Vai al contenuto


Foto
- - - - -

LOST


  • Discussione bloccata Questa discussione è bloccata
2064 replies to this topic

#61 Guest_Number 5_*

Guest_Number 5_*
  • Guests

Inviato 07 febbraio 2007 - 09:23

Ieri sera mi sono accorto per caso che è stata mandata in onda su Raidue, a seguire "desperate Housewives" una puntata-riassunto dell'intera prima serie di Lost. Fortunatamente l'ho beccata dall'inizio ma come ben potete immaginare la narrazione ne esce fortemente mutilata e tirata via. Comunque questa cosa preannuncia con tutta evidenza l'imminente avvio della seconda serie in chiaro sulla stessa Raidue, che ufficialmente dovrebbe partire da marzo ma a questo punto non escluderei un anticipo di qualche settimana.
Lost-Italia però non ha notizie in proposito.

ho letto che la trama è sviluppata dalla fine,cioè che partendo dalla soluzione sono state sviluppate tutte le storie,e forse è per questo che è cosi ben riuscita.


E' quello che sapevo anch'io, infatti sanno esattamente come si incastrano tutti i pezzi lasciati sparsi nelle varie serie, anche quelli che noi stessi ci siamo dimenticati. Dicono che la soluzione finale sembrerà straordinaria nella sua "banalità" e nella facilità con cui tutto si spiega, tipo: "come abbiamo fatto a non pensarci?" e che finora nessuno di coloro che hanno formulato ipotesi si è nemmeno avvicinato alla verità.
Si paventa tuttavia che con la dipartita da Fox di JJ Abrahams e un calo di ascolti per la terza stagione la serie stia rischiando grosso. Spero non ci lascino in sospeso. Certo che potevano anche studiare una cosa con meno stagioni, perché le cinque previste mi sembrano davvero tante.

#62 Jules

Jules

    Pietra MIliare

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22432 Messaggi:

Inviato 07 febbraio 2007 - 09:46

Ma guarda che Lost parte martedì prossimo!
  • 0

#63 debaser

debaser

    utente stocazzo

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22291 Messaggi:

Inviato 07 febbraio 2007 - 11:25

LOST starts tonight. ;D
  • 0

Codeste ambiguità, ridondanze e deficienze ricordano quelle che il dottor Franz Kuhn attribuisce a un'enciclopedia cinese che s'intitola Emporio celeste di conoscimenti benevoli. Nelle sue remote pagine è scritto che gli animali si dividono in (a) appartenenti all'Imperatore, (b) imbalsamati, c) ammaestrati, (d) lattonzoli, (e) sirene, (f) favolosi, (g) cani randagi, (h) inclusi in questa classificazione, (i) che s'agitano come pazzi, (j) innumerevoli, (k) disegnati con un pennello finissimo di pelo di cammello, (l) eccetera, (m) che hanno rotto il vaso, (n) che da lontano sembrano mosche.
 
non si dice, non si scrive solamente si favoleggia


#64 Guest_Number 5_*

Guest_Number 5_*
  • Guests

Inviato 07 febbraio 2007 - 12:21

Ma guarda che Lost parte martedì prossimo!

E non mi hanno avvertito per telefono? Ora protesto...

Comunque lo sospettavo, altrimenti il riassunto non avrebbe avuto senso. Però che sucede? Lo fanno in seconda serata dopo "Desperate Housewives"? Sono rincitrulliti? Hanno un prodotto innovativo e seguito i lunedì inprima serata e lo sbattono il martedì alle 10.30? Puoi chiarirmi la collocazione?

#65 MisterX

MisterX

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 227 Messaggi:

Inviato 07 febbraio 2007 - 12:29

La pubblicità dell'inizio della nuova serie è passato proprio ieri sera, mi pare proprio alla fine della puntata-riassuntino: martedi prossimo, 13 febbraio, ore 21:00.

Le casalinghe non so che fine facciano.
  • 0

#66 Guest_Number 5_*

Guest_Number 5_*
  • Guests

Inviato 14 febbraio 2007 - 16:38

La prima puntata della seconda serie di per se sarebbe grandiosa per gli elementi che aggiunge alla storia. Però mi sento di dover fare la prima critica agli sceneggiatori: se adesso si mettono ogni volta a far vedere un fatto per poi tornare indietro e farci vedere lo svolgimento dello stesso identico fatto dal punto di vista di ognuno dei protagonisti, siamo finiti... Per andare avnti di un passo ci vuole un'intera puntata. Per la prima volta mi ha puzzato di allungamento del brodo.

Grandi compliemetni invece ai truccatori. I flashback negli anni lontani sono davvero impressionanti per la perfezione del ringiovanimento dei protagonisti. Jack pare davvero avere dieci anni di meno, per non parlare di Michael che recupera molti capelli con una naturalezza davvero impressionante.

SPOILER - SPOILER - SPOILER

Sto sviluppando una qualche ulteriore intuizione circa la meccanica di fondo di tutta la vicenda. Ancora non ho ben chiarissime alcune impressioni che mi vagano in testa ma il senso è che in realtà il passato sia il futuro, o qualcosa del genere... Jack "crede" di aver già visto il guardiano della base sotterranea, in realtà non è proprio così... Lo rivede semmai nello stadio in quello che "crede" un ricordo. Insomma qualcosa tra i "ricordi indotti" e il "deja vu" e così per tutti gli altri che rivedono sull'isola personaggi che hanno già conosciuto.

#67 Inside of Silence

Inside of Silence

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 140 Messaggi:
  • LocationLecce

Inviato 14 febbraio 2007 - 16:59

io sono arrivato già alla 17esima puntata della seconda serie ..

vi do un consiglio, le puntate fate prima a tirarle giù dal mulo ..

secondo me tutte queste visioni, il guardiano della botola con jack, i nuovi personaggi della coda dell'aereo (e le troppe coincidenze pre-schianto), sono selezionate minuziosamente e per un qualche motivo tutti i personaggi sono stati in un modo o nell'altro indotti a prendere quell'aereo... ci sarà il classico colpo di scena finale che è qualcosa di inimmaginabile ..

gran bella serie a mio avviso     
  • 0

#68 Guest_Number 5_*

Guest_Number 5_*
  • Guests

Inviato 14 febbraio 2007 - 17:41

SPOILERONE GIGANTESCO

Un'altra idea che mi è venuta in mente, di cui sono praticamente sicuro, è che non sia affatto casuale che aLcuni personaggi si chiamino col nome di notissimi filosofi il cui pensiero, guarda caso, è strettamente legato alla formazione delle società umane e alla idea di Dio col suo conseguente rapporto con l'uomo.
Non per nulla i personaggi che portano il nome di un filosofo ne riflettono fondamentalmente anche il pensiero.

Ovviamente parlo soprattutto di John Locke. Va rcordato come John Locke (il filosofo) sia tra  primi sostenitori del c.d. "contrattualismo" in materia di formazione delle società umane, teoria che poi verrà ripresa e ampliata proprio da Russeau.Comunque il pensiero del filosofo John Locke (1632-1704) è ben riassunto da Wikipedia:

Nella sua opera di maggior rilievo, il Saggio sull'intelletto umano, Locke espone le sue teorie sulla conoscenza. ? evidente la sua polemica verso il razionalismo cartesiano, ma ancora più palese è la critica della dottrina delle idee innate diffusa presso i neoplatonici inglesi, tra i quali spicca il nome di Herbert. (...)

Locke prende le distanze sia dal dogmatismo sia dallo scetticismo, il quale con il pretesto che vi sono cose che non possiamo comprendere mette tutto in dubbio e nega ogni credito alla conoscenza. Egli dice che ciò che conta non è conoscere ogni cosa ma solo quello che ci è utile per dirigere razionalmente la nostra vita pratica. Per questo non dobbiamo turbarci se non è possibile conoscere tutto e accontentarci di una quieta ignoranza nei confronti di ciò che è impossibile alla nostra comprensione. Locke afferma così la natura pratica del conoscere.
Locke rifiuta l??idea che nell??intelletto umana esistano principi e idee innate. Egli pensa che la mente umana all??inizio sia come una tabula rasa cioè priva di idee, senza conoscenza. La mente non contiene nessun elemento a priori e la conoscenza deriva integralmente dall??esperienza. Egli dunque critica l??innatismo, cioè l??esistenza di idee innate che l??animo umano riceve con l??esistenza stessa. Tale concetto per Locke è errato in quanto non esiste nessun consenso universale intorno a queste idee che si pretendono innate.


E' noto che John Locke (il personaggio) si fa portatore proprio di una accesa critica verso il razionalismo, rappresentato da Jack. Non solo ma sostiene la necessità di affidarsi agli eventi, al "destino", quando la razionalità non arriva a comprenderli del tutto.
In realtà il John Locke filosofo era un "empirista", quindi addirittura qualcosa di più di un razionalista, quasi uno scettico, che sosteneva che si conosce il mondo solo atttraverso i sensi e l'intelletto razionale che arriva dopo ed elabora i segnali dei sensi. Inverte in altri termini il rapporto razionalità-sensi.

Per quanto riguarda Russeau è pure in questo caso evidente il riferimeto al filosofo Jean Jacques Russeau (1712-1778) e al suo pensiero sulle basi della società umana (vista come razionale "patto" tra gli esseri umani per garantire la sopravvivenza dei più) contrapposta, guarda caso, allo stato di natura (visto in orgine come l'epoca del "buon selvaggio" in cui la compassione consentiva la sopravvivenza degli individui, epoca tuttavia presto degenerata nella lotta per la sopravvivenza in cui invece vigeva la legge del più forte che non garantiva la sopravvivenza di nessuno). Queste tesi vengono esposte soprattutto nella sua opera più nota "Il contratto sociale". Anche inquesto caso è d'oblbigo citare Wikipedia:

Rousseau vedeva una divaricazione sostanziale tra la società e la natura umana. Rosseau affermava che l'uomo fosse, in natura, buono, un "buon selvaggio", e venisse corrotto in seguito dalla società; vedeva questa come un prodotto artificiale nocivo per il benessere degli individui. (...) Rousseau suggeriva che gli uomini primordiali fossero individui isolati, diversi dagli altri animali unicamente per il possesso del libero arbitrio e per la capacità di perfezionarsi. Questi uomini primitivi erano dominati dall'impulso di autoconservazione ("amore di sé") e da una disposizione naturale alla compassione e alla pietà verso i simili. Quando l'umanità fu costretta a vivere in comunità, a causa della crescita della popolazione, subì una trasformazione psicologica, in seguito alla quale cominciò a considerare come la buona opinione degli altri come un valore indispensabile per il proprio benessere. Rousseau associava questa nuova forma di consapevolezza a un'età dell'oro della prosperità umana. Tuttavia, lo sviluppo dell'agricoltura e della metallurgia, e la conseguente creazione della proprietà privata e della divisione del lavoro, portarono a una crescente dipendenza reciproca degli individui e alla disuguglianza tra gli uomini. (...)

L'opera più importante di Rousseau, probabilmente, è il Contratto sociale, in cui vengono proposte le basi per un ordine politico legittimo.

"Il contratto sociale", pubblicato nel 1762, divenne uno dei titoli più influenti nella successiva teoria politica europea. Nei contenuti, proseguiva alcune idee già citate in un lavoro precedente, l'articolo sull'"economia politica" con cui Rousseau aveva contribuito all'Enciclopedia di Diderot. Rousseau affermava che lo stato di natura, degenerato in una condizione ferina priva di legge o morale, costringeva l'umanità ad adottare delle istituzioni o a perire. Nella fase degenerata dello stato di natura, l'uomo è soggetto a una competizione incessante coi suoi simili e, al contempo, a diventarne progressivamente dipendente. Una duplice tensione che minaccia sia la sua sopravvivenza che la sua libertà. Secondo Rousseau, unendosi grazie al contratto sociale e abbandonando la loro pretesa di diritti naturali, gli individui possono conservare se stessi e al contempo restare liberi.


Non per nulla Russeau (il personaggio) vive isolata, non fa parte di una "società", nemmeno quella embrionale che sta nascendo tra i sopravvissuti e men che meno quella (forse) già strutturata degli "others", che anzi rifugge con terrore. Russeau rappresenta "il buon selvaggio" oppure a fasi alterne la sua fase degenerativa della lotta per la sopravvivenza individuale, e perciò si mantiene fuori dalle dinamiche formative di una qualunque società sull'isola.

Direi che i riferimenti a questi due filosofi vista anche la situazione sull'isola sono, con tutta evidenza, puramente voluti e cercati da parte degli autori. Stranissimo che questa coincidenza di nomei (e di idee) filosofi-personaggi non l'abbia notata mai nessuno da nessuna parte, pur essendo lì davanti agli occhi di chiunque, mentre secondo me è una delle principali chiavi della vicenda e certamente avrà un peso rilevante in futuro.

#69 Inside of Silence

Inside of Silence

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 140 Messaggi:
  • LocationLecce

Inviato 14 febbraio 2007 - 18:01

Ma tu le pensi la notte ste cose ?


terribile :D
  • 0

#70 Guest_Number 5_*

Guest_Number 5_*
  • Guests

Inviato 14 febbraio 2007 - 18:05

Ma tu le pensi la notte ste cose ?


terribile :D


In effetti mi è venuta in mente mentre mi addormentavo eri sera dopo la puntata. ;D
Però smentitemi se vi riesce! Non sono riuscito a trovare punti deboli in questa teoria. E' talmente semplice ed evidente... Per la miseria, ci sono tanto di nomi e cognomi identici!

#71 Guest_Stipe_*

Guest_Stipe_*
  • Guests

Inviato 14 febbraio 2007 - 18:50

gran bella serie a mio avviso     


Concordo, le prime puntate della seconda serie mi avevano lasciato un pò così ma andando avanti diventa eccezionale.

#72 dexys

dexys

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 455 Messaggi:

Inviato 14 febbraio 2007 - 19:09

mi sento di dover fare la prima critica agli sceneggiatori: se adesso si mettono ogni volta a far vedere un fatto per poi tornare indietro e farci vedere lo svolgimento dello stesso identico fatto dal punto di vista di ognuno dei protagonisti, siamo finiti... Per andare avnti di un passo ci vuole un'intera puntata. Per la prima volta mi ha puzzato di allungamento del brodo.


Non è così, in realtà, anche se ho pensato la tua stessa cosa rivedendo il tutto ieri in tv. i primi due episodi sono stati concepiti per essere mandati in onda a distanza di una settimana l'uno dall'altro, non certo per essere incollati insieme, senza soluzione di continuità e nessun riassunto, come avvenuto ieri su Raidue. anzi come soluzione di sceneggiatura, quella usata è estremamente efficace! l'efficacia si perde nel momento in cui si vede tutto di fila...

per il resto, mi guardo bene dallo spoilerare, ma aspettatene di tutti i colori  ;) (io sn alla terza serie, da poco ripresa in America...)
  • 0

#73 strangelove

strangelove

    Scaruffiano

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12566 Messaggi:

Inviato 14 febbraio 2007 - 20:08

Una annotazione circa un aspetto tirato in ballo da Number 5.
Il meccanismo con il quale gli autori tornano dietro per spiegare una situazione già nota agli spettatori (anche se da un punto di vista diverso) per quanto mi riguarda è applicata in questo caso in maniera maiuscola.
Sappi che ci sarà una puntata (la settima) che fa una cosa analoga, ampliando ulteriormente i campi (no, non anticipo nulla). Puntata semplicemente splendida, bisogna aggiungere.

Nota di delusione: molto scarso il risultato auditel ottenuto da Lost ieri sera. La cosa è dovuta, ovviamente, all' incapacita di raidue, che trasmette questi episodi dopo Cile e Uganda, quando tutta l'Italia li conosce già a memoria.
Io, però, ho visto ieri sera, gli episodi per la terza volta. Ed invito i fan di Lost a fare altrettanto. Altri programmi interessenti? Li registrate e li vedete poi. Tanto i vari Ballarò e Mai Dire Martedi' (in un'edizione deludente, ahimè) ci saranno sempre. Invece la rai è capace di far slittare il capolavoro alle 2 del mattino. O quasi...
  • 0

#74 strangelove

strangelove

    Scaruffiano

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12566 Messaggi:

Inviato 14 febbraio 2007 - 20:14

per il resto, mi guardo bene dallo spoilerare, ma aspettatene di tutti i colori  ;) (io sn alla terza serie, da poco ripresa in America...)


Volevo porti una domanda. Io ho visto le prime due stagioni più volte (alcune puntate anche 3 o 4 volte), e rivedendole si apprezza sempre di più lo sforzo immane compiuto da menti davvero creative.

Pare che la terza serie stia dividendo alquanto. Io del pubblico televisivo statunitense mi fido ben poco (basti pensare che Lost viene attualmente battuto sistematicamente da American Idol :-X).
Tu cosa ne dici? Inutile dire che non voglio il minimo spoiler. Nemmeno se un personaggio cambia colore di un capello, eh!
  • 0

#75 Guest_vegeta_*

Guest_vegeta_*
  • Guests

Inviato 14 febbraio 2007 - 20:14

tra due puntate chiudono OC per calo d'ascolti, dopo mi dedicherò al tanto osannato "Lost" :)ma poi se non mi piace vengo a cercarti strangelove!

#76 Jules

Jules

    Pietra MIliare

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22432 Messaggi:

Inviato 14 febbraio 2007 - 20:16

Era ora che lo chiudessero...esempio di come un'idea brillante in mano a sceneggiatori sciagurati porti ad un risultato piatto come una tavola da surf..
  • 0

#77 strangelove

strangelove

    Scaruffiano

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12566 Messaggi:

Inviato 14 febbraio 2007 - 20:18

tra due puntate chiudono OC per calo d'ascolti, dopo mi dedicherò al tanto osannato "Lost" :)ma poi se non mi piace vengo a cercarti strangelove!


Ed io ti riceverò... con un abbraccio oppure un bastonata... questo non lo so. :P
  • 0

#78 Guest_vegeta_*

Guest_vegeta_*
  • Guests

Inviato 14 febbraio 2007 - 20:20

Era ora che lo chiudessero...esempio di come un'idea brillante in mano a sceneggiatori sciagurati porti ad un risultato piatto come una tavola da surf..


purtroppo devo confermare che la quarta serie è davvero brutta...e dire che le prime due stagioni sono favolose per me!

#79 Inside of Silence

Inside of Silence

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 140 Messaggi:
  • LocationLecce

Inviato 14 febbraio 2007 - 21:12

io invece lo spero che Lost venga spostato in seconda serata ...

I vecchietti preferiscono vedersi la fiction-cacca di Rai 1 , i giovani coglionotti si vedono Mai dire Martedi.. è normale che un buon prodotto in Italia ottenga pochi risultati...

quindi spostiamo tutto alle 23, che secondo me è più affascinante ..


  • 0

#80 Jules

Jules

    Pietra MIliare

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22432 Messaggi:

Inviato 14 febbraio 2007 - 21:17

No no con questo discorso le cose non cambieranno mai...forse nei panni del direttore di rete penserei così, ma da esterno dico di no, Lost e Er devono rimanere in prima serata, anche se racimolano una miseria nella speranza che prima o poi il grande pubblico si faccia la bocca alle cose belle..
  • 0




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq