Vai al contenuto


Foto
* * - - - 4 Voti

europa


  • Please log in to reply
555 replies to this topic

#41 Guest_runciter_*

Guest_runciter_*
  • Guests

Inviato 16 giugno 2008 - 08:34

Nicolas Sarkozy plans to bypass Irish no vote

Nicolas Sarkozy, the French President, is working with European Union officials and diplomats to plan a special "legal arrangement" to bypass Ireland's referendum rejection.


Mr Sarkozy takes over the EU's rotating presidency in July and will be tasked with resurrecting, for a second time, Lisbon Treaty proposals first contained in the European Constitution rejected by French and Dutch voters three years ago.

Diplomats and officials have no intention of letting the Irish no vote sink a blueprint to boost the EU's powers on the international stage and to create a President of Europe.

Gordon Brown has already phoned Paris to promise Mr Sarkozy that Britain will ignore Ireland to continue parliamentary ratification of the EU Treaty. (...)

articolo del telegraph

e poi dicono che sarcuccio non è un vero democratico.

#42 Guest_runciter_*

Guest_runciter_*
  • Guests

Inviato 28 giugno 2008 - 16:24

lezioni di democrazia da parte dell'autore della (ormai defunta) costituzione ue:

EU Constitution author says referendums can be ignored

Future referendums will be ignored whether they are held in Ireland or elsewhere, Valéry Giscard d'Estaing, the architect of the European Union Constitution said.

The former President of France drafted the old Constitution that was rejected by French and Dutch voters three years ago before being resurrected as the Lisbon EU Treaty, itself shunned by the Irish two weeks ago.

Mr Giscard d'Estaing told the Irish Times that Ireland's referendum rejection would not kill the Treaty, despite a legal requirement of unanimity from all the EU's 27 member states.

"It is impossible to function by unanimity with 27 members. This time it's Ireland; the next time it will be somebody else."

"Ireland is one per cent of the EU".(...)

articolo del telegraph


l'un per cento? ecco cosa diceva sarkò, prossimo presidente ue, qualche mese fa:

EU polls would be lost, says Nicolas Sarkozy

Referendums on the new European Union Treaty were "dangerous" and would be lost in France, Britain and other countries, Nicolas Sarkozy has admitted.

The French president's confession that governments could not win popular votes on a "simplified treaty" - drawn up to replace the EU constitution rejected by his countrymen two years ago - was made in a closed meeting of senior Euro-MPs.

"France was just ahead of all the other countries in voting no. It would happen in all member states if they have a referendum. There is a cleavage between people and governments," he said.

"A referendum now would bring Europe into danger. There will be no Treaty if we had a referendum in France, which would again be followed by a referendum in the UK."

The comments confirm suspicions that the real reason why Britain, and all other EU countries, apart from Ireland, were refusing to hold popular votes was because governments were afraid they would lose them. (...)

articolo del telegraph


la democrazia è pericolosa, sarcuccio che è un tipo sveglio l'ha capito.

#43 Russian

Russian

    populista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5871 Messaggi:

Inviato 30 giugno 2008 - 11:36

Qualcuno,ai piani alti,ha anche capito che la gente non vota un trattato (di cui sicuramente non conosce nulla )ma voto contro l'idea di Europa Unita...
Siccome è vietato parlare al conducente figuriamoci chi potrà imporre la marcia indietro.
  • -1

Qua sul forum non è mai sbarcato un povero profugo o un povero clandestino, ovviamente.

Ma è approdato dopo lunga deriva un bisognoso di un qualche aiuto, magari non lo ha chiesto, poverino aveva evidenti sbandamenti emotivi oltre che psicologici...ha chiesto di essere cancellato perchè gli sono arrivati solo calci in faccia, derisione e manifestazione di fastidio per la sola presenza...che per lorsignori significava rompere l'idilliaca armonia tipica degli attaccabrighe benpensanti, la fottuta rogna di dover leggere ( chissà perchè poi ) le sue inestricabili parabole di giochi di parole fatte per liberare il proprio pensiero...e ovviamente l'invasione del loro territorio.

 

W la solidarietà. Quella vera !


#44 Russian

Russian

    populista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5871 Messaggi:

Inviato 01 luglio 2008 - 11:25

LA POLONIA RILANCIA
  • -1

Qua sul forum non è mai sbarcato un povero profugo o un povero clandestino, ovviamente.

Ma è approdato dopo lunga deriva un bisognoso di un qualche aiuto, magari non lo ha chiesto, poverino aveva evidenti sbandamenti emotivi oltre che psicologici...ha chiesto di essere cancellato perchè gli sono arrivati solo calci in faccia, derisione e manifestazione di fastidio per la sola presenza...che per lorsignori significava rompere l'idilliaca armonia tipica degli attaccabrighe benpensanti, la fottuta rogna di dover leggere ( chissà perchè poi ) le sue inestricabili parabole di giochi di parole fatte per liberare il proprio pensiero...e ovviamente l'invasione del loro territorio.

 

W la solidarietà. Quella vera !


#45 Guest_soul crew_*

Guest_soul crew_*
  • Guests

Inviato 01 luglio 2008 - 11:44

un rilievo sul trattato di lisbona trovato in rete

In nessun Pese europeo è ormai in vigore la pena capitale. Ma ora, tutti stanno per introdurla senza saperlo - o senza dirlo - semplicemente per il fatto di ratificare il Trattato di Lisbona, la cosiddetta costituzione europea. Lo segnala Helga Zepp-Larouche (la moglie di Lyndon), messa a sua volta sull'avviso da un insigne gruppo di giuristi tedeschi ed austriaci.
Uno di loro, il professor Albrecht Schachtschneider, uno dei quattro giuristi che stilarono uno storico esposto contro il Trattato di Maastricht, ha spiegato come la pena di morta venga reintrodotta alla chetichella. Non è citata nel testo del trattato, ma in una nota di una nota a piè di pagina.
Proprio così: chi accetta il Trattato di Lisbona accetta con ciò anche la Carta dell'Unione Europea. La quale proclama: la pena di morte è abolita, ma poi rimanda ad una nota a piè di pagina, in cui si legge: «Eccetto che in caso di guerra, di disordini, di insurrezione» (war, riots, upheaval). La cosa è di estrema gravità giuridica.
Un intero super-diritto penale speciale viene affermato in una nota, senza alcuna definizione dei reati da punire con la pena suprema. Chi decide che i «disordini» eventuali hanno raggiunto un'intensità tale da far sospendere l'abrogazione della pena di morte? Quali tribunali la irrogheranno? Tribunali speciali, appositamente allestiti per l'emergenza? E quando una serie di proteste di massa comincerà a venire giudicata come «insurrezione», passibile di morte?


per chi sostiene che questi trattati non debbano essre sottoposti alla volontà dei popoli in quanto materia tecnica: secondo voi è normale ratificare una roba del genere, dove con una nota a piè di pagina si insinua nel diritto comunitario la possibilità di reintrodurre la pena di morte, tra l' altro senza nessuna spiegazione tecnica, per l' appunto, di come applicarla e circoscriverla?
e poi, forse i popoli è proprio questo che non vogliono, l' europa dei tecnocrati, dei banchieri e dei massoni, cazzo!

#46 Russian

Russian

    populista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5871 Messaggi:

Inviato 01 luglio 2008 - 11:56


Proprio così: chi accetta il Trattato di Lisbona accetta con ciò anche la Carta dell'Unione Europea. La quale proclama: la pena di morte è abolita, ma poi rimanda ad una nota a piè di pagina, in cui si legge: «Eccetto che in caso di guerra, di disordini, di insurrezione» (war, riots, upheaval).


E se si va avanti così servirà proprio per sedare le rivolte contro quest'europa...  :(

appunto...



e poi, forse i popoli è proprio questo che non vogliono, l' europa dei tecnocrati, dei banchieri e dei massoni, cazzo!


  • -1

Qua sul forum non è mai sbarcato un povero profugo o un povero clandestino, ovviamente.

Ma è approdato dopo lunga deriva un bisognoso di un qualche aiuto, magari non lo ha chiesto, poverino aveva evidenti sbandamenti emotivi oltre che psicologici...ha chiesto di essere cancellato perchè gli sono arrivati solo calci in faccia, derisione e manifestazione di fastidio per la sola presenza...che per lorsignori significava rompere l'idilliaca armonia tipica degli attaccabrighe benpensanti, la fottuta rogna di dover leggere ( chissà perchè poi ) le sue inestricabili parabole di giochi di parole fatte per liberare il proprio pensiero...e ovviamente l'invasione del loro territorio.

 

W la solidarietà. Quella vera !


#47 Guest_runciter_*

Guest_runciter_*
  • Guests

Inviato 11 settembre 2008 - 08:27

9 miliardi di dollari buttati per far divertire quei bambinoni un po' toccati del cern.

ma vaffanculo!

#48 Nefasto

Nefasto

    pivello

  • Members
  • Stelletta
  • 28 Messaggi:

Inviato 11 settembre 2008 - 16:31



Proprio così: chi accetta il Trattato di Lisbona accetta con ciò anche la Carta dell'Unione Europea. La quale proclama: la pena di morte è abolita, ma poi rimanda ad una nota a piè di pagina, in cui si legge: «Eccetto che in caso di guerra, di disordini, di insurrezione» (war, riots, upheaval).


E se si va avanti così servirà proprio per sedare le rivolte contro quest'europa...  :(

appunto...


Vi vorrei ricordare cje anche in Italia, attualmente, la pena di morte non é del tutto abrogata, esistono gli stessi vincoli che sono stati inseriti sulla carta della comunità europea, pena in caso di giurisdizione militare o speciale, etc etc



e poi, forse i popoli è proprio questo che non vogliono, l' europa dei tecnocrati, dei banchieri e dei massoni, cazzo!


  • 0

#49 Nefasto

Nefasto

    pivello

  • Members
  • Stelletta
  • 28 Messaggi:

Inviato 11 settembre 2008 - 16:41

Sovranità: la cancellazione dell'Europa


L??unione europea è stata progettata per distruggere le nazioni, le patrie. I deboli lamenti che oggi alzano i nostri assassini, riconoscendo che forse sono stati troppo frettolosi, rappresentano una ulteriore, grottesca presa in giro. Si meravigliano che l??Europa ??non cresca?. Questo era infatti il loro programma.





Il tuo mi sembra un allarmismo esagerato. Se per "distruggere le nazioni, le patrie" intendi la perdita di identità, non ti preoccupare, siamo comunque destinati a cambiare e mescolarci, tu ti senti originale, ma sei solo una delle milioni possibili di incorci culturali che il caso ha generato, e i tuoi figli saranno un'altrettanto caso possibile. Comunque. Se per ditruggere le nazioni, intendi invece la perdita di identità nazionale (chi sono? Da dove vengo?) te ne dovresti inceve rallegrare. Il nazionalismo é la più potente arma in mano ad un governo, in mano al potere. Non lo dico io, lo diceva un simaptico burocrate di nome Eichmann..."come si fa a piegare un popolo a qualunque propria volonta? Semplice, basta far leva sul nazionalismo, per poi alimentare la paura del sentirsi sotto attacco, del doversi difendere, e la gente obbedira ciecamente al tuo credo...", una roba del genere insomma. Quindi ben venga la fine delle nazioni.
  • 0

#50 Guest_runciter_*

Guest_runciter_*
  • Guests

Inviato 11 settembre 2008 - 16:53

Quindi ben venga la fine delle nazioni.


orwell 1984: blocchi continentali in perenne guerra tra loro.

c'era anche un simil bin laden, ovviamente controllato da "loro".

Immagine inserita

mi sembra che ci siamo arrivati, finalmente.

#51 Nefasto

Nefasto

    pivello

  • Members
  • Stelletta
  • 28 Messaggi:

Inviato 11 settembre 2008 - 16:58


Quindi ben venga la fine delle nazioni.


orwell 1984: blocchi continentali in perenne guerra tra loro.

c'era anche un simil bin laden, ovviamente controllato da "loro".

mi sembra che ci siamo arrivati, finalmente.



Bellissimo libro (che stò leggendo peraltro), ma non é mica un trattato politico...
Comunque hai ragione, la fine delle nazioni non sarà la fine dei pretesti per fare i cazzacci loro, questo no, ma magari avranno qualche appiglio in meno.
  • 0

#52 Guest_runciter_*

Guest_runciter_*
  • Guests

Inviato 11 settembre 2008 - 17:21

non è un trattato politico ma una previsione realistica che si sta realizzando.

i centri del potere sono sempre più lontani, gli appigli non mancano, anzi.

#53 Nefasto

Nefasto

    pivello

  • Members
  • Stelletta
  • 28 Messaggi:

Inviato 11 settembre 2008 - 18:19

Concordo sull'attendibilità di Orwell, ma senza niente togliere al suo talento, bisogna dire che i potenti sono sempre più prevedibili, nel senso che non si proccupano più molto di occultare i loro piani, lo fanno quasi apertamente, basta vedere la differenza fra un Andreotti (prima repubblica), e un Berlusconi (repubblica delle banane), oppure cosa riesce ad uscire dalla bocca di un Bush, senza che questo gli si ritorca mai definitivamente contro. I centri del potere sono sempre più lontani é una sacrosanta verità, ma non nel senso di occulti, quanto di immodificabili.
  • 0

#54 Guest_runciter_*

Guest_runciter_*
  • Guests

Inviato 11 settembre 2008 - 18:44

il vero potere ce l'ha chi crea il denaro, non i politici o gli industriali.

#55 Nefasto

Nefasto

    pivello

  • Members
  • Stelletta
  • 28 Messaggi:

Inviato 11 settembre 2008 - 18:48

Fisicamente il denaro lo crea la zecca, ma é un valore "ideale" e svalutabile, il denaro viene creato da chi "lo tira su", da chi fa mercato, da chi ha il peso più forte sulla piazza, quindi dagli industriali, proprietari, manager, multinazionali, etc.
  • 0

#56 Guest_runciter_*

Guest_runciter_*
  • Guests

Inviato 11 settembre 2008 - 18:58

quasi (?) tutto il denaro che circola viene creato dalle banche sotto forma di prestito.

le banche prestano soldi che non hanno, il denaro viene creato dal nulla sotto forma di cifre su un computer, e quando il prestito viene restituito, quello stesso denaro viene "distrutto" (gli interessi ovviamente no).

nulla si crea e nulla si distrugge? balle.

#57 Guest_BillyBudapest_*

Guest_BillyBudapest_*
  • Guests

Inviato 11 settembre 2008 - 19:19

nah.

#58 Nefasto

Nefasto

    pivello

  • Members
  • Stelletta
  • 28 Messaggi:

Inviato 11 settembre 2008 - 19:26

Banche, industriali, multinazionali...giocano sempre nella stessa squadra, Parmalat docet.
  • 0

#59 Guest_runciter_*

Guest_runciter_*
  • Guests

Inviato 12 settembre 2008 - 07:33

nah.


liberrimo di non crederci, ma è così che funzionano le cose in questo manicomio di pianeta.

prestano soldi che non hanno = se hanno 1 possono prestare 10... non è magia questa?

#60 Nefasto

Nefasto

    pivello

  • Members
  • Stelletta
  • 28 Messaggi:

Inviato 12 settembre 2008 - 10:45


nah.


liberrimo di non crederci, ma è così che funzionano le cose in questo manicomio di pianeta.

prestano soldi che non hanno = se hanno 1 possono prestare 10... non è magia questa?




Pinzon ha ragione, ricordo l'episodio del contadino, che dopo una vita di risparmi si reca in agenzia a vederseli davanti, i suoi 500 milioni (di lire...), panico in agenzia e staffette per reperire tutti i contanti necessari a raggiungere la somma. Il denaro é spesso un protagonista assente, almeno nel senso fisico del termine. Così fanno anche le banche, fino al paradosso di presentare debiti come garanzie, un pò quello che faceva Tanzi con Parmalat. Indebitato fino alle orecchie, ha chiesto ancora un mare di denaro, prontamente servito, salvo poi spostare questi soldi su fondi alle isole Cayman e salutare tutti.
  • 0




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq