Vai al contenuto


Foto
* * * * * 1 Voti

Bitcoin


  • Please log in to reply
67 replies to this topic

#41 strafanich

strafanich

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3617 Messaggi:

Inviato 01 febbraio 2018 - 10:08

Ho frequentato per anni (prima di Ondarock) un forum dove bazzicava anche HostFat, avrei avuto anch'io l'occasione di ascoltarlo ashd


  • 0

#42 thom

thom

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2438 Messaggi:

Inviato 13 febbraio 2018 - 15:40

Ecco il legame nascosto tra porno e Bitcoin

 

Alla mancanza di trasparenza si unisce il dato sempre più preoccupante della crescita esplosiva del criptomining abusivo. Si calcola che nel mondo un'azienda su cinque è oggi colpita dagli hacker che sfruttano la potenza di calcolo dei computer per generare criptovalute, all'insaputa delle vittime. A mettere insieme i dati è la società di sicurezza Check Point Software Technologies che ha stilato un rapporto relativo al periodo luglio-dicembre 2017.

 

Tra i virus malevoli più usati per questo scopo c'è “Coinhive”: è progettato per produrre la criptovaluta Monero quando un utente visita una pagina web, ovviamente senza la sua approvazione. È emerso nel settembre 2017 e ha già infettato il 12% delle aziende a livello globale.

 

io sono certo di essere infettato: ogni due anni circa mi prendo un notebook nuovo spendendo un migliaio di euro e mi pare sia sempre più lento del precedente; davo la colpa alla legge di moore, ma è evidente che col mio i7 zombizzato c'è chi fa criptomonete fruscianti

 

se le percentuali di cui sopra sono vere, mi pare sia il più grande fenomeno di hacking al mondo che sta bellamente passando sottotraccia 

 

meanwhile in Russia ...

 

Altro episodio a dir poco sconcertante, quello che pochi giorni fa ha interessato alcuni scienziati russi che lavorano nel centro di ricerca nucleare (VNIIEF) di Sarov, città a 370 chilometri da Mosca. Sono stati arrestati perché hanno cercato di generare le criptovalute sfruttando il supercomputer del centro di ricerca.


  • 1

#43 Marguati

Marguati

    opinion maker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3353 Messaggi:

Inviato 13 febbraio 2018 - 18:28

ma i programmi anti-malware li usi? comunque questo e' solo uno dei tanti articoli che devono dare addosso alle criptomonete (ai finanzieri non stanno molto bene, come si e' ormai capito), prova ne sia il fatto che descrivono coinhive come un virus: non e' un virus, e' uno script in java che gira sul browser quando visiti un sito che ospita quello script. La disonesta' sta nel fatto che i gestori del sito non ti chiedono il permesso (generalmente), ma non e' certo un virus.
  • 1

#44 Bara dei pupi

Bara dei pupi

    Pietra MIliare

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 82138 Messaggi:

Inviato 13 febbraio 2018 - 18:29

ma i programmi anti-malware li usi? comunque questo e' solo uno dei tanti articoli che devono dare addosso alle criptomonete (ai finanzieri non stanno molto bene, come si e' ormai capito), prova ne sia il fatto che descrivono coinhive come un virus: non e' un virus, e' uno script in javaSCRIPT che gira sul browser quando visiti un sito che ospita quello script. La disonesta' sta nel fatto che i gestori del sito non ti chiedono il permesso (generalmente), ma non e' certo un virus.

 

è in javascript, non in java

 

vorrei scrivere "LE BASI!!!!" ma con Marguati sarebbe troppo, non ho mai visto nessuno correggerlo


  • 1

Spero che Ginger Baker sia morto senza vederlo.


#45 thom

thom

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2438 Messaggi:

Inviato 13 febbraio 2018 - 19:37

comunque questo e' solo uno dei tanti articoli che devono dare addosso alle criptomonete

 
l'articolo ha passaggi ingenui, concordo anch'io che non sono un informatico, ma il problema esiste o no?
la zombizzazione di PC (ma in altri articoli si parla addirittura di qualsiasi dispositivo, finanche le lavatrici smart) per il mining abusivo ha davvero quei numeri?
 
questo è l'argomento che portavo avanti, anche perché - pur essendosi deprezzato - l'exploit del valore del bitcoin (e delle altre criptovalute a ruota) potrebbe giustificare un investimento in strategie di hacking sempre più complesse e a vasta scala

 

altro argomento che trovo preoccupante rispetto al mining delle criptovalute:
 

La creazione delle criptovalute richiede quindi un’elevata potenza di calcolo e di conseguenza un alto dispendio energetico, che rende il mining spesso infruttuoso per i singoli operatori. Secondo alcune stime l’elettricità complessiva utilizzata annualmente per produrre Bitcoin supera infatti i 32 terawatt, quindi ben superiore ai consumi di un Paese come l’Irlanda (25 terawatt l’anno).


https://powercompare.co.uk/bitcoin/

non trovo numeri sull'intero comparto delle criptovalute, ma direi che già così mi paiono grandezze fuori controllo


  • 0

#46 Bara dei pupi

Bara dei pupi

    Pietra MIliare

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 82138 Messaggi:

Inviato 13 febbraio 2018 - 20:40

 

 
Opera, nell'ultima versione di recente strapubblicizzata proprio per questo motivo, ha già al suo interno, un sistema anti; usa quello (lo faranno anche gli altri browser a breve o c'è già) o un semplice anti-malware come ti ha suggerito marguy
 
tanto il problema dell'autorizzazione da parte dei siti resterà sempre in una zona grigia
 
e stai sereno, non leggere troppi giornali, tra Trump che scatena la guerra nucleare, le attrici ricattate/trombate, il fascismo 2.0 che avanza e i bitcoin, mi pare stiano esagerando negli ultimi periodi
 
vedrai che sistemeranno tutto IL DUSI e 10 Volte Meglio


 

La disonesta' sta nel fatto che i gestori del sito non ti chiedono il permesso (generalmente), ma non e' certo un virus.


Marguy scusa se ti correggo di nuovo ma non è detto che la colpa sia dei gestori, ad esempio Everlast utilizzava Helpout per aiutare i clienti negli acquisti ma non sapeva che fosse infettato (penso e spero asd)


  • 0

Spero che Ginger Baker sia morto senza vederlo.


#47 Marguati

Marguati

    opinion maker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3353 Messaggi:

Inviato 13 febbraio 2018 - 23:07

comunque questo e' solo uno dei tanti articoli che devono dare addosso alle criptomonete


l'articolo ha passaggi ingenui, concordo anch'io che non sono un informatico, ma il problema esiste o no?
la zombizzazione di PC (ma in altri articoli si parla addirittura di qualsiasi dispositivo, finanche le lavatrici smart) per il mining abusivo ha davvero quei numeri?

questo è l'argomento che portavo avanti, anche perché - pur essendosi deprezzato - l'exploit del valore del bitcoin (e delle altre criptovalute a ruota) potrebbe giustificare un investimento in strategie di hacking sempre più complesse e a vasta scala

altro argomento che trovo preoccupante rispetto al mining delle criptovalute:

La creazione delle criptovalute richiede quindi un’elevata potenza di calcolo e di conseguenza un alto dispendio energetico, che rende il mining spesso infruttuoso per i singoli operatori. Secondo alcune stime l’elettricità complessiva utilizzata annualmente per produrre Bitcoin supera infatti i 32 terawatt, quindi ben superiore ai consumi di un Paese come l’Irlanda (25 terawatt l’anno).

https://powercompare.co.uk/bitcoin/
non trovo numeri sull'intero comparto delle criptovalute, ma direi che già così mi paiono grandezze fuori controllo
I numeri per coinhive non mi sembrano così esagerati, leggevo tipo 30 milioni di visite ai siti su cui gira, per una media di 4 minuti di esecuzione. Sostanzialmente niente, almeno per gli smartphone.

Per quanto riguarda il consumo energetico di Bitcoin, non è affatto una questione da poco stabilire come si colloca rispetto a nazioni e corporations. Sto facendo qualche conto ma non ho ancora niente di definitivo - però non mi sorprenderebbe se fosse in linea con nazioni e/o corporations in termini di profitto per Wh.

P.s. tralasciamo i watt invece che i wattora nell'articolo
  • 1

#48 oblomov

oblomov

    Mommy? Can I go out and kill tonight?

  • Moderators
  • 17892 Messaggi:

Inviato 14 febbraio 2018 - 07:03

La differenza è che corporations e nazioni non consumano wh per una speculazione pura di una valuta che non è una valuta. Credo il punto dell'articolo sia quello.
  • 0
Soltanto chi non ha approfondito nulla può avere delle convinzioni.

#49 Bara dei pupi

Bara dei pupi

    Pietra MIliare

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 82138 Messaggi:

Inviato 14 febbraio 2018 - 09:58

l'articolo postato da thom ha un titolo per fare presa, quello sul legame porno-bitcoin, e poi non fa altro che ripetere cose che negli ultimi giorni sono state dette e ridette in tutte le salse/balle su tutti i giornali, pure Novella2000 (il grave è che i termini sono sempre gli stessi)

 

le escort professioniste accettano pagamenti in bitcoin come c'è scritto alla pari di tutti gli altri venditori online, non c'è nulla di strano

 

i siti porno permettono (con avvisi più o meno evidenti) agli utenti di "produrre energia" per il mining alla pari di altri siti che non sono porno ma fanno meno notizia, o meglio sono notizie già vendute; non sempre tra l'altro è colpa/idea dei gestori dei siti, ci sono casi tipo quello che ho citato sopra, Everlast, dove alcuni servizi forniti (nel caso dell'azienda di abbigliamento è helpout) erano stati presi di mira da terze parti

 

la questione che più spaventa o vuole spaventare: la richiesta di energia è aumentata e quindi non bastano più i singoli utenti che si masturbano su youporn condividendo la propria sbubb... ehm potenza di calcolo, da qui tutte le storielle (l'articolo di Thom porta l'esempio del centro di ricerca russo) sulle aziende installate in Islanda (e non solo) per coniare criptovalute mettendo a rischio la griglia energetica dei paesi in questione --- sono veri i termini e le grandezze di cui si parla o si tratta di terrorismo? Boh, il calcolo lo lascio a Marguy ma è già da un po' che girano queste voci (così le chiamerei più che articoli) e non mi pare di avere ancora visto nessun servizio televisivo con gli islandesi che cenano romanticamente a lume di candela

 

per l'utente singolo, quello che si masturba fornendo energia alle criptovalute, o guarda le serie romantiche sulla camorra, i consigli sono:

1) le estensioni anti dei browser

2) un semplice anti-malware

 

così thom non dovrà cambiare pc e non si sentirà "infettato"; comunque tanti script (legati a valute diverse) avvisano, e non tutti utilizzano grandi potenze di calcolo, alcuni si limitano a sucare qualcosina senza modificare le prestazioni del pc in maniera tangibile

 

l'unica cosa bella dei Bitcoin è che le persone parlano dei Bitcoin


  • 0

Spero che Ginger Baker sia morto senza vederlo.


#50 thom

thom

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2438 Messaggi:

Inviato 14 febbraio 2018 - 10:39

sì, però come ho già detto, tralasciando le note di costume (sia dell'articolo sia del mio post che - se non fosse chiaro - conteneva alcuni spunti lontanamente umoristici), gli argomenti mi paiono rilevanti

 

sul consumo di energia tra l'altro - da quello che capisco - non potrà che aumentare nel senso che l'algoritmo va via via crescendo di complessità (e il focus è limitato solo al bitcoin, ricordiamoci che ethereum ha una capitalizzazione pari ca. al 60% di quella dei bitcoin, quindi presumo un consumo energetico globale rilevante)

 

per l'utente singolo, quello che si masturba fornendo energia alle criptovalute, o guarda le serie romantiche sulla camorra, i consigli sono:

1) le estensioni anti dei browser

2) un semplice anti-malware

 

questo mi interessa e credo sia anche (collateralmente) in topic: caliamoci nel reale - non ho rinnovato kaspersky perché da quello che (mi pareva) di aver capito windows defender settato piuttosto alto (su win10) ha dei benchmark di poco inferiori; come browser chrome con ad-block, ci sono o no?


  • 0

#51 Bara dei pupi

Bara dei pupi

    Pietra MIliare

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 82138 Messaggi:

Inviato 14 febbraio 2018 - 10:44

thom bisognerebbe però capire se tutti i pericoli evidenziati nelle ultime settimane, il tormentone è stato quello dell'Islanda che dicevo con addirittura interviste a chi gestisce l'energia in quel pase, sono reali o semplici tentativi di fare notizia, non voglio entrare nel complottismo (marguy scrive "ai finanzieri non stanno molto bene") perché non me ne frega nulla ma secondo me sono esagerazioni (effetto domino???? Ma di che??? Non capisco)
 
non ho capito che intendi per "ci sono o no?"
 
in ogni caso puoi vedere la causa dei problemi che evidenzi al tuo pc, non è detto che derivino dagli script delle cryptovalute (speravo di non usare mai questo termine, merito una punizione divina anche se ho aggiunto la Y per renderlo migliore e più fantascientifico)

 


mio post che - se non fosse chiaro - conteneva alcuni spunti lontanamente umoristici)
 

ma pure a me piace scherzare dai


  • 0

Spero che Ginger Baker sia morto senza vederlo.


#52 Marguati

Marguati

    opinion maker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3353 Messaggi:

Inviato 14 febbraio 2018 - 10:58

La differenza è che corporations e nazioni non consumano wh per una speculazione pura di una valuta che non è una valuta. Credo il punto dell'articolo sia quello.


Per fare stime sugli ordini di grandezza credo che un approccio black-box possa essere sufficiente, almeno per me. Alla fine si fa mining solo se conviene economicamente, quindi mi aspetto che l'energia consumata debba costituire in qualche modo una vaga misura dell'output economico.
  • 1

#53 thom

thom

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2438 Messaggi:

Inviato 14 febbraio 2018 - 11:07

non ho capito che intendi per "ci sono o no?"

 

intendevo se sono sulla buona strada per evitare mining abusivi o se tale configurazione mi dipinge un bel bersaglio rosso nel culo

 

tra l'altro Draghi sta studiando la blockchain (con che risultati vedremo)

 

comunque - vista l'ancora scarsa regolamentazione a livello nazionale (ma anche mondiale per certi versi) delle criptovalute (che appunto, non sono valute e neppure investimenti regolarmente quotati*) - indovinate se rubano 200 milioni di criptovalute chi interviene?

 

E adesso cosa succede? «Abbiamo presentato denuncia alla Polizia Postale, - aggiunge Firano - fornendo anche gli indirizzi (mail comprese) sui quali questi coin mancanti sono finiti.

 

 

* ad esclusione di alcuni futures e derivati sugli stessi


  • 0

#54 Bara dei pupi

Bara dei pupi

    Pietra MIliare

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 82138 Messaggi:

Inviato 14 febbraio 2018 - 11:11

Draghi sta studiando la blockchain


in che senso?

non è per forza legata ai bitcoin eh

 

editi: una panoramica sui possibili utilizzi della blockchain

http://www.blockchai...nti-27-settori/

ho preso un articolo a caso, non ho idea della validità anche perché sono tutte applicazioni ancora in fase di sviluppo e quindi si può raccontare di tutto e di più, vedremo poi la realtà


  • 0

Spero che Ginger Baker sia morto senza vederlo.


#55 volontario laico

volontario laico

    non sono stato io

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 671 Messaggi:
  • Locationun po' qui, un po' lì

Inviato 14 febbraio 2018 - 17:45

ovvio che intervenga la postale, se vai alla polizia e denunci la scomparsa di alcuni nano pensano a un caso di furto di oggetti da collezione; interessante il caso bitgrail/railblock/nano, vediamo se riusciranno a capire di chi sia la responsabilità (dev vs firano);

Sul caso del consumo elettrico non capisco bene, si fa mining solo dove è conveniente, quindi finchè pagano la corrente, boh


La differenza è che corporations e nazioni non consumano wh per una speculazione pura di una valuta che non è una valuta. Credo il punto dell'articolo sia quello.

 

non credo che in venezuela al momento siano d'accordo con te


  • 0

#56 Bara dei pupi

Bara dei pupi

    Pietra MIliare

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 82138 Messaggi:

Inviato 14 febbraio 2018 - 17:53

Sul caso del consumo elettrico non capisco bene, si fa mining solo dove è conveniente, quindi finchè pagano la corrente, boh



?????

l'azienda islandese dell'energia elettrica (esempio) pensa che le nuove aziende che fanno mining, e che si sono trasferite sull'isola per una situazione conveniente, porteranno la domanda di energia oltre le possibilità previste e quindi l'Islanda resterà al buio

 

che c'entra chi paga l'energia?

l'Islanda ha possibilità (risorse) limitate di fornirla

 

poi vabbeh bisogna vedere quanto siano veri i numeri apparsi sui giornali di recente, questo è sicuro; dubito che ci sia un vero allarme come fanno pensare gli articoli in stile horror che di recente sono usciti


  • 0

Spero che Ginger Baker sia morto senza vederlo.


#57 volontario laico

volontario laico

    non sono stato io

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 671 Messaggi:
  • Locationun po' qui, un po' lì

Inviato 14 febbraio 2018 - 18:02

 

Sul caso del consumo elettrico non capisco bene, si fa mining solo dove è conveniente, quindi finchè pagano la corrente, boh



?????

l'azienda islandese dell'energia elettrica (esempio)  pensa che le nuove aziende che fanno mining, e che si sono trasferite lì per una situazione conveniente, porteranno la domanda di energia oltre le possibilità previste e quindi l'Islanda resterà al buio

 

che c'entra chi paga l'energia?

l'Islanda ha possibilità limitate di fornirla

 

poi vabbeh bisogna vedere quanto siano veri i numeri apparsi sui giornali di recente, questo è sicuro; dubito che ci sia un vero allar

sinceramente non ho ancora maturato una idea ragionata sul punto, però credo che spetti all'autorità islandese limitare l'offerta per chi consuma troppo se ciò porta a problemi per la rete elettrica nazionale, perchè se la rete offre energia a chiunque la richiede semplicemente dietro corrispettivo, è evidente che ci vuole un aggiornamento a livello di regolamento, non so se sono stato chiaro


  • 0

#58 Bara dei pupi

Bara dei pupi

    Pietra MIliare

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 82138 Messaggi:

Inviato 14 febbraio 2018 - 18:06

sinceramente non ho ancora maturato una idea ragionata sul punto, però credo che spetti all'autorità islandese limitare l'offerta per chi consuma troppo se ciò porta a problemi per la rete elettrica nazionale, perchè se la rete offre energia a chiunque la richiede semplicemente dietro corrispettivo, è evidente che ci vuole un aggiornamento a livello di regolamento, non so se sono stato chiaro


sì questo sicuro ma, se ricordi, qualche anno fa, quando è iniziata questa storiella, si parlava dell'Islanda come una delle mete ideali per queste nuove aziende per motivi che puoi immaginare; quindi credo che ora l'autorità si trovi davanti a un aumento non previsto della richiesta di energia e allo stesso tempo tali aziende al paese fanno comunque comodo, insomma c'è un conflitto ecco, o almeno questo è quello che comunicano i nostri mezzi di informazione, secondo me esagerando come sempre


  • 0

Spero che Ginger Baker sia morto senza vederlo.


#59 volontario laico

volontario laico

    non sono stato io

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 671 Messaggi:
  • Locationun po' qui, un po' lì

Inviato 14 febbraio 2018 - 18:11

 

sinceramente non ho ancora maturato una idea ragionata sul punto, però credo che spetti all'autorità islandese limitare l'offerta per chi consuma troppo se ciò porta a problemi per la rete elettrica nazionale, perchè se la rete offre energia a chiunque la richiede semplicemente dietro corrispettivo, è evidente che ci vuole un aggiornamento a livello di regolamento, non so se sono stato chiaro


sì questo sicuro ma, se ricordi, qualche anno fa, quando è iniziata questa storiella, si parlava dell'Islanda come una delle mete ideali per queste nuove aziende per motivi che puoi immaginare; quindi immagino che ora l'autorità si trovi davanti a un aumento non previsto della richiesta di energia e allo stesso tempo tali aziende al paese fanno comunque comodo, insomma c'è un conflitto ecco, o almeno questo è quello che comunicano i nostri mezzi di informazione, secondo me esagerando come sempre

 

si è un nodo che dovranno risolvere prima o poi, le principali mining farm sono in russia e in cina e infatti la cina stessa aveva pensato di regolamentarle, anche perchè tutte concentrate in un distretto creando quindi maggiori problemi, probabilmente per risolvere il problema dovrà intervenire https://jesuscoin.network/(se hai voglio leggi il whitepaper)


  • 1

#60 Bara dei pupi

Bara dei pupi

    Pietra MIliare

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 82138 Messaggi:

Inviato 14 febbraio 2018 - 18:14

si è un nodo che dovranno risolvere prima o poi, le principali mining farm sono in russia e in cina e infatti la cina stessa aveva pensato di regolamentarle, anche perchè tutte concentrate in un distretto creando quindi maggiori problemi


eh ma Russia e Cina avranno sicuramente risorse "pronte" maggiori per la produzione di energia, magari riescono a controllare anche un aumento improvviso della richiesta; l'Islanda è quella che è e le centrali idroelettriche (che, nel caso dell'isola, ovviamente fanno la parte grossa tra le risorse) che la sostengono non possono aumentare così da un giorno all'altro, da qui i problemi, almeno penso
 
comunque come dici, sarà necessaria una regolamentazione

 

il problema dovrà intervenire https://jesuscoin.network/(se hai voglio leggi il whitepaper)


asd

devi aggiungerlo alle varie applicazioni della blockchain dell'articolo che ho postato prima, vicino alla compravendita di automobili e alle scommesse
  • 1

Spero che Ginger Baker sia morto senza vederlo.





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq