Vai al contenuto


Foto
- - - - -

Appunti di Guerra


  • Please log in to reply
286 replies to this topic

#61 Guest_runciter_*

Guest_runciter_*
  • Guests

Inviato 17 settembre 2007 - 05:57

IAEA confirms the "peaceful nature of Iran's nuclear activities"
Full text of Iran-IAEA Modalities of Resolution of Outstanding Issues

Global Research, August 30, 2007
International Atomic Energy Agency - 2007-08-21

Global Research Editorial Note

The mainstream media has failed to report the agreement reached between the International Atomic Energy Agency (IAEA) and the Iranian government in regards to the Iranian nuclear energy program. An understanding has been reached between the two. The IAEA has given Iran's nuclear program a clean bill of health.

Why is the U.S. media not reporting on this matter? Why do the U.S. and its Western allies continue to threaten Iran with punitive bombings for its alleged non-compliance, when everything indicates that Iran has a bona fide nuclear energy program and does not have the capabilities of developing nuclear weapons? (...)

http://www.globalres...ext=va&aid=6655

#62 Guest_runciter_*

Guest_runciter_*
  • Guests

Inviato 21 settembre 2007 - 08:16

tornando al bombardamento israeliano in siria:

After the invasion of Iraq, former US Air Force Colonel Sam Gardiner identified charges against Syria as one of 50 false news stories created by Israel and the White House to justify war. "Saddam's nuclear WMDs moved to Syria" was propaganda he said.

Several days ago, after the attack on Syria's "nuclear program", I spoke to western oil company officials in Deir Ez Zor. One technician told me they routinely monitor radiation as part of the refining process. They registered no heightened levels of nuclear residue in the area as there would have been if the Israelis had hit a North Korean atomic stockpile. Operations and technical foremen put it this way: "The nuclear claims against Syria are pure bullsh*t."

The Syrian smoking gun is the complete lack of any mushroom cloud.

The Israeli raid managed to stir up public passion in Syria. Face Book's most popular new group for Syria is: Syrians Are Ready To Defend Against Israel‚?¶ 486 members (189 new)


http://uruknet.info/...&hd=&size=1&l=e

nel frattempo netanyahu ha confermato che l'attacco c'è effettivamente stato:

Netanyahu 'admits Israeli strike'

#63 joseph K.

joseph K.

    Tout est pardonné

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7508 Messaggi:

Inviato 23 settembre 2007 - 09:16

Mi pare sia il posto migliore dove metterlo:

La Germania non trasmetterà alle autorità americane una richiesta di estradizione nei confronti di alcuni agenti della Cia, accusati di aver organizzato il rapimento di un cittadino tedesco nel 2003. Lo ha reso noto a Berlino un portavoce del ministero della Giustizia.
Il responsabile ha confermato ieri le indiscrezioni del giornale Der Spiegel, secondo il quale le autorità tedesche hanno deciso di non chiedere agli Stati Uniti l'estradizione di 13 funzionari.
Nei loro confronti un tribunale di Monaco di Baviera aveva emesso nel gennaio scorso un mandato di arresto in relazione al sequestro di Khaled al-Masri: un cittadino tedesco di origini libanesi che sostiene di esser stato rapito in Macedonia nel 2003, e in seguito trasferito in Afghanistan per esser interrogato.
Secondo Der Spiegel, il governo della Germania ha deciso di non trasmettere le domande di estradizione "per evitare un conflitto aperto con le autorità americane".
http://www.rainews24...sp?newsid=74022

Oramai si ragiona così, altro che stato di diritto e buffonate da costituzione...
  • 0

Ora l'inverno del nostro scontento è reso estate gloriosa da questo sole di York, e tutte le nuvole che incombevano minacciose sulla nostra casa sono sepolte nel petto profondo dell'oceano.


#64 Pierrot le fou

Pierrot le fou

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 645 Messaggi:

Inviato 24 settembre 2007 - 10:40

"Riceviamo pochissimi feriti perch√© dopo i raid dell‚??aviazione le truppe Nato sigillano i villaggi colpiti bloccando tutte le strade attorno e intanto rimuovono i cadaveri dei civili vittime delle bombe"

Noi siamo qui


  • 0

#65 joseph K.

joseph K.

    Tout est pardonné

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7508 Messaggi:

Inviato 03 ottobre 2007 - 15:23

http://www.repubblic...ie-private.html
  • 0

Ora l'inverno del nostro scontento è reso estate gloriosa da questo sole di York, e tutte le nuvole che incombevano minacciose sulla nostra casa sono sepolte nel petto profondo dell'oceano.


#66 Russian

Russian

    populista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6131 Messaggi:

Inviato 18 ottobre 2007 - 10:48

La Turchia bombarda villaggi curdi in Iraq

Il parlamento turco dovrebbe discutere da domani una mozione del governo del premier Recep Tayyip Erdogan che autorizzi le forze armate a condurre una azione militare su vasta scala in territorio iracheno contro le basi dei guerriglieri separatisti curdi turchi del Pkk, il Partito dei lavoratori del Kurdistan

http://www.unita.it/...idContent=69684

Qualcuno sa spiegarmi ?!  :-[
  • 0

#67 Guest_Cannibal Ox_*

Guest_Cannibal Ox_*
  • Guests

Inviato 18 ottobre 2007 - 11:14

La Turchia bombarda villaggi curdi in Iraq

Il parlamento turco dovrebbe discutere da domani una mozione del governo del premier Recep Tayyip Erdogan che autorizzi le forze armate a condurre una azione militare su vasta scala in territorio iracheno contro le basi dei guerriglieri separatisti curdi turchi del Pkk, il Partito dei lavoratori del Kurdistan

http://www.unita.it/...idContent=69684

Qualcuno sa spiegarmi ?!  :-[


Il kurdistan iracheno non √® pi√Ļ sotto il controllo del governo di baghdad da tempo,
grazie alla nuova costituzione del paese, pensata per dare grandi autonomie alle amministrazioni locali,
la regione è di fatto retta da un governo indipendente, con un esercito proprio e forti poteri legislativi.
E la turchia non si trova a suo agio all'idea di uno stato kurdo indipendente lungo i suoi confini,
che fornisce nuovo spirito al movimento indipendentista in turchia, e verosimilmente anche nuovi mezzi.
Quale miglior soluzione a un problema del genere, se non bombardare?

Era comunque una cosa che ci si aspettava da tempo, l'aggresione della Turchia ai danni del kurdistan Iracheno

riporto l'inizio di un articolo che personalmente ho trovato illuminante sulla situazione irachena,
Iraq: The Way to Go http://www.nybooks.com/articles/20470
By Peter W. Galbraith

"On May 30, the Coalition held a ceremony in the Kurdistan town of Erbil to mark its handover of security in Iraq's three Kurdish provinces from the Coalition to the Iraqi government. General Benjamin Mixon, the US commander for northern Iraq, praised the Iraqi government for overseeing all aspects of the handover. And he drew attention to the "benchmark" now achieved: with the handover, he said, Iraqis now controlled security in seven of Iraq's eighteen provinces.

In fact, nothing was handed over. The only Coalition force in Kurdistan is the peshmerga, a disciplined army that fought alongside the Americans in the 2003 campaign to oust Saddam Hussein and is loyal to the Kurdistan government in Erbil. The peshmerga provided security in the three Kurdish provinces before the handover and after. The Iraqi army has not been on Kurdistan's territory since 1996 and is effectively prohibited from being there. Nor did the Iraqi flag fly at the ceremony. It is banned in Kurdistan.

Although the Erbil handover was a sham that Prince Potemkin might have admired, it was not easily arranged. The Bush administration had wanted the handover to take place before the US congressional elections in November. But it also wanted an Iraqi flag flown at the ceremony and some acknowledgement that Iraq, not Kurdistan, was in charge. The Kurds were prepared to include a reference to Iraq in the ceremony, but they were adamant that there be no Iraqi flags. It took months to work out a compromise ceremony with no flags at all. Thus the ceremony was followed by a military parade without a single flag‚??an event so unusual that one observer thought it might merit mention in Ripley's Believe it or Not."

Anche se piuttosto lungo, consglio a tutti la lettura dell'articolo completo

#68 Russian

Russian

    populista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6131 Messaggi:

Inviato 20 ottobre 2007 - 12:47

E la turchia non si trova a suo agio all'idea di uno stato kurdo indipendente lungo i suoi confini,
che fornisce nuovo spirito al movimento indipendentista in turchia, e verosimilmente anche nuovi mezzi.
Quale miglior soluzione a un problema del genere, se non bombardare?


E' evidente...molto meglio confinare con il tranquillo Iraq e con la serena Siria...specie quando la Turchia sarà UE.
A me sembra che a questa Turchia tutto sia concesso,nulla del passato possa essere imputato e che per rispetto a 60 milioni di turchi per bene nessuno possa indignarsi per il comportamento antidemocratico del loro governo e di una percentuale di popolazione estremista.
Mi aspetto da questo e dal prossimo governo (che per non sbagliare,in politica estera destra e sinistra non differiscono nemmeno nelle virgole) supine congratulazioni a Bush,Erdogan,Putin e tutti quanti vorranno intraprendere crociate a scopo delle tanto condannate a parole "pulizie etniche".
Il vero cavallo di battaglia della mondializzazione a scopo di lucro.
  • 0

#69 Russian

Russian

    populista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6131 Messaggi:

Inviato 22 ottobre 2007 - 11:28

Ci risiamo...

La Turchia è il democratizzatore di turno e i curdi sono i terroristi.

La Turchia bombarda e uccide per difendersi dalle "imboscate" dei curdi.

I turchi vanno oltre confine a seminare morte per paure non meglio specificate e ci si indigna per i risultati elettorali in Svizzera...
Stiamo pure a guardare....
  • 0

#70 Guest_soul crew_*

Guest_soul crew_*
  • Guests

Inviato 22 ottobre 2007 - 11:33

è veramente vergognoso quello che sta succedendo!
e fa anche capire quanto la democratizzazione del mondo imposta dagli usa sia una puttanata colossale.
ognuno si sente legittimato a fare quello che vuole, basta dire che è lotta al terrorismo, guerra per la pace ed esportazione di democrazia.

e in tutto questo, i paesi dell' UE cosa stanno facendo?

l' unica speranza per riequilibrare un po' il mondo è tornare alla guerra fredda?

#71 tupelo

tupelo

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2845 Messaggi:

Inviato 22 ottobre 2007 - 12:56

l' unica speranza per riequilibrare un po' il mondo è tornare alla guerra fredda?


In questo una mano ce la sta dando il grande amico Putin.
Basta attendere.
  • 0

#72 Pierrot le fou

Pierrot le fou

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 645 Messaggi:

Inviato 22 ottobre 2007 - 13:02

In questo una mano ce la sta dando il grande amico Putin.
Basta attendere.


Ce la sta dando perchè non si allinea?
Perch√®, per esempio, non lo si √® sempre trattato allo stesso modo, fin da quando ha cominciato a compiere le pi√Ļ efferate schifezze in cecenia? Meglio crimini verso l'umanit√† che strette di mano ad un esibizionista iraniano?
  • 0

#73 Guest_soul crew_*

Guest_soul crew_*
  • Guests

Inviato 22 ottobre 2007 - 13:03


l' unica speranza per riequilibrare un po' il mondo è tornare alla guerra fredda?


In questo una mano ce la sta dando il grande amico Putin.
Basta attendere.

vero, il piano di riarmo che ha annunciato, contemporaneamente alle solite critiche allo scudo spaziale americano, fanno pensare a questo.

poi bisogna vedere come si porrà nei confronti della cina, l' unica potenza, ora come ora, in grado di modificare dal punto di vista strategico sia gli assetti economici, che quelli militari del pianeta.
un' alleanza russia-cina secondo me in questo momente sarebbe un grosso colpo al modello occidentale-atlantico.

in tutto questo è da far notare, ancora una volta, la totale inettitudine dell' europa, incapace di incidere in qualsiasi campo della politica internazionale.
i ferventi europeisti si mettano l' animo in pace, questo soggetto ha già fatto il suo tempo e al momento non è affatto in grado di recuperare forza e prestigio, complice anche la folle politica affaristica delle nuove adesioni.

#74 Pierrot le fou

Pierrot le fou

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 645 Messaggi:

Inviato 22 ottobre 2007 - 13:17



l' unica speranza per riequilibrare un po' il mondo è tornare alla guerra fredda?


In questo una mano ce la sta dando il grande amico Putin.
Basta attendere.

vero, il piano di riarmo che ha annunciato, contemporaneamente alle solite critiche allo scudo spaziale americano, fanno pensare a questo.


Lo biasimi?
  • 0

#75 Guest_soul crew_*

Guest_soul crew_*
  • Guests

Inviato 22 ottobre 2007 - 13:22




l' unica speranza per riequilibrare un po' il mondo è tornare alla guerra fredda?


In questo una mano ce la sta dando il grande amico Putin.
Basta attendere.

vero, il piano di riarmo che ha annunciato, contemporaneamente alle solite critiche allo scudo spaziale americano, fanno pensare a questo.


Lo biasimi?

non ho espresso giudizi, ho solo detto quale potrebbe essere secondo me lo scenario.
così di primo acchito mi viene persino da sperarci, in quest' asse russia-cina, ma devo ancora formarmi un' opinione precisa a riguardo.

#76 joseph K.

joseph K.

    Tout est pardonné

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7508 Messaggi:

Inviato 22 ottobre 2007 - 17:11

Turkey‚??s patience was running out and the country had every right to defend itself, he said. ‚??Whatever is necessary will be done,‚?Ě he declared in an interview. ‚??We don‚??t have to get permission from anybody.‚?Ě

http://www.timesonli...icle2710139.ece


  • 0

Ora l'inverno del nostro scontento è reso estate gloriosa da questo sole di York, e tutte le nuvole che incombevano minacciose sulla nostra casa sono sepolte nel petto profondo dell'oceano.


#77 Guest_runciter_*

Guest_runciter_*
  • Guests

Inviato 31 ottobre 2007 - 13:10

http://www.repubblic...ie-private.html


The Bush administration faced intense criticism yesterday after it emerged that the state department had offered immunity to Blackwater security guards allegedly involved in a shooting spree in Baghdad that left 17 dead.

http://www.guardian....2202152,00.html

#78 joseph K.

joseph K.

    Tout est pardonné

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7508 Messaggi:

Inviato 31 ottobre 2007 - 16:14


http://www.repubblic...ie-private.html


The Bush administration faced intense criticism yesterday after it emerged that the state department had offered immunity to Blackwater security guards allegedly involved in a shooting spree in Baghdad that left 17 dead.

http://www.guardian....2202152,00.html


he turning point for Blackwater came with the October 2000 suicide bombing of the Norfolk-based Cole. The al-Qaida terrorist attack, in the port of Aden, Yemen, killed 17 sailors.

‚??Osama bin Laden turned Blackwater into what it is today,‚?Ě Clark said.

The Cole bombing settled the company‚??s internal debate: Blackwater would quit foraging for civilian business and start going for federal contracts in a big way.

‚??We were at about 20-something employees,‚?Ě Jackson said. ‚??The Cole was bombed, and the Navy did a bottom-up review and looked at their processes, their procedures, their tactics, and they found out that there were some glaring holes. The young sailor was not getting the training with live firearms.‚?Ě
The Navy, along with the other services, had been downsized in anticipation of a post-Cold War ‚??peace dividend.‚?Ě
‚??They lost most of their firearms instructors,‚?Ě Jackson said. ‚??So they called us up and asked us, could we train up to 20,000 students in a prescribed amount of time ‚?¶ and I said, 'Sure.‚?? And we did it.‚?Ě

Blackwater trained 50,000 sailors under that five-year contract. Today, it trains more than 40,000 people a year from a variety of agencies ‚?? including all the military services ‚?? at its Moyock compound, which it says is the largest tactical training facility in the world. At least 90 percent of its revenue comes from government contracts.
Instead of peace, the end of the Cold War created a power vacuum and a chaotic world order, putting millions of former soldiers out on the market. At the same time, there was a growing trend toward privatization of government functions. The result: a $100 billion-a-year global business.

Most of the work is mundane, supporting troops in the field by cooking the meals, doing the laundry and driving the trucks. Blackwater‚??s sliver of the industry ‚?? accounting for roughly 5 percent of total revenues ‚?? provides tactical military services. Other major players in that field include DynCorp International and Triple Canopy in the United States and ArmorGroup International and Aegis Defense Services in Britain.

In the lingo of military wonks, Blackwater and its competitors are at the ‚??tip of the spear.‚?Ě

When al-Qaida upped the stakes with the attacks on New York and Washington on Sept. 11, 2001, Blackwater‚??s business model shifted again.

In the year since the Cole attack, training had dominated the company‚??s mission. After 9/11, the focus began to veer toward on-the-ground security services.

January 2002 brought the start-up of a new division, Blackwater Security Consulting, which quickly landed its first assignment, a classified contract still in force today. The company won‚??t talk about who the client is or what the work entails.
It is known that Blackwater security teams have been dispatched to the Middle East, Asia, South America and Africa.

Contacts can help pave the way for work. Private military companies often pepper their ranks with influential names, and Blackwater plays that game as well as anyone. Last year Prince, a major Republican campaign contributor, snagged two heavyweights as they came through Washington‚??s revolving doors.

Cofer Black, a career CIA and State Department official, is now Blackwater‚??s vice chairman. Joseph Schmitz, a former inspector general at the Pentagon, is the Prince Group‚??s chief operating officer and general counsel.

Connections are desirable at any level. Blackwater employee Gloria Shytles recently won a Republican primary for a seat on Currituck County‚??s Board of Commissioners. Shytles is one of the company‚??s ‚??lead detailers,‚?Ě responsible for matching contractors with missions.

As Blackwater‚??s federal contracts have soared into the hundreds of millions, its revenues and profits can only be guessed at, since the company is privately held.
But Blackwater says it‚??s more about patriotism than profit.

‚??We‚??re a force for good,‚?Ě said Taylor, a beefy former Marine who has been with the company four years. ‚??We are working in support of freedom and democracy around the world.
‚??It‚??s intoxicating. This is the best place to work in the world.‚?Ě

It got even better in March 2003, when President Bush expanded the ‚??global war on terror‚?Ě to Iraq, providing yet more fuel for Blackwater‚??s meteoric rise.
It also got more complicated.


Da Qui

Una bella inchiesta sulla Blackwater, magari a qualcuno pare anche normale che una milizia privata vada in giro per il mondo a uccidere persone a pagamento con un certo tipo di protezione a livello di un governo che viene ancora chiamato "democratico" per una guerra che viene chiamata ancora "peace keeping".
Il terrorismo fa i soldi di qualcuno, da 20 dipendenti prima dell'attentato alla Cole ai contratti milionari di oggi, ai legami con il potere che commissiona "stragi" e si arroga il diritto di perdonare assassinii in giro per il mondo e che in pratica perdona se stesso. Fenomenale.

  • 0

Ora l'inverno del nostro scontento è reso estate gloriosa da questo sole di York, e tutte le nuvole che incombevano minacciose sulla nostra casa sono sepolte nel petto profondo dell'oceano.


#79 Guest_soul crew_*

Guest_soul crew_*
  • Guests

Inviato 25 novembre 2007 - 21:17

la missione di pace altro non è che una guerra di posizione.
secondo uno studio inglese i talebani sono pronti a rimpossessarsi anche della capitale

ROMA - Il governo mette le mani avanti e conferma la presenza delle truppe italiane in Afghanistan. "Non cambia la natura delle nostre missioni" dice Prodi a fine mattinata quando l'emozione per la morte del maresciallo Paladini è fortissima. Ma il quadro d'intelligence che viene messo a disposizione dall'Aise, la nostra intelligence militare, traccia uno scenario inquietante.

Tre i capitoli critici sulla base delle ultime analisi e degli ultimi report: sarebbero almeno "sei le province interamente in mano alle milizie talebane"; continua ininterrotto dal Pakistan il sostegno - con armi, uomini e soldi - alla guerriglia. Inoltre è prevedibile un'impennata degli attentati suicidi.

Per i 2.300 militari italiani dislocati tra Kabul ed Herat l'allarme è ai massimi livelli. Il teatro afgano continua a evidenziare profili di alta pericolosità per la presenza di numerosissimi gruppi armati illegali e le autorità locali sono ancora lontane dall'avere il pieno controllo della sicurezza. Lo dimostra l'aumento del 30% degli attentati rispetto all'anno scorso. Ed il dilagare della tecnica dei kamikaze - tradizionalmente estranea alla cultura afgana - conferma la progressiva 'irachizzazione' dello scenario. Così come il ricorso ai cosiddetti Ied, gli ordigni improvvisati attivati a distanza. Entrambe queste modalità di attacco, viene sottolineato, sono particolarmente difficili da contrastare. Gli insorgenti, inoltre, non cercano quasi mai il confronto diretto con le forze Isaf.

E' pi√Ļ in genere il quadro generale del paese ad allarmare, con i militari Isaf che si muovono in un ambiente sempre pi√Ļ ostile, perch√® i taleban spadroneggiano in ben sei province meridionali dell'Afghanistan e dispongono di una notevole capacit√† offensiva. A questo si aggiunge la situazione critica ai confini con il Pakistan ed il ruolo ambiguo giocato da questo paese, con alcune forze interessate a destabilizzare Kabul ed i servizi segreti pakistani che, in alcuni casi, fanno il doppio gioco. sarebbe di origini pakistane il kamikaze che stamani ha ucciso Paladini e nove civili afgani.

Le truppe italiane, da dicembre aumentano di 250 unità, sono presenti in due aree. A Kabul il monitoraggio dei servizi segreti evidenzia una crescente instabilità, mentre nella regione di Herat, a ovest, si è registrato un sensibile aumento del rischio a causa dell'afflusso di elementi jihadisti e talebani dalla provincia meridionale di Helmand.

La nostra intelligence d√† molto peso anche al rapporto presentato alcuni giorni fa dalla ong Senlis Council, secondo cui ben il 54% del territorio afgano ospiterebbe una permanente presenza talebana, specialmente nel Sud. Gli insorgenti controllerebbero vaste regioni, aree rurali, citt√† e stanno iniziando a controllare parte dell'economia e delle infrastrutture chiave come strade e impianti energetici. Forte anche, rileva il Senlis Council, il controllo psicologico, guadagnando sempre pi√Ļ legittimazione politica nelle menti del popolo afgano.

La conclusione è che, nonostante l'ampia iniezione di capitali internazionali nel Paese, lo stato afgano è ancora una volta in serio pericolo di cadere nelle mani dei Taleban. Anche questo rapporto, come quelli dell'intelligence italiana, segnala la mancanza di controllo governativo nelle aree di confine con il Pakistan, dove avvengono reclutamenti, finanziamenti, supporto operativo ed influenza ideologica ispirata da Al Qaida.

(24 novembre 2007)

http://www.repubblic....e-servizi.html


#80 Guest_runciter_*

Guest_runciter_*
  • Guests

Inviato 30 novembre 2007 - 09:19

PRESIDENT SIGNS DOCUMENT EFFECTIVELY MAKING IRAQ A COLONY OF THE U.S.

I‚??m not sure that I‚??ve read a more sickening document than the one that was released by the White House yesterday entitled ‚??Declaration of Principles for a Long-Term Relationship of Cooperation and Friendship Between the Republic of Iraq and the United States of America‚??. Encapsulated in this document is the geo-political reality of what the Bush/Cheney administration and their neoconservative and Likudnik supporters had set out to achieve since the day George W. Bush became President of the US.

Far from ‚??liberating‚?? the Iraqi people from the ‚??yoke of tyranny‚?? for them to become a ‚??free and democratic‚?? model to which all other Middle Eastern states could aspire, which was the propaganda and rhetoric used by the neoconservatives that convinced the Coalition of the Willing that Iraq was a ‚??noble and righteous cause‚??, the declaration instead condemns Iraq to an endless occupation designed to enhance the power of the elite puppets of Iraq, and to ensure that Iraq‚??s resources remain firmly under American control and enriching American controlled oil companies. In short, the document is the instrument by which Iraq has effectively become a colony of the US.

There are several iniquitous points made in the document that betray the real intent of the administration but, in particular, point five of the second principle relating to ‚??the economic sphere‚?? which says: ‚??Facilitating and encouraging the flow of foreign investments to Iraq, especially American investments, to contribute to the reconstruction and rebuilding of Iraq,‚?Ě and point eight which says: ‚??Supporting the Republic of Iraq to obtain positive and preferential trading conditions for Iraq within the global marketplace including accession to the World Trade Organization and most favored nation status with the United States,‚?Ě says it all.

Iraq‚??s puppet leaders have signed over Iraq to the US.

http://lataan.blogsp...ffectively.html




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq