Vai al contenuto


Foto
* * - - - 6 Voti

'murica


  • Please log in to reply
1987 replies to this topic

#61 Guest_Maori Tattoo_*

Guest_Maori Tattoo_*
  • Guests

Inviato 21 settembre 2007 - 17:05


"C‚??√® qualcosa di assolutamente inconsueto, per noi europei, nella deposizione del generale Petraeus l‚??altro giorno davanti a una commissione del Congresso degli Stati Uniti: non per il contenuto, ma per il fatto in s√©. Per il fatto che oggi, in un Occidente ideologicamente saturo di pace, di democrazia e di diritti, un‚??intera nazione si √® fermata ad ascoltare il capo dei suoi eserciti impegnati in terre lontane che le parlava del suo destino. Pi√Ļ o meno come un tempo, con i consoli convocati dal Senato a riferire sull‚??uso delle legioni loro affidate in Bitinia o in Grecia, o quando un intero mondo sentiva il proprio futuro dipendere da una spedizione in Sicilia o in Egitto. L‚??America non ha cancellato il potere delle armi. Sa ancora cosa sono la guerra, il coraggio, la morte, e cos‚??√® un capo militare. Conosce ancora, dunque, la pienezza dell‚??esperienza politica con il trionfo e la sconfitta veri, definitivi, che solo le armi possono decretare. Noi no. Noi dobbiamo accontentarci del sentito dire."


pensa, questo è il quadro sintetico di quell'america che disprezzo e mi fa piacere che ogni tanto qualche intellettuale barbuto occhialuto venduto (tossicomane?) me lo ricordi. grazie ernesto, perchè diffondi il valore della potenza militare tra noi giovani europei del duemila, ed auspichi un ritorno ai gloriosi fasti Romani, anche per non lasciare sola al suo coraggioso destino quella grande nazione che ti da i soldi per scrivere tante cazzate. sono quasi pervaso dal desiderio di arruolarmi.


Mi tolsi le parole dalle tenui dita.

#62 Guest_runciter_*

Guest_runciter_*
  • Guests

Inviato 21 settembre 2007 - 17:12

Concordo con chi dice che quello dei conservatori americani e` un patriottismo cieco (simile a quello fascista)


eh, ma infatti anche i valori di cui parla l'ernesto sono molto simili a quelli fascisti, e le righe riportate prima da joseph sono incredibilmente vicine a quell'ideologia lì:

Sa ancora cosa sono la guerra, il coraggio, la morte, e cos‚??√® un capo militare. Conosce ancora, dunque, la pienezza dell‚??esperienza politica con il trionfo e la sconfitta veri, definitivi, che solo le armi possono decretare. Noi no. Noi dobbiamo accontentarci del sentito dire.

provate a immaginarle pronunciate da corrado guzzanti, su marte.

#63 Guest_Maori Tattoo_*

Guest_Maori Tattoo_*
  • Guests

Inviato 21 settembre 2007 - 17:17

Bellissimo intervento quello di Pierrot Le Fou perche` George W. ha fatto uso abbondante di una retorica di stampo hollywoodiano: ` la guerra del bene sul male`..`l` asse del male` a far presa sull` identificazione cinematografica, le masse credenti ed ignoranti americane...

#64 Brucaliffa

Brucaliffa

    mainstream Star

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2602 Messaggi:

Inviato 22 settembre 2007 - 09:22

Per riscattarmi dall'orribile colpa di aver apprezzato la celebrazione dei valori bellici americani, linko un interessantissimo rapporto sulla guerra in Iraq, nel formato di una lettera inviata ad agosto al New York Times, da parte di 7 militari impegnati in guerra. Una rispota alle imbarazzanti bugie che sono state e continuano ad essere raccontate agli americani e al mondo per cercare di nascondere il fallimento di una guerra mal architettata e mal organizzata (se di organizzazione si può parlare) fin dalle premesse.
Gli stessi firmatari dichiarano la non ufficialità del rapporto, ma questa lettera così lucida e dettagliata è uno straordinario documento che viene dal campo, che illustra la percezione che i militari hanno della situazione vista da dentro, e ci sono anche dei drammatici episodi quotidiani riportati con freddezza in tempo reale. Non so se ne abbiate già parlato in uno dei tanti altri thread in cui questa lettera sarebbe in topic:
http://www.nytimes.c...amaha.html?_r=2
Purtroppo non trovo la traduzione in italiano, c'è solo questo articolo che riassume le parti principali della lettera.
  • 0
Better Call Saul!

#65 Brucaliffa

Brucaliffa

    mainstream Star

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2602 Messaggi:

Inviato 22 settembre 2007 - 10:45


Concordo con chi dice che quello dei conservatori americani e` un patriottismo cieco (simile a quello fascista)


eh, ma infatti anche i valori di cui parla l'ernesto sono molto simili a quelli fascisti, e le righe riportate prima da joseph sono incredibilmente vicine a quell'ideologia lì:

Sa ancora cosa sono la guerra, il coraggio, la morte, e cos‚??√® un capo militare. Conosce ancora, dunque, la pienezza dell‚??esperienza politica con il trionfo e la sconfitta veri, definitivi, che solo le armi possono decretare. Noi no. Noi dobbiamo accontentarci del sentito dire.

provate a immaginarle pronunciate da corrado guzzanti, su marte.


Per saperne di pi√Ļ su questi valori fascisti, leggi la lettera che ho postato, e vedrai che ci sono la guerra, il coraggio, la pienezza dell'esperienza politica con il trionfo e la sconfitta veri, che tu disprezzi a priori.
  • 0
Better Call Saul!

#66 Pierrot le fou

Pierrot le fou

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 645 Messaggi:

Inviato 04 ottobre 2007 - 08:47

un altro pezzettino di democrazia

Il presidente ha posto il veto sullo State Children's Health Insurance Program o Schip, il piano che dà la copertura sanitaria pubblica ai figli di coppie a basso reddito, approvato al Congresso con ampia maggioranza bipartisan.



http://www.corriere.it/esteri/07_ottobre_04/valentino.shtml


  • 0

#67 Brucaliffa

Brucaliffa

    mainstream Star

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2602 Messaggi:

Inviato 04 ottobre 2007 - 09:15

un altro pezzettino di democrazia

Il presidente ha posto il veto sullo State Children's Health Insurance Program o Schip, il piano che dà la copertura sanitaria pubblica ai figli di coppie a basso reddito, approvato al Congresso con ampia maggioranza bipartisan.



http://www.corriere.it/esteri/07_ottobre_04/valentino.shtml



Che schifo, deve proprio continuare a fare danni finché non se ne va a casa questa merda di uomo.
  • 0
Better Call Saul!

#68 Guest_soul crew_*

Guest_soul crew_*
  • Guests

Inviato 15 ottobre 2007 - 16:54

Giudice Usa nega estradizione a boss
'41bis forma di tortura, viola norme Onu'

LOS ANGELES - Un giudice di Los Angeles ha negato all'Italia l'estradizione di un membro della famiglia mafiosa dei Gambino, sostenendo che il regime di detenzione 41bis a cui sarebbe con ogni probabilità destinato equivale a una forma di tortura e viola la convenzione dell'Onu in materia. Ne dà notizia il Los Angeles Times, ricostruendo la vicenda legale di Rosario Gambino, inseguito da un mandato di cattura italiano e ritenuto un esponente di spicco dell'omonimo clan di Cosa Nostra newyorchese. Gambino ha scontato 22 anni di reclusione per traffico di droga e si trova attualmente in un centro di detenzione per immigrati a San Pedro, in California, dove è stato trasferito in seguito alla richiesta di estradizione italiana. Il giudice federale D.D.Sitgraves però ha bloccato l'estradizione, accogliendo il ricorso del difensore di Gambino, Joseph Sandoval, secondo il quale si tratta di "una questione umanitaria", perché se il presunto mafioso entrasse nel sistema del 41bis italiano "sarebbe in condizioni che ne minaccerebbero la vita". In una sentenza che risale all'11 settembre scorso, ma di cui emerge solo ora l'esistenza, il giudice Sitgraves ha affermato che il sistema carcerario italiano per i boss mafiosi ha caratteristiche "che costituiscono una forma di tortura" e violano la convenzione delle Nazioni Unite in materia. L'agenzia federale per l'immigrazione ha presentato appello contro la decisione e Gambino resterà detenuto in attesa della revisione del caso.
(15-10-2007)


loro, quelli di guantanamo e abu grhaib, parlano di tortura.
ci vuole coraggio, anzi arroganza.

#69 il_pado

il_pado

    aspirante indie

  • Members
  • StellettaStelletta
  • 83 Messaggi:

Inviato 15 ottobre 2007 - 20:58


loro, quelli di guantanamo e abu grhaib, parlano di tortura.
ci vuole coraggio, anzi arroganza.


Dunque, un giudice non pu√≤ pi√Ļ fare il suo lavoro e far rispettare i diritti umani perch√® √® un americano, uno dei loro?


Ah, per quanto riguarda il veto imposto da Bush andrei cauto col dire che riguarda famiglie povere. Si parla di famiglie con un reddito che va dai 48mila dollari agli 83mila, mentre la soglia di povertà negli USA è fissata a 20mila dollari per nuclei famigliari di quattro persone. Ovviamente tutto questo il corretissimo articolo del corriere non lo dice.

  • 0

#70 Guest_soul crew_*

Guest_soul crew_*
  • Guests

Inviato 15 ottobre 2007 - 21:51



loro, quelli di guantanamo e abu grhaib, parlano di tortura.
ci vuole coraggio, anzi arroganza.


Dunque, un giudice non pu√≤ pi√Ļ fare il suo lavoro e far rispettare i diritti umani perch√® √® un americano, uno dei loro?

ahahahah ma ti pare che il 41bis preveda la tortura o sia una forma di essa??? no, perchè sennò sfioriamo il ridicolo.
ripeto, pensino alla merda che hanno in casa, tra torture e pena di morte.

poi per quanto riguarda l' estradizione siamo alle solite, come quando non fecero processare da un tribunale italiano quel figlio di troia che tranci√≤ i cavi della funivia del cermis. solo che l√¨ si avvalsero, con la prepotenza, del  2diritto" di processarlo solo in usa e solo con il tribunale militare (che poi non gli hanno fatto praticamente niente)
oltretutto questo tizio mafioso per il quale è stata negata l' estradizione, fu segnalato alle autorità americane da falcone, in base ad un' indagine nata in italia, quindi.

eh bella l' ammmmerica!

#71 Guest_runciter_*

Guest_runciter_*
  • Guests

Inviato 19 ottobre 2007 - 08:11

ecco cosa dice ron paul, un candidato repubblicano alla presidenza:

http://www.pbs.org/n...paul_10-12.html

io lo voterei, se fossi un cittadino americano, e cercherei di aggirare l'inevitabile boicottaggio dei media parlandone in giro il pi√Ļ possibile, alla facciaccia di hillary e anche di obama.

#72 joseph K.

joseph K.

    Tout est pardonné

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7508 Messaggi:

Inviato 19 ottobre 2007 - 08:44

ecco cosa dice ron paul, un candidato repubblicano alla presidenza:

http://www.pbs.org/n...paul_10-12.html

io lo voterei, se fossi un cittadino americano, e cercherei di aggirare l'inevitabile boicottaggio dei media parlandone in giro il pi√Ļ possibile, alla facciaccia di hillary e anche di obama.


Tra l'altro il nucleo storico ideale repubblicano è quelo di Paul: non interventismo in politica estera, totale costituzionalismo (la critica all'idea di guerra preventiva deriva proprio da un principio repubblicano che agli albori era assoluto, "restare alla costituzione"), meno leggi possibili, salvaguardia del confine interno (ha votato per la "rete" di "protezione" dal Messico), riduzione della burocrazia (Paul in pratica sostiene di eliminare la Cia...) ecc.

Qui si trova altro materiale su Paul, un personaggio certamente interessante...
  • 0

Ora l'inverno del nostro scontento è reso estate gloriosa da questo sole di York, e tutte le nuvole che incombevano minacciose sulla nostra casa sono sepolte nel petto profondo dell'oceano.


#73 Guest_runciter_*

Guest_runciter_*
  • Guests

Inviato 19 ottobre 2007 - 09:27

ho notato uno strano fenomeno, sul sito della pbs (public broadcasting service) da cui ho preso il link di prima: nelle pagine di presentazione dei candidati, sia democratici che repubblicani, ron paul √® l'unico fotorgafato di profilo, non √® quindi possibile guardarlo in faccia, e per di pi√Ļ sembra muoversi da destra verso sinistra, cio√© tornare indietro... un caso o una simpatica strategia subliminale?

http://www.pbs.org/n.../democrats.html
http://www.pbs.org/n...epublicans.html

questo è il servizio d'informazione pubblico, m'immagino cosa combinano fox & co.

p.s. josef grazie per il link, sto già stampando per leggere su carta.

#74 virginia wolf

virginia wolf

    apota

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6639 Messaggi:

Inviato 19 ottobre 2007 - 12:40

Fanno anche di peggio. Limitano il tempo a lui dedicato nei sondaggi per concederlo a Giuliani

http://infowars.net/.../111007Paul.htm

ma Paul stravince nonostante tutto.
  • 0
Penso a come contiamo poco, come tutti contino poco; com'è travolgente e frenetica e imperiosa la vita, e come tutte queste moltitudini annaspino per restare a galla.

#75 il_pado

il_pado

    aspirante indie

  • Members
  • StellettaStelletta
  • 83 Messaggi:

Inviato 19 ottobre 2007 - 13:23


Tra l'altro il nucleo storico ideale repubblicano è quelo di Paul: non interventismo in politica estera, totale costituzionalismo (la critica all'idea di guerra preventiva deriva proprio da un principio repubblicano che agli albori era assoluto, "restare alla costituzione"), meno leggi possibili, salvaguardia del confine interno (ha votato per la "rete" di "protezione" dal Messico), riduzione della burocrazia (Paul in pratica sostiene di eliminare la Cia...) ecc.


esattamente e infatti molte idee caratteristiche della dottrina di Bush e anche di tutto il neoconservatorismo sono riconducibili, pi√Ļ che altro, ad un adattamento pragmatico dell'idealismo della tradizione liberal americana. Specialmente Bush penso che abbia stravolto la tradizione conservatrice americana - quella di Reagan e del padre - ispirandosi apertamente a Truman.

  • 0

#76 joseph K.

joseph K.

    Tout est pardonné

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7508 Messaggi:

Inviato 20 ottobre 2007 - 16:50

Intanto il NY Times indaga su come la Clinton tiri su i fondi elettorali...

http://www.lastampa....26832girata.asp
  • 0

Ora l'inverno del nostro scontento è reso estate gloriosa da questo sole di York, e tutte le nuvole che incombevano minacciose sulla nostra casa sono sepolte nel petto profondo dell'oceano.


#77 joseph K.

joseph K.

    Tout est pardonné

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7508 Messaggi:

Inviato 25 ottobre 2007 - 08:25

Intanto, come in tutte le cose che vanno male in America, dai mutui agli incendi, dietro spunta il salvatutto barbone quedista.
Un presunto terrorista avrebbe detto forse a Guantanamo che i presunti responsabili dei roghi in California avrebbero come mandanti Al Queda. Facciamo circolare la notiza va', così cala un po' la pressione sul governo.

http://www.corriere....a_alqaeda.shtml
  • 0

Ora l'inverno del nostro scontento è reso estate gloriosa da questo sole di York, e tutte le nuvole che incombevano minacciose sulla nostra casa sono sepolte nel petto profondo dell'oceano.


#78 Pickpocket

Pickpocket

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 663 Messaggi:

Inviato 25 ottobre 2007 - 09:44

ecco cosa dice ron paul, un candidato repubblicano alla presidenza:

http://www.pbs.org/n...paul_10-12.html

io lo voterei, se fossi un cittadino americano, e cercherei di aggirare l'inevitabile boicottaggio dei media parlandone in giro il pi√Ļ possibile, alla facciaccia di hillary e anche di obama.


Nonostante io nutra forti dubbi verso delle possibili amministrazioni di Hillary (e figuriamoci di Obama) devo dire che in questo contesto una vittoria democratica √® nettamente preferibile per stabilizzare e disinfettare quel cancro per l'America che √® stata l'amministrazione Bush, soprattutto agli occhi delle altre democrazie. In particolare per quanto riguarda i rapporti con la Cinea la competizione verso il petrolio deve essere riportata sul tavolo del dialogo e del mercato, piuttosto che su quello della minaccia bellica. I candidati repubblicani pi√Ļ importanti sono certamente persone dotate di senno e pragmatismo, e la loro moralit√† non ha niente a che vedere con Bush (in poche parole, non sono criminali); tuttavia ribadisco che in questo momento, considerato anche il mutamento dei rapporti con la Gran Bretagna e la presenza in Europa di un personaggio cos√¨ forte quale Sarkozy √®, c'√® bisogno di rasserenare gli animi su tutti quei valori (dignit√† dell'individuo, privacy, no secco alla tortura e a guerre di tipo imperialistico, diritto ad un processo regolare) che l'Europa condivide a livello costituzionale da sempre, e che molte leggi dell'era Bush hanno teso a minare.
L'elezione di un democratico, in primo luogo a livello simbolico (democratico+donna/nero), è decisamente la cosa di cui tutto il mondo ha bisogno.
  • 0

#79 Guest_runciter_*

Guest_runciter_*
  • Guests

Inviato 25 ottobre 2007 - 10:08

la campagna di hillary è congruamente finanziata dalla lobby delle armi, per dirne una, e il buon obama non ha perso tempo a giurare eterna fedeltà a israele (vale a dire il solito appoggio incondizionato, crimini inclusi).

l'unico che parla di ritiro immediato dall'iraq e dall'afghanistan, per esempio, è il sopracitato ron paul, che tra l'altro difende strenuamente proprio i princìpi di cui parli tu (e temo sia l'unico anche in questo), ma siccome è un repubblicano... occhio però che con i pregiudizi non si va da nessuna parte, la finta alternanza destra-sinistra è il modo in cui hanno deciso di mettercelo nel cu*o.

e ricorda che il criminale di guerra tony blair è un modello per le sinistre europee.

#80 Pickpocket

Pickpocket

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 663 Messaggi:

Inviato 25 ottobre 2007 - 10:12

Un modello per le sinistre europee? Ma se pure quelli del suo partito gli vanno contro! E comunque guardando all'amministrazione Blair non si può non ammettere un sostanziale miglioramento ed aggiornamento del paese, la guerra in Iraq l'ha sfregiato davanti all'opinione pubblica, ma l'era Blair è stato certamente uno step positivo per la G.B.
La stessa cosa non si può assolutamente dire per quanto riguarda Bush, ovviamente.
  • 0




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq