Vai al contenuto


* * * * - 4 Voti

La Saga Di Star Wars


  • Please log in to reply
405 replies to this topic

#41 Fabbrius

Fabbrius

    aspirante indie

  • Members
  • StellettaStelletta
  • 52 Messaggi:

Inviato 08 gennaio 2014 - 15:38

Si il 1980 è una data paradigmatica che con i Cancelli del cielo e Apocalypse now, vede chiuso al suo apice la centralità dell'autore può contare sull'appoggio quasi illimitato di risorse degli studios.

comunque è il solito discorso. come consideriamo il cinema? uno spettacolo popolare di evasione/riflessione, una opera d'arte elitaria per un pubblico colto, tutte e due le cose... ecc

penso che non ci si metterrà mai d'accordo. intanto il mondo va avanti e pure il cinema


Secondo me è qui il punto:la grande produzione hollywoodiana di oggi, il proliferare del blockbuster dove le maggiori spese sono per il marketing e non per la (post)produzione, il nuovo filone dei franchise , come tu hai evidenziato giustamente in un altro topic, che sembra essere l'unico tipo di investimento sostanzioso da parte degli studios, insomma questo tipo di cinema è un successo di pubblico, ma a livello di ambizioni artistiche, di coraggio, di innovazione del linguaggio, di formulazione di nuove idde e concetti di narrazione (a parte alcuni casi isolati, fra i quali io, personalmente, considero la trilogia di Jackson) c'è ben poco.
Mentre nella Nuovelle vague o nella New hollywood, per fare due esempi, il successo di pubblico, era felicemente accompagnato da un rinnovamento del linguaggio e dei metodi di rappresentazione, grazie ad autori che tentavano di portare avanti anche un idea di cinema come strumento di conoscenza e di pensiero oltre che di divertimento ed evasione.
Insomma la concezione di cinema come dualismo incociliabile è fuorviante e troppo semplificata.
  • 0

#42 Tom

Tom

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12697 Messaggi:

Inviato 08 gennaio 2014 - 15:43

Tutto molto bello e condivisibile, però,c'è anche chi considera Lucas, insieme a Spielberg, il massimo traditore della New Hollywood, principale responsabile di un completo asservimento dell'autore al potere commerciale.


Ma indiscutibilmente.
E oltre a Spielberg e Lucas posso tranquillamente imputare la stessa "colpa" ai da me ancora più adorati Carpenter, Landis, Dante. Anche loro responsabili di aver imposto il vecchio cinema di serie B come modello principale di gran parte della cinematografia americana degli ultimi trent'anni.
"Colpa" tra virgolette perché loro hanno fatto quello che sapevano e volevano fare, facendo spesso grandissimo cinema. Non avevano il dovere di educare il pubblico, che se si è infantilizzato e impigrito lo ha fatto perché è quel che voleva, e non sono responsabili se gli epigoni del loro cinema sono riusciti a vedere solo il dito e quasi mai la luna.
  • 0

#43 Guest_cinemaniaco_*

Guest_cinemaniaco_*
  • Guests

Inviato 08 gennaio 2014 - 16:34

questo tipo di cinema è un successo di pubblico, ma a livello di ambizioni artistiche, di coraggio, di innovazione del linguaggio, di formulazione di nuove idde e concetti di narrazione (a parte alcuni casi isolati, fra i quali io, personalmente, considero la trilogia di Jackson) c'è ben poco.


al di là del fatto che non penso che il dualismo che ho proposto sia troppo semplificante, tuttavia io generalmente preferisco parlare di "cinema tecnologico" con cui indico quel tipo di film di spettacolo di produzione americana nato appunto con guerre stellari (ma è più che altro un simbolo, è totalmente arbitrario il punto di origine)

io sono interessato al fenomeno e non lo vedo come un "male" per il cinema, è soltanto una emanazione del cinema, un suo fenomeno appunto. se comunque parliamo di innovazione del linguaggio cinematografico, io penso che il cinema cosiddetto "d'autore" o comunque non industriale, il più ormai l'abbia dato nel secolo scorso su quel versante. penso che sia molto più in crisi il cinema d'autore e il cinema d'arte di quello industriale

penso inoltre che il cinema tecnologico sia stato l'ultima forma di cinema che abbia saputo innovare il linguaggio del cinema, ed è una cosa che continua a farlo. lo fa in maniera indiretta, perché di certo non è l'obiettivo principale della produzione. però lo fa. è indubbio. e il cinema d'autore ne rimastica spesso stile e tecnica (l'esempio più recente: tree of life, con tutta la parte sulla creazione del mondo. film sempre d'autore però con ambizioni più popolari, pensate a gravity)

al di fuori dei generi (quasi tutti morti), il cinema tecnologico è l'unico fenomeno che attualmente mi interessa. certa roba mi piace proprio: ad esempio, attualmente considero zack snyder uno che è avanti mille anni in questo ramo, mi piace la sua estetica, l'esasperazione per il fotorealismo degli effetti speciali (secondo me la vera sfida per il cinema tecnologico dei prossimi anni)

#44 Fabbrius

Fabbrius

    aspirante indie

  • Members
  • StellettaStelletta
  • 52 Messaggi:

Inviato 08 gennaio 2014 - 19:05

Attenzione, io non sono un reazionario tecnofobo che accusa il progresso tecnologico di essere il male del cinema.
Però vorrei che le innoavazioni fossero sfruttate sapientemente.
Tu mi citi Gravity, esatto, perfetto esempio di film che sfrutta le conquiste tecnologiche, le attrazioni, per mettere in scena la poetica e lo stile dell'autore.
Quando c'è qualcuno che sa cosa sta facendo dietro la macchina da presa e non ha paura di guardare in avanti, nascono opere come questa, perfetto connubio di cinema di spettacolo e d'autore, pianosequenza alla Antonioni ed effetti speciali che farebbero impallidire Peter Jackson.
Il film comunque riesce a creare una sua propria estetica, se si guarda il lavoro fatto sul sonoro quasi sinestetico, sull'atto del guardare, con nuerose soggettive dentro al casco degl astronauti,la gestione della tensione e dell'aspettativa spettatoriale.
Tralasciando il fatto che io considero Gravity molto di più, ma andremmo off topic, quanti film del cinema tecnologico ci sono, che siano al livello di Gravity?
senza, parlare di autori, poetiche o tematiche, facciamo un discorso viscerale, di emozioni, quanti altri film hanno fatto porvare l'ebbrezza del cinema, il potere soverchiante dell'immagine?
mi rendo conto che tutto ciò è molto soggettivo, ma sono curioso...
  • -1

#45 Max Stirner

Max Stirner

    Scaruffiano

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 13659 Messaggi:
  • LocationAci Trezza(CT)

Inviato 08 gennaio 2014 - 20:34

non ho mai visto star wars(sarebbe da coming out in effetti)
  • 0
"Ho abituato i miei occhi al sangue." Georg Büchner


"Caedite eos! Novit enim Dominus qui sunt eius"

#46 Guest_cinemaniaco_*

Guest_cinemaniaco_*
  • Guests

Inviato 08 gennaio 2014 - 20:38

senza, parlare di autori, poetiche o tematiche, facciamo un discorso viscerale, di emozioni, quanti altri film hanno fatto porvare l'ebbrezza del cinema, il potere soverchiante dell'immagine?
mi rendo conto che tutto ciò è molto soggettivo, ma sono curioso...


ti devo premettere però che io gravity non l'ho visto asd

non stavo infatti dando dei giudizi di valore - come fai tu - semplicemente l'ho portato come esempio in via teorica. non serve infatti guardarlo per sapere che fa sfoggio di effetti speciali

quindi non saprei proprio rispondere alla tua domanda. non so se la visione di gravity mi darà quelle emozioni che descrivi. poi non penso neanche che si possa giudicare un film solo sulla scala dell'emozione

penso proprio che siamo su due livelli di interpretazione diversa. insomma tu cerchi antonioni in un film tecnologico, in un film spettacolare? boh mi sa che sei un po' fuori strada ashd

#47 Fabbrius

Fabbrius

    aspirante indie

  • Members
  • StellettaStelletta
  • 52 Messaggi:

Inviato 08 gennaio 2014 - 20:52


senza, parlare di autori, poetiche o tematiche, facciamo un discorso viscerale, di emozioni, quanti altri film hanno fatto porvare l'ebbrezza del cinema, il potere soverchiante dell'immagine?
mi rendo conto che tutto ciò è molto soggettivo, ma sono curioso...


ti devo premettere però che io gravity non l'ho visto asd

non stavo infatti dando dei giudizi di valore - come fai tu - semplicemente l'ho portato come esempio in via teorica. non serve infatti guardarlo per sapere che fa sfoggio di effetti speciali

quindi non saprei proprio rispondere alla tua domanda. non so se la visione di gravity mi darà quelle emozioni che descrivi. poi non penso neanche che si possa giudicare un film solo sulla scala dell'emozione

penso proprio che siamo su due livelli di interpretazione diversa. insomma tu cerchi antonioni in un film tecnologico, in un film spettacolare? boh mi sa che sei un po' fuori strada ashd

Si vede che non hai visto il film... asd :P
Se ci riesci recuperalo perchè ne vale la pena, anche se secondo me è uno di quei fil che, veramente andrebbero visti al cinema, ma adesso è un pò difficile, penso...
Il discorso dell'emozione, l'ho usato perchè mi sembra sia uno dei pochi validi in rapporto del "film spettacolare", anche se forse più che emozione sarebbe meglio chiamarlo gioco, l'esaltazione della parte più infantile dello spettatore, è chiaro che non si può giudiacre un film solo sotto l'aspetto delle emozioni.
Poi ognuno è libero di pensarla come vuole e di avere la propria concezione di cinema... :hands:
  • 0

#48 Noah

Noah

    pivello

  • Members
  • Stelletta
  • 32 Messaggi:

Inviato 09 gennaio 2014 - 17:24

Che il cinema d'autore americano sia finito nel 1980 con 'I cancelli del cielo' secondo me non è affatto vero, di certo cambiamenti importanti ci furono, ma (quasi tutti) i più grandi registi del decennio precedente in piena epoca reagan-iana realizzarono alcuni dei loro film più belli, ('Fuori orario', 'Omicidio a luci rosse', 'Vivere e morire a Los Angeles', 'L'anno del dragone', 'Rusty il selvaggio', 'L'ultima tentazione di Cristo', 'Il signore del male', 'Velluto blu'), solo poterono farlo con budget e mezzi spesso ridotti. E' un discorso valido invece per i loro film più costosi, quasi sempre girati su commissione, nel tentativo di recuperare (o conquistare) la fiducia delle majors.

Secondo me Carpenter vale più di Spielberg e (soprattutto) Lucas, i tre hanno in comune la passione per certo cinema di 'serie b' vero, ma Carpenter ha accettato di girare film più leggeri frivoli solo dopo il flop de "La cosa" nel tentativo di restare nel giro delle majors e nella speranza di poter realizzare nel tempo film personali per un grande pubblico, il sogno dei registi studenti di cinema esordienti negli '70; dopo "Christine", "Starman" e "Grosso guaio a Chinatown" - i primi due li ricordo piuttosto minori, il terzo un sacco bello e divertente - è sempre tornato a produzioni indipendenti e meno costose per poter filmare le sue sceneggiature.

P.S.
Devo ammettere però che da tempo non (ri)vedo lo Spielberg versione 'impegnata' (da notte degli oscar?), e che gli ultimi due mi mancano. Di questi: 'Il colore viola', 'Amistad' e 'Munich', però non ho un buonissimo ricordo, e la chiusura di 'Schindler's List' mi è sempre parsa deboluccia, ma ripeto non lo ripesco da anni, lo stesso vale per 'L'impero del Sole'.
  • 0

#49 Limenitis

Limenitis

    sputasentenze

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 25804 Messaggi:
  • LocationArcore (ex URSS)

Inviato 10 gennaio 2014 - 13:01

Devo ammettere però che da tempo non (ri)vedo lo Spielberg versione 'impegnata' (da notte degli oscar?)



Insopportabile. Spielberg è Lo Squalo (ma che film strepitoso è? Rivisto qualche giorno fa <3), Duel e Indiana Jones, persino Jurassic Park è meglio dei suoi pallosissimi film "impegnati".
  • 2

Stefano

 

 

Sono stato ad un loro concerto in prima fila, impiedi. Ubriaco fracico ed erano convinte fossi un fan sfegatato, mi dedicavano le canzoni mentre io per quasi due ore urlavo: troieee!

 


#50 Guest_cinemaniaco_*

Guest_cinemaniaco_*
  • Guests

Inviato 10 gennaio 2014 - 14:19

persino Jurassic Park è meglio dei suoi pallosissimi film "impegnati".


jurassic park per me è proprio un capolavoro. forse ne avevo già parlato proprio nel topic di spielberg. è una macchina spettacolare perfetta ed è forse il film più "cattivo" di Spielberg che si è sicuramente divertito a terrorizzare il suo pubblico di riferimento, i bambini. pensateci bene: è sempre stato percepito e presentato come un film fantastico d'avventura tendenzialmente indirizzato ai più piccoli, ma guardatelo bene, in realtà è un terrificante e violento thriller al cardiopalma. se si esclude la breve parentesi con gli erbivori, i dinosauri sono rappresentati come dei serial-killer: inseguono, intrappolano ed uccidono senza pietà.

decisamente più fiacco il seguito (anche se più spettacolare, più grosso, più tutto, e comunque con la sequenza azzeccata del t-rex a san diego)

lo spielberg cosiddetto "impegnato" o anche "adulto", secondo me ha regalato meno perle dello spielberg sognatore e visionario. grande film schindlerl's list, uno dei suoi capolavori. ottimo anche il soldato ryan e l'impero del sole. invece il colore viola, amistad, pure munich e lincoln (che ho visto di recente, anche se non tutto, un po' a pezzi, scusa steven), non sono nelle mie corde anche se la critica di solito li apprezza

#51 Limenitis

Limenitis

    sputasentenze

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 25804 Messaggi:
  • LocationArcore (ex URSS)

Inviato 11 gennaio 2014 - 17:56


persino Jurassic Park è meglio dei suoi pallosissimi film "impegnati".


jurassic park per me è proprio un capolavoro. forse ne avevo già parlato proprio nel topic di spielberg. è una macchina spettacolare perfetta ed è forse il film più "cattivo" di Spielberg che si è sicuramente divertito a terrorizzare il suo pubblico di riferimento, i bambini. pensateci bene: è sempre stato percepito e presentato come un film fantastico d'avventura tendenzialmente indirizzato ai più piccoli, ma guardatelo bene, in realtà è un terrificante e violento thriller al cardiopalma. se si esclude la breve parentesi con gli erbivori, i dinosauri sono rappresentati come dei serial-killer: inseguono, intrappolano ed uccidono senza pietà.



Si piace anche a me ma col tempo cala un po'. Ma Lo Squalo col doppiaggio originale rischio di trovarlo in videoteca?
  • 0

Stefano

 

 

Sono stato ad un loro concerto in prima fila, impiedi. Ubriaco fracico ed erano convinte fossi un fan sfegatato, mi dedicavano le canzoni mentre io per quasi due ore urlavo: troieee!

 


#52 oblomov

oblomov

    Mommy? Can I go out and kill tonight?

  • Moderators
  • 17850 Messaggi:

Inviato 11 gennaio 2014 - 18:39

http://www.repubblic.../?ref=HRERO-1#1
  • 0
Soltanto chi non ha approfondito nulla può avere delle convinzioni.

#53 cinemaniaco

cinemaniaco

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3451 Messaggi:

Inviato 31 agosto 2014 - 12:08

faccio un crossover tra topic, una di quelle nerdate che so piacciono tanto a tom ashd magari ne approfittiamo per parlare un po' del nuovo film


il prossimo anno vedrà il ritorno di un peso massimo dei franchise hollywoodiani: star wars. sarà un interessante test ma stento a credere che possa rivelarsi un fallimento


Dalle indiscrezioni finora uscite sembra che si preparino a fare un gigantesco pompino ai milioni di fan della serie e al nerdume vario, quindi difficilmente fallirà il compito di incassare.
Epperò Abrams dovrà giocarsela bene, perché 15 anni fa Lucas aveva come base di ri-partenza un mito semi-inattaccabile, mentre oggi Gigietto deve ripartire da una serie mezza spernacchiata, parecchio de-mitizzata e ormai comunque invecchiata... per dire, i miei nipoti adolescenti non sanno un cazzo di Jedi e spade laser.
Secondo me incasseranno bene, ma niente di epocale.


ecco pensa che io pur essendo un amante della saga (non un fan maniaco-maniacale, però), verso questa nuova trilogia ho proprio l'hype a zero tanto che neppure mi informo con trepidanza su cosa ci aspetterà dal 2015 in poi (a parte harrison ford che se va avanti così non riuscirà a vedere il terzo film asd)

il punto è che la scelta di abrams mi ha spento ogni eccitazione, e più passa il tempo e più mi cala. quando penso a lui mi viene da fare un parallelo con joss whedon, e non solo perché entrambi sono stati due figure della tv americana recente che hanno sicuramente lasciato il segno, e solo in seguito sono passati al cinema con risultati decisamente discutibili. ma anche perché sicuramente abrams manderà in brodo di giuggiole i fan di star wars e i critici da youtube, anche proprio a priori in virtù della fama che ha ormai acquisito - come whedon - di regista di "blockbuster (finto)d'autore" che si contrappongono alla pornografia degli effetti speciali di gente come bay e snyder. in realtà per me abrams ha fatto i film di spettacolo più bolsi e noiosi degli ultimi anni (i due star trek), e quello che temo è che alla saga di star wars tocchi un trattamento simile. ovviamente non sto dicendo che abrams è un cialtrone, per carità: è un cinefilo, cura con dovizia ogni aspetto della messinscena, ha persino deciso di girare il film di star wars in 35 mm invece che in digitale (questa scelta si che manderà in brodo di giuggiole cinefili e critici). ma senza ombra di dubbio era più bravo a fare la televisione

naturalmente spero di ricredermi con questo episodio VII. anche se per ora, a parte il fatto che sarà ambientato 30 anni dopo il ritorno dello jedi, non si sa granché, nonostante la rete pulluli di leak e spoiler (quanto veri non si sa): http://badassdigest....tails-revealed/
  • 0

#54 Tom

Tom

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12697 Messaggi:

Inviato 31 agosto 2014 - 12:28

D'accordissimo con te.
Incrociando anche i flussi extra-forumisti, ecco i miei commenti su I 400 calci all'annuncio che nel cast, oltre a mummione Ford, ci saranno anche i cadaveri in putrefazione di Carrie Fisher e Mark Hammill...

"Ecco la mia reazione pacata e ponderata: vaffanculo.
Detto che dopo quel frigidume in pellicola dei prequel di altri film di Guerre Stellari non ne sentivo il bisogno, potevo anche avere un vago interesse per l’operazione avessero deciso di ripartire da zero, con nuovi personaggi, nuove storie, nuovi scenari.
E invece no. Aderendo in pieno allo spirito necrofilo e gerentofilo della nostra epoca, non solo avremo sempre i soliti personaggi, ma gli stessi attori di quarant’anni fa, in barba a ogni senso del ridicolo e all’imane tristezza della cosa.
Quel poco di fiducia che avevo verso Gìgì (autore non imprescindibile, ma almeno sempre guardabile) sfuma davanti a questa calata di braghe verso il più stronzo e inutile dei fan service.
Ma c’è davvero qualcuno tanto stronzo-nerd da voler vedere la principessa Leila invecchiata e Han Solo che scappa dall’ospizio?"

"Che poi io sono abbastanza convinto che i “riesumati” faranno giusto da contorno, forse la loro presenza si limiterà a dei cameo o al massimo a una presenza secondaria stile Leonard Nimoy nel primo Star Trek di JJ. Prima di tutto per una questione meramente fisica e poi perché non credo proprio vogliano incentrare una nuova trilogia su dei vecchi babbioni.
Però lo stesso che tristezza, che merda, che roba inutile. Guerre stellari era in fondo una favola e come in tutte le favole del dopo “e vissero felici e contenti” non si dovrebbe raccontare e mostrare più nulla.
Oh, poi magari JJ ci frega tutti e da Leila con il doppio mento e Han Solo con la sciatica ci tira fuori la poesia di un “Robin e Marian”… certo, come no."

"Utilizzare ancora quell’universo mi sembra persino naturale e che Lucas e Disney vogliano sfruttare il franchising mi sembra ovvio.
(Anzi dirò di più: mi è sempre sembrato strano e in qualche modo uno spreco, che in questi quarant’anni in fondo ce ne siano state pochissime di vere imitazioni di Guerre Stellari, se non quasi nessuna. Magari sarà perché quella merdaccia di Lucas era pronto con il suo esercito di avvocati a impallinare chiunque provasse a tirar fuori una spada laser in un film non suo…)
Quello che mi ha frantumato le balle è questo attaccamento senza palle sempre agli stessi personaggi, situazioni e tematiche, che sconfina nel feticismo necrofilo quando vuoi riproporre gli stessi attori-feticcio, quando questi in tutta evidenza non sono e non possono incarnare più quei personaggi. Per me neanche Ford, il comunque relativamente meglio invecchiato della cumpa."
  • 3

#55 gigiriva

gigiriva

    ï͂͑̉͆ͧͮͩ̓ͧ̒͒̉̎̂̊͆͑͐̊̓̊̅ͭ͗̐̄̏̾̄͊

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 17555 Messaggi:

Inviato 31 agosto 2014 - 12:32

ci saranno anche i cadaveri in putrefazione di Carrie Fisher e


non è detto che faccia Leila, magari fa Jabba asd
Immagine inserita
  • 7

rym |


#56 cinemaniaco

cinemaniaco

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3451 Messaggi:

Inviato 31 agosto 2014 - 12:41

...


post fantastico. sono morto dal ridere, anche perché continuavo a pensare al povero harrison ford che si è pure fratturato una gamba e hanno dovuto interrompere le riprese per due mesi (a proposito di gerontofilia e necrofilia cinematografica asd)

comunque all'orgine di tutto il danno maggiore lo ha fatto la ridicola rinumerazione della saga con il film del 1977 spacciato per il 6° episodio, e quindi tutto ciò ha posto le premesse per fare anche un 7° episodio, e dunque riattaccarsi dopo quasi 40 anni ad un immaginario decisamente spolpato ed invecchiato che è in realtà soltanto puro fan-service perché appunto il pubblico giovane che ne sa della principessa leila?


ci saranno anche i cadaveri in putrefazione di Carrie Fisher e


non è detto che faccia Leila, magari fa Jabba asd
Immagine inserita


ahahahahah gesù
  • 0

#57 Reynard

Reynard

    poligraf poligrafovic pallinov

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 9559 Messaggi:
  • LocationComo

Inviato 31 agosto 2014 - 13:16

D'accordissimo con te.
Incrociando anche i flussi extra-forumisti, ecco i miei commenti su I 400 calci all'annuncio che nel cast, oltre a mummione Ford, ci saranno anche i cadaveri in putrefazione di Carrie Fisher e Mark Hammill...

"Ecco la mia reazione pacata e ponderata: vaffanculo.
Detto che dopo quel frigidume in pellicola dei prequel di altri film di Guerre Stellari non ne sentivo il bisogno, potevo anche avere un vago interesse per l’operazione avessero deciso di ripartire da zero, con nuovi personaggi, nuove storie, nuovi scenari.
E invece no. Aderendo in pieno allo spirito necrofilo e gerentofilo della nostra epoca, non solo avremo sempre i soliti personaggi, ma gli stessi attori di quarant’anni fa, in barba a ogni senso del ridicolo e all’imane tristezza della cosa.
Quel poco di fiducia che avevo verso Gìgì (autore non imprescindibile, ma almeno sempre guardabile) sfuma davanti a questa calata di braghe verso il più stronzo e inutile dei fan service.
Ma c’è davvero qualcuno tanto stronzo-nerd da voler vedere la principessa Leila invecchiata e Han Solo che scappa dall’ospizio?"

"Che poi io sono abbastanza convinto che i “riesumati” faranno giusto da contorno, forse la loro presenza si limiterà a dei cameo o al massimo a una presenza secondaria stile Leonard Nimoy nel primo Star Trek di JJ. Prima di tutto per una questione meramente fisica e poi perché non credo proprio vogliano incentrare una nuova trilogia su dei vecchi babbioni.
Però lo stesso che tristezza, che merda, che roba inutile. Guerre stellari era in fondo una favola e come in tutte le favole del dopo “e vissero felici e contenti” non si dovrebbe raccontare e mostrare più nulla.
Oh, poi magari JJ ci frega tutti e da Leila con il doppio mento e Han Solo con la sciatica ci tira fuori la poesia di un “Robin e Marian”… certo, come no."

"Utilizzare ancora quell’universo mi sembra persino naturale e che Lucas e Disney vogliano sfruttare il franchising mi sembra ovvio.
(Anzi dirò di più: mi è sempre sembrato strano e in qualche modo uno spreco, che in questi quarant’anni in fondo ce ne siano state pochissime di vere imitazioni di Guerre Stellari, se non quasi nessuna. Magari sarà perché quella merdaccia di Lucas era pronto con il suo esercito di avvocati a impallinare chiunque provasse a tirar fuori una spada laser in un film non suo…)
Quello che mi ha frantumato le balle è questo attaccamento senza palle sempre agli stessi personaggi, situazioni e tematiche, che sconfina nel feticismo necrofilo quando vuoi riproporre gli stessi attori-feticcio, quando questi in tutta evidenza non sono e non possono incarnare più quei personaggi. Per me neanche Ford, il comunque relativamente meglio invecchiato della cumpa."


Stessi miei timori.

Ma direi di più: tale fanservice ammorbava anche i prequel di dieci anni fa. Ed è stato il massimo errore di Lucas: il voler riproporre un parallelo e/o una anticipazione di ogni singolo elemento della vecchia trilogia ha trasformato una galassia amplissima, sterminata, pregna di possibili storie a far da sfondo a quella raccontata, in un circolino vip in cui si incontrano sempre gli stessi quattro stronzi.
  • 3
La firma perfetta dev'essere interessante, divertente, caustica, profonda, personale, di un personaggio famoso, di un personaggio che significa qualcosa per noi, riconoscibile, non scontata, condivisibile, politicamente corretta, controcorrente, ironica, mostrare fragilità, mostrare durezza, di Woody Allen, di chiunque tranne Woody Allen, corposa, agile, ambiziosa, esperienzata, fluente in inglese tedesco e spagnolo, dotata di attitudini imprenditoriali, orientata alla crescita professionale, militassolta, automunita, astenersi perditempo.

#58 vegeta851

vegeta851

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 8571 Messaggi:
  • LocationFerrara

Inviato 31 agosto 2014 - 13:50

un minimo di fiducia gliela do. in fondo come registi han scelto JJ Abrams, Rian Johnson e Gareth Edwards di certo non i primi tre coglioni a caso.
  • 0

#59 M83

M83

    we own the sky

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6883 Messaggi:
  • LocationOn a White Lake, Near a Green Mountain

Inviato 31 agosto 2014 - 15:25

la trilogia originale la riguardo volentieri , la successiva mi fa vomitare , e ho la sensazione che anche la nuova sarà una grande puttanata.
  • 1

*lastfm*

 

 Hi-Fi System

 

- Pioneer Sa-510

- Sony PS-212

- Kenwood  KX-3080

- Akai CS-M02

- Pioneer CT 737 Mark II

- Technics  Sl-Pj28A

 


#60 ---

---

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4815 Messaggi:

Inviato 31 agosto 2014 - 16:09

dunque riattaccarsi dopo quasi 40 anni ad un immaginario decisamente spolpato ed invecchiato che è in realtà soltanto puro fan-service perché appunto il pubblico giovane che ne sa della principessa leila?


che sia purissimo fanservice non si discute, ma credo proprio che chiunque abbia intenzione di vedere i prossimi lungometraggi sappia benissimo chi è la principessa Leila, che abbia 15, 25 o 45 anni
  • 0




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq