Vai al contenuto


* * * - - 5 Voti

La Nascita (E Morte) Del Pd


  • Please log in to reply
8005 replies to this topic

#41 Haggard

Haggard

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2729 Messaggi:

Inviato 15 ottobre 2007 - 18:04

A me sembra che Letta invece sia stato abbastanza chiaro nelle sue opinioni...e che ad esempio fosse d'accordo con la proposta dei DICO.
  • 0

#42 Guest_soul crew_*

Guest_soul crew_*
  • Guests

Inviato 15 ottobre 2007 - 18:10

A me sembra che Letta invece sia stato abbastanza chiaro nelle sue opinioni...e che ad esempio fosse d'accordo con la proposta dei DICO.

letta ok...la binetti? la bindi, che è pur sempre una supercattolica e alla conferenza sulla famiglia ha escluso diverse associazioni che si occupano di questo tema su basi diverse? boh, gran confusione.

altra questione, quella delle alleanze strategiche. c' è chi dice che bisogna mantenere questi equilibri, e quindi riproporre l' alleanza con la sinistra, chi punta alla totale autosufficienza del PD (magari grazie a sistemi elettorali che permettano di governare anche a chi non raggiunge il 50% e questo lo trovo scabroso, ma son discorsi sentiti e letti, fidati), altri ancora che vorrebbero valutare caso per caso (vedrai a bologna lo sceriffo quanto starà ad imbarcare qualcuno dell' altra sponda).
insomma, più ci rifletto e più scopro che non c' è chiarezza su niente. chi ha fiducia in questo progetto non sa però rispondermi se non con cose tipo "vedremo", appunto.
quindi ripeto, in base a cosa tre milioni e rotti di italiani sono andati a votare? avevano tutti le idee chiare e io sono l' unico cretino?

#43 astrodomini

astrodomini

    ...

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 9181 Messaggi:
  • LocationUdine, Padova

Inviato 15 ottobre 2007 - 18:24

quindi ripeto, in base a cosa tre milioni e rotti di italiani sono andati a votare? avevano tutti le idee chiare e io sono l' unico cretino?


Perchè sono dei pecoroni abituati a seguire le "direttive" di partito o perchè si fidano in maniera cieca nei propri leader (altro che odio nei confronti della politica! asd). Forse perchè vedono questo PD come un ennesima speranza di rinnovamento, forse perchè sono così santi da avere ancora fiducia senza troppe domande. Forse perchè buona parte degli elettori volente o nolente viene dall'esperienza del PCI, per me comunque è un bel mistero!

  • 0

the music that forced the world into future


#44 Guest_soul crew_*

Guest_soul crew_*
  • Guests

Inviato 15 ottobre 2007 - 18:31

quindi ripeto, in base a cosa tre milioni e rotti di italiani sono andati a votare? avevano tutti le idee chiare e io sono l' unico cretino?


Perchè sono dei pecoroni abituati a seguire le "direttive" di partito o perchè si fidano in maniera cieca nei propri leader (altro che odio nei confronti della politica! asd). Forse perchè vedono questo PD come un ennesima speranza di rinnovamento, forse perchè sono così santi da avere ancora fiducia senza troppe domande. Forse perchè buona parte degli elettori volente o nolente viene dall'esperienza del PCI, per me comunque è un bel mistero!

io non credo che siano tutti pecoroni, tutti stupidi. se avessero votato poche centinaia di migliaia potrebbe essere, ma tre milioni non possono essere tutti idioti.
la spiegazione che mi sono dato io è un' altra: ormai siamo stati così abituati, direi forzati, a credere che il voto è l' unico mezzo di partecipazione del cittadino nei confronti della cosa pubblica (che rischia di diventare privata proprio in virtù di questo). quindi la "gente" si aggrappa disperatamente a queste occasioni, magari con senso critico e scarsa convinzione, magari con la flebile speranza che qualcosa possa comunque cambiare per magia.
insomma, ci stanno convincendo che l' unico mezzo per esprimerci, in quanto cittadini, sia il voto, e non l' esercizio quotidiano della propria coscienza critica e la pretesa di veder rispettati degli impegni precisi.
e in questo quadro, le primarie sono un ulteriore tassello di questo pericoloso processo di americanizzazione della politica. ti faccio votare e ti faccio credere di essere importante, poi tanto faccio i cazzi miei e al limite ne rispondo non alla collettività, ma a lobby potenti che mi condizionano.

#45 Haggard

Haggard

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2729 Messaggi:

Inviato 15 ottobre 2007 - 19:01

A me non sembra che in Italia il modello americano faccia presa, perchè il modello americano ha un presupposto fondamentale: la scarsa, scarsissima partecipazione popolare al voto. Ho trovato su Wikipedia la percentuale di affluenza dal '60 al '95, e per gli Stati Uniti è 54,5% e per l'Italia del 90%. Inoltre non mi pare che l'Italia, nonostante quasi un elettore su tre abbia votato Forza Italia un anno e mezzo fa, sia un paese dove manchi la "coscienza critica", anzi..
  • 0

#46 Russian

Russian

    populista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5868 Messaggi:

Inviato 15 ottobre 2007 - 20:27

La solita etichetta di democrazia con la solita distribuzione della stessa a macchia di leopardo.L'allora ministro degli interni avvisò gli intenzionati a recarsi ai gaZEBO PER LE ELEZIONI PADANE,DI UNA DECINA D'ANNI FA,che stavano compiendo un atto antidemocratico.
Invece si trattava di una gratuita possibilità di partecipare a una privata consultazione,con gli stessi metodi usati per il PD (che se rosi bindi prendeva il 70% facevano segretario lo stesso il Veltroni).
L'allora ministro degli interni era l'attuale Presidentissimo della Repubblica Giorgio Napolitano.
Come al solito la lega era avanti dieci anni (spero solo che Speroni non accetti mai di diventare capo dello stato,prevedibilmente nel 2015-2018  :D ).
  • -1

Qua sul forum non è mai sbarcato un povero profugo o un povero clandestino, ovviamente.

Ma è approdato dopo lunga deriva un bisognoso di un qualche aiuto, magari non lo ha chiesto, poverino aveva evidenti sbandamenti emotivi oltre che psicologici...ha chiesto di essere cancellato perchè gli sono arrivati solo calci in faccia, derisione e manifestazione di fastidio per la sola presenza...che per lorsignori significava rompere l'idilliaca armonia tipica degli attaccabrighe benpensanti, la fottuta rogna di dover leggere ( chissà perchè poi ) le sue inestricabili parabole di giochi di parole fatte per liberare il proprio pensiero...e ovviamente l'invasione del loro territorio.

 

W la solidarietà. Quella vera !


#47 virginia wolf

virginia wolf

    apota

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6639 Messaggi:

Inviato 16 ottobre 2007 - 08:31

?.



Io constato che è stato eletto, da oltre tremilioni di persone (!!!!), un segretario politico di un partito che non c??è e di cui non si conosce il profilo, né culturale né politico.
Se proprio la vogliamo chiamare democrazia, chiamiamola con il suo nome giusto: ??democrazia di massa?, che semplicemente conferma, attraverso un voto, ciò che era già stato deciso.
Se questa è la risposta alla ??antipolitica? di Grillo, siamo messi male.


Non so nel resto d??Italia, ma nella mia regione (Emilia Romagna) Bersani ?? che sicuramente piaceva meno alla Margherita - avrebbe affossato Veltroni.

  • 0
Penso a come contiamo poco, come tutti contino poco; com'è travolgente e frenetica e imperiosa la vita, e come tutte queste moltitudini annaspino per restare a galla.

#48 sway

sway

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 274 Messaggi:
  • LocationBologna

Inviato 16 ottobre 2007 - 08:42

Se questa è la risposta alla ??antipolitica? di Grillo, siamo messi male.

Non so nel resto d??Italia, ma nella mia regione (Emilia Romagna) Bersani ?? che sicuramente piaceva meno alla Margherita - avrebbe affossato Veltroni.


Ma infatti la cosa avrebbe avuto senso se ci fossero stati due esponenti dei DS a gareggiare.Non dico che sarebbe stato "avvincente" ma almeno tutto sto casino e sto spreco di energie avrebbe avuto un suo perchè.Si sarebbe (per la prima volta?) visto qual'è la "corrente" più apprezzata dagli elettori.
Comunque, come si suole finemente dire, cazzi loro  ;)
  • 0

#49 Claudio

Claudio

    I am what I play

  • Administrators
  • 34107 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 16 ottobre 2007 - 08:49


?.

Io constato che è stato eletto, da oltre tremilioni di persone (!!!!), un segretario politico di un partito che non c??è e di cui non si conosce il profilo, né culturale né politico.
Se proprio la vogliamo chiamare democrazia, chiamiamola con il suo nome giusto: ??democrazia di massa?, che semplicemente conferma, attraverso un voto, ciò che era già stato deciso.
Se questa è la risposta alla ??antipolitica? di Grillo, siamo messi male.


Resta il fatto che se non avesse preso quei voti (voti reali degli elettori, non quelli di un comitato centrale), non sarebbe stato eletto. Dimmi in quale altro partito della storia d'Italia è successa una cosa simile. Anzi: in quale altro partito europeo il leader è stato scelto attraverso il voto delle primarie. Se poi me ne trovi uno in cui non ci sono neanche candidature già predisposte in fase iniziale ma ognuno sceglie quello che gli pare, ti offro una cena.

Non so nel resto d??Italia, ma nella mia regione (Emilia Romagna) Bersani ?? che sicuramente piaceva meno alla Margherita - avrebbe affossato Veltroni.


Nell'ultimo sondaggio pubblicato su Repubblica, l'ottimo Bersani aveva il 9%, la Finocchiaro l'11, Veltroni il 45%. Secondo te sarebbe stato più "democratico" e vicino agli orientamenti dell'elettorato candidare Bersani o la Finocchiaro al posto di Veltroni? E in ogni caso, avrebbero potuto entrambi candidarsi, ma forse sapevano già come sarebbe andata a finire...
  • 0

#50 virginia wolf

virginia wolf

    apota

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6639 Messaggi:

Inviato 16 ottobre 2007 - 09:15

Resta il fatto che se non avesse preso quei voti (voti reali degli elettori, non quelli di un comitato centrale), non sarebbe stato eletto. Dimmi in quale altro partito della storia d'Italia è successa una cosa simile. Anzi: in quale altro partito europeo il leader è stato scelto attraverso il voto delle primarie. Se poi me ne trovi uno in cui non ci sono neanche candidature già predisposte in fase iniziale ma ognuno sceglie quello che gli pare, ti offro una cena.


Ma queste non sono primarie! Anche questo è un equivoco sul quale si è volutamente  giocato.
Le primarie si fanno per scegliere il candidato alle elezioni presidenziali, non certo per scegliere un segretario politico! Inoltre, alle primarie i candidati spiegano il loro programma prima di essere eletti, non dopo!

Nell'ultimo sondaggio pubblicato su Repubblica, l'ottimo Bersani aveva il 9%, la Finocchiaro l'11, Veltroni il 45%. Secondo te sarebbe stato più "democratico" e vicino agli orientamenti dell'elettorato candidare Bersani o la Finocchiaro al posto di Veltroni? E in ogni caso, avrebbero potuto entrambi candidarsi, ma forse sapevano già come sarebbe andata a finire...

Infatti, io ho detto nella mia regione, mentre questi sondaggi, che come del resto spesso è successo con i sondaggi potevano anche essere disattesi, sono nazionali.
E comunque, sarebbe stato "più democratico" candidare anche (non al posto di) Bersani o la Finocchiaro, come del resto ha fatto la Margherita che ha candidato la Bindi e Letta.

  • 0
Penso a come contiamo poco, come tutti contino poco; com'è travolgente e frenetica e imperiosa la vita, e come tutte queste moltitudini annaspino per restare a galla.

#51 verdoux

verdoux

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2788 Messaggi:

Inviato 16 ottobre 2007 - 09:34

Io sono di sinistra, ritengo però che la sinistra non debba votarsi all??opposizione eterna, in attesa della escatologia comunista e lasciare il governo ai reazionari, (tale è la alternativa politica italiana); allora ritengo si debba cercare l??alleanza coi moderati che guardano a sinistra, gli eredi della sinistra storica risorgimentale, dell??azione cattolica, dei revisionisti del marxismo, per dar vita ad una formazione politica che abbia i numeri per governare; in questa operazione certo che si perde qualche connotazione di sinistra e si dicono poche cose di sinistra, ma vale la pena di tentare, purché non vengano snaturati i nostri principi fondanti. E comunque risanare i conti dello stato e fare liberalizzazioni che tolgano privilegi, sono cose di sinistra.

Due parole su Prodi, che mi sembra che quasi non venga nemmeno nominato. Il partito democratico è una sua realizzazione, perseguita tenacemente per 12 anni, da quando ideò l??ulivo, di cui Veltroni era il vice.
Prodi sarà addormentato, ma certo toglie il sonno a Berlusconi, che ha sconfitto due volte alle elezioni; non è vero che Prodi non piaccia agli italiani, non piace a quelli che vorrebbero che non piacesse.
Prodi ha cambiato radicalmente l'Italia, in meglio; da presidente dell'IRI ha introdotto il concetto che le imprese pubbliche non dovevano esser una pozzo mangiasoldi clientelare senza fondo; alla fine ha liquidato l'IRI, invenzione fascista e poi adottata dai democristiani; statalisti, (non comunisti), cui Prodi si è opposto con la teoria dello stato leggero; ha liquidato l'IRI con beneficio della finanza pubblica; il suo manifesto ideologico sono le lezioni di economia, un ciclo di conferenze tenuto in televisione negli anni 90 e poi edito in un libricino; il concetto di base è che lo stato controlla ed indirizza l'economia senza il possesso materiale dei beni di produzione, ma con le regole, le leggi e le autorità; concetti di Einaudi, ebbene si; Prodi è un cattolico laico, liberale di sinistra; (quel di sinistra non dovrebbe servire dopo la parola liberale, ma in Italia serve perchè il liberalismo è sempre stato diversamente inteso); il partito democratico è una idea notevole: mettere assieme, laicizzare e dare una identità a forze politiche che, o non l'hanno mai avuta ben definita come i cattolici di sinistra, o che la hanno perduta, come gli ex comunisti; è il compromesso storico di Moro, si, ma sublimato; va molto oltre Moro, perchè ha una valenza politica e programmatica; il compromesso storico di Moro, se mai attuato, sarebbe stata solo la alleanza di una base popolare di lavoratori che stava divisa in partiti e sindacati diversi.

il PD altro non è che l??evoluzione dell??ulivo, nato nel 95 (?), che ha raccolto consensi ed aggregato la base, con un valore elettorale aggiunto rispetto alla somma aritmetica dei partiti sottostanti; la base, la base, ma i 3 milioni di cittadini che votano alle primarie, per il piacere di farlo, poiché l'esito del voto era scontato, non sono acqua fresca; sono un nocciolo duro di cittadini che non si rassegnano all??antipolitica, su cui costruire.
L??antipolitica è di destra, una destra perfida ed ingannatrice, che diffonde il malcontento in cui alligna ed in cui prevarica; è antichissima e reazionaria, certi discorsi si facevano già la mattina del 18 brumaio, al pomeriggio c??era la dittatura.
In politica la fusione è più complicata della fissione, lo dimostra la travagliata storia dei socialisti italiani; fondersi significa rinunciare a identità e sovranità, ci vuole molto senso civico per farlo; significa che i cattolici di sinistra dovranno diventare politicamente laici e non è poco, ed apprezzo lo sforzo della Bindi&C; che gli ex-comunisti dovranno diventare liberali di sinistra (Bersani docet), senza il passaggio intermedio attraverso il socialismo, ormai diventato obsoleto pure lui;
c'è una base, c??è un leader (ottimo), ci sono ottimi quadri intermedi che sanno governare bene; non dico che vada tutto bene e che non si potrebbe fare di meglio, ma mi sembra che la nascita del PD rappresenti un fatto epocale.

  • 1

#52 juL fu Sig.M.

juL fu Sig.M.

    Utente paraolimpionico

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 8878 Messaggi:

Inviato 16 ottobre 2007 - 09:47

l'antipolitica è di destra


Allora se diamo per scontato questo, dobbiamo ringraziare Grillo che sta spostando l'antipolitica sulle idee cardine della sinistra laica e ambientalista (riforma lavoro flessibile, DICO, ambientalismo ecc...).
Ed infatti ora che mi ci fai pensare ho due amici di DXsociale (poco istruiti) che stanno vivendo il grillismo in prima persona, leggendo quotidianamente il suo blog, uno di questi ha anche annullato la tessera di partito.

Chissà, a questa possibilità nemmeno ci avevo pensato...
  • 0

#53 Maldon

Maldon

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 225 Messaggi:
  • LocationEurope

Inviato 16 ottobre 2007 - 09:57

Il Partito Democratico è un fraintendimento, nulla più.
Interessante l'analisi di Verdoux, la logica c'è tutta, ma è il riferimento ad essere totalmente sbagliato.
E così, inevitabilmente, il castello logico si sgretola.
Lascio un indizio, a voi proseguire le evidenze della storia:
"" [...] Non avevamo alternativa. Eravamo come una grande nazione indiana chiusa tra le montagne, con una sola via d'uscita, un canyon, e lì c'era Craxi con la sua proposta di unità socialista, in sostanza un progetto annessionistico. Come uscire dal Canyon? Questo era il nostro problema strategico: come trasformare il PCI senza cadere sotto l'egemonia craxiana, che avrebbe segnato la disfatta della sinistra? Craxi aveva un indubbio vantaggio su di noi: era il capo dei socialisti in un paese europeo occidentale. Quindi rappresentava lui la sinistra giusta per l'Italia. Allora avevamo una sola scelta: diventare noi il partito socialista in Italia"
Parole di Massimo D'Alema (1997)

Da un lato non c'è memoria storica perché si legge poco e male (il popolo), dall'altro c'è la volontà di insabbiare per non svalutare le proprie attuali posizioni o, peggio, vedere i propri scheletri uscire dall'armadio (gran parte dei politici).

Il PD è un'anomalia, e resterà tale fin quando non farà i conti con il passato.

cordialità
krisis

  • 0
[4.48 Psychosis]
«Omaggio a Sarah Kane. Le corde vocali di Staples diventano marmo su cui scivolano le parole della drammaturga britannica. Il mood Velvet Underground aleggia su questo brano...
è il miglior momento di Waiting for the Moon.»
Maldon

#54 Haggard

Haggard

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2729 Messaggi:

Inviato 16 ottobre 2007 - 10:31

Lì D'Alema si riferisce alla svolta della Bolognina. E cosa c'è di strano in quello che dice?
  • 0

#55 Rez

Rez

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 472 Messaggi:

Inviato 16 ottobre 2007 - 10:36

Il discorso sui programmi é davvero pretestuoso. Se non vi siete informati, sono cavoli vostri. Ciascun candidato ha un sito che dà un'idea più o meno chiara del tipo di politica che perseguono.
Che poi gli intenti e i programmi siano vaghi va da sé ma é comune a qualunque formazione politica. Certo che se voi andate a votare dopo esservi letti 500 pagine di programma ciclostilato ... complimenti.
Senza contare che i candidati si conoscono, si conosce la loro storia. Come si fa ad avere dei dubbi su quale partito fonderebbe Rosy Bindi?

Per inciso, io a votare non ci sono andato e riconosco che la scarsa scelta di candidati sia un punto a sfavore di queste primarie. Certo che se altri non si candidano, non se ne può fare una colpa a Veltroni.

  • 0

#56 Notker

Notker

    Scaruffiano

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 18302 Messaggi:

Inviato 16 ottobre 2007 - 10:58

la modalità scelta dal centro-sinistra di dar vita a questo nuovo soggetto politico è uno degli atti democratici più "belli" (come direbbe TPS) vissuti dal nostro popolo; negarlo significa non comprendere appieno cosa E' una democrazia.
di contro, sono sempre stato scettico circa le scelte tempistiche, invero frettolose, che hanno portato alla nascita del PD; di questa "cosa" se ne era parlato per anni, si erano raccolte le opinioni più disparate, c'è chi lo voleva in un modo chi in un altro, chi non lo voleva affatto, ecc. ecc. senza che mai nulla si muovesse.
a un certo punto poi, in particolare dopo i "richiami" di D'Alema sulla ventata antipolitica che iniziava a investire l'Italia e dopo il suo coinvolgimento in alcune indagini relative a vari scandali finanziari (nei quali era coinvolto lo stesso Fassino), c'è stata questa "accellerata" furiosa sulla nascita del PD. devo ammettere che la prima cosa che m'è venuta in mente è stata "Fassino & co. hanno l'acqua alla gola e stanno tramando sta cosa per salvarsi il culo in qualche modo".
il dubbio ancora rimane, un po'... ma devo ammettere che una consultazione che vede 3,5mln di cittadini che spontaneamente vanno a votare è davvero una bella prova di democrazia.
è chiaro che ci sono delle "imperfezioni", alcune anche vistose, come qualcuno ha richiamato precedentemente, ma nella sostanza siamo stati testimoni di un atto di nascita di un nuovo soggetto politico del tutto inusuale, almeno per quel che riguarda la storia politica italiana e addirittura europea. diciamo che la ciambella presenta un buco non perfettamente circolare ma, nella sostanza, la ciambella pare essere riuscita. anche perchè era fondamentale che il vincitore delle primarie vincesse con un largo margine, cosa che si è ampiamente verificata (al di là delle ridicole accuse di brogli).
è importante, invece, capire in che modo Veltroni adesso intenda gestire i primi passi; in che modo intenderà davvero relazionarsi con l'attuale maggioranza e con il governo. queste sono incognite importanti che pian piano si sveleranno.
cioè, pensate a come è nata Forza Italia, mio dio...

Il PD è un'anomalia, e resterà tale fin quando non farà i conti con il passato.


beh, allora diciamo che TUTTA la politica italiana è un'anomalia... cazzate a parte, a me pare che i soggetti politici che avevano un passato "ingombrante" hanno tutti più o meno avviato da tempo dei processi di revisione ideologica e strutturale.
tirare in ballo il fascismo, quando si parla di AN, o il comunismo, quando si parla di DS, è sintomo di miopia, non è una cosa seria.
probabilmente (e qui sta il paradosso tutto italiano), l'unico partito a non aver fatto davvero i conti con il passato è proprio Forza Italia, che ereditò buona parte del pentapartito uscito a pezzi da tangentopoli.

L'antipolitica è di destra, una destra perfida ed ingannatrice, che diffonde il malcontento in cui alligna ed in cui prevarica; è antichissima e reazionaria, certi discorsi si facevano già la mattina del 18 brumaio, al pomeriggio c’era la dittatura.


giudizio un po' troppo settario ma, sostanzialmente, non lontano dalla verità.
del resto il 30/04/1993 fuori l'hotel Rafael a lanciare le monetine a Craxi non erano mica i giovani del PCI ma quelli del MSI
  • 0
« La schiena si piega solo quando l'anima è già piegata »
(Arturo Toscanini)

molti si chiedono se il pop/rock possa essere una forma d'arte musicale o meno; ebbene, lo è sicuramente... ma solo quando risponde al requisito esposto da Don Van Vliet:
« Non voglio vendere la mia musica. Vorrei regalarla, perché da dove l'ho presa non bisogna pagare per averla »

#57 Russian

Russian

    populista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5868 Messaggi:

Inviato 16 ottobre 2007 - 11:07

....


Se tu vivessi di milioni di Euro grazie a società fittizie e a scatole cinesi finanziate senza controllo come chessò...un Cesa o un Pittelli o un Bubbico o come uno degli innumerabili scagnozzi di Prodi,beh...allora capirei perchè ti danni tanto a sciorinare filippiche che stanno in piedi solo dal punto di vista dello stile.
  • -1

Qua sul forum non è mai sbarcato un povero profugo o un povero clandestino, ovviamente.

Ma è approdato dopo lunga deriva un bisognoso di un qualche aiuto, magari non lo ha chiesto, poverino aveva evidenti sbandamenti emotivi oltre che psicologici...ha chiesto di essere cancellato perchè gli sono arrivati solo calci in faccia, derisione e manifestazione di fastidio per la sola presenza...che per lorsignori significava rompere l'idilliaca armonia tipica degli attaccabrighe benpensanti, la fottuta rogna di dover leggere ( chissà perchè poi ) le sue inestricabili parabole di giochi di parole fatte per liberare il proprio pensiero...e ovviamente l'invasione del loro territorio.

 

W la solidarietà. Quella vera !


#58 Guest_soul crew_*

Guest_soul crew_*
  • Guests

Inviato 16 ottobre 2007 - 11:26

Il discorso sui programmi é davvero pretestuoso. Se non vi siete informati, sono cavoli vostri. Ciascun candidato ha un sito che dà un'idea più o meno chiara del tipo di politica che perseguono.
Che poi gli intenti e i programmi siano vaghi va da sé ma é comune a qualunque formazione politica. Certo che se voi andate a votare dopo esservi letti 500 pagine di programma ciclostilato ... complimenti.
Senza contare che i candidati si conoscono, si conosce la loro storia. Come si fa ad avere dei dubbi su quale partito fonderebbe Rosy Bindi?

Per inciso, io a votare non ci sono andato e riconosco che la scarsa scelta di candidati sia un punto a sfavore di queste primarie. Certo che se altri non si candidano, non se ne può fare una colpa a Veltroni.

sei in gradi di rispondere ad almeno una delle mie domande, alle quali nessuno ha ancora risposto?
ad esempio, dove si collocherà nello scacchiere europeo il PD? tu avevi le idee chiare su questo, quando sei andato a votare?
ed è solo un esempio eh

#59 virginia wolf

virginia wolf

    apota

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6639 Messaggi:

Inviato 16 ottobre 2007 - 11:43

Certo che se altri non si candidano, non se ne può fare una colpa a Veltroni.


Beata ingenuità  :)
Credi veramente che Bersani e la Finocchiaro abbiano deciso "autonomamente" di non candidarsi?



soul non ti aspettare risposte, non lo sanno!
Stanno tutti aspettando cosa dirà Veltroni.



Vorrei essere libero, libero come un uomo. Come un uomo che ha bisogno di spaziare con la propria fantasia e che trova questo spazio solamente nella sua democrazia. Che ha il diritto di votare e che passa la sua vita a delegare e nel farsi comandare ha trovato la sua nuova libertà

  • 0
Penso a come contiamo poco, come tutti contino poco; com'è travolgente e frenetica e imperiosa la vita, e come tutte queste moltitudini annaspino per restare a galla.

#60 Guest_miamotutti_*

Guest_miamotutti_*
  • Guests

Inviato 16 ottobre 2007 - 12:17

ad esempio, dove si collocherà nello scacchiere europeo il PD?


Su questo punto penso che ci siano pochi dubbi: escludendo il PPE e il PSE, dovrebbe entrare nel PDE di Rutelli e Bayrou.


Certo che se altri non si candidano, non se ne può fare una colpa a Veltroni.


Beata ingenuità  :)
Credi veramente che Bersani e la Finocchiaro abbiano deciso "autonomamente" di non candidarsi?


Che poi è la ragione principale per cui non sono andata a votare, oltre al fatto che non ho ancora capito cosa pensa Veltroni in materia di PACS, politica estera, ambiente ect.

Se tu vivessi di milioni di Euro grazie a società fittizie e a scatole cinesi finanziate senza controllo come chessò...un Cesa o un Pittelli o un Bubbico o come uno degli innumerabili scagnozzi di Prodi,beh...allora capirei perchè ti danni tanto a sciorinare filippiche che stanno in piedi solo dal punto di vista dello stile.


Ma leggi ancora Gaudenzi?  O_O





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq