Vai al contenuto


Foto
- - - - -

Situazione Ambientale (Italia, Europa, Etc)


  • Please log in to reply
274 replies to this topic

#261 Maria la pazza

Maria la pazza

    Sporco Lennoniano Fanatico [(C) BillyBud]

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3526 Messaggi:

Inviato 23 ottobre 2019 - 13:43

ma quale fattoria della nonna, parlo di allevamenti

Ho fatto l'esempio dell'animale, ma qui in Sardegna gli allevamenti intensivi grazie al cielo sono rari e quelli che voi chiamate animali da stalla qui sono animali da pascolo. A sette anni andai nell'allevamento di polli, al Prato Comunale di Sassari, e vidi le galline in batteria che facevano le uova. Io che ero abituato a vederle scorrazzare libere nella campagna di miei zii rimasi traumatizzato.


  • 2
HE'S NOT THE MESSIAH, HE'S A VERY NAUGHTY BOY!

#262 Bara dei pupi

Bara dei pupi

    Dungeon Synth nei giorni pari e Vaporwave in quelli dispari

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 82633 Messaggi:

Inviato 23 ottobre 2019 - 13:49

 Io che ero abituato a vederle scorrazzare libere nella campagna di miei zii rimasi traumatizzato.

 

 

e hai provato a fare le uova anche tu?


  • 0

#263 Nijinsky

Nijinsky

    Señorito En Escasez

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 13422 Messaggi:

Inviato 23 ottobre 2019 - 13:58

la Pianura Padana finirà comunque allagata tra trent'anni probabilmente ci crederei asd (per dire).


Mare mare mare ma che voglia di arrivare!
  • 2

Siamo vittime di una trovata retorica.


#264 Maria la pazza

Maria la pazza

    Sporco Lennoniano Fanatico [(C) BillyBud]

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3526 Messaggi:

Inviato 23 ottobre 2019 - 14:09

Mare, mare, mare

Voglio annegare...


  • 0
HE'S NOT THE MESSIAH, HE'S A VERY NAUGHTY BOY!

#265 ucca

ucca

    CRM

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 16145 Messaggi:
  • LocationRome

Inviato 23 ottobre 2019 - 14:14

Ragazzi se volete divertirvi (a me non fa affatto ridere la cosa) c'è tanta documentazione:

 

https://www.youtube....menti intensivi

 

Bisogna solo scegliere l'orrore migliore.


  • 2

https://www.facebook...sychomusicband/

 

Mettere su un gruppo psichedelico a 40 anni.


#266 dirac

dirac

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1837 Messaggi:

Inviato 23 ottobre 2019 - 19:02

Anche

 


  • 7

#267 Maria la pazza

Maria la pazza

    Sporco Lennoniano Fanatico [(C) BillyBud]

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3526 Messaggi:

Inviato 23 ottobre 2019 - 21:49

Scena storica :lol: .
  • 0
HE'S NOT THE MESSIAH, HE'S A VERY NAUGHTY BOY!

#268 Max Stirner

Max Stirner

    Scaruffiano

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 13920 Messaggi:
  • LocationAci Trezza(CT)

Inviato 02 dicembre 2019 - 07:24

77430156_10157263186893110_1908781988597


  • 2
"Ho abituato i miei occhi al sangue." Georg Büchner


"Caedite eos! Novit enim Dominus qui sunt eius"

#269 Maria la pazza

Maria la pazza

    Sporco Lennoniano Fanatico [(C) BillyBud]

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3526 Messaggi:

Inviato 05 gennaio 2020 - 16:26

Volevo parlare specificatamente del consumo del suolo in Italia, ma aprendo una discussione spin off. Lo spunto parte dallo status che avevo rivolto a Succo ieri. Continuo qui o apro un nuovo thread?


  • 0
HE'S NOT THE MESSIAH, HE'S A VERY NAUGHTY BOY!

#270 Tana delle Tigri

Tana delle Tigri

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2413 Messaggi:

Inviato 09 gennaio 2020 - 22:24

interessante questa mappa degli impegni condivisa da Stirner. Quali sono i criteri? L'Ungheria ha un governo che praticamente nega il cambiamento climatico o semplicemente se ne fotte, la stragrande maggioranza della gente lo ignora bellamente, eppure con gran certezza si può dire che è mille volte più sostenibile rispetto l'impegnatissima e coscienziosa Francia. 

 

Quali sono gli indicatori? Prendiamo il costo dei trasporti: in Ungheria (tutto in mano pubblica) spostarti in treno ti costa pochissimo, con 20 euro arrivi ovunque. In Francia è una merda, i treni non-regionali hanno tutti i prezzi flessibili, quasi sempre ti conviene viaggiare in macchina. 

 

Altro indicatore: servizi rurali; in Ungheria anche nella più sfigata dei comuni rurali puoi trovare i vari servizi essenziali: negozi alimentari (ma pure negli slums porcocazzo ci sono) qualche piazzetta occasionale d'aggregazione, etc... insomma, uno può benissimo stare li senza muoversi, e se si vuol muovere ci sono i vari bus con prezzi tipo 1 euro (300 ft). In Francia ci sono come minimo un milione di comuni dove non c'è letteralmente nulla, solo case con due piani e gente che manco si conosce, per ogni minima stronzata devi pigliare la macchina e fare diversi chilometri per arrivare al super-agglomerato di turno spuntato fuori dal nulla dove ci sono tutti i negozi del mondo. E magari la gente che si fa 200 chilometri al giorno in macchina è la stessa che poi butta via coscienziosamente le bucce del mandarino nel organico o si lava i denti con il spazzolino di bambù  asd


  • 4

#271 ucca

ucca

    CRM

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 16145 Messaggi:
  • LocationRome

Inviato 10 gennaio 2020 - 08:27

Si sono d'accordo per quanto comunque la mappa mostra chiaramente come in generale, il problema non sia l'Europa. Il modello che tu descrivi lo conosco molto bene perchè è quello che ha promosso (meglio di tutti secondo me) qui a Roma il mai troppo poco rimpianto Walter Veltroni che ha letteralmente distrutto interi quartieri, lui e i suoi improbabili amici palazzinari. Le piazze diventano un parcheggio, le case un bunker, i servizi sempre dopo il cemento (se arrivano)


  • 0

https://www.facebook...sychomusicband/

 

Mettere su un gruppo psichedelico a 40 anni.


#272 Harry Caul

Harry Caul

    se ci dice bene finiamo nella merda

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6475 Messaggi:

Inviato 10 gennaio 2020 - 09:52

Boh, il problema non sarà l'Europa ma l'aria in pianura padana rimane tra le più schifose a livello mondiale, e per ovviare al problema il buon Zaia in Veneto ha in mente di fare un paio di nuove autostrade perchè come dice con giubilo: "il traffico e i commerci son destinati ad aumentare nei prossimi anni"


  • 1

#273 Suxxx

Suxxx

    Pietra Molare

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22045 Messaggi:

Inviato 10 gennaio 2020 - 12:20

interessante questa mappa degli impegni condivisa da Stirner. Quali sono i criteri? L'Ungheria ha un governo che praticamente nega il cambiamento climatico o semplicemente se ne fotte, la stragrande maggioranza della gente lo ignora bellamente, eppure con gran certezza si può dire che è mille volte più sostenibile rispetto l'impegnatissima e coscienziosa Francia. 
 
Quali sono gli indicatori? Prendiamo il costo dei trasporti: in Ungheria (tutto in mano pubblica) spostarti in treno ti costa pochissimo, con 20 euro arrivi ovunque. In Francia è una merda, i treni non-regionali hanno tutti i prezzi flessibili, quasi sempre ti conviene viaggiare in macchina. 
 
Altro indicatore: servizi rurali; in Ungheria anche nella più sfigata dei comuni rurali puoi trovare i vari servizi essenziali: negozi alimentari (ma pure negli slums porcocazzo ci sono) qualche piazzetta occasionale d'aggregazione, etc... insomma, uno può benissimo stare li senza muoversi, e se si vuol muovere ci sono i vari bus con prezzi tipo 1 euro (300 ft). In Francia ci sono come minimo un milione di comuni dove non c'è letteralmente nulla, solo case con due piani e gente che manco si conosce, per ogni minima stronzata devi pigliare la macchina e fare diversi chilometri per arrivare al super-agglomerato di turno spuntato fuori dal nulla dove ci sono tutti i negozi del mondo. E magari la gente che si fa 200 chilometri al giorno in macchina è la stessa che poi butta via coscienziosamente le bucce del mandarino nel organico o si lava i denti con il spazzolino di bambù  asd

Come dice Cardini l'impero austroungarico poteva essere la terza via per una società migliore.
  • 1

Caro sig. Bernardus...

Scontro tra Titanic

<p>

#274 Maria la pazza

Maria la pazza

    Sporco Lennoniano Fanatico [(C) BillyBud]

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3526 Messaggi:

Inviato 10 gennaio 2020 - 13:43

Boh, il problema non sarà l'Europa ma l'aria in pianura padana rimane tra le più schifose a livello mondiale, e per ovviare al problema il buon Zaia in Veneto ha in mente di fare un paio di nuove autostrade perchè come dice con giubilo: "il traffico e i commerci son destinati ad aumentare nei prossimi anni"


Gelosi del consumo del suolo dei vicini lumbard?
  • 0
HE'S NOT THE MESSIAH, HE'S A VERY NAUGHTY BOY!

#275 Maria la pazza

Maria la pazza

    Sporco Lennoniano Fanatico [(C) BillyBud]

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3526 Messaggi:

Inviato 13 gennaio 2020 - 16:25

Come dicevo sopra, il problema del consumo del suolo, un tempo relativo solo ad alcune aree specifiche, sta diventando un problema nazionale. Ancora adesso abbiamo numerose aree del Paese fortunatamente scampate alla cementificazione e all'uso intensivo per altri scopi rispetto a quello agricolo e boschivo. Ma certi programmi di sviluppo a medio termine che devono essere posti in essere a breve rischiano di compromettere ulteriormente il già vacillante equilibrio tra natura e presenza umana (equilibrio che in certi punti si è già spezzato). Gran parte della Lombardia, la provincia di Napoli e in parte quella di Caserta, lo sprawl urbano di Roma e altre realtà "minori" dimostrano che è necessaria un'inversione di rotta e il ripensamento del concetto di sviluppo economico che deve tenere sempre presente quello di sostenibilità ambientale. Il problema non è di per sé quel trafficone di Zaia che parla di nuove autostrade alle porte di una sempre più probabile nuova crisi economica, ma è un certo tessuto formato da una medio-grande imprenditoria edilizia e industriale attenta esclusivamente al profitto e di cui uno Zaia è solo il megafono politico, le cui componenti sono alleate secondo la logica "nuova fabbrichetta = nuovo lavoro", peccato che per strutture sempre più grandi serva sempre più spazio, facendo sì che il perverso meccanismo liberista  basato sull'accumulo di ricchezza ammazzi l'ambiente e finisca nel lungo termine per minare le basi dello stesso meccanismo neolib.

Realtà come la provincia di Bergamo, dove gli ultimi striminziti campi di granturco sono soffocati da centri commerciali sorti su terreni agricoli e in cui i vigneti di Scanzorosciate sono quasi un'oasi verde in mezzo al cemento, devono fare riflettere e preoccupare.


  • 3
HE'S NOT THE MESSIAH, HE'S A VERY NAUGHTY BOY!




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq