musica molto più di quanto facevo "ai miei tempi" (quando ne ascoltavo molta di meno e avevo orizzonti ben più ristretti), mi capita di esaltarmi poco con dischi attuali e molto più con dischi passati che all'epoca non sapevo neanche esistessero.
Questo ovviamente non mi impedisce di dire che gli Have A Nice Life hanno fatto un disco coi fiocchi, né tante altre belle cose (questo per chi farà la solita obiezione).

Disco coi fiocchi che però scambieresti con una manciata di secondi a caso di almeno cinque dischi di Young o Bowie, ammettilo :P
Eh, 'sti vecchiacci!


Beh... sì  :)  asd

Però vanno incoraggiati progetti come quello, non a caso mi sono battuto strenuamente per la sua discomesizzazione, attirandomi parecchie critiche anche all'interno del nostro "staff".
  • 0

#69 White Duke

White Duke

    facente parte dell'élite

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 16314 Messaggi:

Inviato 28 agosto 2008 - 21:12

Mi concedo poco proprio per evitare le discussioni articolate. Non già perché le disprezzi, tutt'altro, ma è che poi non ho tempo per portarle avanti ::). Ad ogni modo, non ho contestato la voce effettata in generale (e ci mancherebbe pure),ma solo quell'effetto (abusato) su quella voce! "It sounds like Cars" già mi quaglia di più, non foss'altro che per la loro inclinazione festaiola, sonorità e atmosfere assai meno algide di quelle di Numan.

Infine, siccome dai tanto credito (quando ti fa comodo :P) a quel che si dice in rete, digita su Google come ho fatto io 3 secondi fa per la prima volta "Fleet Foxes Fleetwood Mac" e scoprirai intanto che han fatto una cover di Dreams (ora corro a sentirla perché sono curioso, ma la coincidenza, di cui ero all'oscuro, quasi mi turba O_O) ma soprattuto che non posso purtroppo vantare la primogenitura dell'accostamento. ;D
  • 0
"No matter how high are one's estimates of human stupidity, one is repeatedly and recurrently startled by the fact that: a) people whom one had once judged rational and intelligent turn out to be unashamedly stupid b) day after day, with unceasing monotony, one is harassed in one's activities by stupid individuals who appear suddenly and unespectedly in the most inconvenient places and at the most improbable moments" (Carlo M. Cipolla)

#70 Guest_telegram_*

Guest_telegram_*
  • Guests

Inviato 28 agosto 2008 - 21:22

"Fleet Foxes Fleetwood Mac" e scoprirai intanto che han fatto una cover di Dreams...  ma soprattuto che non posso purtroppo vantare la primogenitura dell'accostamento.

Il fatto che gli piacciano i Mac indica che suonino come i Mac? Allora il tizio dei Sunn 0))) (in vero non sono sicuro fosse lui, comunque era uno di qualche band drone-metal) è un fan di Bowie, ti conviene dare subito una ripassata alla loro glammosissima discografia :P

#71 bosforo

bosforo

    无形

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 17588 Messaggi:

Inviato 28 agosto 2008 - 21:52

si è lui: nel prossimo disco dei sunn ci sarà ronson a droneggiare  asd

discorso late of the pier: per me se non sono numanoidi nell'atmosfera (i late son festaioli e pazzi, numan no), lo sono nei suoni (il synth di "space and the woods"!) e pure nell'immagine... minchia quando ho visto il tastierista non li conoscevo ancora, ma ho subito pensato ai kraftwerk e a numan... guardate come stava messo prima di cominciare a suonare [il tastierista a sinistra intendo]:
Immagine inserita
http://img233.images...us/img233/3763/




discorso vecchi/giovani: boh, a me pare che la tendenza sia ascoltare i nomi noti che la critica tira fuori (che cmq non si sbilancia mai) senza ricercare musica per conto proprio. tra l'altro sono convinto che molte cose adorabili post-2000 siano nel mondo dell'hip hop e del metal alternativi (jane doe dei converge, uno dei miei dischi preferiti è datato 2001), solo che mi sembrano fuori dal target della webzine di ondarock (senza rate your music non li avrei mai conosciuti)
  • 0

#72 White Duke

White Duke

    facente parte dell'élite

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 16314 Messaggi:

Inviato 28 agosto 2008 - 21:59


"Fleet Foxes Fleetwood Mac" e scoprirai intanto che han fatto una cover di Dreams...  ma soprattutto che non posso purtroppo vantare la primogenitura dell'accostamento.

Il fatto che gli piacciano i Mac indica che suonino come i Mac? Allora il tizio dei Sunn 0))) (in vero non sono sicuro fosse lui, comunque era uno di qualche band drone-metal) è un fan di Bowie, ti conviene dare subito una ripassata alla loro glammosissima discografia :P


Rileggi quello che ho scritto in neretto e in GROSSO, e subito dopo medita sulla vacuità della tua pleonastica osservazione.
  • 0
"No matter how high are one's estimates of human stupidity, one is repeatedly and recurrently startled by the fact that: a) people whom one had once judged rational and intelligent turn out to be unashamedly stupid b) day after day, with unceasing monotony, one is harassed in one's activities by stupid individuals who appear suddenly and unespectedly in the most inconvenient places and at the most improbable moments" (Carlo M. Cipolla)

#73 Guest_telegram_*

Guest_telegram_*
  • Guests

Inviato 28 agosto 2008 - 22:10

Rileggi quello che ho scritto in neretto e in GROSSO, e subito dopo medita sulla vacuità della tua pleonastica osservazione.

E' questo il Borcella che piace a me. :-*

#74 Bara dei pupi

Bara dei pupi

    Dungeon Synth nei giorni pari e Vaporwave in quelli dispari

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 83826 Messaggi:

Inviato 28 agosto 2008 - 23:18


sono gli ascoltatori che fanno schifo, non i dischi
  • 0
Tanti amici mi chiamano e mi dicono peppe ma tu non ti lamenti mai a stare in quarantena forzata
Amici miei vi rammento che zio peppuzzo nazionale come mi chiama fraternamente Claudio ferri in arte bassino. Che mi sono fatto quasi 7 anni al 41 bis sotterrato isolato dal mondo altro che quarantena. Qua per me e hotel a 5 stelle. Pertanto non scendete e spero che conte vada quanto prima un decreto che chi viene preso in strada va in quarantena forzata. Alla fine dobbiamo salvaguardare noi e milioni di italiani. Pensate se venivate chiamati per andare in guerra. Buona serata peppuzzo vi vuole bene
Tanto bene.

#75 Maedhros

Maedhros

    Classic Rocker

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3973 Messaggi:

Inviato 29 agosto 2008 - 07:41


sono gli ascoltatori che fanno schifo, non i dischi


questa è la più sacrosanta verità mai apparsa su questo forum.

stima.
  • 0

#76 Claudio

Claudio

    I am what I play

  • Administrators
  • 34843 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 29 agosto 2008 - 08:44



sono gli ascoltatori che fanno schifo, non i dischi


questa è la più sacrosanta verità mai apparsa su questo forum.


A me spesso fanno schifo entrambi  asd
  • 0

#77 signora di una certa età

signora di una certa età

    old signorona

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 18982 Messaggi:

Inviato 29 agosto 2008 - 08:51


sono gli ascoltatori che fanno schifo, non i dischi


tratto dal "Libretto rosso dei pensieri di Lassigue"  ;)
  • 0

In realtà secondo me John Lurie non aveva tante cose da dire... ma molto belle


#78 Perfect

Perfect

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2708 Messaggi:

Inviato 29 agosto 2008 - 08:58


sono gli ascoltatori che fanno schifo, non i dischi

fosse vero allora per lo stesso motivo  sarebbero i recensori a fare schifo, non i dischi che vengono stroncati.

  • 0

#79 punck

punck

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1391 Messaggi:

Inviato 29 agosto 2008 - 09:02



sono gli ascoltatori che fanno schifo, non i dischi

fosse vero allora per lo stesso motivo  sarebbero i recensori a fare schifo, non i dischi che vengono stroncati.


stiamo quasi per entrare nei meandri della teoria della Devoluzione


poi dai..insomma..tutto sto scalpore per una Cover Band!!

;D :D
  • 0

#80 Bara dei pupi

Bara dei pupi

    Dungeon Synth nei giorni pari e Vaporwave in quelli dispari

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 83826 Messaggi:

Inviato 29 agosto 2008 - 09:18

comunque lo sentirò, ma solo perchè, mi pare, ha preso 8 su BlowUp :-)
  • 0
Tanti amici mi chiamano e mi dicono peppe ma tu non ti lamenti mai a stare in quarantena forzata
Amici miei vi rammento che zio peppuzzo nazionale come mi chiama fraternamente Claudio ferri in arte bassino. Che mi sono fatto quasi 7 anni al 41 bis sotterrato isolato dal mondo altro che quarantena. Qua per me e hotel a 5 stelle. Pertanto non scendete e spero che conte vada quanto prima un decreto che chi viene preso in strada va in quarantena forzata. Alla fine dobbiamo salvaguardare noi e milioni di italiani. Pensate se venivate chiamati per andare in guerra. Buona serata peppuzzo vi vuole bene
Tanto bene.




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq