Vai al contenuto


Foto
* * - - - 1 Voti

Fontaines D.c. - Dogrel (Partisan, 2019)


  • Please log in to reply
150 replies to this topic

#21 Incidente

Incidente

    Feudo

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7488 Messaggi:
  • LocationBerlin

Inviato 05 giugno 2021 - 08:42

A me sembra che quello che hanno provato a fare con questo disco lo facciano di gran lunga meglio i Murder Capital, anche loro irlandesi e anche loro esordienti nel 2019.
  • 0

#22 Sleepyhead

Sleepyhead

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5918 Messaggi:

Inviato 05 giugno 2021 - 15:14

Sono più dark i Murder Capital a quanto ricordo, meno certosini sulle atmosfere e più dediti all'ombrosità, belli ma diversi da ciò che è A Hero's Death. Vediamo cosa faranno col secondo disco.
  • 0

"Dovete vedere noi, perché la televisione non vi fo' far crescere quando fa le sue trasmissioni, ve vo' tene boni; la televisione non ve vo' fa capire, ve vo' addormentà. Questa trasmissione discute e vi fa discutere dei vostri problemi, perché vedete - guardate che bell'abito che c'ho, ho una casa al mare - HO mi guardate o io me ne vado, ma me dovete guardà in tanti e vi dovete sentire il dovere IL DOVERE, perchè io a causa VOSTRA c'ho rimesso MILIARDI per divve aaverità."


#23 cool as kim deal

cool as kim deal

    Utente contro le bonus track

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 13781 Messaggi:
  • LocationLooking Corsica, Feeling Corsico

Inviato 24 giugno 2021 - 10:06

Ascoltato Dogrel: nulla di nuovo sotto la luna (Clash, Fall,Cure, persino Maximo park, fate voi), ma disco sempre sul pezzo, asciutto, diretto, concentratissimo e sempre a fuoco, all killer no filler, anche se non impazzisco per il pezzo lento finale.

 

L'attimo fuggente: quell' aaaaaaAAAAAAAHHhhhaaaaaaaaa  all'inizio di Too real


  • 1
Adescatore equino dal 2005

#24 Sleepyhead

Sleepyhead

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5918 Messaggi:

Inviato 12 gennaio 2022 - 19:31

Nuovo singolo per nuovo album.

 


  • 0

"Dovete vedere noi, perché la televisione non vi fo' far crescere quando fa le sue trasmissioni, ve vo' tene boni; la televisione non ve vo' fa capire, ve vo' addormentà. Questa trasmissione discute e vi fa discutere dei vostri problemi, perché vedete - guardate che bell'abito che c'ho, ho una casa al mare - HO mi guardate o io me ne vado, ma me dovete guardà in tanti e vi dovete sentire il dovere IL DOVERE, perchè io a causa VOSTRA c'ho rimesso MILIARDI per divve aaverità."


#25 Aarie

Aarie

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 286 Messaggi:

Inviato 12 gennaio 2022 - 21:35

Questi non riesco proprio a inquadrarli.
Tre album in meno di quattro anni, un cantante che somiglia molto anche fisicamente a Ian Curtis, voce monotona e in quest'ultimo video sembra anche fare un po' il verso a Liam Gallagher quando canta con le mani dietro la schiena e la testa inclinata dal basso verso il microfono.
Si ricorda in ogni recensione, intervista ecc. che hanno passione per la poesia, ma gia' il significato del testo di quest'ultimo brano mi sfugge e mi sembra un po' superficiale. Questo disco, dicono, dovrebbe contenere più rimandi alle loro radici irlandesi, a cominciare dal titolo, quindi è presto per capire che direzione stanno prendendo. Bisognerà aspettare i prossimi brani o direttamente l'uscita dell'album ad aprile.
Non so, si faranno anche una loro onesta carriera, ci mancherebbe, ma non mi sembrano così incisivi come si sperava all'inizio.
  • 0

#26 markmus

markmus

    cui prodi

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 8827 Messaggi:

Inviato 12 gennaio 2022 - 22:28

Nuovo singolo per nuovo album.

 

 

carina


  • 0

#27 Garpez Liberato Cacace

Garpez Liberato Cacace

    Bomber, monogenere e ora pure sempliciotto

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 25564 Messaggi:

Inviato 17 febbraio 2022 - 14:38

Nuova

 


  • 0
"Garp sei un pochino troppo monotematico coi gusti secondo me."
 
"Io sono tutto ciò che vale. Non sono uno come Garp che ascolta solo un genere."
 
"Che imabarazzante battuta e due cretini ti hanno dato pure i più riparatori. Sei sempre fortunato, prima o poi ti arriverà una mazzata in testa riparatrice spero."
 
"Echheccazzo gdo cresciuto che nin sei altro."
 
"Coglione"
 
"Ma basta sto tipo di musica da sfattone finto dai"
 
"vabbeh garp te oltre alla barriera linguistica c'hai pure la barriera monogenere"
 

 


#28 bosforo

bosforo

    ¬`¬`

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 19668 Messaggi:

Inviato 18 febbraio 2022 - 15:04

Nulla di nuovo ma almeno sanno arrangiare i pezzi. Certo, nulla che non sia stato fatto tante volte ma hanno un certo tocco cinematografico piu' varie trovate (ad es. il basso chitarroso di Jackie).

Pero' ad esempio quest'ultima perche' deve avere come ritornello quel rant amelodico; alla fine il testo (che e' quello che conta) resta uno sbrocco politicizzato da post-adolescente. Contenti loro ma le strofe sono meglio 


  • 0

#29 markmus

markmus

    cui prodi

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 8827 Messaggi:

Inviato 18 febbraio 2022 - 16:05

È bravo a trovare melodie e ritmi catchy con la voce ma concordo che i testi suonano sempre un po' cliché nonostante le chiare ambizioni letterarie e poi i pezzi durano sempre più del dovuto.
  • 0

#30 Aarie

Aarie

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 286 Messaggi:

Inviato 26 aprile 2022 - 21:27

Sentiti un altro paio di brani dal disco appena uscito, "Skinty Fia".
Mi convincono sempre meno e a quanto pare, a leggere certe interviste, come l'ultima a NME, anche loro si stanno stancando di linee basso/chitarra. Addirittura, non capisco se per celia o seriamente, il cantante ha buttato li' che quasi quasi gli piacerebbe scrivere qualcosa con Lana del Rey o Slowthai (?non so chi sia).
Nel frattempo hanno lasciato Dublino per Londra, mah, magari troveranno nuove ispirazioni.
Ecco la recensione fresca fresca:

https://www.ondarock...c-skintyfia.htm
  • 0

#31 Владимир Гозерин

Владимир Гозерин

    Grande eletto non anglofonista Kadosch

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 25390 Messaggi:

Inviato 26 aprile 2022 - 21:41

Ehm, tecnicamente non è ancora online. Mi sa che Google ha tirato uno scherzetto. asd


  • 0
RYM ___ i contenuti

"SOVIET SAM" un blog billizzimo

#32 Aarie

Aarie

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 286 Messaggi:

Inviato 26 aprile 2022 - 22:39

Mi sembra che il link sia questo:

https://m.youtube.co...pd7aMhIzDD-U3uE

'Notte!
  • 0

#33 bosforo

bosforo

    ¬`¬`

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 19668 Messaggi:

Inviato 26 aprile 2022 - 23:05

L’irlandese che si integra con difficoltà nel tessuto sociale inglese, non di rado tuttora associato alla drammatica faccenda dell’IRA.

La scelta di vivere nella Old England

Ahahahahaha

"old england", ma si può
  • 0

#34 Ugo il re del judo

Ugo il re del judo

    direttore della scelta delle pietre miliari

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1239 Messaggi:

Inviato 26 aprile 2022 - 23:18

 

L’irlandese che si integra con difficoltà nel tessuto sociale inglese, non di rado tuttora associato alla drammatica faccenda dell’IRA.

La scelta di vivere nella Old England

Ahahahahaha

"old england", ma si può

 

 

vabbeh dai, una nuova categoria che ha sostituito "il mancuniano con il cappellino e la voce di Smith"; si cambia


  • 0

#35 mr_tankian

mr_tankian

    diesel_tankian

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3336 Messaggi:

Inviato 27 aprile 2022 - 10:34

Ehm, tecnicamente non è ancora online. Mi sa che Google ha tirato uno scherzetto. asd

 

Se non altro già sappiamo quale sarà il disco del mese di maggio.  asd


  • 0

 


#36 Aarie

Aarie

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 286 Messaggi:

Inviato 03 maggio 2022 - 17:32

Tankian complimenti, hai indovinato!

La recensione mi ha lasciato un po' perplessa anche per motivi politici, perché, ad esempio, credevo che l'IRA fosse associata all'Ulster e non all'Eire da cui provengono i nostri, ma ammetto di conoscere poco della situazione.
Comunque uno di loro ha tirato dritto e, per non saper né leggere né scrivere, si è sistemato direttamente a Parigi.
Spero per loro che anche questo aiuti l'ispirazione e gli faccia venire qualche idea più originale che collaborazioni col mainstream.
Io mi sono arresa alla quarta che ho sentito - "Nabokov" sembra il ritorno, solo un po' piu' rumoroso, degli Oasis, anche come cantato.
Opinione personale: bravini ma come tanti ed evidentemente sopravvalutati.
  • 0

#37 mr_tankian

mr_tankian

    diesel_tankian

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3336 Messaggi:

Inviato 03 maggio 2022 - 17:36

Tankian complimenti, hai indovinato!

 

Grazie, anche se in realtà non ho indovinato. Era specificato nel link di anteprima che la recensione sarebbe stata scelta come disco del mese.  asd


  • 0

 


#38 Aarie

Aarie

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 286 Messaggi:

Inviato 03 maggio 2022 - 17:40

Ah, avevo letto "Candidato" DDM senza capire che ormai i giochi erano fatti.
Va beh, pensiamo a giugno, va'.
  • 0

#39 wago

wago

    FURTHERMORE

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 20924 Messaggi:
  • LocationBergamo

Inviato 03 maggio 2022 - 18:08

Per come la vedo io: non sono sopravvalutati.

 

Non mi piacciono, li trovo poco originali, decisamente piatti dal punto di vista delle cose che cerco in una composizione, e senz'altro lontano dal mio gusto.

Ma nel loro campo non saprei indicare qualcuno che stia facendo meglio. Quale campo? Beh, quello del riciclaggio & riattualizzazione delle sonorità post-punk a uso e consumo del popolo alternativo che, orfano di un po' tutto, oggi stravede per questo genere di revivalismo e per ben poco altro. È in questo senso che credo sia scorretto parlare di sopravvalutazione. Incarnano i valori musicali di quella parte (minoritaria, ma stando ai numeri dello streaming senz'altro non trascurabile) degli ascoltatori che si riconosce in una precisa continuità, che affonda le sue radici negli anni immediatamente a cavallo fra 70 e 80, prosegue con l'indie e poi l'alternative anni 90, si abbevera comunque sia alla fonte del britpop più trad-rockeggiante, e in qualche modo arriva a oggi. Non è il mio percorso e non riesce ad attirarmi, ma posso capire le reazioni: con quello spoken word trascinato che viene dai Fall ma almeno dagli Slint è una mossa profonda e intellettualissima, l'accento che aggiunge artefatta credibilità, il bassone ben in vista, il sound mesto e ripetitivo col ritmetto furbo perché la palpebra non cali troppo, tutti i pezzi si incastrano come in un puzzle. Per chi viene da quella scuola e aveva passato gli ultimi anni a chiedersi dove fossero di colpo spariti i suoi riferimenti, l'avvento di una band di questo tipo è stato ed è ancora, figurativamente, un'apparizione di Babbo Natale quando ormai eri straconvinto non esistesse.

Qualcuno su Facebook, commentando il disco del mese, scriveva che sarebbero "la band più sopravvalutata di sempre": ecco, questa sì mi sembra una sopravvalutazione bella e buona, che identifica l'universo indie/alternative con la totalità dell'esistente e trascura il fatto che, fuori dal circoletto delle testate indie e relativo pubblico, Fontaines & accoliti sono un fenomeno essenzialmente inesistente (questo almeno fino a ieri, con questo nuovo album vedremo).

 

Certo, diventano sopravvalutati se li si identifica coi salvatori del rock, gli si attribuisce sai quale centralità nell'evoluzione musicale di questi anni: sono fanservice per una specifica comunità, non c'è nulla di male nell'esserlo ma appunto è giusto circostanziare. Questi però sono giudizi di carattere storico, non di apprezzamento, e non credo che occupino più di tanto la mente di chi legittimamente li ammira perché hanno un sound figo e fanno dei dischi capaci di entusiasmare.

 

Comunque ci ho provato: nonostante la buona partenza corale con "In ár gCroíthe go deo", che mi fa pensare più ai These New Puritans dei tempi d'oro che all'ennesima ventata di squallore metropolitano, e al groove ammetto assai efficace di "Jackie down the line", a me gran parte di questi brani non dice proprio niente, né mi spinge a riascoltare perché chissà mai magari devo solo entrarci un po'. Ma d'altronde mi rompono i coglioni pure i Joy Division, insomma, non è che mi sorprenda troppo di me stesso. Non è un progetto rivolto a me. Fra gli altri episodi in qualche modo soddisfacenti, comunque, ho trovato in generale quelli che spingono la paraculaggine di fondo in territori più Madchester: con una melodia degna del nome "Roman Holiday" probabilmente mi convincerebbe, e anche la title-track spacca finché non parte la voce (e con essa le insopprimibili bestemmie da parte mia).

 

Nel complesso, visto anche il bacino di utenza di Ondarock, disco mediocre (senza essere davvero brutto) e scelta azzeccatissima.


  • 0

#40 Владимир Гозерин

Владимир Гозерин

    Grande eletto non anglofonista Kadosch

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 25390 Messaggi:

Inviato 03 maggio 2022 - 19:50

Beh, loro sono proprio il gruppo su misura del lettore di Ondarock, erano un disco del mese pressoché obbligato. L'album gli è peraltro entrato al numero 12 in Italia, risultato pazzesco, anche se la prossima settimana sarà già sprofondato. 

 

Ovviamente è una band che può avere suddetto riscontro solo in questo preciso periodo storico, quindi chapeau a loro per aver indovinato così bene il timing. Su Ondarock vediamo il post-punk venire ripreso ormai da decenni, ma un conto è farlo fra il 2000 e il 2010 col rock in declino ma ancora vivo, e un conto intorno al 2020, con la situazione ridotta a un equivalente delle riverse per i pellerossa. 

 

Non hanno un ventesimo del talento degli Horrors, ma fare post-punk all'epoca significava soltanto copiare i Joy Division, a prescindere che fosse vero o meno (il 95% delle volte non lo era), oggi invece fare post-punk significa evidentemente tenere in vita la "vera musica".

Perché allora questa mania prende solo loro e non altri? Beh, primo non è vero che prende solo loro, si veda gli importanti risultati commerciali delle Wet Leg di cui parlavamo pochi giorni fa, e secondo, come in ogni situazione una band che catalizza l'attenzione più di altre ci deve essere.


  • 0
RYM ___ i contenuti

"SOVIET SAM" un blog billizzimo




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq