Vai al contenuto


Foto
* * * - - 5 Voti

David Bowie - Blackstar (2016)


  • Please log in to reply
340 replies to this topic

#41 floods

floods

    l'utente main$tream

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 15824 Messaggi:

Inviato 06 gennaio 2016 - 12:15

Ieri sera l'ho ordinato su Amazon sperando fosse di quei pre-order in cui te lo recapitano uno o due giorni dopo la data ufficiale di uscita... invece dovrò aspettare tra il 13 e il 15! E ora che faccio, resisto o continuo ad ascoltare quel cesso di leak?


  • 0
RYM enafffffffiiiiooooooooolllll

#42 gigiriva

gigiriva

    ï͂͑̉͆ͧͮͩ̓ͧ̒͒̉̎̂̊͆͑͐̊̓̊̅ͭ͗̐̄̏̾̄͊

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 17635 Messaggi:

Inviato 06 gennaio 2016 - 12:25

*
POPOLARE

Recensione capolavoro, l'unica che ho letto negli ultimi 5 anni

 

l'ispirazione di cui si trova traccia nel corso di tutta la recensione è chiara:

 

1GuJuEZ.jpg

 

«Questa cosa di andare sempre contro Bowie a prescindere, è la tassa che dobbiamo pagare?»


  • 14

rym |


#43 Ducktail

Ducktail

    Categnaccio

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 20655 Messaggi:

Inviato 06 gennaio 2016 - 12:27

Ieri sera l'ho ordinato su Amazon sperando fosse di quei pre-order in cui te lo recapitano uno o due giorni dopo la data ufficiale di uscita... invece dovrò aspettare tra il 13 e il 15! E ora che faccio, resisto o continuo ad ascoltare quel cesso di leak?

 

Dovrebbe esserci abbinato il download, no?


  • 0

«Mister, possiamo lavorare sulle diagonali?», la richiesta di qualche giocatore. No, la risposta del tecnico. 


consigli per il futuro: leggere i fantaconsigli dell'UU e fare l'esatto opposto


#44 Embryo

Embryo

    Enciclopedista

  • Moderators
  • 8048 Messaggi:

Inviato 06 gennaio 2016 - 12:41

Ma non si può semplicemente andarlo a comprare venerdì? Lo venderanno pure al supermercato, visto quanto è stato pubblicizzato, col videoclip trasmesso a reti unificate. Su alcuni canali SKY lo hanno mandato in onda ogni mezz'ora per due giorni. Ne stanno parlando (da bene a benissimo) praticamente ovunque.
È per questo che faccio fatica a comprendere i toni della recensione di Federico. Anche se concordo con la valutazione meramente numerica, riferita comunque alla qualità appossimativa del leak uscito in questi giorni.
  • 0
nobody knows if it really happened

At this range, I'm a real Frederick Zoller.

La birra è un perfetto scenario da sovrappopolazione: metti una manciata di organismi in uno spazio chiuso con più carboidrati di quanti ne abbiano mai visti e guardali sterminarsi con gli scarti che producono - nel caso specifico, anidride carbonica e alcol. E poi, alla salute!

#45 Trespy Sledge

Trespy Sledge

    Strawberry Switchblade

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 16124 Messaggi:

Inviato 06 gennaio 2016 - 12:51

A me Gozer piace molto di più in veste di divulgatore (cosa nella quale é probabilmente il migliore), piuttosto che di mero recensore (su OR ce ne sono molti che scrivono meglio).
  • -1

#46 Garga Charrua

Garga Charrua

    La Cura.

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 9069 Messaggi:

Inviato 06 gennaio 2016 - 14:25

(Ambasciator non porta pena)

 

Gozer  :wub:  , direttamente dall'Iperuranio: 

 

 

 

 

siccome sono pazzo e mi sono inventato tutto

 
Autore, Album, Punteggio su Mediacritic
 
Bob Dylan "Shadows in the Night" 82
Bob Dylan "Tempest" 83
Bob Dylan "Modern Times" 89
Bob Dylan "Love and Theft" 93
("vengono accolti come album normalissimi", sì sì, sogna ragazzo sogna)
 
Bruce Springsteen "The Rising" 82
Bruce Springsteen "Devil and Dust" 81
Bruce Springsteen "We Shall Overcome" 82
 
Leonard Cohen "Old Ideas" 85
Leonard Cohen "Popular Problems" 86
 
L'unico Bowie sopra l'80 è "The Next Day" che ha preso 81 e per riuscirci ha dovuto sfruttare l'hype dei dieci anni di attesa (e il punteggio è comunque inferiore a due album di Cohen, due di Springsteen e quattro di Dylan).
 
Oltre al trattamento riservato dalle testate di peso. 
 
Cohen dopo il 2000 ha preso due 8 su Pitchfork, Bowie no. 
Springsteen ha preso diversi 5 stelle su Rolling Stone, Bowie no. 
Dylan manco stiamo a parlarne.
Bowie su Allmusic negli ultimi quindici anni non è mai andato sopra le 3.5 stelle, tutti gli altri hanno preso dei 4 e dei 4.5.

 

 


  • 6

"Sei stati, cinque nazioni, quattro lingue, tre religioni, due alfabeti e un solo Gargamella."


#47 Bara dei pupi

Bara dei pupi

    Pietra MIliare

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 82311 Messaggi:

Inviato 06 gennaio 2016 - 14:29

452112_483497261_forum-121640-evviva_H11


  • 4

#48 Guest_Michele Murolo_*

Guest_Michele Murolo_*
  • Guests

Inviato 06 gennaio 2016 - 14:31

Va bhe ma che vuol dire dai, se sono album migliori è ovvio che ricevano voti più alti, non è che vengano trattati meglio come se avessero corsi preferenziali. Cioè si sta parlando di Bowie. Basta complottismo dai.

Edit: su rym per adesso è a 3,78, è il voto più alto dal 1980, gomblotto?



#49 Garga Charrua

Garga Charrua

    La Cura.

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 9069 Messaggi:

Inviato 06 gennaio 2016 - 14:40

Va bhe ma che vuol dire dai, se sono album migliori è ovvio che ricevano voti più alti, non è che vengano trattati meglio come se avessero corsi preferenziali. Cioè si sta parlando di Bowie. Basta complottismo dai

 

Posto che io, come ho già scritto, avrei scorciato l'introduzione della rece gozeriana, c'è da dire che il problema risiede nei diversi tipi di aspettative. Questo è oggettivo e anch'io ne sono inconsapevole portatore sano. A me piace Dylan quando fa Dylan e Cohen quando fa Cohen. Bowie deve sempre essere diverso da Bowie. O meglio, la sua bowità consiste nell'obbligo di spiazzare sempre e comunque. Pena la bocciatura* o, al limite, lo scarso entusiasmo. 




*e dio solo sa quanto meritavano la bocciatura i due dischi dopo 'Hours...'


  • 1

"Sei stati, cinque nazioni, quattro lingue, tre religioni, due alfabeti e un solo Gargamella."


#50 Guest_Michele Murolo_*

Guest_Michele Murolo_*
  • Guests

Inviato 06 gennaio 2016 - 14:47

Boh magari deriva dal fatto che anche Bowie abbia giocato un po' con la sua immagine da trasformista. Mai hai sicuramente ragione Gargamella, dico solo che non credo siano solo trattamenti preferenziali(tesi ridicola da sostenere a questi livelli, ripeto Bowie, Dylan, Cohen) magari questi due hanno semplicemente fatto dei dischi leggermenti migliori di quelli di Bowie in quel periodo. Non credo ci sia nulla di strano in questo.



#51 Bara dei pupi

Bara dei pupi

    Pietra MIliare

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 82311 Messaggi:

Inviato 06 gennaio 2016 - 15:03

http://supbowie.com/

 

 WHAT DID DAVID BOWIE DO AT YOUR AGE?

 

(anche se qua alcuni sono più vecchi di lui asd)  


  • 1

#52 Gonzalo Pirobutirro

Gonzalo Pirobutirro

    Tony Nelli

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1266 Messaggi:
  • LocationMaledetta Toscana

Inviato 06 gennaio 2016 - 15:34

Aspetto con somma trepidazione l'arrivo a casa del vinile. Non voglio sentirne mezza nota fino a quel momento, a parte il singolo che, va be', come hanno fatto più o meno tutti, mi sono bruciato all'uscita sul tubo.


  • 1

#53 Bugskull

Bugskull

    Been going to bed early

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 357 Messaggi:

Inviato 06 gennaio 2016 - 15:57

Ma il problema non è tanto che Bowie sia effettivamente più bistrattato dei collegi o meno. Il fatto è che di questo, in quella che dovrebbe essere una recensione, dubito importi qualcosa a qualcuno. Che poi lui sia bravo a scrivere e sappia quel che dice non lo metto in dubbio, ma una buona metà della sua recensione era una consulenza superflua, non richiesta ed evidentemente parziale sul ruolo storico del suo idolo. Lo scopo palese era semplicemente quello di far passare Bowie per la "vittima" (dove poi?) dei cattivoni della critica e lanciare le solite, banali frecciatine. Se bisogna far recensire i dischi a un fan dell'artista, che sia qualcuno in grado di andare oltre la semplice idolatria.
  • 0

#54 Giovanni Drogo

Giovanni Drogo

    Non lo so

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6934 Messaggi:

Inviato 06 gennaio 2016 - 15:58

452112_483497261_forum-121640-evviva_H11

 

E' un'immagine bellissima questa  asd


  • 0

Statisticamente parlando, non lo so.


#55 Bara dei pupi

Bara dei pupi

    Pietra MIliare

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 82311 Messaggi:

Inviato 06 gennaio 2016 - 16:05

Ma il problema non è tanto che Bowie sia effettivamente più bistrattato dei collegi o meno. Il fatto è che di questo, in quella che dovrebbe essere una recensione, dubito importi qualcosa a qualcuno 

 

vabbeh ma visto che è assente da tanto, intendo qua sul forum, eravamo in astinenza asd poi non ho idea di chi sia bistrattato o meno, nonostante mi piacciano anche alcuni di album dei miei idoli da vecchi sono ormai convinto della necessità di stabilire per legge una poltrona a termine: dopo il terzo album tutti a casa (sarei più per il primo ma avrebbe poco successo)


  • 0

#56 Guest_Michele Murolo_*

Guest_Michele Murolo_*
  • Guests

Inviato 06 gennaio 2016 - 16:18

La famosissima legge Franci: non c'è nessun gruppo che ha fatto più di tre album importanti. Quella sul primo mi sembra più scaruffiana



#57 Giovanni Drogo

Giovanni Drogo

    Non lo so

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6934 Messaggi:

Inviato 06 gennaio 2016 - 16:22

dopo il terzo album tutti a casa (sarei più per il primo ma avrebbe poco successo)

 

Tenterebbero di fotterti in tutti i modi, nascondendosi dietro nomi e progetti falsi, con emendamenti del tipo che un ep vale mezzo disco, eccetera eccetera. Però sarebbe bello sperimentare, probabilmente ci sarebbe meno saturazione del mercato musicale e si alzerebbe tantissimo la qualità media. Fiorirebbe il mercato nero delle opere post-terzo disco. 


  • 0

Statisticamente parlando, non lo so.


#58 Bara dei pupi

Bara dei pupi

    Pietra MIliare

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 82311 Messaggi:

Inviato 06 gennaio 2016 - 16:25

 

dopo il terzo album tutti a casa (sarei più per il primo ma avrebbe poco successo)

 

Tenterebbero di fotterti in tutti i modi, nascondendosi dietro nomi e progetti falsi, con emendamenti del tipo che un ep vale mezzo disco, eccetera eccetera. Però sarebbe bello sperimentare, probabilmente ci sarebbe meno saturazione del mercato musicale e si alzerebbe tantissimo la qualità media. Fiorirebbe il mercato nero delle opere post-terzo disco. 

 

 

ma no, tutto sotto controllo; stipendiati pubblicamente per quei 3 album e poi a casa


  • 0

#59 Feynman

Feynman

    Homeless

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2192 Messaggi:
  • LocationBrissie

Inviato 06 gennaio 2016 - 17:49

Ma il problema non è tanto che Bowie sia effettivamente più bistrattato dei collegi o meno. Il fatto è che di questo, in quella che dovrebbe essere una recensione, dubito importi qualcosa a qualcuno. Che poi lui sia bravo a scrivere e sappia quel che dice non lo metto in dubbio, ma una buona metà della sua recensione era una consulenza superflua, non richiesta ed evidentemente parziale sul ruolo storico del suo idolo. Lo scopo palese era semplicemente quello di far passare Bowie per la "vittima" (dove poi?) dei cattivoni della critica e lanciare le solite, banali frecciatine. Se bisogna far recensire i dischi a un fan dell'artista, che sia qualcuno in grado di andare oltre la semplice idolatria.

 

 

Ma il tono piccato è di default anche in veste critica, allora.



Come sempre il nostro gozzy, per gli artisti di cui è fan sfegatato, applica la regola della sindrome da accerchiamento. Figuriamoci se a Bowie possa fregar di meno tanto dei detrattori quanto degli "esaltatori" di default. E comunque tutti i grossi nomi, all'uscita di un disco nuovo, subiscono il medesimo trattamento.

Fategli recensire artisti coi quali ha meno coinvolgimento sentimentale.

 

 

Ma non capisco, dove sta scritto cosa uno deve dire/non dire in una recensione? Io questa la trovo leggera e piacevole da leggere (oltre che divertente in quanto mentre la leggevo mi immaginavo le reazioni sul forum :D :D). Inoltre mi sembra scorra tutto in maniera molto logica e naturale. Per finire, lunga vita ai recensori a cui piace la musica.


  • 1
Without examples, without models, I began to believe voices in my head – that I was a freak, that I am broken, that there is something wrong with me, that I will never be lovable… Years later I find the courage to admit that I am transgender and this doesn’t mean that I am unlovable… So that this world that we imagine in this room might be used to gain access to other rooms, to other worlds previously unimaginable.”

#60 Gozer

Gozer

    :3

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21470 Messaggi:

Inviato 06 gennaio 2016 - 17:57

*
POPOLARE

Avevo postato quella roba di Garga in privato, non avevo capito che volesse postarla qui.

Scrivo questo unico post di chiarimento, risparmiatevi pure i teatrini sui sei mesi e via dicendo, perché tanto non aggiungo altro. 

 

 

Va bhe ma che vuol dire dai, se sono album migliori è ovvio che ricevano voti più alti, non è che vengano trattati meglio come se avessero corsi preferenziali. Cioè si sta parlando di Bowie. Basta complottismo dai

 

Dunque si risolverebbe tutto con l'oggettiva superiorità di quei dischi.

Peccato però che quei dischi superiori contengano esattamente ciò che Dylan, Cohen e Springsteen hanno sempre fatto.

"The Next Day" invece al suo interno contiene generi molto diversi fra loro. Bowie alla sua età fa ancora dei tentativi, e io sono convinto che alla musica faccia più bene chi ci prova rispetto a chi si accomoda. 

 

E caro Limenitis, a dispetto di quanto sostieni i dischi di Bowie non sono stati accolti come quelli degli altri, a meno che non tu voglia far finta che Mediacritic, Allmusic, Pitchfork e Roling Stone non esistano. Stiamo parlando delle maggiori testate mondiali, non del mio blog.

Oltre a ciò, a riprova di quanto Bowie ancora oggi disturbi di più, se apri gli ultimi video di Cohen su Youtube non ci trovate accuse di massoneria, anticristianesimo, satanismo e chissà che altro. In quelli di Bowie ne trovi a bizzeffe.

 

Se leggete le recensioni di Dylan non troverete mai scritto "è l'ennesimo disco folk di Dylan", in quelle di Bowie - seppure in una parte minoritaria (e l'ho scritto che mi riferivo SOLO a questo tipo di detrattori, ma l'avete bellamente ignorato altrimenti non vi sarebbe stato possibile parlare di "accerchiamento", "idolatria", "vittimismo", "fanatismo" e altre infamate di bassa lega) - capita invece di leggere "è il solito disco di Bowie" o all'opposto "Bowie prova ad aggiornarsi prendendo da...".

 

Io è questo atteggiamento che ho voluto analizzare.

Se tizio viene trattato "A" e caio viene trattato "B", come le principali testate mondiali dimostrano, a me interessa capire perché. Quando scrivo di musica, la ricezione/percezione della stessa è un argomento che mi affascina più di qualsiasi altra cosa, fatto salvo il contesto storico (che è peraltro argomento collimante).

L'accusare di "complottismo" chiunque voglia capire ciò che sta intorno alla musica lo trovo infantile. La musica non viene fuori dal nulla e porta dietro di sé delle simbologie pesantissime. Il continuo svilire questi elementi fino all'impossibilità di parlarne rappresenta grosso del motivo per cui non scrivo più da queste parti.

Se a voi non interessa ciò che interessa me... leggete altri redattori!

 

La redazione è variegata apposta per offrire più punti di vista possibile, non v'ho chiesto io di concentrarvi su me. "Eh, ma questo è Bowie": ok, come spiegate allora le dieci tonnellate di veleno pure sui 2814? Non salterà fuori che quella recensione è scritta con toni fanatici spero.

Insomma mi sa proprio che continuerò a scrivere per il sito. E che continuerò a scrivere pure di Bowie, anche perché mi ritengo perfettamente lucido sull'argomento.

 

Egocentrismo poi?

In questo sito si possono leggere recensioni di gente che prima di parlare del disco spende paragrafi interi a raccontare cosa gli è successo a scuola, a mettere discettazioni su Nietzsche in mezzo a dischi punk, ma ne ricordo persino di chi parlava di una sua scopata!!!

Eppure non ho mai letto nessuno dire di questi signori "sì ma perché non parli del disco?", e da questo traggo le mie conclusioni.

 
Peraltro, anche se eliminate l'introduzione dedicata all'atteggiamento di questa minoranza critica su Bowie - che ho scritto con assoluta tranquillità a dispetto del caso che ci avete montato, ma ora l'ho modificata rendendola ancora più pacata, così sto sereno - anche eliminandola dicevo, rimane un'intera pagina word dedicata al disco, che è quindi più di molte recensioni che compaiono sul sito.
Non vi piace neanche quella? Benissimo, il dissenso è il carburante del miglioramento, però dire che il disco non sia stato preso in analisi è falso.
"Aloha".

  • 20

RYM ___ i contenuti

 

 "SOVIET SAM" un blog billizzimo

 

 

 





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq