Vai al contenuto


Foto
- - - - -

Batman


  • Please log in to reply
333 replies to this topic

#1 Homer

Homer

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3019 Messaggi:
  • LocationBoston

Inviato 12 settembre 2006 - 21:33

Cosa ne pensate del film di Cristopher Nolan, Batman Begins?
E che differenze (in positivo o negativo) trovate con i due di Tim Burton?
Tralascio gli altri due, di cui salvo solo l'interpretazione di Jim Carrey.
  • 0

"Beh, devo essere ottimista. Va bene, dunque, perché vale la pena di vivere? Ecco un’ottima domanda. Beh, esistono al mondo alcune cose, credo, per cui valga la pena di vivere. E cosa? Ok. Per me... io direi... per Groucho Marx tanto per dirne una, e Willie Mays e... il secondo movimento della sinfonia Jupiter... Louis Armstrong, l'incisione Potatoehea Vlues... i film svedesi naturalmente... L’educazione sentimentale di Flaubert... Marlon Brando, Frank Sinatra, quelle incredibili... mele e pere di Cézanne, i granchi di Sam Wo, il viso di Tracey"

"Saigon. Merda. Sono ancora soltanto a Saigon. Ogni volta penso che mi risveglierò di nuovo nella giungla"


#2 Panfilo Maria Lippi

Panfilo Maria Lippi

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3099 Messaggi:

Inviato 12 settembre 2006 - 22:34

Non mi è parso male, a parte le americanate e le libere interpretazioni della storia (Wayne che prende lezioni di arti marziali in tibet strappa almeno un sorriso). Nel complesso però l'ho trovato molto gradevole, bella interpretazione di Michael Caine (citerei anche KAtie Holmes, ma penso che sia dovuto solo alla mia tremenda infatuazione erotica nei suoi confronti). Interessante soprattutto la scelta dei cattivi, non tanto conosciuti, ma molto interessanti: soprattutto lo "Spaventapasseri" è sempre stato uno dei miei antagonisti di Batman preferiti.
  • 0

#3 Pickpocket

Pickpocket

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 663 Messaggi:

Inviato 12 settembre 2006 - 22:38

Non mi è parso male, a parte le americanate e le libere interpretazioni della storia (Wayne che prende lezioni di arti marziali in tibet strappa almeno un sorriso). 


Premesso che a me il film non è piaciuto, ti dico che è proprio il contrario, la storia è esattamente quella e lo sanno anche le pietre.
  • 0

#4 Guest_eustache_*

Guest_eustache_*
  • Guests

Inviato 12 settembre 2006 - 22:40

(Wayne che prende lezioni di arti marziali in tibet strappa almeno un sorriso).


si tratta del fumetto di batman year one credo

#5 Guest_Quel bastardo giallo_*

Guest_Quel bastardo giallo_*
  • Guests

Inviato 12 settembre 2006 - 22:42

mi è piaciuto parecchio. ho apprezzato soprattutto la scelta di far usare come batmobile la specie di carro armato preso da "il ritorno del cavaliere oscuro" di miller (uno dei miei fumettisti preferiti...vedi il mio nick). e poi finalmente hanno corretto quell'errore che si trovava nel film di burton in cui il padre di bruce veniva ucciso da joker,invece che da un ladruncolo qualsiasi. questo è sicuramente il batman più fedele al fumetto.

#6 Guest_vegeta_*

Guest_vegeta_*
  • Guests

Inviato 13 settembre 2006 - 12:23

bell'avatar homer

riguardo al film di Nolan.

La principale differenza con i film di Burton (ma soprattutto con il secondo Batman di Burton) è che se quelli erano veri e propri film "d'autore", questo sconta una certa impersonalità, visiva e contenutistica (laddove pure i due film del mediocre Shumacher avevano un proprio tocco trash-kitsch).

Ma è senza dubbio un blockbusterone ineccepibile, ben scritto e interpretato (al giorno d'oggi non è poco...ieri sera ho visto quella vaccata de "I pirati dei caraibi 2"...evitatelo!).

Nei film di Burton i protagonisti erano i villain, il personaggio di Batman-Bruce Wayne passava quasi in secondo piano.
Nel "Begins" di Nolan è Bruce Wayne il protagonista: il suo percorso di consapevolezza è portato avanti con coerenza e intelligenza. E pure il tema del confronto tra giustizia e vendetta è interessante.

Certo il film rispetta molti clichè del cinema contemporaneo (il super inseguimento in macchina, i gadget iper tecnologici) ma in molte sequenze si respira un aria di epicità inusuale (il confronto tra allievo e maestro, memore della saga "Star Wars") che, in un modo nell'altro, non si avvertiva dai tempi di "Conan Il Barbaro" di Milius.

Anche il cast (se si esclude l'odiosa Katie Holmes) è perfetto: Bale è probabilmente il miglior Batman di sempre (ma d'altronde è un esperto di identità multiple), Michael Caine un sublime ed elegante Alfred.

Gary Oldman (che piacere rivederlo) una scelta azzardata ma perfetta, e pure gli onnipresenti Liam Neeson e Morgan Freeman ripropongono con efficacia il loro solito personaggio del saggio mentore.

I cattivi: ecco un altro "difetto" del film. Qui la psicologia degli antagonisti, all'inverso di Burton, è tagliata con l'accetta. Così Cillian Murphy ha la giusta faccia da pazzoide...ma poi basta lì.

Mi sto dilungando...i miei voti ai film della serie:

-Batman: 7
-Batman Returns: 8
-Batman Forever: 6 (ma solo per Carrey e la Kidman)
-Batman & Robin: 3
-Batman Begins: 7,5


#7 Guest_eustache_*

Guest_eustache_*
  • Guests

Inviato 13 settembre 2006 - 12:30

credo che la rpima parte del film sia molto interessante nella sua variante meno dark e più noir del batman.

però lo stile di nolan si adatta meglio al cinema indie americano.
infatti la seconda parte l'azione (fracassona) risulta confusa per una questione di stile

#8 Guest_Lukas_*

Guest_Lukas_*
  • Guests

Inviato 14 settembre 2006 - 15:06

bell'avatar homer

riguardo al film di Nolan.

La principale differenza con i film di Burton (ma soprattutto con il secondo Batman di Burton) è che se quelli erano veri e propri film "d'autore", questo sconta una certa impersonalità, visiva e contenutistica (laddove pure i due film del mediocre Shumacher avevano un proprio tocco trash-kitsch).

Ma è senza dubbio un blockbusterone ineccepibile, ben scritto e interpretato (al giorno d'oggi non è poco...ieri sera ho visto quella vaccata de "I pirati dei caraibi 2"...evitatelo!).

Nei film di Burton i protagonisti erano i villain, il personaggio di Batman-Bruce Wayne passava quasi in secondo piano.
Nel "Begins" di Nolan è Bruce Wayne il protagonista: il suo percorso di consapevolezza è portato avanti con coerenza e intelligenza. E pure il tema del confronto tra giustizia e vendetta è interessante.

Certo il film rispetta molti clichè del cinema contemporaneo (il super inseguimento in macchina, i gadget iper tecnologici) ma in molte sequenze si respira un aria di epicità inusuale (il confronto tra allievo e maestro, memore della saga "Star Wars") che, in un modo nell'altro, non si avvertiva dai tempi di "Conan Il Barbaro" di Milius.

Anche il cast (se si esclude l'odiosa Katie Holmes) è perfetto: Bale è probabilmente il miglior Batman di sempre (ma d'altronde è un esperto di identità multiple), Michael Caine un sublime ed elegante Alfred.

Gary Oldman (che piacere rivederlo) una scelta azzardata ma perfetta, e pure gli onnipresenti Liam Neeson e Morgan Freeman ripropongono con efficacia il loro solito personaggio del saggio mentore.

I cattivi: ecco un altro "difetto" del film. Qui la psicologia degli antagonisti, all'inverso di Burton, è tagliata con l'accetta. Così Cillian Murphy ha la giusta faccia da pazzoide...ma poi basta lì.

Mi sto dilungando...i miei voti ai film della serie:

-Batman: 7
-Batman Returns: 8
-Batman Forever: 6 (ma solo per Carrey e la Kidman)
-Batman & Robin: 3
-Batman Begins: 7,5


Non ho visto il secondo episodio di Batman diretto da Tim Burton, mi sono limitata al primo e credo di poter dire qualcosina.
In generale sono d'accordo con quello che dice vegeta, i due film, batman e batman begins alla fine si completano, da una parte ci è spiegata la genesi del "supereroe", dall'iniziale debolezza dovuta ai suoi sensi di colpa dovuti ancora dalla sua fobia, all'inizio della trasformazione che comincia con un viaggio (espediente letterario che funziona sempre da secoli) che lo porta a conoscere i propri limiti, la crisalide sboccia con Batman. Reputo il film di Nolan quasi poetico, che ha tutta l'intenzione di svecchiare l'immagine di un Batman tutto capezzoli e giochetti infernali e soprattutto di dargli un'anima, così lo spettatore ha modo anche di confrontarsi col personaggio e di arrivare a capire le sue azioni. Insomma ha approfondito meglio il lato psicologico. Bale è grandissimo, lo seguo da Velvet Goldmine, nel mio cuoricione è ancora Arthur; e Micheal Caine ruba la scena ogni volta che è inquadrato dalal telecamera, manco a dirlo è stato Alfie un tempo. Burton appunto da una bassa caratterizzazione psicologica di Batman, è anche vero che il film da lui diretto non prevedeva una sceneggiatura impegnata ad indagare il personaggio che dava già per scontato, soffermandosi + sui nemici, certo come Bruce Wayne hai Micheal Keaton e come Joker hai Jack Nicholson, non ci penso 2 volte a soffermarmi sull'uno anzikè sull'altro. Joker infatti attrae le simpatie del pubblico e batman fa la fine del mammalucco guasta-feste. Batman è molto + ironico e in Joker ci vedo il papà di Willy Wonka, Batman Begins è + drammatico e ci vedo tutta la voglia del regista di far diventare uomo il supereroe, sul film di Nolan non posso dare un giudizio completo riguardo la caratterizzazione dei nemici poichè fino ad ora non ha ancora trattato di "nemici celebri", quindi aspetto black knights

#9 Andy Hood

Andy Hood

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 347 Messaggi:

Inviato 16 settembre 2006 - 09:24

Secondo me è un film fatto male (la parte dell'addestramento non è pura invenzione?...altro che fedeltà al fumetto)..gli attori sono scarsi, i cattivi non hanno personalità e l'ambientazione è anni luce inferiore a quella costruita da Burton.

Il fatto che sia in lavorazione un seguito con il joker protagonista, mi fa accaponare la pelle.
  • 0

#10 sud afternoon

sud afternoon

    Si legge sud afternùn.

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2857 Messaggi:

Inviato 16 settembre 2006 - 09:59

Secondo me è un film fatto male (la parte dell'addestramento non è pura invenzione?...altro che fedeltà al fumetto)..gli attori sono scarsi, i cattivi non hanno personalità e l'ambientazione è anni luce inferiore a quella costruita da Burton.

Il fatto che sia in lavorazione un seguito con il joker protagonista, mi fa accaponare la pelle.


Io, partendo da pretese quasi nulle, ho gradito il film anche più dei burtoniani: intrattenimento puro con poche spacconate da mozzarellone hollywoodiano, oscure ambientazioni urbane abbastanza azzeccate, un batman che finalmente fa davvero paura. La trama in fin dei conti regge, e un paio di scene mi sono rimaste impresse. Forse inconsciamente lo paragono alle monnezze di schumacher, dopo le quali fare peggio era davvero davvero difficile.

Se Nolan si è ispirato a Miller per questo film, per un eventuale seguito con il joker protagonista non potrà che confrontarsi con the killing joke, che per l'espressività dei suoi personaggi, per la loro perfetta caratterizzazione pscicologica, per l'equilibrio magico tra revisionismo modernista dei supereroi e fedeltà alla struttura narrativa classica del fumetto mainstream americano, non ultimo per l'ondata emotiva che sa innestare nel lettore, è un piccolo grande monumento del fumetto occidentale. Vedremo...
  • 0

#11 Andy Hood

Andy Hood

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 347 Messaggi:

Inviato 16 settembre 2006 - 10:24

Forse è vero che questo nuovo episodio è superiore a quelli dei Schumacher......ma i burtoniani sono inarrivabili!
  • 0

#12 Guest_vegeta_*

Guest_vegeta_*
  • Guests

Inviato 16 settembre 2006 - 11:47

Forse è vero che questo nuovo episodio è superiore a quelli dei Schumacher....


togli il forse cavolo! :o

#13 The Joker

The Joker

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2700 Messaggi:

Inviato 16 settembre 2006 - 13:41

Il Batman cinematografico nasce e muore con Tim Burton (e, lo voglio sottolineare, con il grande e sottovalutato Michael Keaton nelle vesti del Cavaliere Oscuro): avrei tanto voluto realizzassero un altro film, completare quindi una trilogia, e poi chiuderla lì. Ma i geni della Warner (mi pare) rovinarono tutto, cambiando totalmente registro e realizzando due film-spazzatura. E l'ultimo Batman begins è più un film di 007...voglio dire: è il classico filmone holliwoodiano tutto effetti speciali e gadget tecnologici, ma non c'entra proprio niente con Batman.
  • 0

#14 Guest_JackNapier_*

Guest_JackNapier_*
  • Guests

Inviato 16 settembre 2006 - 13:51

Il Batman cinematografico nasce e muore con Tim Burton (e, lo voglio sottolineare, con il grande e sottovalutato Michael Keaton nelle vesti del Cavaliere Oscuro): avrei tanto voluto realizzassero un altro film, completare quindi una trilogia, e poi chiuderla lì. Ma i geni della Warner (mi pare) rovinarono tutto, cambiando totalmente registro e realizzando due film-spazzatura. E l'ultimo Batman begins è più un film di 007...voglio dire: è il classico filmone holliwoodiano tutto effetti speciali e gadget tecnologici, ma non c'entra proprio niente con Batman.

secondo me non è poi così tanto senz'anima l'ultimo batman... come ha sottolineato Vegeta c'è Bale che probabilmente è l'attore che meglio impersona il ruolo di Bruce Wayne e secondo me Gary Oldman è diecimila volte meglio dell'altro commissario Gordon...
Comunque i miei preferiti rimangono i primi due (quelli di Burton), per quella Gotham City così gotica, per quegli antagonisti così affascinanti che mi hanno impressionato fin da bambino.

#15 Guest_vegeta_*

Guest_vegeta_*
  • Guests

Inviato 16 settembre 2006 - 17:05

E l'ultimo Batman begins è più un film di 007...voglio dire: è il classico filmone holliwoodiano tutto effetti speciali e gadget tecnologici, ma non c'entra proprio niente con Batman.


parlo da ignorante, visto che l'unico fumetto che seguo da un decennio è "L'Uomo Ragno"...ma molti miei amici, ultra fan del fumetto "Batman" sono rimasti estasiati dal film di Nolan proprio perchè è quello che più si avvicina all'origine fumettistica.

Così' come mi hanno spiegato che sono invece i due film di Burton a distanziarsi completamente dal fumetto...con un protagonista (Keaton) totalmente diverso dalla sua contropsrte cartacea.

Anch'io preferisco nettamente il "Returns" di Burton comunque...


#16 The Joker

The Joker

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2700 Messaggi:

Inviato 17 settembre 2006 - 10:50


parlo da ignorante, visto che l'unico fumetto che seguo da un decennio è "L'Uomo Ragno"...ma molti miei amici, ultra fan del fumetto "Batman" sono rimasti estasiati dal film di Nolan proprio perchè è quello che più si avvicina all'origine fumettistica.

Così' come mi hanno spiegato che sono invece i due film di Burton a distanziarsi completamente dal fumetto...con un protagonista (Keaton) totalmente diverso dalla sua contropsrte cartacea.

Anch'io preferisco nettamente il "Returns" di Burton comunque...


Di Batman e del suo mondo sono state date tante versioni ed interpretazioni. C'è stato addirittura chi lo ha visto in chiave comico-trash (parlo della celebre serie tv degli anni '60 e in parte anche dei due orrendi film di Schumacher). Batman begins racconta la storia e l'origine del personaggio in maniera fedele al fumetto, è vero. Eppure non riesco a concepirlo come film su Batman. Non ne digerisco l'eccessivo realismo, l'ambientazione in una Gotham ultramoderna, "vera", l'uso asfissiante di tecnologia e di gadget che sembrano usciti da un film di 007, o da un qualsiasi spy-movie di recente uscita. Il "mio" Batman (attenzione, non quello del fumetto: parlo proprio del mio personale modo di concepire e di amare il personaggio di Batman e tutto ciò che gli ruota attorno) vive in un universo parallelo, in una città oscura, senza tempo, isolata dal resto del mondo. Dove sono possibili le cose più strane (un miliardario che si traveste da pipistrello per combattere il crimine,appunto,o un criminale pazzo furioso che delinque truccato da clown, e via di questo passo). Il mio Batman è un uomo fragile, dall'aspetto che più comune non potrebbe essere: uno che ha bisogno di travestirsi per sperare di incutere timore ai suoi nemici. Un uomo dalla doppia personalità: timido e imbranato nelle vesti di "normale" uomo d'affari, forte e sicuro di sè quando il buio della notte e il suo costume lo proteggono. Un pazzo, certamente: un tipo la cui stabilità mentale è stata scalfita in gioventù da una sofferenza atroce. Ed è proprio questa la visione proposta da Tim Burton, che io condivido più di ogni altra e che mi ha fatto innamorare del personaggio. Indipendentemente dal fumetto.
  • 0

#17 Guest_vegeta_*

Guest_vegeta_*
  • Guests

Inviato 17 settembre 2006 - 11:50

Indipendentemente dal fumetto.


tutto chiaro. Thanks.

#18 Andy Hood

Andy Hood

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 347 Messaggi:

Inviato 17 settembre 2006 - 14:24

L'intervento del Joker è da applausi... ;) :)


Che non sia davvero il vero joker?!? ;D
  • 0

#19 Jules

Jules

    Pietra MIliare

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22433 Messaggi:

Inviato 21 dicembre 2006 - 21:10

Cosa ne pensate del film di Cristopher Nolan, Batman Begins?
E che differenze (in positivo o negativo) trovate con i due di Tim Burton?
Tralascio gli altri due, di cui salvo solo l'interpretazione di Jim Carrey.


Ne penso tutto il peggio possibile e veramente per tanti motivi che dopo tutto questo tempo appare tedioso ricordare...mi limito solo ad evidenziare come la Gotham City di Burton fosse un personaggio a sè stante, ovviamente grazie all'abilità di fine metteur en scene di Tim, mentre qui non c'è nulla di nulla! C'era una cosa che Nolan nell'incipit aveva intuito, e che poteva essere un punto a suo favore: trasformare una tradizione gotica in un noir post-moderno...be' devo dire che è stata un'operazione miseramente naufragata, questo Batman ti scivola addosso come l'acqua fresca...(e tralascio il discorso sulle interpretazioni agghiaccianti)...

Ps: comunque voi state sottovalutando l'importanza del Batman di Burton..
  • 0

#20 ucca

ucca

    CRM

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 18565 Messaggi:
  • LocationRome

Inviato 22 dicembre 2006 - 13:32

L'ultimo l'ho visto, con grandi aspettative visto il regista, e dire che sono rimasto deluso è poco. Tra questo e quelli di Burton mi sembra si veda proprio la diffrenza fra interpretare un soggetto e farne una semplice rappresentazione.
Uno che non capisce, in questo tipo di film, l'importanza del personaggio cattivo è poi inutile che ci provi. Il personaggio con lo spray allucinogeno è ridicolo, ma già attribuirgli il verbo "essere" è troppo. Non sappiamo nulla di lui, è un malvagio a prescindere, per sport. L'altro è un cattivo buono, che fa arti marziali, il personaggio di Bat man è interessante solo quando è ubriaco. Ma anche qui, Tim Burton aveva caraterrizzato l'uno e l'altro incastrandoli, si sposavano proprio, soprattutto nel primo BatMan. Lo senti quando il buono e il cattivio sono in fondo complici..Poi nel secondo, c'era la rivalsa del nano malefico, rifiutato da tutti, disgustoso con ambizioni da politico..era berlusconi quello, fantastico. E li invece erano complementari..il bello e l'orrendo, l'ambientazione nel frattempo era diventata ancora più gotica anche se mi era sparito un Bacon!..
quest'ultimo film di Nolan non ha niente di poetico, nè di struggente, è appunto uno 007 con le ali..



  • 0

www.crm-music.com

 

Mettere su un gruppo anarcho wave a 40 anni.





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq