Vai al contenuto


Foto
* * * * - 3 Voti

Black Country, New Road - For The First Time [Ninja Tune, 2021]


  • Please log in to reply
75 replies to this topic

#21 häxan

häxan

    the nameless uncarved user

  • Moderators
  • 1282 Messaggi:

Inviato 06 febbraio 2021 - 17:08



arthur russell.

il richiamo a russell è ricercato in track x, il frontman su apple music ha commentato ogni traccia:

 


I wrote that riff ages and ages ago, around the time I first heard World of Echo by Arthur Russell, which is possibly my favourite record of all time. I was playing around with the same sort of delay effects that he was using, trying to play some of his songs on guitar, sort of translate them from the cello. We didn’t play it for ages and ages, and then just before we recorded this album, we had the idea to resurrect it and put it together with an old story that I had written. It’s a love story—love and loss and all that’s in between. It just made sense for it to be something quieter, calmer. And because it was arranged most recently, it definitely gives the most glimpse of our new material.

 

io li conoscevo soltanto per questo perché seguo i black midi (che su first time sono citati propio nel testo di track x):

 

 

qui escono in modo più preponderante le influenze free impro/no wave che per me sono la parte più affascinante di queste band; per quanto riguarda il disco anche io lo trovo un po' acerbo come dice paloz però credo che sia inevitabile vistane la genesi, è più una raccolta di brani della prima parte della loro attività, anche nelle loro intenzioni: 

 


“I don't think it's an incredible, incredible album, but I do think it's an honest portrayal of what we were like and what we sounded like when those songs were written,” Black Country, New Road frontman Isaac Wood tells Apple Music of his Cambridge post-punk outfit’s debut LP. “I think that's basically all it can be, and that's the best it can be.”

 

come raccolta o comunque come primo assaggio mi sembra ottimo, non ci ho sentito quella specie di hodgepodge informe che ci hanno sentito alcuni di voi, le influenze sono chiare (il post-rock migliore prima di tutto, dagli slint ai rodan) ma mai didascaliche.

 

con il resto del post punk uk recente non hanno in comune niente secondo me, soprattutto con band più evidentemente ruock come fountaines dc e idles (che poi è una scena che non esiste, ogni band ha un suono e delle intenzioni totalmente diverse).


  • 2

I work hard for everything I own

Everything I own chokes me when I sleep


#22 Duck

Duck

    Professionista della malafede

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21558 Messaggi:

Inviato 06 febbraio 2021 - 17:43

il richiamo a russell è ricercato in track x, il frontman su apple music ha commentato ogni traccia:

 

Miglior pezzo del disco (a sto punto forse meglio ascoltarsi direttamente Russell asd) insieme alla strumentale iniziale.

Il resto mah, qualche momento sì (il finale di Athens, France) ma in generale l'ho trovato troppo frammentario, con dentro "troppa roba" e senza un ordine chiaro. A volte si sfocia un po' anche nel ridicolo come la tirata sul lavoro del padre del cantante.

Post-punk direi molto poco comunque eh.


  • 1

«Mister, possiamo lavorare sulle diagonali?», la richiesta di qualche giocatore. No, la risposta del tecnico. 

consigli per il futuro: leggere i fantaconsigli dell'UU e fare l'esatto opposto

Duck tu mi consigliasti di molto bello Delitto e Castigo, che nonostante la lunghezza (per me quello è gia parecchio lunghino) mi piacque parecchio e mi permise anche di fare un figurone con mia cognata in una discussione in cui credeva di tagliarmi fuori.


#23 treeCyclo

treeCyclo

    qwerty

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1338 Messaggi:

Inviato 06 febbraio 2021 - 18:16

Provo a mettere insieme due pensieri, visto che avevo esortato Good ad aprire il topic e visto che mi ero occupato della band su questo forum in tns (senza nessun merito, sia chiaro)

 

Le aspettative per l'album erano alte per me, vista l'hype che lo aveva anticipato e visto quanto singoli come Sunglasses e Track X mi avevano convinto.

Che poi in realtà anche gli altri 4 pezzi che lo compongono li conoscevo (fra quelli usciti ufficialmente e quelli che si potevano già ascoltare su YT in riprese dal vivo del 2019 e dell'inizio del 2020): perchè questo album è nato -credo esplicitamente- nè più nè meno come raccolta del meglio che la band ha fatto fin qui.

Quindi un'idea sull'album me l'ero già fatta prima che uscisse e le piccole varianti apportate ad Athens, France e Sunglasses non spostano più di tanto un possibile giudizio.

 

Che per me è sicuramente positivo ma non così da strapparsi i capelli.

 

Pesa sul mio giudizio il fatto che i BC,NR non abbiano ritenuto degno di pubblicazione il loro pezzo migliore, così ben bilanciato fra post-rock e influenze free-jazzy e con un testo lancinante, amaro e divertente al tempo stesso. 

E che al loro posto abbiano messo quella Instrumental e quella Opus in cui si fa sentire una componente levantina/klezmer che francamente non mi dice nulla.

 

Altre considerazioni sciolte:

- per la voce e il cantato di Isaac Wood ho visto che è stato chiamato in causa Kid Krule. Sì, era un paragone che era venuto anche a me ma in un ipotetico mix fra Kid Krule e Win Butler: in realtà mi sono fissato che possibili punti di contatto con gli Arcade Fire ci siano (come attitudine arty e come tipo di formazione) ma è una fissa mia visto che poi, musicalmente, le distanze sono notevoli.

Per inciso ho visto che da altre parti è stato evocato Mark E. Smith come ispirazione di Wood: non so, non mi sembra, ma ve lo riferisco come curiosità.

 

- nei testi sono numerose le citazioni di altri artisti musicali: da "I said I love you in front of Black Midi" di Athens, France a "And fled from the stage with the world's second best Slint tribute act" di Science Fair, da "leave Kanye out of here" ai due versi di Motion Picture di Phoebe Bridgers citati pari pari in Athens, France.

Questo è il tipo di cose che da una parte mi diverte, ma dall'altro mi fa sospettare che si voglia strizzare l'occhiolino ad un pubblico di riferimento ben preciso: roba un po' artificiosa buttata lì per compiacere l'ascoltatore, temo.

In realtà è fin da quando li ho sentiti per la prima volta (e visti s YT) che mi gira nella testa il dubbio che di una certa autoreferenzialità: musica fatta da audiofili colti, di buona famiglia, con velleità arty, per un pubblico affine.

Ripeto: è un dubbio, un sospetto.

 

- riguardo ai rapporti con l'attuale ondata di neo post punk britannico, al di là delle notevoli differenze musicali a me pare che in questi BC,NR manchi quasi totalmente la parte "politica" e di "critica sociale" presente in alcune di quelle band (sì, qualcosina c'è ma è molto sfumato ed immerso in testi introversi, di vita post-adolescenziale).

 

- Curiosità: Tyler Hyde, la bassista, è figlia di Karl


  • 2

#24 Duck

Duck

    Professionista della malafede

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21558 Messaggi:

Inviato 06 febbraio 2021 - 18:27

- Curiosità: Tyler Hyde, la bassista, è figlia di Karl

 

Vabbeh allora capolavoro e fine dai.


  • 0

«Mister, possiamo lavorare sulle diagonali?», la richiesta di qualche giocatore. No, la risposta del tecnico. 

consigli per il futuro: leggere i fantaconsigli dell'UU e fare l'esatto opposto

Duck tu mi consigliasti di molto bello Delitto e Castigo, che nonostante la lunghezza (per me quello è gia parecchio lunghino) mi piacque parecchio e mi permise anche di fare un figurone con mia cognata in una discussione in cui credeva di tagliarmi fuori.


#25 treeCyclo

treeCyclo

    qwerty

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1338 Messaggi:

Inviato 06 febbraio 2021 - 18:30

 

- Curiosità: Tyler Hyde, la bassista, è figlia di Karl

 

Vabbeh allora capolavoro e fine dai.

 

 

La mia considerazione era un'altra: la nostra generazione era meglio di questi giovinastri d'oggi.  ashd

 

 

 

 

(si scherza, eh)


  • 1

#26 Duck

Duck

    Professionista della malafede

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21558 Messaggi:

Inviato 06 febbraio 2021 - 19:17

Vabbeh ma pure Karl c'ha messo un po' a carburare, la genetica non mente asd 


  • 1

«Mister, possiamo lavorare sulle diagonali?», la richiesta di qualche giocatore. No, la risposta del tecnico. 

consigli per il futuro: leggere i fantaconsigli dell'UU e fare l'esatto opposto

Duck tu mi consigliasti di molto bello Delitto e Castigo, che nonostante la lunghezza (per me quello è gia parecchio lunghino) mi piacque parecchio e mi permise anche di fare un figurone con mia cognata in una discussione in cui credeva di tagliarmi fuori.


#27 Incidente

Incidente

    Feudo

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6901 Messaggi:
  • LocationBerlin

Inviato 06 febbraio 2021 - 19:23

Come ha detto già qualcuno, anche a me pare che tutte le cose che fanno non stiano ancora troppo bene insieme. Poi riesco anche ad ascoltare i singoli brani, ma come disco non mi avvince.
  • 0

#28 wago

wago

    FURTHERMORE

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 19284 Messaggi:
  • LocationBergamo

Inviato 07 febbraio 2021 - 19:07

Ho ascoltato un po' di volte questo disco e mi piace anzichenò. È palesemente la mia cup of tea (post-rock matematico, spunti jazz, balcanerie) ma lo trovo in primis a fuoco, vario ma organico, e poi efficace in termine di dinamiche e atmosfere.
Non mi ritrovo nelle analogie coi Black Midi — che hanno un sound molto più fighetto e incompromissorio, né più di tanto coi pur pertinenti parallelismi con gli altri alfieri del neo post-punk britannico spoken word, che calcano molto più la mano sull'appartenenza geografica e gli accenti metropolitani. Ho trovato più illuminanti, anche perché meno telefonati, i parallelismi con gli Arcade Fire: una band stilisticamente lontanissima, certo, ma con diversi punti di contatto in termini di epicità delle costruzioni e tendenza al sinfonismo (finto)folkeggiante.

In mezzo a tanto revival sempre delle stesse cose, a me francamente se tornano di moda gli Slint schifo non fa affatto. Se poi iniziano a farlo con l'accento di Londra anziché del Kentucky, sono pure misuratamente contento.

 

Poi oh, niente niente fan la fine dei Foals o dei This New Puritans, che partono fichissimi e matematici ma finiscono a fare roba smorta che piace a tutti meno che a me.


  • 1

#29 hotstone

hotstone

    pivello

  • Members
  • Stelletta
  • 5 Messaggi:

Inviato 09 febbraio 2021 - 14:46

Il disco non è poi così male, però manca qualcosa , qualcosa che leghi tutto l'album. I brani non si amalgamano bene tra loro. Hanno un futuro nella musica balcanica


  • 0

#30 Cliff

Cliff

    utente col favore delle tenebre

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10941 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 09 febbraio 2021 - 14:53

Hanno un futuro nella musica balcanica


La musica balcanica ci ha rotto i coglioni
è bella e tutto quanto
Ma alla lunga rompe i coglioni
Certo ne avrei senz'altro tutta un'altra opinione
Se fossi un balcanico


  • 4
Ha detto bene il presidente del coni, che il mondo dei dilettanti...chapeau. On duà parler français monsieur, mettenan nous parlon français, tout suit, ma la question n’est parer, n’est pas, comme ça [Carlo Tavecchio]


Caro Sig.'Cliff' di Roma le confesso che non capito..


non vorrei sembrare pedante


#31 hotstone

hotstone

    pivello

  • Members
  • Stelletta
  • 5 Messaggi:

Inviato 09 febbraio 2021 - 18:27

 

Hanno un futuro nella musica balcanica


La musica balcanica ci ha rotto i coglioni
è bella e tutto quanto
Ma alla lunga rompe i coglioni
Certo ne avrei senz'altro tutta un'altra opinione
Se fossi un balcanico

 

Condivido ogni parola ;)


  • 0

#32 treeCyclo

treeCyclo

    qwerty

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1338 Messaggi:

Inviato 20 febbraio 2021 - 15:12

Nel frattempo, la scorsa settimana l'album esordisce al numero 5 delle classifiche britanniche.

E questa settimana finisce già fuori dai 100.

 

 

Un film già visto e rivisto.


  • 0

#33 AlfredinoDalFondoDelPozzo

AlfredinoDalFondoDelPozzo

    burzumaniaco

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 84752 Messaggi:

Inviato 23 febbraio 2021 - 12:05

i loro avi, dove c'erano alcuni Black Country, erano i Nervous Conditions, e così a occhio, dopo 2 ascolti del disco di cui parlate, la stessa anche se con una nuova proposta meno informe asd qualcuno ha citato questo aggettivo per dare un parere negativo e ho voluto quindi prevenire un ascolto forse inutile

 

avevo già sentito dei brani che erano già usciti come singoli un paio di anni fa, sono stati inseriti anche nel nuovo LP

 

al di là del giudizio, vedremo dopo, pure io mi stupisco dei paragoni con band tipo gli Idles, solito calderone fuorviante della critica


  • 0
I tried to tell her about Marx and Engels
God and Angels, I don't really know what for
But she looked good in ribbons

#34 AlfredinoDalFondoDelPozzo

AlfredinoDalFondoDelPozzo

    burzumaniaco

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 84752 Messaggi:

Inviato 23 febbraio 2021 - 12:14

aggiungo: non è la prima volta che il postrock finisce in territori della tradizione ebraica, deve esistere una certa attrazione

 

maledetti ebrei!

 

potrebbe essere un gruppo di congiunzione tra me e Wago, come i This Heat; se sono rose appassiranno e quindi mi piaceranno 

 


Nel frattempo, la scorsa settimana l'album esordisce al numero 5 delle classifiche britanniche.
E questa settimana finisce già fuori dai 100.
 
Un film già visto e rivisto.
 
tutte queste considerazioni a me sono ignote, erano già usciti e avevano già richiamato un po' di pubblico, sarà un film rivisto ma forse con band da uno stile diverso rispetto a quelle che citi (quali? non l'hai scritto) --- che stiano al numero 5, o al 13 che porta sfiga, o al 107, cosa cambia?

  • 0
I tried to tell her about Marx and Engels
God and Angels, I don't really know what for
But she looked good in ribbons

#35 good vibrations

good vibrations

    Il primo disco del White Album è davvero un disc one

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7881 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 23 febbraio 2021 - 12:29

Ma insomma, ti piace o no?

Quello a nome Nervous Conditions lo sto ascoltando proprio in questi giorni.
  • 0
Immagine inserita

#36 AlfredinoDalFondoDelPozzo

AlfredinoDalFondoDelPozzo

    burzumaniaco

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 84752 Messaggi:

Inviato 23 febbraio 2021 - 12:30

prima di essere insultato/menato da una parte o dall'altra, voglio essere sicuro

 

avevo sentito i singoli ma senza approfondire


  • 0
I tried to tell her about Marx and Engels
God and Angels, I don't really know what for
But she looked good in ribbons

#37 جوسر

جوسر

    Grande eletto non anglofonista Kadosch

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 23187 Messaggi:

Inviato 23 febbraio 2021 - 13:04

Nel frattempo, la scorsa settimana l'album esordisce al numero 5 delle classifiche britanniche.

E questa settimana finisce già fuori dai 100.

Un film già visto e rivisto.

 

Veramente io non credo di averlo mai visto, potrebbe essere la prima volta nella storia della classifica britannica che al numero 4 non si mantiene la top 100 la settimana dopo. Mi avevano già stupito gli Horrors con l'ultimo album, che non avevano mantenuto la top 100 partendo dal numero 8.


  • 0
RYM ___ i contenuti

"SOVIET SAM" un blog billizzimo

#38 good vibrations

good vibrations

    Il primo disco del White Album è davvero un disc one

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7881 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 23 febbraio 2021 - 13:07

Può centrare il fatto che abbiano stanpato pochissime copie?

La prima stampa è andata sold out ovunque, tanto che lo stanno ristampando di corsa (almeno il vinile)
  • 0
Immagine inserita

#39 cool as kim deal

cool as kim deal

    Utente contro le bonus track

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 13251 Messaggi:
  • LocationLooking Corsica, Feeling Corsico

Inviato 23 febbraio 2021 - 13:19

Ascoltato Sunglasses, comprato disco.
  • 2
Adescatore equino dal 2005

#40 Ɲ●†

Ɲ●†

    Haunted

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12085 Messaggi:

Inviato 23 febbraio 2021 - 13:28

Non ce l'ho in heavy rotation ma mi è piaciuto abbastanza. Mi sembra anche di facile ascolto (relativamente eh), dalle descrizioni mi aspettavo una cosa più cervellotico-torturata. Direi che l'ingrediente klezmer e le ritmiche ben marcate, per quanto peculiari, aiutino. Anche il parlato ha una sua personalità (laddove il rischio in questi casi è la piattezza). Sui riferimenti fatti io direi più June of 44 che Slint, jazz mi pare proprio poco (sì, qualche passaggio, ma non a livello di struttura o mancanza della stessa); i This Heat non li tirerei in ballo, mi pare proprio un altro suono e un'altra attitudine.
Insomma per ora saremmo sul 7.
  • 0
A chemistry of commotion and style




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq