Vai al contenuto


- - - - -

Cina


  • Please log in to reply
671 replies to this topic

#21 gigiriva

gigiriva

    ï͂͑̉͆ͧͮͩ̓ͧ̒͒̉̎̂̊͆͑͐̊̓̊̅ͭ͗̐̄̏̾̄͊

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 17525 Messaggi:

Inviato 08 gennaio 2008 - 14:30


commento mio: aumentano i diritti dei lavoratori cinesi e gli ammmmeregani della nike cha fanno? si spostano in vietnam ;D


Non solo gli americani, ho parlato di recente con un dirigente di una fabbrica cinese di occhiali che mi ha detto che loro e molti altri stanno delocalizzando in Bangladesh perché gli costa molto meno produrli.
  • 0

#22 Guest_soul crew_*

Guest_soul crew_*
  • Guests

Inviato 08 gennaio 2008 - 14:35



commento mio: aumentano i diritti dei lavoratori cinesi e gli ammmmeregani della nike cha fanno? si spostano in vietnam ;D


Non solo gli americani, ho parlato di recente con un dirigente di una fabbrica cinese di occhiali che mi ha detto che loro e molti altri stanno delocalizzando in Bangladesh perché gli costa molto meno produrli.

e anche questo è vero. se però gli sforzi di pechino di "convertire" al socialismo di mercato anche i paesi vicini a partire dal vietnam dovessero vincere, prima o poi questi signori dovranno pur rendersi conto che i costi su personale e sicurezza non sono delle seccature da evitare ad ogni costo.
sottolineavo gli americani solo per far notare che in occidente spesso chi accusa la cina di questo e di quello, è poi il primo a sfruttare eventuali falle per i suoi scopi. ma non c' è assolutamente niente di nuovo in tutto questo.

#23 ouspen

ouspen

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1011 Messaggi:

Inviato 08 gennaio 2008 - 14:37

Non certo superato da un altro molto simile come quello cinese. Il tuo modo di fare è decisamente scorretto.


almeno quanto il vostro.
  • 0

#24 virginia wolf

virginia wolf

    apota

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6639 Messaggi:

Inviato 08 gennaio 2008 - 17:23


soul, ti rammento che Federico Rampini è quel (per me ottimo) giornalista di Repubblica che, quando ti ho postato un suo articolo sul Tibet, hai definito "fazioso".

e quindi? tu leggi solo cose con cui ti ritrovi d' accordo al 100%? a giudicare da certe cose che scrivi, sembrerebbe di sì.

Non ti scaldare, era solo per rinfrescarti la memoria.
Divergenza di opinioni e faziosità, comunque, sono due cose diverse.

La valutazione su ciò che leggo e ciò che scrivo è arbitraria e gratuita; potrei dire io la stessa cosa di te ma, non conoscendoti di persona, non mi permetterei mai di esprimere, come fai tu, giudizi così tranchant.


che palle, il topic sul tibbetlibberosubbito aka bollettino di guerra del radical party, è da un' altra parte.

Il Tibet è (purtroppo) parte della Cina, quindi non è OT postare in questa discussione anche questo tema. Se poi ti rompi le palle puoi tranquillamente non leggere i miei post, nessuno ti obbliga. Oltretutto il link , che evidentemente non hai guardato, è relativo ad una serie di trasmissioni radio molto interessanti che Renata Pisu ha fatto sulla Cina.


...


grazie per i link, anche se non ho ben capito il collegamento col Tibet. Ho detto e confermo che Renata Pisu analizza la società cinese con maggiore complessità rispetto a Rampini, il quale si limita a riproporre stereotipi secondo standard occidentali.

Era solo per sottolineare che la Pisu, sul Tibet, la pensa come Rampini e considera i cinesi ??una forza di occupazione?.
La differenza fra Rampini e la Pisu è che il primo è un giornalista e la seconda una studiosa di cultura cinese.

Evidentemente su alcuni aspetti la pensiamo in maniera diversa: secondo me un sistema sociale di tipo teocratico-schiavista che promuove istinti servili deve essere assolutamente superato.
Chiaramente sei libera di preferire un sistema ad un altro però poi non ti lamentare se il papa propone la moratoria sull'aborto, copre i suoi correligionari pedofili, si arroga privilegi ecc. ecc.

Già, perché essere a favore di un Tibet autonomo significa preferire un sistema teocratico-schiavista.

  • 0
Penso a come contiamo poco, come tutti contino poco; com'è travolgente e frenetica e imperiosa la vita, e come tutte queste moltitudini annaspino per restare a galla.

#25 ouspen

ouspen

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1011 Messaggi:

Inviato 08 gennaio 2008 - 20:22

Già, perché essere a favore di un Tibet autonomo significa preferire un sistema teocratico-schiavista.


che ruolo gioca il dalai lama nella richiesta di autonomia del tibet? quali interessi rappresenta? chi lo sostiene economicamente? 
autonomo una sega.
  • 0

#26 Guest_soul crew_*

Guest_soul crew_*
  • Guests

Inviato 08 gennaio 2008 - 20:28

virginia mi pare che quella un po' surriscaldata sei te, te lo dico con tutta la calma del post-allenamento ;)

si parla di riforma del lavoro, di problemi ambientali, di possibili riforme politiche ecc ecc e tu l' unico argomento che tiri in ballo è quello del tibet, per questo ho l' impressione che sei parecchio indottrinata sull' argomento e quindi leggi solo al tuo libro. magari è un' impressione sbagliata eh, però l' ho avuta.

#27 virginia wolf

virginia wolf

    apota

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6639 Messaggi:

Inviato 08 gennaio 2008 - 23:18

virginia mi pare che quella un po' surriscaldata sei te, te lo dico con tutta la calma del post-allenamento ;)

si parla di riforma del lavoro, di problemi ambientali, di possibili riforme politiche ecc ecc e tu l' unico argomento che tiri in ballo è quello del tibet, per questo ho l' impressione che sei parecchio indottrinata sull' argomento e quindi leggi solo al tuo libro. magari è un' impressione sbagliata eh, però l' ho avuta.


Ma io sono calmissima, te lo posso garantire?  anche se certe contraddizioni mi fanno parecchio indignare.

Devi accettare, democraticamente, che vi siano pareri diversi dal tuo, senza per questo etichettare l??interlocutore come ??indottrinato?. Altrimenti sembra che o la si pensa come te o si è dei dementi decerebrati.
Avere a cuore un argomento non significa essere ??indottrinati?. I temi di cui parli, soprattutto i temi ambientali, riguardano anche il Tibet, visto che fa parte della Cina. Se poi, come sembra, l'argomento Tibet t??infastidisce, non so cosa farci; ti ripeto, puoi sempre evitare di leggermi.

  • 0
Penso a come contiamo poco, come tutti contino poco; com'è travolgente e frenetica e imperiosa la vita, e come tutte queste moltitudini annaspino per restare a galla.

#28 Guest_soul crew_*

Guest_soul crew_*
  • Guests

Inviato 08 gennaio 2008 - 23:22

eh lo farò, ripeti la parola Tibet ogni mezza frase, sembri un bot diobono, per questo ti dico che sembri una indottrinata sulla propaganda che ne viene fatta in occidente, mica per le opinioni diverse. dimmi virginia, conosci qualcos' altro della cina che non sia il tibet? che ne so, il risotto alla cantonese, il tè, il kung fu, la città proibita, lo zen, confucio, prato ( O_O )...ne hai mai sentito parlare di queste cose? :P

tra l' altro mi pare che ci sia sempre il topic specifico sugli amici del dalai lama, no?

#29 virginia wolf

virginia wolf

    apota

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6639 Messaggi:

Inviato 08 gennaio 2008 - 23:42

eh lo farò, ripeti la parola Tibet ogni mezza frase, sembri un bot diobono, per questo ti dico che sembri una indottrinata sulla propaganda che ne viene fatta in occidente, mica per le opinioni diverse. dimmi virginia, conosci qualcos' altro della cina che non sia il tibet? che ne so, il risotto alla cantonese, il tè, il kung fu, la città proibita, lo zen, confucio, prato ( O_O )...ne hai mai sentito parlare di queste cose? :P

tra l' altro mi pare che ci sia sempre il topic specifico sugli amici del dalai lama, no?


Ah ecco perché sono ??indottrinata?, perché ne parlo troppo!

Lascia perdere, va la, molto meglio buttarla sul ridere eh.

  • 0
Penso a come contiamo poco, come tutti contino poco; com'è travolgente e frenetica e imperiosa la vita, e come tutte queste moltitudini annaspino per restare a galla.

#30 juL fu Sig.M.

juL fu Sig.M.

    Utente paraolimpionico

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 8878 Messaggi:

Inviato 08 gennaio 2008 - 23:51


eh lo farò, ripeti la parola Tibet ogni mezza frase, sembri un bot diobono, per questo ti dico che sembri una indottrinata sulla propaganda che ne viene fatta in occidente, mica per le opinioni diverse. dimmi virginia, conosci qualcos' altro della cina che non sia il tibet? che ne so, il risotto alla cantonese, il tè, il kung fu, la città proibita, lo zen, confucio, prato ( O_O )...ne hai mai sentito parlare di queste cose? :P

tra l' altro mi pare che ci sia sempre il topic specifico sugli amici del dalai lama, no?


Ah ecco perché sono ??indottrinata?, perché ne parlo troppo!

Lascia perdere, va la, molto meglio buttarla sul ridere eh.


Avreste anche rotto il cazzo... per punizione un mese in via Pistoiese a Prato a fare un'esperienza antropologica.
  • 0

#31 Guest_soul crew_*

Guest_soul crew_*
  • Guests

Inviato 09 gennaio 2008 - 11:42



eh lo farò, ripeti la parola Tibet ogni mezza frase, sembri un bot diobono, per questo ti dico che sembri una indottrinata sulla propaganda che ne viene fatta in occidente, mica per le opinioni diverse. dimmi virginia, conosci qualcos' altro della cina che non sia il tibet? che ne so, il risotto alla cantonese, il tè, il kung fu, la città proibita, lo zen, confucio, prato ( O_O )...ne hai mai sentito parlare di queste cose? :P

tra l' altro mi pare che ci sia sempre il topic specifico sugli amici del dalai lama, no?


Ah ecco perché sono ??indottrinata?, perché ne parlo troppo!

Lascia perdere, va la, molto meglio buttarla sul ridere eh.


Avreste anche rotto il cazzo...

ecco appunto, diglielo anche te. come se non bastasse il topic specifico sul tibet, deve tirarlo in mezzo pure qua mentre si facevano discorsi diversi.

virginia parlare troppo non significa mica per forza saperne di più, o avere il punto di vista migliore, o risultare più scomodi. anzi la tua è un' ammissione che di cina non ne sai un cazzo e tanto per rompere un pochinino le scatole, sei venuta pure qua a portare la tua propaganda pro dalai lama in discorsi che c' entravano quanto io con il radical party asd

comunque se ti diverti vai pure avanti, però fallo nella discussione ad esso dedicata dove tra l' altro abbiamo già appurato l' enorme distanza dei nostri punti di vista (e non c' è niente di male eh). è come se io mi mettessi a parlare di indipendenza della sardegna (è pure essa italia) in un topic dedicato alla finanziaria.

#32 Guest_soul crew_*

Guest_soul crew_*
  • Guests

Inviato 09 gennaio 2008 - 14:05




commento mio: aumentano i diritti dei lavoratori cinesi e gli ammmmeregani della nike cha fanno? si spostano in vietnam ;D


Non solo gli americani, ho parlato di recente con un dirigente di una fabbrica cinese di occhiali che mi ha detto che loro e molti altri stanno delocalizzando in Bangladesh perché gli costa molto meno produrli.

e anche questo è vero. se però gli sforzi di pechino di "convertire" al socialismo di mercato anche i paesi vicini a partire dal vietnam dovessero vincere, prima o poi questi signori dovranno pur rendersi conto che i costi su personale e sicurezza non sono delle seccature da evitare ad ogni costo.
sottolineavo gli americani solo per far notare che in occidente spesso chi accusa la cina di questo e di quello, è poi il primo a sfruttare eventuali falle per i suoi scopi. ma non c' è assolutamente niente di nuovo in tutto questo.

riquoto per aggiungere questo
http://it.biz.yahoo....dalla-cina.html
http://ilrestodelcar..._partenza.shtml

#33 virginia wolf

virginia wolf

    apota

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6639 Messaggi:

Inviato 11 gennaio 2008 - 12:39



Avreste anche rotto il cazzo...


ecco appunto, diglielo anche te. come se non bastasse il topic specifico sul tibet, deve tirarlo in mezzo pure qua mentre si facevano discorsi diversi.

virginia parlare troppo non significa mica per forza saperne di più, o avere il punto di vista migliore, o risultare più scomodi. anzi la tua è un' ammissione che di cina non ne sai un cazzo e tanto per rompere un pochinino le scatole, sei venuta pure qua a portare la tua propaganda pro dalai lama in discorsi che c' entravano quanto io con il radical party asd


L??arroganza e la maleducazione di questi vostri post (ma anche di altri) si commenta da sola, e non avrebbe nemmeno bisogno di risposta.

Francamente non sopporto più l??intolleranza, non solo da parte vostra e non solo in questa occasione, manifestata nei confronti di chi ha opinioni diverse dalle vostre perché, in quanto tale, non può che essere o un propagandista in malafede, o un ignorante privo di cultura, o tutt??al più un ridicolo decerebrato.


Quindi tranquillizzatevi, non metterò più a rischio il vostro preziosissimo organo riproduttivo.
Ho di meglio da fare che stare qui a farmi insultare e dileggiare da voi.



  • 0
Penso a come contiamo poco, come tutti contino poco; com'è travolgente e frenetica e imperiosa la vita, e come tutte queste moltitudini annaspino per restare a galla.

#34 juL fu Sig.M.

juL fu Sig.M.

    Utente paraolimpionico

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 8878 Messaggi:

Inviato 11 gennaio 2008 - 12:48




Avreste anche rotto il cazzo...


ecco appunto, diglielo anche te. come se non bastasse il topic specifico sul tibet, deve tirarlo in mezzo pure qua mentre si facevano discorsi diversi.

virginia parlare troppo non significa mica per forza saperne di più, o avere il punto di vista migliore, o risultare più scomodi. anzi la tua è un' ammissione che di cina non ne sai un cazzo e tanto per rompere un pochinino le scatole, sei venuta pure qua a portare la tua propaganda pro dalai lama in discorsi che c' entravano quanto io con il radical party asd


L??arroganza e la maleducazione di questi vostri post (ma anche di altri) si commenta da sola, e non avrebbe nemmeno bisogno di risposta.

Francamente non sopporto più l??intolleranza, non solo da parte vostra e non solo in questa occasione, manifestata nei confronti di chi ha opinioni diverse dalle vostre perché, in quanto tale, non può che essere o un propagandista in malafede, o un ignorante privo di cultura, o tutt??al più un ridicolo decerebrato.


Quindi tranquillizzatevi, non metterò più a rischio il vostro preziosissimo organo riproduttivo.
Ho di meglio da fare che stare qui a farmi insultare e dileggiare da voi.


Addirittura!!!

...io ho letto la vostra discussione con piacere finchè non è diventato un muro contro muro.

Non ho alcuna opinione in merito (e se ce l'ho non è quella di Simone) e mi dispiaceva solo che fosse degenerata in un mezzo flame.
A quello puoi/potete ricondurre il mio goliardico "avreste rotto il cazzo" (al plurale anche se l'aretino mi ha strumentalizzato).

Ma ora va di moda dire che c'è il pensiero unico e bla bla bla...tra l'altro mi delude questo conformismo da una come te.
  • 0

#35 Guest_soul crew_*

Guest_soul crew_*
  • Guests

Inviato 11 gennaio 2008 - 12:59

guarda virginia che non c' è bisogno di fare l' offesa. le tue pappardelle sul tibet le ho lette tutte, così come ho letto qualcosa di terzani e di tutti quelli che posti come se dicessero il vangelo e ho anche risposto, in base a quello che penso io. ma nel topic sul tibet, per l' appunto, essendocene uno apposito. qui non c' entra niente l' arroganza o la maleducazione, è che vedere replicato il solito argomento sempre a macchinetta, come appunto tu fossi un bot con frasi preimpostate non è che ti faccia molto onore. sono convinto che una lettura attenta di quanto avviene in cina sia importante e dovrai convenire con me che la questione tibetana (sempre partendo dal presupposto che se n' è già scritto nel topic apposito) non sia proprio il punto cardine per comprendere certi fenomeni politico-economici su scala mondiale. di queste cose mi piacerebbe sentire anche una tua opinione, dato che ti ritengo da tempo una attenta a tante cose per le quali spesso la "massa" si accontenta di verità ufficiali di comodo, o che nella nostra società vengono ignorate. credo insomma che, appurata la nostra diversità di opinioni sul tibet e sula figura del dalai lama, si possano anche toccare altri temi, a mio avviso fondamentali per capire che piega prenderà il mondo di qui a prossimi anni, senza per forza far ricadere ogni discussione su un singolo punto. sarebbe come se uno straniero ci volesse giudicare solo per la breccia di porta pia, o come se volessimo giudicare gli USA solo per lo sterminio degli indiani. guarda caso queste faccende quando si parla di politica internazionale ed economica, non vengono mai tirate in ballo, nel caso della cina si tira subito in ballo il tibet, come se tale questione delegittimasse anche tutto il resto, compreso il nuovo statuto sul lavoro che a me sembra una gran presa di posizione, in pratica è il riconoscimento di quei diritti umani nell' ambito del lavoro, che il diritto rivoluzionario non comprendeva (come del resto nessun diritto rivoluzionario contempla, basti pensare alle ghigliottine francesi o al patriot act americano).
il fatto che amnesty international o altre organizzazioni occidentali non commentino certi cambiamenti (mentre altre sì, come ho postato, ma guarda caso vengono ignorate dalle masse), non significa che essi non avvengano e che non siano rilevanti.

#36 ouspen

ouspen

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1011 Messaggi:

Inviato 11 gennaio 2008 - 20:49

L??arroganza e la maleducazione di questi vostri post (ma anche di altri) si commenta da sola, e non avrebbe nemmeno bisogno di risposta.

Francamente non sopporto più l??intolleranza, non solo da parte vostra e non solo in questa occasione, manifestata nei confronti di chi ha opinioni diverse dalle vostre perché, in quanto tale, non può che essere o un propagandista in malafede, o un ignorante privo di cultura, o tutt??al più un ridicolo decerebrato.


Quindi tranquillizzatevi, non metterò più a rischio il vostro preziosissimo organo riproduttivo.
Ho di meglio da fare che stare qui a farmi insultare e dileggiare da voi.


rilassati 
http://it.youtube.co...feature=related
  • 0

#37 Dana

Dana

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 169 Messaggi:

Inviato 03 febbraio 2008 - 15:53

sto facendo una tesi su argomenti molto delicati (e soprattutto censurati) in Cina.
Argomenti come riforma del pensiero, i LAOGAI (i gulag cinesi)e la rieducazione attraverso il lavoro...

E' assurdo che ancora oggi esistano più di mille laogai in Cina e che nessuno faccia niente per abolire questo sfruttamento fisico e morale.

Riporto qui un link sui laogai per chi voglia approfondire.http://it.wikipedia.org/wiki/Laogai

qui di seguito invece riporto qualche riga,una testimonianza di un sopravvissuto ai laogai.

1960. 11 luglio.
Costruzione principale: trasportato zolle di terra.
Non so perché cominciai a tenere un diario proprio in questo giorno. Non era accaduto nulla di insolito nella fattoria in cui venivo rieducato. Ero arrivato il 18 maggio 1958 e ormai erano passati più di settecento giorni. Mi ero abituato, come se fossi cresciuto e sempre vissuto qui. Un coltello affilato aveva tagliato a metà la mia vita - la metà di cui ero consapevole era stata gettata in questa landa sterile. Dove fosse l??altra metà non ne avevo idea; non ero nemmeno sicuro di essere stato integro prima. Mentre spaccavo la terra, le uniche sensazioni dolorose che provavo erano fisiche. Dopo aver patito per più di settecento giorni, ero diventato insensibile. Non sentivo più il dolore, sentivo solo la fame. Se non ci fosse stato questo esile diario comincerei a domandarmi se quella parte della mia vita sia realmente esistita. Gli uomini hanno ben scarsa memoria. Si scontrano con il presente - gioioso o doloroso che sia. Ma il presente e l??umanità che esso racchiude sono la conseguenza del passato, così come il futuro è il risultato del passato. Le vite degli uomini non passano senza lasciare traccia, svanendo come se non fossero mai state vissute. Oggi molti cinesi non osano ammetterlo - non osano affrontare il passato, e alcuni non vogliono neppure affrontare certi aspetti del presente. Per questa ragione mi sono sentito in dovere di rendere pubblico questo diario autentico e di aggiungere dei commenti perché la gente possa capire.
La sera dell??11 luglio ho aperto un taccuino comprato allo spaccio del campo. Pronto a scriverci qualcosa, mi lascio sorprendere dalla penna che tengo in mano. E?? possibile che abbia deciso di tenere un diario per il solo fatto che possiedo una penna. /.../

Zhang Xianliang, Zuppa d??erba

  • 0

#38 virginia wolf

virginia wolf

    apota

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6639 Messaggi:

Inviato 03 febbraio 2008 - 16:46

Io sto leggendo questo libro, sconvolgente, appena uscito tradotto in italiano

Controrivoluzionario. I miei anni nei gulag cinesi di Harry Wu

che è stato paragonato, secondo me giustamente, ad "Arcipelago Gulag" di Aleksandr Solzenitzyn e a "Se questo è un uomo di Primo Levi", e se stai facendo una tesi su questo argomento e non lo hai letto, lo ritengo quasi indispensabile.

Harry Wu Hongda ha vissuto nei laogai per 19 anni, dal 1960 al 1979.

I laogai, cioè "riforma attraverso il lavoro", purtroppo esistono ancora oggi in Cina.
  • 0
Penso a come contiamo poco, come tutti contino poco; com'è travolgente e frenetica e imperiosa la vita, e come tutte queste moltitudini annaspino per restare a galla.

#39 Guest_soul crew_*

Guest_soul crew_*
  • Guests

Inviato 03 febbraio 2008 - 16:57

già il solo paragonare dei campi di lavoro (per quanto duri e disumani) ai lager la dice lunga.
ma del resto è già passata l' equazione lager=gulag, quindi :)

il lager era una campo di sterminio, chi è uscito di lì è un autentico miracolato, perchè il fine era quello dell' eliminazione fisica, punto e basta, non c' erano altri scopi.
i gulag e i laogai sono campi di lavoro, duri, durissimi, però ci vai a tempo determinato, non ci sono i formi crematori ne le camere a gas. non ci finisci per come sei nato, ma per come ti sei comportato.
le differenze mi sembrano abissali, per quanto siano poco giustificabili i lavori forzati e siano anche poco efficaci come metodo rieducativo (lo metto in grassetto per prevenire i soliti tromboni che daranno addosso a questo mio intervento), ma ovviamente fa tutto parte del gioco comunismo=terrore morte e distruzione :)

edit: ovviamente tutti prenderanno per buona la versione che questo tizio nel 1960 (quindi a rivoluzione fresca, con il diritto rivoluzionario ancora nel pieno del suo vigore) si stato imprigionato solo per due o tre frasi di critica. bah, potere della propaganda, per la quale le stesse cose perpetrate sotto alcuni sistemi vanno bene, sotto altri no.

di seguito un link con l' elenco dei reati per i quali è prevista la pena di morte nella patria della democrazia, da notare che in alcuni di essi è presente il reato di tradimento. e si sta parlando di pena di morte, non di campo di lavoro, per quanto esso sia un mezzo che ho già criticato

http://www.tuttoamer...uniti/reati.htm


#40 virginia wolf

virginia wolf

    apota

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6639 Messaggi:

Inviato 03 febbraio 2008 - 17:18

Terzani rischiò di finire in un laogai per gli stessi motivi. Si salvò solo perché aveva un passaporto straniero.

Il mio paragone poi si riferiva alle opere letterarie, come testimonianze autobiografiche.


P.S.
Ti pareva che non venisse fuori, però anche gli Usa..... ;)


  • 0
Penso a come contiamo poco, come tutti contino poco; com'è travolgente e frenetica e imperiosa la vita, e come tutte queste moltitudini annaspino per restare a galla.




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq