Vai al contenuto


Foto
* * * * - 4 Voti

Scenari di Default per i conti italiani


  • Please log in to reply
899 replies to this topic

#61 William Blake

William Blake

    Titolista ufficiale

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 16253 Messaggi:

Inviato 04 agosto 2011 - 17:10

martedì il mio referente bancario mi vuole fare tutto un disocrso su possibili investimenti (solo il pensiero mi fa sbadigliare), domani compro il sole 24 ore con il bel -5% in prima pagina, glielo mostro e vediamo fino a che punto riesce ad essere fantasioso :cool:


il signor B. oggi ha detto che se avesse dei soldi messi da parte li investirebbe -guardacaso!- nelle sue aziende, che sono solidissime. pensaci asd
  • 0
Ho un aspetto tremendo, e non bado a vestirmi bene o a essere attraente, perché non voglio che mi capiti di piacere a qualcuno. Minimizzo le mie qualità e metto in risalto i miei difetti. Eppure c'è lo stesso qualcuno a cui interesso: ne faccio tesoro e mi chiedo: "Che cosa avrò sbagliato?"

#62 tiresia

tiresia

    Sue Ellen

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4254 Messaggi:

Inviato 04 agosto 2011 - 17:17


martedì il mio referente bancario mi vuole fare tutto un disocrso su possibili investimenti (solo il pensiero mi fa sbadigliare), domani compro il sole 24 ore con il bel -5% in prima pagina, glielo mostro e vediamo fino a che punto riesce ad essere fantasioso :cool:


il signor B. oggi ha detto che se avesse dei soldi messi da parte li investirebbe -guardacaso!- nelle sue aziende, che sono solidissime. pensaci asd



ihih, tanto lo vedo martedì, adesso mi faccio una lista asd
  • 0

#63 Ortodosso

Ortodosso

    baby even the losers

  • Administrators
  • 9337 Messaggi:
  • LocationPortola Valley, CA

Inviato 04 agosto 2011 - 17:19

Ma perché non leggi mai i post degli altri che quoti? L' "attuale" signiifica l'"attuale", quindi
1. Lagarde
3. Ribadisco, l'Australia
Se vuoi i link domani te li cerco, ma si dovrebbero trovare facilmente. Oggi però non ho tempo.

Per il 2 non trovo più un articolo che sipegava bene il dibattito al Congresso; in alternativa c'è questo che ricostruisce la discussione in Usa e in Europa.

Ma il senso generale è che non si tratta di 'sparate', bensì di proposte formulate migliaia di volte da operatori, giornalisti finanziari (come lui) e alte cariche istituzionali.


1. No è che avendo parlato con e sentito parlare Lagarde non più tardi di quattro mesi fa, ed essendo lei una persona seria non mi pareva avesse intenzione di mettere alcuna agenzia di rating fuorilegge, anche perchè sarebbe questo a) un atto al di fuori della democrazia B) che non ha titolo (come nessuno) di fare, ti volevo lanciare un salvagente per uscirne quasi decentemente. A questo punto aspetto il link nel quale c'è scritto che Christine Lagarde vuole mettere le agenzie di rating fuorilegge, come vorresti fare tu.

2. Aspetto anche il link che dice che il Congresso vuole mettere fuorilegge i CDS o altri derivati. Il link postato è di un dibattito in cui a) si discute di B) regolamentare più strettamente i derivati. Spero non ti sfugga la differenza tra regolare più strettamente e mettere fuorilegge (se ti sfugge, vai a rivederti la definizione del verbo inglese to curb, nell'articolo che hai postato). Non c'è niente in quel link (e naturalmente in qualsiasi atto del Congresso) che voglia o possa mettere fuorilegge un derivato, che è un contratto tra due parti all'interno della legge, e pertanto garantito costituzionalmente in qualsiasi stato democratico.

3. Platinum AM (link) è solo il maggiore delle decine di hedge fund australiani oggi attivi, incorporati in Australia e operanti anche sul mercato australiano, che effettua short selling su base giornaliera (quando non al minuto o al secondo o alla frazione di secondo). Pare strano che non siano ancora arrivati i gendarmi ad arrestare Kerr Neilson, dato che secondo te opera al di fuori della legge australiana. Decine di migliaia di persone, e milioni nel mondo, fanno lo stesso. È anche questo un contratto stipulato da due parti nel rispetto della legge, mi pare arduo metterlo fuorilegge, e ancora più difficile trovare una ragione sensata per farlo.

Ma resto fiducioso in attesa dei link, o in alternativa dell'interruzione delle castronerie.

Per quanto riguarda l'argomentazione che se una proposta è formulata da un "giornalista finanziario" allora è automaticamente una non-cazzata, mi domando cosa siano le proposte non giornalistiche ma addirittura parlamentari quotidianamente formulate dai nostri e altrui parlamentari. "Cazzata o stronzata?"

http://www.youtube.com/watch?v=ZujplBA5Ri8
  • 0

Battibecco dovete domandare a Sarri, che è un razzista; e gli uomini come lui non possono stare nel mondo del calcio.


#64 ucca

ucca

    CRM

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 17392 Messaggi:
  • LocationRome

Inviato 04 agosto 2011 - 17:28

Io quello che non ho capito, è una cosa: Berlusconi fa un intervento a mercati chiusi, per evitare di influenzarli immagino.
Poi incontra le parti sociali oggi, e stabiliscono dei punti condivisi (che poi sono andato a leggere e il governo per dire
non prevede nessuna liberalizzazione, al solito), ma adesso tutti in vacanza per piu' di un mese. A me sembra allucinante
e mi aspetterei che l'opposizione fosse da oggi al 15 agosto tutti i giorni davanti montecitorio per riprendere i lavori.
  • 1

www.crm-music.com

 

Mettere su un gruppo anarcho wave a 40 anni.


#65 ArchieFisher

ArchieFisher

    pacato come il vecchio che ho in avatar da 50 anni

  • Moderators
  • 6642 Messaggi:

Inviato 04 agosto 2011 - 17:44

Dato che non posti quasi mai in votalatrippa, colgo l'occasione per farti un paio di domande, Ortodosso.

L'Italia rischia veramente di andare in default?
Secondo te, che misure dovrebbe adottare il governo per fronteggiare la crisi?
Cosa pensi delle misure che sono già state messe in atto?

Te lo chiedo da persona ignorantissima di economia.
  • 0
Life was never better than
in nineteen sixty-three

Ogni vita ha peso e dimenticanza calcolabili

"What kind of music do you usually have here?"
"Oh, we got both kinds. We got Country, and Western."

#66 gulliver

gulliver

    Classic Rocker

  • Banned
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5070 Messaggi:

Inviato 04 agosto 2011 - 17:50



"io sono in trincea con le mie tre aziende quotate in borsa"


Tra l'altro questa è l'implicita ammissione del conflitto di interessi di cui ormai non parla più manco Travaglio.


e oggi ha pure trovato il tempo di invitare a investire su merdaset

questo pure sul titanic pensa solo a salvarsi il culo, ma la cosa grottesca è che in terza classe tanti continueranno a seguirlo.
  • 0

#67 Ortodosso

Ortodosso

    baby even the losers

  • Administrators
  • 9337 Messaggi:
  • LocationPortola Valley, CA

Inviato 04 agosto 2011 - 18:11

Dato che non posti quasi mai in votalatrippa, colgo l'occasione per farti un paio di domande, Ortodosso.

L'Italia rischia veramente di andare in default?
Secondo te, che misure dovrebbe adottare il governo per fronteggiare la crisi?
Cosa pensi delle misure che sono già state messe in atto?

Te lo chiedo da persona ignorantissima di economia.



1. Nell'immediato no (paradossalmente l'asset dell'Italia è avere decine di milioni di persone pronte a prenderlo in culo senza fiatare), nel lungo periodo sicuramente.

2. Liberalizzare, semplificare e poi andare in giro con l'auto blindata per evitare di fare la fine di Falcone. Naturalmente non c'è pericolo che nulla di tutto ciò accada o che qualcuno di minimamente competente (tipo Draghi) vada al Governo o comunque ci riesca.

3. Ho smesso di leggere riguardo le misure effettivamente messe in atto dal governo, la ragione è la stessa per cui ho smesso di scrivere in vota la trippa: perdita di tempo e caduta di coglioni.
  • 4

Battibecco dovete domandare a Sarri, che è un razzista; e gli uomini come lui non possono stare nel mondo del calcio.


#68 *alessandro*

*alessandro*

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2541 Messaggi:
  • LocationRome

Inviato 04 agosto 2011 - 18:12

Dato che non posti quasi mai in votalatrippa, colgo l'occasione per farti un paio di domande, Ortodosso.

L'Italia rischia veramente di andare in default?
Secondo te, che misure dovrebbe adottare il governo per fronteggiare la crisi?
Cosa pensi delle misure che sono già state messe in atto?

Te lo chiedo da persona ignorantissima di economia.


Aggiungerei un quarto quesito. Gli Istituti di Credito Italiani più esposti, tipo Unicredit e Intesa, rischiano realisticamente di saltare?
  • 0
ex "victor"

#69 satyajit

satyajit

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6747 Messaggi:
  • LocationMilano

Inviato 04 agosto 2011 - 18:13


Ma resto fiducioso in attesa dei link


Eccoli.

Lagarde:
http://www.guardian....atings-agencies

Australia:
http://www.asic.gov....ed?openDocument

Sul Congresso USA non ho scritto che sia stato deciso ciò, ma che si dibatte da tempo.

Sui giornali finanziari, non sono certo il vangelo, ma al loro interno si dibatte presocché tutti i giorni su queste questioni, le stesse non saranno poi così fuori dal mondo.

Saluti.
  • 0

#70 Ortodosso

Ortodosso

    baby even the losers

  • Administrators
  • 9337 Messaggi:
  • LocationPortola Valley, CA

Inviato 04 agosto 2011 - 18:14

La risposta è la stessa del punto 1 sopra, non sussistendo differenza tangibile tra essi e il governo dell'Italia tutta.
  • 0

Battibecco dovete domandare a Sarri, che è un razzista; e gli uomini come lui non possono stare nel mondo del calcio.


#71 Ortodosso

Ortodosso

    baby even the losers

  • Administrators
  • 9337 Messaggi:
  • LocationPortola Valley, CA

Inviato 04 agosto 2011 - 18:25



Ma resto fiducioso in attesa dei link


Eccoli.

Lagarde:
http://www.guardian....atings-agencies

Australia:
http://www.asic.gov....ed?openDocument

Sul Congresso USA non ho scritto che sia stato deciso ciò, ma che si dibatte da tempo.

Sui giornali finanziari, non sono certo il vangelo, ma al loro interno si dibatte presocché tutti i giorni su queste questioni, le stesse non saranno poi così fuori dal mondo.

Saluti.



MI citi nei due link da te postati il passaggio dove si vogliono mettere le agenzie fuorilegge e la vendita allo scoperto fuorilegge, rispettivamente?

Perchè io leggo di misure (ovviamente mai attuate nè attuabili) mirate a "contenere il potere delle agenzie", che è uno zinzinello diverso dal metterle fuorilegge (A CHE TITOLO?), e di un ban delle vendite allo scoperto (ma solo quelle non hedgeate) attuato per giorni tre nel settembre 2008, ovvero quando il funzionamento stesso del mercato era in discussione La differenza è la stessa che passa tra razionare la benzina per tre giorni durante una crisi petrolifera nel 1975, e rendere la benzina fuorilegge.

Ma sicuramente non ho letto bene io. Sui derivati invece?

Do un amichevole suggerimento: ci vuole molto meno ad ammettere di aver detto una cazzata tre cazzate.
  • 0

Battibecco dovete domandare a Sarri, che è un razzista; e gli uomini come lui non possono stare nel mondo del calcio.


#72 Ortodosso

Ortodosso

    baby even the losers

  • Administrators
  • 9337 Messaggi:
  • LocationPortola Valley, CA

Inviato 04 agosto 2011 - 18:31

ma uscire dall'euro e dai diktat della bce proprio non viene considerata come opzione?
alfano sbraita in parlamento sulla sovranità dei governi eletti e sul primato della politica nei confronti della finanza (giustissimo eh ma è solo un discorso al quale non seguono i fatti), la lega ha fatto dell'antieuropeismo una bandiera fin dai primi tempi, però le misure che sta prendendo il governo sono solo chinare la testa.
e nel caso si decidesse di uscire dall'euro quali scenari verosimili si avrebbero nel breve, medio e lungo termine?


Un aumento a due se non tre cifre percentuali del prezzo dell'energia (leggi anche e soprattutto trasporti e benzina), per tacere degli altri beni importati, nel giro di pochi giorni se non ore. Questo per dire solo il primo degli effetti, la spirale argentina potrebbe poi essere alle porte.
  • 0

Battibecco dovete domandare a Sarri, che è un razzista; e gli uomini come lui non possono stare nel mondo del calcio.


#73 Ortodosso

Ortodosso

    baby even the losers

  • Administrators
  • 9337 Messaggi:
  • LocationPortola Valley, CA

Inviato 04 agosto 2011 - 18:39

Io posso pure capire la tua fascinazione per il concetto che sedendosi a parlare si possano risolvere le cose, la realtà è però che quando si tratta di dover ridurre il proprio tenore di vita la politica sta a zero. Qua siamo proprio a livelli molto, ma molto più elementari di ripristinare l'equità e la giustizia sociale, qua non ce n'è per pagare i beni essenziali. Non so se è chiaro, è come discutere dei turni di pulizia in casa quando il frigo è vuoto
  • 0

Battibecco dovete domandare a Sarri, che è un razzista; e gli uomini come lui non possono stare nel mondo del calcio.


#74 Twin アメ

Twin アメ

    pendolare pre post attilio lombardo

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 9575 Messaggi:
  • Location1991

Inviato 04 agosto 2011 - 18:45

un contratto stipulato da due parti nel rispetto della legge, mi pare arduo metterlo fuorilegge, e ancora più difficile trovare una ragione sensata per farlo.


E' chiaro, vedendo il tuo curriculum, che puoi permetterti di pisciare in testa a tutti, e mi sta bene.
Nessuno però, nonostante varie richieste, si è mai preso la briga di contestare con un minimo di dettaglio, anche solo un paio di punti di questo saggio.
http://www.paolobarn...nde_Crimine.pdf
  • 0

“Era un animale difficile da decifrare, il gigante di Makarska, con quella faccia da serial killer e i piedi in grado di inventare un calcio troppo tecnico per essere stato partorito da un corpo così arrogante." (Marco Gaetani  - UU)

 


#75 ucca

ucca

    CRM

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 17392 Messaggi:
  • LocationRome

Inviato 04 agosto 2011 - 18:59

Io posso pure capire la tua fascinazione per il concetto che sedendosi a parlare si possano risolvere le cose, la realtà è però che quando si tratta di dover ridurre il proprio tenore di vita la politica sta a zero. Qua siamo proprio a livelli molto, ma molto più elementari di ripristinare l'equità e la giustizia sociale, qua non ce n'è per pagare i beni essenziali. Non so se è chiaro, è come discutere dei turni di pulizia in casa quando il frigo è vuoto


in realtà il frigo non è vuoto perchè i diritti acquisti in Italia non si toccano. Quindi il benessere finto (cioè a debito) costruito dalle lungimiranti generazioni passate lo sta pagando la nostra di generazione, e ancor di piu' lo pagherà quella dopo. Le condizioni di lavoro e di vita (di conseguenza) vanno via via peggiorando, per chi decide di non andarsene. Leggevo ieri sul "ilfatto" che uno dei fattori "spia" che rivela come l'italia stia affondando è che i cervelli che se ne vanno vengono rimpiazzati da braccia che vengono per lavorare ai campi etc. Cioè esportiamo conoscenza (gratis) e importiamo bassa manovalanza piu' adatta alle nostre produzioni a basso valore aggiunto. Addirittura c'è chi, come Brunetta, vede con disprezzo chi dopo la laura non vuole andare a scaricare la frutta. Invece il segnale è quello di un paese che per larga parte non è minimemente interessato a farsi venire in mente soluzioni nuove.

piccolo esempio ma indicativo (credo) dove lavoro si è vinta una gara con una delle Aziende SPA pubbliche, e lo stato ha messo un termine di 14 giorni per presentare dei documenti a seguito dell'aggiudicazione: bene, l'impiegato allo sportello dell'Agenzia che doveva rilasciarli ci ha subito detto che il tempo per produrli (cioè premere "enter" credo) era di un mese lavorativo. Esiste una procedura d'urgenza? No. Avremmo dovuto, si è scoperto dopo, andare allo sportello fisicamente e presentare all'impiegato copia del bando di gara in cui c'era specificato che il termine era proprio perentorio (non per finta). In questo modo ci avrebbe messo tra le priorità. L'azienda appaltante ha deciso di fregarsene delle regole alla fine, perchè testuali parole "se seguissimo le leggi, dovremmo escludere voi e poi di fila tutti gli altri che hanno presentato l'offerta". Altra soluzione? Richiedere i documenti, pagandoli, senza sapere se hai vinto la gara. Molto intelligente come sistema.
  • 0

www.crm-music.com

 

Mettere su un gruppo anarcho wave a 40 anni.


#76 Sig

Sig

    Lo Zen e l'arte di tenere all'Inter

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStelletta
  • 428 Messaggi:
  • LocationMilano

Inviato 04 agosto 2011 - 21:17

*
POPOLARE


piccolo esempio ma indicativo (credo) dove lavoro si è vinta una gara con una delle Aziende SPA pubbliche, e lo stato ha messo un termine di 14 giorni per presentare dei documenti a seguito dell'aggiudicazione: bene, l'impiegato allo sportello dell'Agenzia che doveva rilasciarli ci ha subito detto che il tempo per produrli (cioè premere "enter" credo) era di un mese lavorativo. Esiste una procedura d'urgenza? No. Avremmo dovuto, si è scoperto dopo, andare allo sportello fisicamente e presentare all'impiegato copia del bando di gara in cui c'era specificato che il termine era proprio perentorio (non per finta). In questo modo ci avrebbe messo tra le priorità. L'azienda appaltante ha deciso di fregarsene delle regole alla fine, perchè testuali parole "se seguissimo le leggi, dovremmo escludere voi e poi di fila tutti gli altri che hanno presentato l'offerta". Altra soluzione? Richiedere i documenti, pagandoli, senza sapere se hai vinto la gara. Molto intelligente come sistema.


Mi concedo una divagazione sugli appalti a questo punto dal momento che per me è stato il territorio rivelatore dello stato penoso e antiquato del nostro paese.
Caratteristica tipica di una gara italiana è il fatto di essere un mostro dalle tante teste. Capitolato, disciplinare, bando, GUCE, lettera di invito. Quando ti ritrovi sulla scrivania una gara ( e non hai un ufficio gare interno, in pratica dei burocrati a tempo indeterminato stipendiati per lottare con altri burocrati) devi intanto pregare per sperare di capire che cosa vuole la stazione appaltante. Quello che dice il bando lo dice in parte anche il capitolato, ma con qualche virgola differente; la lettera di invito da parte sua riassume il disciplinare ma lascia intendere anche altro. Insomma si tengono aperti spiragli a cui la commissione giudicatrice può appellarsi per far fuori qualche candidato sgradito.
E ti volano un po’ di giorni preziosi per niente, solo per capire di cosa si parla, perché se ti va bene ti danno 3 o 4 settimane per consegnare il tutto (poi c’è il caso limite di poche settimane fa, che mi arriva un fax il venerdì pomeriggio e la consegna della gara è per le 12 del lunedì, ma vabbè tralasciamo e facciamo contento il burocrate che ha adempiuto al suo compito avvisando un numero congruo di candidati “per tempo”).
Poi si avvicina il giorno della consegna della documentazione (prima fase della gara, è come il biennio del liceo o analisi I, serve per fare un po’ di scrematura). A quel punto vai dall’AD e gli fai capire che c’è bisogno della mano di un esperto perché non se ne esce dall’empasse interpretativo di alcuni punti del bando. Allora ti manda dal consulente, uno studio legale nella city. Entri nello studio e ti allieti dell’accoglienza, caffè offerto sul vassoio d’argento, blocchi e penne a disposizione, ti viene voglia di chiedere dov’è il bagno per farti una doccia, sai com’è con questo caldo, e ramazzare qualche saponetta col logo dello studio legale, luxury hotel style (poi quando arriva la parcella son dolori e capisci tante cose…).
Dopo aver passato qualche ora con i portaborse, ecco il luminare affacciarsi nella stanza (è come Gasparov che gioca a scacchi con 20 persone diverse, sul lungo corridoio dello studio si affacciano varie salette, dove gli scagnozzi intrattengono i clienti, lui butta dentro la testa , fa la sua mossa e poi si dilegua). Giusto il tempo per buttare l’occhio sul bando di gara. Legge, si acciglia, intravede già motivi di ricorso (cioè lui spera che la gara non la vinci, anzi che ti sbattano fuori per qualche vizio di forma) tanto poi si ricorre, TAR, Consiglio di stato, ancora TAR… Infine scuote la testa e sentenzia: Il solito retaggio borbonico della burocrazia italiana. E lì capisci in che cazzi ti hanno cacciato. La musica, i concerti, il pallone, le tue passioni, tutto ti si gela, perché capisci che sei nella merda fino al collo, impastato nella burocrazia.
Ma intanto c’è da provarci, la scadenza della consegna delle buste è tra pochi giorni e devi raccogliere gli ex articolo 38 (non è una band…) del presidente che sta nella casa madre a 2000 km, dell’Ad , del direttore tecnico, dei procuratori, dei soggetti cessati, nel senso non buttati nel cesso, ma che hanno cessato le loro cariche nel triennio antecedente, e ‘sti cessati per lo più sono manager che se ne sono andati sbattendo la porta o defenestrati e tu sei lì a implorare le loro segretarie per strappare una firma. Così piano piano il plico prende forma tra copie fotostatiche delle carte di identità, dichiarazioni, DURC, CIG, fidejussioni provvisorie (con impegno a renderle definitive, ma cos’è hanno paura che lo stiamo facendo solo per gioco?) e amenità varie. L’ansia cresce ed è contagiosa. Ecco che il tuo corrispondente dalla casa madre fa la genialata. Ti manda due copie della documentazione, una con un corriere e l’altra per sicurezza te la porta lui, salta su un volo e arriva per assistere alla preparazione dei plichi.
E qui si entra nella fase topica. Primo: impossessarsi del tavolo più grande presente in azienda dove dispiegare la montagna di documenti. Due: corrompere una delle persone più sveglie per vegliare sulla procedura di confezione e darti conforto. Tre: andare nell’armadio cancelleria, recuperare e tenere in pugno una stecca di ceralacca Pelikan e girare con orgoglio per i corridoi dell’azienda come un tedoforo. Quattro: siglare TUTTO. La regola principe per una gara è siglare TUTTO e TIMBRARE. Ogni angolo ogni spazio libero va siglato e timbrato e ancora siglato, timbrato, senza ritegno. E sul profluvio di inchiostro, colate di ceralacca fino a bruciarsi le dita e far squillare l’allarme antincendio. E sulla ceralacca, nastro adesivo,rotoli di nastro adesivo, corde e ancora giù di timbri, sigle, ma proprio schifezze di sigle storpiando il nome del presidente che se la gode ai Caraibi, con rabbia, quasi spregio. Tiè bastardi della commissione giudicatrice, provate ad aprirlo questo cazzo di plico.
Busta B: offerta tecnica. Già perché la busta A: documentazione amministrativa di cui sopra , è solo una delle tre buste che vanno inserite nel Plico generale, il mostro dei mostri, il corrazzato, l’inespugnabile, quello che pianterai sulla scrivania del Provveditore, il burocrate della stazione appaltante che finalmente ti darà in mano la ricevuta di avvenuta consegna.
Qualche giorno per riprenderti, per goderti una vita normale, che arriva il momento della seduta pubblica dell’apertura della prima busta, quella amministrativa. Arrivi in queste belle sale e te la fai sotto pesantemente. Da una parte del tavolo (in genere sono tavoli di 10 metri) la commissione , dall’altra i soliti competitor, le solite facce. Poi c’è sempre quella fottuta azienda che si porta sempre a dietro gli avvocati come avvoltoi pronti a cogliere ogni maledetto vizio di forma. Il teatrino è sempre quello. Ma è a prova di bomba questo plico! Risatine, ma intanto sono sudori freddi. Poi arriva un plico enorme. Che cazzo è ? Cosa ci hanno messo dentro? E lì inizi a vederla grigia, inizia a pensare che quella maledetta azienda ha il colpo a sorpresa. Cosa possono averci messo dentro? Cosa si sono inventati? Ma non lo potrai mai sapere ( a meno che non chiederai di accedere agli atti a gara finita) perché in seduta pubblica aprono solo la documentazione amministrativa mentre il progetto tecnico (insomma il tema, la relazione e chissà quale altra diavoleria) se lo guardano privatamente.
Il presidente della commissione legge a voce alta i documenti che estrae dal plico A: dichiarazione generale e il segretario annota; ex art.38 …1,2,3,4,5,6,7,8 … ma quanti sono chiede il presidente. Eh, i cessati, dici tu alzando le spalle, come a giustificarti. E la trafila va avanti. Ad ogni incertezza del presidente senti un tonfo. Ma questa fidejussione non capisco, la cifra presunta … e davvero in quei momenti attingi ad energie sconosciute, dai giustificazioni da grande esperto, citi articoli del capitolato, del bando, li stordisci, li convinci, cacchio ci ho rimesso cinque chili per preparare questa gara (e intanto vedi con la coda dell’occhio che l’avvocato del competitor prende appunti, bastardo, ha capito che qualcosa non torna…).
Comunque per chiudere , scusate lo sfogo, qualche gara l’ho vinta. Ma non per merito, non scherzo, ma perché ho visto eliminare partecipanti per una fottuta copia fotostatica della carta di identità del legale rappresentante, che sta pure lì al tavolo ed è pure gnocca. Cristo, la vedi che è lei, cosa cazzo squalifichi una concorrente se manca la copia fotostatica, c’è l’originale in carne ed ossa!
Ma questa è la dura legge della “lex specialis” della gara. C’è sempre modo di ricorrere e gli avvocati già si leccano i baffi.
Ora il progetto tecnico, Busta B, è al vaglio della commissione. Arriverà prima o poi la convocazione per la seduta pubblica di apertura dell’offerta economica. Altro giro, altro tavolo, altri sudori. Poi finalmente l’aggiudicazione provvisoria. Già perché in tutto questo delirio l’unica certezza è che non ci sono certezze.
  • 13

#77 Ortodosso

Ortodosso

    baby even the losers

  • Administrators
  • 9337 Messaggi:
  • LocationPortola Valley, CA

Inviato 04 agosto 2011 - 22:32

proseguendo la tua metafora, purtroppo è proprio il governo con la sua manovretta a stabilire i turni di pulizia mentre il frigo è vuoto. vanno a pescare le briciole nelle tasche dei soliti e non intervengono in maniera strutturale.
mi rendo conto che un intervento strutturale andrebbe eseguito su scala globale (o quanto meno europea) e che gli stati messi meglio non hanno interesse a farlo, ma allora mi chiedo a cosa serva far parte di un sistema in cui ti pisciano addosso ogni giorno e tu bevi felice e contento.
mi pare di essersi infilati in un vicolo cieco il cui unico sbocco si è chiuso alle nostre spalle

ps e anche se ti cascano i coglioni, intervieni più spesso qua dentro, dai ;)


Ovvio che il governo ha interesse a sviare l'attenzione dalla vuotezza del frigo parlando di turni di pulizia. Sul fatto di essere in un vicolo cieco nel quale si pesca dalle tasche dei soliti sono d'accordo e ho agito di conseguenza. Non vedo però la responsabilità del sistema monetario europeo, che mi pare l'unica cosa che abbia funzionato del progetto Europa (io darei alle fiamme Bruxelles con tutti i burocrati dentro, per il resto), in particolare per noi perchè la salvata di culo avuta negli ultimi dieci anni vale molto di più di non avere una leva monetaria a disposizione adesso che servirebbe solo a rimandare, peggiorandoli, i casini a tra qualche anno. Lo dico, ripeto, partendo da una forte antipatia, anzi disgusto, per la UE.

Il punto è che non ce ne è. Se un paese diventa ricco in vent'anni con l'industria, la chimica, l'elettronica e il turismo e progressivamente tutti e quattro vanno a puttane, è finita. La Cina esiste anche per la Germania, però la manifattura tedesca è ancora il 25% del PIL, la nostra no perchè la nostra non è così a valore aggiunto (quella, poca, che lo è resiste, vedi ottica etc). Il resto è magna magna pubblico e privato, ma poi non c'è nessuno che paga il conto la cosa viene inevitabilmente al pettine. È semmai straordinario ancora quanta gente se ne stia tranquilla a farsela mettere nel culo.
  • 2

Battibecco dovete domandare a Sarri, che è un razzista; e gli uomini come lui non possono stare nel mondo del calcio.


#78 virginia wolf

virginia wolf

    apota

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6639 Messaggi:

Inviato 05 agosto 2011 - 05:28

germania che per inciso, ha il minor numero di ore lavorative settimanali e il maggior numero di ferie e festività retribuite di tutta europa, anche su questo ci sarebbe da interrogarsi, segno che la perdita di competitività dei nostri prodotti non deriva dai troppi diritti dei lavoratori come qualcuno vorrebbe farci credere. o meglio questi diritti sono utilizzati anche in maniera distorta e siamo d'accordo, ma la malattia grave è ben più a monte.

lo diceva ieri sera Diliberto alla Zanzara, aggiungendo che contemporaneamente la WV per esempio ha assunto un centinaio di ingegneri per migliorare la qualità del prodotto.
  • 1
Penso a come contiamo poco, come tutti contino poco; com'è travolgente e frenetica e imperiosa la vita, e come tutte queste moltitudini annaspino per restare a galla.

#79 *alessandro*

*alessandro*

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2541 Messaggi:
  • LocationRome

Inviato 05 agosto 2011 - 06:34

Lo Spread supera per la prima volta i 400 punti. Ora siamo peggio della Spagna.
  • 0
ex "victor"

#80 Dylan

Dylan

    Ball don't lie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6922 Messaggi:

Inviato 05 agosto 2011 - 07:03

Lo Spread supera per la prima volta i 400 punti. Ora siamo peggio della Spagna.


perchè lo hanno deciso in borsa però

i fondamentali economici italiani sono, erano, effettivamente migliori di quello spagnoli.

è vero che questo governo è inerte da anni e la crescita latita, ma i mercati ci stanno evidentemente mettendo del loro

ripeto che non so cosa aspettiamo tutti, imprenditori, operai, impiegati a scendere in piazza contro questa classe dirigente di merda
  • 0
Per sogni, per chimere
e per castelli in aria
l’anima ho milionaria.




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq