Vai al contenuto


Foto
- - - - -

Il Lungo Addio: L'elogio Funebre Di Ondacinema


  • Please log in to reply
421 replies to this topic

#21 debaser

debaser

    utente stocazzo

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21846 Messaggi:

Inviato 08 ottobre 2015 - 09:08

davvero? ma l'Apollo non è incastrato dentro a quel palazzo? com'è possibile che sia come quello nel render?


  • 0

Codeste ambiguità, ridondanze e deficienze ricordano quelle che il dottor Franz Kuhn attribuisce a un'enciclopedia cinese che s'intitola Emporio celeste di conoscimenti benevoli. Nelle sue remote pagine è scritto che gli animali si dividono in (a) appartenenti all'Imperatore, (b) imbalsamati, c) ammaestrati, (d) lattonzoli, (e) sirene, (f) favolosi, (g) cani randagi, (h) inclusi in questa classificazione, (i) che s'agitano come pazzi, (j) innumerevoli, (k) disegnati con un pennello finissimo di pelo di cammello, (l) eccetera, (m) che hanno rotto il vaso, (n) che da lontano sembrano mosche.
 
non si dice, non si scrive solamente si favoleggia


#22 solaris

solaris

    Simmetriade.

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5442 Messaggi:

Inviato 08 ottobre 2015 - 09:20

davvero? ma l'Apollo non è incastrato dentro a quel palazzo? com'è possibile che sia come quello nel render?

 

è quello di ny penso, preso a caso da google.

 

link


  • 0

#23 debaser

debaser

    utente stocazzo

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21846 Messaggi:

Inviato 08 ottobre 2015 - 09:24

tristezza, l'Apollo è uno dei pochi rimasti che fa belle cose.

 

ah:

La struttura dovrebbe comprendere una lunga scalinata che condurrà i clienti fino al centro della piazza, un ingresso secondario in Galleria De Cristoforis e un grande parallelepipedo di cristallo come porta principale di accesso.


  • 0

Codeste ambiguità, ridondanze e deficienze ricordano quelle che il dottor Franz Kuhn attribuisce a un'enciclopedia cinese che s'intitola Emporio celeste di conoscimenti benevoli. Nelle sue remote pagine è scritto che gli animali si dividono in (a) appartenenti all'Imperatore, (b) imbalsamati, c) ammaestrati, (d) lattonzoli, (e) sirene, (f) favolosi, (g) cani randagi, (h) inclusi in questa classificazione, (i) che s'agitano come pazzi, (j) innumerevoli, (k) disegnati con un pennello finissimo di pelo di cammello, (l) eccetera, (m) che hanno rotto il vaso, (n) che da lontano sembrano mosche.
 
non si dice, non si scrive solamente si favoleggia


#24 vandiemen

vandiemen

    L'ultima spiaggia

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 588 Messaggi:

Inviato 08 ottobre 2015 - 10:19

L'ho saputo stamattina e non riesco a capacitarmene.

Ci rimane giusto l'Anteo e poco altro.


  • 0

#25 signora di una certa

signora di una certa

    chansonetteuse

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 17924 Messaggi:

Inviato 08 ottobre 2015 - 10:21

vi toccherà venire al Metropolis di Paderno Dugnano


  • 0

In realtà secondo me John Lurie non aveva tante cose da dire... ma molto belle


#26 Tom

Tom

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12519 Messaggi:

Inviato 13 ottobre 2015 - 16:32

Scopro solo ora che lo scorso marzo è morto a 94 anni il regista Gene Saks.
Amico e collaboratore di Neil Simon, attivo come attore soprattutto per la tv, alla fine degli anni 60 prenotò il suo posticino nella storia del cinema con un poker di quelle commedie vellutate e malinconiche che più 60s non si può. Le prime due sono ancora (spero) due grandi cult...

1967 A piedi nudi nel parco (Barefoot in the Park)
tumblr_m7sjksrm_Tc1qk8tj9.jpg

 

1968 La strana coppia (The Odd Couple)
ae0b12bc13922ef03c6cc10fb90769c8.jpg

 

1969 Fiore di cactus   (Cactus Flower)  

cactus_flower_01.jpg

 

1972 Amiamoci così, belle signore (Last of the Red Hot Lovers)

91318_full.jpg


  • 3

#27 signora di una certa

signora di una certa

    chansonetteuse

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 17924 Messaggi:

Inviato 13 ottobre 2015 - 16:45

Fiore di cactus <3
  • 1

In realtà secondo me John Lurie non aveva tante cose da dire... ma molto belle


#28 An Absent Friend

An Absent Friend

    We're happening

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3261 Messaggi:
  • LocationFuori della storia e in abito borghese

Inviato 13 ottobre 2015 - 16:56

Tentai invano di aprire un topic su quel filone di commedie. Proprio in questi giorni sto recuperando film di Walter Matthau per consolare mia madre da un lutto, ho già ripreso I Ragazzi Irresistibili e Appartamento al Plaza.


  • 0

 

alle medie il tema "il mio idolo" era su Clarke, il mio eh; hanno chiamato mia madre subito

 

 
In pratica vogliono il magical negro senza i poteri magici, sai che palle.

 

 

guarda uso di nuovo l'esempio del Mein Kampf che mi è piaciuto parecchio

 


#29 StuntmanMike

StuntmanMike

    Membro Premium

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4900 Messaggi:

Inviato 29 ottobre 2015 - 18:39

La Jane Fonda\Corie Bratter di A piedi nudi nel parco credo sia una delle più belle cose capitate all'umanità. Saks è stato un raffinato e bravo regista della migliore commedia americana dell'epoca, un ottimo autore spesso dimenticato. Eppure ha trasposto Neil Simon come nessun altro.

 

Purtroppo mi duole ricordare un'altra grande perdita di pochi giorni fa: sabato 24 ottobre è morta a 95 anni Maureen O'Hara, indimenticabile rossa e talentuosa attrice della old Hollywood anni quaranta\cinquanta. Un vero mito cinematografico e una interprete dalle indubbie capacità recitative che estenderà la sua carriera nell'arco di un cinquantennio, lavorando per gente come Hitchcock [La taverna della Giamaica, 1939], John Ford [Com'era verde la mia valle, 1941; Rio Bravo, 1950; La lunga linea grigia; 1955], Jean Renoir [Questa terra è mia, 1943], Henry King [Il cigno nero, 1942], Jean Negulesco [La strada proibita, 1949], Nicholas Ray [Ho sempre mentito, 1949], Carol Reed [Il nostro agente all'Avana, 1959] e Sam Peckinpah nel suo esordio del '61 La morte cavalca a Rio Bravo. Nata Maureen FitzSimons a Dublino, sarà spinta alla recitazione dai genitori teatranti avendo già innate doti da cantante lirica. L'esordio arriverà appena quattordicenne al dublinese Ireland's National Theatre, il primo celebre e importante provino quattro anni dopo a Londra con il grande Charles Laughton.

 

maureen-ohara.jpg

 

maureen-o-hara-1940.jpg

 

tumblr_m7dsltyNHQ1qbewogo1_500.jpg

 

2655554_Film_-_Lad_3482420b.jpg

 

028-maureen-o-hara-theredlist.jpg

 

maureen-ohara18.jpg?w=611&h=458

 

5712634-3x2-940x627.jpg


  • 3
Quello che se ne fotte dei punti sulla patente.

#30 signora di una certa

signora di una certa

    chansonetteuse

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 17924 Messaggi:

Inviato 29 ottobre 2015 - 22:19

un mito <3

rip


  • 0

In realtà secondo me John Lurie non aveva tante cose da dire... ma molto belle


#31 Jack DiSpade

Jack DiSpade

    Critico proto-punk

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 629 Messaggi:
  • LocationArezzo

Inviato 31 ottobre 2015 - 11:29

http://www.corriere....8d18d1f0e.shtml


  • 1

#32 StuntmanMike

StuntmanMike

    Membro Premium

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4900 Messaggi:

Inviato 04 novembre 2015 - 15:29

Giusto celebrarla qui [con grave ritardo]: Catherine E. Coulson, la Signora Ceppo di Twin Peaks, ci ha salutati il 29 settembre dopo una lunga lotta contro il cancro. 71enne attrice di gran esperienza shakespeariana, fu assistente alla regia per David Lynch prima nel 1974 per il corto L'amputata e successivamente per Eraserhead-La mente che cancella dove nel 1977 conobbe il suo primo marito, l'attore Jack Nance. Sarebbe dovuta tornare sul set l'anno prossimo proprio nella terza stagione della serie prodotta da Lynch e Mark Frost [slittata al 2017].

 

112265-full.jpg

 

cs7qlKJ.jpg

 

tumblr_nvezqcJUub1uqa0z5o1_r1_500.gif

 

"Ho perso una delle mie amiche più care -ha dichiarato Lynch all'Hollywood reporter- Era sempre disponibile per i suoi amici e piena d’amore per chiunque, per la sua famiglia, per i suoi amici e per il suo lavoro. Era una lavoratrice instancabile, con un grande sense of humor. Amava ridere e far ridere, era una persona spirituale, era la Signora Ceppo."


  • 2
Quello che se ne fotte dei punti sulla patente.

#33 Tom

Tom

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12519 Messaggi:

Inviato 08 novembre 2015 - 14:58

Gunnar Hansen 1947 - 2015.

Ovvero il Leatherface originale, uno dei personaggi più spaventosi della storia del cinema (prima di essere banalizzato dai sequel e dai remake).

 

3016628-poster-p-1-leatherface-speaks-ch

 

New%252520Picture%2525203_thumb%25255B2%


  • 7

#34 StuntmanMike

StuntmanMike

    Membro Premium

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4900 Messaggi:

Inviato 08 novembre 2015 - 20:51

Addio a Melissa Mathison, sceneggiatrice di E.t. e Kundun ed ex moglie di Harrison Ford.

 

Melissa-Mathison.jpg

 

large_CTDwnczVEAE0fm9.jpg

 

melissa-mathison-obituary-et.jpg


  • 1
Quello che se ne fotte dei punti sulla patente.

#35 kristofferson

kristofferson

    Giù la testa, coglioni

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 615 Messaggi:

Inviato 18 novembre 2015 - 09:12

Nicoletta Machiavelli

La più bella attrice del western italiano.

 

B_XXz1oW8AEvf0z.jpg


  • 3

#36 solaris

solaris

    Simmetriade.

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5442 Messaggi:

Inviato 26 novembre 2015 - 10:26

msUT3tbwrHj1tGlffPy8fsV9J9B.jpg

 

Setsuko Hara / Masae Aida.

 

 

si era ritirata dalle scene nel 1962, all'età di 42 anni, decidendo di trascorrere una vita riservata e isolata a Kamakura, città di quasi 200.000 abitanti a 50 chilometri dalla capitale Tokyo, nella prefettura di Kanagawa, nascosta e circondata da una catena di montagne che la rendono quasi una fortezza inespugnabile e inavvicinabile, tanto da esser stata in passato la capitale medievale del Giappone. L'attrice era stata ricoverata in ospedale nel mese di agosto e aveva chiesto ufficialmente che la notizia non venisse diffusa, perché non voleva che se ne parlasse, come ha riferito poi il nipote all'agenzia Kyodo News. Non ci saranno funerali, ma una semplice cerimonia privata, senza alcun tipo di sfarzo, come la stessa attrice aveva chiesto. «Non ero io che brillavo: semplicemente a quei tempi tutti brillavano» aveva dichiarato in una rarissima intervista nel 1992.


  • 1

#37 Tom

Tom

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12519 Messaggi:

Inviato 07 dicembre 2015 - 10:37

Robert Loggia 1930 – 2015

Che dove lo mettevi stava bene.

 

01_05033951_d617ce_2591181a.jpg


  • 5

#38 Harry Caul

Harry Caul

    se ci dice bene finiamo nella merda

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5649 Messaggi:
  • LocationVicenza

Inviato 07 dicembre 2015 - 11:45

Grande caratterista, mi piace ricordarlo nel ruolo del mitico Governatore Marchese Alfonso Felipe Gonzaga in Porgi L'altra Guancia.


  • 0

#39 paloz

paloz

    Poo-tee-weet?

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22988 Messaggi:

Inviato 07 dicembre 2015 - 11:54

STRADE PERDUTE
  • 1

I have spoken softly, gone my ways softly, all my days, as behoves one who has nothing to say, nowhere to go, and so nothing to gain by being seen or heard.

 

(Samuel Beckett, Malone Dies)


#40 StuntmanMike

StuntmanMike

    Membro Premium

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4900 Messaggi:

Inviato 07 dicembre 2015 - 14:59

Loggia attore e faccia da quercia come non se ne vedono più in giro. Esordì in Lassù qualcuno mi ama di Wise, ma dove lavorò moltissimo fino alla vecchiaia fu in televisione: lo ricordo rimarchevole presenza in episodi di Alfred Hitchcock presenta, Cannon, Starsky & Hutch e I Soprano.

 

Il 2 dicembre è morto a Roma un altro grande interprete caro a molti, Gabriele Ferzetti.

 

Nato a Roma il 17 marzo del 1925, Pasquale detto Gabriele ebbe un lunga carriera teatrale cominciata nel dopoguerra grazie a Visconti. Al cinema era già arrivato giovanissimo in Via delle cinque lune di Luigi Chiarini, dopo gli anni all'Accademia d'arte drammatica Silvia D'Amico. Ha recitato in più di 160 film: tra i ruoli più celebri quelli in La provinciale di Mario Soldati [1953], L'avventura di Antonioni [1960], La bibbia di John Huston [1966], A ciascuno il suo di Petri [1967], C'era una volta il west di Leone [1968], Gli intoccabili di Giuliano Montaldo [1969] e 007-Al servizio segreto di sua maestà di Peter Hunt [sempre 1969].

 

XB-107051.jpg

 

00021701.JPG

 

still-of-gabriele-ferzetti-and-monica-vi

 

_ferzetti_963b60b6.jpg

 

vlcsnap-2012-10-10-14h42m25s110.png

 

gabriele-ferzetti-tilda-swinton-e-alba-r


  • 3
Quello che se ne fotte dei punti sulla patente.




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq