Vai al contenuto


Foto
- - - - -

David Fincher


  • Please log in to reply
169 replies to this topic

#41 Jules

Jules

    Pietra MIliare

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21749 Messaggi:

Inviato 22 maggio 2007 - 14:41

Colgo l'invito della gentil moderatrice e mi risposto qui...vorrei sapere da chi l'ha visto se poi, almeno per qualcuno, si è avverata la previsione che avevo fatto io, vale a dire un naturale paragone (ovviamente in positivo) con l'ultimo film di DePalma..
  • 0

#42 Homer

Homer

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3019 Messaggi:
  • LocationBoston

Inviato 22 maggio 2007 - 15:38

Non te lo posso dire perchè non ho ancora visto l'ultimo di De Palma.

Però sono curioso di leggere una tua opinione sul film di Fincher (un pò più estesa di quella che ho letto nella pagina precedente).  :)
  • 0

"Beh, devo essere ottimista. Va bene, dunque, perché vale la pena di vivere? Ecco un’ottima domanda. Beh, esistono al mondo alcune cose, credo, per cui valga la pena di vivere. E cosa? Ok. Per me... io direi... per Groucho Marx tanto per dirne una, e Willie Mays e... il secondo movimento della sinfonia Jupiter... Louis Armstrong, l'incisione Potatoehea Vlues... i film svedesi naturalmente... L’educazione sentimentale di Flaubert... Marlon Brando, Frank Sinatra, quelle incredibili... mele e pere di Cézanne, i granchi di Sam Wo, il viso di Tracey"

"Saigon. Merda. Sono ancora soltanto a Saigon. Ogni volta penso che mi risveglierò di nuovo nella giungla"


#43 Guest_vegeta_*

Guest_vegeta_*
  • Guests

Inviato 22 maggio 2007 - 15:44

vale a dire un naturale paragone (ovviamente in positivo) con l'ultimo film di DePalma..


Sono film molto diversi a mio parere, ma che hanno comunque punti di contatto: l'indagine che si dipana di indizio in indizio, l'accumulo di informazioni, l'incapacità di scoprire "la verità".

Quello di De Palma però è più "schiavo" dei classici meccanismi di genere, è troppo alla De Palma (citazioni, virtuosismi, sottesti sessuali), ed è il suo limite maggiore.

Meglio Fincher decisamente, che coraggiosamente ha cambiato strada.

#44 Jules

Jules

    Pietra MIliare

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21749 Messaggi:

Inviato 22 maggio 2007 - 15:54

La similitudine che ho notato io è nel diverso approccio all'ossessione, l'ossessione della scoperta, per la verità da raggiungere...ed in questo mentre DePalma si fa sopraffare dal suo ormai noioso leziosismo, Fincher arriva forte (non fortissimo)...ammetto che Zodiac lo accosto di più al capolavoro di Ellroy, piuttosto che allo scialbo adattamento cinematografico..
  • 1

#45 corey

corey

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1732 Messaggi:

Inviato 22 maggio 2007 - 16:01

Colgo l'invito della gentil moderatrice e mi risposto qui...vorrei sapere da chi l'ha visto se poi, almeno per qualcuno, si è avverata la previsione che avevo fatto io, vale a dire un naturale paragone (ovviamente in positivo) con l'ultimo film di DePalma..


la tua previsione non l'avevo letta. ciononostante sì, l'edificazione dell'ossessione è senza dubbio più solida e articolata nel film di fincher che in quello di de palma, benché continui a credere che l'adattamento del romanzo di ellroy abbia deliberatamente sabotato la dimensione ossessiva a vantaggio (o svantaggio, chissà) della glorificazione della menzogna. il film di de palma è centrato sull'affermazione "le persone mentono", quello di fincher sull'affermazione diametralmente opposta: "le persone non possono fare a meno della verità". che poi in entrambi i casi tutto ciò porti alla deriva (sì, no, forse) mi sembra secondario. comunque sì, il paragone mi è stato impossibile non farlo.
  • 0
i periti hanno dimostrato che non vi è alcuna certezza.

#46 Guest_Mia_*

Guest_Mia_*
  • Guests

Inviato 22 maggio 2007 - 19:00

Ho visto Zodiac questo pomeriggio. Bello.
Certo che però è strano: mi piace un film e non riesco a spiegare bene perchè. Dirò di più. Per la prima ora e mezza mi ha quasi annoiata (a parte ovviamente i momenti di tensione vera e propria). Poi, ad un certo punto, esattamente dal punto in cui il personaggio di Jake Gyllenhaal accentra su di sè la storia, tutto assume un altro ritmo, diventa incalzante, martellante, ancora più parlato di quanto non lo fosse già all'inizio. Probabilmente è la voglia di scoprire la verità sulla vicenda, probabilmente è un cambio d'atmosfera voluto dal regista, ma a me è sembrato di entrare in un altro film, più cupo, avvincente ed appassionate. Ed è lì che ho iniziato ad amarlo.
Bello vedere sullo schermo tre dei miei attori preferiti (Gyllenhaal, Downey jr. e Sevigny). Per il resto un buon thriller come cento altri.

P.s.: qualcuno sa dirmi il titolo della canzone dei titoli di coda?
Grazie.

#47 corey

corey

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1732 Messaggi:

Inviato 22 maggio 2007 - 20:22


P.s.: qualcuno sa dirmi il titolo della canzone dei titoli di coda?
Grazie.


Dovrebbe essere Hurdy Gurdy Man di Donovan (è la stessa dell'omicidio iniziale se non erro).
  • 0
i periti hanno dimostrato che non vi è alcuna certezza.

#48 Guest_Mia_*

Guest_Mia_*
  • Guests

Inviato 22 maggio 2007 - 20:24



P.s.: qualcuno sa dirmi il titolo della canzone dei titoli di coda?
Grazie.


Dovrebbe essere Hurdy Gurdy Man di Donovan (è la stessa dell'omicidio iniziale se non erro).


Grazie mille  ;)

#49 corey

corey

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1732 Messaggi:

Inviato 22 maggio 2007 - 20:28

http://en.wikipedia....urdy_Man_(song)

;)
  • 0
i periti hanno dimostrato che non vi è alcuna certezza.

#50 Guest_Mia_*

Guest_Mia_*
  • Guests

Inviato 22 maggio 2007 - 20:32

http://en.wikipedia....urdy_Man_(song)

;)


Cavolo pure in Bobby. Bellssima canzone.
Fine OT.

#51 Guest_vegeta_*

Guest_vegeta_*
  • Guests

Inviato 22 maggio 2007 - 21:42


http://en.wikipedia....urdy_Man_(song)

;)


Cavolo pure in Bobby. Bellssima canzone.
Fine OT.


Ieri sera ho visto "L'uomo dell'anno"....e la stessa canzone c'è pure lì!

#52 astrodomini

astrodomini

    ...

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 9181 Messaggi:
  • LocationUdine, Padova

Inviato 30 maggio 2007 - 23:48

Ho visto ieri Zodiac e per me è un ottimo film.
Anche se tratta una storia vera e per giunta insoluta il climax ne risente davvero molto poco, il film è piuttosto fedele alla verità storica e racconta un indagine avvicente e frustrante in maniera particolareggiata dilungandosi sulle ipotesi e suoi ruoli dei vari personaggi che hanno ruotato attorno alla vicenda del serial killer.
La necessità di attenersi ai fatti limita logicamente il fattore tensione ma il film riesce lo stesso a far entrare nel clima di ricerca spasmodica mista a frustrazione provato dai protagonisti ed è questo per me il suo punto di forza. A un certo punto sembra quasi di sbattere la testa contro il muro insieme alla polizia e al vignettista del Chronicles presi tra teorie medievali e sospetti con poche prove a carico. Fincher doveva rendere al meglio quelle sensazioni e ci è riuscito davvero bene, buone anche le prove degli attori (da quanto tempo non vedevo Robert Downey Jr..).
  • 0

the music that forced the world into future


#53 Brucaliffa

Brucaliffa

    mainstream Star

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2602 Messaggi:

Inviato 31 maggio 2007 - 00:41

Ho visto ieri Zodiac e per me è un ottimo film.
Anche se tratta una storia vera e per giunta insoluta il climax ne risente davvero molto poco, il film è piuttosto fedele alla verità storica e racconta un indagine avvicente e frustrante in maniera particolareggiata dilungandosi sulle ipotesi e suoi ruoli dei vari personaggi che hanno ruotato attorno alla vicenda del serial killer.
La necessità di attenersi ai fatti limita logicamente il fattore tensione ma il film riesce lo stesso a far entrare nel clima di ricerca spasmodica mista a frustrazione provato dai protagonisti ed è questo per me il suo punto di forza. A un certo punto sembra quasi di sbattere la testa contro il muro insieme alla polizia e al vignettista del Chronicles presi tra teorie medievali e sospetti con poche prove a carico. Fincher doveva rendere al meglio quelle sensazioni e ci è riuscito davvero bene, buone anche le prove degli attori (da quanto tempo non vedevo Robert Downey Jr..).


Anche a me è piaciuto, mi è sembrato meno "videoclipparo" (lo è solo nella prima parte e non è affatto male) del solito e molto avvincente nella trama. E' così maniacale la ricostruzione dei fatti, che sembra di vivere dal vero il bombardamento di fatti, segnalazioni, indagini a vuoto, episodi irrisolti*, e di uscirne confusi come i protagonisti. E'un film così lungo e denso che ho l'impressione che una sola visione non basti per notare tutto e per scovare eventuali buchi, ma anche se ci fossero potrebbero sembrare intenzionali. Le ellissi temporali che coprono un arco di tempo così lungo, anche se permettono di ricostruire in forma diretta le indagini sul caso di Zodiac, alla lunga mi sono sembrate troppo pesanti e anche poco credibili per via dei personaggi sempre uguali.

*
Spoiler

  • 0
Better Call Saul!

#54 Jules

Jules

    Pietra MIliare

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21749 Messaggi:

Inviato 31 maggio 2007 - 07:37

Semmai il difetto principale del film è nel cambio repentino dopo la prima bellissima ora abbondante...si passa da un sorprendente docu-drama corale ad un molto più tradizionale thriller tutto incentrato sulla classica ossessione per il killer di un singolo protagonista...ecco, questo è il passaggio che mi ha convinto meno (o meglio non il cambio di registro in sè, quanto i tempi scelti)..
  • 0

#55 Querelle

Querelle

    pivello

  • Members
  • Stelletta
  • 15 Messaggi:

Inviato 31 maggio 2007 - 13:44

Fight Club perde un po' nella trasposizione, comunque niente male. Seven invece è uno dei film più sopravvalutati di sempre, è un banchetto di trasgressioni da salotto che scioccano abbastanza lo spettatore ma non vanno mai oltre al rispettabile, al crudelmente appagante, che caratterizzano un sacco di film solo leggermente trasgressivi che però sono spesso considerati rivoluzionari e 'fortissimi'.
Un esempio eclatante è la scelta di non mostrare mai da vicino la vittima della lussuria, limitando tutto a un paio di foto, oppure il finale stile Usual Suspects con rivelazione finale tanto inaspettata quanto inefficace.

Insomma, fatto bene ma non mi piace quasi per nulla.
  • 0

#56 Guest_vegeta_*

Guest_vegeta_*
  • Guests

Inviato 31 maggio 2007 - 17:24


Un esempio eclatante è la scelta di non mostrare mai da vicino la vittima della lussuria, limitando tutto a un paio di foto.


difatti così è molto più inquietante

#57 Homer

Homer

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3019 Messaggi:
  • LocationBoston

Inviato 31 maggio 2007 - 17:40

Infatti. Se c'è qualcosa da criticare in Se7en non è certo la scelta di mostrare poco o quasi, addirittura, di non mostrare le vittime dei diversi omicidi. Il fatto è che Fincher immerge tutto in un'atmosfera inquietante, sporca, cupa, costantemente accompagnata dalla pioggia e da qualche squarcio di luce (ma piove anche con il sole a volte).
  • 0

"Beh, devo essere ottimista. Va bene, dunque, perché vale la pena di vivere? Ecco un’ottima domanda. Beh, esistono al mondo alcune cose, credo, per cui valga la pena di vivere. E cosa? Ok. Per me... io direi... per Groucho Marx tanto per dirne una, e Willie Mays e... il secondo movimento della sinfonia Jupiter... Louis Armstrong, l'incisione Potatoehea Vlues... i film svedesi naturalmente... L’educazione sentimentale di Flaubert... Marlon Brando, Frank Sinatra, quelle incredibili... mele e pere di Cézanne, i granchi di Sam Wo, il viso di Tracey"

"Saigon. Merda. Sono ancora soltanto a Saigon. Ogni volta penso che mi risveglierò di nuovo nella giungla"


#58 Guest_vegeta_*

Guest_vegeta_*
  • Guests

Inviato 31 maggio 2007 - 19:26

Infatti. Se c'è qualcosa da criticare in Se7en non è certo la scelta di mostrare poco o quasi, addirittura, di non mostrare le vittime dei diversi omicidi. Il fatto è che Fincher immerge tutto in un'atmosfera inquietante, sporca, cupa, costantemente accompagnata dalla pioggia e da qualche squarcio di luce (ma piove anche con il sole a volte).


Concordo. Poi è vero, il film senza dubbio ha uno stile molto glamour e alla moda...illuminazione antinaturalistica, montaggio frenetico...si vedeva che Fincher aveva iniziato a lavorare coi videoclip.

Però sono nèi su cui passo sopra volentieri, visto il nichilismo disperato in cui è immerso l'intero film...visto il finale allucinante (prevedibile???) e disturbante che continuo a reputare tra le cose più belle del cinema dei '90...viste le interpretazioni da urlo di Morgan Freeman e Kevin Spacey...

insomma...per me resta un gran film.

#59 astrodomini

astrodomini

    ...

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 9181 Messaggi:
  • LocationUdine, Padova

Inviato 31 maggio 2007 - 19:33

Semmai il difetto principale del film è nel cambio repentino dopo la prima bellissima ora abbondante...si passa da un sorprendente docu-drama corale ad un molto più tradizionale thriller tutto incentrato sulla classica ossessione per il killer di un singolo protagonista...ecco, questo è il passaggio che mi ha convinto meno (o meglio non il cambio di registro in sè, quanto i tempi scelti)..


Invece secondo me rispecchia perfettamente il passaggio fra gli anni caotici di attività del killer (con impegno della polizia, copertura mediatica, paura nella popolazione etc.) e la fine degli omicidi che ha visto il solo giornalista impegnarsi nella ricerca spasmodica del colpevole per molti anni. Mi sembra una copertura perfetta delle varie fasi della caccia a Zodiac, dalla psicosi generalizzata alla ricerca decennale di un singolo uomo coadiuvato da qualche poliziotto connivente.
  • 1

the music that forced the world into future


#60 Guest_vegeta_*

Guest_vegeta_*
  • Guests

Inviato 31 maggio 2007 - 19:45


Semmai il difetto principale del film è nel cambio repentino dopo la prima bellissima ora abbondante...si passa da un sorprendente docu-drama corale ad un molto più tradizionale thriller tutto incentrato sulla classica ossessione per il killer di un singolo protagonista...ecco, questo è il passaggio che mi ha convinto meno (o meglio non il cambio di registro in sè, quanto i tempi scelti)..


Invece secondo me rispecchia perfettamente il passaggio fra gli anni caotici di attività del killer (con impegno della polizia, copertura mediatica, paura nella popolazione etc.) e la fine degli omicidi che ha visto il solo giornalista impegnarsi nella ricerca spasmodica del colpevole per molti anni.


esatto. Più mi impegno e meno riesco a trovare dei difetti a questo "Zodiac".




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq