Vai al contenuto


Foto
- - - - -

Vulcani & Terremoti, Il Topic Della Geologia


  • Please log in to reply
139 replies to this topic

#1 Harry Caul

Harry Caul

    se ci dice bene finiamo nella merda

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7938 Messaggi:

Inviato 16 agosto 2016 - 19:02

2e46ca38ee92dc6e73cad6753754e2a7.jpg

 

Ecco qui un topic per chi si è stancato di discutere di frivolezze come il governo Renzi, i grillini, l'immigrazione, la riforma costituzionale, la situazione economica mondiale e altre simili inezie.

Qui si parla di secoli, millenni ed ere geologiche.

 

Vorrei cominciare ponendo l'attenzione su un recente studio che sembra finalmente spostare le motivazioni del riscaldamente globale verso fattori molto più credibili rispetto alla teoria dell'intervento antropico che tanto è andato per la maggiore negli ultimi anni.

 

http://www.greenrepo...enti-climatici/

 

Nonostante l'articolo sposi ancora in maniera abbastanza convinta la suddetta teoria dall'altra sottolinea il ruolo fondamentale delle grandi eruzioni vulcaniche nell'andamento climatico del nostro pianeta.

Visti gli enormi  passi avanti fatti dalla vulcanologia negli ultimi decenni con l'ormai comprovata ed evidente relazione tra cambiamenti climatici avvenuti nel passato e grandi eventi eruttivi confido che in breve tempo si riporti tale discussione a termini più scentifici lasciando da parte il catastrofismo che ha imperato sinora.

Opinioni in merito sono gradite.


  • 3

#2 bELLE ELLEish

bELLE ELLEish

    TOPAZIO

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10792 Messaggi:
  • Location...riverrun

Inviato 16 agosto 2016 - 22:07

La geologia mi interessa (molto molto superficialmente), ma io te lo dico, con questo post d'apertura uomoz ti sgrida


[che i gas eruttati abbiano effetti chimici e "ottici" nell'atmosfera pensavo fosse risaputo, non ho la più pallida idea di come pesare questi effetti e dire che quello antropico sia risibile, non me lo aspettavo da te; forse leggerò il link ma io ne so zero, parliamo di tettonica e minerali belli (sempre zero ne so)]
  • 2

A proposito del Maurizio Costanzo show, a me l'ospitata del Joker al programma del personaggio di De Niro ha ricordato una di Aldo Busi, ma proprio uguale, compreso il balletto con cui si presenta al pubblico. Dubito che Phoenix si sia ispirato a quella, ma in certe parti, quando si mette a checcheggiare, la somiglianza era impressionante.

il primo maggiorenne che vedrò vestito da joker a carnevale, halloween o similia lo prendo per il culo di brutto
minimo un A STRONZOOOO, ANCORA STU JOKER? STRONZOOOO, vieni a casa mia che ho bisogno di una mano a sgomberare la mansarda, STRONZOOOO

There is a duality between thought and language reminiscent of that which I have described between dreaming and play

Man the sum of his climatic experiences Father said. Man the sum of what have you


#3 Harry Caul

Harry Caul

    se ci dice bene finiamo nella merda

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7938 Messaggi:

Inviato 17 agosto 2016 - 09:45

Cerco di fare un po di chiarezza.

- Non ho certo detto che le immissioni umane sono risibili, sono al contrario gigantesche e pericolose, sia per la salute che per l'ecosistema, quindi il fatto di ridurle è assolutamente positivo e necessario, risibile è semmai la teoria del riscaldamento globale dovuto principalmente a questi tipo di emissioni.

- Questa teoria è ormai attaccata e smontata da più parti, due dati su cui riflettere: nel 2000 ci dissero che tra 15 anni senza riduzione di emissioni le Maldive sarebbero state completamente sommerse, siamo nel 2016, le emissioni non sono calate ma ste benedette isole sino a prova contraria sono ancora lì; l'eruzione del Bardarbunga dell'anno scorso durata 6 mesi ha immesso più gas serra in atmosfera di tutta l'Europa in un intero anno http://www.wired.co....ropean-industry

- Millelire, mi dispiace ma dici delle assolute inesattezze e per di più con una sicumera degna di maggior causa.

L'impatto delle grandi eruzioni vulcaniche è stato studiato e valutato in maniera approfondita e negli ultimi anni grazie allo studio delle calotte dei ghiacciai antartici ha fatto passi da gigante.

Storicamente periodi di freddo intenso sono stati sempre successivi a grandi eruzioni stratosferiche: nel 950 del Changbaishan (vei 7, 100 km3 di tephra emessi in atmosfera), nel 1250 dal Rinjani (vei 7, 90 km3,) che mise fine al cosidetto periodo caldo medievale e diede inizio alla piccola era glaciale che raggiunse il suo culmine nell'800 proprio in corrispettivo di una serie impressionante di grandi eruzioni: Laki nel 1783, una misteriosa nel 1808, quella enorme del Tambora (vei 7, 120 km3, -1° a livello mondiale, causò l'anno senza Estate del 1816), quella del Krakatoa del 1883 e del Novarupta nel 1912.

Vorrei ricordare che negli ultimi 100 anni l'unica eruzione di questo tipo è stata quella relativamente piccola del Pinatubo del 1991 (vei 6, "solo" 12 km3 di materiale emesso in stratosfera, sufficente però ad abbassare la temperatura mondiale di 0,3°), risulta quindi difficile pensare che nella situazione attuale di riscaldamento globale non pesino l'assenza di quelle grandi eruzione che solo un secolo fa  (in combinazione per di più con degli evidenti minimi solari altra variabile da non sottovalutare)  hanno dato luogo a uno dei peridi più freddi degli ultimi 10.000 anni,


  • 0

#4 bELLE ELLEish

bELLE ELLEish

    TOPAZIO

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10792 Messaggi:
  • Location...riverrun

Inviato 17 agosto 2016 - 10:21

Cerco di fare un po di chiarezza.
- Non ho certo detto che le immissioni umane sono risibili, sono al contrario gigantesche e pericolose, sia per la salute che per l'ecosistema, quindi il fatto di ridurle è assolutamente positivo e necessario, risibile è semmai la teoria del riscaldamento globale dovuto principalmente a questi tipo di emissioni.
- Questa teoria è ormai attaccata e smontata da più parti, due dati su cui riflettere: nel 2000 ci dissero che tra 15 anni senza riduzione di emissioni le Maldive sarebbero state completamente sommerse, siamo nel 2016, le emissioni non sono calate ma ste benedette isole sino a prova contraria sono ancora lì; l'eruzione del Bardarbunga dell'anno scorso durata 6 mesi ha immesso più gas serra in atmosfera di tutta l'Europa in un intero anno http://www.wired.co....ropean-industry


Tranquillo, che fossi a favore della riduzione dell'inquinamento etc non lo sospettavo, mi stupiva comunque il peso che dai all'attività umana nel riscaldamento globale perché non so cosa leggi e non mi informo abbastanza.
Circa i modelli a medio-termine e le previsioni sensazionalistiche ho poco da dire; certo non è che se alcuni esagerano per farsi sentire, allora automaticamente ha torto la teoria che vuole il riscaldamento globale come "colpa nostra", né è il numero di studi a determinare chi abbia ragione. Io però sui metodi non posso certo intervenire, non posso che avere idee molto approssimative.

Ad ogni giro si scoprono (giustamente) fattori nuovi da tenere in considerazione, sia come limitanti che come catalizzanti il global warming. In più immagino sia un macello fare coerenza fra le scale spaziali e temporali, e a volte credo non abbia neanche senso chiedersi quanto incida la variabile x rispetto a quella y, per il numero e la natura delle interdipendenze.
Una banalità che però non fa male ripetere è che il problema non è di pura temperatura, sia media annua, sia nella stagione o nel giorno; il problema è il cambiamento anche "qualitativo" dei climi, degli eventi meteorologici e in alcuni casi anche geografici e geologici, azzardo.

Però considerando e che siamo ot e che sto parlando col cuore, direi di mettere in pausa e lasciare che incominciate a parlare di falde, faglie, cratoni, crateri, infiltrazioni d'acqua sotto la crosta oceanica e belle cose
  • 0

A proposito del Maurizio Costanzo show, a me l'ospitata del Joker al programma del personaggio di De Niro ha ricordato una di Aldo Busi, ma proprio uguale, compreso il balletto con cui si presenta al pubblico. Dubito che Phoenix si sia ispirato a quella, ma in certe parti, quando si mette a checcheggiare, la somiglianza era impressionante.

il primo maggiorenne che vedrò vestito da joker a carnevale, halloween o similia lo prendo per il culo di brutto
minimo un A STRONZOOOO, ANCORA STU JOKER? STRONZOOOO, vieni a casa mia che ho bisogno di una mano a sgomberare la mansarda, STRONZOOOO

There is a duality between thought and language reminiscent of that which I have described between dreaming and play

Man the sum of his climatic experiences Father said. Man the sum of what have you


#5 MilleLire

MilleLire

    IL MORALIZZATORE

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3929 Messaggi:
  • LocationFirenze

Inviato 17 agosto 2016 - 15:07

Avevo cancellato proprio perché mi ero mal espresso, ma visto che mi citi cerco di spiegarmi meglio: per me non siamo in grado di paragonare l'effetto antropico a quello delle eruzioni per il semplice motivo che non abbiamo dati storici sulla combinazione tra i due fattori: i dati delle eruzioni che citi tu sono relativi a periodi in cui l'incidenza dell'uomo sull'ambiente era praticamente trascurabile. Oggi così non è e non sono sicuro che i due effetti possano essere semplicemente sovrapponibili, anzi, sono certo del contrario, dunque l'estrapolazione della curva tempo/temperatura media del pianeta per il prossimo futuro è operazione estremamente complessa e troppo spesso semplificata da ciarlatani: il caso che citi tu sulle Maldive ne è un esempio, ma attenzione anche a non fare la semplificazione opposta.
  • 1
Immagine inserita

#6 Harry Caul

Harry Caul

    se ci dice bene finiamo nella merda

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7938 Messaggi:

Inviato 17 agosto 2016 - 18:03

Allora direi che siamo sostanzialmente d'accordo, anche se devo dire che il fatto che l'incidenza delle emissioni antropiche sui cambiamenti climatici sia stata negli anni scorsi decisamente sovrastimata per me è ormai cosa sostanzialmente acclarata.


  • 0

#7 Harry Caul

Harry Caul

    se ci dice bene finiamo nella merda

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7938 Messaggi:

Inviato 17 agosto 2016 - 19:06

Qui un interessante articolo sulle teorie di Behringer su cui mi trovo totalmente d'accordo.

http://www.unipd.it/...o-o-dei-vulcani


  • 0

#8 uomoz

uomoz

    ឡុកឡាក់

  • Validating
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 939 Messaggi:
  • LocationGunung Agung

Inviato 17 agosto 2016 - 19:37

The Man, intanto guarda questo, al resto rispondo con calma in settimana.


  • 0

#9 Harry Caul

Harry Caul

    se ci dice bene finiamo nella merda

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7938 Messaggi:

Inviato 17 agosto 2016 - 20:37

Ho iniziato a leggere ma mi son fermato sulla parte che riguarda le eruzioni vulcaniche che, mi dispiace, viene trattata in maniera assolutamente superficiale per non dire forzata e quindi adattata alla propria tesi.
Un paio di annotazioni in breve, poi magari anch'io ti rispondo in maniera più esaustiva:
- l'impatto delle eruzioni vulcaniche sul clima viene decisamente sottostimato, si parla addirittura di due/tre anni quando gli stessi sostenitori del riscaldamento antropico per giustificare un andamento del global warming decisamente inferiore alle aspettative dicono che per 20 anni questo è stato rallentato dall'eruzione del Pinatubo del 1991.
- Ma soprattutto mettere tutte le emissioni vulcaniche in un unico calderone come fa l'articolo è assolutamente fourviante, faccio presente che le normali eruzioni vulcaniche riscaldano il clima rilasciando in atmosfera grandi quantità di gas serra mentre sono le enormi e rare eruzioni ultrapliniane a raffreddare anche pesantemente il nostro pianeta, la cosa è dovuta alla grande quantita di cenere immessa direttamente nella stratosfera che crea uno strato di aeresol vulcanico che riflette le radiazioni solari per molti anni successivi.
Ora se non si valutano in maniera differente i due valori va da sè che qualunque conclusione sarà totalmente inutile ed errata.
Tralascio poi appellativi come "climate deniers" che rivelano la natura decisamente ideologica e propagandistica dell'articolo.
Dal canto mio ripeto che trovo le posizioni di Behringer molto equilibrate e condivisibili.
http://www.almanacco...7&giornale=4918
  • 0

#10 uomoz

uomoz

    ឡុកឡាក់

  • Validating
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 939 Messaggi:
  • LocationGunung Agung

Inviato 22 agosto 2016 - 13:52

Rispondo a un po'di punti, ma hai mescolato troppe cose ed in modo molto confuso:

 

1. A livello atmosferico puoi distinguere le eruzioni a seconda del livello raggiunto nell'atmosfera e dalla composizione dei vari gas emessi. Considerando che la troposfera arriva a ca. 15-20 km di altezza (ma non ha lo stesso spessore a tutte le latitudini), la maggior parte delle eruzioni non immette direttamente gas nella stratosfera. Come dici tu le eruzioni pliniane sono quelle che raggiungono la stratosfera e che arrivano oltre i 20-25 km di altitudine (il nome deriva dal fatto che Plinio il Giovane ha documentato per primo in modo dettagliato questo tipo di eruzione nel 79 dC con il Vesuvio).

 

2. A seguito di un'eruzione pliniana i maggiori responsabili della formazione di aerosol nella stratosfera sono i derivati dello zolfo, in particolare l'SO2 che si forma già per diretto contatto (reazione) tra S ed O una volta che il materiale vulcanico entra in contatto con l'ambiente ossidante dell'atmosfera (succede nella troposfera). L'SO2 viene facilmente ossidata e produce solfati, che sono altamente igroscopici e formano aerosols. Gli altri gas emessi per la maggiore sono: CO2 ed H2O.

 

3. Gli aerosols dei solfati non assorbono ma riflettono la radiazione solare (scattering); la radiazione viene assorbita dalla cenere, che contiene composti del carbonio (black carbon) ed ossidi metallici (che però riflettono la radiazione solare). L'effetto combinato tra scattering ed assorbimento della radiazione solare produce un riscaldamento della stratosfera ed un conseguente raffreddamento della troposfera a causa di una minore quantità di radiazione che raggiunge la superfice del pianeta e rimane bloccata nella stratosfera. La cenere ed il black carbon hanno un'alta velocità di deposizione al suolo, motivo per cui l'effetto maggiore deriva dallo scattering dei solfati che rimangono in sospensione più a lungo.

 

4. Lo scattering e l'assorbimento di radiazione sono proporzionali al raggio e alla cross section delle particelle che si formano e dipendono dall'ambiente chimico-fisico del gas. Questo vuol dire che ogni eruzione pliniana è diversa a modo suo, perché cambiano le concentrazioni dei gas emessi da vulcano a vulcano, e la circolazione atmosferica cambia a seconda della latitudine. I solfati sottoforma di aerosols hanno la massima riflettanza a 0.25µm di raggio, dimensione per cui possiedono un tempo di vita di 1-2 anni nella stratosfera prima di passare nella troposfera ed essere depositati piuttosto velocemente al suolo.

5. I gas serra emessi dall'attività vulcanica in un anno sono di gran lunga inferiori, in quantità, rispetto all'emissione di gas serra di origine umana. Inoltre il discorso dei 'gas tossici' emessi dal Bardarbunga lascia il tempo che trova visto che parlano di SO2. L'SO2 di origine antropica aveva superato già negli anni 80-90 le emissioni naturali. L'Europa risulta essere la quarta sorgente mondiale, superata solo da estremo oriente, industria navale ed america del nord. (Tralaltro l'SO2 emessa nell'atmosfera deriva dall'alta concentrazione di zolfo nrl carbone e nei carburanti navali che sono meno raffinati)

global-so2-emissions-jsmith.png

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

Adesso, Behringer, ha scritto questo libro per dire che a suo parere l'effetto naturale (nello specifico vulcanico) ha avuto un ruolo fondamentale nella regolazione del clima e della storia delle civilizzazioni (OK), ma Behringer è uno storico e non studia l'atmosfera; già l'introduzione ribadisce che gli strumenti attuali permettono di dire che l'azione umana sia 'molto verosimile', la comunità scientifica (dio, che brutta espressione) dice che l'azione umana è extremely very likely.

Inoltre, il grafico dell'articolo che ti ho linkato contiene gli effetti positivi e negativi del volcanic forcing, con appunto le oscillazioni negative dovute alle eruzioni pliniane, e baseline corretta con l'aumento della radiative forcing ad opera dei greenhouse gases, il land use e l'attività solare
 

L'articolo sull'innalzamento del livello del mare l'ho letto, dice che il trend della prima decade, 3.5 mm/yr (1993-2002), è più alto della seconda, 2.7 mm/yr (2003-2012), perchè probabilmente l'effetto termico dell'eruzione vulcanica del Pinatubo fu bilanciato più lentamente nell'oceano a causa di un minore rilascio/trasporto di calore ad opera degli oceani. Questo non toglie che il trend attuale sia più veloce di quello per gli anni 1900-1990 che era di 1.2-1.9 mm/yr.
 


  • 1

#11 Harry Caul

Harry Caul

    se ci dice bene finiamo nella merda

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7938 Messaggi:

Inviato 22 agosto 2016 - 15:08

Sempre in breve e inevitabilmente semplificando:

- La colonna eruttiva di un'eruzione ultrapliniana - vei 6/7- può arrivare anche a un altezza di 40m e oltre.

- L'effetto dell'aeresol vulcanico viene enormemente aumentato in caso di eruzioni equatoriali, poiché ai tropici la circolazione atmosferica favorisce una una  dispersione molto più lineare ed efficace dello stesso.

- I tuoi 1/2 anni di impatto di un grande evento vulcanico è un dato sottostimato e ormai superato, ripeto: ricerche recenti, anche di coloro che sostengono che il global warning sia dovuto esclusivamente all'attività umana, parlano di un'influenza di 20 anni per l'eruzione del Pinatubo https://www.scienced...60810084619.htm, non dovute ovviamente alla mera schermatura dovuta dell'aereosol vulcanico ma anche a una serie di effetti a catena - raffreddamento di grandi masse d'aria, effetto albedo, addirittura variazione delle correnti oceaniche ecc...- che ci mettono molti anni per essere smaltiti.

- Una valutazione molto semplice che si può fare con discreta approssimazione  e che non necessita di satelliti e istituti di ricerca è quella delle immissioni delle grandi eruzioni stratosferiche degli ultimi 200 anni, limitandosi a quelle da VEI6 in su e che quindi hanno avuto indubitabilmente un effetto di raffreddamento sul clima terrestre.

DAL 1800 AL 1915

1808 Eruzione tropicale incerta = 20 km3 di materiale

1815 Eruzione Tambora = 160 km3

1883 Eruzione Krakatoa = 40 km3

1912 Eruzione Novarupta = 17 km3

TOTALE: 237 km3

DAL 1915 AL 2016

1991 Pinatubo = 12 km3

TOTALE: 12 km3

 

Mi sembra oggettivamente difficile non rilevare un quadro di inevitabile progressivo riscaldamento naturale vista la grossa differenza di materiale arrivato in stratosfera nell'ultimo secolo rispetto al precedente.

Da qui è ovviamente doveroso aggiungere l'impatto dei gas antropici ma non si dovrebbe minimizzare, quando non escludere, il primo dato con lo scopo evidente di far risaltare il secondo.

- Sono d'accordo che bisognerebbe in ogni caso valutare i singoli eventi visto che le modalità e le composizioni delle emissioni vulcaniche variano moltissimo da caso a caso e bisognerebbe anche collegare il tutto all'attività solare, altro fattore che influenza in maniera determinante il clima del nostro pianeta.

- Permettimi però di prendere con le pinze l'articolo che hai postato, perché secondo me poco scientifico e molto propagandistico: è questo, è quello, no, non sembra, forse, ECCO QUELLO GIUSTO, l'accediamo? Ma per favore.... :rolleyes:

Poi ho riguardato i dati e sinceramente mi sfugge come siano stati raccolti mancando chiaramente evidenza di due eruzioni gigantesche come quelle del Krakatoa e del Novarupta.


  • 0

#12 Harry Caul

Harry Caul

    se ci dice bene finiamo nella merda

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7938 Messaggi:

Inviato 22 agosto 2016 - 15:28

 

 

L'articolo sull'innalzamento del livello del mare l'ho letto, dice che il trend della prima decade, 3.5 mm/yr (1993-2002), è più alto della seconda, 2.7 mm/yr (2003-2012), perchè probabilmente l'effetto termico dell'eruzione vulcanica del Pinatubo fu bilanciato più lentamente nell'oceano a causa di un minore rilascio/trasporto di calore ad opera degli oceani. Questo non toglie che il trend attuale sia più veloce di quello per gli anni 1900-1990 che era di 1.2-1.9 mm/yr.
 

 

 Vedi i dati che ti ho riportato sopra, se la relativamente modesta eruzione del Pinatubo ha determinato un'oscillazione di 8mm non vedo perchè le grandi eruzione dell'800/inizio 900, che furono molto maggiori, non debbano avere avuto un impatto anche più rilevante.


  • 0

#13 uomoz

uomoz

    ឡុកឡាក់

  • Validating
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 939 Messaggi:
  • LocationGunung Agung

Inviato 22 agosto 2016 - 16:46

Ho un embolo in arrivo. Perfavore cominciamo a parlare di terremoti che è meglio; avrei un paio di proposte:

 

Lassi a quanto darebbero un BigOne in California per l'anno 2030?

Io vorrei puntare anche sul Fujiyama, è da un bel po'che non esplode e lo stiamo aspettando un po'tutti; punterei ad un terremoto stile Kobe a Tokyo per le olimpiadi del 2020, seguito da tsunami grande grande visto che introdurranno per la prima volta il surf alle olimpiadi.

Poi una bella immagine per lanciare un tour geologico della Siberia (magari con Kamchatka inclusa così mettiamo un po'di surf e vulcani nella vacanza): 'Hot Siberia: Trova più buchi possibile in 14 gg' (metterei pure le TATU nella pubblicità del tour operator; magari pure con un paio di bottiglie di vodka in mano).

 

bigcrater.jpg

 

tatu5.jpg


  • 1

#14 Harry Caul

Harry Caul

    se ci dice bene finiamo nella merda

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7938 Messaggi:

Inviato 22 agosto 2016 - 16:55

Forse è meglio.

Per il Fuji oggi anno potrebbe essere quello buono, probabile eruzione di grandi dimensione visto che è più o meno dal 1700 che non da segni di vita e sono almeno 10 che la pressione sta aumentando inesorabilmente.

Altri papabili:

Changbaishan o montagna Paektu, non erutta seriamente dal 950 e l'ultima volta fu un vei7, anche lei piuttosto inquieta.

Katla in Islanda, inquieto da molto tempo.

Uturuncu in Bolivia, non si conoscono eruzioni storiche ma sono anni che il territorio intorno si sta sollevando e il vulcano sembra pronto a tornare alla vita.

Vesuvio e Campi Flegrei, il primo tranquillo, i secondi inquieti ma le loro attività sembrano collegate e in qualche decennio qualcosa si muoverà di sicuro.

Elbrus, questo è un mio personale pallino, c'è lava in movimento poco sotto il vulcano rilevata dagli scienziati russi già negli anni 90, da allora e sino al 2000 è stato monitorato costantemente poi purtroppoi hanno tagliato i fondi.


  • 0

#15 Guest_Michele Murolo_*

Guest_Michele Murolo_*
  • Guests

Inviato 22 agosto 2016 - 17:01

Ve lo giuro ho letto il tutto più volte e non ho ancora capito niente asd



#16 bELLE ELLEish

bELLE ELLEish

    TOPAZIO

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10792 Messaggi:
  • Location...riverrun

Inviato 22 agosto 2016 - 17:07

Facciamo un fantavulcano? Voi esperti fate una lista di X vulcani, o date regole per sceglierli insomma, e ognuno ne gioca x in determinate categorie (tipo gioco l'Etna vei7 senza sapere cosa sia, e resto a bocca asciutta perché l'Etna sbrodola sempre e non esplode mai).
Coi terremoti la vedo più difficile.
Possiamo farlo anche con le temperature medie stagionali e robe così.

Sono serio asd
  • 0

A proposito del Maurizio Costanzo show, a me l'ospitata del Joker al programma del personaggio di De Niro ha ricordato una di Aldo Busi, ma proprio uguale, compreso il balletto con cui si presenta al pubblico. Dubito che Phoenix si sia ispirato a quella, ma in certe parti, quando si mette a checcheggiare, la somiglianza era impressionante.

il primo maggiorenne che vedrò vestito da joker a carnevale, halloween o similia lo prendo per il culo di brutto
minimo un A STRONZOOOO, ANCORA STU JOKER? STRONZOOOO, vieni a casa mia che ho bisogno di una mano a sgomberare la mansarda, STRONZOOOO

There is a duality between thought and language reminiscent of that which I have described between dreaming and play

Man the sum of his climatic experiences Father said. Man the sum of what have you


#17 Reynard

Reynard

    Bicicletta di grossa cilindrata

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10114 Messaggi:
  • LocationComo

Inviato 22 agosto 2016 - 18:58

Pare (vulcanologi e vulcaniani correggetemi se sbaglio) che la famosa eruzione del Santorini avrebbe rilasciato nell'atmosfera meno materiale del Tambora.

Se è così la delusione è enorme.

 

(La mia fonte è questa: http://news.national...ra-volcano.html


  • 0
La firma perfetta dev'essere interessante, divertente, caustica, profonda, personale, di un personaggio famoso, di un personaggio che significa qualcosa per noi, riconoscibile, non scontata, condivisibile, politicamente corretta, controcorrente, ironica, mostrare fragilità, mostrare durezza, di Woody Allen, di chiunque tranne Woody Allen, corposa, agile, ambiziosa, esperienzata, fluente in inglese tedesco e spagnolo, dotata di attitudini imprenditoriali, orientata alla crescita professionale, militassolta, automunita, astenersi perditempo.

#18 Seattle Sound

Seattle Sound

    Non sono pigro,è che non me ne frega un cazzo.

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 37219 Messaggi:
  • LocationTiny little green

Inviato 22 agosto 2016 - 23:01

Ve lo giuro ho letto il tutto più volte e non ho ancora capito niente asd

 

WJAUwKQ.gif


  • 0

Alfonso Signorini: "Hai mai aperto una cozza?"
Emanuele Filiberto: "Sì, guarda, tante. Ma tante..."
(La Notte degli Chef, Canale 5)

 

"simpatico comunque eh" (Fily, Forum Ondarock)

 

"passere lynchane che finiscono scopate dai rammstein"

"Io ho sofferto moltissimo per questo tipo di dipendenza e credo di poterlo aiutare. Se qualcuno lo conosce e sente questo appello mi faccia fare una telefonata da lui, io posso aiutarlo"
(Rocco Siffredi, videomessaggio sul web)


"Ah, dei campi da tennis. Come diceva Battiato nella sua canzone La Cura"


#19 Harry Caul

Harry Caul

    se ci dice bene finiamo nella merda

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7938 Messaggi:

Inviato 23 agosto 2016 - 07:26

Pare (vulcanologi e vulcaniani correggetemi se sbaglio) che la famosa eruzione del Santorini avrebbe rilasciato nell'atmosfera meno materiale del Tambora.

Se è così la delusione è enorme.

 

(La mia fonte è questa: http://news.national...ra-volcano.html

 

Direi di si, vengono entrambe classificate VEI7 ma dai dati rilevati dalle carote antartiche quella del Tambora sembrerebbe essere stata decisamente superiore.

Per chi interessa qui c'è un riassunto della scala VEI, che pur essendo molto limitata rimane ancora il mezzo più immediato per valutare un'eruzione vulcanica:

https://en.wikipedia...plosivity_index


  • 0

#20 Harry Caul

Harry Caul

    se ci dice bene finiamo nella merda

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7938 Messaggi:

Inviato 23 agosto 2016 - 09:29

Facciamo un fantavulcano? Voi esperti fate una lista di X vulcani, o date regole per sceglierli insomma, e ognuno ne gioca x in determinate categorie (tipo gioco l'Etna vei7 senza sapere cosa sia, e resto a bocca asciutta perché l'Etna sbrodola sempre e non esplode mai).
Coi terremoti la vedo più difficile.
Possiamo farlo anche con le temperature medie stagionali e robe così.

Sono serio asd

 

Potrei puntare qualcosa su Vesuvio- Campi Flegrei entro il 2025.

Allora saranno passati 80 anni dall'ultima eruzione del primo, l'ultima volta che dormì si risveglio dopo più di un centinaio d'anni eruttando nel 1631 ma in mezzo ci fu l'ultima eruzione dei Campi Flegrei.

Le due cose sembrano collegate perché anche adesso mentre uno dorme della grossa l'altro sta dando evidenti segni di risveglio.

http://volcano.si.ed...o.cfm?vn=211020

http://volcano.si.ed...&vtab=Eruptions


  • 0




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq