Vai al contenuto


Foto
- - - - -

Situazione Ambientale (Italia, Europa, Etc)


  • Please log in to reply
229 replies to this topic

#1 Abdullah The Butcher

Abdullah The Butcher

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2252 Messaggi:

Inviato 24 maggio 2016 - 23:30

il topic lo legittimo con 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ci vorrebbe un topic a parte, comunque, in 2 parole:

 

BIODIVERSITÀ ---> indicatore della qualità ambientale: se in un determinato luogo ci sono (es.) 5 specie (vegetali e/o animali) e in un altro, con caratteristiche simili di orografia, altitudine, alternanza di paesaggio etc. ne hai 20, quello con 20 è sicuramente meglio conservato dell'altro.

 

La fascia collinare del Trentino o del Veneto (che conosco bene) per capirsi è il posto con 5, la stessa fascia nel Lazio o in Toscana sono quelle con 20 ----> in Trentino e in Veneto, per quella fascia altitudinale (mettiamo fra i 200 e i 700-800 m di quota) c'è qualcosa che non torna. Nel nostro caso, quello che non torna è costituito essenzialmente dall'uso abnorme dei pesticidi nei vigneti e nei frutteti, vera e propria industria locale.

 

 

È solo un esempio fra tanti eh, e non tiene conto di altri fattori, ma la realtà grosso modo è questa.

 

s


  • 1

#2 Abdullah The Butcher

Abdullah The Butcher

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2252 Messaggi:

Inviato 24 maggio 2016 - 23:35

vabbe mi ha ucciso tutto il post sotto la quota


  • 0

#3 debaser

debaser

    utente stocazzo

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21862 Messaggi:

Inviato 25 maggio 2016 - 07:37

didestra, toglimi una curiosità. I post li formatti su word e poi li incolli qui?
  • 2

Codeste ambiguità, ridondanze e deficienze ricordano quelle che il dottor Franz Kuhn attribuisce a un'enciclopedia cinese che s'intitola Emporio celeste di conoscimenti benevoli. Nelle sue remote pagine è scritto che gli animali si dividono in (a) appartenenti all'Imperatore, (b) imbalsamati, c) ammaestrati, (d) lattonzoli, (e) sirene, (f) favolosi, (g) cani randagi, (h) inclusi in questa classificazione, (i) che s'agitano come pazzi, (j) innumerevoli, (k) disegnati con un pennello finissimo di pelo di cammello, (l) eccetera, (m) che hanno rotto il vaso, (n) che da lontano sembrano mosche.
 
non si dice, non si scrive solamente si favoleggia


#4 Harry Caul

Harry Caul

    se ci dice bene finiamo nella merda

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5899 Messaggi:

Inviato 25 maggio 2016 - 07:39

Il paesaggio/territorio/ambiente italiano è stato modificato in toto dall’uomo nel corso dei secoli. Ad es. il secondo lago italiano non esiste più perché nel 19° secolo il proprietario del terreno in cui ricadeva decise che voleva farci delle coltivazioni e letteralmente prosciugò tutto.

 

 

 

??

Se parli del Fucino, a parte che non era il secondo lago italiano ma il terzo, non è che le cose siano andate proprio così eh, la storia della sua bonifica è molto più complessa e comincia già in epoca romana.

Fermo restando che rimane probabilmente un stronzata averla fatta, soprattutto in quel modo.


  • 0

#5 Harry Caul

Harry Caul

    se ci dice bene finiamo nella merda

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5899 Messaggi:

Inviato 25 maggio 2016 - 07:45

E' una storia molto interessante:

 

http://www.terradabr...oria/fucino.php


  • 1

#6 Harry Caul

Harry Caul

    se ci dice bene finiamo nella merda

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5899 Messaggi:

Inviato 25 maggio 2016 - 08:27

Di nulla.
Da appassionato di geologia devo dire però che il collegamento che fanno tra il prosciugamento del lago e i terremoti, in particolare con quello devastante del 1915, mi sembra quantomeno un po' forzato.


  • 0

#7 Limenitis

Limenitis

    sputasentenze

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 25804 Messaggi:
  • LocationArcore (ex URSS)

Inviato 25 maggio 2016 - 12:48

Il paesaggio/territorio/ambiente italiano è stato modificato in toto dall’uomo nel corso dei secoli. Ad es. il secondo lago italiano non esiste più perché nel 19° secolo il proprietario del terreno in cui ricadeva decise che voleva farci delle coltivazioni e letteralmente prosciugò tutto.

 

Ciononostante per motivi vari (clima, rotte migratorie e conformazione geoorografica ,ecc) la biodiversità italiana è grande. Abusivismo edilizio, caccia e bracconaggio, inquinamento di tutti i tipi sono i maggiori pericoli e spesso le sanzioni sono risibili. Comunque qualcosa di buono è stato fatto.

 

 

 

 

Tutto sbagliato. Partiamo dalle basi, il che significa spiegare (spero di riuscire in 2 parole) perchè la cultura ambientalista in Italia, e non solo,  fa acqua da tutte le parti:

 

Il paesaggio/territorio/ambiente italiano è stato modificato in toto dall’uomo nel corso dei secoli. Ad es. il secondo lago italiano non esiste più perché nel 19° secolo il proprietario del terreno in cui ricadeva decise che voleva farci delle coltivazioni e letteralmente prosciugò tutto.

 

 

 

Ok, verissimo, ma

 

Ciononostante va sostituito con anche per questo motivo, oltre all'orografia, latitudine, geologia, rotte migratorie quant'altro, l'Italia è il primo paese europeo per quanto riguarda la biodiversità. Il secondo se si considera la Turchia, ma l'Anatolia (territorio pazzesco da questo punto di vista) è considerata geograficamente Asia.

 

Abusivismo edilizio: problema enorme per quanto riguarda l'abbruttimento del paesaggio, problema minore per la natura, capace di riappropiarsi dei propri spazi in men che non si dica. C'è più natura in una qualunque periferia degradata che in un qualsiasi bel paesaggio agricolo super curato.

 

Caccia e bracconaggio: in passato sono stati due grossi problemi, attualmente non lo sono o lo sono in misura molto minore rispetto a 30-50-100 anni fa. La fauna terrestre non risente attualmente di problemi di prelievo sia legale che coatto. Altro discorso quella marina, fortemente minacciata dalla pesca professionale legale e illegale (prelievo eccessivo in questo caso). Ci sarebbero discorsi locali legati alla fauna delle acque dolci ma per il momento è meglio sorvolare, restiamo sul generale.

 

Inquinamento di tutti i tipi: è un ginepraio, cerchiamo un attimo di diversificare. I più gravi attualmente sono l'inquinamento da pesticidi, diserbanti e fitofarmaci in genere, e l'inquinamento delle falde acquifere, conseguenza sia del primo sia di altre cause inquinanti, localmente molto importanti come lo smaltimento illegale di rifiuti pericolosi. Altro discorso a parte (molto complesso) riguarda l'inquinamento industriale e atmosferico.

 

 

 

Un punto va ribadito: la colonizzazione dell'Italia (e dell'Europa in genere) da parte dell'uomo in epoche molto antiche ha, di fatto, favorito la biodiversità animale e vegetale. La riduzione delle coperture boschive, il lavoro millenario dell'uomo nelle pianure agricole e in collina non ha fatto altro che favorire tantissime specie che trovano il loro collocamento essenzialmente in habitat di transizione.

 

È quando tutte queste attività sono diventate tese essenzialmente all'iperproduttività che la situazione è cominciata a peggiorare, grosso modo dagli anni '50 del secolo scorso, fino a giungere alla situazione (abbastanza drammatica)

attuale.

 

 

Questa grosso modo sarebbe la base da cui partire. Tenete presente, quando si parla di ambiente, che una delle più grosse cazzate che sono passate è che l'equazione natura = bosco = piantiamo alberi. Questo è vero nelle foreste pluviali delle zone equatoriali, ma è fuorviante nell'ambiente europeo di tipo temperato.


  • 1

Stefano

 

 

Sono stato ad un loro concerto in prima fila, impiedi. Ubriaco fracico ed erano convinte fossi un fan sfegatato, mi dedicavano le canzoni mentre io per quasi due ore urlavo: troieee!

 


#8 Bara dei pupi

Bara dei pupi

    Pietra MIliare

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 81320 Messaggi:

Inviato 25 maggio 2016 - 13:34

 C'è più natura in una qualunque periferia degradata che in un qualsiasi bel paesaggio agricolo super curato. 

 

 

al di là della natura sono molto più belle e intense dai, se hanno un minimo di storia; i paesaggi naturali vuoti meritano massimo uno sguardo di 2 minuti


  • 0

#9 Harry Caul

Harry Caul

    se ci dice bene finiamo nella merda

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5899 Messaggi:

Inviato 25 maggio 2016 - 13:36

Beh, insomma, prova a fare un giro in Islanda magari, ma direi che basterebbero anche le dolomiti.


  • 0

#10 Bara dei pupi

Bara dei pupi

    Pietra MIliare

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 81320 Messaggi:

Inviato 25 maggio 2016 - 13:37

Beh, insomma, prova a fare un giro in Islanda magari, ma direi che basterebbero anche le dolomiti.

 

dai hai capito che intendo, in Islanda (e i Sigur Ros mi hanno tolto ogni voglia, non bastasse già Bork) non sono stato ma sulle Dolo sì


  • 0

#11 Harry Caul

Harry Caul

    se ci dice bene finiamo nella merda

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5899 Messaggi:

Inviato 25 maggio 2016 - 13:40

asd E' che oggi hai un po' la tendenza a sparare sentenze.


  • 0

#12 Bara dei pupi

Bara dei pupi

    Pietra MIliare

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 81320 Messaggi:

Inviato 25 maggio 2016 - 13:43

asd E' che oggi hai un po' la tendenza a sparare sentenze.

 

vabbeh i pareri sulle cose da vedere sono soggettivi

 

la roba delle periferie però la noto sempre; mi spiego: al di là di alcuni toni ultra-romantici usati da artisti/intellettuali famosi nei loro confronti, fin troppo esagerati nel romanzare (e quindi distorcere), mi pare che, a livello ordinario, siano sempre state considerate poco

 

poi certo, bellissima la natura ma non la vedo dimenticata come le periferie; insomma il valore delle Dolomiti non è messo in discussione da nessuno (anche a livello di terapia per la mente)


  • 0

#13 Limenitis

Limenitis

    sputasentenze

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 25804 Messaggi:
  • LocationArcore (ex URSS)

Inviato 25 maggio 2016 - 13:44

 

 C'è più natura in una qualunque periferia degradata che in un qualsiasi bel paesaggio agricolo super curato. 

 

 

al di là della natura sono molto più belle e intense dai, se hanno un minimo di storia; i paesaggi naturali vuoti meritano massimo uno sguardo di 2 minuti

 

 

 

 

Come bellezza lasciam perdere dai asd ma di certo come varietà di forme di vita una bella zonaccia industriale abbandonata con cespuglieti, campacci incolti etc. ospita molte più specie di una zona agricola attuale*

 

 

* questo vuol dire che siamo ridotti male eh


  • 0

Stefano

 

 

Sono stato ad un loro concerto in prima fila, impiedi. Ubriaco fracico ed erano convinte fossi un fan sfegatato, mi dedicavano le canzoni mentre io per quasi due ore urlavo: troieee!

 


#14 Bara dei pupi

Bara dei pupi

    Pietra MIliare

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 81320 Messaggi:

Inviato 25 maggio 2016 - 13:46

 

 

 C'è più natura in una qualunque periferia degradata che in un qualsiasi bel paesaggio agricolo super curato. 

 

 

al di là della natura sono molto più belle e intense dai, se hanno un minimo di storia; i paesaggi naturali vuoti meritano massimo uno sguardo di 2 minuti

 

 

 

 

Come bellezza lasciam perdere dai asd ma di certo come varietà di forme di vita una bella zonaccia industriale abbandonata con cespuglieti, campacci incolti etc. ospita molte più specie di una zona agricola attuale.

 

 

intendevo interesse, non bellezza in senso stereotipato (il tramonto, il mare azzurrino, ecc ecc ecc)


  • 0

#15 Limenitis

Limenitis

    sputasentenze

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 25804 Messaggi:
  • LocationArcore (ex URSS)

Inviato 25 maggio 2016 - 13:50

Ah certo, anche se parliamo dal punto di vista naturalistico... incredibile ma vero


  • 0

Stefano

 

 

Sono stato ad un loro concerto in prima fila, impiedi. Ubriaco fracico ed erano convinte fossi un fan sfegatato, mi dedicavano le canzoni mentre io per quasi due ore urlavo: troieee!

 


#16 Bara dei pupi

Bara dei pupi

    Pietra MIliare

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 81320 Messaggi:

Inviato 25 maggio 2016 - 13:58

Ah certo, anche se parliamo dal punto di vista naturalistico... incredibile ma vero

 

ma in che senso?

pure a me piace osservare la natura deteriorata delle periferie della città, quelle situazioni post-dramma di cui Milano è piena, dici che addirittura sono naturalmente meglio delle Dolo? asd Non pensavo


  • 0

#17 Limenitis

Limenitis

    sputasentenze

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 25804 Messaggi:
  • LocationArcore (ex URSS)

Inviato 25 maggio 2016 - 14:03

Non sono "meglio delle Dolo", quelle ancora sono abbastanza conservate (alle quote maggiori). Non hai capito: parlo di una fascia altitudinale (pianura e collina) fortemente antropizzata e purtroppo, per quello che dicevo prima, rovinata soprattutto nelle zone agricole (praticamente deserti verdi).

 

Quello che per l'uomo della strada è "degrado" (incolti, angoli non curati, persino cortili abbandonati e quant'altro) per la natura è vita. Sono ambienti fantastici pieni di piante pioniere interessantissime, che vengono ricolonizzati nel giro di pochi anni.


  • 0

Stefano

 

 

Sono stato ad un loro concerto in prima fila, impiedi. Ubriaco fracico ed erano convinte fossi un fan sfegatato, mi dedicavano le canzoni mentre io per quasi due ore urlavo: troieee!

 


#18 Bara dei pupi

Bara dei pupi

    Pietra MIliare

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 81320 Messaggi:

Inviato 25 maggio 2016 - 14:06

Non sono "meglio delle Dolo", quelle ancora sono abbastanza conservate (alle quote maggiori). Non hai capito: parlo di una fascia altitudinale (pianura e collina) fortemente antropizzata e purtroppo, per quello che dicevo prima, rovinata soprattutto nelle zone agricole (praticamente deserti verdi).

 

Quello che per l'uomo della strada è "degrado" (incolti, angoli non curati, persino cortili abbandonati e quant'altro) per la natura è vita. Sono ambienti fantastici pieni di piante pioniere interessantissime, che vengono ricolonizzati nel giro di pochi anni.

 

ricolonizzati come?

molte periferie sono ferme così da tempo, e per altre che vengono assorbite nelle parti centrali delle città, con tutto quello che comporta, ne nascono cmq nuove che prima non esistevano (e erano campagna pura)

 

cmq il degrado è relativo dai, a me le città ordinate (in Italia prendo Merano come esempio) fanno abbastanza paura


  • 0

#19 Limenitis

Limenitis

    sputasentenze

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 25804 Messaggi:
  • LocationArcore (ex URSS)

Inviato 25 maggio 2016 - 14:10

 

cmq il degrado è relativo dai, a me le città ordinate (in Italia prendo Merano come esempio) fanno abbastanza paura

 

 

 

Non so se coincidono i motivi, ma anche a me

 

 

"ricolonizzati" dalla vegetazione pioniera, diventano habitat di transizione pieni di roba interessante, vi si sviluppano mini-catene alimentari etc.


  • 0

Stefano

 

 

Sono stato ad un loro concerto in prima fila, impiedi. Ubriaco fracico ed erano convinte fossi un fan sfegatato, mi dedicavano le canzoni mentre io per quasi due ore urlavo: troieee!

 


#20 Bara dei pupi

Bara dei pupi

    Pietra MIliare

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 81320 Messaggi:

Inviato 25 maggio 2016 - 14:12

 

 

cmq il degrado è relativo dai, a me le città ordinate (in Italia prendo Merano come esempio) fanno abbastanza paura

 

 

 

Non so se coincidono i motivi, ma anche a me

 

 

sono (ai miei occhi) poco naturali, per quanto poi magari ci sia tanta natura


  • 0




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq