Vai al contenuto


Foto
- - - - -

Sunn O))) - Monoliths & Dimensions


  • Please log in to reply
358 replies to this topic

#61 wago

wago

    FURTHERMORE

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 18621 Messaggi:
  • LocationBergamo

Inviato 03 giugno 2009 - 14:31



I Muse sono pacchiani, penso che sappiano di esserlo, e anche se cosi' non fosse lo so io: mi piacciono per quello. Come mi piacciono i VNV Nation perche' incommensurabilmente tamarri.


e quindi?

questo dimostra ancora di piu' che qui siamo al "i miei gusti sono meglio dei vostri"...



Appunto.
Wago, ho l'impressione che tu stia cercando di farti spiegare perchè questo disco sia "pacchiano", "brutto", etc... Ma come posso farlo, io, se a me questo disco piace? E vuoi capire come possa piacere questo disco agli altri? Ma che cavolo significa? E' un labirinto di seghe mentali, scusami...


Alt alt alt. Io non sono qui per convincere voi che questo disco fa schifo, né tantomeno per farmi spiegare da voi che non lo credete perché mai sarebbe pacchiano. Che fa schifo ed e' pacchiano, grazie, ma lo vedo da me. Che fa schifo a me ed è pacchiano per me, sia chiaro.
Voglio invece capire perche' piace a voi. E non c'e' nessunissimo, credetemi nessunissimo, "i miei gusti sono meglio dei vostri" in questo. Voglio capire se il vostro approccio al disco puo' adattarsi a me oppure no. Ed e' assolutamente ovvio che il problema e' mio, non vostro e non nel disco, se non riesco a "farmelo piacere" pensando UH LO STURM UND DRANG. Il fatto e' che in tutta franchezza dello Sturm und Drang non so che farmene, e se nel disco solo quello c'e' allora lascio perdere e tanti saluti.
Nelle argomentazioni in ballo per ora vedo solo sacri fuochi, richiami al quanto sono avant certe soluzioni e deliranti rivendicazioni di spirito pop. Se i motivi per amare "Monolyths and Dimensions" sono tutti qua molto tranquillamente me ne torno ad ascoltare altro e a discutere di altro, perche' qua non c'e' alcunche' che possa interessarmi.
Vedendo pero' tutti questi consensi, e anche da parte di persone di cui ho grande stima, mi ero fatto l'illusione che potesse starci dell'altro in questo disco. Mi sbaglio?

Non stare a rispondermi che e' tutto nella recensione, frankie, perche' l'ho letta e non ne ho cavato un ragno dal buco, come spesso mi capita con quello che scrivi: non perche' sia mal scritta o che, ma perche' tendi a far leva su aspetti che mi toccano molto poco. Talvolta ci piacciono cose simili, ma per motivi molto lontani: siamo ascoltatori molto diversi.
Mi piacerebbe leggere anche il parere di qualcun altro, che ne so, sapere cosa smuove le anime degli entusiasti khonnor, maedhros, Claudio (che pure, fra loro e a me, come tipi di ascoltatori sono piuttosto distanti...). Quando ascoltate e apprezzate "Monolyths and Dimension", l'idea di tamarrata pazzesca non vi passa per la testa?
  • 0

#62 khonnor

khonnor

    xy

  • Validating
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 16690 Messaggi:

Inviato 03 giugno 2009 - 16:27

Sono un tipo di ascoltatore che bada molto poco ai motivi per i quali un disco è bello, tendo ad essere molto emozionale nell'ascolto e di conseguenza spesso mi riesce difficile adottare un approccio maggiormente tecnico.

Le mie osservazioni sul disco in questione mi sembra comunque di averle fatte, trovo sia animato da uno spirito assolutamente nuovo nel genere. Anche se infatti non passo certo per cultore di questo tipo di musiche, devo dire che sia gli Earth che gli stessi Sunn O))) non mi hanno mai fatto schifo, anzi. Trovo Hex un disco particolarmente riuscito, e questo dei Sunn O))), forse per il suo essere maggiormente accessibile, sicuramente il migliore nel lotto della loro produzione.

Evitando l'effetto-mattone, proponendo più frequenti variazioni sul tema dominante delle tracce, abbattendo i semplici muri dark costruiti dalle chitarre, O'Malley e socio hanno trovato la perfetta quadratura del cerchio senza perdersi eccessivamente in seghe mentali tantocosìperfare. Ho l'idea che mai come in questo disco il progetto abbia trovato la formula ideale, una formula che prevede bordate più amichevoli, un appeal, se vogliamo, più gothic ed in generale una varietà che prima faticavo a trovare. Per me, aggiornando le peculiarità del genere e srotolando la matassa, hanno davvero intuito una strada nuova che ridarà sicuramente nuova linfa a tutti i loro adepti in sincera crisi di indentità.
  • 0

noncuranti della fine, del calore, di poterci sciogliere.

or | mail


#63 Hybris

Hybris

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 411 Messaggi:

Inviato 03 giugno 2009 - 17:44

a tutti i loro adepti in sincera crisi di indentità.


Eh ma sono tutti altri gruppi di O'Malley
  • 0

#64 frankie teardrop

frankie teardrop

    That's right, The Mascara Snake, fast and bulbous

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21556 Messaggi:
  • LocationPalma Campania (Napoli)

Inviato 03 giugno 2009 - 18:37

Wago, il disco mi piace perchè mi provoca forti emozioni.
Credimi, non ho una formula matematica per esprimere queste emozioni. Ho cercato di raccontarle in sede di recensione. Se non ti basta quello, amen.

Quando ascoltate e apprezzate "Monolyths and Dimension", l'idea di tamarrata pazzesca non vi passa per la testa?


Penso che questo passaggio spieghi bene il tuo modo di porsi rispetto a questo disco. Ma scusa... se ascolto un disco e lo apprezzo, perchè cavolo dovrebbe passarmi per la testa che si tratti di una "tamarrata pazzesca"? Io davvero, a questo punto, faccio fatica a capire dove tu voglia andare a parare...
  • 1

#65 totem

totem

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2698 Messaggi:

Inviato 03 giugno 2009 - 20:25

Ma wago, gli altri dischi dei sunn ti piacciono? E' solo questo che non ti convince?
  • 0

#66 wago

wago

    FURTHERMORE

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 18621 Messaggi:
  • LocationBergamo

Inviato 03 giugno 2009 - 22:52

se ascolto un disco e lo apprezzo, perchè cavolo dovrebbe passarmi per la testa che si tratti di una "tamarrata pazzesca"?


Davvero non ti piace niente di kitsch? In nessun caso apprezzi qualcosa proprio in quanto decisamente oltre il limite del buon gusto? Io quando ascolto i VNV, i Muse o gli ELP, quando mi sparo zarrate tipo 300 The End of Evangelion o Matrix 2, non riesco a non pensare "minchia che tamarrata" e goderne profondamente. Non vedo alcuna contraddizione tra l'essere tamarro e il piacere, ma almeno per me e' perfettamente chiaro quando qualcosa passa dal senso del kitsch per piacermi. Questo "Monolyths" mi fa  accendere la spia "warning: kitsch" dopo pochissimi minuti, e cio' che davvero mi sorprende e' che non sia cosi' per gli altri. Al punto tale che pare piacere un po' unanimemente perche' raffinato, profondo e spirituale senza minimamente passare per quella che a me risulta come prima e piu' banale reazione a questo tipo di musica: "minchia, che tamarrata!".

Per totem: dei precedenti dischi di O' Malley, a nome Sunn O))) o meno, ho ascoltato solo cose sparse e ricavandone l'impressione di una noia mortale priva di alcuna capacita' compositiva. Di cattivo gusto pero' no, questa e' stata sostanzialmente una novita' sperimentata giusto con questo "Monolyths and Dimensions". Sara' che gli altri li avevo ascoltati male e di sfuggita...
  • 0

#67 Abe

Abe

    Sharing Passions

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12287 Messaggi:
  • LocationKBH V, Danmark

Inviato 03 giugno 2009 - 23:02

il disco mi piace perchè mi provoca forti emozioni.


Si capisce tutto già dall'inizio, dopo soli 5 minuti di ''Aghartha'' quando quella voce parte, ed inizia ad intonare vengono i brividi sulla schiena proprio.

Uno splendido viaggio di emozione pura, in perfetto stile Sunn O)))  :-* (non lo trovo sconvolgentemente diverso rispetto ai precedenti)
  • 0

#68 Claudio

Claudio

    I am what I play

  • Administrators
  • 35282 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 03 giugno 2009 - 23:09


Quando ascoltate e apprezzate "Monolyths and Dimension", l'idea di tamarrata pazzesca non vi passa per la testa?

Penso che questo passaggio spieghi bene il tuo modo di porsi rispetto a questo disco. Ma scusa... se ascolto un disco e lo apprezzo, perchè cavolo dovrebbe passarmi per la testa che si tratti di una "tamarrata pazzesca"? Io davvero, a questo punto, faccio fatica a capire dove tu voglia andare a parare...


La cosa è ancor più complessa: c'è tamarrata buona e tamarrata cattiva, e a questo punto cresce la curiosità per sapere fino a che punto una tamarrata può essere tamarra  :-X
  • 0

#69 vuvu

vuvu

    الرجل المكرسة لقضية المرأة ويقع في

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 16498 Messaggi:

Inviato 04 giugno 2009 - 00:41

La formula ipnotica di Stephen O??Malley e Greg Anderson è altamente seducente, ma comincia seriamente a stancare. Stavolta, l??annullamento funereo e/o "dronico" devasta anima e corpo solo in alcuni passaggi. L'introduttiva "Aghartha" resta sospesa nel limbo delle pulsazioni metallurgiche circolari, con tanto di "narrato" insipido.
"Big Church" sembra uscita da uno dei tanti film orrorifici di serie C del nuovo millennio, e a poco servono le ripartenze metalliche sparse qua e là durante l'inutile omelia. La partenza di "Hunting & Gathering" è un copia-incolla "siderurgico"/"pachidermico" delle deframmentazioni atonali e catartiche proprie dell'ultimo Ajilvsga. Mentre "Alice" è di gran lunga il momento più alto dell'opera. Con esso, i monaci riescono ad allontanarsi dal loro polimero organico (ormai decodificato in toto), saggiamente stratificato secondo le decennali leggi del drone-doom metal, dando vita a una nuovissima astrazione celeste. A tratti sembra quasi di ascoltare un Rob "Lichens" Lowe versione doom. Difatti, in "Alice" noto (paradossalmente) la stessa modulazione desertica, la stessa arcana liturgia. Inoltre, reputo meravigliosa la chiusura angelica in jazz appeal.

Monoliths & Dimensions mostra qualche papabile guizzo futuro solo attraverso la sua coda. Il resto è la solita accozzaglia doom piena di conservanti, da usare e depositare in fretta. Il pendolo ipnotico dei  Sunn O))) sembra davvero arrugginito.

Intanto, corro a riascoltarmi "Seven Angels", "Teeth of Lions Rule the Divine" e "Like Gold and Faceted": triangolazione sublime di Earth 2: Special Low-Frequency Version degli inarrivabili Earth.

  • 0

"L'intensità del rumore provoca ostilità, sfinimento, narcisismo, panico e una strana narcosi." (Adam Knieste, cit.)

 

"Deve rimanere solo l'amore per l'arte, questo aprire le gambe e farsi immergere dal soffio celeste dello Spirito." (Simon, cit.)

 

La vita è bella solo a Ibiza (quando non c'è nessuno).


#70 simon

simon

    Scaruffiano

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11579 Messaggi:

Inviato 04 giugno 2009 - 00:42

8/9 e disco dell'anno fino a questo momento

Mentre "Alice" è di gran lunga il momento più alto dell'opera. Con esso, i monaci riescono ad allontanarsi dal loro polimero organico (ormai decodificato in toto), saggiamente stratificato secondo le decennali leggi del drone-doom metal, dando vita a una nuovissima astrazione celeste.

  :-* :-* :-* :-* :-*


  • 0

#71 unkle

unkle

    you fucking people make me sick

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2672 Messaggi:
  • Locationfrom the hill

Inviato 04 giugno 2009 - 07:50

Questo "Monolyths" mi fa  accendere la spia "warning: kitsch" dopo pochissimi minuti, e cio' che davvero mi sorprende e' che non sia cosi' per gli altri.


Non ti resta che fartene una ragione.

Io per esempio mi sorprendo come la gente faccia a votare Berlusconi, ma questa è un'altra storia...
  • 0

#72 brachilone

brachilone

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3209 Messaggi:

Inviato 04 giugno 2009 - 07:58

Dopo aver ascoltato più volte Aghartha, Big Church e Hunting & Gathering concordo con Wago, è uno dei dischi più tamarri che abbia mai sentito. Però penso sia solo questione di sensibilità al genere, essendo novizi o quasi è più difficile cogliere determinate sfumature. Ma diciamo che questo disco non mi ci ha fatto avvicinare...
Appena mi si caricherà sul tubo sentirò anche Alice
  • 0

#73 Bandit

Bandit

    Lorenzo Righetto

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10916 Messaggi:
  • LocationMilano

Inviato 04 giugno 2009 - 08:48

se ascolto un disco e lo apprezzo, perchè cavolo dovrebbe passarmi per la testa che si tratti di una "tamarrata pazzesca"?


Davvero non ti piace niente di kitsch? In nessun caso apprezzi qualcosa proprio in quanto decisamente oltre il limite del buon gusto? Io quando ascolto i VNV, i Muse o gli ELP, quando mi sparo zarrate tipo 300 The End of Evangelion o Matrix 2, non riesco a non pensare "minchia che tamarrata" e goderne profondamente. Non vedo alcuna contraddizione tra l'essere tamarro e il piacere, ma almeno per me e' perfettamente chiaro quando qualcosa passa dal senso del kitsch per piacermi. Questo "Monolyths" mi fa  accendere la spia "warning: kitsch" dopo pochissimi minuti, e cio' che davvero mi sorprende e' che non sia cosi' per gli altri. Al punto tale che pare piacere un po' unanimemente perche' raffinato, profondo e spirituale senza minimamente passare per quella che a me risulta come prima e piu' banale reazione a questo tipo di musica: "minchia, che tamarrata!".

Per totem: dei precedenti dischi di O' Malley, a nome Sunn O))) o meno, ho ascoltato solo cose sparse e ricavandone l'impressione di una noia mortale priva di alcuna capacita' compositiva. Di cattivo gusto pero' no, questa e' stata sostanzialmente una novita' sperimentata giusto con questo "Monolyths and Dimensions". Sara' che gli altri li avevo ascoltati male e di sfuggita...


il tamarro non è una categoria dell'Arte, pare.
  • 0

Immagine inserita


#74 brachilone

brachilone

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3209 Messaggi:

Inviato 04 giugno 2009 - 08:54


se ascolto un disco e lo apprezzo, perchè cavolo dovrebbe passarmi per la testa che si tratti di una "tamarrata pazzesca"?


Davvero non ti piace niente di kitsch? In nessun caso apprezzi qualcosa proprio in quanto decisamente oltre il limite del buon gusto? Io quando ascolto i VNV, i Muse o gli ELP, quando mi sparo zarrate tipo 300 The End of Evangelion o Matrix 2, non riesco a non pensare "minchia che tamarrata" e goderne profondamente. Non vedo alcuna contraddizione tra l'essere tamarro e il piacere, ma almeno per me e' perfettamente chiaro quando qualcosa passa dal senso del kitsch per piacermi. Questo "Monolyths" mi fa  accendere la spia "warning: kitsch" dopo pochissimi minuti, e cio' che davvero mi sorprende e' che non sia cosi' per gli altri. Al punto tale che pare piacere un po' unanimemente perche' raffinato, profondo e spirituale senza minimamente passare per quella che a me risulta come prima e piu' banale reazione a questo tipo di musica: "minchia, che tamarrata!".

Per totem: dei precedenti dischi di O' Malley, a nome Sunn O))) o meno, ho ascoltato solo cose sparse e ricavandone l'impressione di una noia mortale priva di alcuna capacita' compositiva. Di cattivo gusto pero' no, questa e' stata sostanzialmente una novita' sperimentata giusto con questo "Monolyths and Dimensions". Sara' che gli altri li avevo ascoltati male e di sfuggita...


il tamarro non è una categoria dell'Arte, pare.


No, è un modo come un altro di fare musica, che può piacere o no
  • 0

#75 Bandit

Bandit

    Lorenzo Righetto

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10916 Messaggi:
  • LocationMilano

Inviato 04 giugno 2009 - 09:00



se ascolto un disco e lo apprezzo, perchè cavolo dovrebbe passarmi per la testa che si tratti di una "tamarrata pazzesca"?


Davvero non ti piace niente di kitsch? In nessun caso apprezzi qualcosa proprio in quanto decisamente oltre il limite del buon gusto? Io quando ascolto i VNV, i Muse o gli ELP, quando mi sparo zarrate tipo 300 The End of Evangelion o Matrix 2, non riesco a non pensare "minchia che tamarrata" e goderne profondamente. Non vedo alcuna contraddizione tra l'essere tamarro e il piacere, ma almeno per me e' perfettamente chiaro quando qualcosa passa dal senso del kitsch per piacermi. Questo "Monolyths" mi fa  accendere la spia "warning: kitsch" dopo pochissimi minuti, e cio' che davvero mi sorprende e' che non sia cosi' per gli altri. Al punto tale che pare piacere un po' unanimemente perche' raffinato, profondo e spirituale senza minimamente passare per quella che a me risulta come prima e piu' banale reazione a questo tipo di musica: "minchia, che tamarrata!".

Per totem: dei precedenti dischi di O' Malley, a nome Sunn O))) o meno, ho ascoltato solo cose sparse e ricavandone l'impressione di una noia mortale priva di alcuna capacita' compositiva. Di cattivo gusto pero' no, questa e' stata sostanzialmente una novita' sperimentata giusto con questo "Monolyths and Dimensions". Sara' che gli altri li avevo ascoltati male e di sfuggita...


il tamarro non è una categoria dell'Arte, pare.


No, è un modo come un altro di fare musica, che può piacere o no


infatti, il mio intervento era sarcastico.
  • 0

Immagine inserita


#76 Notker

Notker

    Scaruffiano

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 18302 Messaggi:

Inviato 04 giugno 2009 - 09:16



Quando ascoltate e apprezzate "Monolyths and Dimension", l'idea di tamarrata pazzesca non vi passa per la testa?

Penso che questo passaggio spieghi bene il tuo modo di porsi rispetto a questo disco. Ma scusa... se ascolto un disco e lo apprezzo, perchè cavolo dovrebbe passarmi per la testa che si tratti di una "tamarrata pazzesca"? Io davvero, a questo punto, faccio fatica a capire dove tu voglia andare a parare...


La cosa è ancor più complessa: c'è tamarrata buona e tamarrata cattiva, e a questo punto cresce la curiosità per sapere fino a che punto una tamarrata può essere tamarra  :-X


continuiamo così... facciamoci del male

Immagine inserita
  • 0
« La schiena si piega solo quando l'anima è già piegata »
(Arturo Toscanini)

molti si chiedono se il pop/rock possa essere una forma d'arte musicale o meno; ebbene, lo è sicuramente... ma solo quando risponde al requisito esposto da Don Van Vliet:
« Non voglio vendere la mia musica. Vorrei regalarla, perché da dove l'ho presa non bisogna pagare per averla »

#77 frankie teardrop

frankie teardrop

    That's right, The Mascara Snake, fast and bulbous

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21556 Messaggi:
  • LocationPalma Campania (Napoli)

Inviato 04 giugno 2009 - 09:25


Questo "Monolyths" mi fa  accendere la spia "warning: kitsch" dopo pochissimi minuti, e cio' che davvero mi sorprende e' che non sia cosi' per gli altri.


Non ti resta che fartene una ragione.

Io per esempio mi sorprendo come la gente faccia a votare Berlusconi, ma questa è un'altra storia...


Eh, per l'appunto...
  • 0

#78 dimensionidol

dimensionidol

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2230 Messaggi:

Inviato 04 giugno 2009 - 11:57

Davvero non ti piace niente di kitsch? In nessun caso apprezzi qualcosa proprio in quanto decisamente oltre il limite del buon gusto?


praticamente mai...

anche perche' se e' di cattivo gusto e' brutto...percio' sarei fondamentalmente masochista...

ovviamente dal "mio" punto di vista..
  • 0

#79 dimensionidol

dimensionidol

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2230 Messaggi:

Inviato 04 giugno 2009 - 12:01


Voglio invece capire perche' piace a voi.Voglio capire se il vostro approccio al disco puo' adattarsi a me oppure no.Il fatto e' che in tutta franchezza dello Sturm und Drang non so che farmene, e se nel disco solo quello c'e' allora lascio perdere e tanti saluti.


e allora basta...

mica deve piacerti per forza...

nel tuo post hai gia' sviluppato una risposta....

non sono metodologie e sonorita' che ti aggradano...

e come se io cercassi a tutti i costi di capire perche' non mi piacciono gli ANIMAL COLLECTIVE...

tutti ne parlano e allora dovrebbero piacermi?

non vedo il perche'...dato che non sono per nulla avvezzo a quelle sonorita'...proprio storicamente....vale a dire che non lo sono mai stato...


"Big Church" sembra uscita da uno dei tanti film orrorifici di serie C del nuovo millennio, e a poco servono le ripartenze metalliche sparse qua e là durante l'inutile omelia.


eeeeeeehhhhhhhhhhhhh????

ma cosa cavolo c'entra con l'horror?

si parla di canti persiani...e' musica liturgica...

e' un pezzo ascendente....luminoso...non ha nulla a che vedere con l'oscurita'...

io proprio non comprendo perche' si debba sempre associare l'horror alle tonalita' minori e alle chitarre distorte...

ho l'impressione...da molti interventi in questo thread...che molte persone non abbiano i mezzi necessari per capire attraverso cosa passa l'evoluzione dei sunn o)))....

  • 0

#80 aries

aries

    Watcher of the skies.

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4415 Messaggi:
  • LocationInland Empire

Inviato 04 giugno 2009 - 12:25

che dite, ci do un ascolto o evito?
(sinceri)
  • 0
Electro alt-kraut ambient dreamy wave post worldgazer.
Immagine inserita

Questo sopra è un fumetto che ho appena pubblicato. Più info qui.
Qui c'è il mio Rym. Il sito coi miei lavori è invece qui.




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq