Vai al contenuto


Foto
* * * * - 1 Voti

Nanni Moretti


  • Please log in to reply
198 replies to this topic

Sondaggio: Quale preferite tra i suoi lungometraggi? (133 utente(i) votanti)

Voto I visitatori non possono votare

#21 Ejzenstejn

Ejzenstejn

    aspirante indie

  • Members
  • StellettaStelletta
  • 98 Messaggi:

Inviato 01 settembre 2006 - 13:43

E comunque non mi sembra il caso di parlare di Moretti al passato, perché sta facendo ancora dei grandi film.


"Questa Italietta tra orrore e folklore...."
Una citazione che vale quanto un trattato e che salva un film. E comunque il film è bello del suo.
Non mi piace votare, ma faccio un'eccezione: Caro diario, Palombella rossa e Ecce Bombo, nell'ordine...
  • 0

#22 Guest_Eugenetic Axe_*

Guest_Eugenetic Axe_*
  • Guests

Inviato 01 settembre 2006 - 15:24

ECCE BOMBO :D !

Saluti,
EA

#23 Guest_spacemen_*

Guest_spacemen_*
  • Guests

Inviato 04 settembre 2006 - 11:38

Ma Bianca non l'ha visto nessuno?
io lo reputo il migliore tra quelli visti(Ecce bombo;Palombella Rossa;Caro diario;Aprile;e Bianca).

#24 Zarathustra

Zarathustra

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 183 Messaggi:

Inviato 05 settembre 2006 - 11:52

Ma Bianca non l'ha visto nessuno?
io lo reputo il migliore tra quelli visti(Ecce bombo;Palombella Rossa;Caro diario;Aprile;e Bianca).

Stavo per chiederlo io!
A me Bianca ha fatto molta impressione...è un film che mi ha dato qualcosa.

SPOILER SPOILER SPOILER

Ma secondo te alla fine Michele ha veramente ucciso i suoi amici? Secondo me no. Penso che la frase "Chiamate la polizia perchè questo io lo ammazzo" detta al vecchio che aveva una calza giù e una calza su, sia indicativa di un fatto: non capiva e non riusciva ad integrarsi più in un mondo dove tutto è così imperfetto e sfuggevole, dove non ci sono contorni definiti come nella matematica. Insomma, dove non ci sono più i modelli di scarpe ben riconoscibili ;). Io credo che semplicemente si sia autoaccusato per andare in prigione. Per lui gli amici che lo avevano deluso sono morti, ma solo in senso metaforico, già prima della loro reale dipartita. Forse la prigione, con orari definiti e contorni netti, soddisfa di più le sue esigenze.
  • 0

#25 Max Stirner

Max Stirner

    Scaruffiano

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 14068 Messaggi:
  • LocationAci Trezza(CT)

Inviato 05 settembre 2006 - 17:52

La scena finale quando parla delle scarpe in questura di Bianca è geniale.
  • 0
"Ho abituato i miei occhi al sangue." Georg Büchner


"Caedite eos! Novit enim Dominus qui sunt eius"

#26 Guest_pAggIoni_*

Guest_pAggIoni_*
  • Guests

Inviato 05 settembre 2006 - 22:54


SPOILER SPOILER SPOILER

Ma secondo te alla fine Michele ha veramente ucciso i suoi amici? Secondo me no. Penso che la frase "Chiamate la polizia perchè questo io lo ammazzo" detta al vecchio che aveva una calza giù e una calza su, sia indicativa di un fatto: non capiva e non riusciva ad integrarsi più in un mondo dove tutto è così imperfetto e sfuggevole, dove non ci sono contorni definiti come nella matematica. Insomma, dove non ci sono più i modelli di scarpe ben riconoscibili ;). Io credo che semplicemente si sia autoaccusato per andare in prigione. Per lui gli amici che lo avevano deluso sono morti, ma solo in senso metaforico, già prima della loro reale dipartita. Forse la prigione, con orari definiti e contorni netti, soddisfa di più le sue esigenze.


piano piano piano...a me non pare proprio che dica "chiami la polizia perchè questo io lo ammazzo"...almeno , se ti riferisci alla scena dove sta al bar vicino alla vecchia , e tira su i calzini a un tipo coi capelli ricci biondi...se ti riferisci a quella scena , sappi che dice " Chiami la polizia perchè ora mi sparo"...moretti ha un certo feticismo verso i piedi comunque...tutto penso derivi da li...



[Ma perché non imparate ad usare la funzione "anteprima"?! Eddai su... (Oyuki)]

#27 Zarathustra

Zarathustra

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 183 Messaggi:

Inviato 06 settembre 2006 - 08:28



SPOILER SPOILER SPOILER

Ma secondo te alla fine Michele ha veramente ucciso i suoi amici? Secondo me no. Penso che la frase "Chiamate la polizia perchè questo io lo ammazzo" detta al vecchio che aveva una calza giù e una calza su, sia indicativa di un fatto: non capiva e non riusciva ad integrarsi più in un mondo dove tutto è così imperfetto e sfuggevole, dove non ci sono contorni definiti come nella matematica. Insomma, dove non ci sono più i modelli di scarpe ben riconoscibili ;). Io credo che semplicemente si sia autoaccusato per andare in prigione. Per lui gli amici che lo avevano deluso sono morti, ma solo in senso metaforico, già prima della loro reale dipartita. Forse la prigione, con orari definiti e contorni netti, soddisfa di più le sue esigenze.


piano piano piano...a me non pare proprio che dica "chiami la polizia perchè questo io lo ammazzo"...almeno , se ti riferisci alla scena dove sta al bar vicino alla vecchia , e tira su i calzini a un tipo coi capelli ricci biondi...se ti riferisci a quella scena , sappi che dice " Chiami la polizia perchè ora mi sparo"...moretti ha un certo feticismo verso i piedi comunque...tutto penso derivi da li...



[Ma perché non imparate ad usare la funzione "anteprima"?! Eddai su... (Oyuki)]

Sì è così (non me lo ricordavo proprio a memoria) però il discorso non cambia più di tanto. Esprime sempre una condizione di estrema insofferenza.. Insomma non accetto che Michele possa essere un assassino!
  • 0

#28 Guest_pAggIoni_*

Guest_pAggIoni_*
  • Guests

Inviato 06 settembre 2006 - 09:42

Mah io penso che sia poco intuibile la colpevolezza o meno di michele . Ma non credo nemmeno che questa sia la cosa importante da estrapolare nel film . I discorsi sulle scarpe , sulle passeggiate , sono derivati anche dalla voglia di parlare semplicemente dei piedi , una fissazione per Moretti ( almeno così la pensiamo io e mio zio ) . Già in Sogni d' oro spiava dalla porta i piedi/scarpe degli aspiranti attori . In la messa è finita insiste che non lo puoi accogliere con le pantofole . Non penso che tutto si limiti ad una considerazione (est)etica sui tipi di scarpa . In Bianca dice "che... mi vuoi provocare facendomi vedere un po' di dita?!" , e qui mi pare  smascheri la sua debolezza . La scarpa intellettualizza la cosa , la rende più interessante . Magari sto sparando un mucchio di stronzate e se arriva lui e legge dice che sono squallido e prevedibbile . Io credo comunque che Moretti sia un maestro dei piedi massaggiati , che ha una tecnica che levati , niente solletico niente di niente .  ;)
Bianca l' ho visto nel maggio 2004 e da quel momento Moretti mi ha riempito la vita.

#29 Guest_Pablito_*

Guest_Pablito_*
  • Guests

Inviato 06 settembre 2006 - 09:59

In un'intervista fatta a Moretti anni fa lui parlava tranquillamente del fatto che Michele Apicella è l'assassino. Spiegava anche perchè, e mi sembra anche abbastanza naturale: Michele Apicella non è mica un personaggio positivo, è un paranoico che impazzisce e Moretti proprio in quell'intervista dichiarava di non amare chi propone un'immagine della follia come spensierata e positiva. Moretti raffigura la follia e la paranoia per quello che è.
Questo aldilà della simpatia e della fascinazione che si può provare per il personaggio.

#30 slothrop

slothrop

    Enciclopedista

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7408 Messaggi:

Inviato 06 settembre 2006 - 11:22

Voto Ecce Bombo per via del numero spropositato di volte che l'ho visto e banalmente perchè è il suo film più cult (spero non legga questa parola a proposito di un suo film...).

Credo però che Bianca sia il suo capolavoro (ed è difficile non mettergli a fianco il quasi coevo La Messa è finita). La fase della maturità e dell'abbanondo dell'estrema sofferenza inizia con un altro capolavoro (che forse proprio per il cambio di rotta ho riconosciuto come tale solo da poco) che è Caro Diario.

Nessun film brutto comunque. Io sono un autarchico un pò lento e Aprile magari meno ispirato della media.

EDIT: posso comprendere, pur senza condividere, chi non amam i suoi film più difficili: Sogni d'oro, Palombella Rossa e Il Caimano.
Il primo è tormentatissimo e appensatito ulteriormente da una buona dose di simbolismo e da una struttura narrativa complessa ai limiti dell'imperscrutabilità.
Palombella è il più concettuale e allegorico mentre il Caimano è lineare solo in apparenza dato che in realtà mescola (in maniera secondo me riuscita anche se magari non troppo elegante sotto il profilo della fluidità della sceneggiatura e della coerenza di registro) diversi piani narrativi.
  • 0

#31 Claudio

Claudio

    I am what I play

  • Administrators
  • 35480 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 06 settembre 2006 - 13:11

La mia classifica è:

1. Bianca
2. Ecce Bombo
3. La messa è finita

Penso di essere tra i pochissimi che maldigerisce "Caro Diario" e "Palombella Rossa", "La stanza del figlio" lo trovo un esercizio di sado-masochismo, adoro invece "Sogni d'oro" (perdonate il bisticcio!) e non mi dispiace nemmeno "Io sono un autarchico".

E' stato anche per me un mito assoluto di un certo periodo (diciamo dall'uscita di "Bianca" fino a "Palombella rossa"), e ora anche io ho maturato quel tipo di "distacco" di cui parlava Pablito. Resta comunque uno dei pochi registi che ha inventato uno stile nuovo nella commedia italiana.

Visto in una libreria di Trastevere esclamare "nnno, questo tipo di libri proprio no" riguardo una collana di fantasy-fiction proprio con lo stesso tono con cui demoliva "Strange days" in "Caro Diario"  ;D
  • 0

#32 Guest_pAggIoni_*

Guest_pAggIoni_*
  • Guests

Inviato 06 settembre 2006 - 18:34



Visto in una libreria di Trastevere esclamare "nnno, questo tipo di libri proprio no" riguardo una collana di fantasy-fiction proprio con lo stesso tono con cui demoliva "Strange days" in "Caro Diario"  ;D


Aprile...non Caro Diario... ;) ;D

#33 Guest_spacemen_*

Guest_spacemen_*
  • Guests

Inviato 29 settembre 2006 - 11:52

Premessa:non sono attendibilissimo perché vengo a parlare di La messa è finita dopo aver visto quasi tutta l??intera filmografia morettiana.

Ad eccezioni di alcuni episodi nevrotici impersonati da Moretti stesso il film mi ha dato l??impressione di un già visto.
Un già visto non in altri registi,sia chiaro.Ma di un già visto nella stessa filmografia del Moretti.
Il riferimento è ovviamente a Bianca.Anche li il regista si sofferma allo stesso modo(stesso approccio,stessa analisi) sulla crisi di coppia,sui rapporti familiari,sulla fedeltà.


#34 nick

nick

    pivello

  • Members
  • Stelletta
  • 22 Messaggi:

Inviato 29 settembre 2006 - 13:16

1.Sogni d'oro
2.Il caimano
3.Ecce bombo/Caro Diario/Aprile

Il primo per me distacca di parecchio il resto della sua filmografia.
Il musical sul '68, la mamma di Freud, Michele che picchia la madre... Ci sono troppe cose per amare quel film
  • 0

#35 aatman

aatman

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 113 Messaggi:

Inviato 01 ottobre 2006 - 18:00

caro diario, però anche ecce bombo e bianca sono tra i miei preferiti.
I monologhi di ecce bombo sono fenomenali, come le scene surreali di bianca ... però caro diario ha un qualcosa di più che non so spiegare
  • 0

#36 Pickpocket

Pickpocket

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 663 Messaggi:

Inviato 01 ottobre 2006 - 20:12

"Caro Diario" tutta la vita.


Io lo metto fra i 10 film italiani più belli di sempre.
  • 0

#37 Notker

Notker

    Scaruffiano

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 18302 Messaggi:

Inviato 01 ottobre 2006 - 21:09


"Caro Diario" tutta la vita.


Io lo metto fra i 10 film italiani più belli di sempre.


quotissimo! e wubbissimo!!
  • 0
« La schiena si piega solo quando l'anima è già piegata »
(Arturo Toscanini)

molti si chiedono se il pop/rock possa essere una forma d'arte musicale o meno; ebbene, lo è sicuramente... ma solo quando risponde al requisito esposto da Don Van Vliet:
« Non voglio vendere la mia musica. Vorrei regalarla, perché da dove l'ho presa non bisogna pagare per averla »

#38 Guest_eustache_*

Guest_eustache_*
  • Guests

Inviato 01 ottobre 2006 - 22:52

1.Sogni d'oro
2.Il caimano
3.Ecce bombo/Caro Diario/Aprile

Il primo per me distacca di parecchio il resto della sua filmografia.
Il musical sul '68, la mamma di Freud, Michele che picchia la madre... Ci sono troppe cose per amare quel film


perfettamente d'accordo.
e subito dopo sogni d'oro metterei però palombella rossa (un film decisamente atipico nella sua filmografia, anche se anche qua si riscontra una certa affinità, o un intento imitatorio verso resnais), e poi La stanza del figlio (l'unico film narrativo di moretti)

#39 Pickpocket

Pickpocket

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 663 Messaggi:

Inviato 02 ottobre 2006 - 06:36


1.Sogni d'oro
2.Il caimano
3.Ecce bombo/Caro Diario/Aprile

Il primo per me distacca di parecchio il resto della sua filmografia.
Il musical sul '68, la mamma di Freud, Michele che picchia la madre... Ci sono troppe cose per amare quel film


perfettamente d'accordo.
e subito dopo sogni d'oro metterei però palombella rossa (un film decisamente atipico nella sua filmografia, anche se anche qua si riscontra una certa affinità, o un intento imitatorio verso resnais), e poi La stanza del figlio (l'unico film narrativo di moretti)


Se è vero che sogni d'oro distacca parecchio la sua produzione è anche vero che ne fa assolutamente parte in quando, come dire, primus inter pares.Caro Diario invece è un film completamente nuovo, la miscela di pubblico e privato, l'omaggio a pasolini, la narrazione silenziosa ma presente lo disegnano sensazionalmente lontano dai morettismi, pure essendone, per certi versi, la consacrazione.
  • 0

#40 Claudio

Claudio

    I am what I play

  • Administrators
  • 35480 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 28 maggio 2007 - 21:51

Col consueto ritardo, sono riuscito finalmente a vedere "Il Caimano".
Una grande delusione. Mi è parso un banale remake del portaborse (che già non avevo amato), con la postilla della vicenda sentimentale Orlando-Buy (che è forse l'unica cosa interessante del film, grazie anche alla solita bravura dei due, che però, di fatto, rifanno sé stessi come già visti in decine di altri film).
Gustose le apparizioni di Placido, qua è là qualche scenetta indovinata, ma nel complesso mi è parso un film sgangherato, che non sa decidersi tra ambito pubblico e privato (che noia poi quei filmati da documentario simil-Moore) e che spara confusamente nel mucchio.
Che nostalgia dei tempi di "Bianca"!
  • 0




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq