Vai al contenuto


Foto
* * * - - 2 Voti

Steven Spielberg


  • Please log in to reply
197 replies to this topic

#41 Guest_ale_*

Guest_ale_*
  • Guests

Inviato 04 ottobre 2011 - 09:09

Se c'è un regista che è antimilitarista, per i temi affrontati in alcuni suoi film, credo sia proprio lui!


affermazione nuovamente confermata dal suo ultimo film

http://www.youtube.com/watch?v=xRf3SfeMRD4

anche se dai trailers mi ispira molto di più Tintin

http://www.youtube.com/watch?v=7hDmKOk37Uo&feature=related

#42 wong73

wong73

    mainstream Star

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1174 Messaggi:

Inviato 04 ottobre 2011 - 18:39

riuscirà WAR HORSE a vincere Tony e Oscar in due anni consecutivi rispettivamente con le sue versioni teatrali e cinematografiche? lo scopriremo tra qualche mese...intanto il libro è ancora posizionato sulla mia mensola
  • 0

#43 Guest_cinemaniaco_*

Guest_cinemaniaco_*
  • Guests

Inviato 28 giugno 2012 - 10:57

appena visto in tv La guerra dei mondi...bella soprattutto la prima parte.


l'ho visto anche io e non lo vedevo dall'uscita nelle sale. si, prima parte ottima. come però hanno scritto più o meno tutti, da quando la scena si sposta nel sottoscala il film si sgonfia e non si riprende più. peccato.

#44 Guest_cinemaniaco_*

Guest_cinemaniaco_*
  • Guests

Inviato 13 novembre 2012 - 23:17

Quest'estate in tv hanno dato i due Jurassic Park e li ho rivisti. Erano secoli che non li vedevo.
Il mio commento: il primo Jurassic Park lo reputo un capolavoro. Una macchina spettacolare perfetta ed è forse il film più "cattivo" di Spielberg che si è sicuramente divertito a terrorizzare il suo pubblico di riferimento, i bambini. Pensateci bene: è sempre stato percepito e presentato come un film fantastico d'avventura tendenzialmente indirizzato ai più piccoli, ma guardatelo bene, in realtà è un terrificante e violento thriller al cardiopalma. Se si esclude la breve parentesi con gli erbivori, i dinosauri sono rappresentati come dei serial-killer: inseguono, intrappolano ed uccidono senza pietà. Oltretutto è pure invecchiato bene, e tutti sappiamo quanto il tempo sia bastardo con il cinema tecnologico.
Il mondo perduto invece l'ho ritrovato fiacco. Sembra soffrire della saturazione del "formato blockbuster" avvenuta, secondo me, alla fine degli anni '90. Rappresenta una regressione in confronto al prototipo: vorrebbe aggiungere, aggiungere, ma in realtà sottrae. La parte con il T-Rex in città è quasi da scult, una di quelle tipiche idee da film di serie z infilate nelle megaproduzioni (quando le idee finiscono succede spesso). Spielberg è però uno dei più grandi registi che io conosca e quindi fatico sempre a definire un suo film "brutto", perché qua e là il guizzo c'è sempre e il suo modo di girare è una gioia sempre e comunque. Diciamo allora "film non riuscito".

#45 Seattle Sound

Seattle Sound

    Non sono pigro,è che non me ne frega un cazzo.

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 36384 Messaggi:
  • LocationTiny little green

Inviato 13 novembre 2012 - 23:29

Quest'estate in tv hanno dato i due Jurassic Park e li ho rivisti. Erano secoli che non li vedevo.
Il mio commento: il primo Jurassic Park lo reputo un capolavoro. Una macchina spettacolare perfetta ed è forse il film più "cattivo" di Spielberg che si è sicuramente divertito a terrorizzare il suo pubblico di riferimento, i bambini. Pensateci bene: è sempre stato percepito e presentato come un film fantastico d'avventura tendenzialmente indirizzato ai più piccoli, ma guardatelo bene, in realtà è un terrificante e violento thriller al cardiopalma. Se si esclude la breve parentesi con gli erbivori, i dinosauri sono rappresentati come dei serial-killer: inseguono, intrappolano ed uccidono senza pietà. Oltretutto è pure invecchiato bene, e tutti sappiamo quanto il tempo sia bastardo con il cinema tecnologico.


aggiungerei anche gli inserti horror di quando all'improvviso arriva Laura dern a tutto schermo
  • 1

Alfonso Signorini: "Hai mai aperto una cozza?"
Emanuele Filiberto: "Sì, guarda, tante. Ma tante..."
(La Notte degli Chef, Canale 5)

 

"simpatico comunque eh" (Fily, Forum Ondarock)

 

"passere lynchane che finiscono scopate dai rammstein"

"Io ho sofferto moltissimo per questo tipo di dipendenza e credo di poterlo aiutare. Se qualcuno lo conosce e sente questo appello mi faccia fare una telefonata da lui, io posso aiutarlo"
(Rocco Siffredi, videomessaggio sul web)


"Ah, dei campi da tennis. Come diceva Battiato nella sua canzone La Cura"


#46 davidep

davidep

    attendente

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 217 Messaggi:

Inviato 14 novembre 2012 - 07:53

"Prova A Prendermi" la reputo una delle migliori commedie (amare) degli ultimi 15 anni...e ho detto tutto.




non è una commedia così amara, è una commedia biografica. però girata in maniera gustosissima e con attori diretti alla perfezione: DiCaprio e Tom Hanks sono due burattini nelle mani di Spielberg (Hanks secondo me si supera, come non accadeva dai tempi di Philadelphia, in un ruolo cucito addosso!), e il film scorre con una liquidità esemplare. E' davvero ben riuscito come risultato, la tecnica spielberghiana ne è esaltata ed andrebbe presa a modello per i tanti film di quel genere, che al contrario spesso vivono su ritmi altanelanti (penso a Jason Reitman per esempio, che è un talento nel genere, ma che non riuscirebbe mai a reggere i 120 minuti di pellicola)
  • 0

#47 Guest_cinemaniaco_*

Guest_cinemaniaco_*
  • Guests

Inviato 14 novembre 2012 - 11:53

Ho visto anche Tin Tin ultimamente. Frizzante e divertentissimo, una gioia per gli occhi. Ci sono alcune sequenze che raggiungono un tasso di spettacolarità impensabile in un film live action. La tecnologia rende possibile tutte le fantasie più spinte di un regista virtuoso ed inventivo come Spielberg: pianosequenza acrobatici, movimenti di macchina fantascientifici, l'abbatimento di qualsiasi legge della fisica, un totale controllo su luci, ombre, eventi atmosferici. Tuttavia la vera sfida credo continui a rimanere l'implementazione spettacolare ed efficace di tecnologia e live action: in pochi infatti ci riescono (Spielberg è sempre stato tra questi).

#48 dUST

dUST

    dolente o nolente

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 27564 Messaggi:
  • LocationKagoshima

Inviato 14 novembre 2012 - 12:12

Ale immagino che Il colore viola non ti piaccia per nulla
Chissà perchè nessuno lo cita mai
Peraltro il mio preferito è 1941
  • 0

 mi ricorda un po' Moro.

 

 

 

 

Con trepidazione vivo solo le partite dell'Inter.

 

 

 

Io non rispondo a fondo perchè non voglio farmi bannare, però una cosa voglio dirla: voi grillini siete il punto più basso mai raggiunto dal genere umano. Di stupidi ne abbiamo avuti, non siete i primi. Di criminali anche. Voi siete la più bassa sintesi tra violenza e stupidità. Dovete semplicemente cessare di esistere, come partito (e qui non ci si metterà molto) e come topi di fogna (e qui sarà un po' più lunga, ma cristo se la pagherete cara).

 

 


#49 Guest_cinemaniaco_*

Guest_cinemaniaco_*
  • Guests

Inviato 14 novembre 2012 - 13:14

Ale immagino che Il colore viola non ti piaccia per nulla
Chissà perchè nessuno lo cita mai
Peraltro il mio preferito è 1941


Il colore viola è da troppo che non lo vedo. Ricordo che non è tra i miei preferiti, come Amistad. Questi due film non vengono quasi mai citati perché sono un po' "didattici", se mi si passa il termine: quando Spielberg voleva dimostrare di essere un cineasta "adulto" (ma poi perché? che gli fregava delle critiche!). Trovo ci sia molta più passione e forza in Schindler's List, dove si coniuga la tragedia storica con l'esigenza di spettacolarità narrativa del cinema hollywoodiano. Idem per Salvate il soldato Ryan. Anche Munich non mi ha convinto - per rimanere sempre allo Spielberg "impegnato".

#50 dUST

dUST

    dolente o nolente

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 27564 Messaggi:
  • LocationKagoshima

Inviato 14 novembre 2012 - 13:20


Ale immagino che Il colore viola non ti piaccia per nulla
Chissà perchè nessuno lo cita mai
Peraltro il mio preferito è 1941


Il colore viola è da troppo che non lo vedo. Ricordo che non è tra i miei preferiti, come Amistad. Questi due film non vengono quasi mai citati perché sono un po' "didattici", se mi si passa il termine: quando Spielberg voleva dimostrare di essere un cineasta "adulto" (ma poi perché? che gli fregava delle critiche!). Trovo ci sia molta più passione e forza in Schindler's List, dove si coniuga la tragedia storica con l'esigenza di spettacolarità narrativa del cinema hollywoodiano. Idem per Salvate il soldato Ryan. Anche Munich non mi ha convinto - per rimanere sempre allo Spielberg "impegnato".

Ma a me Munich è piaciuto molto invece; l'impianto ideologico (che c'è, Spielberg è ebreo) non nuoce nè limita la dimensione strettamente filmica. Ho apprezzato molto l'humus nervoso e febbrile della sceneggiatura e dei dialoghi, e la interazione foto-scenografica - prezioso corollario?Si ma nemmeno tanto, visto che le atmosfere e gli umori di quegli anni non sono facilmente ripetibili se non tramite una adeguata messa in scena.
Ale lo sai che se Jules ci becca a dialogare qui dentro monta su un casino, vero?
  • 0

 mi ricorda un po' Moro.

 

 

 

 

Con trepidazione vivo solo le partite dell'Inter.

 

 

 

Io non rispondo a fondo perchè non voglio farmi bannare, però una cosa voglio dirla: voi grillini siete il punto più basso mai raggiunto dal genere umano. Di stupidi ne abbiamo avuti, non siete i primi. Di criminali anche. Voi siete la più bassa sintesi tra violenza e stupidità. Dovete semplicemente cessare di esistere, come partito (e qui non ci si metterà molto) e come topi di fogna (e qui sarà un po' più lunga, ma cristo se la pagherete cara).

 

 


#51 Guest_cinemaniaco_*

Guest_cinemaniaco_*
  • Guests

Inviato 14 novembre 2012 - 13:28

Ale lo sai che se Jules ci becca a dialogare qui dentro monta su un casino, vero?


Magari tornasse a parlare di cinema! Ormai è una specie di burocrate inacidito asd

#52 Jules

Jules

    Pietra MIliare

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21631 Messaggi:

Inviato 14 novembre 2012 - 13:45

E' la responsabilità, ragazzi.

Ma comunque potete continuare, anche se dovete comportarvi bene altrimenti sono cazzi amari. :unsure:
  • 0

#53 dUST

dUST

    dolente o nolente

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 27564 Messaggi:
  • LocationKagoshima

Inviato 14 novembre 2012 - 13:53

Non meriti la nostra sapienza!
(ma che, t'hanno fatto moderatore pure a te?)
  • 0

 mi ricorda un po' Moro.

 

 

 

 

Con trepidazione vivo solo le partite dell'Inter.

 

 

 

Io non rispondo a fondo perchè non voglio farmi bannare, però una cosa voglio dirla: voi grillini siete il punto più basso mai raggiunto dal genere umano. Di stupidi ne abbiamo avuti, non siete i primi. Di criminali anche. Voi siete la più bassa sintesi tra violenza e stupidità. Dovete semplicemente cessare di esistere, come partito (e qui non ci si metterà molto) e come topi di fogna (e qui sarà un po' più lunga, ma cristo se la pagherete cara).

 

 


#54 Guest_cinemaniaco_*

Guest_cinemaniaco_*
  • Guests

Inviato 14 novembre 2012 - 13:54

E' la responsabilità, ragazzi.


Sei come il Peter Pan di Spielberg: ti sei dimenticato del tuo spensierato passato da semplice utent e sei diventato uno sbirro-moderatore (va bè lui era diventato uno stronzo egoista yuppie, forse gli era andata meglio asd)!

Immagine inserita

#55 Jules

Jules

    Pietra MIliare

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21631 Messaggi:

Inviato 14 novembre 2012 - 13:54

No no. Tranquillo, io parlo a vanvera solamente. Il costume di moderatore non mi si addice. Preferisco polemizzare!

Neanche una riga sul ritiro di Roth, Dest. Non sei più tu.
  • 0

#56 100000

100000

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6782 Messaggi:

Inviato 08 marzo 2013 - 11:05

Ieri sera ho visto L'impero del sole, ma mi ha un po' deluso, forse avevo ancora in mente Crash di Cronenberg. In ogni caso, non ho letto il romanzo in questione, ma diversi altri libri di Ballard e mi sono un po' stupito della poca (anche per la vicenda) violenza, sempre edulcorata e quasi fuori dagli schermi. Inoltre ho avuto l'antipatica sensazione che Spielberg riesca a trasformare anche un libro di un inglese a Shangai in un'americanata un po' troppo buonista.
Insomma, poi non è che sia da buttare, ci sono belle scene, l'estetica del volo è curata bene.
Giustamente ho visto un film di Spielberg e non un libro di Ballard, non avrei dovuto aspettarmi qualcosa di così diverso.
  • 0

#57 Guest_cinemaniaco_*

Guest_cinemaniaco_*
  • Guests

Inviato 19 gennaio 2014 - 10:21

Immagine inserita

di solito si parla sempre dei predatori dell'arca perduta e poco di indiana jones e il tempio maledetto. giustamente, del resto. se paragoniamo il tempio maledetto ai predatori, ovviamente il secondo indiana jones ci perde, ci fa la figura del tipico sequel baracconata che ricalca stancamente i punti forti del prototipo mettendoci più spettacolarità e più azione (cioè più soldi, quelli incassati con il primo film)

però secondo me indiana jones e il tempio maledetto ha una sua originalità e segna dei punti a suoi favore, al di là di alcuni momenti cialtroni e di due comprimari messi accanto all'eroe che valgono davvero poco (anche se tipicamente spielberghiano insopportabile la piccola peste cinese e anche se molto buona totalmente inutile l'oca bionda di kate capshaw, che vorrebbe essere uno di quei personaggi femminili ironici da vecchia hollywood e a tal proposito si vedano le punzecchiature e i tira-e-molla con indi che ricalcano proprio le commedie americane anni 30 e 40)

qual è dunque l'aspetto originale del tempio maledetto? l'atmosfera tenebrosa e malefica, la sinfonia di vudù e sacrifici umani dilaganti in ambienti bui e sepolcrali, sinistramente rischiarati da luci di torcia e rossastri bagliori di lava. non di certo delle caratteristiche particolarmente affini ad un sognatore come spielberg che infatti fin da subito decise di alleggerire il tutto con inserti brillanti da commedia. ma seppur restio spielberg accettò la sfida e per prima cosa gli vennero in mente i vetusti film di bela lugosi ed il loro caratteristico blend notturno, vampiresco e spettrale. e non a caso l'80% del film fu girato interamente negli interni degli studi londinesi emi-elstree dove fu ricreato l'interno del tempio

mi chiedo se oggi qualcuno abbia il coraggio di inserire in una megaproduzione sequenze disgustosamente divertenti come il pranzo a base di serpenti, scarafaggi e cervella di scimmie, o peggio ancora scene come la cerimonia in cui viene strappato il cuore ad una persona mentre è ancora in vita. ovviamente nessuno. anche perché in pochi poi riuscirebbero a costruire un congegno perfetto come solo il "bambinone" spielberg sapeva costruire, un crescendo efficace che in questo film culmina nella fuga a bordo di un carrello per i tortuosi cunicoli di una miniera inseguiti prima dai cattivi di turno poi da una violenta valanga d'acqua

oggi indiana jones e il tempio maledetto verrebbe chiamato un "prequel" perché la storia che racconta si colloca prima degli eventi dei predatori dell'arca perduta. ma all'epoca (per fortuna?) non ci faceva caso nessuno ed era semplicemente un nuovo tassello delle avventure dell'archeologo cinematografico più famoso, come un nuovo albo di una serie a fumetti. anche in questo suo non essere un seguito "puro" ha una sua originalità (e pure modernità se andiamo a vedere)

insomma, direi che è non tanto da rivalutare, quanto da valutare meglio, da valutare per quello che è, senza l'incombenza dei predatori dell'arca perduta che resta inarrivabile per chiunque mica solo per spielberg stesso

#58 Tom

Tom

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 13002 Messaggi:

Inviato 19 gennaio 2014 - 10:41

E "I predatori" a ben vedere era forse più violento, anche perché meno fiabesco: gente impalata, schiacciata, travolta dalle ruote dei camion, squartata dalle eliche, pallottole che provocano fiotti di sangue, il celebre finale horror. In fondo anche la famosa gag di Indiana Jones che spara con noncuranza al tizio con la scimitarra era una trovata piuttosto brutale (vuole la leggenda che la scena fu un'iniziativa di Harrison Ford, sfinito come tutta la troupe dopo giorni di dissenteria, per troncare una canonica scena di lotta).

Spielberg e Lucas riesumavano l'avventura esotica degli anni 30 e 40, ma mettevano in conto il fatto che nel frattempo c'erano stati Peckinpah e Aldrich.
  • 1

#59 Limenitis

Limenitis

    sputasentenze

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 25804 Messaggi:
  • LocationArcore (ex URSS)

Inviato 19 gennaio 2014 - 11:07

Rivisto anch'io ieri sera il Tempio. Avercene di film d'avventura così, però insomma paragonato al primo ci fa un po' la figura della baracconata da circo. A volte può essere un pregio a volte un difetto a seconda di cosa si voglia guardare. Io non sottovaluterei L'Ultima Crociata per me al livello dell'Arca.

Tre film mitologici immortali
  • 0

Stefano

 

 

Sono stato ad un loro concerto in prima fila, impiedi. Ubriaco fracico ed erano convinte fossi un fan sfegatato, mi dedicavano le canzoni mentre io per quasi due ore urlavo: troieee!

 


#60 zazdarovje

zazdarovje

    in realtà sono io Melina Riccio

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 558 Messaggi:
  • LocationMosca, Russia

Inviato 19 gennaio 2014 - 18:55

Il momento più alto di tutta la trilogia (e ribadisco, TRILOGIA) resta però questo qui.

http://www.youtube.com/watch?v=W2_O3vV1uKw
  • 0




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq