Vai al contenuto


Foto
* * * - - 5 Voti

David Bowie - Blackstar (2016)


  • Please log in to reply
340 replies to this topic

#21 The Joker

The Joker

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2700 Messaggi:

Inviato 05 gennaio 2016 - 17:05

Da non bowie-ano la voglia di ascoltarlo c'è, sia per il piglio sperimentale che per la compattezza dell'album (almeno nel numero dei brani, poi magari dura un'ora e mezza). 


  • 0

#22 floods

floods

    l'utente main$tream

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 15782 Messaggi:

Inviato 05 gennaio 2016 - 17:08

No dura poco, una quarantina di minuti... ed è pure più vario di quanto si pensi!


  • 1
RYM enafffffffiiiiooooooooolllll

#23 avatar blackwolf

avatar blackwolf

    parental guidance

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7148 Messaggi:

Inviato 05 gennaio 2016 - 17:09

sì soddisfa grandi e piccini , chi ama il lato più sperimentale e chi il lato più pop :)


  • 0

*lastfm*

 

 

Delia, queen of the fairies.was presiding over the feast of plenty,celebrating 3,000 years of peace. In the midst of the celebration Delia felt a pull from the skies.She looked up and saw dark clouds forming on the horizon in every direction. She fell into a trance and left the party
heading for her home on a high hill. At first, the fairies were puzzled. But then they too felt a force drawing them to follow.Delia was alone inside. The storm grew until it was a raging cyclone hovering over the dwelling. One of the older fairies ventured inside the house. There lay Delia on her bed holding a pair of twins in her arms. The older fairy instantly knew that these were not ordinary twins, but magical wizards. The baby wizards were polarized like magnets: one attracting with a magnetic draw., the other repelling and impossible to get near. Avatar, the kind and good wizard. spent much of his boyhood entertaining his mother with beautiful visions. Blackwolf, the mutant wizard would never visit his mother and spent his time torturing small animals.

 


#24 xone89

xone89

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1113 Messaggi:

Inviato 05 gennaio 2016 - 17:12

Sul giudizio mi trovo anche d'accordo ad un primo ascolto, però recensione troppo scentrata rispetto al disco e la stoccata assolutamente gratuita su Lamar davvero pessima...


  • -1

#25 Garga Charrua

Garga Charrua

    La Cura.

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 9052 Messaggi:

Inviato 05 gennaio 2016 - 17:17

la stoccata assolutamente gratuita su Lamar davvero pessima...


Ma dov'è la stoccata? Dice solo che, contrariamente a quanto riportato da Visconti, Lamar non c'entra un fico secco in questo disco. Dagli torto.


Poi per me ogni singola recensione su OR dovrebbe concludersi con la frase, "Lamar merda", ma è un problema mio, lo riconosco.
  • 3

"Sei stati, cinque nazioni, quattro lingue, tre religioni, due alfabeti e un solo Gargamella."


#26 Bara dei pupi

Bara dei pupi

    Pietra MIliare

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 82191 Messaggi:

Inviato 05 gennaio 2016 - 17:26

sì soddisfa grandi e piccini , chi ama il lato più sperimentale e chi il lato più pop :)

 

e anche chi ama gozzy :wub:

 

7eOF8lw.gif


  • 0

#27 xone89

xone89

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1113 Messaggi:

Inviato 05 gennaio 2016 - 17:32

 

la stoccata assolutamente gratuita su Lamar davvero pessima...

Ma dov'è la stoccata? Dice solo che, contrariamente a quanto riportato da Visconti, Lamar non c'entra un fico secco in questo disco. Dagli torto.

Per essere precisi dice che ovviamente non c'entra un fico secco e conclude con "va più che bene così'" , se non è una stoccata questa... asd

 

Poi per me ogni singola recensione su OR dovrebbe concludersi con la frase, "Lamar merda", ma è un problema mio, lo riconosco.

 

Eh, appunto :rolleyes:


  • 0

#28 Thælly

Thælly

    mascellona da bukkake

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6916 Messaggi:

Inviato 05 gennaio 2016 - 17:37

Recensione bellissima, così come il disco :wub: (Anzi, io l'avrei allungata ancora un po', parlando un pochino più delle singole canzoni; in realtà in concreto non ho "un'idea migliore" su come avrei potuto attuare questi cambiamenti, quindi sto zitto asd )


  • 3

Una tua action figure che quando la schiacci ti parla degli accordi.


#29 vuvu

vuvu

    الرجل المكرسة لقضية المرأة ويقع في

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 15933 Messaggi:

Inviato 05 gennaio 2016 - 17:38

Recensione scritta benissimo, dritta al punto e distante da tante considerazioni con il pilota automatico. Sono sostanzialmente anche io un estimatore di Lamar, eppure non mi sono affatto risentito della conclusione. Non c'è traccia della sua musica in questo disco, non capisco perché Bowie abbia affermato una roba simile, ma tant'è. Poi sono anche contento che Claudio (autore della monografia e quindi avente prelazione su qualunque uscita di Bowie) abbia ceduto il tutto a Gozer, affidandosi nelle mani di uno dei pochi veri conoscitori del Duca in questi lidi, assieme al buon Bercella e pochissimi altri. Senza contare che mi ci gioco le palle che se avessimo cambiato il nome per qualche ora, tirandovi magari una sorta di scherzo, non avreste mai analizzato il tutto con tanta veemenza e passione. Ma questa è un'altra storia. Comunque il disco è davvero bello, le similitudini con Walker ci sono ma a mio modesto parere solo inerenti una certa obliquità d'azione in alcune tracce, per il resto il Duca è riuscito a cavarsela egregiamente, mescolando con la consueta accuratezza elementi diversissimi, a partire da certe partiture propriamente drum'n'bass giustamente segnalate anche nella recensione, jazz, umori noir e chi ne ha più ne metta. Lo comprerò originale, mi farò questo regalo per il mio onomastico visto che esce giusto il giorno prima.


  • 2

"L'intensità del rumore provoca ostilità, sfinimento, narcisismo, panico e una strana narcosi." (Adam Knieste, cit.)

 

"Deve rimanere solo l'amore per l'arte, questo aprire le gambe e farsi immergere dal soffio celeste dello Spirito." (Simon, cit.)

 

La vita è bella solo a Ibiza (quando non c'è nessuno).


#30 solaris

solaris

    Simmetriade.

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5792 Messaggi:

Inviato 05 gennaio 2016 - 18:39

Non è piaciuta neanche a me, si dilunga troppo e inutilmente nel solito cappellino storico introduttivo-del-contesto.

Dell'album dice poco; anch'io avrei avuto poco da dirci (non perché non sia bello, sia chiaro), ma dalle rece si spera sempre di leggere qualche lettura interessante, più interessante del riassuntino che chiunque potrebbe redigere dopo un ascolto.

L'album è palesemente migliore di The Next Day, a mio avviso. Lamar non c'entra nulla ma se uno sostiene di essersi ispirato a qualcun altro non è detto che i frutti di questa ispirazione siano immediatamente leggibili o individuabili nella somiglianza fra le due cose.


  • 5

#31 floods

floods

    l'utente main$tream

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 15782 Messaggi:

Inviato 05 gennaio 2016 - 18:56

*
POPOLARE

Secondo me l'ispirazione a Lamar non va ricercata nel tipo di canzoni, nel sound, nelle somiglianze, infatti Visconti ha detto che Bowie ha apprezzato il disco di Lamar e che si è ispirato al suo lavoro... cosa che io intendo come ispirazione alla metodologia di lavoro.

Se The Next Day era un disco classicamente bowieano nel sound, una sorta di bignami del suo decennio d'oro, versione riveduta, corretta e migliorata di quanto aveva cercato di fare con Heathen, stavolta Bowie ha fatto un disco che riprende l'attitudine dei suoi anni 90, quelli meno celebrati ma non meno sperimentali e fantasiosi del suo periodo berlinese. Solo che a differenza di venti anni fa non ha rivestito quelle intuizioni coi sound più modaioli ed elettronici del momento (poteva mica fare un disco trap?) bensì con degli arrangiamenti realizzati con strumenti classici e caldi, stratificati però in modo poco ortodosso, ed è da lì che ne deriva la modernità/sperimentazione sonora. Ecco secondo me è quello che un po' accade nel disco di Lamar, distantissimo dall'attuale scena hip-hop americana proprio per via degli arrangiamenti.


  • 13
RYM enafffffffiiiiooooooooolllll

#32 Giovanni Drogo

Giovanni Drogo

    Non lo so

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6918 Messaggi:

Inviato 05 gennaio 2016 - 19:03

Ahahah, ma che recensione è.  asd

Vaben dai, almeno fa ridere un sacco, comunque sta trasferendo il gozerianismo dal forum alle rece.


  • -1

Statisticamente parlando, non lo so.


#33 paloz

paloz

    Poo-tee-weet?

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 23306 Messaggi:

Inviato 05 gennaio 2016 - 19:16

Siete voi che hypate troppo le cose che scrive lui (pietre, monografie, recensioni) e non dite quasi mai nulla sulle altre - anche solo per dire che sono scritte col culo o che dicono cose sbagliate. Dunque, semmai, sono i ronzini che scavalcano la staccionata del forum e vanno a galoppare anche sul sito. ashd


  • -1

I have spoken softly, gone my ways softly, all my days, as behoves one who has nothing to say, nowhere to go, and so nothing to gain by being seen or heard.

 

(Samuel Beckett, Malone Dies)


#34 cool as kim deal

cool as kim deal

    Utente contro le bonus track

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12222 Messaggi:
  • LocationLooking Corsica, Feeling Corsico

Inviato 05 gennaio 2016 - 19:18

Ma il problema non è la stoccata a Lamar (che c'entra una sega), è il preambolo lunga mezza rece del continuo me (Gozer/Bowie) vs world (world), basato sul nulla.

 

Springsteen è giustamente preso a pesci in faccia, Neil Young pubblica 200 dischi all'anno e di medi giubilei ce ne sono stati per Le noise e per Psychedelic Pills, Dylan e Cohen vengono accolti come dischi normalissimi, boh.

 

Riassumendo:

 


  • 0
FATE TORNARE LO SPECCHIETTO DI RYM IN FIRMA

#35 unkle

unkle

    utente non governativo

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2544 Messaggi:
  • Locationfrom the hill

Inviato 05 gennaio 2016 - 19:56

 

Se The Next Day era un disco classicamente bowieano nel sound, una sorta di bignami del suo decennio d'oro, versione riveduta, corretta e migliorata di quanto aveva cercato di fare con Heathen, stavolta Bowie ha fatto un disco che riprende l'attitudine dei suoi anni 90, quelli meno celebrati ma non meno sperimentali e fantasiosi del suo periodo berlinese. Solo che a differenza di venti anni fa non ha rivestito quelle intuizioni coi sound più modaioli ed elettronici del momento (poteva mica fare un disco trap?) bensì con degli arrangiamenti realizzati con strumenti classici e caldi, stratificati però in modo poco ortodosso, ed è da lì che ne deriva la modernità/sperimentazione sonora. 

 

ecco il pezzo di recensione mancante, applauso ;)


  • 0

#36 xtc

xtc

    Gianfranco Marmoro

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11257 Messaggi:

Inviato 05 gennaio 2016 - 20:38

Basta scaricare, gentaglia, aspettate l'8 e compratelo in cd per Dio! :nod:

o il vinile su amazon it  è venduto a un prezzo basso


  • 0

#37 xtc

xtc

    Gianfranco Marmoro

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11257 Messaggi:

Inviato 05 gennaio 2016 - 20:45

Non è piaciuta neanche a me, si dilunga troppo e inutilmente nel solito cappellino storico introduttivo-del-contesto.

Dell'album dice poco; anch'io avrei avuto poco da dirci (non perché non sia bello, sia chiaro), ma dalle rece si spera sempre di leggere qualche lettura interessante, più interessante del riassuntino che chiunque potrebbe redigere dopo un ascolto.

L'album è palesemente migliore di The Next Day, a mio avviso. Lamar non c'entra nulla ma se uno sostiene di essersi ispirato a qualcun altro non è detto che i frutti di questa ispirazione siano immediatamente leggibili o individuabili nella somiglianza fra le due cose.

Si legge con piacere ma tace abbondantemente sulle innovazioni del disco che sono più nella metodologia e nell'approccio che nel risultato, a proposito di Lamar e dell'ispirazione ricordo che i Cure dissero di Prince la stessa cosa con kiss kiss me ma non è che l'album fosse il loro Lovesexy , era una questione di metodo  e di visione più in generale,  


  • 0

#38 The Joker

The Joker

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2700 Messaggi:

Inviato 06 gennaio 2016 - 07:22

Scusate l'ignoranza, ma chi cazz'è 'sto Gozer? E perchè tutto 'sto casino attorno a quello che scrive?


  • 5

#39 Limenitis

Limenitis

    sputasentenze

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 25804 Messaggi:
  • LocationArcore (ex URSS)

Inviato 06 gennaio 2016 - 10:04

Ma il tono piccato è di default anche in veste critica, allora.



Come sempre il nostro gozzy, per gli artisti di cui è fan sfegatato, applica la regola della sindrome da accerchiamento. Figuriamoci se a Bowie possa fregar di meno tanto dei detrattori quanto degli "esaltatori" di default. E comunque tutti i grossi nomi, all'uscita di un disco nuovo, subiscono il medesimo trattamento.

Fategli recensire artisti coi quali ha meno coinvolgimento sentimentale.
  • 0

Stefano

 

 

Sono stato ad un loro concerto in prima fila, impiedi. Ubriaco fracico ed erano convinte fossi un fan sfegatato, mi dedicavano le canzoni mentre io per quasi due ore urlavo: troieee!

 


#40 Twin アメ

Twin アメ

    pendolare pre post attilio lombardo

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 9167 Messaggi:
  • Location1991

Inviato 06 gennaio 2016 - 10:10

Scusate l'ignoranza, ma chi cazz'è 'sto Gozer? E perchè tutto 'sto casino attorno a quello che scrive?

 

The Joker

Registrato:
04-August 06

 

are you sure?


  • 2

“Ma il problema con i film hollywoodiani è che tendono a confortare le persone. E io non voglio che le persone si sentano confortate”. (Terry Gilliam)

"And I would rather be an interesting fraud than a boring professional any day of the week." (Travis Just)

 





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq