Vai al contenuto


Foto
- - - - -

"animals" Dei Pink Floyd: Pareri Contrastanti


  • Please log in to reply
43 replies to this topic

#1 wetton76

wetton76

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 276 Messaggi:

Inviato 09 maggio 2018 - 18:54

Ciao a tutti,

apro un thread specifico su questo disco molto particolare, del quale mi pare manca una recensione su Ondarock.

 

Dunque come già anticipato nel titolo penso si tratti di uno dei dischi più controversi dei mitici Pink Floyd!

 

Da una parte si trovano pareri che lo definiscono: un disco di transizione, il peggior disco dei Pink Floyd (contiene la bella "Dogs", ma il resto è Disco Music da quattro soldi, cit.), un disco mediocre, etc.

 

Dall'altra si legge che sia addirittura il miglior album dei Pink Floyd o quantomeno un disco "innovativo".

 

Personalmente lo ritengo un disco interessante che non mi dispiace, dalla chiara struttura progressive-rock (direi quasi tripartito alla Yes), anche se forse i due precedenti Dark Side e Wish You Were Here avevano un sound più ricco e fantasioso...

 

A voi la parola!  :)


  • 0

#2 Eugenio

Eugenio

    Sporco Lennoniano Fanatico [(C) BillyBud]

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2179 Messaggi:

Inviato 09 maggio 2018 - 20:27

Questi pareri da una parte e dall'altra è la prima volta che li leggo.
  • 0
QUANDO SI SPARA, SI SPARA! NON SI PARLA!

#3 G.Harr

G.Harr

    populista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5619 Messaggi:

Inviato 09 maggio 2018 - 21:00

Ciao,a me pare manchi una rece....


  • 0

Qua sul forum non è mai sbarcato un povero profugo o un povero clandestino, ovviamente.

Ma è approdato dopo lunga deriva un bisognoso di un qualche aiuto, magari non lo ha chiesto, poverino aveva evidenti sbandamenti emotivi oltre che psicologici...ha chiesto di essere cancellato perchè gli sono arrivati solo calci in faccia, derisione e manifestazione di fastidio per la sola presenza...che per lorsignori significava rompere l'idilliaca armonia tipica degli attaccabrighe benpensanti, la fottuta rogna di dover leggere ( chissà perchè poi ) le sue inestricabili parabole di giochi di parole fatte per liberare il proprio pensiero...e ovviamente l'invasione del loro territorio.

 

W la solidarietà. Quella vera !


#4 Eugenio

Eugenio

    Sporco Lennoniano Fanatico [(C) BillyBud]

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2179 Messaggi:

Inviato 10 maggio 2018 - 09:12

Nella monografia della band credo che ci sia. Una rece a parte vorebbe sottintendere che è una pietra miliare, ma Animals per quanto sia un disco tutt'altro che brutto non è certo una PM.
  • 0
QUANDO SI SPARA, SI SPARA! NON SI PARLA!

#5 spatuzzo

spatuzzo

    jealous guy

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 20272 Messaggi:

Inviato 10 maggio 2018 - 22:05

per quanto ne so, Animals non fu molto apprezzato dalla critica del tempo, oggi invece è stato rivalutato

qui sul forum ne parlano tutti molto bene, Dogs come un capo ecc...

a me personalmente non piace e l'unica che apprezzo è Sheep


  • 0

#6 wago

wago

    FURTHERMORE

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 18341 Messaggi:
  • LocationBergamo

Inviato 11 maggio 2018 - 05:08

Coi Pink Floyd ho attraversato varie fasi.
Ho iniziato col primo, che m'è piaciuto, ma appena scoperti i Pink Floyd dell'era Gilmour/Waters lo stacco dei secondi sul periodo Barrettiano è stato netto.
Per un tot il mio preferito è stato il classico The Dark Side of the Moon. Poi pian piano Wish You Were Here ha preso il suo posto. Animals lo ascoltavo poco, mi sembrava un po' un pasticcio, meno incisivo, più sbrodolato e fuori fuoco.

 

Ora saranno dieci anni o più che è senz'altro il mio top. È il loro album più scuro e avvolgente, con tracce memorabili fin dai primissimi passaggi che però poi costruiscono e crescono e si infittiscono sempre più.
Non capisco eventuali accuse di essere "disco music": quella casomai c'è un pochino in The Wall... Animals è semmai il disco più (tardo) prog della carriera della band, e suppongo sia anche per questo che lo prediligo.


  • 3

#7 spatuzzo

spatuzzo

    jealous guy

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 20272 Messaggi:

Inviato 11 maggio 2018 - 07:26

in verità ai tempi si parlò di Punk Floyd, non di disco

la forte patina tardo prog incupisce e trasmuta in una particolare new wave, cosi è come nel successivo album

ho riascoltato Dogs e mi son ricordato di averla rivalutata pure io asd

un misto tra soul e progressive


  • 1

#8 Fidelio

Fidelio

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 686 Messaggi:

Inviato 11 maggio 2018 - 07:47

Coi Pink Floyd ho attraversato varie fasi.
Ho iniziato col primo, che m'è piaciuto, ma appena scoperti i Pink Floyd dell'era Gilmour/Waters lo stacco dei secondi sul periodo Barrettiano è stato netto.
Per un tot il mio preferito è stato il classico The Dark Side of the Moon. Poi pian piano Wish You Were Here ha preso il suo posto. Animals lo ascoltavo poco, mi sembrava un po' un pasticcio, meno incisivo, più sbrodolato e fuori fuoco.

 

Ora saranno dieci anni o più che è senz'altro il mio top. È il loro album più scuro e avvolgente, con tracce memorabili fin dai primissimi passaggi che però poi costruiscono e crescono e si infittiscono sempre più.
Non capisco eventuali accuse di essere "disco music": quella casomai c'è un pochino in The Wall... Animals è semmai il disco più (tardo) prog della carriera della band, e suppongo sia anche per questo che lo prediligo.

L'espressione tardo-prog mi trova d'accordo. Animals è il disco più rabbioso dei Pink Floyd (escluso The Wall, quello è una seduta psichiatrica praticamente) e il disco dove Waters prende in mano il gruppo.
Diciamo che se dovessi scegliere tra Atom Heart Mother, Meddle, Dark Side Of The Moon, Wish You Were Here e Animals, quest'ultimo non sarebbe la prima scelta dai. Animals ha l'unico difetto di arrivare dopo una serie di dischi memorabili.


  • 0

#9 L'inafferabile Tonino

L'inafferabile Tonino

    l'uomo che sussurava ai citofoni

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 457 Messaggi:
  • LocationTristan da Cunha

Inviato 11 maggio 2018 - 14:05

Un concept fin troppo orwelliano forse. Simbolismi e metafore già ampiamente sviscerati da altri prima di loro.
La verbosità di Waters inizia a farsi sentire forte.
  • 0
The Rise and Fall of Lello Pirlacchietta

#10 Eugenio

Eugenio

    Sporco Lennoniano Fanatico [(C) BillyBud]

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2179 Messaggi:

Inviato 11 maggio 2018 - 22:10

Infatti, chi ha aperto la discussione e ha citato le sonorità disco dove non ci sono o aveva bevuto forte o non ricordava bene (spero la seconda).
Animals da questo punto di vista è inquietante: la costruzione dei brani è ancora prog, ma la rabbia è quella del punk '77. SHEEP da questo punto di vista è emblematica. Curiosa anche la cornice acustica.
  • 0
QUANDO SI SPARA, SI SPARA! NON SI PARLA!

#11 Eugenio

Eugenio

    Sporco Lennoniano Fanatico [(C) BillyBud]

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2179 Messaggi:

Inviato 12 maggio 2018 - 07:12

Che poi in versioni più o meno diverse DOGS e SHEEPS erano già pronte dal 1974.
  • 0
QUANDO SI SPARA, SI SPARA! NON SI PARLA!

#12 spatuzzo

spatuzzo

    jealous guy

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 20272 Messaggi:

Inviato 12 maggio 2018 - 08:02

in Sheep trovo esaltante sia Waters al canto che gli stacchi assassini di Gilmour alla chitarra ritmica solista


  • 0

#13 Trickster017

Trickster017

    autoba(h)n

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3077 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 12 maggio 2018 - 08:24

Animals è un ottimo album in sè. Come accoglienza immediata, ha pagato il fatto di essere arrivato dopo due capolavori, e soprattutto nel 1977, quando il punk era in piena ascesa.
Quanto all'album, non capisco dove vediate il punk o la disco...
In particolare, la chitarra di Gilmour secondo me è sempre espressione del miglior rock-prog. Se l'album è cupo, secondo me è per via del dominio oggettivo di Waters. Gli equilibri nella band ormai cominciavano ad incrinarsi e i PF secondo me hanno sempre dato il meglio quando il genio di Waters era bilanciato dalla personalità degli altri.

Comunque ringrazio wetton76 perché mi ha dato occasione di riascoltare questo album dopo tanti anni che non mi capitava più di farlo.
  • 2

Keine Gegenstaende aus dem Fenster werfen


#14 G.Harr

G.Harr

    populista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5619 Messaggi:

Inviato 12 maggio 2018 - 08:29

Coi Pink Floyd ho attraversato varie fasi.
Ho iniziato col primo, che m'è piaciuto, ma appena scoperti i Pink Floyd dell'era Gilmour/Waters lo stacco dei secondi sul periodo Barrettiano è stato netto.
Per un tot il mio preferito è stato il classico The Dark Side of the Moon. Poi pian piano Wish You Were Here ha preso il suo posto. Animals lo ascoltavo poco, mi sembrava un po' un pasticcio, meno incisivo, più sbrodolato e fuori fuoco.

 

Ora saranno dieci anni o più che è senz'altro il mio top. È il loro album più scuro e avvolgente, con tracce memorabili fin dai primissimi passaggi che però poi costruiscono e crescono e si infittiscono sempre più.
Non capisco eventuali accuse di essere "disco music": quella casomai c'è un pochino in The Wall... Animals è semmai il disco più (tardo) prog della carriera della band, e suppongo sia anche per questo che lo prediligo.

 

Mancandomi una certa dialettica recensoria posso prorio dire che wago ha espresso esattamente quello che penso io del disco ( e dei Pink Floyd, anche se devo dire che in assoluto questa preferenza tra dischi oscilla perennemente tra questo e Wish Yuou Where Here ) .


  • 0

Qua sul forum non è mai sbarcato un povero profugo o un povero clandestino, ovviamente.

Ma è approdato dopo lunga deriva un bisognoso di un qualche aiuto, magari non lo ha chiesto, poverino aveva evidenti sbandamenti emotivi oltre che psicologici...ha chiesto di essere cancellato perchè gli sono arrivati solo calci in faccia, derisione e manifestazione di fastidio per la sola presenza...che per lorsignori significava rompere l'idilliaca armonia tipica degli attaccabrighe benpensanti, la fottuta rogna di dover leggere ( chissà perchè poi ) le sue inestricabili parabole di giochi di parole fatte per liberare il proprio pensiero...e ovviamente l'invasione del loro territorio.

 

W la solidarietà. Quella vera !


#15 wetton76

wetton76

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 276 Messaggi:

Inviato 12 maggio 2018 - 11:24

Infatti, chi ha aperto la discussione e ha citato le sonorità disco dove non ci sono o aveva bevuto forte o non ricordava bene (spero la seconda).

 

Ciao Captain,

 

il riferimento alle sonorità disco in realtà è una citazione che ho ripreso da un libro di recensioni,  "Guida all'ascolto della musica Rock" (1991 - De Vecchi editore) di Marco Pierotti.

 

Libro che ho visto criticato aspramente sul Web, ma che secondo me ha un approccio piuttosto originale, anche se ovviamente rispecchia i gusti personali dell'autore.

 

Tra le varie cose è stato il primo libro dove ho trovato finalmente recensiti i dischi dei Supertramp (che non fosse il solo "Breakfast In America").

 

Comunque tornando ai Pink Floyd questo è l'estratto del libro di Pierotti dove viene citato Animals:

 

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

PINK FLOYD - "WISH YOU WERE HERE" (1975) * * * * 1/2
 
Anche quest'album ("Vorremmo che tu fossi qui") è dedicato a Syd Barrett, uno scomodo fantasma di cui il gruppo non riesce proprio a liberarsi. La musica, però, non è tragica né melanconica: semplicemente splendida. Se "Wish You Were Here" non è il capolavoro dei Pink Floyd, ci va molto vicino. Si tratta di un'unica sinfonia, divisa in cinque parti che hanno più o meno lo stesso andamento ma con ritmi diversi.
La title-track è tuttora uno dei pezzi più richiesti dei Pink Floyd, una ballata acustica e romantica, forse più famosa per l'introduzione affidata a effetti radioamatoriali. "Welcome To The Machine" ("Benvenuto alla macchina") è uno dei pezzi migliori e meno immediati, lentamente coinvolgente. "Have A Cigar" ("Fuma un sigaro") cantata da quel Roy Harper già omaggiato dai Led Zeppelin, è il singolo e forse il brano meglio costruito, con la splendida chitarra di Gilmour. Ma il brano centrale è "Shine On You Crazy Diamond" ("Splendo su di te pazzo diamante"), con un lungo, incredibile assolo del chitarrista rimasto fra le pagine fondamentali del Rock. Un disco che piacerà indistintamente a tutti, fans o meno dei Pink Floyd.
 

Dopo questo disco, che rappresenta il culmine della carriera, comincia la fase calante. "Animals" del '77, è il peggiore album del gruppo: contiene la bella "Dogs" ("Cani"), ma il resto è Disco Music da quattro soldi. "The Wall" ("Il muro"), del '79, è uno dei loro dischi più famosi ma ormai gli effetti hanno preso il sopravvento sulla musica. I dischi successivi sono tanto brutti che nemmeno vale la pena ricordarli, gli ultimi due senza neppure la mente creativa di Roger Waters. 

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

Il fatto che Pierotti veda queste sonorità Disco in parte è supportato dalla visione di un altro autore, Cesare Rizzi, che nel suo libro monografia sui Pink Floyd parla in Animals di ritmi funky (Pigs) ed elettrofunk (Sheep). in effetti le linee di basso nei due brani danno un po' quest'impressione...

 

Addirittura lessi in questo o altro forum di un legame tra Animals e le sonorità dei Pere Ubu, in particolare dell'album Dub Housing... ciò renderebbe l'opera dei Pink Floyd ancora più interessante anche a livello storico!  :D


  • 1

#16 Eugenio

Eugenio

    Sporco Lennoniano Fanatico [(C) BillyBud]

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2179 Messaggi:

Inviato 12 maggio 2018 - 23:24

Ma guarda che Dogs e Sheeps erano suonate dal vivo già dal 1974, in origine doveva uscire un LP con Shine on e a chiudere il lato A "You've got to be crazy" (futura Dogs) e ad aprire il B "Raving and drooling" (futura Sheeps). I brani son un po' diversi ma più negli arrangiamenti che nella struttura (spesso quasi uguale), il giro di basso è piuttosto funkeggiante già allora, sul Tubo si trova qualcosa. Il giudizio di quel minchione vale merda.
  • 0
QUANDO SI SPARA, SI SPARA! NON SI PARLA!

#17 wetton76

wetton76

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 276 Messaggi:

Inviato 16 maggio 2018 - 11:44

Ma guarda che Dogs e Sheeps erano suonate dal vivo già dal 1974, in origine doveva uscire un LP con Shine on e a chiudere il lato A "You've got to be crazy" (futura Dogs) e ad aprire il B "Raving and drooling" (futura Sheeps). I brani son un po' diversi ma più negli arrangiamenti che nella struttura (spesso quasi uguale), il giro di basso è piuttosto funkeggiante già allora, sul Tubo si trova qualcosa. Il giudizio di quel minchione vale merda.

 

Secondo me invece varie volte ci prende, io l'ho trovato un bel libro di recensioni.

 

Il suo genere preferito credo sia l'hard rock/heavy metal ma non disdegna anche alcuni gruppi storici del progressive-rock oppure di altri generi, tipo i R.E.M. ...


  • 0

#18 Eugenio

Eugenio

    Sporco Lennoniano Fanatico [(C) BillyBud]

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2179 Messaggi:

Inviato 16 maggio 2018 - 11:55

Infatti stavolta ci ha preso ashd .
  • 0
QUANDO SI SPARA, SI SPARA! NON SI PARLA!

#19 wetton76

wetton76

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 276 Messaggi:

Inviato 16 maggio 2018 - 12:20

Infatti stavolta ci ha preso ashd .

 

Forse il fatto che usi il termine "disco music da quattro soldi" è perchè sia Pigs che Sheep hanno meno connotati propriamente "rock" rispetto magari all'altro brano "Dogs", che segue meglio il filone progressive-rock, con un gran lavoro alla chitarra da parte di Gilmour...

 

A me comunque "Animals" piace, anche se riconosco che è un disco piuttosto controverso!


  • 0

#20 Eugenio

Eugenio

    Sporco Lennoniano Fanatico [(C) BillyBud]

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2179 Messaggi:

Inviato 16 maggio 2018 - 12:34

Sheeps dai connotati meno propriamente rock mi mancava.
  • 0
QUANDO SI SPARA, SI SPARA! NON SI PARLA!




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq