Vai al contenuto


Foto
* * * * - 4 Voti

Sondaggio: Situazione Sezione Pietre Miliari


  • Please log in to reply
238 replies to this topic

Sondaggio: Sondaggio: Situazione Sezione Pietre Miliari (57 utente(i) votanti)

Sei soddisfatto dello stato attuale della sezione "Pietre Miliari"?

  1. (22 voti [38.60%])

    Percentuale di voti: 38.60%

  2. No (35 voti [61.40%])

    Percentuale di voti: 61.40%

Nel caso fosse modificata, come vorresti lo fosse?

  1. Divisione per singoli paesi (2 voti [3.51%])

    Percentuale di voti: 3.51%

  2. Divisione UK/USA - italiane - altri paesi/lingue (12 voti [21.05%])

    Percentuale di voti: 21.05%

  3. Divisione per decennio (3 voti [5.26%])

    Percentuale di voti: 5.26%

  4. Divisione per genere/macro-genere (7 voti [12.28%])

    Percentuale di voti: 12.28%

  5. Vorrei diventasse una pagina molto più dinamica, filtrabile a seconda dei criteri scelti dall'utente (30 voti [52.63%])

    Percentuale di voti: 52.63%

  6. Altro / non so (3 voti [5.26%])

    Percentuale di voti: 5.26%

Pensi che ci siano pietre non meritevoli?

  1. Sì, ma non ne toglierei nessuna (37 voti [64.91%])

    Percentuale di voti: 64.91%

  2. Sì, e bisognerebbe toglierne qualcuna (16 voti [28.07%])

    Percentuale di voti: 28.07%

  3. No, quelle che ci sono vanno bene (4 voti [7.02%])

    Percentuale di voti: 7.02%

In generale, ti piacerebbe ci fossero più pietre miliari di paesi extra UK/USA / non anglofoni?

  1. (49 voti [85.96%])

    Percentuale di voti: 85.96%

  2. No (8 voti [14.04%])

    Percentuale di voti: 14.04%

Voto I visitatori non possono votare

#1 ping-pong

ping-pong

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 396 Messaggi:

Inviato 11 luglio 2020 - 23:44

pietre-miliari.jpg

(pietre miliari allo stato brado)


Per chi si fosse perso le puntate precedenti, vada qui

Per farla breve, alcuni utenti suggeriscono di dividere le pietre non anglofone o comunque extra UK/USA (la stragrande maggioranza) dal resto (come viene già fatto per quelle italiane), altri tra cui il Direttore Claudio si oppongono proponendo speciali o altre cose.

L'utenza cosa ne pensa?


  • 1

#2 Gozer

Gozer

    :3

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22053 Messaggi:

Inviato 11 luglio 2020 - 23:47

Non so quanto buona possa essere l'idea di questo sondaggio, ma su richiesta dell'autore del thread modifico il messaggio.  ?_?


  • 0
RYM ___ i contenuti

"SOVIET SAM" un blog billizzimo

#3 ping-pong

ping-pong

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 396 Messaggi:

Inviato 12 luglio 2020 - 00:09

Non so quanto buona possa essere l'idea di questo sondaggio, ma su richiesta dell'autore del thread modifico il messaggio. ?_?

 

Grazie :)

Alla fine è tutto in funzione del benessere del sito, confrontarsi non fa male e nessuno ci guadagna dall'avere ragione o no. Penso che anche a Claudio possa interessare il feedback di una porzione più ampia di utenti.


  • 0

#4 Monzaemon

Monzaemon

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2786 Messaggi:

Inviato 12 luglio 2020 - 00:52

Non mi è ancora del tutto chiaro come funzionerebbe la sezione mondo: in base a quale criterio un Veloso sarebbe da collocare tra le pietre "normali" è una Costa tra quelle world? Solo in base alla popolarità ottenuta in Italia?

Altri dubbi: il Kraut? Il french-touch? Qua in alcuni casi di album instrumentali o quasi cadrebbe anche il vincolo della lingua.

Quel che posso dire: la svolta non anglofona mi sembra interessante da cavalcare, divisione delle sezioni o no qualche pietra in più sicuramente non guasterebbe.
  • 0

#5 ping-pong

ping-pong

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 396 Messaggi:

Inviato 12 luglio 2020 - 04:10

Non mi è ancora del tutto chiaro come funzionerebbe la sezione mondo: in base a quale criterio un Veloso sarebbe da collocare tra le pietre "normali" è una Costa tra quelle world? Solo in base alla popolarità ottenuta in Italia?

Altri dubbi: il Kraut? Il french-touch? Qua in alcuni casi di album instrumentali o quasi cadrebbe anche il vincolo della lingua.

Quel che posso dire: la svolta non anglofona mi sembra interessante da cavalcare, divisione delle sezioni o no qualche pietra in più sicuramente non guasterebbe.

 

Io senza stravolgere più di tanto in fondo alla liste delle pietre - esattamente come avviente con le italiane - separerei quelle non anglofone/extra UK-USA. Ciò le metterebbe più in risalto, proprio come i dischi italiani che sono più facili da individuare fuori dal listone. E li ci metti i vari dischi kraut, francesi, polacchi, etc. strumentali o non. Tutto questo perché già c'è la separazione Italia-resto, ma i dischi UK-USA oltre a fare mondo a sè sono in numero così grande che un po' soffocano i dischi di altri paesi. Poi nuove sezioni non so, lì è più complicato, per questo ho scritto "sezione/divisione."


  • 0

#6 World Elite

World Elite

    Gran Visir Onniscente della Musica Non-Anglofona

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 192 Messaggi:

Inviato 12 luglio 2020 - 05:50

Sono bungle, ho votato per sbaglio con world elite
  • 0

#7 treeCyclo

treeCyclo

    Stroncatore di capolavori (con nonchalance)

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 910 Messaggi:

Inviato 12 luglio 2020 - 06:51

Se sono favorevole a leggere più pietre "dal mondo" ma sono contrario a farne una sorta di riserva indiana perchè ogni pietra deve avere pari dignità (io sarei anche per abolire la categoria "pietre miliari italiane"), voto sì o voto no?


  • 1

#8 bungle

bungle

    -

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 284 Messaggi:

Inviato 12 luglio 2020 - 07:38

Se sono favorevole a leggere più pietre "dal mondo" ma sono contrario a farne una sorta di riserva indiana perchè ogni pietra deve avere pari dignità (io sarei anche per abolire la categoria "pietre miliari italiane"), voto sì o voto no?

 

questo è quello che penso anche io, però a quanto pare la redazione è contraria a contaminare le attuali sezioni con troppe pietre non anglofone. La proposta del sondaggio dovrebbe essere un compromesso. Io comunque se proprio si deve fare una sezione ad hoc userei come discriminante la lingua non inglese ( mettere Bjork nelle pietre dal mondo farebbe alquanto ridere)


  • 0

"And the sea isn't green
And I love the queen
And what exactly is a dream?
And what exactly is a joke?"


#9 cool as kim deal

cool as kim deal

    Utente contro le bonus track

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12822 Messaggi:
  • LocationLooking Corsica, Feeling Corsico

Inviato 12 luglio 2020 - 08:02

Manca l'opzione "sciacquatevi dal cazzo e fatevi una vita"
  • -1
FATE TORNARE LO SPECCHIETTO DI RYM IN FIRMA

#10 Monzaemon

Monzaemon

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2786 Messaggi:

Inviato 12 luglio 2020 - 08:04

Ecco, quale sorte toccherebbe ai vari vari Bjork, dEUS e co?
  • 0

#11 Gozer

Gozer

    :3

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22053 Messaggi:

Inviato 12 luglio 2020 - 09:08

Manca l'opzione "sciacquatevi dal cazzo e fatevi una vita"

 

Quello che penso ogni volta che leggo un tuo intervento in sostanza.

 

 

Riguardo al sondaggio, per me l'ideale sarebbe dividere tutto per nazione semplicemente, anche UK e USA. 

Darebbe una grande riordinata al tutto, che al momento è un marasma.

 

"Pietre dal mondo" o no, l'importante sarebbe aumentare il numero delle pietre non anglofone, ma qui mi viene detto che concederne anche solo una a paese, quando l'UK e gli USA ne hanno tipo trecento a testa, sarebbe una ESAGERAZIONE. 

Io capisco la sottomissione culturale, ma qui siamo alla più totale acriticità.


  • 2
RYM ___ i contenuti

"SOVIET SAM" un blog billizzimo

#12 Kerzhakov91

Kerzhakov91

    Born too late

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4459 Messaggi:
  • LocationSan Pietroburgo, Russia

Inviato 12 luglio 2020 - 09:49

Riguardo al sondaggio, per me l'ideale sarebbe dividere tutto per nazione semplicemente, anche UK e USA. 

 

I Pretenders (primo esempio che mi viene in mente) sono americani o inglesi? Come fai a stabilirlo? 


  • 0

#13 solaris

solaris

    Simmetriade.

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6259 Messaggi:

Inviato 12 luglio 2020 - 09:55

Dividere le pietre per macro origine geografica è una pippina pretestuosa e un po' fuori dal tempo.

 

Continuare ad aggiungere "pietre miliari" all'infinito su ogni album piaciuto molto, idem.

 

Miglior servizio all'utenza e ai posteri sarebbe fornire dei raccordi fra queste pietre, dei metodi di orientamento.

 

 

My 2 cents.


  • 3

#14 Claudio

Claudio

    I am what I play

  • Administrators
  • 35281 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 12 luglio 2020 - 09:57

Io capisco la sottomissione culturale, ma qui siamo alla più totale acriticità.

 
...disse colui che si accingeva a pubblicare una pietra miliare polacca di Grechuta & Anawa sulla medesima rivista, in una home dove già campeggia lo speciale su Kazik e Twój ból jest lepszy niż mój. Siamo alle comiche, davvero.


  • 1

#15 Gonzo

Gonzo

    Twenty-Three Lubed Up Schizophrenics With Delusions of Grandeur

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1144 Messaggi:

Inviato 12 luglio 2020 - 10:16

Entro a gamba tesa senza sapere nulla della discussione avuta in precedenza. Secondo me la demarcazione etnica tra pietre miliari non é una grandissima idea.
Penso per esempio al metal, dove paesi non anglofoni hanno avuto un peso pari se non superiore (in certi periodi storici) a UK e USA. Ok che Transilvanian Hunger non avrà mai la pietra qui, ma se mai dovesse averla l'idea di attaccarci il bollino etnico, quando invece l'influenza di quel disco é globale non mi sconfinfera e cosi ci sono tanti altri esempi.

Sottolineare invece grandi dischi anche da scene locali non é una cattiva idea. Se il problema é che si ritiene che il post-punk polacco non abbia segnato il resto della storia del rock non mi sembra un problema considerando che ci sono pietre per album che non hanno influenzato niente e sono solo ritenuti grandi dischi dalla redazione.
  • 0

the best ever death metal band out of Denton
never settled on a name.
but the top three contenders, after weeks of debate,
were Satan's Fingers, and the Killers, and the Hospital Bombers.


#16 Pancakes

Pancakes

    Frankly, my dear, I don’t give a damn

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1649 Messaggi:
  • LocationWhere the Iron Crosses Grow

Inviato 12 luglio 2020 - 10:49

Entro a gamba tesa senza sapere nulla della discussione avuta in precedenza. Secondo me la demarcazione etnica tra pietre miliari non é una grandissima idea.
Penso per esempio al metal, dove paesi non anglofoni hanno avuto un peso pari se non superiore (in certi periodi storici) a UK e USA. Ok che Transilvanian Hunger non avrà mai la pietra qui, ma se mai dovesse averla l'idea di attaccarci il bollino etnico, quando invece l'influenza di quel disco é globale non mi sconfinfera e cosi ci sono tanti altri esempi.

Sottolineare invece grandi dischi anche da scene locali non é una cattiva idea. Se il problema é che si ritiene che il post-punk polacco non abbia segnato il resto della storia del rock non mi sembra un problema considerando che ci sono pietre per album che non hanno influenzato niente e sono solo ritenuti grandi dischi dalla redazione.

 

Il metal è la vera musica globale ma l'aver abbracciato sovente l'idioma inglese [così come altre volte no] credo abbia comunque aiutato.

 

Il criterio di miliarizzazione da fuori mi è sempre sembrato la pregiatezza e importanza / influenza nel rispettivo genere, cosa al quale il successo di pubblico è subordinato e/o consequenziale ma comunque di secondaria importanza [e il pubblico è comunque quello del genere del disco di volta in volta].

 

Di dischi non anglofoni e prospettive "globali" ne vorrei tante, ma comunque non vivrei la separazione delle sezioni come una ghettizzazione, visto che ce lo siamo detto e ridetti che in un certo tipo di bolla tendenzialmente ci siamo cresciuti. Quindi piano piano uscirne, senza far passare però che non ci sia mai stata.


  • 1

The core principle of freedom
Is the only notion to obey


#17 Gozer

Gozer

    :3

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22053 Messaggi:

Inviato 12 luglio 2020 - 11:16

 

Io capisco la sottomissione culturale, ma qui siamo alla più totale acriticità.

 
...disse colui che si accingeva a pubblicare una pietra miliare polacca di Grechuta & Anawa sulla medesima rivista, in una home dove già campeggia lo speciale su Kazik e Twój ból jest lepszy niż mój. Siamo alle comiche, davvero.

 

Ma che o c'entra il jukebox su Kazik? E la pietra su Grechuta sarà la NONA pietra miliare in sei anni che scrivo per il sito. Roba davvero da asciugarsi il sudore eh?

Quante pietre non anglofone ci sono al momento? E quante anglofone? Ti sembra proporzionata la cosa?

 

Io stesso ne ho pubblicate 47 di pietre, di cui 33 sono anglofone, 5 italiane e 9 dal resto del mondo...

 

davvero non ti rendi conto quanto siamo sbilanciati verso UK e USA?

"Eh ma lo sono tutti i siti di musica rock": appunto!


  • 0
RYM ___ i contenuti

"SOVIET SAM" un blog billizzimo

#18 Gozer

Gozer

    :3

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22053 Messaggi:

Inviato 12 luglio 2020 - 11:39

Il criterio di miliarizzazione da fuori mi è sempre sembrato la pregiatezza e importanza / influenza nel rispettivo genere, cosa al quale il successo di pubblico è subordinato e/o consequenziale ma comunque di secondaria importanza [e il pubblico è comunque quello del genere del disco di volta in volta].

 

Non è così, come già detto da Gonzo è pieno di dischi che non hanno influenzato un bel niente e che hanno l'unico merito di piacere al redattore che li ha miliarizzati. Gli esempi sono tanti, li ho già fatti.

 

 

I Pretenders (primo esempio che mi viene in mente) sono americani o inglesi? Come fai a stabilirlo? 

 

Ogni loro disco è All songs written by Chrissie Hynde except where noted: erano praticamente la sua band, e infatti a oggi è l'unico membro fisso, quindi si possono mettere negli USA senza traumi.
 
Non ce ne sono poi molti altri di questi casi, capisco che per te i Pretenders siano l'epicentro della musica tutta, però mi pare esagerato evitare una divisione che porterebbe ordine fra centinaia di dischi per una singola band, che comunque si può catalogare visto che c'è un membro stra-dominante.
 
Sarebbe come avere dubbi sul mettere i Napoli Centrale fra le pietre italiane: fra i loro fondatori, metà erano angloamericani. O come chiedersi se Jimi Hendrix possa essere messo fra gli americani dato che gli altri Experience non lo erano... lievemente forzato non trovi?

  • 0
RYM ___ i contenuti

"SOVIET SAM" un blog billizzimo

#19 Damy

Damy

    pophead

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11601 Messaggi:

Inviato 12 luglio 2020 - 11:44

La divisione geografica non mi piace molto, così come già non mi piace quella italiana anche se ne capisco l'origine e soprattutto l'aspetto pratico. Più che farne un dibattito filosofico io mi concentrerei su quel paginone delle pietre miliari che è diventato davvero troppo lungo e amorfo. Si potrebbe fare una suddivisione in:

 

1) anno di pubblicazione del disco - già c'è l'opzione nella finestrella a capo pagina, ma è minuscola e forse sarebbe il caso di mettere delle suddivisioni in capitoli anche nel corpo della lista. Certo questa è una scelta alquanto sommaria, ma che penso possa incuriosire il lettore: tantissimi ascoltatori più casuali di noi spesso fanno riferimento a un periodo storico preciso (solitamente dall'adolescenza ai 29 anni) entro il quale scoprono e si appassionano, ma poi tendono a fermarsi. Un capitolo per anno metterebbe in luce il fatto che oltre a Nevermind nel 1991 c'è stato anche molto altro, magari in nazioni non anglofone.

 

2) genere musicale - qui chiaramente si incontrerebbero più problemi pratici, ma in linea di massima direi che il lavoro di catalogazione in parte viene già fatto durante l'inserimento della recensione quando vanno scelti i generi e la sezione. Quindi suddividere la pagina in new wave, elettronica, avanguardia, prog, jazz, soul/funk/r&b, songwriter ecc, potrebbe essere d'aiuto, oltre a fornire chiavi di lettura che vadano oltre il solito "prog = Genesis". Anche in quel caso mi pare sacrosanto che accanto a grandi cantautori come Young e Battisti ce ne siano altrettanti polacchi e cinesi.


  • 3
OR

#20 Gozer

Gozer

    :3

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22053 Messaggi:

Inviato 12 luglio 2020 - 11:55

Mi aggancio al discorso di Damy: io concordo sul fatto che una sezione a parte non sia necessaria in realtà.

Nel senso, personalmente la vorrei, ma anche non si facesse e si scegliesse un altro metodo divisorio (tipo quello per anno), mi andrebbe bene lo stesso.

 

Il punto è un altro, e il sondaggio non lo tocca: ossia, mettere più pietre da paesi non anglofoni rispetto alle pochissime (e sono davvero pochissime eh) che ci sono al momento, arricchirebbe il sito, o è tutto un complotto di Gozer il cattivone per mettersi al centro dell'attenzione?

 

A me sembra che molti, anche chi storce il naso sul dargli una rubrica a parte, stiano dicendo essenzialmente che fare più pietre non anglofone sarebbe una cosa molto salutare per il sito.


  • 2
RYM ___ i contenuti

"SOVIET SAM" un blog billizzimo




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq