Vai al contenuto


* * * - - 8 Voti

La Nascita (E La Lenta Morte) Del Pd


  • Please log in to reply
8776 replies to this topic

#51 verdoux

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2835 Messaggi:

Inviato 16 ottobre 2007 - 09:34

Io sono di sinistra, ritengo per√≤ che la sinistra non debba votarsi all‚??opposizione eterna, in attesa della escatologia comunista e lasciare il governo ai reazionari, (tale √® la alternativa politica italiana); allora ritengo si debba cercare l‚??alleanza coi moderati che guardano a sinistra, gli eredi della sinistra storica risorgimentale, dell‚??azione cattolica, dei revisionisti del marxismo, per dar vita ad una formazione politica che abbia i numeri per governare; in questa operazione certo che si perde qualche connotazione di sinistra e si dicono poche cose di sinistra, ma vale la pena di tentare, purch√© non vengano snaturati i nostri principi fondanti. E comunque risanare i conti dello stato e fare liberalizzazioni che tolgano privilegi, sono cose di sinistra.

Due parole su Prodi, che mi sembra che quasi non venga nemmeno nominato. Il partito democratico √® una sua realizzazione, perseguita tenacemente per 12 anni, da quando ide√≤ l‚??ulivo, di cui Veltroni era il vice.
Prodi sarà addormentato, ma certo toglie il sonno a Berlusconi, che ha sconfitto due volte alle elezioni; non è vero che Prodi non piaccia agli italiani, non piace a quelli che vorrebbero che non piacesse.
Prodi ha cambiato radicalmente l'Italia, in meglio; da presidente dell'IRI ha introdotto il concetto che le imprese pubbliche non dovevano esser una pozzo mangiasoldi clientelare senza fondo; alla fine ha liquidato l'IRI, invenzione fascista e poi adottata dai democristiani; statalisti, (non comunisti), cui Prodi si è opposto con la teoria dello stato leggero; ha liquidato l'IRI con beneficio della finanza pubblica; il suo manifesto ideologico sono le lezioni di economia, un ciclo di conferenze tenuto in televisione negli anni 90 e poi edito in un libricino; il concetto di base è che lo stato controlla ed indirizza l'economia senza il possesso materiale dei beni di produzione, ma con le regole, le leggi e le autorità; concetti di Einaudi, ebbene si; Prodi è un cattolico laico, liberale di sinistra; (quel di sinistra non dovrebbe servire dopo la parola liberale, ma in Italia serve perchè il liberalismo è sempre stato diversamente inteso); il partito democratico è una idea notevole: mettere assieme, laicizzare e dare una identità a forze politiche che, o non l'hanno mai avuta ben definita come i cattolici di sinistra, o che la hanno perduta, come gli ex comunisti; è il compromesso storico di Moro, si, ma sublimato; va molto oltre Moro, perchè ha una valenza politica e programmatica; il compromesso storico di Moro, se mai attuato, sarebbe stata solo la alleanza di una base popolare di lavoratori che stava divisa in partiti e sindacati diversi.

il PD altro non √® che l‚??evoluzione dell‚??ulivo, nato nel 95 (?), che ha raccolto consensi ed aggregato la base, con un valore elettorale aggiunto rispetto alla somma aritmetica dei partiti sottostanti; la base, la base, ma i 3 milioni di cittadini che votano alle primarie, per il piacere di farlo, poich√© l'esito del voto era scontato, non sono acqua fresca; sono un nocciolo duro di cittadini che non si rassegnano all‚??antipolitica, su cui costruire.
L‚??antipolitica √® di destra, una destra perfida ed ingannatrice, che diffonde il malcontento in cui alligna ed in cui prevarica; √® antichissima e reazionaria, certi discorsi si facevano gi√† la mattina del 18 brumaio, al pomeriggio c‚??era la dittatura.
In politica la fusione √® pi√Ļ complicata della fissione, lo dimostra la travagliata storia dei socialisti italiani; fondersi significa rinunciare a identit√† e sovranit√†, ci vuole molto senso civico per farlo; significa che i cattolici di sinistra dovranno diventare politicamente laici e non √® poco, ed apprezzo lo sforzo della Bindi&C; che gli ex-comunisti dovranno diventare liberali di sinistra (Bersani docet), senza il passaggio intermedio attraverso il socialismo, ormai diventato obsoleto pure lui;
c'√® una base, c‚??√® un leader (ottimo), ci sono ottimi quadri intermedi che sanno governare bene; non dico che vada tutto bene e che non si potrebbe fare di meglio, ma mi sembra che la nascita del PD rappresenti un fatto epocale.

  • 1

#52 juL fu Sig.M.

    Utente paraolimpionico

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 8878 Messaggi:

Inviato 16 ottobre 2007 - 09:47

l'antipolitica è di destra


Allora se diamo per scontato questo, dobbiamo ringraziare Grillo che sta spostando l'antipolitica sulle idee cardine della sinistra laica e ambientalista (riforma lavoro flessibile, DICO, ambientalismo ecc...).
Ed infatti ora che mi ci fai pensare ho due amici di DXsociale (poco istruiti) che stanno vivendo il grillismo in prima persona, leggendo quotidianamente il suo blog, uno di questi ha anche annullato la tessera di partito.

Chissà, a questa possibilità nemmeno ci avevo pensato...
  • 0

#53 Maldon

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 225 Messaggi:
  • LocationEurope

Inviato 16 ottobre 2007 - 09:57

Il Partito Democratico √® un fraintendimento, nulla pi√Ļ.
Interessante l'analisi di Verdoux, la logica c'è tutta, ma è il riferimento ad essere totalmente sbagliato.
E così, inevitabilmente, il castello logico si sgretola.
Lascio un indizio, a voi proseguire le evidenze della storia:
"" [...] Non avevamo alternativa. Eravamo come una grande nazione indiana chiusa tra le montagne, con una sola via d'uscita, un canyon, e lì c'era Craxi con la sua proposta di unità socialista, in sostanza un progetto annessionistico. Come uscire dal Canyon? Questo era il nostro problema strategico: come trasformare il PCI senza cadere sotto l'egemonia craxiana, che avrebbe segnato la disfatta della sinistra? Craxi aveva un indubbio vantaggio su di noi: era il capo dei socialisti in un paese europeo occidentale. Quindi rappresentava lui la sinistra giusta per l'Italia. Allora avevamo una sola scelta: diventare noi il partito socialista in Italia"
Parole di Massimo D'Alema (1997)

Da un lato non c'è memoria storica perché si legge poco e male (il popolo), dall'altro c'è la volontà di insabbiare per non svalutare le proprie attuali posizioni o, peggio, vedere i propri scheletri uscire dall'armadio (gran parte dei politici).

Il PD è un'anomalia, e resterà tale fin quando non farà i conti con il passato.

cordialità
krisis

  • 0
[4.48 Psychosis]
¬ęOmaggio a Sarah Kane. Le corde vocali di Staples diventano marmo su cui scivolano le parole della drammaturga britannica. Il mood Velvet Underground aleggia su questo brano...
√® il miglior momento di Waiting for the Moon.¬Ľ
Maldon

#54 Haggard

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2729 Messaggi:

Inviato 16 ottobre 2007 - 10:31

Lì D'Alema si riferisce alla svolta della Bolognina. E cosa c'è di strano in quello che dice?
  • 0

#55 Rez

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 473 Messaggi:

Inviato 16 ottobre 2007 - 10:36

Il discorso sui programmi √© davvero pretestuoso. Se non vi siete informati, sono cavoli vostri. Ciascun candidato ha un sito che d√† un'idea pi√Ļ o meno chiara del tipo di politica che perseguono.
Che poi gli intenti e i programmi siano vaghi va da sé ma é comune a qualunque formazione politica. Certo che se voi andate a votare dopo esservi letti 500 pagine di programma ciclostilato ... complimenti.
Senza contare che i candidati si conoscono, si conosce la loro storia. Come si fa ad avere dei dubbi su quale partito fonderebbe Rosy Bindi?

Per inciso, io a votare non ci sono andato e riconosco che la scarsa scelta di candidati sia un punto a sfavore di queste primarie. Certo che se altri non si candidano, non se ne può fare una colpa a Veltroni.

  • 0

#56 Notker

    Scaruffiano

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 18302 Messaggi:

Inviato 16 ottobre 2007 - 10:58

la modalit√† scelta dal centro-sinistra di dar vita a questo nuovo soggetto politico √® uno degli atti democratici pi√Ļ "belli" (come direbbe TPS) vissuti dal nostro popolo; negarlo significa non comprendere appieno cosa E' una democrazia.
di contro, sono sempre stato scettico circa le scelte tempistiche, invero frettolose, che hanno portato alla nascita del PD; di questa "cosa" se ne era parlato per anni, si erano raccolte le opinioni pi√Ļ disparate, c'√® chi lo voleva in un modo chi in un altro, chi non lo voleva affatto, ecc. ecc. senza che mai nulla si muovesse.
a un certo punto poi, in particolare dopo i "richiami" di D'Alema sulla ventata antipolitica che iniziava a investire l'Italia e dopo il suo coinvolgimento in alcune indagini relative a vari scandali finanziari (nei quali era coinvolto lo stesso Fassino), c'è stata questa "accellerata" furiosa sulla nascita del PD. devo ammettere che la prima cosa che m'è venuta in mente è stata "Fassino & co. hanno l'acqua alla gola e stanno tramando sta cosa per salvarsi il culo in qualche modo".
il dubbio ancora rimane, un po'... ma devo ammettere che una consultazione che vede 3,5mln di cittadini che spontaneamente vanno a votare è davvero una bella prova di democrazia.
è chiaro che ci sono delle "imperfezioni", alcune anche vistose, come qualcuno ha richiamato precedentemente, ma nella sostanza siamo stati testimoni di un atto di nascita di un nuovo soggetto politico del tutto inusuale, almeno per quel che riguarda la storia politica italiana e addirittura europea. diciamo che la ciambella presenta un buco non perfettamente circolare ma, nella sostanza, la ciambella pare essere riuscita. anche perchè era fondamentale che il vincitore delle primarie vincesse con un largo margine, cosa che si è ampiamente verificata (al di là delle ridicole accuse di brogli).
è importante, invece, capire in che modo Veltroni adesso intenda gestire i primi passi; in che modo intenderà davvero relazionarsi con l'attuale maggioranza e con il governo. queste sono incognite importanti che pian piano si sveleranno.
cioè, pensate a come è nata Forza Italia, mio dio...

Il PD è un'anomalia, e resterà tale fin quando non farà i conti con il passato.


beh, allora diciamo che TUTTA la politica italiana √® un'anomalia... cazzate a parte, a me pare che i soggetti politici che avevano un passato "ingombrante" hanno tutti pi√Ļ o meno avviato da tempo dei processi di revisione ideologica e strutturale.
tirare in ballo il fascismo, quando si parla di AN, o il comunismo, quando si parla di DS, è sintomo di miopia, non è una cosa seria.
probabilmente (e qui sta il paradosso tutto italiano), l'unico partito a non aver fatto davvero i conti con il passato è proprio Forza Italia, che ereditò buona parte del pentapartito uscito a pezzi da tangentopoli.

L'antipolitica √® di destra, una destra perfida ed ingannatrice, che diffonde il malcontento in cui alligna ed in cui prevarica; √® antichissima e reazionaria, certi discorsi si facevano gi√† la mattina del 18 brumaio, al pomeriggio c’era la dittatura.


giudizio un po' troppo settario ma, sostanzialmente, non lontano dalla verità.
del resto il 30/04/1993 fuori l'hotel Rafael a lanciare le monetine a Craxi non erano mica i giovani del PCI ma quelli del MSI
  • 0
¬ę La schiena si piega solo quando l'anima √® gi√† piegata ¬Ľ
(Arturo Toscanini)

molti si chiedono se il pop/rock possa essere una forma d'arte musicale o meno; ebbene, lo è sicuramente... ma solo quando risponde al requisito esposto da Don Van Vliet:
¬ę Non voglio vendere la mia musica. Vorrei regalarla, perch√© da dove l'ho presa non bisogna pagare per averla ¬Ľ

#57 Ukrainian Roulette

    populista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7217 Messaggi:

Inviato 16 ottobre 2007 - 11:07

....


Se tu vivessi di milioni di Euro grazie a società fittizie e a scatole cinesi finanziate senza controllo come chessò...un Cesa o un Pittelli o un Bubbico o come uno degli innumerabili scagnozzi di Prodi,beh...allora capirei perchè ti danni tanto a sciorinare filippiche che stanno in piedi solo dal punto di vista dello stile.
  • -1
<p> ANDREA COSTANTINO LIBERO, GRAZIE RADIO LIBERTÀ !

#58 Guest_soul crew_*

  • Guests

Inviato 16 ottobre 2007 - 11:26

Il discorso sui programmi √© davvero pretestuoso. Se non vi siete informati, sono cavoli vostri. Ciascun candidato ha un sito che d√† un'idea pi√Ļ o meno chiara del tipo di politica che perseguono.
Che poi gli intenti e i programmi siano vaghi va da sé ma é comune a qualunque formazione politica. Certo che se voi andate a votare dopo esservi letti 500 pagine di programma ciclostilato ... complimenti.
Senza contare che i candidati si conoscono, si conosce la loro storia. Come si fa ad avere dei dubbi su quale partito fonderebbe Rosy Bindi?

Per inciso, io a votare non ci sono andato e riconosco che la scarsa scelta di candidati sia un punto a sfavore di queste primarie. Certo che se altri non si candidano, non se ne può fare una colpa a Veltroni.

sei in gradi di rispondere ad almeno una delle mie domande, alle quali nessuno ha ancora risposto?
ad esempio, dove si collocherà nello scacchiere europeo il PD? tu avevi le idee chiare su questo, quando sei andato a votare?
ed è solo un esempio eh
  • 0

#59 virginia wolf

    apota

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6639 Messaggi:

Inviato 16 ottobre 2007 - 11:43

Certo che se altri non si candidano, non se ne può fare una colpa a Veltroni.


Beata ingenuit√†  :)
Credi veramente che Bersani e la Finocchiaro abbiano deciso "autonomamente" di non candidarsi?



soul non ti aspettare risposte, non lo sanno!
Stanno tutti aspettando cosa dirà Veltroni.



Vorrei essere libero, libero come un uomo. Come un uomo che ha bisogno di spaziare con la propria fantasia e che trova questo spazio solamente nella sua democrazia. Che ha il diritto di votare e che passa la sua vita a delegare e nel farsi comandare ha trovato la sua nuova libertà

  • 0
Penso a come contiamo poco, come tutti contino poco; com'è travolgente e frenetica e imperiosa la vita, e come tutte queste moltitudini annaspino per restare a galla.

#60 Guest_miamotutti_*

  • Guests

Inviato 16 ottobre 2007 - 12:17

ad esempio, dove si collocherà nello scacchiere europeo il PD?


Su questo punto penso che ci siano pochi dubbi: escludendo il PPE e il PSE, dovrebbe entrare nel PDE di Rutelli e Bayrou.


Certo che se altri non si candidano, non se ne può fare una colpa a Veltroni.


Beata ingenuit√†  :)
Credi veramente che Bersani e la Finocchiaro abbiano deciso "autonomamente" di non candidarsi?


Che poi è la ragione principale per cui non sono andata a votare, oltre al fatto che non ho ancora capito cosa pensa Veltroni in materia di PACS, politica estera, ambiente ect.

Se tu vivessi di milioni di Euro grazie a società fittizie e a scatole cinesi finanziate senza controllo come chessò...un Cesa o un Pittelli o un Bubbico o come uno degli innumerabili scagnozzi di Prodi,beh...allora capirei perchè ti danni tanto a sciorinare filippiche che stanno in piedi solo dal punto di vista dello stile.


Ma leggi ancora Gaudenzi?  O_O

  • 0

#61 Brucaliffa

    mainstream Star

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2602 Messaggi:

Inviato 16 ottobre 2007 - 12:59


Certo che se altri non si candidano, non se ne può fare una colpa a Veltroni.


Beata ingenuit√†  :)
Credi veramente che Bersani e la Finocchiaro abbiano deciso "autonomamente" di non candidarsi?



soul non ti aspettare risposte, non lo sanno!
Stanno tutti aspettando cosa dirà Veltroni.



Vorrei essere libero, libero come un uomo. Come un uomo che ha bisogno di spaziare con la propria fantasia e che trova questo spazio solamente nella sua democrazia. Che ha il diritto di votare e che passa la sua vita a delegare e nel farsi comandare ha trovato la sua nuova libertà


Ma cosa bisognerebbe fare? L'approccio tuo e di soul mi sembra molto snob, a sentire certi vostri discorsi sembra che o si dedica la propria vita alla politica, magari come militanti iscritti ad un partito, o è persino inutile andare a votare... Sono felice di sentirmi libera proprio nella sarcastica accezione di Gaber, per fortuna posso delegare e spendere liberamente il mio tempo e i miei soldi. (e comunque, in questo caso a votare non ci sono andata, ma non certo sentendomi superiore e illuminata come chi definisce pecoroni gli elettori)
  • 0
Better Call Saul!

#62 Guest_soul crew_*

  • Guests

Inviato 16 ottobre 2007 - 13:04


ad esempio, dove si collocherà nello scacchiere europeo il PD?


Su questo punto penso che ci siano pochi dubbi: escludendo il PPE e il PSE, dovrebbe entrare nel PDE di Rutelli e Bayrou.

e quindi chi ha sostenuto la lista "a sinistra per veltroni" è stato fregato, dato che la propaganda di tale lista sull' adesione al pse è stata martellante.
qui, se si comincia a snocciolare punto per punto quale sarà l' azione di questo partito, cascano gli asini.
  • 0

#63 Guest_soul crew_*

  • Guests

Inviato 16 ottobre 2007 - 13:07



Certo che se altri non si candidano, non se ne può fare una colpa a Veltroni.


Beata ingenuit√†  :)
Credi veramente che Bersani e la Finocchiaro abbiano deciso "autonomamente" di non candidarsi?



soul non ti aspettare risposte, non lo sanno!
Stanno tutti aspettando cosa dirà Veltroni.



Vorrei essere libero, libero come un uomo. Come un uomo che ha bisogno di spaziare con la propria fantasia e che trova questo spazio solamente nella sua democrazia. Che ha il diritto di votare e che passa la sua vita a delegare e nel farsi comandare ha trovato la sua nuova libertà


Ma cosa bisognerebbe fare? L'approccio tuo e di soul mi sembra molto snob, a sentire certi vostri discorsi sembra che o si dedica la propria vita alla politica, magari come militanti iscritti ad un partito, o è persino inutile andare a votare... Sono felice di sentirmi libera proprio nella sarcastica accezione di Gaber, per fortuna posso delegare e spendere liberamente il mio tempo e i miei soldi. (e comunque, in questo caso a votare non ci sono andata, ma non certo sentendomi superiore e illuminata come chi definisce pecoroni gli elettori)

attenzione, io ho dato un' interpretazione diversa sul voto a quella dei pecoroni, la trovi pi√Ļ indietro.
non c' è bisogno di essere tanti bei soldatini militanti per rendersi conto che questo progetto nasce confuso.
io di delegare invece mi sono rotto e tutto quello che posso cerco di realizzarlo con il mio diretto interessamento. questo vorrei dalla politica.
  • 0

#64 Maldon

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 225 Messaggi:
  • LocationEurope

Inviato 16 ottobre 2007 - 13:09

Lì D'Alema si riferisce alla svolta della Bolognina. E cosa c'è di strano in quello che dice?


Per la Bolognina vale il principio: A posse ad esse non currit illatio.
Quanto dovremo ancora penare, benedetta Italia...

D'altronde, leggo in questa Discussione parole incoraggianti:
"la modalit√† scelta dal centro-sinistra di dar vita a questo nuovo soggetto politico √® uno degli atti democratici pi√Ļ "belli" (come direbbe TPS) vissuti dal nostro popolo; negarlo significa non comprendere appieno cosa E' una democrazia.

Ripeto, benedetta Italia.
Nonostante tutto va avanti, eppure non c'√® alcuna spiegazione logica che la sostenga...  asd

Meglio buttarla sul faceto ...
i post-comunisti conoscono a memoria i sillogismi aristotelici, per cui:
dal PDS si passa al Ds, per esaltare, con fine logica, la (D)emocrazia...
evviva l'Italia!  ;D

cordialità
krisis


  • 0
[4.48 Psychosis]
¬ęOmaggio a Sarah Kane. Le corde vocali di Staples diventano marmo su cui scivolano le parole della drammaturga britannica. Il mood Velvet Underground aleggia su questo brano...
√® il miglior momento di Waiting for the Moon.¬Ľ
Maldon

#65 Brucaliffa

    mainstream Star

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2602 Messaggi:

Inviato 16 ottobre 2007 - 13:19




Certo che se altri non si candidano, non se ne può fare una colpa a Veltroni.


Beata ingenuit√†  :)
Credi veramente che Bersani e la Finocchiaro abbiano deciso "autonomamente" di non candidarsi?



soul non ti aspettare risposte, non lo sanno!
Stanno tutti aspettando cosa dirà Veltroni.



Vorrei essere libero, libero come un uomo. Come un uomo che ha bisogno di spaziare con la propria fantasia e che trova questo spazio solamente nella sua democrazia. Che ha il diritto di votare e che passa la sua vita a delegare e nel farsi comandare ha trovato la sua nuova libertà


Ma cosa bisognerebbe fare? L'approccio tuo e di soul mi sembra molto snob, a sentire certi vostri discorsi sembra che o si dedica la propria vita alla politica, magari come militanti iscritti ad un partito, o è persino inutile andare a votare... Sono felice di sentirmi libera proprio nella sarcastica accezione di Gaber, per fortuna posso delegare e spendere liberamente il mio tempo e i miei soldi. (e comunque, in questo caso a votare non ci sono andata, ma non certo sentendomi superiore e illuminata come chi definisce pecoroni gli elettori)

attenzione, io ho dato un' interpretazione diversa sul voto a quella dei pecoroni, la trovi pi√Ļ indietro.


Sì sì lo so, ho letto tutto, quello è astro. asd

non c' è bisogno di essere tanti bei soldatini militanti per rendersi conto che questo progetto nasce confuso.
io di delegare invece mi sono rotto e tutto quello che posso cerco di realizzarlo con il mio diretto interessamento. questo vorrei dalla politica.


Che il progetto nasca confuso l'ho notato anch'io, infatti non sono andata a votare. Io invece dalla politica vorrei che fosse tutto pi√Ļ chiaro e trasparente possibile, in questo modo il voto sarebbe uno strumento di partecipazione efficace.


  • 0
Better Call Saul!

#66 paranoidandroid

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 517 Messaggi:

Inviato 16 ottobre 2007 - 13:40

A molti, tra coloro che criticano la mancanza di programmi e contenuti, sfugge il dato di fatto che il partito è ancora in fase costituente.
Si è votato il candidato che in vie molto generali e di principio, si riteneva potesse essere vicino alle proprie visioni per guidare la fase finale che culminerà con la costituzione del partito stesso.
Il partito non √® ancora nato. Star√† all'assemblea costituente, con la sua dialettica interna, entrare meglio nello specifico delle tematiche, sia dal punto di vista dell'organizzazione che dal punto di vista pi√Ļ concreto dei contenuti.
Niente di "costituito", ancora un po' di pazienza prima di scannarci come d'abitudine.
  • 0

#67 Haggard

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2729 Messaggi:

Inviato 16 ottobre 2007 - 17:37

Io sono di sinistra, ritengo per√≤ che la sinistra non debba votarsi all‚??opposizione eterna, in attesa della escatologia comunista e lasciare il governo ai reazionari, (tale √® la alternativa politica italiana); allora ritengo si debba cercare l‚??alleanza coi moderati che guardano a sinistra, gli eredi della sinistra storica risorgimentale, dell‚??azione cattolica, dei revisionisti del marxismo, per dar vita ad una formazione politica che abbia i numeri per governare; in questa operazione certo che si perde qualche connotazione di sinistra e si dicono poche cose di sinistra, ma vale la pena di tentare, purch√© non vengano snaturati i nostri principi fondanti. E comunque risanare i conti dello stato e fare liberalizzazioni che tolgano privilegi, sono cose di sinistra.

Due parole su Prodi, che mi sembra che quasi non venga nemmeno nominato. Il partito democratico √® una sua realizzazione, perseguita tenacemente per 12 anni, da quando ide√≤ l‚??ulivo, di cui Veltroni era il vice.
Prodi sarà addormentato, ma certo toglie il sonno a Berlusconi, che ha sconfitto due volte alle elezioni; non è vero che Prodi non piaccia agli italiani, non piace a quelli che vorrebbero che non piacesse.
Prodi ha cambiato radicalmente l'Italia, in meglio; da presidente dell'IRI ha introdotto il concetto che le imprese pubbliche non dovevano esser una pozzo mangiasoldi clientelare senza fondo; alla fine ha liquidato l'IRI, invenzione fascista e poi adottata dai democristiani; statalisti, (non comunisti), cui Prodi si è opposto con la teoria dello stato leggero; ha liquidato l'IRI con beneficio della finanza pubblica; il suo manifesto ideologico sono le lezioni di economia, un ciclo di conferenze tenuto in televisione negli anni 90 e poi edito in un libricino; il concetto di base è che lo stato controlla ed indirizza l'economia senza il possesso materiale dei beni di produzione, ma con le regole, le leggi e le autorità; concetti di Einaudi, ebbene si; Prodi è un cattolico laico, liberale di sinistra; (quel di sinistra non dovrebbe servire dopo la parola liberale, ma in Italia serve perchè il liberalismo è sempre stato diversamente inteso); il partito democratico è una idea notevole: mettere assieme, laicizzare e dare una identità a forze politiche che, o non l'hanno mai avuta ben definita come i cattolici di sinistra, o che la hanno perduta, come gli ex comunisti; è il compromesso storico di Moro, si, ma sublimato; va molto oltre Moro, perchè ha una valenza politica e programmatica; il compromesso storico di Moro, se mai attuato, sarebbe stata solo la alleanza di una base popolare di lavoratori che stava divisa in partiti e sindacati diversi.

il PD altro non √® che l‚??evoluzione dell‚??ulivo, nato nel 95 (?), che ha raccolto consensi ed aggregato la base, con un valore elettorale aggiunto rispetto alla somma aritmetica dei partiti sottostanti; la base, la base, ma i 3 milioni di cittadini che votano alle primarie, per il piacere di farlo, poich√© l'esito del voto era scontato, non sono acqua fresca; sono un nocciolo duro di cittadini che non si rassegnano all‚??antipolitica, su cui costruire.
L‚??antipolitica √® di destra, una destra perfida ed ingannatrice, che diffonde il malcontento in cui alligna ed in cui prevarica; √® antichissima e reazionaria, certi discorsi si facevano gi√† la mattina del 18 brumaio, al pomeriggio c‚??era la dittatura.
In politica la fusione √® pi√Ļ complicata della fissione, lo dimostra la travagliata storia dei socialisti italiani; fondersi significa rinunciare a identit√† e sovranit√†, ci vuole molto senso civico per farlo; significa che i cattolici di sinistra dovranno diventare politicamente laici e non √® poco, ed apprezzo lo sforzo della Bindi&C; che gli ex-comunisti dovranno diventare liberali di sinistra (Bersani docet), senza il passaggio intermedio attraverso il socialismo, ormai diventato obsoleto pure lui;
c'√® una base, c‚??√® un leader (ottimo), ci sono ottimi quadri intermedi che sanno governare bene; non dico che vada tutto bene e che non si potrebbe fare di meglio, ma mi sembra che la nascita del PD rappresenti un fatto epocale.


Sono interventi come questo che rendono la sezione Vota la Trippa! degna di essere seguita, secondo me. Complimenti.
  • 0

#68 Maldon

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 225 Messaggi:
  • LocationEurope

Inviato 16 ottobre 2007 - 18:42


Io sono di sinistra, ritengo per√≤ che la sinistra non debba votarsi all‚??opposizione eterna, in attesa della escatologia comunista e lasciare il governo ai reazionari, (tale √® la alternativa politica italiana); allora ritengo si debba cercare l‚??alleanza coi moderati che guardano a sinistra, gli eredi della sinistra storica risorgimentale, dell‚??azione cattolica, dei revisionisti del marxismo, per dar vita ad una formazione politica che abbia i numeri per governare; in questa operazione certo che si perde qualche connotazione di sinistra e si dicono poche cose di sinistra, ma vale la pena di tentare, purch√© non vengano snaturati i nostri principi fondanti. E comunque risanare i conti dello stato e fare liberalizzazioni che tolgano privilegi, sono cose di sinistra.

Due parole su Prodi, che mi sembra che quasi non venga nemmeno nominato. Il partito democratico √® una sua realizzazione, perseguita tenacemente per 12 anni, da quando ide√≤ l‚??ulivo, di cui Veltroni era il vice.
Prodi sarà addormentato, ma certo toglie il sonno a Berlusconi, che ha sconfitto due volte alle elezioni; non è vero che Prodi non piaccia agli italiani, non piace a quelli che vorrebbero che non piacesse.
Prodi ha cambiato radicalmente l'Italia, in meglio; da presidente dell'IRI ha introdotto il concetto che le imprese pubbliche non dovevano esser una pozzo mangiasoldi clientelare senza fondo; alla fine ha liquidato l'IRI, invenzione fascista e poi adottata dai democristiani; statalisti, (non comunisti), cui Prodi si è opposto con la teoria dello stato leggero; ha liquidato l'IRI con beneficio della finanza pubblica; il suo manifesto ideologico sono le lezioni di economia, un ciclo di conferenze tenuto in televisione negli anni 90 e poi edito in un libricino; il concetto di base è che lo stato controlla ed indirizza l'economia senza il possesso materiale dei beni di produzione, ma con le regole, le leggi e le autorità; concetti di Einaudi, ebbene si; Prodi è un cattolico laico, liberale di sinistra; (quel di sinistra non dovrebbe servire dopo la parola liberale, ma in Italia serve perchè il liberalismo è sempre stato diversamente inteso); il partito democratico è una idea notevole: mettere assieme, laicizzare e dare una identità a forze politiche che, o non l'hanno mai avuta ben definita come i cattolici di sinistra, o che la hanno perduta, come gli ex comunisti; è il compromesso storico di Moro, si, ma sublimato; va molto oltre Moro, perchè ha una valenza politica e programmatica; il compromesso storico di Moro, se mai attuato, sarebbe stata solo la alleanza di una base popolare di lavoratori che stava divisa in partiti e sindacati diversi.

il PD altro non √® che l‚??evoluzione dell‚??ulivo, nato nel 95 (?), che ha raccolto consensi ed aggregato la base, con un valore elettorale aggiunto rispetto alla somma aritmetica dei partiti sottostanti; la base, la base, ma i 3 milioni di cittadini che votano alle primarie, per il piacere di farlo, poich√© l'esito del voto era scontato, non sono acqua fresca; sono un nocciolo duro di cittadini che non si rassegnano all‚??antipolitica, su cui costruire.
L‚??antipolitica √® di destra, una destra perfida ed ingannatrice, che diffonde il malcontento in cui alligna ed in cui prevarica; √® antichissima e reazionaria, certi discorsi si facevano gi√† la mattina del 18 brumaio, al pomeriggio c‚??era la dittatura.
In politica la fusione √® pi√Ļ complicata della fissione, lo dimostra la travagliata storia dei socialisti italiani; fondersi significa rinunciare a identit√† e sovranit√†, ci vuole molto senso civico per farlo; significa che i cattolici di sinistra dovranno diventare politicamente laici e non √® poco, ed apprezzo lo sforzo della Bindi&C; che gli ex-comunisti dovranno diventare liberali di sinistra (Bersani docet), senza il passaggio intermedio attraverso il socialismo, ormai diventato obsoleto pure lui;
c'√® una base, c‚??√® un leader (ottimo), ci sono ottimi quadri intermedi che sanno governare bene; non dico che vada tutto bene e che non si potrebbe fare di meglio, ma mi sembra che la nascita del PD rappresenti un fatto epocale.


Sono interventi come questo che rendono la sezione Vota la Trippa! degna di essere seguita, secondo me. Complimenti.


Classico messaggio di chi ha esaurito le frecce al proprio arco,
ovvero non ha ben compreso i termini della questione.
Benedetta Italia...

cordialità
krisis

  • 0
[4.48 Psychosis]
¬ęOmaggio a Sarah Kane. Le corde vocali di Staples diventano marmo su cui scivolano le parole della drammaturga britannica. Il mood Velvet Underground aleggia su questo brano...
√® il miglior momento di Waiting for the Moon.¬Ľ
Maldon

#69 Brucaliffa

    mainstream Star

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2602 Messaggi:

Inviato 16 ottobre 2007 - 18:58

Solo perch√© avresti voluto che lo dicesse a te...  asd
  • 0
Better Call Saul!

#70 astrodomini

    ...

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 9181 Messaggi:

Inviato 16 ottobre 2007 - 19:00

krisis o la smetti o la smetti. La tua saccenteria e i tuoi "benedetta l'Italia" e similari aggiungono zero a questa sezione, spero tu decida di scendere dal piedistallo e inizi ad argomentare perchè il tuo comportamento è piuttosto irritante.
  • 0

the music that forced the world into future


#71 juL fu Sig.M.

    Utente paraolimpionico

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 8878 Messaggi:

Inviato 16 ottobre 2007 - 19:19

krisis o la smetti o la smetti. La tua saccenteria e i tuoi "benedetta l'Italia" e similari aggiungono zero a questa sezione, spero tu decida di scendere dal piedistallo e inizi ad argomentare perchè il tuo comportamento è piuttosto irritante.


Però dopo aver rotto il cazzo su Prodi e l'Iri (te e altri molto simili) ora quoti uno che ne elogia i pregi di capitano d'impresa come se avesse scritto un trattato accademico. Insomma è difori krisis, questo è un dato di fatto e lo sanno sicuramente anche a casa sua, ma anche te sei un po' strano.
  • 0

#72 astrodomini

    ...

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 9181 Messaggi:

Inviato 16 ottobre 2007 - 19:27


krisis o la smetti o la smetti. La tua saccenteria e i tuoi "benedetta l'Italia" e similari aggiungono zero a questa sezione, spero tu decida di scendere dal piedistallo e inizi ad argomentare perchè il tuo comportamento è piuttosto irritante.


Però dopo aver rotto il cazzo su Prodi e l'Iri (te e altri molto simili) ora quoti uno che ne elogia i pregi di capitano d'impresa come se avesse scritto un trattato accademico. Insomma è difori krisis, questo è un dato di fatto e lo sanno sicuramente anche a casa sua, ma anche te sei un po' strano.


Sei un po' fuori anche tu stasera? Io non ho quotato nessuno, forse ti sei confuso! :P
Il comportamento di krisis non mi piace da un po' di tempo e ho colto l'ennesima uscita per segnalarlo pubblicamente al diretto interessato.



  • 0

the music that forced the world into future


#73 juL fu Sig.M.

    Utente paraolimpionico

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 8878 Messaggi:

Inviato 16 ottobre 2007 - 19:42



krisis o la smetti o la smetti. La tua saccenteria e i tuoi "benedetta l'Italia" e similari aggiungono zero a questa sezione, spero tu decida di scendere dal piedistallo e inizi ad argomentare perchè il tuo comportamento è piuttosto irritante.


Però dopo aver rotto il cazzo su Prodi e l'Iri (te e altri molto simili) ora quoti uno che ne elogia i pregi di capitano d'impresa come se avesse scritto un trattato accademico. Insomma è difori krisis, questo è un dato di fatto e lo sanno sicuramente anche a casa sua, ma anche te sei un po' strano.


Sei un po' fuori anche tu stasera? Io non ho quotato nessuno, forse ti sei confuso! :P
Il comportamento di krisis non mi piace da un po' di tempo e ho colto l'ennesima uscita per segnalarlo pubblicamente al diretto interessato.




Oppps chiedo venia astrodominio, ti ho sbagliato con Vanquish, spero mi perdonerai, in fondo è un ragazzo in gamba.
  • 0

#74 Maldon

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 225 Messaggi:
  • LocationEurope

Inviato 16 ottobre 2007 - 19:50

E scendiamo da questo ‚??benedetto‚?Ě piedistallo.
Innanzitutto, sarebbe auspicabile capire se il mio primo messaggio √® stato artatamente interpretato, ovvero si tratta di semplice ‚??fraintendimento‚?Ě.

Non mi piace vestire i panni dell‚??anti-comunista, √® una posizione retriva che non mi appartiene, anche perch√© so bene quanto sudore comunista c‚??√® voluto per erigere questo stato italiano. Epper√≤ la ragione storica deve mantenere un‚??algida distanza dai contrafforti partitici, e questo, mi rendo conto, √® opera titanica.
Sono del parere che una ricognizione storico-politica meno ‚??compromessa‚?Ě dell‚??epoca che va dal 1978 al 1993 √® di fondamentale importanza per ‚??leggere‚?Ě l‚??attuale situazione politica.
Il riformismo modernamente inteso germoglia in quel periodo, e Craxi non può essere ignorato in tal senso.
Gli si pu√≤ addebitare una politica fin troppo disinvolta nel perseguimento dei suoi obiettivi, ma si trattava di un realismo per certi versi necessario: i socialisti erano pur sempre una minoranza, il senso della gradualit√† non poteva costituire una risposta concreta all‚??immobilismo delle forze catto-comuniste. QUEL partito socialista era una forza centrifuga, che sentiva fortemente i valori democratici, i valori liberali, i valori cristiani, i valori nazionali, aperto alle collaborazioni democratiche.
L‚??instancabile volont√† riformatrice di Craxi, la sua fiducia (cieca?) nell‚??intrinseca forza logica della politica lo port√≤ a compiere un grave errore di valutazione, con il senno di poi un abbaglio fatale. Nel 1991 avrebbe potuto forzare il governo alle elezioni anticipate, e costringere i comunisti ad allearsi con il PSI. Non lo fece, non lo fece perch√© era convinto che il passo decisivo dovesse realizzarsi, come la logica politica imponeva, fuori dalle aule. Non aveva fatto i conti con lo spirito di auto-conservazione dei post-comunisti, il loro furore anti-socialista.
Illuminanti, in tal senso, le dichiarazioni di D‚??Alema  che ho sottoposto alla vostra attenzione.
Se qualcuno pensa che l'anima socialista sia in pensione sbaglia. Del resto, lo dimostra il fatto che una forza socialdemocratica esiste in tutti i Paesi europei. Ci vuole rispetto per una storia ricca e importante come quella del socialismo, anche per evitare di impoverire il dibattito politico.
Il PD ha lasciato vuoto lo spazio del socialismo liberale, spostandosi su posizioni neocentriste con forti caratterizzazioni clericali, quando invece dovrebbe essere un grande contenitore plurale e modernizzatore con confini pi√Ļ ampi di quelli che erano dell'Ulivo e in grado di garantire il giusto protagonismo al socialismo liberale. Non mi pare che abbia aderito al PSE.
Ora √® pi√Ļ chiaro perch√© considero il PD un fraintendimento,
un'anomalia?


cordialità
krisis
  • 0
[4.48 Psychosis]
¬ęOmaggio a Sarah Kane. Le corde vocali di Staples diventano marmo su cui scivolano le parole della drammaturga britannica. Il mood Velvet Underground aleggia su questo brano...
√® il miglior momento di Waiting for the Moon.¬Ľ
Maldon

#75 Haggard

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2729 Messaggi:

Inviato 16 ottobre 2007 - 20:52




krisis o la smetti o la smetti. La tua saccenteria e i tuoi "benedetta l'Italia" e similari aggiungono zero a questa sezione, spero tu decida di scendere dal piedistallo e inizi ad argomentare perchè il tuo comportamento è piuttosto irritante.


Però dopo aver rotto il cazzo su Prodi e l'Iri (te e altri molto simili) ora quoti uno che ne elogia i pregi di capitano d'impresa come se avesse scritto un trattato accademico. Insomma è difori krisis, questo è un dato di fatto e lo sanno sicuramente anche a casa sua, ma anche te sei un po' strano.


Sei un po' fuori anche tu stasera? Io non ho quotato nessuno, forse ti sei confuso! :P
Il comportamento di krisis non mi piace da un po' di tempo e ho colto l'ennesima uscita per segnalarlo pubblicamente al diretto interessato.




Oppps chiedo venia astrodominio, ti ho sbagliato con Vanquish, spero mi perdonerai, in fondo è un ragazzo in gamba.


Io non ci sto capendo un cazzo (mica ho mai parlato di ciò che ha fatto Prodi e all'IRI, è uno dei chiodi fissi di Russian). E che vuol dire "Insomma è difori krisis, questo è un dato di fatto e lo sanno sicuramente anche a casa sua" ?? Veramente mi sfugge il significato.
  • 0

#76 ouspen

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1011 Messaggi:

Inviato 16 ottobre 2007 - 21:38

Il PD ha lasciato vuoto lo spazio del socialismo liberale, spostandosi su posizioni neocentriste con forti caratterizzazioni clericali, quando invece dovrebbe essere un grande contenitore plurale e modernizzatore con confini pi√Ļ ampi di quelli che erano dell'Ulivo e in grado di garantire il giusto protagonismo al socialismo liberale. Non mi pare che abbia aderito al PSE.
Ora √® pi√Ļ chiaro perch√© considero il PD un fraintendimento,
un'anomalia?


aderire al partito socialista europeo? ma scusa, non è evidente che si va verso il modello americano? lo hanno chiamato Partito Democratico, mi pare una dichiarazione d'intenti che lascia poco spazio all'immaginazione.
  • 0

#77 verdoux

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2835 Messaggi:

Inviato 16 ottobre 2007 - 22:04

 
Il PD ha lasciato vuoto lo spazio del socialismo liberale, spostandosi su posizioni neocentriste con forti caratterizzazioni clericali, quando invece dovrebbe essere un grande contenitore plurale e modernizzatore con confini pi√Ļ ampi di quelli che erano dell'Ulivo e in grado di garantire il giusto protagonismo al socialismo liberale. Non mi pare che abbia aderito al PSE.


posizioni neocentriste .... caraterizzazioni clericali ... contenitore ..... garantire il giusto protagonismo protagonismo al socialismo liberale .... adesione al PSE


parole in libera uscita  ;D!

scusa scherzo, √® tardi e sono stanco; il tuo orologio della storia √® indietro di parecchi anni, cosa c'entra il partito socialista? sei fuori sincrono pi√Ļ di Ghezzi a fuori orario;

confermo, non ha ancora aderito al PSE, anzi non ha ancora una linea politica, prima di averla bisogna costituirsi ed esistere; per ora √® un partito democratico, laico e liberale orientato a sinistra; altro non so e sarebbe grave saperlo; vorrebbe dire che √® stata tutta una operazione di vertice, programmata, precostituita, per occupare spazi di potere, (forse a questo punto sarebbe pi√Ļ appropriato dire di opposizione);
  • 0

#78 Maldon

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 225 Messaggi:
  • LocationEurope

Inviato 16 ottobre 2007 - 22:19


Il PD ha lasciato vuoto lo spazio del socialismo liberale, spostandosi su posizioni neocentriste con forti caratterizzazioni clericali, quando invece dovrebbe essere un grande contenitore plurale e modernizzatore con confini pi√Ļ ampi di quelli che erano dell'Ulivo e in grado di garantire il giusto protagonismo al socialismo liberale. Non mi pare che abbia aderito al PSE.
Ora √® pi√Ļ chiaro perch√© considero il PD un fraintendimento,
un'anomalia?


aderire al partito socialista europeo? ma scusa, non è evidente che si va verso il modello americano? lo hanno chiamato Partito Democratico, mi pare una dichiarazione d'intenti che lascia poco spazio all'immaginazione.


Ahhhh ... già ... il partito democratico ... primarie ... modello americano ...
ma che sbadato che sono!
Chissà perché il buon Sartori non se n'è accorto!
Sarà perché il concetto di "partito" non è proprio equivalente?
Beh, a me sorgerebbe questo dubbio.

Quanto a Verdoux, cosa dire...
se non conosci il partito socialista non è certo un mio problema.
Se pensi che la mia idea è anacronista non è un mio problema.
Se il tuo concetto di sinistra è "sinistro"... non è un mio problema.
Se pensi che il PD sia un "fatto epocale" non √® un mio problema... semmai dell'Italia!  asd

cordialità
krisis


  • 0
[4.48 Psychosis]
¬ęOmaggio a Sarah Kane. Le corde vocali di Staples diventano marmo su cui scivolano le parole della drammaturga britannica. Il mood Velvet Underground aleggia su questo brano...
√® il miglior momento di Waiting for the Moon.¬Ľ
Maldon

#79 juL fu Sig.M.

    Utente paraolimpionico

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 8878 Messaggi:

Inviato 16 ottobre 2007 - 22:33





krisis o la smetti o la smetti. La tua saccenteria e i tuoi "benedetta l'Italia" e similari aggiungono zero a questa sezione, spero tu decida di scendere dal piedistallo e inizi ad argomentare perchè il tuo comportamento è piuttosto irritante.


Però dopo aver rotto il cazzo su Prodi e l'Iri (te e altri molto simili) ora quoti uno che ne elogia i pregi di capitano d'impresa come se avesse scritto un trattato accademico. Insomma è difori krisis, questo è un dato di fatto e lo sanno sicuramente anche a casa sua, ma anche te sei un po' strano.


Sei un po' fuori anche tu stasera? Io non ho quotato nessuno, forse ti sei confuso! :P
Il comportamento di krisis non mi piace da un po' di tempo e ho colto l'ennesima uscita per segnalarlo pubblicamente al diretto interessato.




Oppps chiedo venia astrodominio, ti ho sbagliato con Vanquish, spero mi perdonerai, in fondo è un ragazzo in gamba.


Io non ci sto capendo un cazzo (mica ho mai parlato di ciò che ha fatto Prodi e all'IRI, è uno dei chiodi fissi di Russian). E che vuol dire "Insomma è difori krisis, questo è un dato di fatto e lo sanno sicuramente anche a casa sua" ?? Veramente mi sfugge il significato.


Nulla, lascia fare, ma sappi che prima dell'incidente ero normale.
  • 0

#80 Guest_Maori Tattoo_*

  • Guests

Inviato 17 ottobre 2007 - 07:02

Prendiamo solo il peggio dall` America (cit.)
  • 0

#81 virginia wolf

    apota

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6639 Messaggi:

Inviato 17 ottobre 2007 - 07:35


Ma cosa bisognerebbe fare? L'approccio tuo e di soul mi sembra molto snob, a sentire certi vostri discorsi sembra che o si dedica la propria vita alla politica, magari come militanti iscritti ad un partito, o è persino inutile andare a votare... Sono felice di sentirmi libera proprio nella sarcastica accezione di Gaber, per fortuna posso delegare e spendere liberamente il mio tempo e i miei soldi. (e comunque, in questo caso a votare non ci sono andata, ma non certo sentendomi superiore e illuminata come chi definisce pecoroni gli elettori)

Cercare di essere uomini-individuo e non uomini-massa. Essere consapevoli di essere cittadini e non sudditi. Non farsi strumentalizzare rifiutandosi, per esempio, di partecipare a questo tipo di operazioni pseudo-democratiche.
Pretendere dai politici chiarezza e trasparenza rifiutandosi di votare al buio, altrimenti poi non ci possiamo lamentare se i politici si servono della democrazia anziché servirla.

La democrazia √® sicuramente il sistema politico pi√Ļ faticoso perch√©
‚??non promette nulla a nessuno, ma richiede molto a tutti‚?Ě.




Il PD ha lasciato vuoto lo spazio del socialismo liberale, spostandosi su posizioni neocentriste con forti caratterizzazioni clericali, quando invece dovrebbe essere un grande contenitore plurale e modernizzatore con confini pi√Ļ ampi di quelli che erano dell'Ulivo e in grado di garantire il giusto protagonismo al socialismo liberale.


Condivido.

  • 0
Penso a come contiamo poco, come tutti contino poco; com'è travolgente e frenetica e imperiosa la vita, e come tutte queste moltitudini annaspino per restare a galla.

#82 verdoux

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2835 Messaggi:

Inviato 17 ottobre 2007 - 07:49



Il PD ha lasciato vuoto lo spazio del socialismo liberale, spostandosi su posizioni neocentriste con forti caratterizzazioni clericali, quando invece dovrebbe essere un grande contenitore plurale e modernizzatore con confini pi√Ļ ampi di quelli che erano dell'Ulivo e in grado di garantire il giusto protagonismo al socialismo liberale.


Condivido.



Io no.

Il PD non ha lasciato nessun vuoto, anzi non ha ancora fatto nulla, perchè si sta costituendo.
Decideremo noi la linea politica.

Sembra che la politica sia diventata un prodotto di consumo che si compra e che si vende, ma che viene fabbricato altrove; una realtà fenomenica non modificabile dalla nostra presenza e/o partecipazione ed imposta da altri, marziani chissà da dove arrivati, che perseguono disegni perversi e imperscrutabili fin dalla notte dei tempi; sembrano gli dei greci, che hanno preso il potere, scacciando altri, e inamovibili si fanno i loro giochi.

Mah
  • 0

#83 juL fu Sig.M.

    Utente paraolimpionico

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 8878 Messaggi:

Inviato 17 ottobre 2007 - 07:58




Il PD ha lasciato vuoto lo spazio del socialismo liberale, spostandosi su posizioni neocentriste con forti caratterizzazioni clericali, quando invece dovrebbe essere un grande contenitore plurale e modernizzatore con confini pi√Ļ ampi di quelli che erano dell'Ulivo e in grado di garantire il giusto protagonismo al socialismo liberale.


Condivido.



Io no.

Il PD non ha lasciato nessun vuoto, anzi non ha ancora fatto nulla, perchè si sta costituendo.
Decideremo noi la linea politica.

Sembra che la politica sia diventata un prodotto di consumo che si compra e che si vende, ma che viene fabbricato altrove; una realtà fenomenica non modificabile dalla nostra presenza e/o partecipazione ed imposta da altri, marziani chissà da dove arrivati, che perseguono disegni perversi e imperscrutabili fin dalla notte dei tempi; sembrano gli dei greci, che hanno preso il potere, scacciando altri, e inamovibili si fanno i loro giochi.

Mah


Se mi spieghi il "come" poi sono d'accordo con te.
  • 0

#84 verdoux

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2835 Messaggi:

Inviato 17 ottobre 2007 - 08:19





Il PD ha lasciato vuoto lo spazio del socialismo liberale, spostandosi su posizioni neocentriste con forti caratterizzazioni clericali, quando invece dovrebbe essere un grande contenitore plurale e modernizzatore con confini pi√Ļ ampi di quelli che erano dell'Ulivo e in grado di garantire il giusto protagonismo al socialismo liberale.


Condivido.



Io no.

Il PD non ha lasciato nessun vuoto, anzi non ha ancora fatto nulla, perchè si sta costituendo.
Decideremo noi la linea politica.

Sembra che la politica sia diventata un prodotto di consumo che si compra e che si vende, ma che viene fabbricato altrove; una realtà fenomenica non modificabile dalla nostra presenza e/o partecipazione ed imposta da altri, marziani chissà da dove arrivati, che perseguono disegni perversi e imperscrutabili fin dalla notte dei tempi; sembrano gli dei greci, che hanno preso il potere, scacciando altri, e inamovibili si fanno i loro giochi.

Mah


Se mi spieghi il "come" poi sono d'accordo con te.


anche il come lo decideremo noi; noi siamo quelli che intendono partecipare alla vita politica, non tirarsi fuori, sentirsi, almeno per la sessantamilionesi parte di competenza, responsabili di ciò che avviene in italia; per ora 3 milioni di persone hanno manifestato intreresse per l'iniziativa; non sono per la politica del "loro", loro chi? bella autogiustificazione per tirarsi fuori ed non assumersi responsabilità!
  • 0

#85 Pickpocket

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 663 Messaggi:

Inviato 17 ottobre 2007 - 08:25

Berselli su Repubblica, mi pare dell'altro ieri.

I perfettisti

I perfettisti sono i seguaci del perfettismo. Ad esempio quelli che non sono andati a votare per le primarie del Pd perch√© il nuovo partito non era abbastanza liberale, socialista, popolare, democratico, insomma perch√© non era perfetto. Sono quelli che sono disposti a dimenticare le tristi necessit√† del presente in vista di un futuro che sar√† molto migliore e forse anche molto pi√Ļ futuro. Sono le vittime di una malattia inguaribile per la cultura della sinistra. Dove conta essere ‚??scomodi‚?Ě, dove importa manifestare ‚??disagio‚?Ě, dove conviene mostrarsi ‚??mai soddisfatti‚?Ě. I perfettisti, sempre preda di quella nevrosi che √® un peccato anche per la fede, in quanto ¬ęsacrifica i beni presenti all‚??immaginata futura perfezione¬Ľ (Rosmini). Per il perfettismo la socialdemocrazia √® un‚??abdicazione, il gradualismo √® una rinuncia, le libert√† borghesi sono formali, le riforme sono banali. Sono sempre i migliori, i perfettisti: chiusi nella loro orgogliosa sicurezza, sicuri di possedere la verit√†. Poi certe volte arriva il popolo, che a forza di schede travolge le aspettative. E allora potrebbe anche capitare di vedere gli idolatri della perfezione spalancare la boccuccia per la sorpresa: perch√© qualche volta anche i perfettisti fanno ‚??oh‚?Ě.
  • 0

#86 Claudio

    I am what I play

  • Administrators
  • 38791 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 17 ottobre 2007 - 08:27

Cercare di essere uomini-individuo e non uomini-massa. Essere consapevoli di essere cittadini e non sudditi. Non farsi strumentalizzare rifiutandosi, per esempio, di partecipare a questo tipo di operazioni pseudo-democratiche.
Pretendere dai politici chiarezza e trasparenza rifiutandosi di votare al buio, altrimenti poi non ci possiamo lamentare se i politici si servono della democrazia anziché servirla.


Premesso che: 1) non sono andato a votare per le primarie; 2) non sono mai stato iscritto a un partito; ho l'impressione che davvero tu stia mancando di rispetto verso milioni di persone che fanno/hanno fatto una scelta di quel tipo.
Chi ti dice che anche la tua scelta di votare in un certo modo a un referendum non sia un modo per farsi strumentalizzare dalla forze politiche che l'hanno promosso, magari per motivi completamente diversi da quelli che immagini? E, soprattutto, chi ti dice che chi aderisce a un partito o chi ha votato a queste primarie lo faccia "al buio", senza chiedere nulla in cambio o senza avere un'idea di ciò che quel partito sarà?
Mi sembra un atteggiamento molto presuntuoso, perch√© in ogni paese e in ogni sistema politico l'elettore non pu√≤ godere di questo rapporto esclusivista di "do ut des" con i suoi rappresentanti politici, eppure ha tutto il diritto di continuare a sostenerli e di continuare a chiedere loro certe cose. Non vedo alcuna contraddizione in ci√≤. Se fosse cos√¨ semplice il rapporto elettore-eletti, la politica sarebbe un'equazione di primo grado, invece - fortunatamente e sfortunatamente - √® qualcosa di molto pi√Ļ complesso.
  • 0

#87 Guest_Maori Tattoo_*

  • Guests

Inviato 17 ottobre 2007 - 08:31

Virginiawolf se fossi in Italia non sai cosa ti farei... ;)
  • 0

#88 virginia wolf

    apota

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6639 Messaggi:

Inviato 17 ottobre 2007 - 09:26

Premesso che: 1) non sono andato a votare per le primarie; 2) non sono mai stato iscritto a un partito; ho l'impressione che davvero tu stia mancando di rispetto verso milioni di persone che fanno/hanno fatto una scelta di quel tipo.
Chi ti dice che anche la tua scelta di votare in un certo modo a un referendum non sia un modo per farsi strumentalizzare dalla forze politiche che l'hanno promosso, magari per motivi completamente diversi da quelli che immagini? E, soprattutto, chi ti dice che chi aderisce a un partito o chi ha votato a queste primarie lo faccia "al buio", senza chiedere nulla in cambio o senza avere un'idea di ciò che quel partito sarà?
Mi sembra un atteggiamento molto presuntuoso, perch√© in ogni paese e in ogni sistema politico l'elettore non pu√≤ godere di questo rapporto esclusivista di "do ut des" con i suoi rappresentanti politici, eppure ha tutto il diritto di continuare a sostenerli e di continuare a chiedere loro certe cose. Non vedo alcuna contraddizione in ci√≤. Se fosse cos√¨ semplice il rapporto elettore-eletti, la politica sarebbe un'equazione di primo grado, invece - fortunatamente e sfortunatamente - √® qualcosa di molto pi√Ļ complesso.

Chissà perché, ci tenete tutti a dire di non essere andati a votare. Va beh.

Non giochiamo con le parole, esprimere una critica non è né mancanza di rispetto né presunzione.
E‚?? presuntuoso pretendere, prima di andare a votare, di sapere esattamente quale sar√† il programma di quel partito e di quel leader? O √® invece un nostro diritto.
Il Csx ha criticato, giustamente, la nuova legge elettorale che ci ha imposto di votare per liste bloccate decise dai partiti, e poi adesso loro propongono una lista bloccata decisa dal partito, senza oltretutto informare l‚??elettore, esattamente, quale linea politica seguiranno.
Accidenti, ma sembra solo a me una presa per i fondelli?


La strumentalizzazione √® sempre dietro l‚??angolo e chiss√† anch‚??io quante volte ne sono stata vittima, lo so benissimo. Con questo non mi arrendo e cerco, per quanto possibile, di non essere usata.

  • 0
Penso a come contiamo poco, come tutti contino poco; com'è travolgente e frenetica e imperiosa la vita, e come tutte queste moltitudini annaspino per restare a galla.

#89 tupelo

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3218 Messaggi:

Inviato 17 ottobre 2007 - 09:37

Virginiawolf se fossi in Italia non sai cosa ti farei... ;)


E quest'altro invece che senso avrebbe?
Usare i messagi privati ti sembra tanto brutto?
  • 0

#90 verdoux

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2835 Messaggi:

Inviato 17 ottobre 2007 - 09:39

 
E‚?? presuntuoso pretendere, prima di andare a votare, di sapere esattamente quale sar√† il programma di quel partito e di quel leader? O √® invece un nostro diritto.




ma veramente sei stato/a invitato a votare proprio per eleggere gli organi che faranno la linea politica del partito; è un partito in fase costituente;


  • 0

#91 Maldon

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 225 Messaggi:
  • LocationEurope

Inviato 17 ottobre 2007 - 10:08


Premesso che: 1) non sono andato a votare per le primarie; 2) non sono mai stato iscritto a un partito; ho l'impressione che davvero tu stia mancando di rispetto verso milioni di persone che fanno/hanno fatto una scelta di quel tipo.
Chi ti dice che anche la tua scelta di votare in un certo modo a un referendum non sia un modo per farsi strumentalizzare dalla forze politiche che l'hanno promosso, magari per motivi completamente diversi da quelli che immagini? E, soprattutto, chi ti dice che chi aderisce a un partito o chi ha votato a queste primarie lo faccia "al buio", senza chiedere nulla in cambio o senza avere un'idea di ciò che quel partito sarà?
Mi sembra un atteggiamento molto presuntuoso, perch√© in ogni paese e in ogni sistema politico l'elettore non pu√≤ godere di questo rapporto esclusivista di "do ut des" con i suoi rappresentanti politici, eppure ha tutto il diritto di continuare a sostenerli e di continuare a chiedere loro certe cose. Non vedo alcuna contraddizione in ci√≤. Se fosse cos√¨ semplice il rapporto elettore-eletti, la politica sarebbe un'equazione di primo grado, invece - fortunatamente e sfortunatamente - √® qualcosa di molto pi√Ļ complesso.

Chissà perché, ci tenete tutti a dire di non essere andati a votare. Va beh.

Non giochiamo con le parole, esprimere una critica non è né mancanza di rispetto né presunzione.
E‚?? presuntuoso pretendere, prima di andare a votare, di sapere esattamente quale sar√† il programma di quel partito e di quel leader? O √® invece un nostro diritto.
Il Csx ha criticato, giustamente, la nuova legge elettorale che ci ha imposto di votare per liste bloccate decise dai partiti, e poi adesso loro propongono una lista bloccata decisa dal partito, senza oltretutto informare l‚??elettore, esattamente, quale linea politica seguiranno.
Accidenti, ma sembra solo a me una presa per i fondelli?


La strumentalizzazione √® sempre dietro l‚??angolo e chiss√† anch‚??io quante volte ne sono stata vittima, lo so benissimo. Con questo non mi arrendo e cerco, per quanto possibile, di non essere usata.


Cara Virginia,
c'è che la verità è rivoluzionaria,
e allora i neo-conservatori fiutano il pericolo e si arroccano nel vecchio maniero, quello sprovvisto di contrafforti ma sprofondato in fitte nebbie.
E' una storia già vista, in Italia.
Me la raccontava mio nonno, poi è stato il turno di mio padre e, temo,
dovrò raccontarla ai miei nipoti.
Che l'accordo elettorale tra Ds e Margherita nasca con ben altre finalità da quelle riformiste dovrebbe essere un fatto assodato, così non è evidentemente.
Che si tratti della riedizione, in peggio, dopo trentaquattro anni, del compromesso storico a cui i margheritiani hanno imposto un'ulteriore deriva confessionale è un fatto altrettanto inoppugnabile, così non è evidentemente.
I dirigenti dell'ex Pci hanno finora accuratamente evitato di fare i conti con il passato.
C'ha provato, recentemente, Fassino, immediatamente gambizzato dai "continuisti" (brutto termine ma efficace).La sindrome "Berlinguer" è ancora attuale.
In politica le cose si tengono sempre tutte, rughe comprese.
L'operazione lifting non potrà nasconderle per troppo tempo.

Gi√†, ma noi siamo "perfettini" ...  asd

cordialità
krisis
  • 0
[4.48 Psychosis]
¬ęOmaggio a Sarah Kane. Le corde vocali di Staples diventano marmo su cui scivolano le parole della drammaturga britannica. Il mood Velvet Underground aleggia su questo brano...
√® il miglior momento di Waiting for the Moon.¬Ľ
Maldon

#92 astrodomini

    ...

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 9181 Messaggi:

Inviato 17 ottobre 2007 - 10:39

Il PD non ha lasciato nessun vuoto, anzi non ha ancora fatto nulla, perchè si sta costituendo.
Decideremo noi la linea politica.


Anche il programma del governo attuale lo dovevamo decidere "noi" (qualcuno ricorda la mitica fabbrica?), peccato che in pi√Ļ di un anno non siano riusciti nemmeno a risolvere quello su cui tutti "noi" eravamo sicuramente concordi: il conflitto di interessi.

Comunque beato chi ci crede, si vede che ha ancora tanta fiducia in un partito fondato fondamentalmente dalla solita gente nata e vissuta in un sistema sempre pi√Ļ marcio comandato da uno che fa politica da eoni. La verit√† √® che questa √® l'ultima carta che questi politici si giocano (per loro stessa ammissione) e il passato non tende certo a loro favore. Il PD √® l'ennesimo rifacimento del trucco, triste che basti questo a molti per continuare a credere (ma siamo un paese di cattolici e il PD √® cattolico, in teoria tutto fila!).
  • 0

the music that forced the world into future


#93 ouspen

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1011 Messaggi:

Inviato 17 ottobre 2007 - 11:17

il programma del Pd è fin troppo chiaro.
  • 0

#94 Claudio

    I am what I play

  • Administrators
  • 38791 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 17 ottobre 2007 - 11:30

(ma siamo un paese di cattolici e il PD è cattolico, in teoria tutto fila!).


E' un partito laico, con un leader laico, una prevalenza di iscritti laica e una componente di cattolicesimo di sinistra. Mettiamo i puntini sulle i. Altrimenti rifacciamo il Mucchio Selvaggio, e mi sembrerebbe una lettura un po' superficiale. Che poi il Pd debba fare i conti, come tutta la politica italiana, con una pressante ingerenza delle gerarchie ecclesiastiche e che alcuni suoi dirigenti le sentano particolarmente pressanti è un altro discorso.
Dubito tra l'altro che siamo davvero un paese di cattolici...
  • 0

#95 Ukrainian Roulette

    populista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7217 Messaggi:

Inviato 17 ottobre 2007 - 11:40


Chissà perché, ci tenete tutti a dire di non essere andati a votare. Va beh.

Non giochiamo con le parole, esprimere una critica non è né mancanza di rispetto né presunzione.
E‚?? presuntuoso pretendere, prima di andare a votare, di sapere esattamente quale sar√† il programma di quel partito e di quel leader? O √® invece un nostro diritto.
Il Csx ha criticato, giustamente, la nuova legge elettorale che ci ha imposto di votare per liste bloccate decise dai partiti, e poi adesso loro propongono una lista bloccata decisa dal partito, senza oltretutto informare l‚??elettore, esattamente, quale linea politica seguiranno.
Accidenti, ma sembra solo a me una presa per i fondelli?


Te lo dico io (che ho provato a farlo) perchè nessuno dice di essere andato a votare.
Perchè a loro non sta bene nessuno dei candidati imposti,tanto meno quel veltroni che preferirebbero di parola e col turbante in testa a dar da mangiare ai bimbi in Africa,piuttosto che impegnato a ricucire e tamponare l'emorragia di consensi causata da questo governo.
E mi sembra che sei l'unica ad aver colto il concetto che ho grassettato,soprattutto quel che riguarda proprio la chiusura delle liste ( chi ha sostenuto quelle d'appoggio a Veltroni poi,vengono tutti dalla veterodemocraziacristiana...pensa che salto di qualità).
Vogliamo fare gli ammericani? E facciamolo fino in fondo allora! Imitiamo le primarie a stelle e striscie e facciamo partire le eliminatorie dalla base,dove si candida chiunque abbia la voglia di farlo.E se passa il turno si fa il culo per un anno per passare i successivi,non in questo modo farsesco altrettanto quanto quello che vide trionfare Prodi nell'esperimento precedente.( A proposito,il testimone chiave dell'omicidio Fortugno,ucciso mentre votava a quelle primarie,s'√® stranamente tolto la vita proprio ieri   :'( )

P.S.
Queste carnevalate pseudo democratico-progressiste non fanno altro che legittimare la stessa carnevalata che verrà messa in scena dal CDX quando nascerà il partito unico.E qualcuno di sinistra canterà vittoria perchè magari andranno a votare solo due milioni di illusi.
Che popolino....
  • -1
<p> ANDREA COSTANTINO LIBERO, GRAZIE RADIO LIBERTÀ !

#96 sheikyerbouti

    anti-intellettuale, coerente, obiettivo, ironico, arguto, spacca

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 15807 Messaggi:
  • Locationmilano

Inviato 17 ottobre 2007 - 11:46

Dubito tra l'altro che siamo davvero un paese di cattolici...

hai ragione, l'italia non è un paese di cattolici ma di bigotti... come francesco "cicciobello" rutelli, gioppino nelle mani della super ambiziosa moglie, barbara palombelli.

buona giornata.
  • 0

#97 astrodomini

    ...

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 9181 Messaggi:

Inviato 17 ottobre 2007 - 11:54


(ma siamo un paese di cattolici e il PD è cattolico, in teoria tutto fila!).


E' un partito laico, con un leader laico, una prevalenza di iscritti laica e una componente di cattolicesimo di sinistra. Mettiamo i puntini sulle i. Altrimenti rifacciamo il Mucchio Selvaggio, e mi sembrerebbe una lettura un po' superficiale. Che poi il Pd debba fare i conti, come tutta la politica italiana, con una pressante ingerenza delle gerarchie ecclesiastiche e che alcuni suoi dirigenti le sentano particolarmente pressanti è un altro discorso.
Dubito tra l'altro che siamo davvero un paese di cattolici...


Volevo dire che esiste una componente cattolica importante e abbiamo visto quanto questa può essere decisiva al momento di decidere sui temi "etici" chiave.
Ha ragione lo sceicco comunque, magari fossimo un paese di cattolici (intesi nel senso coerente del termine) invece siamo un solo un paese di "cattolici da cabina elettorale" (cioè che si ricordano della religione solo quando bisogna esternare "moralità" o compiere atti che non contribuiscono a colpire direttamente la propria vita privata).
  • 0

the music that forced the world into future


#98 Guest_soul crew_*

  • Guests

Inviato 17 ottobre 2007 - 12:49




Il PD ha lasciato vuoto lo spazio del socialismo liberale, spostandosi su posizioni neocentriste con forti caratterizzazioni clericali, quando invece dovrebbe essere un grande contenitore plurale e modernizzatore con confini pi√Ļ ampi di quelli che erano dell'Ulivo e in grado di garantire il giusto protagonismo al socialismo liberale.


Condivido.




Io no.

Il PD non ha lasciato nessun vuoto, anzi non ha ancora fatto nulla, perchè si sta costituendo.
Decideremo noi la linea politica.

Sembra che la politica sia diventata un prodotto di consumo che si compra e che si vende, ma che viene fabbricato altrove; una realtà fenomenica non modificabile dalla nostra presenza e/o partecipazione ed imposta da altri, marziani chissà da dove arrivati, che perseguono disegni perversi e imperscrutabili fin dalla notte dei tempi; sembrano gli dei greci, che hanno preso il potere, scacciando altri, e inamovibili si fanno i loro giochi.

Mah

mah, appunto.
trovo arduo dire che deciderete voi cosa sarà e come sarà, ormai il vostro compitino di votare alle primarie l' avete fatto, ora decideranno i capi e saranno legittimati dai 2.400 delegati della costituente (mi preme ricordare che il partito comunista cinese va a congresso con 2.000 delegati, in un paese da 2 miliardi di abitanti, ecco le riduzioni dei costi della politica millantate)

se avessero voluto farvi costruire a voi il partito, avrebbero mandato intanto dei "sondaggi" nelle sezioni, al fine di decidere l' orientamento almeno sui grandi temi.
il nodo della laicità non è stato sciolto, il nodo dell' appartenza europea nemmeno, il nodo delle politiche economiche tanto meno, tanto per fare esempi.
avrebbero avuto pi√Ļ senso le "primarie delle idee" (√® quello che si propongono di fare i partiti di sinistra e seguir√≤ con molta attenzione), piuttosto che quelle per legittimare un leader che √® leader di un contenitore vuoto.

persino il centrodestra sta per lanciare un cantiere delle idee, sono pi√Ļ democratici di voi.
  • 0

#99 Brucaliffa

    mainstream Star

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2602 Messaggi:

Inviato 17 ottobre 2007 - 14:55



Chissà perché, ci tenete tutti a dire di non essere andati a votare. Va beh.

Non giochiamo con le parole, esprimere una critica non è né mancanza di rispetto né presunzione.
E‚?? presuntuoso pretendere, prima di andare a votare, di sapere esattamente quale sar√† il programma di quel partito e di quel leader? O √® invece un nostro diritto.
Il Csx ha criticato, giustamente, la nuova legge elettorale che ci ha imposto di votare per liste bloccate decise dai partiti, e poi adesso loro propongono una lista bloccata decisa dal partito, senza oltretutto informare l‚??elettore, esattamente, quale linea politica seguiranno.
Accidenti, ma sembra solo a me una presa per i fondelli?


Te lo dico io (che ho provato a farlo) perchè nessuno dice di essere andato a votare.
Perchè a loro non sta bene nessuno dei candidati imposti,tanto meno quel veltroni che preferirebbero di parola e col turbante in testa a dar da mangiare ai bimbi in Africa,piuttosto che impegnato a ricucire e tamponare l'emorragia di consensi causata da questo governo.
E mi sembra che sei l'unica ad aver colto il concetto che ho grassettato,soprattutto quel che riguarda proprio la chiusura delle liste ( chi ha sostenuto quelle d'appoggio a Veltroni poi,vengono tutti dalla veterodemocraziacristiana...pensa che salto di qualità).
Vogliamo fare gli ammericani? E facciamolo fino in fondo allora! Imitiamo le primarie a stelle e striscie e facciamo partire le eliminatorie dalla base,dove si candida chiunque abbia la voglia di farlo.E se passa il turno si fa il culo per un anno per passare i successivi,non in questo modo farsesco altrettanto quanto quello che vide trionfare Prodi nell'esperimento precedente.( A proposito,il testimone chiave dell'omicidio Fortugno,ucciso mentre votava a quelle primarie,s'√® stranamente tolto la vita proprio ieri   :'( )


Quoto, sono questi i motivi per cui non ho votato. Dopo tante chiacchiere sul rinnovamento, le liste bloccate sono una contraddizione troppo forte da tollerare rispetto alle dichiarazioni d‚??intenti. Fassino le giustifica con la necessit√† di avere un 50% di presenza femminile, che sarebbe stata penalizzata dalla possibilit√† di esprimere le preferenze, bah.
Invece nella risposta che mi ha dato virginia continuo a riscontrare il perfettismo descritto nell'articolo quotato da pickpocket... io chiedo cosa bisognerebbe fare quasi come provocazione, e mi sento rispondere che devo imparare a essere individuo e non massa, cittadino e non suddito, mah.. presunzione e retorica.
  • 0
Better Call Saul!

#100 verdoux

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2835 Messaggi:

Inviato 17 ottobre 2007 - 15:12

se avessero voluto farvi costruire a voi il partito, avrebbero mandato intanto dei "sondaggi" nelle sezioni, al fine di decidere l' orientamento almeno sui grandi temi.



sondaggi? sono state fatte assemblee con libertà di parola, di opinione e di voto, sul contributo programmatico dei democratici di sinistra per il partito democratico, cui ho partecipato, seppure non iscritto;
  • 0




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi