Vai al contenuto


Foto
- - - - -

Apocalypto


  • Please log in to reply
159 replies to this topic

#21 Notker

Notker

    Scaruffiano

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 18302 Messaggi:

Inviato 07 gennaio 2007 - 16:21





E poi perlomeno Gibson non è palloso come Scorsese.

ti riferisci a "L'ultima tentazione..." ? Vuoi dire che "The Passion" è superiore a "L'ultima tentazione di Cristo" :o ?...

no, parlo in generale. Scorsese lo ritengo piuttosto sopravvalutato e prolisso...


beh, posso anche accettare (ma non giustificare) il "sopravvalutato"... ma "prolisso"... dove diavolo lo vedi prolisso uno come Scorsese? :o
  • 0
« La schiena si piega solo quando l'anima è già piegata »
(Arturo Toscanini)

molti si chiedono se il pop/rock possa essere una forma d'arte musicale o meno; ebbene, lo è sicuramente... ma solo quando risponde al requisito esposto da Don Van Vliet:
« Non voglio vendere la mia musica. Vorrei regalarla, perché da dove l'ho presa non bisogna pagare per averla »

#22 Jules

Jules

    Pietra MIliare

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21470 Messaggi:

Inviato 07 gennaio 2007 - 16:26


Quando uscì La passione di Cristo dissi, in modo gentile verso il regista, che era un film più che brutto non riuscito, che si prefiggeva determinati obiettivi e poi non li raggiungeva...Apocalypto è semplicemente la conferma che Gibson non sa fare il regista ...

Mi permetto di dissentire...se penso a Braveheart, o anche al modo rivoluzionario di presentare la storia degli ultimi giorni di Gesù Cristo.

Purtroppo non ho ancora visto Apocalypto, ma quei due sopra (in particolare quello "scozzese") non me li puoi toccare a livello registico.
E poi perlomeno Gibson non è palloso come Scorsese.


Andy domani mi riprometto di dire con più calma la mia sul perchè Mel Gibson non è un bravo regista...volevo solo risponderti per evidenziare l'assurdità che dici nel dire che perlomeno non è palloso come Scorsese: vedi...sei l'esempio vivente di come Gibson abbia trovato dei sostenitori...e come furbescamente metta in scena le sue storie se c'è qualcuno che riesce a preferirlo a Scorsese perchè "è meno palloso"...

Invito tutti a riflettere proprio su questo... anche perchè spettatori come Andy Hood ce ne stanno tanti..
  • 0

#23 strangelove

strangelove

    Scaruffiano

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12072 Messaggi:

Inviato 07 gennaio 2007 - 16:38

E poi perlomeno Gibson non è palloso come Scorsese.


La faccina dell'omino che si spacca la fronte contro il muro dove è finita?
  • 0

#24 keith

keith

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2392 Messaggi:

Inviato 07 gennaio 2007 - 16:55

Io invece trovo che Gibson sia pallosissimo! Trame deboli, scene noiose al rallentatore per dare un senso di "epico". Poi dai, Scorsese è uno dei registi che ha fatto la storia del cinema (Taxi Driver, Casino, Godfellas, Mean Streets, Toro Scatenato, L'ultima tentazione...), almeno 6-7 capolavori... Gibson ha fatto una palla di 3 ore e mezza che si è rivelata una mezza cagata (Braveheart), un film che stravolge completamente il messaggio cristiano (e lo dice un non credente) facendo immergere lo spettatore nella sofferenza più inutile della storia del cinema (così da espiare le nostre colpe) e un film che sputtana una cultura affascinante come quella Maya... Cazzo, non c'è paragone!
  • 0

#25 Jules

Jules

    Pietra MIliare

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21470 Messaggi:

Inviato 07 gennaio 2007 - 18:44

Comunque, giusto per non essere troppo cattivo, Braveheart non era malaccio come molti detrattori hanno cominciato a sostenere all'indomani del Cristo-splatter..
  • 0

#26 Guest_vegeta_*

Guest_vegeta_*
  • Guests

Inviato 07 gennaio 2007 - 18:54

"Braveheart" è un film medio: prolisso e già visto, ma pure avvincente e ben diretto. Non è comunque il capolavoro che dicono tutti.

Certo che pure l'esordio di Gibson dietro la macchina da presa non è un gran che

#27 Homer

Homer

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3019 Messaggi:
  • LocationBoston

Inviato 07 gennaio 2007 - 19:28

Ho visto Braveheart quando avevo 12/13 anni e mi piacque un sacco, tanto che mi feci regalare le due cassette originali. Da lì credo di aver iniziato ad amare il cinema, forse con il film sbagliato, forse per i motivi sbagliati, ma tant'è.

Sono stato poi uno dei pochi a difendere The Passion, soprattutto da chi diceva che film del genere fanno male al cinema, ma sinceramente non ho nessuna voglia di riprendere la discussione.

Sono incuriosito da Apocalypto, anche se non è in cima alle mie preferenze attualmente. Certo vorrei capire perchè viene tanto criticato.
  • 0

"Beh, devo essere ottimista. Va bene, dunque, perché vale la pena di vivere? Ecco un’ottima domanda. Beh, esistono al mondo alcune cose, credo, per cui valga la pena di vivere. E cosa? Ok. Per me... io direi... per Groucho Marx tanto per dirne una, e Willie Mays e... il secondo movimento della sinfonia Jupiter... Louis Armstrong, l'incisione Potatoehea Vlues... i film svedesi naturalmente... L’educazione sentimentale di Flaubert... Marlon Brando, Frank Sinatra, quelle incredibili... mele e pere di Cézanne, i granchi di Sam Wo, il viso di Tracey"

"Saigon. Merda. Sono ancora soltanto a Saigon. Ogni volta penso che mi risveglierò di nuovo nella giungla"


#28 Andy Hood

Andy Hood

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 347 Messaggi:

Inviato 07 gennaio 2007 - 20:28

Taxi Driver non l'ho mai visto e spero di recuperare quanto prima. Gli altri film di Scorsese sono palle allucinanti...tranne la prima parte di Quei bravi ragazzi, e alcune sequenze di Toro Scatenato.

E poi questa cosa di dare contro a Braveheart mi mette tristezza, e mi sembra di leggere le stesse cose che si dicono spesso nei confronti dei Beatles su questo forum. Un film straordinariamente emozionante. Questo può anche bastare, anche se non ha chissà che pretese artistiche....ma semplicemente racconto in maniera divina una storia.

Se proprio mi devo cercare l'arte nel cinema mi vado a vedere i film di Kubrick e sicuramente non quelli di Scorsese.
  • 0

#29 Guest_slimfit_*

Guest_slimfit_*
  • Guests

Inviato 07 gennaio 2007 - 21:00


CANNIBAL HOLOCAUST

Non lo conosco, dimmi qualcosa...


Chi è impressionabile, non clicchi qua sotto: http://www.ilcancell...L HOLOCAUST.jpg


OT

pero' la scena piu' impressionante del film e' quando si vede Barbareschi barzotto

#30 Guest_Figazzo_*

Guest_Figazzo_*
  • Guests

Inviato 08 gennaio 2007 - 09:07

cannibal holocaust era un film coraggioso e da cult, e già basta a renderlo più interessante di qualunque cosa che faccia Mel Gibson

#31 Kebabträume

Kebabträume

    aspirante indie

  • Members
  • StellettaStelletta
  • 66 Messaggi:

Inviato 08 gennaio 2007 - 11:52

Sono vere le indiscrezioni diffuse da Gibson che vogliono la popolazione Maya di origine ebrea..?
  • 0

#32 Guest_vegeta_*

Guest_vegeta_*
  • Guests

Inviato 08 gennaio 2007 - 12:34


E poi questa cosa di dare contro a Braveheart mi mette tristezza, e mi sembra di leggere le stesse cose che si dicono spesso nei confronti dei Beatles su questo forum.


Se per te i Beatles stanno alla musica come Gibson al cinema sei tu il primo a voler ridimensionare l'arte di Lennon e soci.

Guarda, pur considerando molti suoi film dei capolavori, io non sono un fan di Scorsese e oso arrivare ad ammettere che forse è stato in alcuni momenti della sua carriera sopravvalutato (ma non negli ultimi anni e sicuramente non su questo forum), ma paragonare il suo cinema al cinema dilettantesco e flautolento di Gibson... ma è davvero così difficile mettere da parte i propri gusti e avere un minimo di oggettività critica?


da incorniciare quest'intervento

#33 strangelove

strangelove

    Scaruffiano

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12072 Messaggi:

Inviato 08 gennaio 2007 - 13:13

...


Kubrick a parte (nome che giganteggia, ma comunque abusato, e talmente diverso da Scorsese che il paragone non sta in piedi) mi piacerebbe conoscere una manciata di registi che ti soddisfano. Cosi', giusto per curiosità.
  • 0

#34 Andy Hood

Andy Hood

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 347 Messaggi:

Inviato 08 gennaio 2007 - 13:27

No ma avete ragione, Scorsese è il più grande regista di tutti i tempi...siete contenti adesso?? ::) :-\

Il paragone con i Beatles, era una cosa più in generale...che riguardava l'attegiamento tenuto da molti di questo forum nei confronti delle cose che hanno più successo commercialmente.
Per quanto riguarda l'oggettività, beh è chiaro che Scorsese ormai abbia una certa buona fama....ma io non posso fare a meno di sbadigliare in molti suoi film e quello che pensano diffusamente i critici nei suoi confronti non mi fà nè caldo nè freddo. E poi trovo patetica la sua fissazione nei confronti di Leonardo Di Caprio... :'(

Per rispondere a Strangelove, i primi nomi che mi vengono in mente sono: Tarantino, Kubrick, il primo Spielberg (ma diciamo che fino ai primi '90 è più che accettabile, e Prova a prendermi mi è piaciuto...mentre non ho ancora visto Munich) Tim Burton, M.Night Shyamalan, R.Zemeckis, Sergio Leone..e direi che come sfarinatura veloce, và più che bene.
  • 0

#35 Jules

Jules

    Pietra MIliare

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21470 Messaggi:

Inviato 08 gennaio 2007 - 14:37

Tutti i gusti soggettivi sono rispettabili...ad esempio io non digerisco SS (indovina chi è?)...ma ciò che ha urtato un pò tutti noi è stato il tuo misconoscere l'importanza di Scorsese non tanto e non solo per il cinema americano, quanto per la società americana tutta...e il tuo paragonare un uomo che è sulla breccia da una quarantina d'anni con uno che ha firmato da regista solo quattro film, tipico atteggiamento che molti ggiovini d'oggi mantengono di snobismo all'incontrario, nel senso che ciò che è forte visivamente (o che tu credi forte, vediti i capolavori di Miike e poi mi dici se il sangue di Gibson è artisticamente efficace) rende superati i ritmi e gli stili narrativi degli autori più anziani...

Piccolo inciso: non venire di certo da me a parlarmi di pregiudizio verso i successi commerciali! Tanto più che Scorsese è uno degli autori più visti in tutto il mondo ancor oggi..
  • 0

#36 Andy Hood

Andy Hood

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 347 Messaggi:

Inviato 08 gennaio 2007 - 14:50

Continuo a dire che Scorsese non ha fatto film all'altezza di Braveheart(per ritmo, recitazione, storia, fotografia, scenari, azione, emozione, colonne sonore), e poi continuo col dire che film così "contro" (a partire dall'uso dell'aramaico....al mostrare da un punto di vista realistico la storia di Cristo) come The Passion nel cinema blockbuster hollywoodiano credo di averne visti pochissimi.

Per quanto riguarda il primo punto, spero di essere smentito con la visione di Taxi Driver. E comunque paragonare le due carriere, non ha senso...sia perchè Gibson è solo all'inizio e sia perchè hanno due background decisamente diversi.
Quello che posso dire, e lo ribadisco...trovo molto più divertenti e appassionanti i pochi film diretti da Gibson.

PS: alla lista di prima aggiungo anche Brian De Palma.
  • 0

#37 Guest_vegeta_*

Guest_vegeta_*
  • Guests

Inviato 08 gennaio 2007 - 23:06

l'ho visto poco fa...qualche Spoiler



C'è sempre una strana e fastidiosa ambiguità che permea i film di Mel Gibson-regista. Ambiguità che ho rilevato anche in questa sua nuova opera "Apocalypto".
C'è una sorta di crudeltà di fondo, una specie di visione orrorifica e grottesca della vita e della storia in "Apocalypto" (come nel precedente "La Passione Di Cristo") che rende arduo il compito di fruire di questa pellicola come se fosse solo un semplice e "divertente"
film "d'intrattenimento".

Nel mondo di Mel Gibson la violenza è strisciante e sempre presente, sia negli uomini che nella natura.
Ma se non era intenzione del regista rappresentare il popolo Maya come un orda di sanguinari e crudeli barbari, perchè i protagonisti del suo film (di certo imparentati con gli spregevoli sacerdoti ebrei de "La Passione...") godono e ridono nel praticare torture e giochi sadici con i loro prigionieri?

Se è vero che "nessun sguardo è oggettivo", il film di Gibson fallisce, e sconta i maggiori difetti, proprio laddove il regista decide di porre l'obiettivo della sua macchina da presa.
Gibson è un regista enfatico e superficiale allo stesso tempo, conosce bene l'arte della suspance, così prima tranquilizza lo spettatore presentandogli un'allegra famiglia di aborigeni, intenta a cacciare e a praticare scherzucci da sit com (tipo far mangiare a un poveretto palle di tapiro), e poi elargisce con parsimonia colpi bassi e ultraviolenza (direi che il divieto ai 14 era d'obbligo, o qualcuno tra di voi davvero porterebbe il figlio di sei anni a vedere questo film?)

I personaggi agiscono secondo meccanismi e psicologie elementari.
Il protagonista "Zampa di Giaguaro" è mosso dalle intenzioni più rassicuranti e banali che potessimo immaginare, ovvero vuole solo tornare a casa dalla sua famiglia. I suoi inseguitori, appartenenti ad una perfida tribù Maya, sono belve feroci assetate di sangue e vendetta. Stop.

Le soluzioni adottate poi, sono sempre le più scontate e sensazionalistiche. Così, quando "Zampa di Giaguaro" fugge nella foresta, difendendosi a suon di trappole letali e botte da orbi, più che a Malick o Herzog (sic) viene in mente il buon vecchio "Rambo".

Pur non toccando le vette trash de "La Passione Di Cristo", "Apocalypto" appare semplicemente come il lavoro di un regista assai confuso, ma senza dubbio (e qui faccio ammenda) non folle. Anzi.
Mel Gibson è fin troppo scaltro e furbo, e pure questa volta è riuscito a scatenare un tam tam mediatico impressionante attorno ad un filmetto che tra qualche anno non si ricorderà nessuno.

Voto: 4

#38 Guest_materasso-divino_*

Guest_materasso-divino_*
  • Guests

Inviato 09 gennaio 2007 - 13:18

a me, vegeta, più che Rambo era venuto i mente il Fuggitivo...

comunque secondo me il film è inutile, ma tuttavia 6,5 glielo do perchè come "action-movie" è comunque piacevole e personalmente prima di vederlo mi ero informato sugli imprecisioni che ci sono e sono abnormi nella descrizione della cultura, delle usanze (dei sacrifici ho letto fosse vero...almeno quello ::) )e a quanto pare anche delle architetture. Detto ciò, vero che fallita del tutto la pretesa di "descrivere" una cultura lontana nel tempo e nello spazio il film perde qualsiasi scopo, però per quato mi riguarda la seconda parte alla fine l'ho presa come un buon film d'azione anche piuttosto banale, ma funzionante nel ritmo, ed è passato piacevole.

The Passion...non ho ancora capito quel film...mentre Braveheart è uno dei miei film preferiti, forse perchè l'affetto vince sulla ragione, ma me ne frego e ogni volta che lo vedo mi emoziono e tano basta.

Però non mi s critichi l'importanza del Martin all'interno dello sviluppo della cinematografia mondiale. Film magari prolissi nella durata, ma pregni di epica e sostanza. Comunque di Scorsese non ne parlo, sennò non mi fermerei più. Uno dei miei tra big con Bergman e Kubrick.

#39 clapat71

clapat71

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1195 Messaggi:

Inviato 09 gennaio 2007 - 14:15

Allora, 'L'uomo senza volto' e 'Braveheart' erano secondo me buoni film. Gli ultimi due non li ho visti né credo lo farò anche solo per il battage che li circonda (sono uno dei pochi che è riuscito a non vedere ancora Titanic).
Però Scorsese è uno che ha fatto scuola. Scorsese lo si studierà, mentre Gibson, come regista, decisamente no (come in fondo non si studierà neanche Kostner il cui 'Balla coi lupi' ha secondo me molte similitudini con 'Braveheart').
Dire che Scorsese non ha ritmo è falso. Si può dire che uno sbadiglia, ma il problema è suo e non del film.
  • 0

#40 Guest_vegeta_*

Guest_vegeta_*
  • Guests

Inviato 09 gennaio 2007 - 14:51

Costner vale 10 volte Gibson (come regista).

"Balla Coi Lupi" si mangia "Braveheart" a colazione, e "Open Range" è un bellissimo e sottovalutato film, che può servire come antidoto alla "volgarità" di "Apocalypto" o "The Passion".




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq