Vai al contenuto


Foto
- - - - -

Sunn O))) - Monoliths & Dimensions


  • Please log in to reply
358 replies to this topic

#41 dimensionidol

dimensionidol

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2230 Messaggi:

Inviato 03 giugno 2009 - 11:35

Però è il disco pop dei Sunn O))). Non è monolitico, lugubre, mattonazzo come Black One ma è più accessibile, appunto più pop.


cavolata...

sarebbe a dire che ogni cosa piu' accessibile fatta da un gruppo lo rende pop...

se il gruppo di base non lo e'...non lo diventera' mai...a meno che non cambi radicalmente l'approccio....

ed e' proprio qui il punto...

i SUNN O))) con questo album hanno compiuto assolutamente una evoluzione...ma io non ci vedo alcun stravolgimento...

la struttura e' sempre la stessa...sono gli arrangiamenti a cambiare(pregevoli e raffinati..)...in ogni loro accade cio'...

dipende da chi collabora con loro...

qui ci sono jazzisti(cuong vu e julian priester)e avanguardisti(jessika kenney e il marito eyvind kang)....ma la sostanza e' sempre drone-doom...non si puo' nemmeno parlare di svolta jazz...

ALTAR aveva un brano pop...quella gemma di SINKING BELL...collaborazione con la grande JESSIE SYKES..ma quell'album e' secondo me nemmeno un album dei sunn...bensi' un nuovo progetto di fusione con i boris in un campo alle volte neutro..

comunque chi fa' veramente un lavoro magistrale (a parte l'immenso RANDALL DUNN in fase di engineering e post produzione...un lavorone!)sono kang e la kenney....con delle rifiniture e degli arrangiamenti indicibili...

e poi ATTILA si e' superato....la sua voce e ' evocativa e vibrante come non mai..trascendendo il mero ruolo di screamer black metal...

grande album...ma non il migliore a mio avviso...direi semplicemente cio' che i sunn devono fare...e hanno sempre fatto....un processo evolutivo basato sulla loro prepotenete cifra stilistica...

ad averne di roba cosi'...anziche le decine di prodotti spersonalizzati che circolano...
  • 0

#42 frankie teardrop

frankie teardrop

    That's right, The Mascara Snake, fast and bulbous

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21332 Messaggi:
  • LocationPalma Campania (Napoli)

Inviato 03 giugno 2009 - 11:37

Ha già risposto dimensionidol...
A proposito, qual è il tuo preferito, dimensionidol?
  • 0

#43 khonnor

khonnor

    xy

  • Validating
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 16595 Messaggi:

Inviato 03 giugno 2009 - 11:39

Ma se dico che han fatto un disco pop mica significa che son diventati i Notwist eh...pop ricordo che sta per popoular, quindi musica maggiormente accessibile. Non mi sembra si sia detto un'eresia nel sostenere che sia il disco più pop dei Sunn O))).
  • 0

noncuranti della fine, del calore, di poterci sciogliere.

or | mail


#44 frankie teardrop

frankie teardrop

    That's right, The Mascara Snake, fast and bulbous

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21332 Messaggi:
  • LocationPalma Campania (Napoli)

Inviato 03 giugno 2009 - 11:41

Zitto tu!  :P
  • 0

#45 Guest_b3rlin_*

Guest_b3rlin_*
  • Guests

Inviato 03 giugno 2009 - 11:42

Ma se dico che han fatto un disco pop mica significa che son diventati i Notwist eh...pop ricordo che sta per popoular, quindi musica maggiormente accessibile. Non mi sembra si sia detto un'eresia nel sostenere che sia il disco più pop dei Sunn O))).

difatti continuo a pensare che sia una affermazione valida. Ho aprlato di coro con funzione di parodo, di chamber pop e non di chris cornell

#46 wago

wago

    FURTHERMORE

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 18543 Messaggi:
  • LocationBergamo

Inviato 03 giugno 2009 - 11:44

*Io* ho parlato di pacchiano, e non l'ho in alcun modo associato all'essere pop. Ora, poi, "Monolyths and Dimensions" potra' calcare nota per nota "Barbie Girl", ma in alcun modo credo lo si possa chiamare "pop" (i Residents che rileggono i Beatles sono pop?).
Comunque dai, mi pare che star qui a discutere di un'ovvieta' assoluta (che "Monolyths and Dimensions" non sia un disco pop) sia davvero poco interessante. Lo sai tu stesso d'altra parte e credo che l'intervento di khonnor dirima definitivamente la questione.

Lo trovo invece un disco pacchiano, di cattivo gusto insomma, tipo i Blind Guardian, tipo il peggio Epic Metal, solo con un tocco fastidioso di intellettualismo tipo "UUUH! Ci metto le viole stuprate, ci metto i monaci mannari, come sono intelligente! Come sono avant! Che bel paté de Bourgeois (cit., a scanso di equivoci) che mi viene fuori!". Si', un paté, un papocchio, una cosa in cui gli elementi sono dosati a caso e direzionati cosi' come viene, forse secondo un flusso istintivo - assai poco raffinato e intellettuale - che a qualcuno piace leggere come Ispirazione, Fuoco Interiore o che altro. Per me e' una schifezza, un soufflé sgonfio, un panettone horror messo assieme alla bell'e meglio e poi servito in tavola a Natale con tutti a dire "mmm, che buono" - qualcuno perche' di per se' provvisto di gusti terrificanti, qualcun altro perche' wow, che cosa originale, i canditi assieme al dragoncello, le interiora d'agnello fermentate nel caffe' corretto, gli ottoni dilaniati e l'olio di noci rancido, due accordi ripetuti a non finire col distorsore a palla... Geniale, sisi', geniale, non importa se cosi', anche solo all'olfatto, un po' di ribrezzo lo da.
  • 0

#47 frankie teardrop

frankie teardrop

    That's right, The Mascara Snake, fast and bulbous

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21332 Messaggi:
  • LocationPalma Campania (Napoli)

Inviato 03 giugno 2009 - 11:47

Wago, è chiaro il concetto, eh...
TI FA SCHIFO

Ora, lasciaci un paio di giorni per farcene una ragione...
  • 1

#48 khonnor

khonnor

    xy

  • Validating
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 16595 Messaggi:

Inviato 03 giugno 2009 - 11:49

Zitto tu!  :P


E' che te rode che piaccia anche a me :D
  • 0

noncuranti della fine, del calore, di poterci sciogliere.

or | mail


#49 frankie teardrop

frankie teardrop

    That's right, The Mascara Snake, fast and bulbous

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21332 Messaggi:
  • LocationPalma Campania (Napoli)

Inviato 03 giugno 2009 - 11:50

asd
  • 0

#50 wago

wago

    FURTHERMORE

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 18543 Messaggi:
  • LocationBergamo

Inviato 03 giugno 2009 - 11:53

Wago, è chiaro il concetto, eh...
TI FA SCHIFO

Ora, lasciaci un paio di giorni per farcene una ragione...


Beh dai frankie, non mi pare di poter ferire la tua considerazione dell'album esprimendo la mia opinione. Siccome pero' sto discutendo del disco e riportando alcune impressioni che mi paiono sensate, mi interesserebbe capire come altri si pongano rispetto a queste e agli elementi che le suscitano. Insomma, riconoscerete che in territori come questo il rischio pacchianata e' altissimo: non vedo pero' ne' nella recensione ne' in questo thread considerazioni a riguardo. In che modo "Monolyths and Dimensions" riuscirebbe ad evitare il cattivo gusto? In cosa si manifesta il suo essere direzionato, sapientemente composto?
Oppure, al contrario, e' un disco che abbraccia volontariamente il cattivo gusto e si getta entusiasticamente nel regno del Come Viene Viene? Anche questa potrebbe essere una scelta interessante, e credo la questione sia tutto meno che irrilevante.
  • 0

#51 frankie teardrop

frankie teardrop

    That's right, The Mascara Snake, fast and bulbous

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21332 Messaggi:
  • LocationPalma Campania (Napoli)

Inviato 03 giugno 2009 - 11:57

La recensione che ho scritto dovrebbe dirti già tutto sul mio modo di rapportarmi a questo disco. Pensa te: io ci vedo anche del lirismo dietro quelle muraglie di suoni... Perchè? Be', certe emozioni non possono essere vivisezionate, non si riducono ad algoritmi o ad equazioni matematiche...
E, onestamente, come fai a dire che il rischio "pacchianata" è alto in questo genere? Il tuo insistere sul "come viene viene", poi, con tanto ardore... quasi che stessi difendendo il Sacro Graal del buon gusto... Mah! Ne possiedi le chiavi? I segreti? Le alchimie? A te piacciono i Muse... beh, non parlarmi di pacchianate, per piacere...

P.s.: ci tengo a precisare che non è la tua opinione a infastidirmi, ma il modo (quasi ossessivo!) con cui la rimarchi...
  • 0

#52 dimensionidol

dimensionidol

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2230 Messaggi:

Inviato 03 giugno 2009 - 12:13

A te piacciono i Muse... beh, non parlarmi di pacchianate, per piacere...


effettivamente...  :-\

il mio preferito (ma comunque di poco) resta probabilmente proprio OO VOID...perche' il piu' primitivo...ed il meno arrangiato...diciamo la "sostanza" senza raffinazione...un album tributo agli earth...ma che si spinge ancora oltre...

per il resto mi piacciono tutti allo stesso modo...e cioe' parecchio..solo flight of the behemoth non mi convince molto....
  • 0

#53 Notker

Notker

    Scaruffiano

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 18302 Messaggi:

Inviato 03 giugno 2009 - 12:16

e dopo questa bordata di O'Malley & co. una bella vacanza per tutti, eh :D
  • 0
« La schiena si piega solo quando l'anima è già piegata »
(Arturo Toscanini)

molti si chiedono se il pop/rock possa essere una forma d'arte musicale o meno; ebbene, lo è sicuramente... ma solo quando risponde al requisito esposto da Don Van Vliet:
« Non voglio vendere la mia musica. Vorrei regalarla, perché da dove l'ho presa non bisogna pagare per averla »

#54 dimensionidol

dimensionidol

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2230 Messaggi:

Inviato 03 giugno 2009 - 12:17

Si', un paté, un papocchio, una cosa in cui gli elementi sono dosati a caso e direzionati cosi' come viene, forse secondo un flusso istintivo - assai poco raffinato e intellettuale - che a qualcuno piace leggere come Ispirazione, Fuoco Interiore o che altro. Per me e' una schifezza, un soufflé sgonfio, un panettone horror messo assieme alla bell'e meglio


ecco...bravo...ora che ti sei sfogato...spiegaci...argomentando pero'...perche' lo ritieni un cattivo album....altrimenti sei tu a non essere "direzionato"....
  • 0

#55 Giubbo

Giubbo

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3946 Messaggi:

Inviato 03 giugno 2009 - 12:29

@ Frankie:

non ho mai detto che il disco degli Ascend non sia stato preso in considerazione, ma che sia stato snobbato, ovvero sottovalutato. li si che c'era jazz.

in Monoloths di jazz non ne sento proprio. gli strumenti che menzioni tu sembrano solo un egocentrico arricchimento di quello che è (da sempre) la base della musica dei Sunn O))): riff lentissimi e distorti (metal). l'unico pezzo che si distingue dalla solita solfa è Alice, che però prende (troppo) spunto dagli Earth di "the bee made honey in the lion's skull".

per quanto mi riguarda, un disco "non male", travestito da figata in pompa magna - capolavoro del decennio '00.
  • 0

#56 wago

wago

    FURTHERMORE

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 18543 Messaggi:
  • LocationBergamo

Inviato 03 giugno 2009 - 12:31

I Muse sono pacchiani, penso che sappiano di esserlo, e anche se cosi' non fosse lo so io: mi piacciono per quello. Come mi piacciono i VNV Nation perche' incommensurabilmente tamarri.
Vorrei capire nei tanti ammiratori di questo disco se l'approccio e' "minchia che tamarrata il growl Chtulu-style che parla di Aghartha, e che figata da brivido che mi esce a vedermi in quei paesaggi da horror superprodotto" (il gusto che c'e' nel vedersi "300" o il film dei Transformers) oppure niente del genere, ma al contrario una cosa tipo "ah l'anima che brucia! ah lo Sturm und Drang! ah gli abissi dell'esistenza umana come viole al martirio nel Caos del Grande Bisonte! E che raffinatezza il coralismo monastico, come coglie e dipinge la sacralita' delle Sofferenze che dilaniano il Nostro Spirito!".
Io vedo questo disco - e tutto cio' che si muove in territori di commistione sacro/profano metallo/monastero psichedelia/orchestra_stuprata - come tendenzialmente molto piu' vicino al primo approccio che al secondo, vuoi perche' il secondo mi sembra piu' pacchiano/ingenuo del primo, vuoi perche' in ogni caso credo servano un'ispirazione e/o una lucidita' fuori misura per risultare davvero raffinati e capaci di una visione d'insieme sulla propria opera avendo a che fare con una materia sonora cosi' spinosa e ricca.

Mi interessa capire questa cosa, perche' se l'approccio con cui tutti apprezzano questo disco e' il secondo allora saluti, lo lascio a voi perche' non mi interessa proprio. Se e' il primo, che sento molto piu' congegnale a me (mi piacciono i Muse, come giustamente osservato) posso mettermici in un'ottica diversa da quella che fino ad ora e' stata suggerita e forse arrivare ad apprezzare. Se la via e' un'altra ancora, pero', vorrei capire qual e', perche' prima di tutto mi interessa comprendere come diavolo faccia un disco simile a piacere ad altri: le motivazioni che ho letto fino ad ora (cito a caso: "e' toccante", "fonde metal e avanguardia", "ha delle voci persiane", "e' innovativo", perfino "e' pop") mi sembrano traballanti almeno finche' non si esplicitino le premesse su cui si fondano ("e' innovativo" - ad esempio - si basa su uno storicismo che lascio volentieri ad altri, mentre "e' toccante" boh: come tocca? cosa tocca? a me non tocca, irrita, ma forse capendo cosa dovrebbe toccare posso arrivare anche io a comprendere...).
  • 0

#57 White Duke

White Duke

    facente parte dell'élite

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 16289 Messaggi:

Inviato 03 giugno 2009 - 12:39

P.s.: ci tengo a precisare che non è la tua opinione a infastidirmi, ma il modo (quasi ossessivo!) con cui la rimarchi...


Adesso mi becco dell'avvocato se non di peggio, ma sul rimarcare quanto schifi un album o un gruppo è dura batterti eh :P + :P e pure  :P
  • 0
"No matter how high are one's estimates of human stupidity, one is repeatedly and recurrently startled by the fact that: a) people whom one had once judged rational and intelligent turn out to be unashamedly stupid b) day after day, with unceasing monotony, one is harassed in one's activities by stupid individuals who appear suddenly and unespectedly in the most inconvenient places and at the most improbable moments" (Carlo M. Cipolla)

#58 dimensionidol

dimensionidol

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2230 Messaggi:

Inviato 03 giugno 2009 - 13:04

Mi interessa capire questa cosa, perche' se l'approccio con cui tutti apprezzano questo disco e' il secondo allora saluti, lo lascio a voi perche' non mi interessa proprio.


questo e' un problema tuo o nostro...non del disco...

("e' innovativo" - ad esempio - si basa su uno storicismo che lascio volentieri ad altri, mentre "e' toccante" boh: come tocca? cosa tocca? a me non tocca, irrita, ma forse capendo cosa dovrebbe toccare posso arrivare anche io a comprendere...)


e cosa ne so?

come faccio a dire cosa "tocca" o cosa no scusa?

non si puo' analizzare la soggettivita'...

gli argomenti trattati dai sunn sono sempre stati piu' o meno quelli...l'esoterismo...il mistero...e tutto cio' che ne comporta...

se tutto cio' e' per te di cattivo gusto...sono affari tuoi...esula dal fatto che il disco sia riuscito o meno...

eppoi in una anlisi musicale cosa c'entra?

e' come nella recensione si stefano bianchi...ove si menziona il fatto che oramai tutti usano il saio...e che per questo....il fatto che lo usino loro e' pacchiano...

ma chi se ne frega?

lo sappiamo benissimo che la gente si basa sull'immagine...ma che lo si faccia analizzando un disco....mi sembra che questo sia "pacchiano"...


  • 0

#59 dimensionidol

dimensionidol

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2230 Messaggi:

Inviato 03 giugno 2009 - 13:11

I Muse sono pacchiani, penso che sappiano di esserlo, e anche se cosi' non fosse lo so io: mi piacciono per quello. Come mi piacciono i VNV Nation perche' incommensurabilmente tamarri.


e quindi?

questo dimostra ancora di piu' che qui siamo al "i miei gusti sono meglio dei vostri"...


  • 0

#60 frankie teardrop

frankie teardrop

    That's right, The Mascara Snake, fast and bulbous

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21332 Messaggi:
  • LocationPalma Campania (Napoli)

Inviato 03 giugno 2009 - 13:36


I Muse sono pacchiani, penso che sappiano di esserlo, e anche se cosi' non fosse lo so io: mi piacciono per quello. Come mi piacciono i VNV Nation perche' incommensurabilmente tamarri.


e quindi?

questo dimostra ancora di piu' che qui siamo al "i miei gusti sono meglio dei vostri"...



Appunto.
Wago, ho l'impressione che tu stia cercando di farti spiegare perchè questo disco sia "pacchiano", "brutto", etc... Ma come posso farlo, io, se a me questo disco piace? E vuoi capire come possa piacere questo disco agli altri? Ma che cavolo significa? E' un labirinto di seghe mentali, scusami...



Adesso mi becco dell'avvocato se non di peggio, ma sul rimarcare quanto schifi un album o un gruppo è dura batterti eh :P + :P e pure  :P


Be', io almeno i dischi li ascolto fino alla fine prima di difenderli o di attaccarli... Tzè...


in Monoloths di jazz non ne sento proprio.


Come rimarcato in sede di recensione, ve ne sono tracce in "Hunting & Gathering (Cydonia)" e in "Alice". Non dico che si tratta di un disco jazz... ma che alcuni passaggi sono di chiara ascendenza jazzistica. Tutto qua.

gli strumenti che menzioni tu sembrano solo un egocentrico arricchimento di quello che è (da sempre) la base della musica dei Sunn O))): riff lentissimi e distorti (metal). l'unico pezzo che si distingue dalla solita solfa è Alice, che però prende (troppo) spunto dagli Earth di "the bee made honey in the lion's skull".


Opinione tua, quella riguardante "l'egocentrico arricchimento di quello che è (da sempre) la base della musica dei Sunn O)))". Personalmente, io ci vedo un grande coraggio di spingersi oltre.
Quanto ad "Alice", ho scritto, per l'appunto, che la radice sono gli Earth più recenti (cazzo: c'è Carlson alla chitarra, lo sapranno loro, no?)... ma, diavolo, si va oltre... questo è innegabile.
  • 0




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq