Vai al contenuto


Foto
* * * * * 1 Voti

La scuola


  • Please log in to reply
350 replies to this topic

#21 joseph K.

joseph K.

    Tout est pardonné

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7508 Messaggi:

Inviato 20 ottobre 2007 - 14:54


Ora non esageriamo, la situazione che descrivi tu e joseph k è largamente minoritaria: non vorrai mica credere che tutti i miei coetanei stanno a prendere per il culo gli insegnanti ogni santo giorno!


La situazione descritta sopra in termini disciplinari è l'assoluta normalità in tutti gli istituti privati parificati sfornadiplomi, è l'assoluta normalità nei centri di formazione professionale, è la normalità in molte scuole superiori, licei compresi. E ti parlo per esperienza personale.
La situazione descritta sopra in termini di preparazione è anche benevolente come descrizione, c'è un abisso tra il 50 enne con la sola 3 media e lo studente medio delle superiori di oggi (licei compresi). Anche semplicemente guardando come scrivono un normalissimo tema, c'è un abisso.
  • 0

Ora l'inverno del nostro scontento è reso estate gloriosa da questo sole di York, e tutte le nuvole che incombevano minacciose sulla nostra casa sono sepolte nel petto profondo dell'oceano.


#22 ur79

ur79

    Complottista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1345 Messaggi:

Inviato 20 ottobre 2007 - 15:11

Quindi di fatto non c'è un limite fisso di debiti, esso viene deciso autonomamente da ogni scuola nel POF. Comunque applicando l'ordinanza di cui sopra è impossibile promuovere un alunno con la totalità di debiti, come sarebbe impossibile pretendere da un alunno di "raggiungere gli obiettivi formativi e di contenuto propri delle discipline interessate, nell'anno scolastico successivo" e "seguire proficuamente il programma di studi di detto anno scolastico" con un'insufficienza in ogni materia.

Eh, io ti dico che l'ho guardati coi miei occhi, anzi è uno con cui al tempo uscivo.
Tutti 6 sottolineati. La cosa è chiaramente illogica, con o senza normativa, ma è stata possibile, con o senza normativa... ::)

Sul fatto dei danni riportati, anche dieci anni fa succedevano. Ma adesso sapendo che si può mettere il filmato su youtube o do sia c'è sicuramente una spinta in più per farsi vedere dai colleghi di tutta Italia.

  • 0
Minden út Rómába vezet

#23 xtal

xtal

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1202 Messaggi:

Inviato 21 ottobre 2007 - 13:45

La situazione descritta sopra in termini disciplinari è l'assoluta normalità in tutti gli istituti privati parificati sfornadiplomi, è l'assoluta normalità nei centri di formazione professionale


Sai che novità, so di istituti privati in cui gli alunni si assentano sistematicamente ogni sabato senza che gli venga registrata l'assenza. Ma non credo che questa sia la normalità nelle scuole pubbliche; che poi ci possano essere dei casi del genere, è un altro paio di maniche. Nei professionali più che l'indisciplina, che comunque non tocca i vertici da te segnalati (ragazzi che bombardano di palle di carta i professori o che entrano in classe con le cuffie) se non in casi sporadici, si fa sentire la mancanza quasi assoluta di preparazione, è un fatto che il 60% viene promosso con debiti.
Nei licei... mah, quello che frequento io è abbastanza tranquillo, le classi indisciplinate ci sono e ci sono state ma la maggior parte non danno problemi; pensa che gli insegnanti ci consentono di uscire sempre durante i cambi dell'ora e raramente accade qualcosa di spiacevole.

La situazione descritta sopra in termini di preparazione è anche benevolente come descrizione, c'è un abisso tra il 50 enne con la sola 3 media e lo studente medio delle superiori di oggi (licei compresi). Anche semplicemente guardando come scrivono un normalissimo tema, c'è un abisso.

Non ho l'esperienza per confutare quest'affermazione, è risaputo però che licenza media e diploma si sono "svalutati" parecchio negli anni.

Eh, io ti dico che l'ho guardati coi miei occhi, anzi è uno con cui al tempo uscivo.
Tutti 6 sottolineati. La cosa è chiaramente illogica, con o senza normativa, ma è stata possibile, con o senza normativa... ::)

E' offensivo chiederti che scuola hai frequentato? :) Mai vista una cosa del genere!
  • 0

#24 tabache

tabache

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6544 Messaggi:
  • LocationBologna / Cotignola (Ra)

Inviato 28 agosto 2009 - 08:51

due interessanti lettere sulla SISS e la scuola pubblica della Gelmini:

http://www.pieroricc...pi-di-silvio-1/
http://www.pieroricc...pi-di-silvio-2/
  • 0

#25 joseph K.

joseph K.

    Tout est pardonné

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7508 Messaggi:

Inviato 28 agosto 2009 - 10:05

Pare cambieranno le regole di assunzione.
http://www.repubblic...insegnanti.html
  • 0

Ora l'inverno del nostro scontento è reso estate gloriosa da questo sole di York, e tutte le nuvole che incombevano minacciose sulla nostra casa sono sepolte nel petto profondo dell'oceano.


#26 Notker

Notker

    Scaruffiano

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 18302 Messaggi:

Inviato 28 agosto 2009 - 15:39

Pare cambieranno le regole di assunzione.
http://www.repubblic...insegnanti.html


nonostante non sopporti questo ministro, la sua proposta non è folle, anche se finirà per affossare la scuola pubblica che, con tutti i suoi limiti, è un'istituzione che poteva essere rilanciata.
Ma in Italia la rete dei privilegi ammorba il coraggio di pochi... ricordi che fine ha fatto Luigi Berlinguer? la sua riforma (poi ammazzata da quella puttana della Moratti) è stata l'unica seria tentata dopo quella Gentile.
  • 0
« La schiena si piega solo quando l'anima è già piegata »
(Arturo Toscanini)

molti si chiedono se il pop/rock possa essere una forma d'arte musicale o meno; ebbene, lo è sicuramente... ma solo quando risponde al requisito esposto da Don Van Vliet:
« Non voglio vendere la mia musica. Vorrei regalarla, perché da dove l'ho presa non bisogna pagare per averla »

#27 Notker

Notker

    Scaruffiano

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 18302 Messaggi:

Inviato 03 agosto 2010 - 07:44

una vecchia polemica che ha animato questi lidi:


Maturità con lode, il primato resta al Sud
I primi dati del ministero sulle prove di giugno. Punteggio massimo, la Puglia in testa
E' di Reggio Calabria l'istituto con il più alto numero di «bravissimi»

  • 0
« La schiena si piega solo quando l'anima è già piegata »
(Arturo Toscanini)

molti si chiedono se il pop/rock possa essere una forma d'arte musicale o meno; ebbene, lo è sicuramente... ma solo quando risponde al requisito esposto da Don Van Vliet:
« Non voglio vendere la mia musica. Vorrei regalarla, perché da dove l'ho presa non bisogna pagare per averla »

#28 Embryo

Embryo

    Enciclopedista

  • Moderators
  • 8373 Messaggi:

Inviato 03 agosto 2010 - 12:27

E' di Reggio Calabria l'istituto con il più alto numero di «bravissimi»


Già serpeggiano le prime polemiche, ma la scuola è al di sopra di ogni sospetto. Parlo per esperienza personale.
Da sempre, il Liceo Scientifico "Leonardo da Vinci" è noto per essere l'istituto più esigente e severo della città. Tant'è che molte famiglie preferiscono il Liceo "Alessandro Volta", molto più agevole da affrontare.
  • 0
nobody knows if it really happened

At this range, I'm a real Frederick Zoller.

La birra è un perfetto scenario da sovrappopolazione: metti una manciata di organismi in uno spazio chiuso con più carboidrati di quanti ne abbiano mai visti e guardali sterminarsi con gli scarti che producono - nel caso specifico, anidride carbonica e alcol. E poi, alla salute!

#29 Notker

Notker

    Scaruffiano

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 18302 Messaggi:

Inviato 03 agosto 2010 - 12:30


E' di Reggio Calabria l'istituto con il più alto numero di «bravissimi»


Già serpeggiano le prime polemiche, ma la scuola è al di sopra di ogni sospetto. Parlo per esperienza personale.
Da sempre, il Liceo Scientifico "Leonardo da Vinci" è noto per essere l'istituto più esigente e severo della città. Tant'è che molte famiglie preferiscono il Liceo "Alessandro Volta", molto più agevole da affrontare.


io mi aspetto già qualche feroce sortita in materia dal nuovo mondo ;) asd
  • 0
« La schiena si piega solo quando l'anima è già piegata »
(Arturo Toscanini)

molti si chiedono se il pop/rock possa essere una forma d'arte musicale o meno; ebbene, lo è sicuramente... ma solo quando risponde al requisito esposto da Don Van Vliet:
« Non voglio vendere la mia musica. Vorrei regalarla, perché da dove l'ho presa non bisogna pagare per averla »

#30 Guest_Ortodosso_*

Guest_Ortodosso_*
  • Guests

Inviato 03 agosto 2010 - 16:38

Preoccuparsi che la votazione media nelle regioni italiane sia inversamente proporzionale alla competenza media  è come preoccuparsi di un raffreddore essendo malati di cancro. Il vero problema (uno dei tanti), evidenziato anche da Embryo, è che in tutte le città convivono istituti dagli standard più diversi e rilascianti medesima certificazione, così che le famiglie possono scegliere alla bisogna.

Un minimo baluardo di intelligenza in un mondo dove il professore è (spesso suo malgrado) satrapo non valutato nè valutabile, è imporre un test standard per tutti alla fine quantomeno di ogni ciclo (e.g. il SAT statunitense, gli A-levels UK), magari premiando o licenziando i docenti in base ai miglioramenti o peggioramenti del loro corpo discente.

Naturalmente parlo tanto per parlare, dato che nel gorgo statale e corporativista l'unica soluzione realistica è evitare di mandare i propri figli alla scuola italiana.

#31 KissRelish

KissRelish

    redattore Ondagossip 2000

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 8859 Messaggi:

Inviato 03 agosto 2010 - 16:41


E' di Reggio Calabria l'istituto con il più alto numero di «bravissimi»


Già serpeggiano le prime polemiche, ma la scuola è al di sopra di ogni sospetto. Parlo per esperienza personale.
Da sempre, il Liceo Scientifico "Leonardo da Vinci" è noto per essere l'istituto più esigente e severo della città. Tant'è che molte famiglie preferiscono il Liceo "Alessandro Volta", molto più agevole da affrontare.

Embryo, anche tu andavi al vinci?  :D
  • 0
Laura Amiga Putana Napole.

#32 Embryo

Embryo

    Enciclopedista

  • Moderators
  • 8373 Messaggi:

Inviato 03 agosto 2010 - 21:17



E' di Reggio Calabria l'istituto con il più alto numero di «bravissimi»


Già serpeggiano le prime polemiche, ma la scuola è al di sopra di ogni sospetto. Parlo per esperienza personale.
Da sempre, il Liceo Scientifico "Leonardo da Vinci" è noto per essere l'istituto più esigente e severo della città. Tant'è che molte famiglie preferiscono il Liceo "Alessandro Volta", molto più agevole da affrontare.

Embryo, anche tu andavi al vinci?  :D


Ovviamente!
  • 0
nobody knows if it really happened

At this range, I'm a real Frederick Zoller.

La birra è un perfetto scenario da sovrappopolazione: metti una manciata di organismi in uno spazio chiuso con più carboidrati di quanti ne abbiano mai visti e guardali sterminarsi con gli scarti che producono - nel caso specifico, anidride carbonica e alcol. E poi, alla salute!

#33 Embryo

Embryo

    Enciclopedista

  • Moderators
  • 8373 Messaggi:

Inviato 03 agosto 2010 - 22:08

Il vero problema (uno dei tanti), evidenziato anche da Embryo, è che in tutte le città convivono istituti dagli standard più diversi e rilascianti medesima certificazione, così che le famiglie possono scegliere alla bisogna.


Trattasi, peraltro, di fattore in grado di influenzare pesantemente le statistiche in questione.
? chiaro come un istituto noto per austerità ed esigenza tenda ad attirare, potenzialmente, gli elementi più bravi, o, quantomeno, gli studenti che non percepiscano i carichi di lavoro scolastici come deterrente. Al contrario, una scuola di fama opposta - il cui nome è sinonimo di vita facile e strada spianata verso la maturità - attirerà un discreto numero di cialtroni o scansafatiche.
Con queste condizioni di partenza, è normale che la prima scuola abbia un numero di diplomati con lode superiore alla media, visto che c'è una sorta di selezione indotta già in ingresso. Si tratta di statistiche gonfiate dalle condizioni al contorno. Che, a quanto leggo, sono state totalmente ignorate.
Su scala nazionale vanno sicuramente considerate sicuramente molte altre variabili. Ma non mi pare che l'indagine vada molto oltre due o tre mere percentuali.

  • 0
nobody knows if it really happened

At this range, I'm a real Frederick Zoller.

La birra è un perfetto scenario da sovrappopolazione: metti una manciata di organismi in uno spazio chiuso con più carboidrati di quanti ne abbiano mai visti e guardali sterminarsi con gli scarti che producono - nel caso specifico, anidride carbonica e alcol. E poi, alla salute!

#34 KissRelish

KissRelish

    redattore Ondagossip 2000

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 8859 Messaggi:

Inviato 03 agosto 2010 - 22:46




E' di Reggio Calabria l'istituto con il più alto numero di «bravissimi»


Già serpeggiano le prime polemiche, ma la scuola è al di sopra di ogni sospetto. Parlo per esperienza personale.
Da sempre, il Liceo Scientifico "Leonardo da Vinci" è noto per essere l'istituto più esigente e severo della città. Tant'è che molte famiglie preferiscono il Liceo "Alessandro Volta", molto più agevole da affrontare.

Embryo, anche tu andavi al vinci?  :D


Ovviamente!

pure io Immagine inserita

sez. B
  • 0
Laura Amiga Putana Napole.

#35 Embryo

Embryo

    Enciclopedista

  • Moderators
  • 8373 Messaggi:

Inviato 04 agosto 2010 - 06:51





E' di Reggio Calabria l'istituto con il più alto numero di «bravissimi»


Già serpeggiano le prime polemiche, ma la scuola è al di sopra di ogni sospetto. Parlo per esperienza personale.
Da sempre, il Liceo Scientifico "Leonardo da Vinci" è noto per essere l'istituto più esigente e severo della città. Tant'è che molte famiglie preferiscono il Liceo "Alessandro Volta", molto più agevole da affrontare.

Embryo, anche tu andavi al vinci?  :D


Ovviamente!

pure io Immagine inserita

sez. B


Io sezione I...
  • 0
nobody knows if it really happened

At this range, I'm a real Frederick Zoller.

La birra è un perfetto scenario da sovrappopolazione: metti una manciata di organismi in uno spazio chiuso con più carboidrati di quanti ne abbiano mai visti e guardali sterminarsi con gli scarti che producono - nel caso specifico, anidride carbonica e alcol. E poi, alla salute!

#36 joseph K.

joseph K.

    Tout est pardonné

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7508 Messaggi:

Inviato 04 agosto 2010 - 08:56



Un minimo baluardo di intelligenza in un mondo dove il professore è (spesso suo malgrado) satrapo non valutato nè valutabile, è imporre un test standard per tutti alla fine quantomeno di ogni ciclo (e.g. il SAT statunitense, gli A-levels UK), magari premiando o licenziando i docenti in base ai miglioramenti o peggioramenti del loro corpo discente.


Sarei curioso di vedere i risultati degli stessi insegnanti a test di questo genere, ma anche semplicemente di fronte al nostro test che si fa nell'esame di licenza media.
Perché io vedo un grande trionfo del metodo "io leggo": libro aperto e si legge la scienza misteriosa spacciata a pochi euro da Laterza e Utet...

  • 0

Ora l'inverno del nostro scontento è reso estate gloriosa da questo sole di York, e tutte le nuvole che incombevano minacciose sulla nostra casa sono sepolte nel petto profondo dell'oceano.


#37 sud afternoon

sud afternoon

    Si legge sud afternùn.

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2857 Messaggi:

Inviato 04 agosto 2010 - 10:00

Un minimo baluardo di intelligenza in un mondo dove il professore è (spesso suo malgrado) satrapo non valutato nè valutabile, è imporre un test standard per tutti alla fine quantomeno di ogni ciclo (e.g. il SAT statunitense, gli A-levels UK), magari premiando o licenziando i docenti in base ai miglioramenti o peggioramenti del loro corpo discente.


Premetto che sono in prima linea nel dire che si dovrebbe modulare stipendi (ed eventualmente licenzialmenti) dei docenti in base alla qualità del lavoro svolto, valutato con criteri effettivi internazionalmente riconosciuti.
Non sono però convinto che prove tese ad accertare le [variazioni di] capacità degli studenti diano un'idea realistica del lavoro del singolo insegnante. Troppi fattori - indipendenti dall'azione del docente - intervengono. I criteri che tu proponi, se ho capito cosa intendi, credo vadano bene per ragionare per grandi numeri, per valutare cioè il lavoro di popolazioni di docenti, per esempio di una scuola, di una regione, meglio ancora di un intero sistema educativo nazionale. E' sul singolo professore che la cosa non mi convince granché. Un docente cui sia capitato di lavorare per un ciclo con la più mostruosa accozzaglia di casi umani che neanche gesù cristo armato di kalashnikov sarebbe stato in grado di redimere deve vedersi per questo bloccare per quindici anni scali di stipendio? E' un caso limite dirai tu, un prezzo da pagare, non si può avere ingranaggi perfetti, e anche questo è vero.
Ovviamente non so proporre alternative.

Chiariamo pure che questi ragionamenti, pur banali, sono ben al di là delle attuali necessità della scuola italiana: al momento anche una gara a chi piscia più lontano come criterio di valutazione del lavoro dei docenti sarebbe una ventata di meritocrazia.

  • 0

#38 ms88

ms88

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 539 Messaggi:
  • LocationLondra

Inviato 04 agosto 2010 - 10:16

io ad esempio studio matematica a pisa e fino a un po' di tempo fa mi sarebbe piaciuto fare l'insegnante alle superiori, anche se ultimamente sto un po' cambianto orientamento...
uno dei problemi più urgenti secondo me è la necessità di un metro più severo per le assunzioni, ad esempio qui ci sono alcune persone, sia del mio anno, che di anni inferiori, che vorrebbero fare questo lavoro ma (e non lo dico assolutamente per stronzismo) sono dei pipponi assurdi, nel senso che manco sono in grado di superare con agilità analisi 1... mi chiedo, una volta nel mondo dell'insegnamento, sempre che riescano a laurearsi, che risultati avranno se non sono neppure in grado di padroneggiare una materia di base come l'analisi (notare che è analisi 1, non quell'infamata di analisi funzionale)

non sono a conoscenza delle realtà delle altre materie, ed è altresì vero che non sempre un buon percorso universitario sia indicatore di buona preparazione all'insegnamento, ma penso che nell'insegnamento dovrebbero affluire persone competenti quanto quelle che poi andranno a fare ricerca in università (allo stato attuale ovviamente all'estero, visto quello che succede, ma è un altro discorso)
  • 0
"Dal sublime al ridicolo non vi e' che un passo"
Napoleone Bonaparte

VISITATE IL MIO FANTASTICO BLOG: http://esaini582.blogspot.com

#39 sud afternoon

sud afternoon

    Si legge sud afternùn.

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2857 Messaggi:

Inviato 04 agosto 2010 - 11:37

Non credo serva saper passare agilmente analisi 1 per fare il docente di matematica, anzi potrei arrivare ad argomentare che meno sai farlo meglio saprai insegnare, cosa che però ora non ho certo voglia di fare.  :D
Comunque trattare problemi pedagogici di singole discipline è un po' fuorviante in questo tipo di discussioni.

Se può interessarti, di didattica della matematica se ne è parlato in non ricordo che thread mesi fa (o erano anni fa?).
  • 0

#40 tupelo

tupelo

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3096 Messaggi:

Inviato 04 agosto 2010 - 12:51

Se può interessarti, di didattica della matematica se ne è parlato in non ricordo che thread mesi fa (o erano anni fa?).


Qui o [url=http://www.ondarock.it/forum/index.php?topic=7260.0]qui.
  • 0




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq