Vai al contenuto


Foto
- - - - -

impianto audio da casa: consigli e delucidazioni.


  • Please log in to reply
838 replies to this topic

#61 baradeipupi

baradeipupi

    pivello

  • Members
  • Stelletta
  • 29 Messaggi:

Inviato 18 giugno 2010 - 14:15

Salve approfitto della discussione per chiedere aiuto .
Ho da poco finito casa e devo realizzare un discreto impianto comprensivo di tv , sinto amplificatore e casse, idoneo sia per ascoltare musica , per guardare film in home cinema e giocare con console varie.
La zona living dove monterò l'impianto è di circa 60mq, vorrei ottenere un buon risultato e spendere intorno ai mille euro.

Cosa mi consigliate?
Grazie a tutti!
  • 0

#62 Embryo

Embryo

    Enciclopedista

  • Moderators
  • 8429 Messaggi:

Inviato 18 giugno 2010 - 14:54

Mille euro per il solo impianto audio, o anche per la tv?
  • 0
nobody knows if it really happened

At this range, I'm a real Frederick Zoller.

La birra è un perfetto scenario da sovrappopolazione: metti una manciata di organismi in uno spazio chiuso con più carboidrati di quanti ne abbiano mai visti e guardali sterminarsi con gli scarti che producono - nel caso specifico, anidride carbonica e alcol. E poi, alla salute!

#63 baradeipupi

baradeipupi

    pivello

  • Members
  • Stelletta
  • 29 Messaggi:

Inviato 18 giugno 2010 - 14:56

scusami si solo audio , la tv la compro a parte.
grazie
  • 0

#64 Embryo

Embryo

    Enciclopedista

  • Moderators
  • 8429 Messaggi:

Inviato 19 giugno 2010 - 12:57

Con quel budget, diciamo che puoi posizionarti nell'interessante fascia tra l'elettronica consumer e l'audiofilia.
Come si sistema di diffusori, potresti orientarti sulla serie HC di Indiana Line:

- coppia di HC 204 per i canali posteriori, 140 euro;
- coppia di HC 205 per i due anteriori, 160 euro;
- canale centrale HC 304, 100 euro circa;
- subwoofer HC 808, 230 circa.

Totale, seicentotrenta o giù di lì.
Poi, potresti orientarti per una coppia ampli + lettore di marche come Denon, Onkyo, Harman Kardon, Yamaha o simili. Dovresti poter rientrare nel budget, al massimo spendi cento o duecento euro in più.
  • 0
nobody knows if it really happened

At this range, I'm a real Frederick Zoller.

La birra è un perfetto scenario da sovrappopolazione: metti una manciata di organismi in uno spazio chiuso con più carboidrati di quanti ne abbiano mai visti e guardali sterminarsi con gli scarti che producono - nel caso specifico, anidride carbonica e alcol. E poi, alla salute!

#65 Embryo

Embryo

    Enciclopedista

  • Moderators
  • 8429 Messaggi:

Inviato 22 giugno 2010 - 18:29

Ci siamo quasi. Ipotesi più accreditata: amplificatore NAD 310 abbinato ai diffusori KEF C1. Tutto di foggia inglese.
L'amplificatore è usato (siamo ai limiti del vintage), ma prodotto da un marchio a dir poco leggendario. Poco ingombrante, adatto ad ambienti piccoli e a diffusori da scaffale, è capace di andare anche oltre i venti watt dichiarati dalla casa. Per quello che costano questi apparecchi, sui mercati dell'usato, val la pena provare.
I mini diffusori, invece, sono nuovi di zecca. Buona efficienza e carico massimo attorno ai cento watt. KEF è una garanzia, sui diffusori di questa stazza.


Immagine inserita

Immagine inserita


  • 0
nobody knows if it really happened

At this range, I'm a real Frederick Zoller.

La birra è un perfetto scenario da sovrappopolazione: metti una manciata di organismi in uno spazio chiuso con più carboidrati di quanti ne abbiano mai visti e guardali sterminarsi con gli scarti che producono - nel caso specifico, anidride carbonica e alcol. E poi, alla salute!

#66 Max Stirner

Max Stirner

    Scaruffiano

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 14105 Messaggi:
  • LocationAci Trezza(CT)

Inviato 22 giugno 2010 - 19:59

ma per pura curiosità(non ne avrei i denari) ma le marche migliori per audiofili quali sono?
  • 0
"Ho abituato i miei occhi al sangue." Georg Büchner


"Caedite eos! Novit enim Dominus qui sunt eius"

#67 Embryo

Embryo

    Enciclopedista

  • Moderators
  • 8429 Messaggi:

Inviato 22 giugno 2010 - 21:29

Domanda da un miliardo di dollari.
Diciamo che, nella fascia dell'accessibilità domestica, c'è qualche marchio rinomato per la qualità dei propri componenti. Poi, se togliamo limiti di spesa, il discorso si fa arduo e potenzialmente infinito.
In materia di amplificatori integrati relativamente economici, NAD e Rotel hanno creato uno standard. Marantz è lì, mentre Denon, Onkyo, Harman Kardon e Yamaha inseguono. Giusto per rimanere su roba abbastanza famosa.
Per quanto riguarda i diffusori, da segnalare KEF, B&W, Mordaunt Short, Klipsch. Ma anche Mission, l'italiana Indiana Line, Wharfedale.
Nota bene, a costo di ripetermi: non sono "i migliori", ma quanto di più accessibile in ambito domestico, rimanendo nella fascia considerata comunque "audiofila". Il resto è materiale - prodigioso, per carità - per nababbi, fanatici, pazzi liquidi.
Al giorno d'oggi, in ambito audiofilo si è aperto un ulteriore filone, grazie alla progettazione di chip in grado di offrire un grado di dettaglio pari a quello di apparecchi da migliaia di euro, con hardware ingombranti quanto pacchetti di sigarette e costi prossimi allo zero. Il capostipite è stato il celeberrimo T-Amp di Sonic Impact (azienda purtroppo fallita), studiato, riprodotto e (ovviamente) migliorato in lungo e in largo. Poco più di uno scatolotto di plastica, alimentabile a batterie, per dare l'idea. Il dibattito in materia è ancora aperto, comunque: hi-fi o hype?.
  • 0
nobody knows if it really happened

At this range, I'm a real Frederick Zoller.

La birra è un perfetto scenario da sovrappopolazione: metti una manciata di organismi in uno spazio chiuso con più carboidrati di quanti ne abbiano mai visti e guardali sterminarsi con gli scarti che producono - nel caso specifico, anidride carbonica e alcol. E poi, alla salute!

#68 thom

thom

    The infrared insert of memory encouragement immersion

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3399 Messaggi:

Inviato 23 giugno 2010 - 19:33

tra i diffusori buoni ed economici mi sento di aggiungere, poichè provati personalmente, le casse acustiche Celestion (rigorosamente però da pavimento)

sempre inglesi
  • 0

#69 Embryo

Embryo

    Enciclopedista

  • Moderators
  • 8429 Messaggi:

Inviato 23 giugno 2010 - 20:48

tra i diffusori buoni ed economici mi sento di aggiungere, poichè provati personalmente, le casse acustiche Celestion (rigorosamente però da pavimento)

sempre inglesi


Vero, ottimo marchio. Purtroppo, per problemi di spazio, ho dovuto escludere a priori la soluzione da pavimento.
  • 0
nobody knows if it really happened

At this range, I'm a real Frederick Zoller.

La birra è un perfetto scenario da sovrappopolazione: metti una manciata di organismi in uno spazio chiuso con più carboidrati di quanti ne abbiano mai visti e guardali sterminarsi con gli scarti che producono - nel caso specifico, anidride carbonica e alcol. E poi, alla salute!

#70 starmelt

starmelt

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4873 Messaggi:

Inviato 24 giugno 2010 - 07:22

Non dovrebbero esserci problemi, se non di alimentazione. In ogni caso basta alimentare l'hard disk con l'adattatore esterno.
Quanto al limite, non credo sussista: su alcuni siti lo vendono abbinato a delle chiavette da otto giga.


Pare di sì invece. Ho girato un paio di negozi con commessi un filo più svegli e pare che gli stereo attualmente in commercio non siano in grado di riconoscere un disco fisso. Mi fa strano ma in quattro posti diversi mi hanno risposto così.
La soluzione più vicina a quanto cercavo è un hi-fi con hard disk integrato (ad esempio un Sony con disco da 160gb in ultraofferta a ?299,99). Soluzione che mi piace davvero poco.
  • 0

#71 debaser

debaser

    utente stocazzo

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22908 Messaggi:

Inviato 24 giugno 2010 - 08:22

Altrimenti potresti comprare un hard disk di quelli che i file li riproducono anche, quello lo puoi attaccare a qualsiasi cosa abbia un'entrata audio..
  • 0

Codeste ambiguità, ridondanze e deficienze ricordano quelle che il dottor Franz Kuhn attribuisce a un'enciclopedia cinese che s'intitola Emporio celeste di conoscimenti benevoli. Nelle sue remote pagine è scritto che gli animali si dividono in (a) appartenenti all'Imperatore, (b) imbalsamati, c) ammaestrati, (d) lattonzoli, (e) sirene, (f) favolosi, (g) cani randagi, (h) inclusi in questa classificazione, (i) che s'agitano come pazzi, (j) innumerevoli, (k) disegnati con un pennello finissimo di pelo di cammello, (l) eccetera, (m) che hanno rotto il vaso, (n) che da lontano sembrano mosche.
 
non si dice, non si scrive solamente si favoleggia


#72 Embryo

Embryo

    Enciclopedista

  • Moderators
  • 8429 Messaggi:

Inviato 24 giugno 2010 - 12:04

Vero. Tra l'altro, se hai un portatile, basta attaccare l'hard disk al portatile, far leggere tutto al software e mandare allo stereo con un cavetto da pochi euro.
  • 0
nobody knows if it really happened

At this range, I'm a real Frederick Zoller.

La birra è un perfetto scenario da sovrappopolazione: metti una manciata di organismi in uno spazio chiuso con più carboidrati di quanti ne abbiano mai visti e guardali sterminarsi con gli scarti che producono - nel caso specifico, anidride carbonica e alcol. E poi, alla salute!

#73 juL fu Sig.M.

juL fu Sig.M.

    Utente paraolimpionico

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 8878 Messaggi:

Inviato 24 giugno 2010 - 17:38

Vero. Tra l'altro, se hai un portatile, basta attaccare l'hard disk al portatile, far leggere tutto al software e mandare allo stereo con un cavetto da pochi euro.


Se lo stereo è buono non è la soluzione migliore, i convertitori digitale analogico dei portatili sono orrendi.

E' meglio se cerca una chiavina da tanti giga e ce la infila se c'è questa possibilità.
  • 0

#74 Embryo

Embryo

    Enciclopedista

  • Moderators
  • 8429 Messaggi:

Inviato 24 giugno 2010 - 17:59


Vero. Tra l'altro, se hai un portatile, basta attaccare l'hard disk al portatile, far leggere tutto al software e mandare allo stereo con un cavetto da pochi euro.


Se lo stereo è buono non è la soluzione migliore, i convertitori digitale analogico dei portatili sono orrendi.

E' meglio se cerca una chiavina da tanti giga e ce la infila se c'è questa possibilità.


Sì, ho dimenticato di menzionare una scheda audio esterna.
  • 0
nobody knows if it really happened

At this range, I'm a real Frederick Zoller.

La birra è un perfetto scenario da sovrappopolazione: metti una manciata di organismi in uno spazio chiuso con più carboidrati di quanti ne abbiano mai visti e guardali sterminarsi con gli scarti che producono - nel caso specifico, anidride carbonica e alcol. E poi, alla salute!

#75 Guest_Ortodosso_*

Guest_Ortodosso_*
  • Guests

Inviato 05 luglio 2010 - 20:44

Guarda, con poco più di duecento euro, ti porti a casa un compattino Yamaha in grado di offrire tutta una serie di vantaggi:

- è bello esteticamente;
- ha la docking station per attaccarci l'iPod senza cavi e cavetti;
- legge i cd;
- ha il sintonizzatore radio;
- è completo di diffusori appositamente progettati;
- è veramente compatto;
- è solido e ben costruito (interamente in metallo);
- ha un suono molto migliore (volendo, anche più potente) rispetto a quegli aggeggi infernali della Bose e alla totalità dei compattini consumer, che ormai ti tirano dietro anche al supermercato;
- ha un rapporto qualità/prezzo strepitoso.


http://it.yamaha.com.../?mode=overview

Aggiungendo qualcosa, trovi altri mini sistemi Yamaha, con altre funzioni in più. Ci dovrebbe essere il modello capace di leggere anche i DVD. Anche la Onkyo produce sistemi simili, nella stessa fascia di prezzo e qualità, ma sono un po' più difficili da reperire.


Fili a questo ci si può attaccare un turntable provvisto di apposito preamp (tipo AThidiotec-LP60)?

Stiamo cercando di fare una soluzione provvisoria ma decente da appartamento, gli ingressi sono vinile e spotify (pc o iphone), dock/radio/cd meglio se ci sono ma scarsa priorità. Il punto con la scatoletta tipo scythe è che ha UN ingresso quindi volessi switchare tra pc e giradischi dovrei smanettare ogni volta, cosa consigli.

lo yamasha + giradischi audio technica vengon via a $360 free shipping su amazon, se si può fare sono un serio candidato, posto che non ci siano alternative migliori.

#76 Embryo

Embryo

    Enciclopedista

  • Moderators
  • 8429 Messaggi:

Inviato 05 luglio 2010 - 21:14

Mi linkeresti il pre phono? Non riesco a trovare nulla.
La vera rogna degli ampli in classe D, come lo Scythe, ma anche come i T-Amp (la dicitura "classe T" non indica la concezione, ma solo la marca del chip), è la limitatezza degli ingressi. Come se aggiungere un selettore decente facesse lievitare il prezzo di chissà quanto. Se ci pensi, anche il tanto osannato Trends Audio ha un solo ingresso, e costa quanto un ampli serio entry level. Suoneranno un gran bene, ma non ci puoi metter su un impianto. O meglio, puoi farlo, ma è complicato e costoso.
Ora, non vorrei dire una baggianata, ma non mi pare che il mini Yamaha abbia ingressi RCA. Dovresti cercare un'altra soluzione. Ci penso.
  • 0
nobody knows if it really happened

At this range, I'm a real Frederick Zoller.

La birra è un perfetto scenario da sovrappopolazione: metti una manciata di organismi in uno spazio chiuso con più carboidrati di quanti ne abbiano mai visti e guardali sterminarsi con gli scarti che producono - nel caso specifico, anidride carbonica e alcol. E poi, alla salute!

#77 thom

thom

    The infrared insert of memory encouragement immersion

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3399 Messaggi:

Inviato 07 luglio 2010 - 11:08

io quando avevo un impianto entry level in classe t avevo risolto con questo:

http://www.playstere...products_id=335

è un preamp fighissimo, si comporta benissimo sia in aux che in phono (non rappresenta un collo di bottiglia neppure per catene belle massicce)

l'unico difetto è che con l'alimentatore in dotazione fa schifo, per cui occorre alimentarlo con l'alimentatore dell'ampli in classe t (che abbia almeno 3 ampere), cadeddu ne ha fatto l'apologia
  • 0

#78 Embryo

Embryo

    Enciclopedista

  • Moderators
  • 8429 Messaggi:

Inviato 07 luglio 2010 - 12:50

Si diceva un gran bene anche dell'integrato della stessa azienda - basato sul Tripath TA2024 - purtroppo fuori produzione. Sarebbe stata la soluzione ideale, con quattro ingressi RCA, più ingresso jack sul frontale e uscita cuffie.
Intanto, ho iniziato il necessario rodaggio delle KEF C1. Il NAD 310 sembra comportarsi secondo le aspettative, facendole lavorare adeguatamente. Tutto molto bello.
  • 0
nobody knows if it really happened

At this range, I'm a real Frederick Zoller.

La birra è un perfetto scenario da sovrappopolazione: metti una manciata di organismi in uno spazio chiuso con più carboidrati di quanti ne abbiano mai visti e guardali sterminarsi con gli scarti che producono - nel caso specifico, anidride carbonica e alcol. E poi, alla salute!

#79 starmelt

starmelt

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4873 Messaggi:

Inviato 07 luglio 2010 - 14:04

Vi incollo la risposta del servizio clienti Yamaha nel caso possa servire a qualcuno:

Gentile cliente

in merito alla Sua richiesta le inoltro la tabella che riguarda i limiti di lettura dei file in dispositivo USB.
Non vengono inoltre letti file di dimensioni superiori a 4G

Per quanto riguarda i formati dei dispositivi USB supportati --> FAT16 e FAT32

Anche in caso di formati supportati vi sono alcuni casi di incompatibilità. Le consigliamo quindi di procedere ad una prova prima dell'acquisto della memoria esterna.


Cordiali Saluti
Yamaha Customer Support


C'è anche un limite di file (9999) e di cartelle (255).

Nel frattempo ho ancora la scatola di cereali Trust.
  • 0

#80 Embryo

Embryo

    Enciclopedista

  • Moderators
  • 8429 Messaggi:

Inviato 07 luglio 2010 - 15:06

Quindi, andrebbe bene anche un hard disk, basta che non abbia più di diecimila files o duecentocinquantacinque cartelle. O no? Il limite di quattro giga per singolo file dovrebbe essere dovuto al limite fisico del sistema FAT 32.
  • 0
nobody knows if it really happened

At this range, I'm a real Frederick Zoller.

La birra è un perfetto scenario da sovrappopolazione: metti una manciata di organismi in uno spazio chiuso con più carboidrati di quanti ne abbiano mai visti e guardali sterminarsi con gli scarti che producono - nel caso specifico, anidride carbonica e alcol. E poi, alla salute!




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq