Vai al contenuto


Foto
* * * * - 5 Voti

L'horror che ho visto oggi


  • Please log in to reply
2328 replies to this topic

#61 Guest_vegeta_*

Guest_vegeta_*
  • Guests

Inviato 14 maggio 2007 - 09:29

l'altra sera ho visto "Le Colline Hanno gli Occhi 2"...

il sequel del remake eh :-X

Bè, io l'ho trovato nettamente superiore al film di Aja, nonchè molto più Craveniano.

#62 Homer

Homer

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3019 Messaggi:
  • LocationBoston

Inviato 14 maggio 2007 - 11:02

l'altra sera ho visto "Le Colline Hanno gli Occhi 2"...

il sequel del remake eh :-X

Bè, io l'ho trovato nettamente superiore al film di Aja, nonchè molto più Craveniano.


Non lo so, parto un pò prevenuto verso questo sequel, visto che il primo mi aveva un pò deluso (anche se la parte ambientata nella città abbandonata metteva i brividi). In che senso ti sembra più craveniano?
  • 0

"Beh, devo essere ottimista. Va bene, dunque, perché vale la pena di vivere? Ecco un’ottima domanda. Beh, esistono al mondo alcune cose, credo, per cui valga la pena di vivere. E cosa? Ok. Per me... io direi... per Groucho Marx tanto per dirne una, e Willie Mays e... il secondo movimento della sinfonia Jupiter... Louis Armstrong, l'incisione Potatoehea Vlues... i film svedesi naturalmente... L’educazione sentimentale di Flaubert... Marlon Brando, Frank Sinatra, quelle incredibili... mele e pere di Cézanne, i granchi di Sam Wo, il viso di Tracey"

"Saigon. Merda. Sono ancora soltanto a Saigon. Ogni volta penso che mi risveglierò di nuovo nella giungla"


#63 Jules

Jules

    Pietra MIliare

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21627 Messaggi:

Inviato 14 maggio 2007 - 11:14

Stavo pensando che, e lo dico a ragione della solita caterva di film visti da settembre ad oggi, in questa stagione è successo un fatto strano: praticamente non ci sono stati film del genere che noi tutti tanto amiamo...e i pochi horror usciti sono stati tutti penosi (se eccettuiamo il mega-capolavoro di DelToro che tanto horror in fin dei conti non è)..
  • 0

#64 Guest_vegeta_*

Guest_vegeta_*
  • Guests

Inviato 14 maggio 2007 - 11:32

In che senso ti sembra più craveniano?


il primo aveva deluso pure me, ma più che altro perchè era pressochè identico all'originale, non aggiungeva assolutamente nulla. Diretto in modo professionale si, ma poi basta.

Il secondo (scritto infatti da Wes Craven)è decisamente meno "convenzionale": innanzitutto è più ironico (quell'ironia insista alla Craven che a molti non va giù), poi è molto più politico (sono tante le stoccata al militarismo USA) e molto, molto più violento (ti basti la sequenza dei titoli di testa... :-X).

Poi c'è da dire che non dice nulla di nuovo, e che tutto è già visto. Però i fan del genere gradiranno assai ;)




#65 Guest_vegeta_*

Guest_vegeta_*
  • Guests

Inviato 14 maggio 2007 - 11:41

e i pochi horror usciti sono stati tutti penosi (se eccettuiamo il mega-capolavoro di DelToro che tanto horror in fin dei conti non è)


si, proprio horror non è...però sul resto concordo. Si sono visti pochi horror, e quasi tutti brutti.

Se penso che solo due anni fa sono usciti gli ottimi "La maschera di cera" e "The Descent"... :(



#66 Jules

Jules

    Pietra MIliare

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21627 Messaggi:

Inviato 14 maggio 2007 - 11:46

E Slither, non dimenticarti del più bello di tutti!
  • 0

#67 Guest_vegeta_*

Guest_vegeta_*
  • Guests

Inviato 14 maggio 2007 - 11:56

E Slither, non dimenticarti del più bello di tutti!


quello ancora non l'ho visto! :o

Però pochi giorni fa ho recuperato "L'alba dei morti dementi", e nonostante mi abbia divertito, devo dire che dopo tutto lo strombazzamento mediatico mi aspettavo qualcosa di più (però la scena del lancio dei vinili è favolosa!).

#68 Guest_LoriVarney_*

Guest_LoriVarney_*
  • Guests

Inviato 14 maggio 2007 - 12:14

ma "La maschera di cera" e' quello che in inglese si chiama House of Wax?
davvero e' addirittura ottimo? Io mi sono sempre rifiutata di noleggiarlo perche' mi sapeva tanto di solita schifezza. Ti posso chiedere un mini-escursus del perche' lo ritieni cosi' buono?

carinissimo Shaun of the Dead!  :D anche per me la scena del lancio dei vinili e' spettacolare!

#69 Homer

Homer

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3019 Messaggi:
  • LocationBoston

Inviato 14 maggio 2007 - 12:27

"The Descent"


Inquietante, claustrofobico.
Davvero un pugno nello stomaco.

  • 0

"Beh, devo essere ottimista. Va bene, dunque, perché vale la pena di vivere? Ecco un’ottima domanda. Beh, esistono al mondo alcune cose, credo, per cui valga la pena di vivere. E cosa? Ok. Per me... io direi... per Groucho Marx tanto per dirne una, e Willie Mays e... il secondo movimento della sinfonia Jupiter... Louis Armstrong, l'incisione Potatoehea Vlues... i film svedesi naturalmente... L’educazione sentimentale di Flaubert... Marlon Brando, Frank Sinatra, quelle incredibili... mele e pere di Cézanne, i granchi di Sam Wo, il viso di Tracey"

"Saigon. Merda. Sono ancora soltanto a Saigon. Ogni volta penso che mi risveglierò di nuovo nella giungla"


#70 Guest_vegeta_*

Guest_vegeta_*
  • Guests

Inviato 14 maggio 2007 - 13:01

ma "La maschera di cera" e' quello che in inglese si chiama House of Wax?
davvero e' addirittura ottimo? Io mi sono sempre rifiutata di noleggiarlo perche' mi sapeva tanto di solita schifezza. Ti posso chiedere un mini-escursus del perche' lo ritieni cosi' buono?


spunto già visto, in stile "Non aprite quella porta" o "La casa dei 1000 corpi". Il film però poi prende il volo: splatter a livelli alti, tensione che non cala mai e confezione insolitamente raffinata: il paese e il museo costruiti interamente in cera fanno paura, e tutta l'operazione sembra quasi una raggelante rappresentazione della macchina-cinema. La sequenza nel cinema e il finale "di liquefazione" sono esplicativi.

Valori aggiunti: Elisha Cuthbert è una gnocca da panico, Paris Hilton fa una fine tremenda, e la colonna sonora è spettacolare (Interpol, Stooges, Joy Division, Deftones...)

Credo che gli amanti dell'horror (e non) apprezzeranno. ;D...ah, il film è prodotto, non a caso, da un furbone come Zemeckis.

#71 Freddy Jazz

Freddy Jazz

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 305 Messaggi:

Inviato 14 maggio 2007 - 13:12

Oggi ho visto "The Amityville Horror", quello del '79. La regia è di Stuart Rosenberg. Con Rod Steiger, James Brolin, Margot Kidder, John Larch. Davvero bello, lo preferisco a quello nuovo.
  • 0

#72 mr.Weiss

mr.Weiss

    aspirante indie

  • Members
  • StellettaStelletta
  • 50 Messaggi:

Inviato 14 maggio 2007 - 13:42

Ho visto "Il seme della follia" di Carpenter, e comincio a capire che nell'horror troverò solo deluisoni. Che film devo vedere per prvare paura e inquietudine?  ;D
solo lynch forse. boh.
  • 0

#73 Jules

Jules

    Pietra MIliare

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21627 Messaggi:

Inviato 14 maggio 2007 - 13:58

Eh ma se adesso discuti pure Carpenter è finita...prova con Miike dopodichè, se anche lì rimarrai deluso, l'unica strada è l'hard..
  • 0

#74 Homer

Homer

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3019 Messaggi:
  • LocationBoston

Inviato 14 maggio 2007 - 20:30

Eh ma se adesso discuti pure Carpenter è finita...


Forse dico una cosa del tutto assurda per i fan di Carpenter, ma io (a parte, forse, The Thing), non provo così tanta paura di fronte ai suoi film, che pure mi piacciono (un pò deludente, tra i classici, è The Fog). Secondo me è bravissimo nel costruire le proprie storie e nel raccontarle, ma non mi fa spaventare come mi aspetterei da un horror.
  • 0

"Beh, devo essere ottimista. Va bene, dunque, perché vale la pena di vivere? Ecco un’ottima domanda. Beh, esistono al mondo alcune cose, credo, per cui valga la pena di vivere. E cosa? Ok. Per me... io direi... per Groucho Marx tanto per dirne una, e Willie Mays e... il secondo movimento della sinfonia Jupiter... Louis Armstrong, l'incisione Potatoehea Vlues... i film svedesi naturalmente... L’educazione sentimentale di Flaubert... Marlon Brando, Frank Sinatra, quelle incredibili... mele e pere di Cézanne, i granchi di Sam Wo, il viso di Tracey"

"Saigon. Merda. Sono ancora soltanto a Saigon. Ogni volta penso che mi risveglierò di nuovo nella giungla"


#75 Jules

Jules

    Pietra MIliare

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21627 Messaggi:

Inviato 14 maggio 2007 - 20:52

A parte che Carpenter fa più western che horror...e che The Fog è un film che crea atmosfera e inquietudine usando solo della primordiale nebbia (no rendiamoci conto, c'è solo la nebbia!)...forse il punto sta in cosa si cerca in un film...io per esempio non provo mai vera paura nei film, ma ciò non mi impedisce di godere della bellezza di alcuni film dell'orrore..
  • 0

#76 mr.Weiss

mr.Weiss

    aspirante indie

  • Members
  • StellettaStelletta
  • 50 Messaggi:

Inviato 14 maggio 2007 - 22:08

Eh ma se adesso discuti pure Carpenter è finita...prova con Miike dopodichè, se anche lì rimarrai deluso, l'unica strada è l'hard..


di miike ho visto solo imprint, e non mi è piaciuto per niente. l'hard no, quello che voglio evitare è proprio lo splatter. il seme della follia secondo me sarebbe stato molto più bello senza quei mostri.

  • 0

#77 Guest_vegeta_*

Guest_vegeta_*
  • Guests

Inviato 14 maggio 2007 - 23:25


Eh ma se adesso discuti pure Carpenter è finita...prova con Miike dopodichè, se anche lì rimarrai deluso, l'unica strada è l'hard..


di miike ho visto solo imprint, e non mi è piaciuto per niente. l'hard no, quello che voglio evitare è proprio lo splatter. il seme della follia secondo me sarebbe stato molto più bello senza quei mostri.


"Rosemary's Baby" l'hai visto?

#78 Guest_materasso-divino_*

Guest_materasso-divino_*
  • Guests

Inviato 15 maggio 2007 - 09:09

Ah, Rosmary's Baby! Un pilastro del genere. La banalità del normale, il quotidiano esasperato all'ennesima potenza dalla grandiosa sceneggiatura che predilige ambienti e situazioni comuni e dalla stessa fotografia spenta e dimessa. Mi ero bruciato il finale, ma il senso di instabilità è talmente intenso che fino alla fine non capivo se veramente Rosmary fosse andata fuori di testa o se la setta satanica fosse realtà. Quindi la classica morale del male che si nasconde dietro ogni angolo e delle persone più impensabili ch portano dentro sè una carica malvagia inimmaginalbile. Polanski compie quella che per me in un film di genereè la scelta sempre più azzeccata. Suggerire il male e non mostrarlo. In questo caso il bimbo. Mia Farrow è superlativa: angelica, buona e fragile viene sottoposta a una impressionante serie di sevizie fisiche e psicologiche che la portano sull'orlo del delirio.
Grazie a Vegeta di avermelo riportato alla mente. Capolavoro.

#79 Guest_vegeta_*

Guest_vegeta_*
  • Guests

Inviato 15 maggio 2007 - 09:43

bè, almeno un horror ti è piaciuto! ;)

#80 Homer

Homer

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3019 Messaggi:
  • LocationBoston

Inviato 15 maggio 2007 - 14:11

A parte che Carpenter fa più western che horror...e che The Fog è un film che crea atmosfera e inquietudine usando solo della primordiale nebbia (no rendiamoci conto, c'è solo la nebbia!)...forse il punto sta in cosa si cerca in un film...io per esempio non provo mai vera paura nei film, ma ciò non mi impedisce di godere della bellezza di alcuni film dell'orrore..


Ma di fatti non ho detto che i suoi film non mi piacciono, anzi! Solo non mi spaventano, come ci si potrebbe aspettare da un horror (sempre che -come dici tu- Carpenter faccia dei film horror nel senso classico del termine). Era una semplice constatazione.
Trovo che Carpenter abbia una grande fantasia nel creare le storie che racconta.
  • 0

"Beh, devo essere ottimista. Va bene, dunque, perché vale la pena di vivere? Ecco un’ottima domanda. Beh, esistono al mondo alcune cose, credo, per cui valga la pena di vivere. E cosa? Ok. Per me... io direi... per Groucho Marx tanto per dirne una, e Willie Mays e... il secondo movimento della sinfonia Jupiter... Louis Armstrong, l'incisione Potatoehea Vlues... i film svedesi naturalmente... L’educazione sentimentale di Flaubert... Marlon Brando, Frank Sinatra, quelle incredibili... mele e pere di Cézanne, i granchi di Sam Wo, il viso di Tracey"

"Saigon. Merda. Sono ancora soltanto a Saigon. Ogni volta penso che mi risveglierò di nuovo nella giungla"





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq