Vai al contenuto


Foto
- - - - -

Cure - 4:13 Dream


  • Please log in to reply
937 replies to this topic

#41 aatman

aatman

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 113 Messaggi:

Inviato 10 dicembre 2006 - 09:41

Ma che avete tutti contro Wish?
Io lo considero un album quasi perfetto.
Si può dire che siano stati più intensi,più influenti e meno zuccherosi in altri dischi ma in Wish non sento punti deboli.


pure a me piace molto wish come anche un altro loro album decisamente pop "the head on the door"
non credo che tra pornography e disintegration siano scaduti! secondo me hanno tenuto un livello ottimo fino a wish incluso
  • 0

#42 aSaucerfulOfSecrets

aSaucerfulOfSecrets

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 242 Messaggi:

Inviato 10 dicembre 2006 - 12:33

Nel rock bisogna morire giovani, porcoggiuda!!!


parole sante
  • 0

#43 Francis Cut

Francis Cut

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 133 Messaggi:

Inviato 10 dicembre 2006 - 13:28

Muori giocane e poi? TI perdi concerti straordinari come quello a Napoli 2 anni fa', o quello a Roma del Bloodflowers Tour....FUORI DAL MONDO......
  • 0

#44 Guest_Pablito_*

Guest_Pablito_*
  • Guests

Inviato 10 dicembre 2006 - 16:55

Muori giocane e poi?

Sarebbe una bestemmia questa? in che dialetto?

#45 100000

100000

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6644 Messaggi:

Inviato 10 dicembre 2006 - 17:05


Muori giocane e poi?

Sarebbe una bestemmia questa? in che dialetto?


sai che ci ho pensato un pò anch'io??  ;D

...poi mi sono accorto dell'incredibile vicinanza della "c" alla "v" nella tastiera del pc...
  • 0

#46 ecila

ecila

    pivello

  • Members
  • Stelletta
  • 1 Messaggi:

Inviato 10 dicembre 2006 - 17:19

...secondo me "the head on the door" è stupendo tanto quanto "disintegration"...i cure si sono stilisticamente evoluti(o adattati alle richieste del pubblico)...comunque che sia la prima o la seconda, spaccano!!!! ;D
  • 0

#47 Guest_soul crew_*

Guest_soul crew_*
  • Guests

Inviato 10 dicembre 2006 - 17:24

o adattati alle richieste del pubblico

questa penso sia proprio una bischerata, insomma i cure erano quelli che si prendevano bottiglie in faccia perchè invece che continuare a suonare boys don' t cry e 10:15 saturday night, suonavano faith e rispndevano al pubblico per le rime. robert smith non mi pare proprio il tipo da piegarsi ai fans, anzi tempo fa parlava persino male di chi continuava ad andare ai loro concerti conciati come lo stereotipo dark vorrebbe.
semplicemente uno si evolve, e non può continuare in eterno a sentirsi un post-adolescente straziato dai dolori esistenziali. i fans così vorrebero i cure, ma smith ha detto più volte di essere una persona tranquilla ed appagata, oggi come oggi.


#48 Guest_vegeta_*

Guest_vegeta_*
  • Guests

Inviato 10 dicembre 2006 - 18:04

i loro due album che preferisco sono "The Head On The Door" e "Disintegration".

sono uno dei pochi a cui la trilogia "Seventeen Seconds"-"Faith"-"Pornography" non fa impazzire ("Three Imaginary Boys invece è fantastico).

#49 Guest_Bubusette_*

Guest_Bubusette_*
  • Guests

Inviato 10 dicembre 2006 - 18:47


il "peggio" riferito a Wish cercava di andare incontro all'opinione che in molti hanno di quel disco, che il più delle volte mi è sembrata quasi un "non mi piace granchè ma lo rispetto".


Sì sì,mi riferivo anch'io a un'opinione più generale.
Poi rispondendo anche a Bubusette è vero che è il disco più "pop" dei Cure ma contiene diversi pezzi dark.
Un lavoro meno compatto di Disintegration ma non per questo meno riuscito che amplifica da una parte il lato pop e dall'altra le atmosfere dark,anche le più graffianti del periodo pre-disintegration.


Concordo con quello che dici ed aggiungo che, per quanto riguarda il lato pop, hanno creato un modello a cui molti gruppi della nuova ondata wave guardano con particolare attenzione. (C'è un pezzo su "Funeral" degli Arcade Fire che rieccheggia notevolmente "From the edge of...")

#50 Suedehead

Suedehead

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1003 Messaggi:
  • LocationCesena

Inviato 11 dicembre 2006 - 00:30

(C'è un pezzo su "Funeral" degli Arcade Fire che rieccheggia notevolmente "From the edge of...")


Ti riferisci a Neighborhood #3 presumo...mah non so,piuttosto ho sempre considerato Haiti come una Close to me sott'acido.  8)
  • 0

#51 ucca

ucca

    CRM

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 15078 Messaggi:
  • LocationRome

Inviato 11 dicembre 2006 - 00:39


Ma che avete tutti contro Wish?
Io lo considero un album quasi perfetto.
Si può dire che siano stati più intensi,più influenti e meno zuccherosi in altri dischi ma in Wish non sento punti deboli.


pure a me piace molto wish come anche un altro loro album decisamente pop "the head on the door"
non credo che tra pornography e disintegration siano scaduti! secondo me hanno tenuto un livello ottimo fino a wish incluso



Wish tra gli albums "maggiori" dei Cure credo sia il peggiore..si apre con Open una direzione del tutto rispetto al passato, pure un pò grunge, ma bella tirata piena di disperazione alcolica Smith che votima sul pavimento, sembra di ascoltare le sue budella che si torcono..poi High, Apart..qui si comincia a senitre un pò di maniera, sono canzoni un pò fiacche..From the Deep Edge è un capolavoro, un classico ma insomma in generale il disco ha dei momenti molto buoni, e penso anche a to wish impossible things e A letter to elise, è molto romantico. Ben prodotto..però qui è là suona davvero troppo "Cure" troppo prevedible secondo me. E' lo stesso problema che ho con The Head on The Door e Bloodflowers.


  • 0

https://www.facebook...sychomusicband/

 

Mettere su un gruppo psichedelico a 40 anni.


#52 Guest_vegeta_*

Guest_vegeta_*
  • Guests

Inviato 11 dicembre 2006 - 00:48

A letter to elise


questo è il pezzo dei Cure che mi piace di più.

Però concordo con chi dice che "Wish" è riuscito solo a metà.

#53 Juan Pablo Montoya

Juan Pablo Montoya

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 257 Messaggi:

Inviato 11 dicembre 2006 - 01:19

ma di concerti in italia se ne parla?
  • 0

#54 Suedehead

Suedehead

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1003 Messaggi:
  • LocationCesena

Inviato 11 dicembre 2006 - 02:20


Wish tra gli albums "maggiori" dei Cure credo sia il peggiore..si apre con Open una direzione del tutto rispetto al passato, pure un pò grunge, ma bella tirata piena di disperazione alcolica Smith che votima sul pavimento, sembra di ascoltare le sue budella che si torcono..poi High, Apart..qui si comincia a senitre un pò di maniera, sono canzoni un pò fiacche..From the Deep Edge è un capolavoro, un classico ma insomma in generale il disco ha dei momenti molto buoni, e penso anche a to wish impossible things e A letter to elise, è molto romantico. Ben prodotto..però qui è là suona davvero troppo "Cure" troppo prevedible secondo me. E' lo stesso problema che ho con The Head on The Door e Bloodflowers.


D'accordissimo su Open,quella batteria in controtempo verso fine traccia è da urlo!
Apart e High non le considero più fiacche di alcuni episodi di Disintegration per dire o anche solo Trust.
Comunque Friday I'm in love è un gioiellino pop e Doing the unstuck ci va molto vicino.
Mi sembra che in Wish siano riusciti a concretizzare molto della già lunga carriera alle spalle,un disco definitivo che riesce laddove Kiss me Kiss me Kiss me aveva fallito.
Prima dell'uscita di Wish i Cure si erano sì distinti grazie all'inconfondibile impronta di Smith con picchi clamorosi,ma alle prese con continue trasformazioni stilistiche.
Quando tu dici che suona troppo "Cure" ti do ragione ma proprio perchè in questo disco è stato posto il sigillo.
A testimonianza ci sono i sucessivi(riuscitissimi) live celebratori,poi Wild mood swings che di fatto segna un pesante cambio di rotta.
  • 0

#55 Francis Cut

Francis Cut

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 133 Messaggi:

Inviato 11 dicembre 2006 - 19:29

poi Wild mood swings che di fatto segna un pesante cambio di rotta.


Invece direi proprio il contrario. Wild Mood Swing proprio perche' ripeteva cose gia' dette in Wish, sottolineandole senza mordente risulto' essere davvero scarso....Se ci fate caso i Cure i loro dischi piu' belli li hanno cacciati proprio quando hanno stravolto la loro musica radicalmente e senza ompromessi:

Dopo BOY'S DON'T CRY > SEVENTEEN SECONDS (pop-wave il primo, manifesto dark il secondo)
Dopo THE TOP > THE HEAD ON THE DOOR (stanco e confuso il primo, capolavoro pop il secondo)
Dopo KISS ME KISS ME KISS ME > DISINTEGRATION (mainstream il primo, suicidio commerciale il secondo)

Infine c'e da dire che sono d'accordo con chi dice che Wish è la "consacrazione dei Cure" a livello commerciale;  DISINTEGRATION ruppe il ghiaccio e preparo' la strada per l'esordio alla numero uno per FRIDAY I'M IN LOVE e l'album si rivelo' essere la sintesi di quell'equilibrio perfetto tra oscurita' e luce (happy-sad) tanto cercata da Smith in canzoni come INBETWEEN DAYS e PICTURE OF YOU negli '80. Ma personalemnte la "consacrazione" vera e propria dei Cure è con PORNOGRAPHY, non ci piove, non si puo' contestare e non si discute: Smith come artista ha toccato il punto piu' alto a soli 23 anni.
  • 0

#56 blackwater

blackwater

    Scaruffiano

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12540 Messaggi:

Inviato 11 dicembre 2006 - 19:39

...
Dopo KISS ME KISS ME KISS ME > DISINTEGRATION (mainstream il primo, suicidio commerciale il secondo)

...


Giudizio da non idealista punk di quelli tosti: i due massimi capolavori dei Cure, versatilità e intensità, capacità di scrittura pop con pochi confronti ("Catch") e fascino imperscrutabile ("Plain Song"). Smith cercò di raggrupparli poi nel successivo "Wish", con buoni applausi ma non medesimi riscontri qualitativi.
  • 0

... sei solo chiacchiere e Baraghini 

 


#57 Francis Cut

Francis Cut

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 133 Messaggi:

Inviato 11 dicembre 2006 - 20:47

@ Blackwater:
La mia era un analisi oggettiva sull'effettivo valore di PORNOGRAPHY come album dark della madonna ciccone  :) :) :).
Ma anche io, come il 75% dei fan dei Cure, sono innamorato di ogni singola nota suonata dai Cure in quel periodo che va' dal 1985 al 1992.
THE HEAD ON THE DOOR e WISH li ho ascoltati fino alla noia.
KISS ME...come ho gia' detto è l'apoteosi della musica da classifica ma senza dimenticare che all'interno stesso dell'album si trovano tutte le antinomie del mondo Cure, ritrovandosi insieme perle fuori dal mondo come IF ONLY TONIGHT W COOLD SLEEP e splendide ballate da 3 minuti.
Infine ho chiamato DISINTEGRATION suicidio commerciale proprio perche' la durata media delle canzoni è sui 5-6 minuti e non era proprio quello che un discografico si aspetta...ma il disco è di quelli che ti spappolano il cuore...
  • 0

#58 Guest_Eugenetic Axe_*

Guest_Eugenetic Axe_*
  • Guests

Inviato 12 dicembre 2006 - 09:24

semplicemente uno si evolve, e non può continuare in eterno a sentirsi un post-adolescente straziato dai dolori esistenziali. i fans così vorrebero i cure, ma smith ha detto più volte di essere una persona tranquilla ed appagata, oggi come oggi.


Allora cominciava un altro progetto musicale e lasciava il glorioso marchio 'Cure' intonso o quasi. I Cure rimangono quelli dei primi LP o del periodo di DISINTEGRATION e qualche episodio successivo, il resto è aria fritta.

Muori giovane e poi? TI perdi concerti straordinari come quello a Napoli 2 anni fa', o quello a Roma del Bloodflowers Tour....FUORI DAL MONDO......


Ih, ragazzo mio, sino ai 30 c'è tempo :P .

Saluti,
EA

#59 Guest_Pablito_*

Guest_Pablito_*
  • Guests

Inviato 12 dicembre 2006 - 09:27

Infine ho chiamato DISINTEGRATION suicidio commerciale proprio perche' la durata media delle canzoni è sui 5-6 minuti e non era proprio quello che un discografico si aspetta...ma il disco è di quelli che ti spappolano il cuore...

Ma fu anche un successo commerciale enorme!

#60 ucca

ucca

    CRM

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 15078 Messaggi:
  • LocationRome

Inviato 12 dicembre 2006 - 09:35


Wild mood Swings mi sembra totalmente diverso rispetto a Wish.
E' un tentativo secondo me di fare un album impersonale. Ed è perfettamente riuscito, perchè a furia di parlare di cose che non gli riguardavano, non sembravano più i Cure. Tant'è che tutti i b-sides furono esclusi non perchè pegigori dei pezzi sul disco, ma perchè troppo personali. Il risultato suona soprattutto come qualcosa di insensato, non abbastanza pop nè dark, nè psichedelico, non abbastanza niente. Si salvano solo la prima e l'ultima secondo me,
..poi sono d'accordo con Blackwater, il picco i Cure l'hanno raggiunto tra l'87 e l'89. Non è Pornography il contributo fondamentale che i Cure hanno dato alla musica..secondo me quello che Smith ha inseguito per tutta la carriera è la fusione tra dark e pop, una sintesi fallita con Head in The door, parzialmente riuscita con Kiss me, e perfezionata con Disintegration..
che è un disco di successo proprio per questo, è ammaliante in entrambe le facciate, sia quella pop (comunque sobria o inquietante), sia quella più dark con quelle ultime 4 canzoni incredibili.
  • 0

https://www.facebook...sychomusicband/

 

Mettere su un gruppo psichedelico a 40 anni.





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq