Vai al contenuto


* * * * - 4 Voti

Su Netflix E Le Nuove Frontiere Della Narrazione Audiovisiva


  • Please log in to reply
407 replies to this topic

#1 Guest_cinemaniaco_*

  • Guests

Inviato 23 aprile 2013 - 19:22

Immagine inserita

"la rivoluzione non sarà trasmessa in tv" cantava gil scott-heron nel 1970. a quanto pare, passerà via internet. lo spunto per questo topic-riflessione sulle frontiere della narrazione audiovisiva e di un modo differente di essere spettatori, prende le mosse dal fenomeno netflix, piattaforma web americana che sta macinando record su record in borsa e che sta rivoluzionando (anzi, lo ha già fatto) la fruizione dell'americano medio, e forse un giorno (quando sbarcherà nello stivale) anche dell'italiano medio.

visto che siamo tutti più o meno imparati qualche articolo del sole 24 ore

http://www.ilsole24o...l?uuid=AbU6thpH

http://www.ilsole24o...l?uuid=AbqY4eRH

più o meno saprete tutti che recentemente una serie intitolata house of cards ha fatto parlare molto di sè non solo per la sua qualità o per i temi trattati, quanto più semmai per il luogo e il modo in cui è stata rilasciata sulla piattaforma web netflix. è qualcosa che prima di tutto sfida la validità delle categorie che normalmente utilizziamo tutti i giorni, insomma mette in crisi il nostro linguaggio: si può ancora usare l'aggettivo "televisivo" quando quel che vediamo è pensato per la rete? e possiamo parlare di "serialità" quando gli episodi che compongono una stagione vengono messi a disposizione del pubblico tutti in una volta, nello stesso momento?
ad aggiudicarsi dunque la produzione di house of cards non è stato un canale televisivo, bensì un sito. netflix è nato nel 1997 come piattaforma di noleggio home-video, poi a partire dagli anni 2000 ha iniziato ad offrire anche un servizio di streaming on demand, il tutto dietro un pagamento mensile di 8 dollari. con 8 dollari al mese puoi vedere quello che vuoi (film vecchi, nuovi, serie tv, ecc.), dove vuoi (computer, televisione, tablet, ecc.), quando vuoi.
al di là del fatto che per il mondo della serialità televisiva questa è una vera rivoluzione con conseguenze enormi, idem anche per il web (colossi come google, amazon, youtube e apple cominciano a parlare di produrre contenuti originali come fatto da netflix con house of cards), c'è da chiedersi se anche per il cinema non ci sarà un posto in questo scenario futuro da cyber-fantascienza. nonostante la crisi e tutto quanto netflix ha stanziato 100 milioni di dollari per produrre house of cards, non è detto che un domani non possa succedere lo stesso con un film, sia esso di cassetta o più di "nicchia", visto anche che ormai il pubblico è sempre più "colto" e sgamato, e va sempre più in cerca di contenuti di qualità, a ciò aggiungeteci la praticità del dove-come-quando applicato alla visione, e avrete una nuova forma di fruizione cinematografica (ma poi quanto nuova? la morte lenta del cinema in sala è iniziata decenni fa).

secondo me gli spunti per riflettere sono tantissimi e l'argomento è davvero interessante, per non dire eccitante. quindi fatevi sentire.
  • 2

#2 Guybrush Threepwood

    avvocato delle cause perse

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3769 Messaggi:
  • Locationromagnolo in teutonia

Inviato 23 aprile 2013 - 19:38

boh, ma di servizi del genere ne esistono già parecchi eh... da quel che ho capito l'unica "novitá" sarebbe la serie prodotta in esclusiva, o sbaglio? ma anche quello non mi sembra rivoluzionario, esistono giá adesso centinaia di pubblicazioni che bypassano i media "ufficiali".
  • 0

#3 Guest_cinemaniaco_*

  • Guests

Inviato 24 aprile 2013 - 13:17

da quel che ho capito l'unica "novitá" sarebbe la serie prodotta in esclusiva, o sbaglio?


e ti sembra poco?
  • 0

#4 Selfon

    Ondarocker Derivativo

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2614 Messaggi:

Inviato 24 aprile 2013 - 13:56

Per me era ora, finalmente il serial incomincerà ad avere una vita propria, e quindi una serie tv non sarà più considerata "televisione", e a diventare finalmente una versione audiovisiva del romanzo. Che poi ormai chiunque guarda già al computer serie tv, e quindi la correlazione come necessaria di prima telefilm = televisione scadrà. Però netflix a differenza di altri ha molti soldi e il rischio è quello di vedere semplicemente aumentare i serial di serie b, le web series sono già molte, e spesso dal punto di vista tecnico (e non solo) non sono all'altezza, ovviamente, di una serie HBO per dire (e non sto parlando di house of cards, che invece lo è). Però il diffondersi del concetto di serial come forma d'arte che è incominciato a farsi sentire dagli anni 2000, grazie a serie come i soprano e the wire, è importante, ed è ulteriore riconferma di questo svincolo necessario.
A mio avviso stiamo vivendo un istante che nel momento in cui scrivo si è già evoluto, è come se il mondo, non solo televisivo, stia passando ad una nuova inimmaginabile fase e noi ci troviamo solo all'inizio della transizione. Il solo pensiero di cosa significherà "televisione" fra 500 anni mi spaventa. E per i film è uguale, esplicitato in maniera evidente dal passaggio dalla pellicola al digitale. La pellicola è qualcosa di concreto, che esiste, illumini il negativo e vedi l'inquadratura, ma con il digitale? Con la rivoluzione virtuale nulla più esiste nella realtà, e qui c'è il problema gigante dell'archiviazione, non è che di tutto quello che stiamo facendo, (serie tv, film e quant'altro) un giorno non ne rimarrà alcuna traccia?
  • 0

#5 Selfon

    Ondarocker Derivativo

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2614 Messaggi:

Inviato 24 aprile 2013 - 14:07

Poi Netflix in italia sarebbe interessante, ma potrebbe mai arrivare a produrre sere italiane? Non lo so onestamente, e non so se nascerà qualche servizio simile, la cosa sicura è che fare peggio di rai e mediaset è difficile, e anzi un po' di concorrenza sarebbe salvifica, però in italia siamo sempre cento e uno anni indietro, anche come mentalità.
  • 0

#6 Guybrush Threepwood

    avvocato delle cause perse

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3769 Messaggi:
  • Locationromagnolo in teutonia

Inviato 24 aprile 2013 - 14:14


da quel che ho capito l'unica "novitá" sarebbe la serie prodotta in esclusiva, o sbaglio?


e ti sembra poco?


beh, ma è un percorso che, come fa notare anche selfon, è giá in atto da non poco, l'unica differenza è che loro hanno un po' di capitale in più... in ogni caso ben vengano ulteriori passi in questa direzione, su questo sono d'accordissimo :)
  • 0

#7 Guest_cinemaniaco_*

  • Guests

Inviato 24 aprile 2013 - 14:18

A mio avviso stiamo vivendo un istante che nel momento in cui scrivo si è già evoluto, è come se il mondo, non solo televisivo, stia passando ad una nuova inimmaginabile fase e noi ci troviamo solo all'inizio della transizione. Il solo pensiero di cosa significherà "televisione" fra 500 anni mi spaventa. E per i film è uguale, esplicitato in maniera evidente dal passaggio dalla pellicola al digitale. La pellicola è qualcosa di concreto, che esiste, illumini il negativo e vedi l'inquadratura, ma con il digitale? Con la rivoluzione virtuale nulla più esiste nella realtà, e qui c'è il problema gigante dell'archiviazione, non è che di tutto quello che stiamo facendo, (serie tv, film e quant'altro) un giorno non ne rimarrà alcuna traccia?


il tuo ultimo interrogativo credo assillasse anche la società "analogica". credo inoltre che il mondo non potrà più tornare indietro benificiando ora di una memoria virtula che tiene unita tutta la storia dell'umanità. se la storia umana sino a un secolo fa non è stata una linea retta ma una linea che è andata avanti, poi a volte indietro, poi ha fatto giri strani, ecc, è perché il mondo non era tutto intimamente connesso, quindi è successo che magari oriente ed occidente (quando ancora non avevano contatti) siano arrivati agli stessi risultati nel medesimo periodo, poi ci sia stato un oblio da una parte e dall'altra, una rimozione, e quindi una nuova (in realtà non troppo nuova) "scoperta", ecc, non a caso ormai si è quasi sicuri che già gli antichi sapessero dell'esistenza del continente americano che non a caso chiamavano indie (da lì poi le indie di colombo), ma quella tabula rasa del sapere antico che fu la fine dell'impero romano e il medioevo (che fu rinascita e ricostruzione, e infatti nel medioevo si è dovuto ricominciare da capo, inventando il mulino, l'orologio, ecc.) riportò molta di questa antica sapienza nell'oblio. questo in futuro non potrà più succedere, non ci potranno più essere buchi neri nella storia, ne perdite di memoria. insomma la fine dell'umanità coinciderebbe con l'oblio nel nostro mondo ormai.

beh, ma è un percorso che, come fa notare anche selfon, è giá in atto da non poco, l'unica differenza è che loro hanno un po' di capitale in più...


appunto. pensa se si mettono in moto google, amazon & co.
  • 0

#8 Guest_cinemaniaco_*

  • Guests

Inviato 24 luglio 2013 - 09:31

http://www.complex.c...stand-up-comedy
  • 0

#9 Spaceman

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 101 Messaggi:

Inviato 09 novembre 2013 - 14:16

http://www.forbes.co...ist-to-netflix/

netflix continua a sganciare soldi e dal 2015 manderà in onda 4 serie sugli eroi marvel e una miniserie crossover finale
  • 1

#10 strafanich

    .

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4241 Messaggi:

Inviato 10 gennaio 2014 - 10:19

Adesso spiegatemi come diamine si sono sognati di considerare Netflix "esercente a rischio" e di non autorizzare il pagamento della carta di credito. Fuck.
  • 0

#11 strafanich

    .

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4241 Messaggi:

Inviato 14 gennaio 2014 - 13:23

Adesso spiegatemi come diamine si sono sognati di considerare Netflix "esercente a rischio" e di non autorizzare il pagamento della carta di credito. Fuck.

Risolto, evviva. MI abbonerò asap.
  • 0

#12 strafanich

    .

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4241 Messaggi:

Inviato 27 gennaio 2014 - 14:42

Ok dopo un paio di settimane di uso impressioni: è molto ma molto fico avere a disposizione a portata di clic un archivio veramente grande di film e serie. Purtroppo per chi è abituato a seguire on time le serie tv Netflix non è assolutamente la prima scelta, passano i mesi dalla messa in onda prima che un'episodio sia disponibile. In quel senso meglio Hulu plus.

Il solo fatto di non dover "programmare" la visione un film ma averne li a disposizione migliaia cambia proprio il modo di pensarci, prima la frase tipica era: "Non ho visto questo o quello, dovrei scaric... ehm noleggiarlo appena possibile" -> dimenticatoio.

Ora basta veramente un clic e via andare.
  • 0

#13 reese

    moriremo

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5669 Messaggi:

Inviato 27 gennaio 2014 - 14:46

ovviamente stai usando https://mediahint.com/ (o similia) per avere l'accesso al netflix americano e non quello europeo?
  • 0

#14 strafanich

    .

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4241 Messaggi:

Inviato 27 gennaio 2014 - 14:52

ovviamente stai usando https://mediahint.com/ (o similia) per avere l'accesso al netflix americano e non quello europeo?

Non sapevo neanche esistesse uno "europeo" :P
  • 0

#15 reese

    moriremo

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5669 Messaggi:

Inviato 27 gennaio 2014 - 14:57

quello americano ha tipo cento volte piu' film/documentari/serie tv di quello inglese (immagino che in italia sia simile o anche inferiore), installa quello e dai un'occhiata alla homepage.
  • 0

#16 strafanich

    .

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4241 Messaggi:

Inviato 27 gennaio 2014 - 15:36

quello americano ha tipo cento volte piu' film/documentari/serie tv di quello inglese (immagino che in italia sia simile o anche inferiore), installa quello e dai un'occhiata alla homepage.

Sono abbonato a quello US infatti, non sapevo nemmeno che esistesse in altri paesi. In Italia ad esempio non esiste ufficialmente.
  • 0

#17 corrigan

    気持ち悪い

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12043 Messaggi:
  • LocationHK

Inviato 13 febbraio 2014 - 03:19

'True Detective,' 'American Horror Story' and Why the Anthology Series is All the Rage


http://www.indiewire...nthology-series

The television landscape is changing, thanks to the growing influence of cable and the rise of new platforms like Netflix. Programming's taking place year-round, seasons are getting shorter, higher profile actors are taking small screen roles -- and lately a new model has arisen that dares to revolutionize the life of a narrative.
...
  • Anthologies tell shorter stories with set end points. Reality TV competitions may be able to crown a winner after a few months, but a narrative can't be as perfunctory with its arcs and twists. There's the hope among showrunners that the third act of a season can now be a more fully realized anchor of their vision than ever before. Shows canceled at the end of or middle of a season don't have this luxury, and we've all seen plot-heavy series that have had to keep their ultimate finale in sight but always at a distance. What if the end were to come quicker, and at a point everyone's aware of from the start? Theoretically all three acts should be weighed equally. In an increasingly auteur-driven medium, the season-long anthology format is a boon to the maker. Divisively ambiguous endings are certainly not off the table, but the story being told each season will be a complete one.

  • 0

I distrust orthodoxies, especially orthodoxies of dissent
「その時僕はミサト さんから逃げる事しかできなかった。 他には何もできない、 他も云えない… 子供なんだと ... 僕はわかった

 


#18 Norg3

    .

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 436 Messaggi:
  • LocationBrianza uggiosa

Inviato 28 agosto 2014 - 20:12

Qualcosa di un pelo differente all'orizzonte:

http://www.linkiesta...orrent-serie-tv

Qualcuno di voi finanzierebbe progetti del genere?
  • 0
Non piangere per me
sappi che muoio
non puoi aiutarmi
Ma guarda quel fiore
quello che appassisce, ti dico
Annaffialo

#19 cinemaniaco

    FЯEAK ON A LEASH

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3916 Messaggi:

Inviato 20 gennaio 2015 - 10:57

dopo che netflix ha annunciato che produrrà il suo primo film, arriva anche amazon che sta decisamente diventando il concorrente primario, visto che è entrata anche nel campo delle serie tv: http://money.cnn.com...line/index.html

netflix farà uscire nelle sale e renderà disponibile per lo streaming simultaneamente il proprio film. amazon invece pensa di lasciare il film in sala per tre o quattro settimane e poi metterlo online

amazon ha un piano ambizioso: rilasciare 12 film all'anno, ma non aspettatevi di certo dei blockbusters. il budget dei film dovrebbe essere compreso tra i 5 e i 25 milioni di dollari

più che "nuove frontiere della narrazione audiovisiva", nuove frontiere della produzione e della distribuzione audiovisiva. staremo a vedere. intanto il cinema piano piano si allontana sempre di più dalla sala
  • 0

#20 cinemaniaco

    FЯEAK ON A LEASH

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3916 Messaggi:

Inviato 08 marzo 2015 - 09:51

sembra pronto a sbarcare in italia. anche se con delle sostanziali differenze rispetto a quello americano: http://www.corriere....rincipale.shtml


  • 0

#21 TDK AR 50

    Acoustic Response Cassette

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 8125 Messaggi:
  • LocationSide A

Inviato 08 marzo 2015 - 15:13

abbiamo una infrastuttura di rete degna dello Zaire e pensano addirittura di fare dello streaming on demand . Tanti Auguri.


  • 0

Ja196z8.jpg

superstereo!

*lastfm*

 

 


#22 cinemaniaco

    FЯEAK ON A LEASH

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3916 Messaggi:

Inviato 10 novembre 2015 - 11:25

ma allora nessuno che abbia provato netflix italia?

 

io ho fatto il mese di prova gratuito (che guarda caso capita giusto giusto per vedermi jessica jones asd). il parco film - come era prevedibile - è scarsino: netflix entra in un mercato che sky e mediaset si dividono da 10 anni, per ora all'azienda americana restano solo le briciole. discorso differente per le serie tv: anche se sky continua ad avere un'offerta secondo me superiore, qui netflix può calare le sue carte migliori ovvero le sue produzioni. ora come ora mi pare che il motivo per farsi l'abbonamento a netflix siano proprio i suoi contenuti in esclusiva (anche se hanno un handicap non da poco: il loro prodotto più famoso - house of cards - è in mano a sky fino alla 4° stagione)


  • 0

#23 Abe

    Sharing Passions

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 13134 Messaggi:
  • LocationKBH V, Danmark

Inviato 10 novembre 2015 - 13:20

Beasts Of No Nation? é in eslcusiva su Netflix? 

 

visto l'altra sera  :monk:

 

diecidecimi


  • 0

#24 Scott Pilgrim

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 841 Messaggi:

Inviato 10 novembre 2015 - 13:21

Una cosa che mi sta dando fastidio è l'assenza di sottotitoli in inglese in un buon numero di serie. 
 


  • 1

#25 lazlotoz

    Enciclopedista

  • Moderators
  • 6522 Messaggi:

Inviato 19 novembre 2015 - 12:06

Io ho fatto l'abbonamento, così per provare.

 

Il mio problema è che in questo periodo storico non riesco a vedere quasi nulla, quindi non è che posso dare un giudizio esaustivo.

 

La piattaforma funziona bene, la scelta per ora è ridotta, ma nell'insieme dà delle speranze (per esempio scorrere fra i titoli, qualche sorpresa la si trova... fare la stessa cosa con SKycinema invece è depressivo). Spero possa ampliarsi in fretta il catalogo, e forse anche categorizzarlo meglio.

Secondo me si può esprimere un giudizio fra un paio di mesi.

 

Va detto, che forse per la partenza potevano avere un catalogo (specie nei film) più nutrito.


  • 0

#26 atlas

    perinde ac cadaver

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 9039 Messaggi:

Inviato 19 novembre 2015 - 12:48

funziona bene eccetera (ne ho usufruito principalmente su ps4), ma sono sul punto di disdire, ché non c'è davvero un cazzo di niente. per dire, finito narcos, mi sono ridotto a guardicchiare sons of anarchy e il documentario su auschwitz a 420p. ci si vede al massimo tra qualche mese.
  • 0

il faut se radicaliser. 


#27 strafanich

    .

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4241 Messaggi:

Inviato 19 novembre 2015 - 12:58

Anche io dicevo "non c'è un cazzo" quando ho fatto l'abbonamento un anno fa, ma era solo perché le robe interessanti che ci sono, e ce ne sono parecchie, le avevo già viste asd


  • 1

#28 Max Stirner

    Scaruffiano

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 14105 Messaggi:
  • LocationAci Trezza(CT)

Inviato 28 dicembre 2015 - 13:51

è cambiato qualcosa o è meglio aspettare qualche altro mese?

o è meglio abbonarsi a quello americano?


  • 0
"Ho abituato i miei occhi al sangue." Georg Büchner


"Caedite eos! Novit enim Dominus qui sunt eius"

#29 biock

    Lurker professionista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6722 Messaggi:
  • LocationLittle Panda

Inviato 28 dicembre 2015 - 14:02

non c'è davvero un cazzo di niente

 

o è meglio abbonarsi a quello americano?


usare questo no?
  • 0

#30 Panfilo Maria Lippi

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3107 Messaggi:

Inviato 07 gennaio 2016 - 18:37

Sono tentato, ma mi chiedevo: i sottotitoli in lingua originale sono un'opzione disponibile?


  • 0

#31 Life Is Insignificant

    Deadman

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3003 Messaggi:

Inviato 07 gennaio 2016 - 18:39

Sì, quasi per ogni titolo


  • 0

#32 biock

    Lurker professionista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6722 Messaggi:
  • LocationLittle Panda

Inviato 08 gennaio 2016 - 13:11

Anche a voi ieri sera con zenmate andava lento al punto da essere inutilizzabile?
  • 0

#33 starmelt

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4890 Messaggi:

Inviato 24 febbraio 2016 - 21:17

Stanno bloccando le vpn. Mi sa che è addio Netflix.
  • 0

#34 bELLE ELLEish

    TOPAZIO

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10792 Messaggi:
  • Location...riverrun

Inviato 29 gennaio 2018 - 20:46

Ciao ragazzi, ritorno dal futuro per dire che Netflix è ancora in palla.

Ora tralasciamo un attimo le nuove frontiere della narrazione audiovisiva seriale: aiutatemi con i vostri contenuti disponibili su Netflix che non sono serie TV.

Documentari sì, anche seriali, ma non ricostruzioni/docu-fiction.  Stand-up. Film (esclusive o chicche altrimenti dimenticate rese disponibili). Cose diverse dalle precedenti se ce ne sono.

Potrei navigare benissimo da solo, ma vi voglio troppo bene.


  • 0

A proposito del Maurizio Costanzo show, a me l'ospitata del Joker al programma del personaggio di De Niro ha ricordato una di Aldo Busi, ma proprio uguale, compreso il balletto con cui si presenta al pubblico. Dubito che Phoenix si sia ispirato a quella, ma in certe parti, quando si mette a checcheggiare, la somiglianza era impressionante.

il primo maggiorenne che vedrò vestito da joker a carnevale, halloween o similia lo prendo per il culo di brutto
minimo un A STRONZOOOO, ANCORA STU JOKER? STRONZOOOO, vieni a casa mia che ho bisogno di una mano a sgomberare la mansarda, STRONZOOOO

There is a duality between thought and language reminiscent of that which I have described between dreaming and play

Man the sum of his climatic experiences Father said. Man the sum of what have you


#35 100000

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7514 Messaggi:

Inviato 29 gennaio 2018 - 20:49

Ci sono Lo and Behold e Into the Inferno di Herzog.
E poi ovviamente il film di Sense8 <3
(purtroppo non è ancora uscito)

Poi boh, perché il catalogo italiano e tedesco purtroppo non sono uguali (neanche i sottotitoli, non so secondo quale logica).
  • 1

#36 strafanich

    .

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4241 Messaggi:

Inviato 29 gennaio 2018 - 21:22

E poi ovviamente il film di Sense8 <3
(purtroppo non è ancora uscito)

Grazie, pensavo fosse un guilty pleasure solo mio.


  • 0

#37 selva

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1127 Messaggi:

Inviato 30 gennaio 2018 - 10:55

di Herzog dovrebbe esserci anche Happy People - A Year in the Taiga (in wishlist da mesi).

Mi pare che hanno aggiunto un Miike del 2017, non ricordo titolo.

 

Comunque ormai ogni volta che accedo sono disorientato, mi ritrovo a scorrere titoli e si fanno le 3 a.m.

Mi capita anche su rai play, fatto maluccio, che ha una marea di film e soprattutto è GRATIS

l'unico OTTP con cui mi decidevo a schiacciare play è MUBI, forse a causa del cartellone in scadenza. Peccato che abbiano aumentato da 5 a 9 euro al mese. Adieu

Ho anche Tim Vision, ma c'è poco di interessante.


  • 1

#38 bELLE ELLEish

    TOPAZIO

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10792 Messaggi:
  • Location...riverrun

Inviato 02 febbraio 2018 - 19:37

BELLA RAGA

 

Mi sa che stasera inauguro con Akira per sfizio. Ho dato un occhio alla sezione italiana, incredibile: oltre ai soliti film per normie 40enni con scritte rosse su sfondo blu, c'è Nanni Moretti due volte, A Ciambra, poi vabbè Smetto Quando Voglio, Gomorra e il Sorrentino peggiore! A parte l'anticlimax, non pensavo, bene dai


  • 0

A proposito del Maurizio Costanzo show, a me l'ospitata del Joker al programma del personaggio di De Niro ha ricordato una di Aldo Busi, ma proprio uguale, compreso il balletto con cui si presenta al pubblico. Dubito che Phoenix si sia ispirato a quella, ma in certe parti, quando si mette a checcheggiare, la somiglianza era impressionante.

il primo maggiorenne che vedrò vestito da joker a carnevale, halloween o similia lo prendo per il culo di brutto
minimo un A STRONZOOOO, ANCORA STU JOKER? STRONZOOOO, vieni a casa mia che ho bisogno di una mano a sgomberare la mansarda, STRONZOOOO

There is a duality between thought and language reminiscent of that which I have described between dreaming and play

Man the sum of his climatic experiences Father said. Man the sum of what have you


#39 Twin アメ

    pendolare pre post attilio lombardo

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10621 Messaggi:
  • Location1991

Inviato 02 febbraio 2018 - 21:55

e il Sorrentino peggiore! 

 

Stai attento a quello che dici.


  • 0

“Era un animale difficile da decifrare, il gigante di Makarska, con quella faccia da serial killer e i piedi in grado di inventare un calcio troppo tecnico per essere stato partorito da un corpo così arrogante." (Marco Gaetani  - UU)

 


#40 Karin

    pivello

  • Members
  • Stelletta
  • 5 Messaggi:

Inviato 04 febbraio 2018 - 06:15

Parliamo un attimo del geoblocking, oggi parecchi hanno una vpn per guardarsi anche il catalogo usa (https://how-to.watch...xbox-fuori-usa/ per capirci). Ci sono effettivamente delle cose in più sul catalogo netflix usa soprattutto per quanto riguarda gli anime, ma non è questo che mi sconvolge. 

Piuttosto avevo sentito che sulle offerte demo (quelle che ti regalano coi vari pacchetti) c'è il throttling, il che francamente non mi sta bene perchè non è vero che non ho pagato, è un finto regalo quindi voglio un vero servizio. 


  • 0

#41 cerezo

  • Moderators
  • 15760 Messaggi:

Inviato 04 febbraio 2018 - 10:43

Parliamo un attimo del geoblocking, oggi parecchi hanno una vpn per guardarsi anche il catalogo usa (https://how-to.watch...xbox-fuori-usa/ per capirci). Ci sono effettivamente delle cose in più sul catalogo netflix usa soprattutto per quanto riguarda gli anime, ma non è questo che mi sconvolge. 
Piuttosto avevo sentito che sulle offerte demo (quelle che ti regalano coi vari pacchetti) c'è il throttling, il che francamente non mi sta bene perchè non è vero che non ho pagato, è un finto regalo quindi voglio un vero servizio.


brav* per aver sollevato la questione ma non ho capito se e come l'hai risolta, ieri sera non riuscivo ad accedere a netflix tramite simil-hola


@LFT: bellissimi docu sono hip hop revolution e valley uprising ma se ti senti troppo antinostalgico potrebbe interessarti deep web
  • 1

#42 gwoemul

    Us/Them

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1179 Messaggi:

Inviato 22 febbraio 2018 - 18:07

Sempre più assi pigliatutto con la fantascienza. Dopo l'ultimo Cloverfield distribuiscono l'atteso (da me almeno) Annihilation di Garland.

E domani, completamente in sordina, Mute di Duncan Jones.


  • 0

#43 simon

    Scaruffiano

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12822 Messaggi:

Inviato 25 febbraio 2018 - 00:28

Secondo me le nuove frontiere della narrazione Audiovisiva sono state tutte già state esplorate agli inizi degli anni settanta con Godard: dopo il fallimento TOTALE del progetto comunista di portare la narrazione a una sorta di parodia marxista post costruttivista che se non vado errato lo portò persino all'arresto, il genio concettuale della Settima Arte si barrica in Svizzera e trova qualche modulatore ad anelli e qualche sintetizzatore (erano gli stessi anni che Deleuze bruciava la sua anima scrivendo pagine serissime su Stockhausen) e riesce a capire che il mixage con queste modulazioni-estatiche avrebbero potuto portare il cinema a un bivio

 

A) Neo sperimentazione dove, per limiti di anzianità, non era potuto arrivare Pudovkin

 

B) La morte del cinema, ma totale con la trasformazione chirurgica del falso movimento in una protesi capitalista per spettatori lobotomizzati da una sporca quotidianità che traffica con la morte.

 

Netflix come tutti gli altri sistemi informatici è destinato a durare qualche anno (reificazione del virtuale) per poi dissolversi in nuovi piani di para immanenza: niente di nuovo. Sono circa due mesi che vi supplico di leggere il libro che Agamben (non un cazzone come Nancy o Zizek) ha definito come il più importante trattato di filosofia semiotica del novecento: l'esorcismo melandriano: LA LINEA E IL CIRCOLO.

 

Ho installato a priori Netflix sul mio laptop da mille e passa euro che uso molto poco, ma non me ne frega nulla: lo uso solamente per parlare segretamente con qualche fottuto psicopatico rinchiuso in Nuova Zelanda per rifondare la RAF.

 

 

l'ultima forma di sperimentazione assieme al Godard dei primissimi settanta è stata quella dei videoclip espressionisti accidentali a-prospettici della metà degli anni ottanta: questa pepita che ho postato sopra NON solo è la canzone hard soul con peti e tarzanelli hip hop più importante di sempre, ma riesce nel suo limite estetico ha trasformare il lobotomizzato che siede con il Martini in soggiorno guardando You Tube di avere delle gambe; si alza pencolante poi va diritto in cucina prende un coltello e quasi nudo come un verme striscia fino alla casa del sindaco vomitando verde e aspetta la sua uscita scortato da trenta bisonti alti come Siberia e lo ferisce lievemente alla tibia destra. RESISTENZA, il cinema inteso come RESISTENZA. lo affermo da vent'anni ormai.


  • 6

„Non si può che confermarsi 'stranieri nella propria lingua'. Il plurilinguismo (crogiuolo di idioletti, arcaismi, neologismi di che trabocca il poema) è il contrario d'una accademia di scuola interpreti. È 'Nomadismo': divagazione, digressione, chiosa, plurivalenza, ecc. Il testo intentato è (deve essere) smentito, travolto dall'atto, cioè de-pensato.“

CARMELO BENE
 

 

 


#44 TDK AR 50

    Acoustic Response Cassette

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 8125 Messaggi:
  • LocationSide A

Inviato 25 febbraio 2018 - 08:18

asd


  • 0

Ja196z8.jpg

superstereo!

*lastfm*

 

 


#45 tiresia

    Sue Ellen

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4455 Messaggi:

Inviato 26 febbraio 2018 - 08:10

Quindi anche Annientamento sarà su Netflix e non distribuito al cinema. Io ho visto Mute, non mi è piaciuta nulla nulla l’esperienza del film così, per carità, fra un anno ci avrò fatto il callo pure io, ma spero di no.
  • 0

#46 solaris

    Simmetriade.

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7535 Messaggi:

Inviato 26 febbraio 2018 - 09:04

Io alla modalità d'esperienza m'abituo in fretta, anzi oramai la preferisco al cinema, ho molte più remore sulla qualità dell'offerta.


  • 2

#47 Giubbo

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4036 Messaggi:

Inviato 26 febbraio 2018 - 09:37

Io alla modalità d'esperienza m'abituo in fretta, anzi oramai la preferisco al cinema, ho molte più remore sulla qualità dell'offerta.

 

anch'io non capisco la qualità mediocre dell'offerta Netflix, pur essendo un colosso che continua a crescere. e non si parla di blockbuster, ma proprio di film / serie tv nate un po monche, che nel migliore dei casi sono carine e nel peggiore sono vomitevoli, con tutta un'area di grigia di "non lascia proprio il segno".

 

anche le serie su cui punta il massimo sono mediocri (soprattutto per quanto riguarda la "personalità") se paragonate ad altre serie in giro. la tanto osannata Altered Carbon ad esempio doveva essere lo sci-fi maturo di Netflix, invece a me è sembrato una mezza porcheria ed ho abbandonato alla 4a puntata. non parliamo poi di Stranger Things.

 

le cose su cui va meglio sono i documentari e le serie "freak", quelle da cui nessuno si aspetta niente, tipo Glow ed american Vandal.


  • 0

#48 100000

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7514 Messaggi:

Inviato 26 febbraio 2018 - 09:53

Solaris che ne pensi di Devilman Crybaby? A me è piaciuto.

Per il resto sapete benissimo che mi accodo e netflix = merda vale sempre.


  • 0

#49 solaris

    Simmetriade.

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7535 Messaggi:

Inviato 26 febbraio 2018 - 10:05

Non l'ho visto, non sono un gran fan del devilman originale.


  • 0

#50 selva

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1127 Messaggi:

Inviato 26 febbraio 2018 - 10:06

Mi accodo alla critica sulla qualità dei prodotti Netflix. Le uniche serie che ho trovato realmente interessanti sono Wormwood di Errol Morris - una docufiction sulle sperimentazioni psicotrope dei servizi segreti americani durante la guerra fredda - e la succitata Devilman Crybaby di Yuasa. 

Per quanto riguarda i film invece non trovo nulla sopra la sufficienza, a parte qualche doc come Jim & Andy, XIII emendamento e Dentro l'inferno <3  


  • 0




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi