Vai al contenuto


Foto
- - - - -

La tragedia di Trenitalia


  • Please log in to reply
342 replies to this topic

#41 Russian

Russian

    populista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5789 Messaggi:

Inviato 21 novembre 2006 - 18:58

Sento oggi per la prima volta che la privatizzazione delle ferrovie nasce da una direttiva comunitaria che ESIGE la separazione della contabilità della gestione dei servizi e delle concessioni (lascio a uma o a qualche europeista la ricerca di tale origine dello scempio) dei servizi di carattere pubblico.
Ora,dire che questo ha favorito alcune lobbies accuratamente inserite nel businness è persino superfluo (vedi Telecom,Autostrade e altro)
Sta di fatto che adesso si ventila l'ipotesi di ripianare il buco di Trenitalia con l'intervento della Cassa Depositi e Prestiti (Piano-Rovati docet),previa nomina di nuovo Presidente,forse maggiormente malleabile e forse di scuola ex-comunista.
Niente di nuovo,si regala ai ricchi coi soldi di noi poveri,checchè ne dica l'elettorato di destra e soprattutto di sinistra,grazie anche all'EUROPA.
Poi i girotondi di cariche e di nomine sono ininfluenti,visto che perfino il responsabile del crack Parmalat (il braccio destro del Governatore Fazio) si ricicla a scrivere editoriali su "L'Unità"....
Ma la domanda importante è :" Avete capito o no l'origine ?"
  • 0

Qua sul forum non è mai sbarcato un povero profugo o un povero clandestino, ovviamente.

Ma è approdato dopo lunga deriva un bisognoso di un qualche aiuto, magari non lo ha chiesto, poverino aveva evidenti sbandamenti emotivi oltre che psicologici...ha chiesto di essere cancellato perchè gli sono arrivati solo calci in faccia, derisione e manifestazione di fastidio per la sola presenza...che per lorsignori significava rompere l'idilliaca armonia tipica degli attaccabrighe benpensanti, la fottuta rogna di dover leggere ( chissà perchè poi ) le sue inestricabili parabole di giochi di parole fatte per liberare il proprio pensiero...e ovviamente l'invasione del loro territorio.

 

W la solidarietà. Quella vera !


#42 ur79

ur79

    Complottista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1340 Messaggi:

Inviato 26 novembre 2006 - 17:06

Per quanto non abbia viaggiato molto nella parte nord orientale, posso assicurarvi che i treni dei buoni vecchi crucchi sono quanto di meglio si possa immaginare: certo il prezzo è almeno doppio rispetto ai nostri, ma, cazzo, lo si paga, quando si vede che infrastruttura c'è...


I treni saranno anche meglio, ma la gente è quanto di peggiore si possa avere: quattro posti occupati da una persona, che tranquillamente mangia, smollica su tutti i sedili, e poggia i piedi con o senza scarpe sui sedili di fronte. Uno schifo mai visto qui.
C'entra poco ma ci tenevo a dirlo.

Il problema di treni e trasporti in generale è che, non so perché, non ci si è mai preoccupati troppo di far pagare veramente il biglietto alla gente. Perché mai qui, com'è altrove, per la metro non è possibile escogitare un abbonamento con striscia elettronica invece di lasciare un varco aperto dove passano tutti, chi ce l'ha e chi no?

  • 0
Minden út Rómába vezet

#43 King Of Woolworths

King Of Woolworths

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 624 Messaggi:

Inviato 26 novembre 2006 - 20:42

Il sistema a varchi si adotterà tra qualche tempo nell'area metropolitana milanese, già adesso funziona per metro e Passante, successivamente si dovrebbe adottare l'ingresso a varchi anche sulle linee S dell'area suburbana.

Sul sistema ferroviario tedesco penso siamo tutti d'accordo - nonostante le ferrovie tedesche (DB) siano pure state colpite da incidenti molto gravi: una cosa che qui in Italia si sottovaluta è anche l'accessibilità stessa di stazioni e binari, che in Germania è tenuta particolarmente sotto controllo (guardate per esempio l'altezza dei marciapiedi, che solo in Italia, a parte qualche caso, sono più bassi del treno e costringono spesso a "scalate" impervie), mentre in Italia abbiamo mastodonti come Milano C dove l'interscambio binari-metro, per esempio, è terribile.

All'estero, poi, le stazioni principali sono generalmente piene di vita e quasi dei mini centri commerciali, anche da noi c'è qualcosa - Roma o Milano P.ta Garibaldi - ma la stazione italiana è ancora vista come luogo di passaggio in cui stare il meno possibile, e i risultati di questa mentalità sono sotto gli occhi di tutti.
  • 0

#44 arvic

arvic

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3478 Messaggi:

Inviato 27 novembre 2006 - 19:36


I treni saranno anche meglio, ma la gente è quanto di peggiore si possa avere: quattro posti occupati da una persona, che tranquillamente mangia, smollica su tutti i sedili, e poggia i piedi con o senza scarpe sui sedili di fronte. Uno schifo mai visto qui.
C'entra poco ma ci tenevo a dirlo.


?!??!
:o
Ma dove hai visto queste cose?
Certo non si può pensare che cose del genere succedano in treni pendolari, nè qui nè là, ma sui treni a lunga percorrenza in germania di cose così ne avrò viste si e no un paio, al contrario dell'italia...
Poi che loro a piedi e alle 4 di notte si fermino col rosso in una strada assolutamente deserta è un altro paio di maniche...
  • 0

#45 arancino

arancino

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4375 Messaggi:
  • LocationBologna

Inviato 11 dicembre 2006 - 00:07

ma sono già aumentate le tariffe?
non ho mai visto un IC bologna-milano a 19euro seconda classe  :-X e' sempre stato 16..  Il plus, che è sempre costato di più (visto che offre più servizi) ne costa 17..  ::)
  • 0

#46 ShatzyShell

ShatzyShell

    pivello

  • Members
  • Stelletta
  • 5 Messaggi:

Inviato 13 dicembre 2006 - 15:25

intanto hanno gia abolito il TRENOK nella tratta milano-roma,
e io che sono di milano e ho il ragazzo a roma sono abbastanza disperata. e come me migliaia di persone che per motivi affettivi o di lavoro dall'8 gennaio saranno costrette a spendere cifre esorbitanti.

http://www.trenitali...2fe0aRCRD.shtml


  • 0

#47 Notker

Notker

    Scaruffiano

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 18302 Messaggi:

Inviato 14 dicembre 2006 - 13:25

per non aprire un nuovo thread, inserisco qua questa notiziuola:

No tav? No party
I francesi, stufi delle beghe ambientaliste alla pummarola, si sono organizzati e i treni ad alta velocità bypasseranno l'Italia. Ora non resta che andare a dorso di mulo. Ma le nostre montagne saranno sempre immacolate

Il 9 giugno prossimo verrà inaugurata la Strasburgo-Parigi, importante linea ferroviaria ad alta velocità. Dopo anni di dibattiti quindi, finalmente il progetto prende corpo. Ora infatti, con il TGV francese sarà possibile partire dalla Spagna ed arrivare in Germania viaggiando a 320 Km/h, bypassando (questa è la vera notizia) l'Italia e le Alpi. In altre parole, i francesi, stufi delle beghe ecologiste italiane, hanno deciso di tagliarci fuori realizzando una importante alternativa al famoso e contestato "corridoio 5". E pensate che questo innovativo progetto è stato fortemente voluto proprio dalle province, dai comuni e dalle comunità locali francesi interessate dal passaggio del TGV, le quali hanno finanziato con tasse municipali il 25% dei 3.1 miliardi di euro totali necessari per la realizzazione della linea. E tutto si è realizzato a tempo di record. Ma non è finita quì, nello scorso mese di luglio, sempre in Francia, è partito un altro ambizioso cantiere: il completamento della linea veloce tra Melouze e Digione, tratta ferroviaria che permetterà di arrivare a Parigi in meno di 3 ore (anziché le 5 e mezza di adesso), e da lì una tratta fino a Marsiglia e verso l'Europa del sud. Ovviamente però, senza passare dall'Italia, saltando così a piè pari tutti i pecorari scanii, i valsusini e gli eco-conservatori vari. Tanto, che c'entriamo noi con l'Europa?

14 dicembre 2006 - 11:21


  • 0
« La schiena si piega solo quando l'anima è già piegata »
(Arturo Toscanini)

molti si chiedono se il pop/rock possa essere una forma d'arte musicale o meno; ebbene, lo è sicuramente... ma solo quando risponde al requisito esposto da Don Van Vliet:
« Non voglio vendere la mia musica. Vorrei regalarla, perché da dove l'ho presa non bisogna pagare per averla »

#48 astrodomini

astrodomini

    ...

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 9181 Messaggi:
  • LocationUdine, Padova

Inviato 15 dicembre 2006 - 18:36

E intanto noi abbiamo gli ETR 500 (sporchissimi, rovinatissimi e spesso in ritardo) che vanno come i normali Intercity e le FS che piuttosto di rimborsare un biglietto mentono sui ritardi accumulati (ho chiesto un rimborso per un ritardo di 50' e mi hanno risposto che il ritardo era inferiore ai 30', robe da incendiare i treni).
  • 0

the music that forced the world into future


#49 bluefunk72

bluefunk72

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 399 Messaggi:

Inviato 15 dicembre 2006 - 19:12

[size=16pt]No tav? No party


...c'era da aspettarselo! E col corridoio 5 se ne va un'importante futura fonte di reddito per il nostro paese...se continuiamo di questo passo c'è davvero da chiedersi dove diavolo troveremo i soldi per risanare il nostro paese (e poi ci si lamenta della finanziaria...), compresi anche quelli per istituire nuove aree naturali protette. Boh, siamo matti non c'è altra spiegazione...meno male che c'è il calcio (ma vaff... >:(

  • 0

#50 arancino

arancino

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4375 Messaggi:
  • LocationBologna

Inviato 15 dicembre 2006 - 20:04

E intanto noi abbiamo gli ETR 500 (sporchissimi, rovinatissimi e spesso in ritardo) che vanno come i normali Intercity e le FS che piuttosto di rimborsare un biglietto mentono sui ritardi accumulati (ho chiesto un rimborso per un ritardo di 50' e mi hanno risposto che il ritardo era inferiore ai 30', robe da incendiare i treni).


io so che, se c'è la possibilità di rimborso, lo dicono subito... durante il viaggio..

a te l'hanno detto?

comunque assurda sta cosa che ti è successa  :-X

A Milano hanno messo una ventina di LCD da 40'' almeno..
e meno male che a gennaio non avranno più i soldi per pagare i dipendenti  ::)
  • 0

#51 astrodomini

astrodomini

    ...

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 9181 Messaggi:
  • LocationUdine, Padova

Inviato 15 dicembre 2006 - 20:47

io so che, se c'è la possibilità di rimborso, lo dicono subito... durante il viaggio..


Vorrai dire, NON lo dicono subito durante il viaggio. Siamo in Italia, ti ricordo.

;)

La possibilità esiste sempre oltre i 30' di ritardo.
  • 0

the music that forced the world into future


#52 arvic

arvic

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3478 Messaggi:

Inviato 15 dicembre 2006 - 23:21

intanto hanno gia abolito il TRENOK nella tratta milano-roma,
e io che sono di milano e ho il ragazzo a roma sono abbastanza disperata. e come me migliaia di persone che per motivi affettivi o di lavoro dall'8 gennaio saranno costrette a spendere cifre esorbitanti.

http://www.trenitali...2fe0aRCRD.shtml



Bon, così almeno non si deve più decidere se andare in aereo o in treno...
C'era da aspettarsi cmq che in periodo di vacche magre (dichiarate) togliessero gli unici biglietti ancora convenienti...
Io ancora sto aspettando quelle offerte per viaggi di famiglia o cose così che, eterno ritorno, in germania ti permettono, spendendo 25? di viaggiare in 5 in tutta la nazione, con tutti i treni tranne IC e ETS o equivalenti
  • 0

#53 astrodomini

astrodomini

    ...

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 9181 Messaggi:
  • LocationUdine, Padova

Inviato 15 dicembre 2006 - 23:26

Ma perchè non fanno pagare anche le famiglie dei dipendenti? Questi sono privilegi da abolire in periodi di vacche magre.
  • 0

the music that forced the world into future


#54 arancino

arancino

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4375 Messaggi:
  • LocationBologna

Inviato 15 dicembre 2006 - 23:28

Vorrai dire, NON lo dicono subito durante il viaggio. Siamo in Italia, ti ricordo.


La mia ragazza ha avuto una volta il rimborso e lo dissero negli altoparlanti mentre era in viaggio..

  • 0

#55 astrodomini

astrodomini

    ...

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 9181 Messaggi:
  • LocationUdine, Padova

Inviato 15 dicembre 2006 - 23:40


Vorrai dire, NON lo dicono subito durante il viaggio. Siamo in Italia, ti ricordo.


La mia ragazza ha avuto una volta il rimborso e lo dissero negli altoparlanti mentre era in viaggio..


Beata lei perchè è incappata in un caso più unico che raro! Io non ho mai sentito dire nulla riguardo a ritardi e rimborsi (e la cosa è stata segnalata anche in un programma sulla Rai, probabilmente Ballarò).
  • 0

the music that forced the world into future


#56 arancino

arancino

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4375 Messaggi:
  • LocationBologna

Inviato 16 dicembre 2006 - 00:44

ah boh.. ne parlavo giusto giusto l'altro giorno con lei, visto che il mio eurostar partì da milano con 20minuti di ritardo per problemi tecnici..
E mi disse che, se non lo dicono loro all'inizio o durante, il rimborso non te lo danno..
  • 0

#57 astrodomini

astrodomini

    ...

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 9181 Messaggi:
  • LocationUdine, Padova

Inviato 16 dicembre 2006 - 00:56

E mi disse che, se non lo dicono loro all'inizio o durante, il rimborso non te lo danno..


Questo no, assolutamente. Si ha il diritto al rimborso se il ritardo supera i trenta minuti (o forse meno) e bisogna chiederlo alla biglietteria o direttamente a Trenitalia (su questo non sono molto ferrato perchè se ne occupa sempre la mamma ;D). Io ho sempre fatto così e sono stato rimborsato con sconti sui prossimi biglietti, solo in questo ultimo caso hanno fatto i furbi.
  • 0

the music that forced the world into future


#58 arancino

arancino

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4375 Messaggi:
  • LocationBologna

Inviato 16 dicembre 2006 - 01:11

eh ma non te lo danno se il ritardo è dovuto da cause esterne..
  • 0

#59 astrodomini

astrodomini

    ...

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 9181 Messaggi:
  • LocationUdine, Padova

Inviato 16 dicembre 2006 - 01:28

eh ma non te lo danno se il ritardo è dovuto da cause esterne..


Questo mi sembrava ovvio.

;)
  • 0

the music that forced the world into future


#60 arancino

arancino

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4375 Messaggi:
  • LocationBologna

Inviato 29 dicembre 2006 - 15:28

Milano - Scattano il primo gennaio gli aumenti di prezzo dei treni Eurostar, Alta Velocità e Intercity. I valori erano bloccati da cinque anni. Le tariffe subiranno un adeguamento minimo del 3% per le tratte con una domanda meno sostenuta, mentre gli aumenti più alti (15%) saranno applicati ai treni di fascia alta, come Tav ed Eurostar, che "presentano standard qualitativi di livello europeo, quali quelli della Roma-Milano". L'adeguamento medio - affermano le Fs - sarà pari a circa il 9%. La manovra tariffaria non riguarda i treni usati dai pendolari (regionali, interregionali e gli espressi).
Ridurre il deficit "Questa manovra di adeguamento dei prezzi per i citati servizi della media e lunga percorrenza è stata definita da Ferrovie dello Stato successivamente alla presa d'atto del Governo, e rappresenta una parziale riduzione del divario (che va dal 50 al 100%), fra i prezzi in Italia e quelli applicati in Europa. L'adeguamento è stato calcolato tenendo conto dell'elasticità della domanda sulle singole tratte e con l'obiettivo di rendere meno oneroso l'impatto per alcune categorie sociali e talune aree geografiche".
Tutela delle fasce deboli "Gli aumenti - dice Trenitalia - saranno accompagnati da una serie di iniziative orientate alla tutela delle fasce sociali più deboli. Tra queste, ad esempio, il potenziamento dei servizi ai disabili nelle stazioni e la distribuzione gratuita della carta blu (che consente al diversamente abile di viaggiare con l'accompagnatore pagando un solo biglietto), oltre alla distribuzione gratuita della carta relax agli anziani al di sopra dei 75 anni. Inoltre, per facilitare l'utilizzo del treno alle fasce di clientela con minore disponibilità sono previste specifiche riduzioni della tariffa base in alcune ore della giornata e in alcuni giorni dell'anno.


BLOCCATI DA CINQUE ANNI???
la mia ragazza paga 8 euro in più rispetto all'anno scorso nella tratta venezia mestre milano!! E questo già da 5mesi.
  • 0




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq