Vai al contenuto


Foto
* * * * - 3 Voti

Il genitore ondarocker


  • Please log in to reply
1568 replies to this topic

#41 grivs

grivs

    ---o<-<

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7814 Messaggi:
  • Locationale, i'vorrei che tu e pierpinky e io

Inviato 01 dicembre 2008 - 19:39

Sul discorso calcistico sono stato invece intransigente ma soprattuto subdolo, cominciando con FIFA 2001: gli facevo tenere l'Inter e lo facevo vincere apposta(ora mi massacra anche se gioco al massimo delle mie possibilità, ma vabbè ::) ). C'é da dire che ho anche avuto gioco facile, dal momento che anche sul versante materno sono tutti interisti. Il segnale più confortante è apparso però solo di recente: si appassiona più alle sconfitte del Milan che non alle nostre vittorie. asd        


asd
Hai tutta la mia stima!! (e te lo dico da giuventino)
  • 0
[0:08] webnicola: allora facendo una media di 80 anni e cagando 300 gr al giorno (siamo italiani dai caghiamo di piu) cachiamo 8,7 tonnellate in una vita quindi [0:09] webnicola: possiamo teorizzare che nella propria vita fa un peso di merda [0:10] webnicola: circa 100 volte il proprio peso [0:10] webnicola: cmq sostanzialmente in un anno circa si caga il proprio peso quindi potresti farti un amico di merda e nel tiro alla fune si sarebbe pari

[webnicola]: io [mi aspettavo] che si dimettesse subito o che non si dimettesse. tipo "resisto è stata solo un colpo di testa dei miei uomini" e l'assalto alla camera sfasciata e qualche cranio rotto, gente che caga dentro la testa di cicchitto morto, cose così

oggi ho combattuto come un toro. ho il cuore sfiancato. sento che stanno crollando le mura DI QUESTA BABILONIA PRECRISTIANA! vinceremo! Cit. Ale

webnicola: non sto leggendo. mi state facendo venire la colite

gli butto lì un "rizoma" così mi si bagna


#42 Greed

Greed

    passive attack

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11544 Messaggi:

Inviato 01 dicembre 2008 - 20:06

Io invece penso che i propri gusti si formino da sé, crescendo e facendo esperienze, non certo grazie alle "indicazioni" dei genitori, i quali al massimo possono fornire un esempio "stimolante". Oltre tutto certe passioni condivise servono anche a farsi accettare nel gruppo, cosa che, piaccia o meno, è indispensabile in fase adolescenziale. Insomma, non vorrei mai far diventare i figli dei paria per aver stimolato troppo il loro senso critico. Crescendo, poi, si ritroveranno magari a sorridere su certe cose che apprezzavano da ragazzini, o forse no, ma in ogni caso credo che i genitori pedanti che schifano tutto quello che piace ai figli e li invitano in continuazione ad avere altri gusti (possibilmente i loro) siano un pessimo modello.


Ma è quello che penso anche io, alla fine, solo che avrei paura che un figlio diventasse quello che sono adesso alcuni miei compagni di scuola, a diciotto anni. Mi intristirebbe molto.
Hai ragione sul fatto che i gusti si formino da se' e che si impari soprattutto dagli errori (penso alla mia prima e unica sbornia, è servita più di tutte le raccomandazioni del mondo).
Però penso anche che bisognerebbe anche spiegare ai figli (quando cominciano a essere "grandi" e a poter capire come funzionano alcune cose) come funziona la pubblicità, e come cerca di sfruttare determinate persone che non sanno difendersi (non solo i teenager...mi viene in mente anche la pubblicità del mulino bianco che insiste sulla genuinità e sui bei tempi, ad esempio).

Comunque se avessi un figlio gli comprerei montagne di mattoncini lego perchè ho voglia di giocarci, e potrei mascherare questa mia  voglia infantile facendo finta di giocare con il pargolo  ;D
  • 0

#43 bosforo

bosforo

    无形

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 17119 Messaggi:

Inviato 01 dicembre 2008 - 20:09

Io confesso di essere terrorizzato dall'idea di avere un figlio o una figlia e di dover dar loro un'educazione. Il motivo è semplice, i bambini li odio a morte e non so neanche come comportarmi quando ne ho uno attorno. Le sensazioni che provo sono nervosismo (un classico: il bambino urlatore che mi sveglia in treno, morissero tutti!) o imbarazzo (quando mi fanno domande non so cosa rispondere, penso cose come "oddio gli rispondo come fosse un adulto o mi abbasso al suo livello?") e l'idea di doverne allevare uno mi fa davvero senso.

Sono l'unico?
  • 0

#44 Claudio

Claudio

    I am what I play

  • Administrators
  • 34034 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 01 dicembre 2008 - 20:19

Io confesso di essere terrorizzato dall'idea di avere un figlio o una figlia e di dover dar loro un'educazione. Il motivo è semplice, i bambini li odio a morte e non so neanche come comportarmi quando ne ho uno attorno. Le sensazioni che provo sono nervosismo (un classico: il bambino urlatore che mi sveglia in treno, morissero tutti!) o imbarazzo (quando mi fanno domande non so cosa rispondere, penso cose come "oddio gli rispondo come fosse un adulto o mi abbasso al suo livello?") e l'idea di doverne allevare uno mi fa davvero senso. Sono l'unico?


Oddio che tristezza che mi hai messo!  :'(
  • 0

#45 White Duke

White Duke

    facente parte dell'élite

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 16287 Messaggi:

Inviato 01 dicembre 2008 - 20:20


Però da quando ha cominciato le medie mi chiede di mettergli sull'Ipod roba tipo Linkin'Park, e indagando ho anche capito il motivo, e ho persino indovinato il fatto che la prescelta ha una sorella maggiore :D

Quindi potrete fare un'uscita a 4, che fico!


Ma che scherzi? La sorella maggiore è troppo vecchia per me.

Comunque se avessi un figlio gli comprerei montagne di mattoncini lego perchè ho voglia di giocarci, e potrei mascherare questa mia  voglia infantile facendo finta di giocare con il pargolo  ;D


Vabbè ma questo è un classico: gran parte dei giochi che gli prendo sono chiaramente destinati a me! Oddio, purtroppo questo non è più vero,visto che da un paio d'anni fa richieste specifiche :-\
  • 0
"No matter how high are one's estimates of human stupidity, one is repeatedly and recurrently startled by the fact that: a) people whom one had once judged rational and intelligent turn out to be unashamedly stupid b) day after day, with unceasing monotony, one is harassed in one's activities by stupid individuals who appear suddenly and unespectedly in the most inconvenient places and at the most improbable moments" (Carlo M. Cipolla)

#46 bosforo

bosforo

    无形

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 17119 Messaggi:

Inviato 01 dicembre 2008 - 20:24


Io confesso di essere terrorizzato dall'idea di avere un figlio o una figlia e di dover dar loro un'educazione. Il motivo è semplice, i bambini li odio a morte e non so neanche come comportarmi quando ne ho uno attorno. Le sensazioni che provo sono nervosismo (un classico: il bambino urlatore che mi sveglia in treno, morissero tutti!) o imbarazzo (quando mi fanno domande non so cosa rispondere, penso cose come "oddio gli rispondo come fosse un adulto o mi abbasso al suo livello?") e l'idea di doverne allevare uno mi fa davvero senso. Sono l'unico?


Oddio che tristezza che mi hai messo!  :'(


Me lo dicono tutti (oddio a parte un mio amico che è messo peggio di me), ma non ci posso fare niente... quando ne vedo uno penso "oddio, ora cosa faccio? cosa avrà in mente?"

(parlo di quelli piccoli, sotto i 10, poi mi stanno pure simpatici)
  • 0

#47 Man-Erg

Man-Erg

    Quando sulla riva verrai

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10927 Messaggi:

Inviato 01 dicembre 2008 - 20:25

Sono l'unico?


assolutamente no, anch'io li odio (cioè, finché non parlano ok, poi basta, li sopprimerei asd) e non ho assolutamente intenzione di averne uno, perché so che non sarei all'altezza
rispondo già a chi dirà "si, ma anche tu sei stato bambino": sì, lo so
  • 0

Trema la mano che insegue il sole, fino a sparire.


#48 Claudio

Claudio

    I am what I play

  • Administrators
  • 34034 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 01 dicembre 2008 - 20:27



Io confesso di essere terrorizzato dall'idea di avere un figlio o una figlia e di dover dar loro un'educazione. Il motivo è semplice, i bambini li odio a morte e non so neanche come comportarmi quando ne ho uno attorno. Le sensazioni che provo sono nervosismo (un classico: il bambino urlatore che mi sveglia in treno, morissero tutti!) o imbarazzo (quando mi fanno domande non so cosa rispondere, penso cose come "oddio gli rispondo come fosse un adulto o mi abbasso al suo livello?") e l'idea di doverne allevare uno mi fa davvero senso. Sono l'unico?


Oddio che tristezza che mi hai messo!  :'(


Me lo dicono tutti (oddio a parte un mio amico che è messo peggio di me), ma non ci posso fare niente... quando ne vedo uno penso "oddio, ora cosa faccio? cosa avrà in mente?"

(parlo di quelli piccoli, sotto i 10, poi mi stanno pure simpatici)


Io a tutti quelli che dicono così chiedo sempre: "Ma non vi ricordate com'era per voi, quando eravate bambini?". Io mi ricordo tutto, sensazioni, stati d'animo, curiosità, tipo di domande, di richieste, di insicurezze... Veramente, a 40 anni, mi riesce molto facile calarmi nel ruolo dei bambini, perché in fondo mi sento ancora dentro molto dell'infanzia e non capisco invece come ci si possa sentire così lontani da loro a 20 anni o giù di lì.
  • 0

#49 Man-Erg

Man-Erg

    Quando sulla riva verrai

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10927 Messaggi:

Inviato 01 dicembre 2008 - 20:31

Io a tutti quelli che dicono così chiedo sempre: "Ma non vi ricordate com'era per voi, quando eravate bambini?".


rispondo già a chi dirà "si, ma anche tu sei stato bambino": sì, lo so


cvd asd
  • 0

Trema la mano che insegue il sole, fino a sparire.


#50 bosforo

bosforo

    无形

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 17119 Messaggi:

Inviato 01 dicembre 2008 - 20:49




Io confesso di essere terrorizzato dall'idea di avere un figlio o una figlia e di dover dar loro un'educazione. Il motivo è semplice, i bambini li odio a morte e non so neanche come comportarmi quando ne ho uno attorno. Le sensazioni che provo sono nervosismo (un classico: il bambino urlatore che mi sveglia in treno, morissero tutti!) o imbarazzo (quando mi fanno domande non so cosa rispondere, penso cose come "oddio gli rispondo come fosse un adulto o mi abbasso al suo livello?") e l'idea di doverne allevare uno mi fa davvero senso. Sono l'unico?


Oddio che tristezza che mi hai messo!  :'(


Me lo dicono tutti (oddio a parte un mio amico che è messo peggio di me), ma non ci posso fare niente... quando ne vedo uno penso "oddio, ora cosa faccio? cosa avrà in mente?"

(parlo di quelli piccoli, sotto i 10, poi mi stanno pure simpatici)


Io a tutti quelli che dicono così chiedo sempre: "Ma non vi ricordate com'era per voi, quando eravate bambini?". Io mi ricordo tutto, sensazioni, stati d'animo, curiosità, tipo di domande, di richieste, di insicurezze... Veramente, a 40 anni, mi riesce molto facile calarmi nel ruolo dei bambini, perché in fondo mi sento ancora dentro molto dell'infanzia e non capisco invece come ci si possa sentire così lontani da loro a 20 anni o giù di lì.


Eh il paradosso è che ricordo perfettamente la mia infanzia: mi ricordo tantissimi sogni, la mia prima volta in bicicletta senza ruote con tanto di caduta e pianto, la volta che un compagno dell'asilo mi prese per i capelli, ecc.
Però tutto questo non mi aiuta, anzi forse è per questo che ho un'antipatia per i comportamenti dell'infanzia, è un'età irrazionale in cui ci si comporta in modo imprevedibile... la cosa che più mi "spaventa" è il modo in cui i bambini si comportano tra di loro, spesso sanno essere assolutamente spietati e sembrano mossi da cattiveria invece che da curiosità  :o
  • 0

#51 dubh

dubh

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 468 Messaggi:

Inviato 01 dicembre 2008 - 23:17





Io confesso di essere terrorizzato dall'idea di avere un figlio o una figlia e di dover dar loro un'educazione. Il motivo è semplice, i bambini li odio a morte e non so neanche come comportarmi quando ne ho uno attorno. Le sensazioni che provo sono nervosismo (un classico: il bambino urlatore che mi sveglia in treno, morissero tutti!) o imbarazzo (quando mi fanno domande non so cosa rispondere, penso cose come "oddio gli rispondo come fosse un adulto o mi abbasso al suo livello?") e l'idea di doverne allevare uno mi fa davvero senso. Sono l'unico?


Oddio che tristezza che mi hai messo!  :'(


Me lo dicono tutti (oddio a parte un mio amico che è messo peggio di me), ma non ci posso fare niente... quando ne vedo uno penso "oddio, ora cosa faccio? cosa avrà in mente?"

(parlo di quelli piccoli, sotto i 10, poi mi stanno pure simpatici)


Io a tutti quelli che dicono così chiedo sempre: "Ma non vi ricordate com'era per voi, quando eravate bambini?". Io mi ricordo tutto, sensazioni, stati d'animo, curiosità, tipo di domande, di richieste, di insicurezze... Veramente, a 40 anni, mi riesce molto facile calarmi nel ruolo dei bambini, perché in fondo mi sento ancora dentro molto dell'infanzia e non capisco invece come ci si possa sentire così lontani da loro a 20 anni o giù di lì.


Eh il paradosso è che ricordo perfettamente la mia infanzia: mi ricordo tantissimi sogni, la mia prima volta in bicicletta senza ruote con tanto di caduta e pianto, la volta che un compagno dell'asilo mi prese per i capelli, ecc.
Però tutto questo non mi aiuta, anzi forse è per questo che ho un'antipatia per i comportamenti dell'infanzia, è un'età irrazionale in cui ci si comporta in modo imprevedibile... la cosa che più mi "spaventa" è il modo in cui i bambini si comportano tra di loro, spesso sanno essere assolutamente spietati e sembrano mossi da cattiveria invece che da curiosità  :o

Provo la stessa identica inquietudine, anche se non arrivo a schiaffeggiare bambini stile Polanski "lurido moccioso!". Però so anche che tra qualche anno potrei benissimo sentire l'istinto materno risvegliarsi in me. Sarà anche che dall'adolescenza in poi non ho mai frequentato bambini se non per un traumatico tirocino alla materna di pochi giorni. Con pazienza, la cosa si risolverà.
  • 0

#52 Claudio

Claudio

    I am what I play

  • Administrators
  • 34034 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 01 dicembre 2008 - 23:36

Io a tutti quelli che dicono così chiedo sempre: "Ma non vi ricordate com'era per voi, quando eravate bambini?".


rispondo già a chi dirà "si, ma anche tu sei stato bambino": sì, lo so


cvd asd


Sì, ma io intendo una cosa diversa. Non il fatto di ricordare come si era da bambini e provare "compassione", cosa che può lasciare il tempo che trova, quanto il fatto che l'infanzia lascia indelebilmente la sua impronta e chi riesce a "staccarsene" in modo così netto, solo pochi anni dopo, forse non l'ha vissuta appieno (oppure non l'ha vissuta appieno chi non riesce mai più a staccarsene, se ne può discutere...  asd ).
  • 0

#53 100000

100000

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6719 Messaggi:

Inviato 01 dicembre 2008 - 23:41

Io non odio di certo i bambini, anzi in genere mi ispirano tenerezza specie se in quell'età in cui parlano ma ancora non vanno a scuola. Ma non so come trattarli e spesso mi pongo le stesse domande di Bosforo: io mi ricordo che da piccolo non volevo che mi si trattasse da bambino e mi scocciavano gli adulti che mi dicevano boiate ed anzi, mi sentivo in imbarazzo da piccolo col problema opposto: "adesso che faccio? il bravo bambino che ride quando gli fai l'occhiolino? dovrei ridere? oppure dire a questo scemo -cosa mi strizzi l'occhio ogni due secondi? io vorrei parlare seriamente-".
  • 0

#54 Guest_andara_*

Guest_andara_*
  • Guests

Inviato 01 dicembre 2008 - 23:50

spesso sanno essere assolutamente spietati e sembrano mossi da cattiveria invece che da curiosità  :o

credo che sia quello che più mi piace dei bambini: il loro essere amorali, assolutamente schietti e, di conseguenza, spietati, privi di falsi scrupoli, ma, allo stesso tempo, con un chiaro senso delle gerarchie e del potere che cercano di aggirare o di piegare astutamente a proprio vantaggio. Sono capaci di slanci affettivi eccezionali (che non è facile trovare negli adulti) e allo stesso tempo di dirti in faccia la cruda verità.
E poi sono pieni di quella vitalità istintiva che li rende grandi conoscitori del reale.
Caratteristiche che complicano il relazionarsi con loro.   
Credo sia per questo che subisco il fascino dei bambini e di chi conserva il sè stesso bambino, anche se spesso questo viene scambiato per infantilismo.

#55 Haggard

Haggard

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2729 Messaggi:

Inviato 02 dicembre 2008 - 00:31

I bambini sono amorali e schietti se hanno dei genitori che glielo permettono...io se dicevo al nonno che era un grassone o se maltrattavo un compagno di scuola mi prendevo delle sgridate tremende e occasionalmente anche qualche sberla, l'amoralità e la schiettezza me l'hanno fatta passare  :-X
  • 0

#56 nino#

nino#

    Slackware addict

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5233 Messaggi:
  • LocationῬήγιον - Μεγάλη Ἑλλάς

Inviato 02 dicembre 2008 - 06:43

Fossimo tutti un po' più bambini!  ::)

Certi atteggiamenti di odio (o non sarà di paura di non reggere il confronto?) sono dettati
solo dall'immaturità.

Crescete.
Un giorno vi vergognerete di quello che avete scritto.
  • 1
VINDICA TE TIBI

#57 R. Mutt

R. Mutt

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2667 Messaggi:

Inviato 02 dicembre 2008 - 10:15

io diventerò presto babbo, e in merito ho le idee molto chiare:


Beh, allora il mio thread è errivato in tempo per il tuo bambino, o il tuo bambino è arrivato in tempo per il thread. Và che dedico, a te e a lui, "Child In Time" dei Deep Purple con annessi affettuosi auguri ;)

Oddio che perla di thread 


In effetti, sono molto orgoglioso di questo thread :)

Siccome per ora di figli per me non se ne parla, ma comunque se ne parlerà, inizio a mettere un pò di cose in chiaro col padreterno. Ecco la classifica dei figli che non vorrei mai avere:

Al quinto posto: la principessina stilosa.


Al quarto posto quello/a comunista con la kefiah.



Queste però sono prime nella mia classifica delle figlie che vorrei conoscere...


Sto morendo dalle risate :D...Grande Pablito!
  • 0

#58 popten

popten

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4675 Messaggi:
  • LocationCampania

Inviato 02 dicembre 2008 - 10:21

per il topic all'inverso, posso dire che la passione per cinema e musica mi è stata trasmessa più da amici che da PAPA' con cui comunque ora condivido per lo meno il cinema, quello classico intendo. non è poco, altrimenti a quest'ora stavo sempre a vedere Tarkovsky!
  • 0

#59 White Duke

White Duke

    facente parte dell'élite

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 16287 Messaggi:

Inviato 02 dicembre 2008 - 10:26

E poi sono pieni di quella vitalità istintiva che li rende grandi conoscitori del reale.
Caratteristiche che complicano il relazionarsi con loro.   


Nella mia personale esperienza questo facilita enormemente la relazione e il dialogo. A patto che ci si sappia guadagnare la fiducia del bambino, che deve essere certo che non lo stai fregando. Esercizio che invece tanti adulti cercano di fare, lamentandosi poi dei ritorni negativi che ricevono. 
  • 0
"No matter how high are one's estimates of human stupidity, one is repeatedly and recurrently startled by the fact that: a) people whom one had once judged rational and intelligent turn out to be unashamedly stupid b) day after day, with unceasing monotony, one is harassed in one's activities by stupid individuals who appear suddenly and unespectedly in the most inconvenient places and at the most improbable moments" (Carlo M. Cipolla)

#60 bosforo

bosforo

    无形

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 17119 Messaggi:

Inviato 02 dicembre 2008 - 11:16

io mi ricordo che da piccolo non volevo che mi si trattasse da bambino e mi scocciavano gli adulti che mi dicevano boiate ed anzi, mi sentivo in imbarazzo da piccolo col problema opposto: "adesso che faccio? il bravo bambino che ride quando gli fai l'occhiolino? dovrei ridere? oppure dire a questo scemo -cosa mi strizzi l'occhio ogni due secondi? io vorrei parlare seriamente-".


verissimo, ma questo mi succedeva attorno ai 10-11 anni, specie quando vedevo che mio fratello maggiore era trattato da adulto e io ancora da bambino



Certi atteggiamenti di odio (o non sarà di paura di non reggere il confronto?) sono dettati
solo dall'immaturità.

Crescete.
Un giorno vi vergognerete di quello che avete scritto.


beh ho conosciuto gente della tua età (circa) che condivide le mie stesse sensazioni, così come c'è tanta gente che per scelta decide di non avere figli, non penso sia necessariamente sintomo di immaturità
  • 0




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq