Vai al contenuto


Foto
- - - - -

Situazione Ambientale (Italia, Europa, Etc)


  • Please log in to reply
229 replies to this topic

#41 Seattle Sound

Seattle Sound

    Non sono pigro,è che non me ne frega un cazzo.

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 36107 Messaggi:
  • LocationTiny little green

Inviato 25 maggio 2016 - 15:57

C'è più natura in una qualunque periferia degradata che in un qualsiasi bel paesaggio agricolo super curato.

 

padaniaclassics432.jpg


  • 2

Alfonso Signorini: "Hai mai aperto una cozza?"
Emanuele Filiberto: "Sì, guarda, tante. Ma tante..."
(La Notte degli Chef, Canale 5)

 

"simpatico comunque eh" (Fily, Forum Ondarock)

 

"passere lynchane che finiscono scopate dai rammstein"

"Io ho sofferto moltissimo per questo tipo di dipendenza e credo di poterlo aiutare. Se qualcuno lo conosce e sente questo appello mi faccia fare una telefonata da lui, io posso aiutarlo"
(Rocco Siffredi, videomessaggio sul web)


"Ah, dei campi da tennis. Come diceva Battiato nella sua canzone La Cura"


#42 debaser

debaser

    utente stocazzo

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21846 Messaggi:

Inviato 25 maggio 2016 - 17:02

domanda, quanto tempo ci vuole per rendere perfettamente sicuro un terreno dove hanno sepolto per anni rifiuti tossici/ radioattivi?

e quanti anni ci vogliono per riconvertire un petrolchimico in una bioraffineria?


Un paio di settimane se piove, altrimenti tre o quattro.

Due anni.
  • 0

Codeste ambiguità, ridondanze e deficienze ricordano quelle che il dottor Franz Kuhn attribuisce a un'enciclopedia cinese che s'intitola Emporio celeste di conoscimenti benevoli. Nelle sue remote pagine è scritto che gli animali si dividono in (a) appartenenti all'Imperatore, (b) imbalsamati, c) ammaestrati, (d) lattonzoli, (e) sirene, (f) favolosi, (g) cani randagi, (h) inclusi in questa classificazione, (i) che s'agitano come pazzi, (j) innumerevoli, (k) disegnati con un pennello finissimo di pelo di cammello, (l) eccetera, (m) che hanno rotto il vaso, (n) che da lontano sembrano mosche.
 
non si dice, non si scrive solamente si favoleggia


#43 Abdullah The Butcher

Abdullah The Butcher

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2132 Messaggi:

Inviato 25 maggio 2016 - 17:07

 

domanda, quanto tempo ci vuole per rendere perfettamente sicuro un terreno dove hanno sepolto per anni rifiuti tossici/ radioattivi? 
 
e quanti anni ci vogliono per riconvertire un petrolchimico in una bioraffineria?


muk dimmelo prima, sai già le risposte esatte o vuoi un aiuto?

sono cose molto specifiche

 

risposte specificate, sulle bonifiche non sono ben preparato


  • 0

#44 Limenitis

Limenitis

    sputasentenze

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 25804 Messaggi:
  • LocationArcore (ex URSS)

Inviato 25 maggio 2016 - 21:10

 

 

 

E comunque qui in Greece direi che stiamo messi limenitisianamente bene, è tutto lasciato a cazzo di cane.

 

ma al di là dell'aspetto ordinato/disordinato, che noto pure io, come fate a capire come siete messi?

 

 

Per me che osservo la natura da sempre è semplicissimo, mi basta guardare la varietà di flora spontanea e quante specie di farfalle volano. Se in quel periodo in una zona x dovrebbero volare (metti caso) 20 specie e invece ne volano 5 c'è qualcosa che non torna. Stesso discorso per la flora.

 

 

In Grecia sono ancora alla prima fase: non facciamo un cazzo perchè non lo sappiamo/vogliamo fare. Noi siamo (al nord) alla fase 3, che si scompone in "i frutteti danno reddito, i trattamenti a tappeto costano poco, facciamoli" e nell'altrettanto pericoloso "guarda che disordine quel prato fiorito, tagliamolo all'inglese"

 

I francesi sono alla fase 3 pure loro, ma si sono autoimposti i dovuti limiti, le informazioni che si veicolano alla massa di caproni che stanno davanti alla tv sono precise, cercano di indirizzare il cittadino verso una fruizione della natura "sana" nel senso di correttamente informata. Fanno cultura dell'ambiente, i loro documentari non sono favolette campate in aria come i nostri, si parla di problematiche concrete.

 

Gli inglesi sono alla fase "diocristo ne abbiamo fatti di danni, cerchiamo di porre rimedio". Hanno reintrodotto parecchie specie da loro, estinte soprattutto negli anni 60-80.


  • 0

Stefano

 

 

Sono stato ad un loro concerto in prima fila, impiedi. Ubriaco fracico ed erano convinte fossi un fan sfegatato, mi dedicavano le canzoni mentre io per quasi due ore urlavo: troieee!

 


#45 Limenitis

Limenitis

    sputasentenze

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 25804 Messaggi:
  • LocationArcore (ex URSS)

Inviato 26 maggio 2016 - 07:00

Animale fantastico <3


  • 1

Stefano

 

 

Sono stato ad un loro concerto in prima fila, impiedi. Ubriaco fracico ed erano convinte fossi un fan sfegatato, mi dedicavano le canzoni mentre io per quasi due ore urlavo: troieee!

 


#46 geeno

geeno

    Scaruffiano

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11341 Messaggi:

Inviato 26 maggio 2016 - 07:12

Ma mica è facile avere un prato all'inglese soprattutto in estate, io qui faccio una fatica a tenere un prato decente dove decente vuol dire almeno verde.


  • 0

#47 Limenitis

Limenitis

    sputasentenze

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 25804 Messaggi:
  • LocationArcore (ex URSS)

Inviato 26 maggio 2016 - 07:18

Nemmeno in Inghilterra li tengono più, figurati. Da noi al massimo si rasa a zero di solito, in ogni caso :

 

 

Comunque speriamo che i greci restino mantenuti come ora, c'è un patrimonio naturale da difendere prima di tutto ]:)


  • 0

Stefano

 

 

Sono stato ad un loro concerto in prima fila, impiedi. Ubriaco fracico ed erano convinte fossi un fan sfegatato, mi dedicavano le canzoni mentre io per quasi due ore urlavo: troieee!

 


#48 geeno

geeno

    Scaruffiano

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11341 Messaggi:

Inviato 26 maggio 2016 - 07:25

Hanno firmato l'altro giorno, i contribuenti tedeschi ci manterranno ancora per qualche anno, sebbene a loro insaputa.

 

Ma per capire tu intendi che rasano i campi incolti (aree pubbliche immagino) invece non dovrebbero neanche tagliarli? (all'inglese non tengono neanche i campi da golf)


  • 0

#49 signora di una certa

signora di una certa

    chansonetteuse

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 17932 Messaggi:

Inviato 26 maggio 2016 - 08:30

ecco, agevoliamo la diffusione delle zecche

 

geeno ormai ti consideri greco? :(


  • -1

In realtà secondo me John Lurie non aveva tante cose da dire... ma molto belle


#50 geeno

geeno

    Scaruffiano

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11341 Messaggi:

Inviato 26 maggio 2016 - 08:31

 

geeno ormai ti consideri greco? :(

 

No.


  • 0

#51 Limenitis

Limenitis

    sputasentenze

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 25804 Messaggi:
  • LocationArcore (ex URSS)

Inviato 26 maggio 2016 - 08:48

 

 

Ma per capire tu intendi che rasano i campi incolti (aree pubbliche immagino) invece non dovrebbero neanche tagliarli? (all'inglese non tengono neanche i campi da golf)

 

 

Si dovrebbero lasciare aree di rispetto, che comprendono strisce incolte fra i coltivi e ai bordi delle strade. Lungo i bordi andrebbe tagliata soltanto la vegetazione che interferisce con la visibilità della circolazione stradale, e invece si rasa inesorabilmente per metri. Lungo i canali di irrigazione in pianura andrebbero lasciate le sponde naturali per favorire lo sviluppo di flora e fauna spontane, e invece si rasa anche lì. Il tutto in virtù di un'estetica distorta e francamente nauseante. Per preferire un prato rasato e secco a uno bello fiorito e ricco di vita bisogna avere il catrame nell'anima, o nel migliore dei casi aver ricevuto un'educazione ambientale distorta.

 

I tagli andrebbero fatti essenzialmente dove sono obbligatori, ovvero lungo le scarpate in pendenza a 45° che potrebbero favorire, in estate, il propagarsi degli incendi.

 

Tramite una condotta del genere si potrebbero limitare (e di fatto si limitano) i danni da parte dei fitofarmaci usati in agricoltura. Ci sono comuni virtuosi (evidentemente amministrati da qualcuno che ne sa) che applicano tale politica, e i risultati sono apprezzabili quasi in tempo reale.

 

 

Poi c'è tutto il discorso sui danni che i suddetti fitofarmaci hanno sulla salute umana, ma non essendo nè un chimico nè un medico non posso esprimermi se non per quello che leggo in giro. Dati ce ne sono, basta andarseli a cercare.

 

Negli USA, dove di danni ne sono stati fatti e se ne fanno, di proprorzioni gigantesche, da qualche tempo si cominciano a usare i cosidetti juvenoidi (ormoni inibitori della crescita nelle larve fitofaghe). In Europa tali rimedi sono, per adesso, di difficile reperibilità e quindi molto costosi.


  • 3

Stefano

 

 

Sono stato ad un loro concerto in prima fila, impiedi. Ubriaco fracico ed erano convinte fossi un fan sfegatato, mi dedicavano le canzoni mentre io per quasi due ore urlavo: troieee!

 


#52 Limenitis

Limenitis

    sputasentenze

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 25804 Messaggi:
  • LocationArcore (ex URSS)

Inviato 26 maggio 2016 - 09:29

Quando mi capita di andarci, qua vicino (subito fuori Civita Castellana) c'è un bell'esempio di fascia di rispetto lasciata appositamente dal proprietario terriero della zona (evidentemente illuminato, visto che non gli romperebbe mai i coglioni nessuno). Si tratta di una striscia di terreno incolto fra la strada e un immenso campo che a rotazione viene coltivato a grano o a erba medica per foraggio o altro (quest'anno c'è il grano). Larga ca. 3 m e lunga quanto il campo, quindi parecchio, che incrocia un fossato per canalizzare le acque piovane, pure quello lasciato allo stato selvatico.

 

Con tutto che il campo viene trattato abbastanza pesantemente (non cresce manco un papavero in mezzo al grano) non potete neppure immaginare la vita che si sviluppa lungo quella striscia nel corso delle stagioni, è qualcosa di incredibile.


  • 0

Stefano

 

 

Sono stato ad un loro concerto in prima fila, impiedi. Ubriaco fracico ed erano convinte fossi un fan sfegatato, mi dedicavano le canzoni mentre io per quasi due ore urlavo: troieee!

 


#53 Harry Caul

Harry Caul

    se ci dice bene finiamo nella merda

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5649 Messaggi:
  • LocationVicenza

Inviato 26 maggio 2016 - 09:49

Si potrebbe discutere anche delle potature criminali sul verde pubblico effettuate dalla maggior parte dei comuni italiani all'interno dei quali  l'unica cosa che non scarseggia è chiaramente l'ignoranza.

"Bisogna tagliare tutto e lasciare solo qualche troncone così ricresce più forte di prima". :facepalm:


  • 1

#54 Limenitis

Limenitis

    sputasentenze

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 25804 Messaggi:
  • LocationArcore (ex URSS)

Inviato 26 maggio 2016 - 09:56

In qualche caso quelle sono necessarie però, per prevenire la caduta di rami etc. in caso di condizioni meteo sfavorevoli. Chiaro che, nella maggior parte dei casi, il tutto venga fatto senza alcuna cognizione.

 

Gli architetti paesaggistici dovrebbero essere denunciati quasi tutti per concorso in disastro ambientale.


  • 0

Stefano

 

 

Sono stato ad un loro concerto in prima fila, impiedi. Ubriaco fracico ed erano convinte fossi un fan sfegatato, mi dedicavano le canzoni mentre io per quasi due ore urlavo: troieee!

 


#55 Harry Caul

Harry Caul

    se ci dice bene finiamo nella merda

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5649 Messaggi:
  • LocationVicenza

Inviato 26 maggio 2016 - 10:16

Si chiaro, ma le potature che si vedono in giro non hanno niente a che vedere con questo, la maggior parte vengono purtroppo eseguite con il mero scopo di fare legna e portano la pianta a soffrire (rendendola quindi più instabile e pericolosa) e spesso a morire in pochi anni, e anche quelle necessarie sono spesso eseguite malamente creando buchi e ferite nella corteccia che alla lunga possono portare allo stesso risultato.

Non parliamo poi della nefanda pratica di "scimare" gli alberi più alti che tra l'altro si sta diffondendo sempre più.


  • 0

#56 Bara dei pupi

Bara dei pupi

    Pietra MIliare

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 80563 Messaggi:

Inviato 26 maggio 2016 - 10:17

 

 

 

 

E comunque qui in Greece direi che stiamo messi limenitisianamente bene, è tutto lasciato a cazzo di cane.

 

ma al di là dell'aspetto ordinato/disordinato, che noto pure io, come fate a capire come siete messi?

 

 

Per me che osservo la natura da sempre è semplicissimo, mi basta guardare la varietà di flora spontanea e quante specie di farfalle volano. Se in quel periodo in una zona x dovrebbero volare (metti caso) 20 specie e invece ne volano 5 c'è qualcosa che non torna. Stesso discorso per la flora.

 

 

In Grecia sono ancora alla prima fase: non facciamo un cazzo perchè non lo sappiamo/vogliamo fare. Noi siamo (al nord) alla fase 3, che si scompone in "i frutteti danno reddito, i trattamenti a tappeto costano poco, facciamoli" e nell'altrettanto pericoloso "guarda che disordine quel prato fiorito, tagliamolo all'inglese"

 

 

a me tagliati all'inglese piacciono solo con i giusti protagonisti che corrono

 

guarda che bello Newmarket

 

Newmarket%20July%20Course%20head%20on%20


  • 0

#57 Suxxx

Suxxx

    Pietra MIliare

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21201 Messaggi:

Inviato 26 maggio 2016 - 12:06

 riguardo a casa mia (che era dei miei nonni) che si trova in zona limitrofa al centro di Bergamo ma poco distante anche dalla zona sud autostrada

da bambino (quiondi 30 anni fa circa) la sera c'erano i pipistrelli e di giorno addirittura arrivavano alcune libellule, oltre a api, vespe, farfalle e tipi di ragni davvero da libro illustrato (tipo quello con la croce sul dorso)

in questi anni hanno costruito ed eliminato tutti i campi selvaggi a qualche kilometro da casa mia per farci stare tutta la zona del kilometro rosso della Brembo:

l'impatto unito a moltissime altre zone cementificate è stato devastante gli unici animali rimasti sono i piccioni


  • 0

#58 Seattle Sound

Seattle Sound

    Non sono pigro,è che non me ne frega un cazzo.

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 36107 Messaggi:
  • LocationTiny little green

Inviato 26 maggio 2016 - 17:13

 

Gli architetti paesaggistici dovrebbero essere denunciati quasi tutti per concorso in disastro ambientale.

 

phpfCsXtY7531.jpg


  • 1

Alfonso Signorini: "Hai mai aperto una cozza?"
Emanuele Filiberto: "Sì, guarda, tante. Ma tante..."
(La Notte degli Chef, Canale 5)

 

"simpatico comunque eh" (Fily, Forum Ondarock)

 

"passere lynchane che finiscono scopate dai rammstein"

"Io ho sofferto moltissimo per questo tipo di dipendenza e credo di poterlo aiutare. Se qualcuno lo conosce e sente questo appello mi faccia fare una telefonata da lui, io posso aiutarlo"
(Rocco Siffredi, videomessaggio sul web)


"Ah, dei campi da tennis. Come diceva Battiato nella sua canzone La Cura"


#59 thom

thom

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2319 Messaggi:

Inviato 20 ottobre 2016 - 14:12

ambiente.jpg

 

non so voi ma l'infodata ut supra mi prende abbastanza in contropiede: praticamente l'inquinamento da PM10 in Italia è dovuto principalmente (53%) da mezzi di riscaldamento alimentati da biomasse

 

rectius, quattro stronzi che si mettono la stufa a pellet piuttosto che quelle cazzo di biostufe o accendono il camino a natale; tra l'altro mi pare di poter escludere dal 53% le caldaie a gasolio che, se non ho capito male, rientrano in quel 0,2%

 

direi che i numeri sono già ben oltre la soglia che richiederebbe un intervento normativo ad hoc per vietare tali mezzi medievali di riscaldamento (che riversano all'anno 60mila tonnellate di merda nell'aria a fronte di risparmi sul riscaldamento di quanto? 50 euro l'anno a valvassino?)

 

altre cose che mi sorprendono:

- i trasporti via terra sono ca. all'11%, quindi anche se domani ci comprassimo tutti la tesla non cambierebbe molto a livello complessivo (se non - forse - riducendo il focus di riferimento ai centri urbani);

- agricoltura/pesca/allevamento pesano di più che l'industria propriamente detta.


  • 3

#60 uomoz

uomoz

    ឡុកឡាក់

  • Validating
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 939 Messaggi:
  • LocationGunung Agung

Inviato 06 gennaio 2017 - 13:42

Ho letto l'analisi fatta ad ISPRA e da cui sono tratti questi dati/grafici. Ci sono un po'di errori che bisogna considerare prima di saltare a conclusioni facili e buttare fuori numeri dal grafico che è stato messo sopra:

1) a. Questi dati rappresentano una media sul terrirorio nazionale, quindi non sono di per se indicativi delle città, ma rappresentano un trend del paese e mescolano le misure di zone rurali e cittadine

    b. Le centraline non sono identificate e dal sito del laboratorio di ISPRA vengono identificate solo quelle posizionate in periferia (di Milano ad esempio)

 

2) Questo per dire che l'inquinamento atmosferico (soprattutto nella pianura del Po') è un fenomeno locale e dipende fortemente dalle fonti di inquinamento in situ. La pianura padana non ha forte aerazione e l'aria ristagna senza particolare ricircolo.

3) A livello nazionale questi risultati indicano che sì le caldaie a biomasse producono la maggior parte del PM. Non indicano però che l'inquinamento che hai nella zona centrale di Milano sia causato dal riscaldamento residenziale a biomasse. Nel caso di una città come MI la buona parte dell'inquinamento (PM, NOx, SO2, etc.) arriva dai trasporti e soprattutto dai mezzi diesel che producono più dell'80-90% dei PM10 derivati nel settore.

 

4) Fondamentale è anche la produzione di NOx e O3 che generano radicali (PANs) che formano la maggior parte dello SMOG cittadino. Il 50% del NOx viene ancora prodotto dal settore dei trasporti con ca. il 90% prodotto dai veicoli diesel in città.

 

GRAFICO_PM10-01.png?uuid=8e579264-3245-1

 

 

Questo per dire che sì bisognerebbe aumentare i controlli sulle biomasse con obbligo di installazione di filtri di PM, ma no non è sbagliato vietare la circolazione di veicoli diesel nei centri abitati e quando hai i picchi di inquinamento (o più in generale nelle zone urbane). Dal 2008 a causa della crisi il numero di veicoli diesel è aumentato, sebbene i vari EURO5-6 abbiano leggermente diminuito la quantità di PM dei veicoli diesel. Quindi non è sbagliato tenere in considerazione il settore del trasporto come causa di inquinamento soprattutto in città, e non è sbagliato limitare e disincentivare l'uso del diesel.


  • 2




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq