Vai al contenuto


Foto
* * * - - 2 Voti

Berlusconi ter (2008-?)


  • Discussione bloccata Questa discussione è bloccata
16761 replies to this topic

#21 Pasubio

Pasubio

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1011 Messaggi:

Inviato 18 aprile 2008 - 16:52

Che cazzo sono i Rapporti del Parlamento, sono quel cretino che mandano al question time? Con Prodi c'era Santagata, no dico Santagata].

Il ministro dei Rapporti con il Parlamento del governo Prodi era Vannino Chiti, non Santagata. Non è un cretino. Mio padre ci ha lavorato per questi 2 anni: ti posso dunque confermare personalmente che Chiti ha praticamente lavorato 24 ore su 24, svolgendo un ruolo importantissimo, salvando più di una volta il governo. E il question time non è una cazzata. Ho spesso l' impressione che nei tuoi interventi spari balle, anche se in buona fede immagino; disolito non sono abbastanza preparato per risponderti come avrei talvolta voluto fare. Stavolta sono sicuro, per esperienza diretta, che quello che dico è giusto.
  • 0
"[...] Si, questa è la verità, la scomoda verità che viene a distruggere il piacevole rapporto del dialogo: Giordano Bruno gridò quando fu bruciato. Il dizionario dice solamente che egli fu bruciato, non dice che gridò. Allora, che dizionario è questo che non informa? Perché dovrei volere una biografia di Giordano Bruno che non parla delle grida che lanciò lì, a Roma, in una piazza o in un cortile, con gente tutt'intorno, alcuni che attizzavano il fuoco, altri che assistevano, altri che serenamente stilavano l'atto di esecuzione? Dimentichiamo troppo spesso che gli uomini sono fatti di carne facilmente rassegnata. E' dall'infanzia che i maestri ci parlano di martiri, che diedero esempi di civiltà e di morale a loro spese, ma non ci dicono quanto doloroso fu il martirio, la tortura. Tutto rimane in astratto, filtrato come se guardassimo, a Roma, la scena attraverso spesse pareti di vetro che ammortizzano i suoni, e le immagini perdessero la violenza del gesto per opera, grazia e potere di rifrazione. E allora possiamo dirci tranquillamente l'un l'altro che Giordano Bruno fu bruciato. Se gridò, non lo sentiamo. E se non lo sentiamo, dove sta il dolore? Ma gridò, amici miei.
E continua a gridare."

(José Saramago,"Le grida di Giordano Bruno")

#22 Russian

Russian

    populista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5789 Messaggi:

Inviato 18 aprile 2008 - 17:23

Tralaltro mi pare che questo cosiddetto ministero l'abbia proprio inventato Berlusconi e il primo della storia fu Giuliano Ferrara.
Santagata è quello che ha derogato dalla finanziaria per poter strapagare Baudo e la Hunziker al festival di Sanremo un anno fa.Un coglione,in effetti.L'unica cosa che lo faccia ricordare
  • 0

Qua sul forum non è mai sbarcato un povero profugo o un povero clandestino, ovviamente.

Ma è approdato dopo lunga deriva un bisognoso di un qualche aiuto, magari non lo ha chiesto, poverino aveva evidenti sbandamenti emotivi oltre che psicologici...ha chiesto di essere cancellato perchè gli sono arrivati solo calci in faccia, derisione e manifestazione di fastidio per la sola presenza...che per lorsignori significava rompere l'idilliaca armonia tipica degli attaccabrighe benpensanti, la fottuta rogna di dover leggere ( chissà perchè poi ) le sue inestricabili parabole di giochi di parole fatte per liberare il proprio pensiero...e ovviamente l'invasione del loro territorio.

 

W la solidarietà. Quella vera !


#23 alcatr4z

alcatr4z

    utente provinciale

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2142 Messaggi:
  • LocationMatera

Inviato 18 aprile 2008 - 17:44

pare che Berlusconi stia implorando Putin; se fosse ancora viva la madre sono sicuro che gliela darebbe volentieri pur di non correre il rischio di una mega figura di merda sulla vicenda Alitalia.
comunque:

«Possibile tavolo su Alitalia con Aeroflot»


Quindi la prima promessa elettorale disattesa è proprio quella riguardante la cordata italiana per rilevare Alitalia, e pensare che anche a sinistra qualcuno criticò Di Pietro che lo voleva inquisito per insider trading!

Dove sono le toghe rosse quando servono???
  • 0

#24 ucca

ucca

    CRM

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 15379 Messaggi:
  • LocationRome

Inviato 18 aprile 2008 - 19:07


pare che Berlusconi stia implorando Putin; se fosse ancora viva la madre sono sicuro che gliela darebbe volentieri pur di non correre il rischio di una mega figura di merda sulla vicenda Alitalia.
comunque:

«Possibile tavolo su Alitalia con Aeroflot»


Quindi la prima promessa elettorale disattesa è proprio quella riguardante la cordata italiana per rilevare Alitalia, e pensare che anche a sinistra qualcuno criticò Di Pietro che lo voleva inquisito per insider trading!

Dove sono le toghe rosse quando servono???


maddai..ma lo sapevano tutti che era una cazzata..il problema con Berlusconi
è questo, l'assuefazione..in attesa che tolga l'ICI, gli si concede tutto.
  • 0

https://www.facebook...sychomusicband/

 

Mettere su un gruppo psichedelico a 40 anni.


#25 virginia wolf

virginia wolf

    apota

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6639 Messaggi:

Inviato 18 aprile 2008 - 22:00

Ha ragione l'Economist l'altro ieri quando dice che questa è un'opportunità di riscatto per Berlusconi ancora maggiore rispetto al 2001


L??Economist consigliava agli italiani di votare per Veltroni
http://www.economist...ory_id=10966223

e, dopo i risultati elettorali, stila sull??Italia e su Berlusconi queste analisi spietate

http://www.economist...ory_id=11050099
http://www.economist...ory_id=11067600


  • 0
Penso a come contiamo poco, come tutti contino poco; com'è travolgente e frenetica e imperiosa la vita, e come tutte queste moltitudini annaspino per restare a galla.

#26 sheikyerbouti

sheikyerbouti

    anti-intellettuale, coerente, obiettivo, ironico, arguto, spacca

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 15807 Messaggi:
  • Locationmilano

Inviato 18 aprile 2008 - 23:43

pare che Berlusconi stia implorando Putin; se fosse ancora viva la madre sono sicuro che gliela darebbe volentieri pur di non correre il rischio di una mega figura di merda sulla vicenda Alitalia.
comunque:

«Possibile tavolo su Alitalia con Aeroflot»

Quindi la prima promessa elettorale disattesa è proprio quella riguardante la cordata italiana per rilevare Alitalia, e pensare che anche a sinistra qualcuno criticò Di Pietro che lo voleva inquisito per insider trading!

in questo caso un aeroflop ...

buonanotte.
  • 0

#27 Notker

Notker

    Scaruffiano

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 18302 Messaggi:

Inviato 19 aprile 2008 - 06:57

pare che Berlusconi stia implorando Putin; se fosse ancora viva la madre sono sicuro che gliela darebbe volentieri pur di non correre il rischio di una mega figura di merda sulla vicenda Alitalia.
comunque:

«Possibile tavolo su Alitalia con Aeroflot»

Quindi la prima promessa elettorale disattesa è proprio quella riguardante la cordata italiana per rilevare Alitalia, e pensare che anche a sinistra qualcuno criticò Di Pietro che lo voleva inquisito per insider trading!

in questo caso un aeroflop ...

buonanotte.



i quotidiani stamane non danno per accantonata l'ipotesi Aeroflot.
piuttosto bisogna vedere quali siano le reali intenzioni della società russa che, a suo tempo, si tirò indietro dalla corsa.
certo, Putin sarebbe il fulcro ideale dell'operazione ma essa è compatibile con i tempi "ristretti" di Alitalia?
si parla di prestito ponte ma, per quel che so io, Alitalia ha una liquidità residua ridicola che non la farebbe arrivare nemmeno a metà maggio.
io penso che Aeroflot sia un abile (per la maggioranza degli italiani) diversivo in attesa di richiamare AirFrance.
  • 0
« La schiena si piega solo quando l'anima è già piegata »
(Arturo Toscanini)

molti si chiedono se il pop/rock possa essere una forma d'arte musicale o meno; ebbene, lo è sicuramente... ma solo quando risponde al requisito esposto da Don Van Vliet:
« Non voglio vendere la mia musica. Vorrei regalarla, perché da dove l'ho presa non bisogna pagare per averla »

#28 Guest_Number 5_*

Guest_Number 5_*
  • Guests

Inviato 19 aprile 2008 - 07:23

Ovviamente abbiamo subito scoperto che gli stranieri non possono essere proprietari della compagnia di bandiera se sono Francesi, invece se sono Russi si. Parafrasando: gli stranieri sono tutti uguali ma alcuni sono più stranieri degli altri.
Almeno le risate sono assicurate e si comincia presto.

#29 sheikyerbouti

sheikyerbouti

    anti-intellettuale, coerente, obiettivo, ironico, arguto, spacca

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 15807 Messaggi:
  • Locationmilano

Inviato 19 aprile 2008 - 07:33


pare che Berlusconi stia implorando Putin; se fosse ancora viva la madre sono sicuro che gliela darebbe volentieri pur di non correre il rischio di una mega figura di merda sulla vicenda Alitalia.
comunque:

«Possibile tavolo su Alitalia con Aeroflot»

Quindi la prima promessa elettorale disattesa è proprio quella riguardante la cordata italiana per rilevare Alitalia, e pensare che anche a sinistra qualcuno criticò Di Pietro che lo voleva inquisito per insider trading!

in questo caso un aeroflop ...

buonanotte.

i quotidiani stamane non danno per accantonata l'ipotesi Aeroflot.
piuttosto bisogna vedere quali siano le reali intenzioni della società russa che, a suo tempo, si tirò indietro dalla corsa.
certo, Putin sarebbe il fulcro ideale dell'operazione ma essa è compatibile con i tempi "ristretti" di Alitalia?
si parla di prestito ponte ma, per quel che so io, Alitalia ha una liquidità residua ridicola che non la farebbe arrivare nemmeno a metà maggio.
io penso che Aeroflot sia un abile (per la maggioranza degli italiani) diversivo in attesa di richiamare AirFrance.

il mio era solo un gioco di parole per evidenziare l'ennesima promessa disattesa dal "verticalmente svantaggiato", l'ennesimo maldestro gioco di prestigio, lo spelacchiato coniglio estratto da uno sdrucito cilindro.

non ho idea dei motivi che illo tempore portarono aeroflot a ritirarsi dall'acquisto di alitalia.

è certo che putin ha il potere di intervenire su aeroflot pari a quello del domatore che fa ballare le scimmiette ed è quindi possibile che i vertici della compagnia russa possano cambiare, ob torto collo , intenzione.

bisognerà poi che venga fatta un'onesta ( asd) valutazione tra l'offerta air france e quella aeroflot.

per quanto riguarda il prestito ponte i tempi sono strettissimi e come sempre le decisioni prese in fretta rischiano di essere sbagliate.

ciao e buona giornata.
  • 0

#30 Russian

Russian

    populista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5789 Messaggi:

Inviato 19 aprile 2008 - 10:24

Ma nessuno sospetta che la nostra cosiddetta classe politica abbia da tempo preso le decisioni e stabilito così il futuro di Alitalia ?
Credete sia una questione tipo Telecom,dove la parte al governo ha favorito gli amici nella cosiddetta cessione a quella cordata di cosiddetti imprenditori che tagliarono in poco tempo 40.000 lavoratori tra il silenzio dei sindacati e le truffe dei vari 144 ?
asd
  • 0

Qua sul forum non è mai sbarcato un povero profugo o un povero clandestino, ovviamente.

Ma è approdato dopo lunga deriva un bisognoso di un qualche aiuto, magari non lo ha chiesto, poverino aveva evidenti sbandamenti emotivi oltre che psicologici...ha chiesto di essere cancellato perchè gli sono arrivati solo calci in faccia, derisione e manifestazione di fastidio per la sola presenza...che per lorsignori significava rompere l'idilliaca armonia tipica degli attaccabrighe benpensanti, la fottuta rogna di dover leggere ( chissà perchè poi ) le sue inestricabili parabole di giochi di parole fatte per liberare il proprio pensiero...e ovviamente l'invasione del loro territorio.

 

W la solidarietà. Quella vera !


#31 ouspen

ouspen

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1011 Messaggi:

Inviato 19 aprile 2008 - 10:59

Compagno Silvio!

Immagine inserita      Immagine inserita
  • 0

#32 sheikyerbouti

sheikyerbouti

    anti-intellettuale, coerente, obiettivo, ironico, arguto, spacca

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 15807 Messaggi:
  • Locationmilano

Inviato 19 aprile 2008 - 11:04

Ma nessuno sospetta che la nostra cosiddetta classe politica abbia da tempo preso le decisioni e stabilito così il futuro di Alitalia ?
Credete sia una questione tipo Telecom,dove la parte al governo ha favorito gli amici nella cosiddetta cessione a quella cordata di cosiddetti imprenditori che tagliarono in poco tempo 40.000 lavoratori tra il silenzio dei sindacati e le truffe dei vari 144 ?
asd

e da quando "la nostra cosiddetta classe politica" prende decisioni...?

comunque, prova a spiegarti meglio, considerato anche che sei un elettore della compagine politica che comanderà in italia per i prossimi cinque anni.

ciao.

ciao.
  • 0

#33 Guest_soul crew_*

Guest_soul crew_*
  • Guests

Inviato 19 aprile 2008 - 11:55

intanto montezemolo attacca il diritto di scipoero, critica le sanzioni a chi non rispetta le leggi sulla sicurezza, vuole abbattare subito la contrattazione collettiva

del nuovo arco parlamentare, l' unico che gli ha per ora risposto dandogli un freno, è calderoli.

#34 Guest_BillyBudapest_*

Guest_BillyBudapest_*
  • Guests

Inviato 19 aprile 2008 - 12:06

Il chè è in effetti piuttosto significativo.

#35 Guest_soul crew_*

Guest_soul crew_*
  • Guests

Inviato 19 aprile 2008 - 17:19

sulla detassazione degli straordinari

Gli straordinari? In Francia è stato un flop
La detassazione voluta da Sarkozy è costata allo stato più di quanto non sia andato in tasca ai lavoratori. E il monte ore totale non è cresciuto
a.m.m.
Parigi

Avrebbe dovuto essere il punto centrale della realizzazione dello slogan elettorale che ha portato Nicolas Sarkozy all'Eliseo: «lavorare di più per guadagnare di più». Così, nella legge «Tepa» (norme sul lavoro, l'occupazione e il potere d'acquisto), prima grande legge fatta votare dal presidente Sarkozy il 21 agosto scorso, oltre a sgravi fiscali per 14 miliardi di euro (a favore delle famiglie più abbienti), c'era la defiscalizzazione degli straordinari. Sgravi fiscali e defiscalizzazione degli straordinari avrebbero dovuto essere i due pilastri per rilanciare la crescita. Non è stato così, la crescita francese è in calo. Un rapporto parlamentare, uscito in questi giorni, fa il primo bilancio sulla defiscalizzazione degli straordinari: è negativo. «Complessivamente - dice il rapporto parlamentare - sono 4,1 miliardi di euro che lo stato spenderà perché una parte dei lavoratori dipendenti benefici di 3,78 miliardi di euro di potere d'acquisto supplementare». In una lettera aperta alla ministra delle finanze, Christine Lagarde, la commissione si chiede se «mantenendo lo stesso obiettivo non si poteva spendere altrimenti queste somme che vanno a vantaggio solo di una parte dei francesi».
L'obiettivo della defiscalizzazione era, difatti, quello di far aumentare le ore di straordinario. Ma non è stato così (perché non dipendono dalla volontà del dipendente di lavorare di più, ma dal lavoro che ha l'azienda, dal volume degli ordinativi). Il volume degli straordinari è rimasto così più o meno stabile: quest'anno, sarà, secondo l'Insee (l'istituto nazionale di statistica francese, analogo all'italiano Istat), di 600-670 milioni di ore, un montante molto inferiore agli obiettivi della legge Tepa, che erano di 900 ore. Per i lavoratori che hanno avuto accesso agli straordinari l'aumento del poter d'acquisto è molto relativo: 4 ore al mese significano 177 euro in più l'anno, 4-5 ore per settimana, un caso molto raro, sarebbero 1.275 euro l'anno.
Ma il ricorso agli straordinari è sbandierato adesso anche per la riforma della scuola. Ieri, liceali e insegnanti hanno manifestato per la settima volta in poco più di tre settimane, contro i tagli annunciati: 11.200 posti in meno nelle medie e nei licei per il prossimo anno scolastico. Secondo la riforma governativa, 3500 posti sarebbero compensati dal ricorso agli straordinari per gli insegnanti (che non possono fare più di un'ora alla settimana e, in genere, sono poco entusiasti all'idea).

www.ilmanifesto.it
-------------------
la cisl ovviamente piega subito il culo a 90°

La Cisl sposa Berlusconi E il sindacato si divide
La politica economica Le proposte del centrodestra su Ici e straordinari sparigliano le carte nel sindacato, che ha idee diverse sull'approccio con il nuovo governo. Intanto Alitalia respira: accordo sul prestito ponte In un'intervista al «Giornale della Libertà» Bonanni dice sì a tutte le proposte del Cavaliere: taglio Ici, detassazione degli straordinari, federalismo fiscale della Lega, cambio del Testo sulla sicurezza. Prevede «maggiore serenità» e concertazione. Da Epifani, invece, è «n
Antonio Sciotto
Roma

No, l'«unità sindacale» sotto Berlusconi non sarà affatto facile. A meno che la Cgil non diventi improvvisamente pro-Silvio. L'intervista che compare oggi sul «Giornale della Libertà», l'opuscolo brambilliano per l'occasione allegato al Giornale, è illuminante e spariglia velocemente le carte: a nemmeno tre giorni dalla consacrazione elettorale del Cavaliere a premier, senza neanche aspettare il cambio di governo, il leader della Cisl Bonanni sposa in pieno la nuova era, dichiarandosi d'accordo con tutte le proposte del Partito della Libertà e perfino della Lega. Posizioni ancor più significative se si pensa che all'opposto, il «collega» segretario generale Cgil Guglielmo Epifani proprio in questi giorni (appena ieri in un'intervista alla Repubblica) si dava pena di smontare tutte le idee berlusconiane. E allora il sindacato come si comporterà? Indubbiamente, con il Pd al governo, le cose sarebbero filate molto più lisce.
Facciamo un veloce elenco, poi approfondiamo le singole posizioni. Taglio Ici? Bonanni: sì. Epifani: no. Detassazione straordinari? Bonanni: sì. Epifani: no. Cambio del Testo unico sulla sicurezza del lavoro? Bonanni: sì. Epifani: no (perfino l'Ugl, con la Cgil, afferma che «il testo non si tocca»). Se aggiungiamo che sull'Alitalia, il leader della Cisl apre a «tutte le possibilità» (mentre la Cgil ancora sostiene Air France) e poi dichiara che «appoggeremo la Lega sul federalismo fiscale», il quadro della potenziale divisione del sindacato è completo. E, sottolineiamo, le dichiarazioni bonanniane vengono dispensate attraverso il giornale di Michela Vittoria Brambilla, che è quanto di più berlusconiano ci sia (la scelta del mezzo attraverso cui parlare per i politici e i sindacalisti non è mai casuale).
Ma è l'impostazione più generale che Bonanni dà al proprio modo di porsi di fronte a Berlusconi che segna la differenza tra i due sindacati (che, intendiamoci, riemerge dopo i due anni di Prodi, perché non è affatto una novità se ricordiamo da un lato il Patto per l'Italia che diede il la alla legge 30 e, dall'altro, i tre milioni in piazza in difesa dell'articolo 18). Mentre la Cgil ha messo fisso il muso lungo dopo i risultati di lunedì, Bonanni afferma che «grazie al nuovo governo si potrà affrontare il futuro con maggiore serenità» e che «la Cisl appoggerà il federalismo fiscale proposto dalla Lega, purché sia solidale». Anche Epifani rimarca di credere in un «federalismo solidale», ma non per questo apre alla Lega: «Alcune parti del loro programma sono diametralmente opposte ai valori della Cgil».
Bonanni si spinge oltre, ed è già in grado di ipotizzare una stagione di concertazione - piena come è stata quella sotto Prodi - con il nuovo esecutivo. «Non credo, conoscendo Berlusconi - ha spiegato - che vorrà varare misure impopolari. Piuttosto spero siano condivise con le parti sociali». E fin qui, normale amministrazione. Ma poi ha rilanciato, questa volta parlando all'assemblea della Confcooperative, e proponendo addirittura un «Avviso comune tra sindacati e imprese, per dire, al di là dei singoli ruoli: questa è la nostra opinione». Dunque tanti sì: alla detassazione degli straordinari - «ma se verrà accompagnata da una contrattazione di livello aziendale e considerando le singole condizioni di sicurezza sul lavoro» - e sì al taglio Ici - «ma basta che non rischiamo il gioco delle tre carte: che i Comuni non si rivalgano con altre imposizioni, tipo l'addizionale Irpef».
Al contrario, Epifani boccia la detassazione degli straordinari, facendo l'esempio della Francia (vedi anche l'articolo qui sotto), «perché in quel paese è costata alle casse pubbliche più di quanto non abbia reso ai lavoratori» e il taglio Ici indicando «che non è una priorità», e riproponendo piuttosto quanto lasciato in sospeso con l'ultimo governo, ovvero «l'incremento dei salari, da subito, per via fiscale, di 400-500 euro l'anno per lavoratori e pensionati».
Insomma, non c'è ancora uno scontro esplicito tra i due sindacati, per carità, ma come si vede l'approccio ai temi messi sul tavolo da Berlusconi è ben differente e con difficoltà si immagina una Cgil disposta a breve non diciamo a sedersi a un tavolo con il Cavaliere (è suo costume, comunque, verificare quello che viene offerto), ma a firmare un accordo. Dulcis in fundo, la sicurezza sul lavoro. Ieri Maurizio Sacconi, già sottosegretario al lavoro ai tempi della legge 30, ha annunciato di voler cambiare il Testo unico sulla sicurezza, varato di recente. Non è un mistero che il centro-destra vuole, in analogia a varie associazioni imprenditoriali che non hanno gradito il Testo, ammorbidire il piano sanzionatorio. La Cisl si è detta subito disponibile, da Cgil e Ugl è venuto un secco no (mentre Uil è disposta ad aprire solo a parziali modifiche).


tempi bui



#36 Kaleir

Kaleir

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4929 Messaggi:

Inviato 19 aprile 2008 - 18:15

sulla detassazione degli straordinari

Gli straordinari? In Francia è stato un flop



E vogliamo pure copiarne il quoziente familiare.

Tempi bui sì.
  • 0

Ciao, io sono una firma.


#37 Notker

Notker

    Scaruffiano

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 18302 Messaggi:

Inviato 19 aprile 2008 - 18:44

intanto montezemolo attacca il diritto di scipoero, critica le sanzioni a chi non rispetta le leggi sulla sicurezza, vuole abbattare subito la contrattazione collettiva

del nuovo arco parlamentare, l' unico che gli ha per ora risposto dandogli un freno, è calderoli.


pazzesco... Calderoli è il nuovo Natta? O_O
  • 0
« La schiena si piega solo quando l'anima è già piegata »
(Arturo Toscanini)

molti si chiedono se il pop/rock possa essere una forma d'arte musicale o meno; ebbene, lo è sicuramente... ma solo quando risponde al requisito esposto da Don Van Vliet:
« Non voglio vendere la mia musica. Vorrei regalarla, perché da dove l'ho presa non bisogna pagare per averla »

#38 Notker

Notker

    Scaruffiano

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 18302 Messaggi:

Inviato 19 aprile 2008 - 18:52

intanto pare che la giornalista "fucilata" da berlusconi se la sia presa:

la cronista è scoppiata in lacrime: "Ho visto il gesto del vostro presidente e so che scherza sempre. So che il gesto non avrà alcuna conseguenza"


::)
  • 0
« La schiena si piega solo quando l'anima è già piegata »
(Arturo Toscanini)

molti si chiedono se il pop/rock possa essere una forma d'arte musicale o meno; ebbene, lo è sicuramente... ma solo quando risponde al requisito esposto da Don Van Vliet:
« Non voglio vendere la mia musica. Vorrei regalarla, perché da dove l'ho presa non bisogna pagare per averla »

#39 barkpsychosis

barkpsychosis

    Lo stipsy milanista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10525 Messaggi:

Inviato 19 aprile 2008 - 19:05

Poi ci sono i cessi, ma Melandri, Bianchi, Turco, Di Pietro, Santagata non erano cessi? Erano e sono cessacci della peggior specie. L'importante e metterli contenti e in condizione di non nuocere.


No, per favore...Di Pietro cesso no!

E neanche la Melandri  :-*
  • 0

#40 barkpsychosis

barkpsychosis

    Lo stipsy milanista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10525 Messaggi:

Inviato 19 aprile 2008 - 19:08


Ha ragione l'Economist l'altro ieri quando dice che questa è un'opportunità di riscatto per Berlusconi ancora maggiore rispetto al 2001


L??Economist consigliava agli italiani di votare per Veltroni
http://www.economist...ory_id=10966223

e, dopo i risultati elettorali, stila sull??Italia e su Berlusconi queste analisi spietate

http://www.economist...ory_id=11050099
http://www.economist...ory_id=11067600



Ma si capisce che era oggettivo che era meglio che vincesse Veltroni...solo che qualcuno ancora insiste a sostenere che ci sono motivazioni particolari per cui ha vinto Berlusconi.
  • 0




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq