Vai al contenuto


Foto
- - - - -

La tragedia di Trenitalia


  • Please log in to reply
342 replies to this topic

#81 juL fu Sig.M.

juL fu Sig.M.

    Utente paraolimpionico

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 8878 Messaggi:

Inviato 11 giugno 2007 - 07:50

Fosse per me l'avrei privatizzzata tanto tempo fa, come avrei fatto con Alitalia.
Lo stato non deve gestire ferrovie ed compagnie aeree, anche perche e da sempre un cattivo gestore. E poi la trovata con le cose di bandiera e la piu grossa minchiata che mi e capitato sentire


Guarda, anch'io sono per la privatizzazione tout court, anche della sanità e dell'istruzione superiore, sempre se poi i rimborsi sono puntuali e trasparenti (modello inglese) perchè a me il Welfare preme.

Purtroppo però, a differenza di sanità e scuola, la privatizzazione delle ferrovie in Inghilterra ha dato diversi problemini, magari "king of W..." saprà essere più preciso di me e magari smentirmi, eventualmente.

  • 0

#82 Guest_Eleanor Rigby_*

Guest_Eleanor Rigby_*
  • Guests

Inviato 12 giugno 2007 - 08:03

??? scusate, ma secondo quale principio un biglietto bari_bologna costa 49 euri e uno roma_bologna ne costa 42 ??? ???

#83 Andrea

Andrea

    pivello

  • Members
  • Stelletta
  • 45 Messaggi:

Inviato 12 giugno 2007 - 08:49

Aggiungerei perchè un eurostar da Roma a Genova costa 37 euro mentre da Roma a Bologna ne costa 42!
Le tariffe ferroviarie per le medie grandi distanze sono superiori a quelle delle low cost e a volte anche di alitalia.
Il treno è un mezzo da ricchi ormai...
Ah ma abbiamo le tariffe più economiche in europa, certo ma abbiamo anche un potere d'acquisto ridicolo...
Scusate un po' di sano qualunuismo...
  • 0

#84 King Of Woolworths

King Of Woolworths

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 624 Messaggi:

Inviato 12 giugno 2007 - 09:55

E' vero, la privatizzazione ha dato diversi problemi, come i prezzi eccessivi e le manutenzioni, ma negli ultimi anni, complice la concorrenza dei più economici servizi automobilistici, come National Express o Megabus, anche le ferrovie hanno cercato di riconquistare il mercato.

Il risultato è che oggi, per chi viaggia in UK in treno, si riesce a trovare qualche offerta abbastanza conveniente, cose che in Italia sono state introdotte per breve tempo (i vari TrenOk e Libertà di Viaggiare, durati un paio di anni), ed è questo il vantaggio della concorrenza tra le varie Virgin, Central, etc.

Questa concorrenza è però non tra i gestori ferroviari, ma tra bus e treno, poichè ad ogni vettore Network Rail, che è la proprietaria delle stazioni, ha concesso una sola linea. British Railways esiste ancora ed è proprietaria dei binari, le imprese private mettono il materiale rotabile, BR fa i biglietti, insomma, si tratta di privatizzazioni "ibride".

In Italia invece il monopolio di TI non lascia molto spazio a ciò. Tra parentesi, la "tariffa più economica d'Europa" è quella base, quindi applicabile solo per treni a tariffa standard, ovvero regionali, espressi o diretti (queste ultime due tipologie di treni praticamente sparite). Ma se si viaggia da Milano a Roma, l'unica tariffa possibile è la Eurostar, che è perfettamente in linea con le altre europee - anzi, è più cara della corrispondente tariffa delle RENFE spagnole.

Per gli esempi che voi fate, come Bari-Bologna, o Roma-Genova, la differenza sta appunto nelle tariffe. BA>BO si può fare sia in Eurostar che in Intercity, RO>GE quasi esclusivamente in IC, bisogna vedere quale servizio prendiamo.

La fregatura di TI è proprio quella dei balzelli diversi per servizio: prima c'erano solo le tariffe ES e IC, adesso ci sono ES AV, ES City, IC Plus......un caos che non serve a nessuno, anche perchè le differenze tra treni sono spesso minime, nella maggior parte dei casi un ES fa solo qualche fermata in meno rispetto ad un IC.

Il caos non è limitato solo alle tariffe, ovviamente, e qui entrano in ballo l'organizzazione e gli orari, altra nota molto dolente, sulla quale un esempio chiaro sono le linee suburbane di Milano, ottimamente gestite sulle linee in concessione alle Ferrovie Nord, con treni ogni 15', ed orribilmente gestite sulla tratta che di solito uso io, la S9 San Cristoforo-Seregno, con treni ogni 60'. Ultimamente Trenitalia ha promesso che avrebbe migliorato il servizio sulla tratta Milano<>Seregno, visto che attraversa una zona con quasi 500.000 abitanti, e come lo ha fatto??? Mettendo qualche treno in più in orario di morbida (ovvero, quando i treni sono vuoti) e un servizio ogni 30' nei festivi.

Ci troviamo così ad avere una situazione paradossale: tra Seregno e Milano, dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 12, abbiamo un treno ogni ora, mentre la domenica nello stesso arco di tempo c'è un treno ogni MEZZ'ORA!!!!! Inutile dire che i treni lun-ven sono stracolmi e che i treni domenicali sono deserti....

Questi sono i risultati se a capo delle ferrovie e delle divisioni regionali mettiamo gente che di ferrovie e mobilità non ci capisce una fava.
  • 0

#85 {`tmtd`}

{`tmtd`}

    Enciclopedista

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6872 Messaggi:
  • LocationBologna

Inviato 20 giugno 2007 - 15:25

io che mi sono trasferito a bologna da 5 mesi, quando devo tornare in toscana pago soltanto 8 euro. come faccio? evito di prendere intercity ed uso solamente treni regionali, che costano un'inezia. e sono più di 200km, eh, non così poco. bisogna un po' farsi furbi.. per chi, invece, deve fare grandissime distanze, beh, deve rassegnarsi alla realtà.
  • 0

#86 astrodomini

astrodomini

    ...

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 9181 Messaggi:
  • LocationUdine, Padova

Inviato 20 giugno 2007 - 15:36

io che mi sono trasferito a bologna da 5 mesi, quando devo tornare in toscana pago soltanto 8 euro. come faccio? evito di prendere intercity ed uso solamente treni regionali, che costano un'inezia. e sono più di 200km, eh, non così poco. bisogna un po' farsi furbi.. per chi, invece, deve fare grandissime distanze, beh, deve rassegnarsi alla realtà.


Ma i treni regionali sono lenti e scomodi, se hai un valigione poi sono cazzi a piazzarlo (sulla tratta Padova/Udine è cupissima) e la comodità è ridotta a zero. Per non parlare di dover votarsi a un centinaio di santi ogni volta che bisogna cambiare a Mestre..
L'Eurostar poi è un furto: non è più veloce (non ci sono i binari adatti) di un IC (a cui da qualche minuto) e troppo spesso sono sporchi da fare schifo, la sola comodità è la presa elettrica e il tavolinetto dove piazzare il portatile e godersi un film. Tutto questo lo paghi 8? più di un IC e 12? più di R/IR.
Per non parlare del confronto con la rete austriaca! Qualche volta prendo un treno verso Vienna sullo stile di un nostro IC ed è decisamente più moderno, pulito, comodo e spazioso (ci sono prese elettriche in ogni scompartimento).
  • 0

the music that forced the world into future


#87 {`tmtd`}

{`tmtd`}

    Enciclopedista

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6872 Messaggi:
  • LocationBologna

Inviato 20 giugno 2007 - 15:41


io che mi sono trasferito a bologna da 5 mesi, quando devo tornare in toscana pago soltanto 8 euro. come faccio? evito di prendere intercity ed uso solamente treni regionali, che costano un'inezia. e sono più di 200km, eh, non così poco. bisogna un po' farsi furbi.. per chi, invece, deve fare grandissime distanze, beh, deve rassegnarsi alla realtà.


Ma i treni regionali sono lenti e scomodi, se hai un valigione poi sono cazzi a piazzarlo (sulla tratta Padova/Udine è cupissima) e la comodità è ridotta a zero. Per non parlare di dover votarsi a un centinaio di santi ogni volta che bisogna cambiare a Mestre..


io sinceramente non ho mai avuto problemi; forse perchè sono stato temprato da 5 anni di pendolarismo. d'altronde i treni sono quelli e per cambiarli i soldi non ci sono, io sinceramente non mi lamento più di tanto. arrivo sempre in orario e viaggio abbastanza comodo. d'altronde mica ci devo vivere su un treno, è questione di qualche ora. non siamo forse un po' troppo esigenti?
e ti diro di più: i treni regionali sulla tratta bologna prato sono sempre deserti, rispetto agli intercity che per la maggior parte delle volte esplodono di persone. perciò oltre al risparmio anche il vantaggio di spazio.. :D

L'Eurostar poi è un furto: non è più veloce (non ci sono i binari adatti) di un IC (a cui da qualche minuto) e troppo spesso sono sporchi da fare schifo, la sola comodità è la presa elettrica e il tavolinetto dove piazzare il portatile e godersi un film. Tutto questo lo paghi 8? più di un IC e 12? più di R/IR.
Per non parlare del confronto con la rete austriaca! Qualche volta prendo un treno verso Vienna sullo stile di un nostro IC ed è decisamente più moderno, pulito, comodo e spazioso (ci sono prese elettriche in ogni scompartimento).


ho preso qualche volta un intercity e l'unico appunto che posso fare è il discorso capienza: sempre molto pieno.. ma d'altronde non è facile predire il numero di persone che possono salire, ci scappa sempre qualche imprevisto e il treno si riempie.
  • 0

#88 King Of Woolworths

King Of Woolworths

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 624 Messaggi:

Inviato 21 giugno 2007 - 13:31

I treni regionali della Bologna-Prato non sono molto frequentati, anche perchè servono una zona a bassa densità abitativa, e per chi non ha fretta sono un'ottima alternativa (anche io li ho presi qualche volta, per risparmiare) agli stracolmi ES Napoli-Roma-Milano o, peggio, agli IC sulla Direttissima. Conosco anche altri "trainspotters" che si fanno la Porrettana cambiando a Pistoia per godere del paesaggio.

Gli IC sono sempre pieni perchè sono gli unici treni diurni che collegano Sud e Nord, sono senza prenotazione e costano meno degli ES, che poi spesso non fermano a Prato.

Fare Padova-Udine in IR/R è un pò più rognoso, più che altro per i lavori della AV tra Padova e Mestre, e il caos del nodo di Mestre, quasi quasi proverei via Vicenza.
  • 0

#89 {`tmtd`}

{`tmtd`}

    Enciclopedista

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6872 Messaggi:
  • LocationBologna

Inviato 21 giugno 2007 - 14:00

I treni regionali della Bologna-Prato non sono molto frequentati, anche perchè servono una zona a bassa densità abitativa, e per chi non ha fretta sono un'ottima alternativa (anche io li ho presi qualche volta, per risparmiare) agli stracolmi ES Napoli-Roma-Milano o, peggio, agli IC sulla Direttissima. Conosco anche altri "trainspotters" che si fanno la Porrettana cambiando a Pistoia per godere del paesaggio.

Gli IC sono sempre pieni perchè sono gli unici treni diurni che collegano Sud e Nord, sono senza prenotazione e costano meno degli ES, che poi spesso non fermano a Prato.

Fare Padova-Udine in IR/R è un pò più rognoso, più che altro per i lavori della AV tra Padova e Mestre, e il caos del nodo di Mestre, quasi quasi proverei via Vicenza.


vedi, bisogna saper differenziare.. magari astro ha ragione a lamentarsi ma non ovunque i regionali sono così pessimi.. nel mio caso specifico mi son sempre trovato bene, anche quando facevo il pendolare da borgo a mozzano a pisa due volte al giorno. certo, d'estate senza aria condizionata si muore dal caldo, ma d'altronde, con 40 euro al mese, cosa vuoi di più?  :D
piccola curiosità, ma tu dove abiti king? se hai preso anche tu quella linea vuole dire che sei un toscano, se non sbaglio. io per andare a casa, comunque, debbo prendere ben tre treni. bologna-prato, prato-lucca, lucca-borgo a mozzano. non è il massimo della comodità ma non posso fare altrimenti.
  • 0

#90 Guest_Silvano_*

Guest_Silvano_*
  • Guests

Inviato 21 giugno 2007 - 20:39

??? scusate, ma secondo quale principio un biglietto bari_bologna costa 49 euri e uno roma_bologna ne costa 42 ??? ???


E dato che siamo in vena di stranezze: perché un biglietto Genova-Trieste costa 7 euro in più se lo faccio in una stazione di genova invece che in un'altra?

#91 billo85

billo85

    aspirante indie

  • Members
  • StellettaStelletta
  • 58 Messaggi:

Inviato 22 giugno 2007 - 08:50

Invece di parlare di quanto spendete di treno perchè non proponete qualche idea.
In UK non è così conveniente viaggiare in treno,io per fare Londra Sheffield ho sempre preso il pullma...ma va beh.
Ci si deve rendere conto che in una nazione grande come la nostra è un po un casino poter collegare tutte le zone agevolmente.
La privatizzazione è l'unico modo ,ma a quel punto dovremo aspettarci biglietti più cari,quindi se vi lamentate ddei prezzi ora figuriamoci dopo
  • 0

#92 King Of Woolworths

King Of Woolworths

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 624 Messaggi:

Inviato 22 giugno 2007 - 09:46


I treni regionali della Bologna-Prato non sono molto frequentati, anche perchè servono una zona a bassa densità abitativa, e per chi non ha fretta sono un'ottima alternativa (anche io li ho presi qualche volta, per risparmiare) agli stracolmi ES Napoli-Roma-Milano o, peggio, agli IC sulla Direttissima. Conosco anche altri "trainspotters" che si fanno la Porrettana cambiando a Pistoia per godere del paesaggio.

Gli IC sono sempre pieni perchè sono gli unici treni diurni che collegano Sud e Nord, sono senza prenotazione e costano meno degli ES, che poi spesso non fermano a Prato.

Fare Padova-Udine in IR/R è un pò più rognoso, più che altro per i lavori della AV tra Padova e Mestre, e il caos del nodo di Mestre, quasi quasi proverei via Vicenza.


vedi, bisogna saper differenziare.. magari astro ha ragione a lamentarsi ma non ovunque i regionali sono così pessimi.. nel mio caso specifico mi son sempre trovato bene, anche quando facevo il pendolare da borgo a mozzano a pisa due volte al giorno. certo, d'estate senza aria condizionata si muore dal caldo, ma d'altronde, con 40 euro al mese, cosa vuoi di più?  :D
piccola curiosità, ma tu dove abiti king? se hai preso anche tu quella linea vuole dire che sei un toscano, se non sbaglio. io per andare a casa, comunque, debbo prendere ben tre treni. bologna-prato, prato-lucca, lucca-borgo a mozzano. non è il massimo della comodità ma non posso fare altrimenti.


Toscano purosangue no (sono milanese-svizzero), ma ho parentame vario e amici sparsi tra Viareggio, Pistoia, Firenze, Cecina e Gavorrano, quindi mi sono girato tutta la regione in treno!! I  regionali BO-PO li ho presi qualche volta per andare a trovare amici a Firenze e Pistoia, soprattutto per risparmiare sul prezzo, e viaggiare seduto. Non mi pesa più di tanto, visto che adoro viaggiare in treno, certo bisogna avere molto tempo a disposizione - e coincidenze larghe a Prato  :-\

Tra parentesi, Toscana e Lombardia sono le due regioni italiane col maggior traffico passeggeri/pendolari, quindi più soggette a problemi, ritardi, invecchiamento del materiale, etc.

E' vero che in UK viaggiare in treno costa molto, e non sempre è sinonimo di qualità, anzi, il servizio ferroviario britannico a volte è pure peggio di quello di Trenitalia, soprattutto le claustrofobiche carrozze dei treni Londra-Birmingham, ma il concetto è diverso: visto che le varie compagnie ferroviarie sono minacciate dai servizi automobilistici come National Express o Megabus, esse cercano in tutti i modi di invogliare i viaggiatori, facendo sconti ed offerte in continuazione.

Per esempio, tra Londra e Birmingham ci sono due linee e due compagnie diverse, Virgin Trains e Chiltern Railways: la prima è più veloce e frequente, ma più costosa, la seconda meno veloce ma spesso offre biglietti a/r a £15, tanto che ha visto aumentare il numero di passeggeri, e costretto Virgin a fare anch'essa sconti sui biglietti presi in anticipo.
Da noi tutto ciò è inconcepibile, perchè esiste solo Trenitalia, ma nell'area metropolitana milanese operano anche le Ferrovie Nord, il cui servizio e le cui stazioni sono molto migliori di TI. Un regime di concorrenza ferroviaria non sarebbe quindi automaticamente soggetto ad aumenti dei prezzi, penso.
  • 0

#93 astrodomini

astrodomini

    ...

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 9181 Messaggi:
  • LocationUdine, Padova

Inviato 24 giugno 2007 - 14:09

arrivo sempre in orario e viaggio abbastanza comodo. d'altronde mica ci devo vivere su un treno, è questione di qualche ora. non siamo forse un po' troppo esigenti?


Richiedere treni in orario e con un minimo di decoro mi sembra il minimo, a Padova difficilmente sono in orario e spesso fanno letteralmente schifo (anche gli ES).

Poi i regionali sono scomodi, magari tu facevi il pendolare giornaliero con un bagaglio minimo, se hai valigie da pendolare mensile ti assicuro che è meglio prendere un IC/ES che hanno uno spazio adeguato.

Per il resto non so che dire, sarai stato fortunato.
I nostri treni sono vecchi, carenti di pulizia, spesso in ritardo. La rete è ridicola e il servizio di rimborso biglietti è semplicemente mafioso.
  • 0

the music that forced the world into future


#94 LM

LM

    Sono un uomo non sono un fake.

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 8341 Messaggi:

Inviato 24 giugno 2007 - 17:43

arrivo sempre in orario e viaggio abbastanza comodo. d'altronde mica ci devo vivere su un treno, è questione di qualche ora. non siamo forse un po' troppo esigenti?


Richiedere treni in orario e con un minimo di decoro mi sembra il minimo, a Padova difficilmente sono in orario e spesso fanno letteralmente schifo (anche gli ES).

I nostri treni sono vecchi, carenti di pulizia, spesso in ritardo. La rete è ridicola e il servizio di rimborso biglietti è semplicemente mafioso.


Io ho esperienza della tratta Bassano-Padova: linea non elettrificata (cioè littorine (cioè niente aria condizionata)) e a binario unico (cioè se c'è un ritardo (e c'è) si blocca tutta la linea).
Invece la tratta Treviso-Vicenza quella sì che è elettrificata, ci girano i Taf, il Minuetto, tutto molto bello; però non si sa come i treni almeno un ritardino di 5 minuti ogni giorno ce l'hanno. Certe volte penso lo facciano apposta.

Per quanto riguarda il rimborso biglietti (vi parla uno che deve prendere coincidenze) c'è un muro di omertà che di solito ti conviene buttare il biglietto e lsciare perdere.
  • 0

#95 {`tmtd`}

{`tmtd`}

    Enciclopedista

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6872 Messaggi:
  • LocationBologna

Inviato 25 giugno 2007 - 12:24

mamma mia che catastrofismo, oh.  O_O
ribadisco che secondo me si pretende troppo da un servizio difficile da gestire, dove i problemi ci possono essere e ci saranno sempre. non si può pretendere che trenitalia rinnovi i vagoni in un periodo così critico, è ovvio che per ora ci teniamo questi e credo che sopravviveremo.
sinceramente tutta questa ostilità nei confronti delle ferrovie dello stato non l'ho mai capita.
  • 0

#96 FUsandro

FUsandro

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3859 Messaggi:

Inviato 25 giugno 2007 - 18:05

sinceramente tutta questa ostilità nei confronti delle ferrovie dello stato non l'ho mai capita.

Prova a fare la tratta Pescara-Roma (2 ore in automobile o autobus...4 ore in treno) e comincerai a capire i motivi di una ostilità tanto radicata (perlomeno da parte degli abruzzesi che devono spostarsi verso la costa tirrenica)...
E nel resto d'Italia vi sono centinaia di casi analoghi.
  • 0

#97 arancino

arancino

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4375 Messaggi:
  • LocationBologna

Inviato 25 giugno 2007 - 18:13

oppure il milano-agrigento il 22 dicembre per esempio.
Vai vai.. divertiti  asd

oppure catania-palermo: Si va dalle 4 ore e 20 alle 6 ore e mezza contro i 2 con l'auto. E poi volevano fare il ponte sullo stretto..
  • 0

#98 Guest_Stipe_*

Guest_Stipe_*
  • Guests

Inviato 25 giugno 2007 - 18:14

il Minuetto


Bella merda! Questo passa nel tratto Verona-Padova nell'orario di punta, ed è sempre un solo vagone praticamente, la gente messa come sardine. Molto meglio quello nuovo, il Vivalto.

#99 astrodomini

astrodomini

    ...

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 9181 Messaggi:
  • LocationUdine, Padova

Inviato 25 giugno 2007 - 18:16

mamma mia che catastrofismo, oh.  O_O
ribadisco che secondo me si pretende troppo da un servizio difficile da gestire, dove i problemi ci possono essere e ci saranno sempre. non si può pretendere che trenitalia rinnovi i vagoni in un periodo così critico, è ovvio che per ora ci teniamo questi e credo che sopravviveremo.
sinceramente tutta questa ostilità nei confronti delle ferrovie dello stato non l'ho mai capita.


Io pago un biglietto e pretendo (e ripeto pretendo) un servizio che Trenitalia quasi sempre non riesce a garantire, quando cerchi di far valere i tuoi diritti di passeggero frustrato le reazioni sono a metà fra omertà e tentativi di raggiro (con me si sono letteralmente inventati un ritardo molto minore rispetto a quello reale). Io per questa azienda che se ne sbatte dei propri clienti non ho pietà e pretendo che si adeguino proponendo un servizio migliore.
Se tu sei felice che un azienda versi in queste condizioni e tratti in questo modo i propri clienti io non lo sono ora e non lo sarò mai, quando pago pretendo un servizio altresì facciamo come Casarini e occupiamo le stazioni perchè forse è il solo modo di far sentire il nostro disagio.

Ti ricordo poi che FS/Trenitalia è andata avanti da sempre con i nostri soldi, i soldi delle tasse, dello stato, della gente malgestiti e usati in maniera indecorosa per creare voragini e malservizio. Poi non dovremmo essere ostili? Ma stiamo scherzando?
  • 0

the music that forced the world into future


#100 {`tmtd`}

{`tmtd`}

    Enciclopedista

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6872 Messaggi:
  • LocationBologna

Inviato 26 giugno 2007 - 09:00

con questo atteggiamento distruttivo si mettono in ballo anche onestissimi lavoratori (macchinisti capi treno, ecc) che fanno il loro mestiere con impegno e dedizione, cercando quando c'è un problema di risolverlo il meglio possibile. ci sono anche quelli che hanno un atteggiamento più passivo e menefreghista ma è una realtà che in italia queste persone esistono in ogni tipo di servizio.
tu paghi e pretendi, ok. però non capisco perchè solo con trenitalia c'è tutto questo astio radicato e insito soltanto nella parola "treno".
credete davvero che i problemi di trenitalia siano solo derivanti dalla azienda stessa? diciamo semmai che l'italia (come stato) ha devoluto pochi soldi per l'ammodernamento delle linee dei treni e del personale, e non sto parlando dei normali proventi per la sopravvivenza. le colpe sono da spartire sia all'azienda ma in grande parte anche a chi non ha mai supportato lo sviluppo della stessa; un po' come sta succedendo con alitalia.
lo so che non è facile accettare ritardi, rimborsi mancati e disservizi di ogni tipo, però tutta questa ostilità secondo me non serve a niente. e credo che per cambiare la situazione in senso opposto rispetto a quella attuale ci vorrebbe un miracolo finanziario.
  • 0




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq