Vai al contenuto


Foto
* * * * * 4 Voti

Miike Takashi


  • Please log in to reply
316 replies to this topic

#41 Veteran of Disorder

Veteran of Disorder

    Baron Samedi

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1354 Messaggi:

Inviato 25 dicembre 2006 - 19:08

Reduce dalla visione di "Ichi The Killer" (non male come film natalizio...), non posso che unirmi al coro: film flashante che (penso) mi abbia aperto le porte di un nuovo mondo (quello di Miike). Non vi sono parole per descriverlo ma si può solo consigliarne la visione, in questo la motivazione data da Jules sul perchè vada ritenuto il + grande autore cinematografico in circolazione (per me è un po' presto per dirlo, certo mi rendo conto di trovarmi di fronte ad un peso massimo...) fotografa alla perfezione le emozioni che sa suscitare un suo film.

E poi, come non provare trasporto emotivo nei confronti del seguente soggetto?

"Kakihara (il braccio destro del boss), sadomasochista, narciso e violentissimo individuo, crede che il suo capo (col quale è legato da un morboso rapporto: è l'unico in grado di farlo davvero godere picchiandolo..) sia in vita e sia ancora nei paraggi. Quando un anziano alle dipendenze del boss (Jiiji), col suo fare emblematico e sornione, crea scompiglio tra le gang della città con sedicenti scoop riguardo al capo scomparso, Kakihara resta solo, circondato solo dai suoi fedelissimi (tra i quali spiccano Sabu e un paio di folli gemelli con particolari capacità olfattive)..."


On next: "Visitor Q" & "Izo".


PS: per quanto concerne il primo dei due film succitati ho seguito il consiglio di chi suggeriva di reperire i film in lingua originale per poi scaricarne i sottotitoli. Usando VLC player sincronizzare il tutto poi è semplice?(scusate la domanda forse idiota ma è la prima volta che procedo in questa maniera...).
  • 0

#42 slothrop

slothrop

    Enciclopedista

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7408 Messaggi:

Inviato 25 dicembre 2006 - 19:17

Sincronizzare con VLC è semplice ma di solito esistono diverse versioni sia del divx sia dei sottotitoli, quindi bevi beccare quella giusta.
Il problema vero è far leggere i sottotitoli al lettore dvd attaccato alla TV...
  • 0

#43 Val

Val

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 553 Messaggi:

Inviato 25 dicembre 2006 - 23:31


On next: "Visitor Q" & "Izo".


Bella lì, altri due tra i migliori. Come sempre faccio spam spudorato e ti invito a venire a leggere qualcosina su dinaMiike (che a dire il vero è da un pò che non aggiorno...ma sarebbe ora). Ah dimenticavo, i primi mesi dell'anno prossimo dovrebbe uscire il DVD italiano di Visitor Q.


  • 0

#44 dick laurent

dick laurent

    ...

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12380 Messaggi:

Inviato 26 dicembre 2006 - 11:38

val quali sono i migliori per te? dopo audition e ichi che mi guardo? tenendo conto che preferisco i film doppiati in italiano (quale orrore!) o al massimo coi sottotitoli in italiano (con l'inglese fatico un po')
  • 0

dai manichei che ti urlano o con noi o traditore libera nos domine


#45 Val

Val

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 553 Messaggi:

Inviato 26 dicembre 2006 - 12:12

val quali sono i migliori per te? dopo audition e ichi che mi guardo? tenendo conto che preferisco i film doppiati in italiano (quale orrore!) o al massimo coi sottotitoli in italiano (con l'inglese fatico un po')


Allora, doppiati in italiano ce ne sono veramente pochi: The Call e Audition mi sa che siano gli unici, Gozu non lo so (è uscito il DVD italiano ma non so se sia doppiato o solo sottotitolato). Coi sottotitoli in italiano dovresti trovarne degli altri rivolgendoti ai siti fansubbari italiani che traducono i sottotitoli inglesi. Shinjuku Triad Society, Fudoh, Dead or Alive, sono yakuza eiga piuttosto particolari e zozzi, a differenza degli ultimi tipo Agitator o Yakuza demon che sono molto più essenziali ma altrettanto belli (ma che ti consiglio di vedere più avanti). Se vuoi esplorare il lato nostalgico miikiano recupera i due Young Thugs, Yokai Daisenso è un gran bel fantasy...insomma, dipende anche cosa cerchi, visto che Miike frulla veramente a 360°.

(anche Visitor Q è uno dei miei preferiti, ma è abbastanza particolare e ti consiglio di guardarlo dopo che hai visto qualcos'altro)
  • 0

#46 Veteran of Disorder

Veteran of Disorder

    Baron Samedi

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1354 Messaggi:

Inviato 26 dicembre 2006 - 12:19

Di "Blues Harp" che mi dite?La trama l'ho letta, m'interessava un parere critico...

Val, ti leggerò  ;)

Segnalo anche neo(N)eiga (precisamente qua): ne parla diffusamente e noto recensiti molti suoi lavori...
  • 0

#47 dick laurent

dick laurent

    ...

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12380 Messaggi:

Inviato 26 dicembre 2006 - 12:19


val quali sono i migliori per te? dopo audition e ichi che mi guardo? tenendo conto che preferisco i film doppiati in italiano (quale orrore!) o al massimo coi sottotitoli in italiano (con l'inglese fatico un po')


Allora, doppiati in italiano ce ne sono veramente pochi: The Call e Audition mi sa che siano gli unici, Gozu non lo so (è uscito il DVD italiano ma non so se sia doppiato o solo sottotitolato). Coi sottotitoli in italiano dovresti trovarne degli altri rivolgendoti ai siti fansubbari italiani che traducono i sottotitoli inglesi. Shinjuku Triad Society, Fudoh, Dead or Alive, sono yakuza eiga piuttosto particolari e zozzi, a differenza degli ultimi tipo Agitator o Yakuza demon che sono molto più essenziali ma altrettanto belli (ma che ti consiglio di vedere più avanti). Se vuoi esplorare il lato nostalgico miikiano recupera i due Young Thugs, Yokai Daisenso è un gran bel fantasy...insomma, dipende anche cosa cerchi, visto che Miike frulla veramente a 360°.

(anche Visitor Q è uno dei miei preferiti, ma è abbastanza particolare e ti consiglio di guardarlo dopo che hai visto qualcos'altro)


sei espertissimo senza dubbio, ma come tutti gli appassionati cavarti UN solo titolo (o magari due) è difficilissimo  ;D
dimmene uno, non ho preferenze, guardo tutto. Mi fido
  • 0

dai manichei che ti urlano o con noi o traditore libera nos domine


#48 Val

Val

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 553 Messaggi:

Inviato 26 dicembre 2006 - 13:08

Di "Blues Harp" che mi dite?La trama l'ho letta, m'interessava un parere critico...

Val, ti leggerò  ;)

Segnalo anche neo(N)eiga (precisamente qua): ne parla diffusamente e noto recensiti molti suoi lavori...


Blues Harp è tra i miei preferiti, e dove la componente omosessuale che è spesso presente nei film del regista è più evidente (c'è uno dei più bei personaggi mai visti in un film di Miike, ovvero uno yakuza che da un lato è attratto dal giovane protagonista mentre dall'altro deve salvare le apparenze per il ruolo che ricopre). Un bell'intreccio, ritmo sostenuto (ma non è un action eh) e un senso strisciante di minaccia imminente ti terranno inchiodato alla poltrona fino alla fine...

I ragazzi di Neoneiga sono bravi, tra l'altro hanno contribuito ad organizzare la mega retrospettiva torinese su Miike di questa primavera...
  • 0

#49 Val

Val

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 553 Messaggi:

Inviato 26 dicembre 2006 - 13:12


dimmene uno, non ho preferenze, guardo tutto. Mi fido


Ok, uno solo, buttati su Fudoh (1996), che è il secondo film che Miike ha girato per le sale, dopo Shinjuku Triad Society (in precedenza aveva girato un bel pò di roba per il v-cinema). Un fumettone yakuza zeppo di roba, divertente e coinvolgente, un capolavoro insomma!  ;D

Immagine inserita


  • 0

#50 dick laurent

dick laurent

    ...

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12380 Messaggi:

Inviato 26 dicembre 2006 - 13:37



dimmene uno, non ho preferenze, guardo tutto. Mi fido


Ok, uno solo, buttati su Fudoh (1996), che è il secondo film che Miike ha girato per le sale, dopo Shinjuku Triad Society (in precedenza aveva girato un bel pò di roba per il v-cinema). Un fumettone yakuza zeppo di roba, divertente e coinvolgente, un capolavoro insomma!  ;D

Immagine inserita



grazie!  un fumettone lo guardo con gusto in questo periodo :)
  • 0

dai manichei che ti urlano o con noi o traditore libera nos domine


#51 Jules

Jules

    Pietra MIliare

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22335 Messaggi:

Inviato 27 dicembre 2006 - 12:49

val quali sono i migliori per te? dopo audition e ichi che mi guardo? tenendo conto che preferisco i film doppiati in italiano (quale orrore!) o al massimo coi sottotitoli in italiano (con l'inglese fatico un po')


Di doppiato, e originale visto che c'è un bellissimo dvd in vendita, c'è Gozu, che capolavoro...io penso che sia l'apice della poetica miikiana...nemmeno il cinema di Lynch ti sembrerà più lo stesso dopo la visione...

Mi fa piacere che dopo continui post sia miei che di Val c'è un numero crescente di persone che si stanno interessando a questo gigante della settima arte...e penso che concorderete tutti nel riconoscere che l'universo a parte che è la filmografia di Miike è una vera droga...una volta entrati nel tunnel è veramente difficile uscirne..
  • 0

#52 slothrop

slothrop

    Enciclopedista

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7408 Messaggi:

Inviato 27 dicembre 2006 - 23:24

Ho appena visto Gozu. Non sono un esperto di Miike eppure mi par di notare già un certo manierismo in questo film. Ci fosse un personaggio normale uno! Si capisse qualcosa della trama!
Non a caso lo sceneggiatore è lo stesso di Ichi (anche se ho letto che la scena finale, e che finale, è stata aggiunta in fase di riprese avanzate).
Difetti o meno a me questo cinema bizzarro e totalmente imprevedibile, al quale non interessa dare spiegazioni di alcunchè, piace, e nemmeno poco. Per non parlare dell'ambientazione provinciale e decadente, in parte simile alla Okinawa di Kitano (specie in Boling Point), solo più dark, lynchana hanno detto in molti. Di certo al posto del mare ci sono le discariche con in più quel senso di umanità delirante ed esoterica tenuta malamente a freno sotto alla fragile copertura di cianfrusaglie ridicole sparse per casa, ristorantini dall'apparenza rispettabile e fuffa varia.

Grottesco e divertente.
  • 0

#53 Jules

Jules

    Pietra MIliare

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22335 Messaggi:

Inviato 28 dicembre 2006 - 09:08

Hai detto bene...è un cinema che va fruito in modo naturale...se uno pretende di vedere Miike e cercare di dare un raziocinio a ogni scena che si ritrova davanti chiaro che Takashi potrà sembrare solo un pazzo..
  • 0

#54 Val

Val

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 553 Messaggi:

Inviato 28 dicembre 2006 - 14:55

C'è anche da dire che Gozu è uno dei più deliranti - nella seconda parte specialmente è un flusso inarrestabile di follia, bisogna solo lasciarsi andare e goderselo - sebbene ci siano alcuni aspetti che meritino di essere approfonditi, come il rapporto tra Minami e il suo oyabun Ozaki, che odora di omossessualità (che va a spiegare anche il delirante finale). Diciamo che Gozu non è uno dei primi film di Miike che consiglio, anche se lo ritengo uno dei migliori, così come Visitor Q - un' altra delle sue vette assolute che sotto un apparente delirio che non può non lasciare spiazzati è ricco e denso di significati.
  • 0

#55 Veteran of Disorder

Veteran of Disorder

    Baron Samedi

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1354 Messaggi:

Inviato 28 dicembre 2006 - 21:01



On next: "Visitor Q" & "Izo".


Bella lì, altri due tra i migliori. Come sempre faccio spam spudorato e ti invito a venire a leggere qualcosina su dinaMiike (che a dire il vero è da un pò che non aggiorno...ma sarebbe ora). Ah dimenticavo, i primi mesi dell'anno prossimo dovrebbe uscire il DVD italiano di Visitor Q.


Ieri sera è stata la volta proprio di "Visitor Q", film assolutamente spiazzante che mi ha dato modo di notare l'eccletticità di Miike: inizio a credere infatti come la visione di ogni suo film sia capace di shockare (positivamente) lo spettatore proponendogli spunti inediti&imprevedibili oltreché contesti differenti. Per la critica e l'interpretazione del film in sé consiglio anch'io di rifarsi a dinaMiike (complimenti Val!), aggiungendo soltanto come riprese&montaggio della scena iniziale m'avessero fatto pensare a qualche porno amatoriale giapponese sulla falsariga di "One Night in Paris" (perdonate la caduta di stile... ;D)


Notavo poi tale "Imprint", realizzato per la serie "Masters of Horror" e riguardo il quale ho trovato la seguente notizia. Qualcuno di voi l'ha visto?Doppiato in italiano si trova?


penso che concorderete tutti nel riconoscere che l'universo a parte che è la filmografia di Miike è una vera droga...una volta entrati nel tunnel è veramente difficile uscirne..


Assolutamente...bramo già in attesa della prossima visione ("Blues Harp").
  • 0

#56 Val

Val

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 553 Messaggi:

Inviato 29 dicembre 2006 - 10:43




On next: "Visitor Q" & "Izo".


Bella lì, altri due tra i migliori. Come sempre faccio spam spudorato e ti invito a venire a leggere qualcosina su dinaMiike (che a dire il vero è da un pò che non aggiorno...ma sarebbe ora). Ah dimenticavo, i primi mesi dell'anno prossimo dovrebbe uscire il DVD italiano di Visitor Q.


Ieri sera è stata la volta proprio di "Visitor Q", film assolutamente spiazzante che mi ha dato modo di notare l'eccletticità di Miike: inizio a credere infatti come la visione di ogni suo film sia capace di shockare (positivamente) lo spettatore proponendogli spunti inediti&imprevedibili oltreché contesti differenti. Per la critica e l'interpretazione del film in sé consiglio anch'io di rifarsi a dinaMiike (complimenti Val!), aggiungendo soltanto come riprese&montaggio della scena iniziale m'avessero fatto pensare a qualche porno amatoriale giapponese sulla falsariga di "One Night in Paris" (perdonate la caduta di stile... ;D)


Notavo poi tale "Imprint", realizzato per la serie "Masters of Horror" e riguardo il quale ho trovato la seguente notizia. Qualcuno di voi l'ha visto?Doppiato in italiano si trova?


penso che concorderete tutti nel riconoscere che l'universo a parte che è la filmografia di Miike è una vera droga...una volta entrati nel tunnel è veramente difficile uscirne..


Assolutamente...bramo già in attesa della prossima visione ("Blues Harp").


Innanzitutto grazie per i complimenti  ;)
Mi fa piacere che tu abbia apprezzato Visitor Q (a tal proposito ti consiglio anche la lettura del dossier di Nocturno di agosto scorso dedicato a Miike, dove c'è un articolo del buon Michele Senesi sulla famiglia nei film di Miike - uno dei suoi temi principali - in cui viene messo a confronto Visitor Q con Crazy Family di quell'altro geniaccio di Ishii Shogo) che io ritengo uno dei suoi lavori migliori, tra l'altro girato con un budget ridotto all'osso.

Imprint è un altro bel tassello nella filmografia miikiana, credo però che doppiato non si trovi anche se si trovano molto probabilmente i sottotitoli in italiano sui siti italiani di fansubber. Oltretutto questo episodio della prima serie dei MOH, il tredicesimo, non è mai stato trasmesso da Showtime perchè è stato ritenuto troppo violento (e non è stato specificato più di tanto). Più che per l'aspetto grafico, che comunque a tratti è bello disturbante (la scena della tortura, per esempio - da notare comunque come Miike non insista sui dettagli truculenti ma utilizzi spesso dei fuori campo, che alla fine sono più efficaci dei soliti dettagli minuziosi "alla Fulci", tanto per capirci) probabilmente sono i temi attorno a cui ruota Imprint che hanno dato fastidio: aborto, pedofilia, incesto.
  • 0

#57 slothrop

slothrop

    Enciclopedista

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7408 Messaggi:

Inviato 29 dicembre 2006 - 12:04

Ieri sera ho visto Dead Or Alive e l'uomo continua a stupirmi.
Film più normale degli altri che ho visto (Ichi, Visitor Q e Gozu) e credo commissionato da una grossa casa cinematografica è uno yakuza movie un pò confuso, specie a livello di consecutio temporum, e a tratti adrenalinico oltre ogni dire (vedi l'inizio, che io credevo fosse un'orrendo trailer posto in apertura come a dire: ecco cosa vedrai in questo film, e invece era praticamente la cronaca alla velocità della luce del primo colpo dello yakuza protagonista ma come capita con Miike, andrebbe rivisto alla luce del film intero). Utile leggersi anche qualche commento per cogliere un aspetto che mi era parzialmente sfuggito, ovvero la notevole vicinanza (umana) dello yakuza e del poliziotto. Tutto questo per tacere di un finale da totale suicidio commerciale (quest'uomo è un forsennato), sul quale non dico niente per non rovinare la sorpresa a chi lo vedrà.

Next step: Audition ma, non so perchè, temo sarà una delusione.
  • 0

#58 Val

Val

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 553 Messaggi:

Inviato 29 dicembre 2006 - 13:53

Ieri sera ho visto Dead Or Alive e l'uomo continua a stupirmi.
Film più normale degli altri che ho visto (Ichi, Visitor Q e Gozu) e credo commissionato da una grossa casa cinematografica è uno yakuza movie un pò confuso, specie a livello di consecutio temporum, e a tratti adrenalinico oltre ogni dire (vedi l'inizio, che io credevo fosse un'orrendo trailer posto in apertura come a dire: ecco cosa vedrai in questo film, e invece era praticamente la cronaca alla velocità della luce del primo colpo dello yakuza protagonista ma come capita con Miike, andrebbe rivisto alla luce del film intero). Utile leggersi anche qualche commento per cogliere un aspetto che mi era parzialmente sfuggito, ovvero la notevole vicinanza (umana) dello yakuza e del poliziotto. Tutto questo per tacere di un finale da totale suicidio commerciale (quest'uomo è un forsennato), sul quale non dico niente per non rovinare la sorpresa a chi lo vedrà.

Next step: Audition ma, non so perchè, temo sarà una delusione.


E pensa che in fase di sceneggiatura Dead or Alive sarebbe dovuto essere un remake di Heat di Michael Mann! Ma quel pazzo di Miike ha pensato bene di "interpretarlo". DoA ha uno degli incipit più belli della storia del cinema: un capolavoro di montaggio, che senza dialoghi presenta le diverse situazioni, grandissimo. A questo punto bisogna proseguire con gli altri due capitoli che a parte gli attori protagonisti - i due regular miikiani Aikawa Sho e Takeuchi Riki - hanno poco in comune l'uno con l'altro...apparentemente. Il finale del primo DoA è incredibile, ed è stato poi ripreso dallo stesso regista nel finale alternativo di Kikoku/Yakuza Demon.

Per Audition aspettati qualcosa ancora di diverso, qui Miike costruisce una atmosfera drammatica per poi affondare nella seconda parte...una storia d'amore molto particolare.
  • 0

#59 Jules

Jules

    Pietra MIliare

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22335 Messaggi:

Inviato 29 dicembre 2006 - 15:32

C'è anche da dire che Gozu è uno dei più deliranti - nella seconda parte specialmente è un flusso inarrestabile di follia, bisogna solo lasciarsi andare e goderselo - sebbene ci siano alcuni aspetti che meritino di essere approfonditi, come il rapporto tra Minami e il suo oyabun Ozaki, che odora di omossessualità (che va a spiegare anche il delirante finale). Diciamo che Gozu non è uno dei primi film di Miike che consiglio, anche se lo ritengo uno dei migliori, così come Visitor Q - un' altra delle sue vette assolute che sotto un apparente delirio che non può non lasciare spiazzati è ricco e denso di significati.


Dici bene, molto bene...Gozu, come Ichi, è un film fatto di emozioni da godere al naturale...la razionalità lo spettatore la deve bandire durante la visione...ma ciò non toglie che a film terminato ciascuno possa apprezzare la densità dei significati dei film di Miike nascosti qua e là...basti pensare al rapporto fra Minami ed Ozaki, come dicevi tu, ma anche al rapporto particolare che il protagonista ha con il latte materno...

Gli stolti che ritengono Miike una bolla di sapone continuano a pensare superficialmente, molto superficialmente..
  • 0

#60 Val

Val

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 553 Messaggi:

Inviato 29 dicembre 2006 - 18:52


Gli stolti che ritengono Miike una bolla di sapone continuano a pensare superficialmente, molto superficialmente..


Mah guarda, in questi ultimi tempi l'attenzione verso Miike sta crescendo a dismisura, dopo essere stato piuttosto snobbato per diverso tempo: sarà che i suoi film hanno cominciato a comparire ai festival più prestigiosi, sarà che sia Guillermo Del Toro che Eli Roth hanno palesato la loro adorazione verso il regista, ma sarà anche che in fondo in fondo un minimo di  spessore nei suoi film c'è  ;D

Il "problema" è che Miike è ancora visto da molti come regista dell'eccesso, quando in realtà i litri di sangue presenti nei suoi film non sono altro che un manto che ricopre tutto quello che c'è sotto. In realtà, il regista giapponese ha girato una quintalata di film dove la componente violenta è tenuta a freno o quasi assente: da Bird People in China ai due Young Thugs, passando per Zebraman (Jules sappimi dire se ti è piaciuto, secondo me non è uno dei migliori ma è piuttosto divertente) o il dramma in costume (non da bagno eh) Sabu.

Ah, adesso il pazzo sta girando una sorta di remake/omaggio di Django di Corbucci, e la curiosità è ovviamente alle stelle.
  • 0




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq