Vai al contenuto


Foto
* * - - - 2 Voti

europa


  • Please log in to reply
425 replies to this topic

#21 Haggard

Haggard

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2729 Messaggi:

Inviato 15 dicembre 2007 - 12:10


In tutta sincerità ti devo dire che dieci anni fa il mio lavoro ha iniziato ad essere stravolto.Da normative europee (più che altro burocrazia e maggiori costi di materiali e attrezzature) e da ben prima il nostro governo ha sempre imposto adeguamenti (strutturali li chiamavano) sempre al rialzo,con la scusa che dovevamo allinearci al resto d'Europa.
Di conseguenza la prospettiva dell'Euro non potevo averla certo chiara e non potevo certo considerarla una bella promessa.Nonostante non fossi in grado di prevedere gli aumenti riscontrati da subito.


Devo dire che qui Russian ha ragione. Purtroppo la UE e diventata un mostro burocratico, bloccato in futili faide ed incapace di prendere decisioni. Poi dopo l'avvento del euro e stato un massacro, in qui i soliti amici hanno speculato a sangue con le conseguenze che tutti sapiamo.


Indubbiamento tutti sentono la mancanza di una lira che per mantenere competitiva l'economia italiana era costretta a continue svalutazioni, che congiuntamente alla situazione dei conti pubblici hanno portato il paese sull'orlo dell'insolvenza in seguito all'attacco speculativo del 1992. L'euro è sottoposto (giustamente) ad una disciplina monetaria molto più rigida e restrittiva, ma con l'innovazione e la qualità la Germania è diventata nel dopoguerra il paese leader mondiale dell'export anche se appesantita da una moneta "forte": come la mettiamo?
  • 0

#22 liberty

liberty

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 377 Messaggi:

Inviato 15 dicembre 2007 - 12:41



In tutta sincerità ti devo dire che dieci anni fa il mio lavoro ha iniziato ad essere stravolto.Da normative europee (più che altro burocrazia e maggiori costi di materiali e attrezzature) e da ben prima il nostro governo ha sempre imposto adeguamenti (strutturali li chiamavano) sempre al rialzo,con la scusa che dovevamo allinearci al resto d'Europa.
Di conseguenza la prospettiva dell'Euro non potevo averla certo chiara e non potevo certo considerarla una bella promessa.Nonostante non fossi in grado di prevedere gli aumenti riscontrati da subito.


Devo dire che qui Russian ha ragione. Purtroppo la UE e diventata un mostro burocratico, bloccato in futili faide ed incapace di prendere decisioni. Poi dopo l'avvento del euro e stato un massacro, in qui i soliti amici hanno speculato a sangue con le conseguenze che tutti sapiamo.


Indubbiamento tutti sentono la mancanza di una lira che per mantenere competitiva l'economia italiana era costretta a continue svalutazioni, che congiuntamente alla situazione dei conti pubblici hanno portato il paese sull'orlo dell'insolvenza in seguito all'attacco speculativo del 1992. L'euro è sottoposto (giustamente) ad una disciplina monetaria molto più rigida e restrittiva, ma con l'innovazione e la qualità la Germania è diventata nel dopoguerra il paese leader mondiale dell'export anche se appesantita da una moneta "forte": come la mettiamo?


Sinceramente non sento la mancanza della lira, e chi propina il ritorno e un coglione. Ricordiamoci che l'euro ha salvato l'Italia dal crack. Ma non puoi dirmi che non e vero che si e speculato a sangue sopra l'euro, anche perche parlo da esperienze personali. Ti faccio il piu banalissimo esempio : un pezzo che io comperavo per il mio lavoro a 900 lire il 1 gennaio sono stato costretto a comperarlo ad 1 euro. Alle mie rimostranze col grossista mi e stato detto che se voglio compero se no, no.

Poi se vuoi che parliamo dei disastri strutturali del economia italiana, parliamone, ma non puoi tacciarmi che la speculazione non c'e stata
  • 0

#23 Pier

Pier

    Roadie

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 573 Messaggi:

Inviato 15 dicembre 2007 - 19:02

La speculazione sull' euro c'è stata, ma credo che poco abbia a che fare con l'organizzazione Europa, quanto di più invece con i commercianti (e uso questo termine per allargare le braccia ai più svariati settori e mercati).
Del resto questa della speculazione è una regola dell'italiano medio: qualsiasi evento che possa dare un aiuto personale e mettere in difficoltà terzi viene sfruttata senza troppi mal di pancia.
Gli esempi sono innumerevoli, tendenzialmente infiniti.
Ultimamente abbiamo visto le rimostranze degli autotrasportatori che si lamentavano - la metto giù facile - degli alti costi sulla benzina e dei prezzi del carburante. E cosa proponevano gli autotrasportatori? Un rimborso. Perchè non chiedere una diminuzione sulle accise o una regolamentazione sulle autostrade (e qui la vedo durissima, perchè i Benetton non sono lo stato)? Perchè pensano alloro interesse personale, non a quello di tutti. Gli autotrasportatori bloccano per tre giorni l'italia, e i commercianti alzano i prezzi dei prodotti di 20-30 centesimi. Perchè? Per un tornaconto personale.
E' il particolarismo dell'economia italiana, comportamento atavico, del resto ben saldo e radicato per via di un economia del piccolo imprenditore e della fabbrichetta, con veduta zero oltre il proprio giardinetto.
Poveri.
  • 0

#24 1015saturdaynight

1015saturdaynight

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 449 Messaggi:

Inviato 15 dicembre 2007 - 19:18

La speculazione sull' euro c'è stata, ma credo che poco abbia a che fare con l'organizzazione Europa, quanto di più invece con i commercianti (e uso questo termine per allargare le braccia ai più svariati settori e mercati).
Del resto questa della speculazione è una regola dell'italiano medio: qualsiasi evento che possa dare un aiuto personale e mettere in difficoltà terzi viene sfruttata senza troppi mal di pancia.
Gli esempi sono innumerevoli, tendenzialmente infiniti.
Ultimamente abbiamo visto le rimostranze degli autotrasportatori che si lamentavano - la metto giù facile - degli alti costi sulla benzina e dei prezzi del carburante. E cosa proponevano gli autotrasportatori? Un rimborso. Perchè non chiedere una diminuzione sulle accise o una regolamentazione sulle autostrade (e qui la vedo durissima, perchè i Benetton non sono lo stato)? Perchè pensano alloro interesse personale, non a quello di tutti. Gli autotrasportatori bloccano per tre giorni l'italia, e i commercianti alzano i prezzi dei prodotti di 20-30 centesimi. Perchè? Per un tornaconto personale.
E' il particolarismo dell'economia italiana, comportamento atavico, del resto ben saldo e radicato per via di un economia del piccolo imprenditore e della fabbrichetta, con veduta zero oltre il proprio giardinetto.
Poveri.

piu' che di 20-30 centesimi io direi del 20/30%....e questo e' veramente scandaloso...
  • 0

#25 liberty

liberty

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 377 Messaggi:

Inviato 15 dicembre 2007 - 20:28


La speculazione sull' euro c'è stata, ma credo che poco abbia a che fare con l'organizzazione Europa, quanto di più invece con i commercianti (e uso questo termine per allargare le braccia ai più svariati settori e mercati).
Del resto questa della speculazione è una regola dell'italiano medio: qualsiasi evento che possa dare un aiuto personale e mettere in difficoltà terzi viene sfruttata senza troppi mal di pancia.
Gli esempi sono innumerevoli, tendenzialmente infiniti.
Ultimamente abbiamo visto le rimostranze degli autotrasportatori che si lamentavano - la metto giù facile - degli alti costi sulla benzina e dei prezzi del carburante. E cosa proponevano gli autotrasportatori? Un rimborso. Perchè non chiedere una diminuzione sulle accise o una regolamentazione sulle autostrade (e qui la vedo durissima, perchè i Benetton non sono lo stato)? Perchè pensano alloro interesse personale, non a quello di tutti. Gli autotrasportatori bloccano per tre giorni l'italia, e i commercianti alzano i prezzi dei prodotti di 20-30 centesimi. Perchè? Per un tornaconto personale.
E' il particolarismo dell'economia italiana, comportamento atavico, del resto ben saldo e radicato per via di un economia del piccolo imprenditore e della fabbrichetta, con veduta zero oltre il proprio giardinetto.
Poveri.

piu' che di 20-30 centesimi io direi del 20/30%....e questo e' veramente scandaloso...


Di pure 50% - 100%
  • 0

#26 Russian

Russian

    populista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5716 Messaggi:

Inviato 16 dicembre 2007 - 11:25

La speculazione sull' euro c'è stata, ma credo che poco abbia a che fare con l'organizzazione Europa, quanto di più invece con i commercianti (e uso questo termine per allargare le braccia ai più svariati settori e mercati).
Del resto questa della speculazione è una regola dell'italiano medio: qualsiasi evento che possa dare un aiuto personale e mettere in difficoltà terzi viene sfruttata senza troppi mal di pancia.
Gli esempi sono innumerevoli, tendenzialmente infiniti.
Ultimamente abbiamo visto le rimostranze degli autotrasportatori che si lamentavano - la metto giù facile - degli alti costi sulla benzina e dei prezzi del carburante. E cosa proponevano gli autotrasportatori? Un rimborso. Perchè non chiedere una diminuzione sulle accise o una regolamentazione sulle autostrade (e qui la vedo durissima, perchè i Benetton non sono lo stato)? Perchè pensano alloro interesse personale, non a quello di tutti. Gli autotrasportatori bloccano per tre giorni l'italia, e i commercianti alzano i prezzi dei prodotti di 20-30 centesimi. Perchè? Per un tornaconto personale.
E' il particolarismo dell'economia italiana, comportamento atavico, del resto ben saldo e radicato per via di un economia del piccolo imprenditore e della fabbrichetta, con veduta zero oltre il proprio giardinetto.
Poveri.


Prova a mangiare un toast e una birra in una qualunque zona della Francia e mi saprai dire se lì non è peggio che in italia.
Poi deduco che di normative e direttive europee ne sai poco e poco comprendi le lamentele di chi ne è rimasto "vittima".

  • -1

Qua sul forum non è mai sbarcato un povero profugo o un povero clandestino, ovviamente.

Ma è approdato dopo lunga deriva un bisognoso di un qualche aiuto, magari non lo ha chiesto, poverino aveva evidenti sbandamenti emotivi oltre che psicologici...ha chiesto di essere cancellato perchè gli sono arrivati solo calci in faccia, derisione e manifestazione di fastidio per la sola presenza...che per lorsignori significava rompere l'idilliaca armonia tipica degli attaccabrighe benpensanti, la fottuta rogna di dover leggere ( chissà perchè poi ) le sue inestricabili parabole di giochi di parole fatte per liberare il proprio pensiero...e ovviamente l'invasione del loro territorio.

 

W la solidarietà. Quella vera !


#27 liberty

liberty

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 377 Messaggi:

Inviato 16 dicembre 2007 - 11:58


La speculazione sull' euro c'è stata, ma credo che poco abbia a che fare con l'organizzazione Europa, quanto di più invece con i commercianti (e uso questo termine per allargare le braccia ai più svariati settori e mercati).
Del resto questa della speculazione è una regola dell'italiano medio: qualsiasi evento che possa dare un aiuto personale e mettere in difficoltà terzi viene sfruttata senza troppi mal di pancia.
Gli esempi sono innumerevoli, tendenzialmente infiniti.
Ultimamente abbiamo visto le rimostranze degli autotrasportatori che si lamentavano - la metto giù facile - degli alti costi sulla benzina e dei prezzi del carburante. E cosa proponevano gli autotrasportatori? Un rimborso. Perchè non chiedere una diminuzione sulle accise o una regolamentazione sulle autostrade (e qui la vedo durissima, perchè i Benetton non sono lo stato)? Perchè pensano alloro interesse personale, non a quello di tutti. Gli autotrasportatori bloccano per tre giorni l'italia, e i commercianti alzano i prezzi dei prodotti di 20-30 centesimi. Perchè? Per un tornaconto personale.
E' il particolarismo dell'economia italiana, comportamento atavico, del resto ben saldo e radicato per via di un economia del piccolo imprenditore e della fabbrichetta, con veduta zero oltre il proprio giardinetto.
Poveri.


Prova a mangiare un toast e una birra in una qualunque zona della Francia e mi saprai dire se lì non è peggio che in italia.
Poi deduco che di normative e direttive europee ne sai poco e poco comprendi le lamentele di chi ne è rimasto "vittima".


Oddio, se non mangi su Champs-Ellyse non mi e poi sembrato eccesivamente piu caro. Bisogna dire anche che i stipendi francesi sono un 20% circa in piu rispetto agli italiani.
E poi non ho capito bene ! Vuoi dire che la speculazione, secondo te, e giustificata ?
  • 0

#28 Pier

Pier

    Roadie

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 573 Messaggi:

Inviato 16 dicembre 2007 - 17:13


Prova a mangiare un toast e una birra in una qualunque zona della Francia e mi saprai dire se lì non è peggio che in italia.
Poi deduco che di normative e direttive europee ne sai poco e poco comprendi le lamentele di chi ne è rimasto "vittima".


Come credi.
  • 0

#29 Russian

Russian

    populista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5716 Messaggi:

Inviato 17 dicembre 2007 - 11:02



In tutta sincerità ti devo dire che dieci anni fa il mio lavoro ha iniziato ad essere stravolto.Da normative europee (più che altro burocrazia e maggiori costi di materiali e attrezzature) e da ben prima il nostro governo ha sempre imposto adeguamenti (strutturali li chiamavano) sempre al rialzo,con la scusa che dovevamo allinearci al resto d'Europa.
Di conseguenza la prospettiva dell'Euro non potevo averla certo chiara e non potevo certo considerarla una bella promessa.Nonostante non fossi in grado di prevedere gli aumenti riscontrati da subito.


Devo dire che qui Russian ha ragione. Purtroppo la UE e diventata un mostro burocratico, bloccato in futili faide ed incapace di prendere decisioni. Poi dopo l'avvento del euro e stato un massacro, in qui i soliti amici hanno speculato a sangue con le conseguenze che tutti sapiamo.


Indubbiamento tutti sentono la mancanza di una lira che per mantenere competitiva l'economia italiana era costretta a continue svalutazioni, che congiuntamente alla situazione dei conti pubblici hanno portato il paese sull'orlo dell'insolvenza in seguito all'attacco speculativo del 1992. L'euro è sottoposto (giustamente) ad una disciplina monetaria molto più rigida e restrittiva, ma con l'innovazione e la qualità la Germania è diventata nel dopoguerra il paese leader mondiale dell'export anche se appesantita da una moneta "forte": come la mettiamo?


E' altrettanto fuori dubbio che oltre a settori di nicchia non abbiamo tutta sta floridità di esportazioni,forse a causa dell'euro forte.
Inspiegabilmente gli USA vanno avanti senza grossi problemi sia con dollaro forte che con dollaro debole.Noi dovevamo svalutare la lira per esportare,con la lira svalutata eravamo poveri e adesso con l'euro forte non riusciamo a stabilizzare l'economia e non riusciamo a pagare i mutui grazie alla politica della BCE,che evidentemente vede riprese economiche dove in realtà non sussistono.E paghiamo una quantità esorbitante di tasse.
Può essere che noi paghiamo problemi strutturali del nostro paese e che altri europei hanno i mezzi per risalire la china ? Può darsi.Ma significa che noi col resto d'Europa non siamo in sintonia oppure che gli intenti di omogeneizzazione vadano ripetutamente a vuoto perchè inefficienti.Ma soprattutto entrambe le cose...
  • -1

Qua sul forum non è mai sbarcato un povero profugo o un povero clandestino, ovviamente.

Ma è approdato dopo lunga deriva un bisognoso di un qualche aiuto, magari non lo ha chiesto, poverino aveva evidenti sbandamenti emotivi oltre che psicologici...ha chiesto di essere cancellato perchè gli sono arrivati solo calci in faccia, derisione e manifestazione di fastidio per la sola presenza...che per lorsignori significava rompere l'idilliaca armonia tipica degli attaccabrighe benpensanti, la fottuta rogna di dover leggere ( chissà perchè poi ) le sue inestricabili parabole di giochi di parole fatte per liberare il proprio pensiero...e ovviamente l'invasione del loro territorio.

 

W la solidarietà. Quella vera !


#30 liberty

liberty

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 377 Messaggi:

Inviato 17 dicembre 2007 - 13:43




In tutta sincerità ti devo dire che dieci anni fa il mio lavoro ha iniziato ad essere stravolto.Da normative europee (più che altro burocrazia e maggiori costi di materiali e attrezzature) e da ben prima il nostro governo ha sempre imposto adeguamenti (strutturali li chiamavano) sempre al rialzo,con la scusa che dovevamo allinearci al resto d'Europa.
Di conseguenza la prospettiva dell'Euro non potevo averla certo chiara e non potevo certo considerarla una bella promessa.Nonostante non fossi in grado di prevedere gli aumenti riscontrati da subito.


Devo dire che qui Russian ha ragione. Purtroppo la UE e diventata un mostro burocratico, bloccato in futili faide ed incapace di prendere decisioni. Poi dopo l'avvento del euro e stato un massacro, in qui i soliti amici hanno speculato a sangue con le conseguenze che tutti sapiamo.


Indubbiamento tutti sentono la mancanza di una lira che per mantenere competitiva l'economia italiana era costretta a continue svalutazioni, che congiuntamente alla situazione dei conti pubblici hanno portato il paese sull'orlo dell'insolvenza in seguito all'attacco speculativo del 1992. L'euro è sottoposto (giustamente) ad una disciplina monetaria molto più rigida e restrittiva, ma con l'innovazione e la qualità la Germania è diventata nel dopoguerra il paese leader mondiale dell'export anche se appesantita da una moneta "forte": come la mettiamo?


E' altrettanto fuori dubbio che oltre a settori di nicchia non abbiamo tutta sta floridità di esportazioni,forse a causa dell'euro forte.
Inspiegabilmente gli USA vanno avanti senza grossi problemi sia con dollaro forte che con dollaro debole.Noi dovevamo svalutare la lira per esportare,con la lira svalutata eravamo poveri e adesso con l'euro forte non riusciamo a stabilizzare l'economia e non riusciamo a pagare i mutui grazie alla politica della BCE,che evidentemente vede riprese economiche dove in realtà non sussistono.E paghiamo una quantità esorbitante di tasse.
Può essere che noi paghiamo problemi strutturali del nostro paese e che altri europei hanno i mezzi per risalire la china ? Può darsi.Ma significa che noi col resto d'Europa non siamo in sintonia oppure che gli intenti di omogeneizzazione vadano ripetutamente a vuoto perchè inefficienti.Ma soprattutto entrambe le cose...


Beh, gli USA hanno un'economia funzionante che nonstante i contracolpi ha una base economica solida. Cosa che non si puo dire del Italia. Per quanto giriamo le colpe sono queste, altrimenti non vedo come Spania riesce a crescere di 3.5% ( che non e poi tanto, pero meglio di 0,1% )annui.
  • 0

#31 Pier

Pier

    Roadie

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 573 Messaggi:

Inviato 17 dicembre 2007 - 14:01

Già perchè adesso i mutui subprime sono un problema esclusivo dell' Europa e della BCE.
Certo.


  • 0

#32 liberty

liberty

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 377 Messaggi:

Inviato 17 dicembre 2007 - 20:27

Già perchè adesso i mutui subprime sono un problema esclusivo dell' Europa e della BCE.
Certo.



Certo, perche in Europa si sta ancora dibatendo su cosa farsene di questa crisi. In America hanno aggito da mo'. Comprese le inchieste giudiziarie
  • 0

#33 Russian

Russian

    populista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5716 Messaggi:

Inviato 19 dicembre 2007 - 09:13

Già perchè adesso i mutui subprime sono un problema esclusivo dell' Europa e della BCE.
Certo.



Hai ragione.
Normalmente il tasso in europa lo decide Charles Diby K.
In base all'esportazione di diamanti grezzi....
  • -1

Qua sul forum non è mai sbarcato un povero profugo o un povero clandestino, ovviamente.

Ma è approdato dopo lunga deriva un bisognoso di un qualche aiuto, magari non lo ha chiesto, poverino aveva evidenti sbandamenti emotivi oltre che psicologici...ha chiesto di essere cancellato perchè gli sono arrivati solo calci in faccia, derisione e manifestazione di fastidio per la sola presenza...che per lorsignori significava rompere l'idilliaca armonia tipica degli attaccabrighe benpensanti, la fottuta rogna di dover leggere ( chissà perchè poi ) le sue inestricabili parabole di giochi di parole fatte per liberare il proprio pensiero...e ovviamente l'invasione del loro territorio.

 

W la solidarietà. Quella vera !


#34 Russian

Russian

    populista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5716 Messaggi:

Inviato 15 febbraio 2008 - 12:21

Per la serie "il continente dei cachi" :

Dure critiche dalla Birmania alla politica Ue sul Myanmar

... La ??diplomazia del megafono? portata avanti dall??inviato Ue per il Myanmar, Piero Fassino, nasconde solo la ??necessità di crearsi un??immagine di reale impegno? volta a ??giustificare il suo ruolo come rappresentante dell??Unione?. ...

http://www.asianews....?l=it&art=11400

In preatica l'opposizione al regime birmano sta chiedendo in ginocchio all'UE di riprendersi l'inutile Fassino
asd

Si ok,e chi va a dire a Veltroni che avrà un'altro dinosauro da cadregare ?
:D
  • -1

Qua sul forum non è mai sbarcato un povero profugo o un povero clandestino, ovviamente.

Ma è approdato dopo lunga deriva un bisognoso di un qualche aiuto, magari non lo ha chiesto, poverino aveva evidenti sbandamenti emotivi oltre che psicologici...ha chiesto di essere cancellato perchè gli sono arrivati solo calci in faccia, derisione e manifestazione di fastidio per la sola presenza...che per lorsignori significava rompere l'idilliaca armonia tipica degli attaccabrighe benpensanti, la fottuta rogna di dover leggere ( chissà perchè poi ) le sue inestricabili parabole di giochi di parole fatte per liberare il proprio pensiero...e ovviamente l'invasione del loro territorio.

 

W la solidarietà. Quella vera !


#35 Russian

Russian

    populista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5716 Messaggi:

Inviato 18 febbraio 2008 - 12:19

L'ultima eurovergogna


Immagine inserita

La Costituzione italiana assegna al presidente della repubblica ben pochi poteri effettivi, ma quella del capo dello Stato è comunque una figura chiave, certo immaginata per grandi statisti, uomini al di sopra delle parti, garanti dell??unità e delle regole. Quello del presidente non è solamente una ruolo di rappresentanza e la sua importanza emerge proprio nel momento in cui le Camere vengono sciolte ed al governo rimangono solamente i poteri di normale amministrazione. In quei mesi non c??è più un parlamento funzionante e non c??è più un governo sostenuto da una maggioranza politica frutto dell??espressione popolare: il presidente è l??unica alta carica dello Stato legittimamente nella sua funzione e nei suoi pieni poteri.
Quando la Costituzione fu scritta l??Italia era caratterizzata da un gran numero di partiti ed il presidente eletto non poteva che essere frutto di un accordo tra maggioranza e opposizione. Non è un caso se alcune volte ci vollero molti scrutini prima di individuare l??uomo che per il suo passato ed il suo carisma avrebbe dovuto ricoprire un ruolo al di sopra delle parti tanto delicato. Nessuno allora immaginava che l??Italia sarebbe precipitata verso un bipolarismo di facciata e che un presidente della repubblica potesse venire eletto a maggioranza, senza coinvolgimento di tutte le forze politiche, e che costui potesse in qualche modo diventare ben poco al di sopra delle parti.
E?? invece quanto è successo.
Giorgio Napolitano è - nonostante i peana rivolti al suo senso dello Stato - uomo di parte, assurto al Quirinale anche perché benvoluto dalla potenza dominante, gli Stati Uniti d??America; lo ha dimostrato con i suoi tentennamenti prima di mandare a casa il governo Prodi. Se possiamo attribuire questa debolezza al contesto della sua elezione ed in qualche modo comprenderla ma non giustificarla, non abbiamo mezzi termini per censurare il tentativo di Napolitano di far ratificare il Trattato di Lisbona anche a Camere sciolte.
Sappiamo che quel trattato non è la costituzione dell??Ue, anzi è la prova del fallimento del tentativo di redigerne una condivisa dai popoli europei. Sappiamo pure che è un artificio per non passare sotto le forche caudine del referendum in alcune nazioni dove già la costituzione Ue fu bocciata, per esempio la Francia, e sappiamo pure che la nostra Carta, scelleratamente, non prevede la consultazione popolare su questi temi.
Sappiamo infine che qualunque che sia il risultato elettorale del prossimo aprile dalle urne uscirà una larga maggioranza parlamentare a favore del trattato di Lisbona, essendo Pd e Pdl ugualmente asserviti a questa Europa delle banche.
Ciò nonostante chiediamo che si salvi almeno la forma, che non venga fatta questa ultima violenza alla sovranità nazionale italiana già tanto umiliata.
Napolitano ha detto che ??è indispensabile in questo contesto che nessuno Stato membro si sottragga alle sue responsabilità e agli impegni ancora una volta assunti? e che ??l??Italia deve fare la sua parte?...: ma il popolo italiano non ha mai preso alcun impegno in tal senso, perché nessuno ha mai chiesto il suo parere, come per l??introduzione dell??euro o per le manovre lacrime e sangue che furono ??necessarie? per trascinare l??Italia in questa finta Europa.
Napolitano, ancora una volta non ha parlato da presidente degli italiani, ma da presidente della politica italiana, questa volta bipartisan.
  • -1

Qua sul forum non è mai sbarcato un povero profugo o un povero clandestino, ovviamente.

Ma è approdato dopo lunga deriva un bisognoso di un qualche aiuto, magari non lo ha chiesto, poverino aveva evidenti sbandamenti emotivi oltre che psicologici...ha chiesto di essere cancellato perchè gli sono arrivati solo calci in faccia, derisione e manifestazione di fastidio per la sola presenza...che per lorsignori significava rompere l'idilliaca armonia tipica degli attaccabrighe benpensanti, la fottuta rogna di dover leggere ( chissà perchè poi ) le sue inestricabili parabole di giochi di parole fatte per liberare il proprio pensiero...e ovviamente l'invasione del loro territorio.

 

W la solidarietà. Quella vera !


#36 Guest_runciter_*

Guest_runciter_*
  • Guests

Inviato 04 giugno 2008 - 10:21

European Parliament to ban Eurosceptic groups

Plans to eliminate Eurosceptics as an organised opposition within the European Parliament are expected to be agreed by a majority of MEPs this summer.

The European Union assembly??s political establishment is pushing through changes that will silence dissidents by changing the rules allowing Euro-MPs to form political groupings.

Richard Corbett, a British Labour MEP, is leading the charge to cut the number of party political tendencies in the Parliament next year, a move that would dissolve UKIP??s pan-European Eurosceptic ??Independence and Democracy? grouping.

Under the rule change, the largest and msot pro-EU groups would tighten their grip on the Parliament??s political agenda and keep control of lavish funding.

articolo del telegraph

Immagine inserita

#37 ouspen

ouspen

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1011 Messaggi:

Inviato 11 giugno 2008 - 15:19

Trattato Ue: l'Estonia vota si'
Domani referendum in Irlanda, potrebbero vincere i no

(ANSA) - TALLINN, 11 GIU - Il parlamento estone ha approvato con 91 si', un solo no e nessuna astensione il Trattato di Lisbona. Nove i deputati assenti. Il presidente dell'Estonia, Toomas Hendrik Ilves, ha ora due settimane circa di tempo per apporre la sua firma sull'atto di ratifica del Trattato, rendendo cosi' definitivo il varo del documento. C'e' attesa per il referendum di domani in Irlanda, dove i 'no' al Trattato potrebbero prevalere.
  • 0

#38 Russian

Russian

    populista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5716 Messaggi:

Inviato 13 giugno 2008 - 12:11

Infatti ha vinto il NO.

Adesso sentiremo e vedremo capriole acrobatiche che serviranno a minimizzare il significato del risultato...  :-\
  • -1

Qua sul forum non è mai sbarcato un povero profugo o un povero clandestino, ovviamente.

Ma è approdato dopo lunga deriva un bisognoso di un qualche aiuto, magari non lo ha chiesto, poverino aveva evidenti sbandamenti emotivi oltre che psicologici...ha chiesto di essere cancellato perchè gli sono arrivati solo calci in faccia, derisione e manifestazione di fastidio per la sola presenza...che per lorsignori significava rompere l'idilliaca armonia tipica degli attaccabrighe benpensanti, la fottuta rogna di dover leggere ( chissà perchè poi ) le sue inestricabili parabole di giochi di parole fatte per liberare il proprio pensiero...e ovviamente l'invasione del loro territorio.

 

W la solidarietà. Quella vera !


#39 ouspen

ouspen

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1011 Messaggi:

Inviato 13 giugno 2008 - 16:06

Immagine inserita
  • 0

#40 ergen

ergen

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 805 Messaggi:

Inviato 14 giugno 2008 - 11:41

Immagine inserita


e son due!
maledetti irlandesi,l'unione europea avete rovinato!

  • 0




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq