Vai al contenuto


Foto
* * * * - 1 Voti

Nanni Moretti


  • Please log in to reply
198 replies to this topic

Sondaggio: Quale preferite tra i suoi lungometraggi? (133 utente(i) votanti)

Voto I visitatori non possono votare

#41 Querelle

Querelle

    pivello

  • Members
  • Stelletta
  • 15 Messaggi:

Inviato 31 maggio 2007 - 13:38

Megastupendi Bianca e La messa è finita, di pochissimo inferiore Caro diario, ottimo Ecce bombo, belli La stanza del figlio e Il caimano.

Mi attira molto Sogni d'oro, com'è?
  • 0

#42 Guest_Eleanor Rigby_*

Guest_Eleanor Rigby_*
  • Guests

Inviato 01 giugno 2007 - 09:33

La scelta è stata dura, ma alla fine ho optato per Caro Diario, di cui ho adorato  l'episodio In vespa (con le sue gite solitarie dalla Garbatella a Spinaceto, e l'improbabile cammeo di Jennifer Beals nella parte di se stessa) e Isole, il tutto grazie anche alle musiche di Piovani (Il campo di pallone è un pezzo bellissimo, riportato in auge dalla attuale pubblicità della Barilla ... :-\)
Ero indecisa con La messa è finita, che anche mi ha molto colpito.

Oh, ma nessuno ha votato per Aprile ?
Non è piaciuto molto a quanto pare??!



#43 Notker

Notker

    Scaruffiano

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 18302 Messaggi:

Inviato 01 giugno 2007 - 16:56

Oh, ma nessuno ha votato per Aprile ?
Non è piaciuto molto a quanto pare??!



con un sondaggio a risposta secca è un po' difficile fare apprezzamenti sugli altri film.
per quanto mi riguarda, Aprile m'è piaciuto ma lo ritengo di gran lunga inferiore al precedente Caro Diario o al successivo La stanza del figlio. Aprile sembre il film di un regista che è in attesa di fare qualcos'altro, una specie di pausa di riflessione... anche se il tormentone del "musical sul pasticciere troszkista nell'italia conformista degli anni '50" mi fa sbellicare dalle risate :D
  • 0
« La schiena si piega solo quando l'anima è già piegata »
(Arturo Toscanini)

molti si chiedono se il pop/rock possa essere una forma d'arte musicale o meno; ebbene, lo è sicuramente... ma solo quando risponde al requisito esposto da Don Van Vliet:
« Non voglio vendere la mia musica. Vorrei regalarla, perché da dove l'ho presa non bisogna pagare per averla »

#44 Claudio

Claudio

    I am what I play

  • Administrators
  • 35489 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 01 giugno 2007 - 18:01

Mi potete spiegare anche voi cosa c'è di speciale in "Caro Diario"?
Sono anni che non mi capacito di come possa essere diventato addirittura il film preferito dell'opera omnia morettiana da parte di tanta gente... Per me è essenzialmente un buon documentario, con alcune battute carine (ma infinitamente inferiori a quelle di un "Ecce Bombo" o anche solo di "Sogni d'oro") e una buona dose di paraculaggine narcisista. E' Nanni Moretti che passeggia e commenta, o racconta qualche sua fobia, ma ha poco di cinematografico, per quanto mi riguarda, a differenza di altri suoi film pure apparentemente più "autarchici". So di essere blasfemo, morettianamente parlando, ma non riesco proprio a farmene una ragione.
  • 0

#45 Guest_Pablito_*

Guest_Pablito_*
  • Guests

Inviato 01 giugno 2007 - 18:51

Mi potete spiegare anche voi cosa c'è di speciale in "Caro Diario"?
Sono anni che non mi capacito di come possa essere diventato addirittura il film preferito dell'opera omnia morettiana da parte di tanta gente...

Magari per chi non ha visto Ecce Bombo, Io sono un autarchico, Bianca, La messa è finita, Sogni d'oro, Palombella rossa, è così. Per me tutti questi film sono superiori al pur gradevole Caro Diario. Sul resto preferisco lasciar perdere... in fondo (mi) ha già dato tanto con quei primi indimenticabili film.

#46 satyajit

satyajit

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6747 Messaggi:
  • LocationMilano

Inviato 01 giugno 2007 - 19:10

Caro Diario è probabilmente il film più autentico di Moretti. E' quello in cui raggiunge la maturità stilistica. Non è mai stato un virtuoso, anche perchè non è che avesse bisogno di 'sta gran tecnica, ma qui trova la maturità stilistica, specie nei primi due episodi (per quanto lo stile del primo fosse il larga misura debitore della poetica di Abbas Kiarostami) e si libera delle costrizioni tipiche di una struttura convenzionale. Facendo poi a meno del velo costituito da Michele Apicella, si mette in gioco in prima persona, arrivando persino a parlare della propria vita privata più intima, nell'ultimo episodio, non a caso il meno "mediato". Inoltre si intravvede una quieta pacificazione nei confronti delle persone e della società, dopo i tormenti non solo ideologici degli anni ottanta. Lo stle riflette alla perfezione questa svolta.
Ne emerge un'opera di grande poesia che, libera da molte costrizioni, riesce a sfiorare più volte il sublime. Secondo me è proprio uno dei su film migliori.
  • 0

#47 satyajit

satyajit

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6747 Messaggi:
  • LocationMilano

Inviato 01 giugno 2007 - 19:11


Magari per chi non ha visto Ecce Bombo, Io sono un autarchico, Bianca, La messa è finita, Sogni d'oro, Palombella rossa, è così.


Io immagino che i critici dei Cahiers du cinema, che lo votarono come miglior film dell'anno, avessero visto tutti i film che hai citato.
  • 0

#48 Guest_Pablito_*

Guest_Pablito_*
  • Guests

Inviato 01 giugno 2007 - 19:52



Magari per chi non ha visto Ecce Bombo, Io sono un autarchico, Bianca, La messa è finita, Sogni d'oro, Palombella rossa, è così.


Io immagino che i critici dei Cahiers du cinema, che lo votarono come miglior film dell'anno, avessero visto tutti i film che hai citato.

Ok è senza dubbio tutto quello che sostieni tu, allora diciamo che chi ha vissuto ed amato Moretti negli anni '80 in una certa maniera, e proprio in quegli anni lì, secondo me dovrebbe trovare il Moretti degli anni '90 meno incisivo, e in alcuni aspetti forzato e meno autentico. L'ironia e il sarcasmo in film come Bianca, Sogni d'oro ecc. erano dovuti a un nervosismo per una situazione umana e politica schizofrenica, nervosismo che lo faceva andare in diverse direzioni (evasione, collera, autoironia, denuncia sociale, oltre a un j'accuse rivolto a se stesso e ai suoi simili più di quanto non possa sembrare superficialmente), nei film a partire da Caro diario in poi questi aspetti più che calmierati e saggi mi appaiono spesso scontati, deboli nelle argomentazioni e nello stile, forzati come se certo stile 'leggero' e la battuta debba esserci per forza perchè sei Nanni Moretti, e soprattutto terribilmente conformisti. Il Moretti anni '70-'80 dava fastidio alla sinistra, quello anni '90 lo porta in palmo di mano. Colpa della sinistra e della sua debolezza, sicuramente, ma colpa pure del mio amatissimo Nanni.

#49 Guest_vegeta_*

Guest_vegeta_*
  • Guests

Inviato 01 giugno 2007 - 19:58

la mia ultima visione di "Caro Diario" risale a parecchi anni fa, e quindi non posseggo la giusta lucidità per argomentare un discorso valido.

Devo dire però che il terzo episodio di questo film (quello in cui Moretti vaga di dottore in dottore, e nessuno riesce a diagnosticarli cos'è che gli causa quel prurito così fastidioso) mi mise addosso un'angoscia e una tristezza infinita. Una sensazione sgradevole e pessimista che mi porta a credere che in "Caro Diario" non è proprio un semplice collage di situazioni divertenti e "morettiane".

#50 Claudio

Claudio

    I am what I play

  • Administrators
  • 35489 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 01 giugno 2007 - 20:31

chi ha vissuto ed amato Moretti negli anni '80 in una certa maniera, e proprio in quegli anni lì, secondo me dovrebbe trovare il Moretti degli anni '90 meno incisivo, e in alcuni aspetti forzato e meno autentico. L'ironia e il sarcasmo in film come Bianca, Sogni d'oro ecc. erano dovuti a un nervosismo per una situazione umana e politica schizofrenica, nervosismo che lo faceva andare in diverse direzioni (evasione, collera, autoironia, denuncia sociale, oltre a un j'accuse rivolto a se stesso e ai suoi simili più di quanto non possa sembrare superficialmente), nei film a partire da Caro diario in poi questi aspetti più che calmierati e saggi mi appaiono spesso scontati, deboli nelle argomentazioni e nello stile, forzati come se certo stile 'leggero' e la battuta debba esserci per forza perchè sei Nanni Moretti, e soprattutto terribilmente conformisti. Il Moretti anni '70-'80 dava fastidio alla sinistra, quello anni '90 lo porta in palmo di mano. Colpa della sinistra e della sua debolezza, sicuramente, ma colpa pure del mio amatissimo Nanni.


Condivido ogni parola!
  • 0

#51 Dead Man

Dead Man

    pivello

  • Members
  • Stelletta
  • 31 Messaggi:

Inviato 02 giugno 2007 - 01:12

I suoi film più significativi sono Bianca e Ecce Bombo.
Il primo ha il respiro del classico, il secondo l'audacia dell'immaturità.
Entrambi rappresentano nella maniera più efficace figure estreme che rifuggono alla mediazione autoconfinandosi in solitudine o pazzia.
L'individuo e la sua deriva da una società in cui il rigurgito sessantottino non è che un imbarazzo da seppellire sotto chili di maquillage da ceto medio.
Caro Diario è un delizioso apologo citazionista.
Palombella Rossa l'ho trovato estremamente pesante, La messa è finita quanto mai accostabile a Bianca.
  • 0

#52 satyajit

satyajit

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6747 Messaggi:
  • LocationMilano

Inviato 04 giugno 2007 - 17:17


Ok è senza dubbio tutto quello che sostieni tu, allora diciamo che chi ha vissuto ed amato Moretti negli anni '80 in una certa maniera, e proprio in quegli anni lì, secondo me dovrebbe trovare il Moretti degli anni '90 meno incisivo, e in alcuni aspetti forzato e meno autentico. L'ironia e il sarcasmo in film come Bianca, Sogni d'oro ecc. erano dovuti a un nervosismo per una situazione umana e politica schizofrenica, nervosismo che lo faceva andare in diverse direzioni (evasione, collera, autoironia, denuncia sociale, oltre a un j'accuse rivolto a se stesso e ai suoi simili più di quanto non possa sembrare superficialmente), nei film a partire da Caro diario in poi questi aspetti più che calmierati e saggi mi appaiono spesso scontati, deboli nelle argomentazioni e nello stile, forzati come se certo stile 'leggero' e la battuta debba esserci per forza perchè sei Nanni Moretti, e soprattutto terribilmente conformisti. Il Moretti anni '70-'80 dava fastidio alla sinistra, quello anni '90 lo porta in palmo di mano. Colpa della sinistra e della sua debolezza, sicuramente, ma colpa pure del mio amatissimo Nanni.


"Colpa" di tutta la società, non solo della sua parte sinistra.
Io sono nato nell' '81, per cui non ho vissuto sul serio gli anni '80. Sono però cresciuto in una famiglia di sinistra e ricordo che Nanni era un dei principali riferimenti culturali di tutte le persone che conoscevo. Al massimo, i meno cinefili consideravano i suoi film noiosi. Per ciò che ho potuto constatare, più che altro di riflesso, non mi sembrava che fosse un personaggio scomodo, tutt'altro. Non credo che desse più fastidio allora rispetto a quando ha invitato D'Alema a dire qualcosa di sinistra (o almeno di civiltà) o quando ha suggerito ai dirigenti dei Ds di andarsene a casa. Sbaglio?
Anche rimanendo nell'ambito del cinema, negli anni '80 il suo premio nei festival internazionali lo portava a casa spesso e volentieri. Per altro meritatissimamente, poichè probabilmente all'epoca era il miglior regista europeo.
  • 0

#53 Jules

Jules

    Pietra MIliare

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22348 Messaggi:

Inviato 04 giugno 2007 - 17:18

Oddio siamo coetanei..
  • 0

#54 satyajit

satyajit

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6747 Messaggi:
  • LocationMilano

Inviato 04 giugno 2007 - 17:40

Amen, che ci vuoi fa'?  :P
  • 0

#55 Jules

Jules

    Pietra MIliare

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22348 Messaggi:

Inviato 04 giugno 2007 - 17:42

Niente, anzi, sono contento..
  • 0

#56 Guest_carmelo bene_*

Guest_carmelo bene_*
  • Guests

Inviato 20 giugno 2007 - 01:49

Quando hanno premiato con la palma d'oro la sit-com "la stanza del figlio" ho capito che anche questo grande festival era agonico.
li ho visti tutti,il migliore o meglio quello piu'cinematografico e'"Caro Diario".In definitiva quasi tutte le cose cha ha girato sono delle commedie piu'o meno surreali,profondamente regionali.
do un 6 POLITICO alla sua opera omnia,ma la sit-com suddetta e il caimano sono tra le cose meno autentiche della storia del cinema italiano,siamo ai livelli di "Vita Smeralda" di jerry cala',o muccino-capuccino ecco:non si va oltre.

#57 Notker

Notker

    Scaruffiano

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 18302 Messaggi:

Inviato 03 agosto 2008 - 16:14

i fan di Nanni certamente sapranno che il Festival di Locarno (CH) di quest'anno ha attivato una sezione dedicata al maestro.
segnalo che stasera, alle 22.50, la TSI1 (televisione svizzera italiana) manderà in onda una lunga intervista con Moretti alla quale seguirà Caro Diario, il suo film più rappresentativo.
non perdetevelo!!



nota: la TSI1 trasmette solo in digitale ma in chiaro.
  • 0
« La schiena si piega solo quando l'anima è già piegata »
(Arturo Toscanini)

molti si chiedono se il pop/rock possa essere una forma d'arte musicale o meno; ebbene, lo è sicuramente... ma solo quando risponde al requisito esposto da Don Van Vliet:
« Non voglio vendere la mia musica. Vorrei regalarla, perché da dove l'ho presa non bisogna pagare per averla »

#58 ucca

ucca

    CRM

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 18120 Messaggi:
  • LocationRome

Inviato 03 agosto 2008 - 17:30

i fan di Nanni certamente sapranno che il Festival di Locarno (CH) di quest'anno ha attivato una sezione dedicata al maestro.


..al massimo maestro delle elementari. Ha fatto ottime cose, però intervistarlo adesso..
come dice C.B. non ha senso. A sto punto intervistiamo Pippo Franco avrà qualcosa di piu' interessante da dirci. Sono dieci anni che fa solo schifezze, l'ultima cosa buona che ha fatto è stato smerdare Fassino e Rutelli in un comizio, qualche anno fa.
  • 0

www.crm-music.com

 

Mettere su un gruppo anarcho wave a 40 anni.


#59 Notker

Notker

    Scaruffiano

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 18302 Messaggi:

Inviato 03 agosto 2008 - 17:51


i fan di Nanni certamente sapranno che il Festival di Locarno (CH) di quest'anno ha attivato una sezione dedicata al maestro.


..al massimo maestro delle elementari. Ha fatto ottime cose, però intervistarlo adesso..
come dice C.B. non ha senso. A sto punto intervistiamo Pippo Franco avrà qualcosa di piu' interessante da dirci. Sono dieci anni che fa solo schifezze, l'ultima cosa buona che ha fatto è stato smerdare Fassino e Rutelli in un comizio, qualche anno fa.


capisco che sono pochi i maestri che rimangono ad alti livelli per una vita intera ma liquidare Moretti paragonandolo e Pippo Franco mi sembra davvero una cosa ingenerosa, oltre che essere paurosamente superficiale.
quindi un regista va intervistato solo quando è all'apice? non so, ucca, rifletti bene su ciò che scrivi.
detto ciò, il mio era solo un invito per coloro che sono interessati.
  • 0
« La schiena si piega solo quando l'anima è già piegata »
(Arturo Toscanini)

molti si chiedono se il pop/rock possa essere una forma d'arte musicale o meno; ebbene, lo è sicuramente... ma solo quando risponde al requisito esposto da Don Van Vliet:
« Non voglio vendere la mia musica. Vorrei regalarla, perché da dove l'ho presa non bisogna pagare per averla »

#60 ergen

ergen

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 805 Messaggi:

Inviato 03 agosto 2008 - 20:16

Ecce bombo l'ho adorato, la scena in cui lui chiede a dei turisti inglesi sui monti lumi sugli sviluppi di biutiful è in aprile o caro diario?? comunque, buahahahahahahahah!
la stanza del figlio è pura merda da perfetto cinema italiano.
  • 0




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq