Vai al contenuto


Foto
* * * * - 5 Voti

L'horror che ho visto oggi


  • Please log in to reply
2329 replies to this topic

#21 Robert Plant

Robert Plant

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1543 Messaggi:

Inviato 28 agosto 2006 - 13:03


ben pochi secondo me hanno superato l'originale. Ti citerò alcuni titoli che, secondo me, perlomeno, non sfigurano nel confronto.

"Psycho" di Van Sant, "L'Alba Dei Morti Viventi" di Zach Snyder", "La Maschera Di Cera" di Jaume Collet Serra, "La Cosa" di John Carpenter...
"Piume di struzzo" di Mike Nichols, "The Ring" di Gore Verbinski, "L'esercito delle 12 scimmie" di Terry Gilliam, "La Mosca" di David Cronenberg, "Ocean's Eleven" di Steven Soderbergh, "King Kong" di Peter Jackson...

ma più che quelli riusciti mi vengono in mente quelli decisamente inferiori...ormai ne escono decine ogni anno...basti pensare ai remake de "Lavventura del Poseidon", "Il Presagio", "Alfie"....

Psycho di Van Sant è inutile
L'alba dei morti viventi di Snyder è orrendo e non regge proprio il confronto con il capolavoro di Romero
  • 0

#22 Val

Val

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 553 Messaggi:

Inviato 28 agosto 2006 - 13:19

Uh, i film horror sono una delle mie fonti di divertimento predilette  ;)

Poco tempo fa è uscito da noi Slither di James Gunn, un fanta-horror con Michael "Henrypioggiadisangue" Rooker che consiglio un pò a tutti, ma soprattutto ai nostalgici del cinema orrorifico degli anni '80. Il riferimento principale è quel Dimensione Terrore (Night of the Creeps) di Fred Dekker, A.D. 1986. Si perchè anche qui ci sono delle larve-sanguisughe aliene che si vogliono impadronire del pianeta e blah blah, ma ci sono anche echi di Society di Brian Yuzna, che reputo uno dei migliori horror degli ultimi trent'anni, e altri horror "ironici" di quel periodo. Consigliato.

Mentre della serie "chissà se mai uscirà anche da noi" (probabile) consiglio la visione di Hard Candy di David Slade, che in realtà non è horror ma è un thriller psicologico fatto veramente bene. Dal momento che tratta un argomento delicato come la pedofilia, il film non ha tardato ad essere bersagliato dalle solite polemiche...comunque due bravi attori (Ellen Page in particolare, la Kitty Pride di X-men 3, è davvero strepitosa) e brivido garantito soprattutto per i maschietti.
  • 0

#23 Guest_vegeta_*

Guest_vegeta_*
  • Guests

Inviato 28 agosto 2006 - 13:30



ben pochi secondo me hanno superato l'originale. Ti citerò alcuni titoli che, secondo me, perlomeno, non sfigurano nel confronto.

"Psycho" di Van Sant, "L'Alba Dei Morti Viventi" di Zach Snyder", "La Maschera Di Cera" di Jaume Collet Serra, "La Cosa" di John Carpenter...
"Piume di struzzo" di Mike Nichols, "The Ring" di Gore Verbinski, "L'esercito delle 12 scimmie" di Terry Gilliam, "La Mosca" di David Cronenberg, "Ocean's Eleven" di Steven Soderbergh, "King Kong" di Peter Jackson...

ma più che quelli riusciti mi vengono in mente quelli decisamente inferiori...ormai ne escono decine ogni anno...basti pensare ai remake de "Lavventura del Poseidon", "Il Presagio", "Alfie"....

Psycho di Van Sant è inutile
L'alba dei morti viventi di Snyder è orrendo e non regge proprio il confronto con il capolavoro di Romero


mi sono stati chiesti degli esempi e io ho dato il mio parere. E' ovvio che non siano giudizi inapellabili, ognuno ha i suoi gusti.

#24 Homer

Homer

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3019 Messaggi:
  • LocationBoston

Inviato 28 agosto 2006 - 14:19

["The Ring" di Gore Verbinski, "L'esercito delle 12 scimmie" di Terry Gilliam


Io non ho visto Ringu, ma solo la versione americana e lo trovo davvero un buon horror moderno (nel senso di horror uscito negli ultimi anni).

L'esercito delle 12 scimmie (che ho visto una sola volta e non ricordo quasi per nulla)...ma di chi è l'originale?

  • 0

"Beh, devo essere ottimista. Va bene, dunque, perché vale la pena di vivere? Ecco un’ottima domanda. Beh, esistono al mondo alcune cose, credo, per cui valga la pena di vivere. E cosa? Ok. Per me... io direi... per Groucho Marx tanto per dirne una, e Willie Mays e... il secondo movimento della sinfonia Jupiter... Louis Armstrong, l'incisione Potatoehea Vlues... i film svedesi naturalmente... L’educazione sentimentale di Flaubert... Marlon Brando, Frank Sinatra, quelle incredibili... mele e pere di Cézanne, i granchi di Sam Wo, il viso di Tracey"

"Saigon. Merda. Sono ancora soltanto a Saigon. Ogni volta penso che mi risveglierò di nuovo nella giungla"


#25 Guest_vegeta_*

Guest_vegeta_*
  • Guests

Inviato 28 agosto 2006 - 14:33


["The Ring" di Gore Verbinski, "L'esercito delle 12 scimmie" di Terry Gilliam


Io non ho visto Ringu, ma solo la versione americana e lo trovo davvero un buon horror moderno (nel senso di horror uscito negli ultimi anni).

L'esercito delle 12 scimmie (che ho visto una sola volta e non ricordo quasi per nulla)...ma di chi è l'originale?


anch'io ho trovato "The Ring" (solo il primo eh) un buon horror.

il film di Gilliam è il remake del film "La Jetéè" del francese Marquer, un vero piccolo grande capolavoro.

#26 Homer

Homer

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3019 Messaggi:
  • LocationBoston

Inviato 28 agosto 2006 - 15:57

anch'io ho trovato "The Ring" (solo il primo eh) un buon horror.


Non lo so, il secondo capitolo qualcosa di buono lo ha (ad esempio, la scena nel pozzo, con un chiaro riferimento a L'esorcista, almeno a mio modo di vedere), però è abbastanza debole al confronto con il primo. Certo, torna un tema caro al regista nipponico presente anche in Dark Water (piacevolissima scoperta), ma non basta.

Però nel DVD che ho noleggiato (sempre del secondo), tra gli extra c'era un video girato in digitale (non mi ricorso da chi, ma non da Nakata), della durata di 14 minuti circa in cui si parlava del ragazzo che c'è all'inizio del film (di quando ha visto la cassetta e di come è arrivato ad invitare la ragazza a casa sua per vederlo). Forse meglio del film in se stesso. E una lunga sequenza tagliata all'inizio, che contestualizzava un pò di più la situazione di partenza del secondo capitolo (l'arrivo di Rachel e la sistemazione della nuova casa).
  • 0

"Beh, devo essere ottimista. Va bene, dunque, perché vale la pena di vivere? Ecco un’ottima domanda. Beh, esistono al mondo alcune cose, credo, per cui valga la pena di vivere. E cosa? Ok. Per me... io direi... per Groucho Marx tanto per dirne una, e Willie Mays e... il secondo movimento della sinfonia Jupiter... Louis Armstrong, l'incisione Potatoehea Vlues... i film svedesi naturalmente... L’educazione sentimentale di Flaubert... Marlon Brando, Frank Sinatra, quelle incredibili... mele e pere di Cézanne, i granchi di Sam Wo, il viso di Tracey"

"Saigon. Merda. Sono ancora soltanto a Saigon. Ogni volta penso che mi risveglierò di nuovo nella giungla"


#27 Guest_vegeta_*

Guest_vegeta_*
  • Guests

Inviato 28 agosto 2006 - 19:08

che dirti? "The Ring 2" l'ho trovato di una noia mortale...e perdipiù si è perso del tutto quel discorso sulla riproduzione dell'immagine che era davvero interessante nel primo film.

di "Dark Water" ho visto solo il remake di Walter Salles, abbastanza piatto.

#28 Chyro

Chyro

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 259 Messaggi:

Inviato 30 agosto 2006 - 11:44

controvoglia, sono stato costretto a sorbirmi " FRAGILE" di Jaume Balagueró  con protagonista "Ally McBeal"
bah.. che dire..
solito cliché, solita trama,  niente pathos niente emozione ma tanta noia e banalità  ma soprattutto rabbia per il tempo perso davanti al televisore...

del resto, ormai, sono diversi anni che film con tematiche horror, in particolare quelli con bambini morti, spiriti et similia, sembrano tutti in competizione a  chi spara la cazzata più grossa..

sconsigliato vivamente.
voto: -1
  • 0
ciò che è grande, ai mediocri appare oscuro
ma ciò che anche un idiota può afferrare non è degno di me.

#29 Bob Harris

Bob Harris

    pivello

  • Members
  • Stelletta
  • 13 Messaggi:

Inviato 30 agosto 2006 - 13:54

Mah, io ho trovato L' Alba dei Morti Viventi di Snyder bruttino forte, ma più che altro ho trovato irritante il fatto che i suoi zombie corressero, lottassero con forza e cose del genere. Adoro la tri(quadri?)logia di Romero e sono legato all' immagine dello zombie in trance, debole e lento, a mio parere molto più affascinante. Per quanto riguarda Le Colline Hanno gli Occhi di Aja, l' ho trovato molto più violento dell' originale, quantomeno a livello di gore, anche se il finale di Craven spoiler con il tizio che accoltella l' ultimo sopravvissuto della famiglia di selvaggi con foga e ferocia animalesca, quasi maggiore di quella dei selvaggi stessi, /spoiler l' ho trovato più a effetto. In definitiva comunque non mi è sembrato un remake inutile, mi è sembrato al livello di quello di Non Aprite Quella Porta, che se comparato all' originale ci perde tantissimo, ma preso come film a se stante non è male.
  • 0

#30 Guest_vegeta_*

Guest_vegeta_*
  • Guests

Inviato 01 settembre 2006 - 11:44

controvoglia, sono stato costretto a sorbirmi " FRAGILE" di Jaume Balagueró  con protagonista "Ally McBeal"
bah.. che dire..
solito cliché, solita trama,  niente pathos niente emozione ma tanta noia e banalità  ma soprattutto rabbia per il tempo perso davanti al televisore...

del resto, ormai, sono diversi anni che film con tematiche horror, in particolare quelli con bambini morti, spiriti et similia, sembrano tutti in competizione a  chi spara la cazzata più grossa..

sconsigliato vivamente.
voto: -1


be -1 è veramente poco, ma sono d'accordop con te...un film visto e stra visto e che non fa paura a nessuno. Per me un 4,5.

#31 Nekokuma

Nekokuma

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1197 Messaggi:

Inviato 01 settembre 2006 - 12:06

Ho rivisto ieri, nella stupenda versione rimasterizzata in DVD (contenente anche un casino di extra bellissimi) Suspiria di Dario Argento, e per me rimane uno dei migliori horror mai girati, nonchè indiscutibilmente il miglior film di Argento in assoluto. A voi piace?
  • 0

#32 Guest_vegeta_*

Guest_vegeta_*
  • Guests

Inviato 01 settembre 2006 - 12:08

Ho rivisto ieri, nella stupenda versione rimasterizzata in DVD (contenente anche un casino di extra bellissimi) Suspiria di Dario Argento, e per me rimane uno dei migliori horror mai girati, nonchè indiscutibilmente il miglior film di Argento in assoluto. A voi piace?


molto.
Ma forse è meglio parlarne nell'altro thread dedicato all'horror.

#33 Nekokuma

Nekokuma

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1197 Messaggi:

Inviato 01 settembre 2006 - 12:10

giusto, riposto di là.
  • 0

#34 Homer

Homer

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3019 Messaggi:
  • LocationBoston

Inviato 13 settembre 2006 - 16:00

Ho visto Wrong Turn, film del 2004, diretto da Rob Schmidt (autore anche di Delitto + Castigo a Suburbia, che però non ho visto).
L'impressione è di un già visto, anche soltanto nel remake de Non aprite quella porta, almeni in un paio di scene/situazioni. Un film abbastanza splatter, che sa creare quantomeno un'atmosfera torbida, ma che non si segnala per nulla di particolarmente originale.
  • 0

"Beh, devo essere ottimista. Va bene, dunque, perché vale la pena di vivere? Ecco un’ottima domanda. Beh, esistono al mondo alcune cose, credo, per cui valga la pena di vivere. E cosa? Ok. Per me... io direi... per Groucho Marx tanto per dirne una, e Willie Mays e... il secondo movimento della sinfonia Jupiter... Louis Armstrong, l'incisione Potatoehea Vlues... i film svedesi naturalmente... L’educazione sentimentale di Flaubert... Marlon Brando, Frank Sinatra, quelle incredibili... mele e pere di Cézanne, i granchi di Sam Wo, il viso di Tracey"

"Saigon. Merda. Sono ancora soltanto a Saigon. Ogni volta penso che mi risveglierò di nuovo nella giungla"


#35 Pickpocket

Pickpocket

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 663 Messaggi:

Inviato 13 settembre 2006 - 16:26




ben pochi secondo me hanno superato l'originale. Ti citerò alcuni titoli che, secondo me, perlomeno, non sfigurano nel confronto.

"Psycho" di Van Sant, "L'Alba Dei Morti Viventi" di Zach Snyder", "La Maschera Di Cera" di Jaume Collet Serra, "La Cosa" di John Carpenter...
"Piume di struzzo" di Mike Nichols, "The Ring" di Gore Verbinski, "L'esercito delle 12 scimmie" di Terry Gilliam, "La Mosca" di David Cronenberg, "Ocean's Eleven" di Steven Soderbergh, "King Kong" di Peter Jackson...

ma più che quelli riusciti mi vengono in mente quelli decisamente inferiori...ormai ne escono decine ogni anno...basti pensare ai remake de "Lavventura del Poseidon", "Il Presagio", "Alfie"....

Psycho di Van Sant è inutile
L'alba dei morti viventi di Snyder è orrendo e non regge proprio il confronto con il capolavoro di Romero


mi sono stati chiesti degli esempi e io ho dato il mio parere. E' ovvio che non siano giudizi inapellabili, ognuno ha i suoi gusti.


La cosa di Carpenter a mio parere è nel suo genere e non solo uno dei più grandi film della storia del cinema. Il carotone (quello di Hawks) sicuramente è un cult, ma il film di Carpenter è davvero epocale.
  • 0

#36 Guest_eustache_*

Guest_eustache_*
  • Guests

Inviato 13 settembre 2006 - 17:40

consiglio THE DESCENT in stile carpenteriano.
da cagarsi sotto.

#37 Homer

Homer

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3019 Messaggi:
  • LocationBoston

Inviato 13 settembre 2006 - 18:19

consiglio THE DESCENT in stile carpenteriano.
da cagarsi sotto.


Sì, non è male come horror.
L'ambientazione lo rende molto claustrofobico. Forse la parte migliore è la prima.
Magari non un capolavoro, ma se piace il genere una visione la merita.
  • 0

"Beh, devo essere ottimista. Va bene, dunque, perché vale la pena di vivere? Ecco un’ottima domanda. Beh, esistono al mondo alcune cose, credo, per cui valga la pena di vivere. E cosa? Ok. Per me... io direi... per Groucho Marx tanto per dirne una, e Willie Mays e... il secondo movimento della sinfonia Jupiter... Louis Armstrong, l'incisione Potatoehea Vlues... i film svedesi naturalmente... L’educazione sentimentale di Flaubert... Marlon Brando, Frank Sinatra, quelle incredibili... mele e pere di Cézanne, i granchi di Sam Wo, il viso di Tracey"

"Saigon. Merda. Sono ancora soltanto a Saigon. Ogni volta penso che mi risveglierò di nuovo nella giungla"


#38 Guest_vegeta_*

Guest_vegeta_*
  • Guests

Inviato 13 settembre 2006 - 18:35

consiglio THE DESCENT in stile carpenteriano.
da cagarsi sotto.


per me è il miglior horror dello scorso anno.

#39 la_discordia_bis

la_discordia_bis

    aspirante indie

  • Members
  • StellettaStelletta
  • 56 Messaggi:

Inviato 13 settembre 2006 - 21:26

l'altro giorno mi sono trovata a vedere "mad house", UNA PORCHERIA INFINITA. molto prevedibile, anche se non me ne intendo, ma non m'è sembrato granchè. alcune scene  ti lasciavano col fiato sospeso, ma la storia non riusciva a funzionare, anche perchè alla fine, nonostante il colpo di scena, alcune cose non si risolvono, e finisce tutto così, un po' in maniera raffazzonata, un po' troppo forse. come questo post!
  • 0

#40 Homer

Homer

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3019 Messaggi:
  • LocationBoston

Inviato 15 ottobre 2006 - 16:27

Qualche giorno fa ho visto il remake de Le colline hanno gli occhi.
Un film eccessivamente splatter, che fa molta fatica a prendere piede (nei primi 40 minuti succede veramente poco e non si crea nemmeno una grande tensione) e che pare essere in un certo senso un'occasione mancata. Ovvero, il tema degli esperimenti nucleari viene appena accennato (il giornale) quando invece poteva comunque essere un pò più approfondito.
Se posso trovare un pregio in questo horror, è la scena in cui uno dei sopravvissuti arriva nella città abitata dalla famiglia di mutanti: tutti quei manichini, con il loro sorriso di plastica fisso, che prendono il posto di persone vere (sulle altalene, nelle case), segno del desiderio (impossibile a realizzarsi) o forse solo del ricordo di una vita normale: secondo me, agghiacciante.

  • 0

"Beh, devo essere ottimista. Va bene, dunque, perché vale la pena di vivere? Ecco un’ottima domanda. Beh, esistono al mondo alcune cose, credo, per cui valga la pena di vivere. E cosa? Ok. Per me... io direi... per Groucho Marx tanto per dirne una, e Willie Mays e... il secondo movimento della sinfonia Jupiter... Louis Armstrong, l'incisione Potatoehea Vlues... i film svedesi naturalmente... L’educazione sentimentale di Flaubert... Marlon Brando, Frank Sinatra, quelle incredibili... mele e pere di Cézanne, i granchi di Sam Wo, il viso di Tracey"

"Saigon. Merda. Sono ancora soltanto a Saigon. Ogni volta penso che mi risveglierò di nuovo nella giungla"





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq