Vai al contenuto


Foto
* * * * - 25 Voti

cosa state leggendo


  • Please log in to reply
19477 replies to this topic

#81 Naoko

Naoko

    pivello

  • Members
  • Stelletta
  • 38 Messaggi:

Inviato 27 giugno 2006 - 17:53


Sto leggendo"I sotterranei del Vaticano"di Gide ed è la prima volta che mi avvicino a questo autore.Il libro è strutturato in cinque capitoli,ciascuno dei quali è incentrato su un personaggio.


Non hai scelto il suo libro migliore né tantomeno quello più significativo. Il grande difetto de I sotterranei nel Vaticano sta nell'ammiccare al contemporaneo, esaurendosi così prima del tempo. Alla luce di certi fatti personali di Gide questo romanzo sembra un'invettiva contro i cattolici, è volutamente indisponente e la "foga punitrice" dell'autore fa sì che sia riuscito solo a metà e eterogeneo.
Le parti migliori sono quelle dedicate al flusso di coscienza di Lafcadio Wluiki, buon personaggio ancipite (di qua Julien Sorel, di là Raskolnikov), figura ambigua, incoerente e affascinante, ma purtroppo anch'essa troppo influenzata dalla furia immoralizzatrice di Gide.
La struttura è "centrifuga" e nonostante la scientifica perfezione attraverso la quale alla fine tutti i tasselli vanno al loro posto non pecca di artificialità, anche se il fatto che Gide attinga a diversi generi (operazione assolutamente utilitaristica) rende difficile una collocazione stilistica.  Ad ogni modo alcune trovate "farsesche" (come recita il sottotitolo) lo rendono molto divertente. Niente di più, però.

Per ora ho letto solo il primo e mi è piaciuta molto la caratterizzazione del protagonista,vedremo come procede..


Qui per evitare spoiler posso solo shiftare (a proposito, onore al defunto shifty).


Molto interessanti i tuoi commenti,Clarissa.Dal momento che dici che questa non è l'opera più significativa di Gide cosa mi consiglieresti di suo?
  • 0

#82 MissWisteria

MissWisteria

    fottuta di malinconia

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1235 Messaggi:
  • LocationMilano

Inviato 27 giugno 2006 - 19:11

In coerenza col percorso che ho iniziato: "L'antologia di Spoon River" di
  • 0
People I see just remind me of mooing like a cow on the grass,and that’s not to say that there’s anything wrong with being a cow anyway, but people are people with the added advantage of the spoken word. We’re getting on fine but I feel more of a man when I get with the herd.

#83 botty

botty

    ask me about intersectionality

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5563 Messaggi:

Inviato 27 giugno 2006 - 19:26

Premetto che non amo particolarmente Gide, comunque ti consiglio il dittico L'immoralista - La porta stretta. ? bene leggerli entrambi perché sono in qualche modo speculari, tra l'altro si trovano anche in un'unica edizione Garzanti. Non so dirti se sono i migliori lavori di Gide perché non ho letto altro, ma credo ci troverai molti spunti di riflessione.

"Je EST un autre", direbbe qualcuno... ;D


Quattro parole che mi hanno riconciliata col signorino in questione...  ;D
(ovviamente mi riferisco a Morgan dei Bluvertigo ;D)
  • 0

I aim to misbehave


#84 Naoko

Naoko

    pivello

  • Members
  • Stelletta
  • 38 Messaggi:

Inviato 27 giugno 2006 - 20:19

Premetto che non amo particolarmente Gide, comunque ti consiglio il dittico L'immoralista - La porta stretta. ? bene leggerli entrambi perché sono in qualche modo speculari, tra l'altro si trovano anche in un'unica edizione Garzanti. Non so dirti se sono i migliori lavori di Gide perché non ho letto altro, ma credo ci troverai molti spunti di riflessione.


Grazie per i consigli,arricchiranno la lista acquisti!
  • 0

#85 tupelo

tupelo

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2995 Messaggi:

Inviato 27 giugno 2006 - 22:12

Bianciardi, da mesi. "La vita agra" è uno dei più bei libri su Milano che abbia mai letto. E Bianciardi sapeva scrivere in italiano, non da giornalista, non da segaiolo, non da reporter, ma da scrittore.


Un signor libro. L'ho letto anni fa.
La mia copia mi è stata "rubata" da un amico.
Magari ne recupero un'altra e lo rileggo.
  • 0

#86 rubbish

rubbish

    Not living, just killing time

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 335 Messaggi:

Inviato 28 giugno 2006 - 10:07

In coerenza col percorso che ho iniziato: "L'antologia di Spoon River" di

...Edgar Lee Masters ::)
io ho letto solo alcuni estratti: com'è la versione "full length"? merita?
  • 0

#87 MissWisteria

MissWisteria

    fottuta di malinconia

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1235 Messaggi:
  • LocationMilano

Inviato 28 giugno 2006 - 10:50

[...Edgar Lee Masters :o
io ho letto solo alcuni estratti: com'è la versione "full length"? merita?



mah, "Rubbish", ti dirò: per ora ho letto soltanto la prefazione della Pivano e circa una ventina di pagine.
Non so ancora dirti se merita ma...... sembrerebbe di sì... ;)
  • 0
People I see just remind me of mooing like a cow on the grass,and that’s not to say that there’s anything wrong with being a cow anyway, but people are people with the added advantage of the spoken word. We’re getting on fine but I feel more of a man when I get with the herd.

#88 rubbish

rubbish

    Not living, just killing time

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 335 Messaggi:

Inviato 28 giugno 2006 - 10:54

mah, "Rubbish", ti dirò: per ora ho letto soltanto la prefazione della Pivano e circa una ventina di pagine.
Non so ancora dirti se merita ma...... sembrerebbe di sì... ;)

ricordo che alcune poesie mi colpirono molto, ma non ricordo i titoli.
coming soon :o
  • 0

#89 DerekForeal

DerekForeal

    pivello

  • Members
  • Stelletta
  • 45 Messaggi:

Inviato 29 giugno 2006 - 14:54

SALVE A TUTTI SONO UN NUOVO UTENTE. AL MOMENTO STO LEGGENDO 'TROPICO DEL CANCRO' DI HENRY MILLER E LO TROVO UNO DEI LIBRI PIù SCONVOLGENTI DEL XX° SECOLO GRAZIE AL SUO LINGUAGGIO RIVOLUZIONARIO E ALLA FUTURISTICA VISIONE DELLE COSE.CONSIGLIO A TUTTI DI LEGGERLO!
  • 0

#90 Wes

Wes

    pivello

  • Members
  • Stelletta
  • 24 Messaggi:

Inviato 29 giugno 2006 - 18:34

Quando l'hai finito, sparati anche "Viaggio al termine della notte" di Celine, per stare sul genere libro sconvolgente e scandaloso del'900. Vi si respira la stessa aria da fine di un'epoca e di una civiltà, tutta pervasa dall'impietoso nichilismo del racconto - in prima persona - di un uomo che è stato "carne da cannone"
  • 0

#91 Plozzer

Plozzer

    Haddaway

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5394 Messaggi:

Inviato 30 giugno 2006 - 07:44

Un signor libro. L'ho letto anni fa.
La mia copia mi è stata "rubata" da un amico.
Magari ne recupero un'altra e lo rileggo.


...io ho recentemente fatto la follia e comprato "L'Antimediridiano" di ISBN con tutta la prosa di Bianciardi, romanzi e racconti.

Malgrado non tutto sia sul livello de "La vita agra", me lo sto gustando pian piano e con immenso piacere. Anche quando le trame sono deboli (come in "Aprire il fuoco", una narrazione che sposta le Cinque Giornate di Milano negli anni Sessanta del '900) gli argomenti mi interessano poco (come nei numerosi approfondimenti più ambiziosi sulla storia del Risorgimento), la prosa è sempre una bellezza. Attendo il secondo volume, con gli scritti giornalistici.
  • 0

Whatever you do, don't


#92 Guest_Mia_*

Guest_Mia_*
  • Guests

Inviato 30 giugno 2006 - 21:42

Recentemente ho completato l'intera opera di Salinger. Manca solo Seymour.Introduzione , ma ammetto che le prime pagine , alquanto cervellotiche a  mio parere, non mi hanno molto incoraggaiata a proseguire. Per il resto un capolavoro dopo l'altro. A cominciare ovviamente dal Giovane Holden , uno dei migliori libri che abbia mai letto in vita mia, passando per i racconti , un paio dei quali si stagliano tra le vette della produzione di Salinger , e concludendo con Franny e Zooey, un romanzo dall'argomento un pò ostico e bizzarro, che vede protagonisti i due fratelli minori della famiglia Glass , raccontata  in quasi tutta la produzione salingeriana. Conclusione : Salinger di libri ne ha scritti davvero troppo pochi. 

#93 21st CENTURY SCHIZOID MAN

21st CENTURY SCHIZOID MAN

    pivello

  • Members
  • Stelletta
  • 49 Messaggi:

Inviato 30 giugno 2006 - 23:21

ho appena finito la metamorfosi di kafka!mostruoso ed essenziale
  • 0

#94 DottorDivago

DottorDivago

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 178 Messaggi:

Inviato 01 luglio 2006 - 01:33

Io sto leggendo NO STOP tutti i libri possibili e immaginabili di Stefano Benni. Io ADORO quell'uomo. Appena finisco un suo libro ne comincio subito un altro.. Li divoro! Il mio nick infatti è ispirato a lui (è un racconto-teatrale tratto da Teatro2).
  • 0

#95 Guest_bebo_*

Guest_bebo_*
  • Guests

Inviato 01 luglio 2006 - 09:46

Ho iniziato qualche sera fa un librettino molto interessante, per avvicinarmi a Karl Popper, che è "Cattiva Maestra Televisione", curato ed introdotto da Giancarlo Bosetti e contenente anche un saggio particolarmente interessante di John Condry sulla psicologia della tv, ed altre piccoli saggi curati da Wojtyla (La potenza dei media), Raimondo Cubeddu (Filosofia politica, democrazia e informazione) e Jean Baudouin ("Società aperta": ultimi i francesi). Di Popper vorrei inoltre leggere il saggio Nuvole e orologi (Il determinismo la libertà e la razionalità), qualcuno l'ha mai affrontato? ? un libretto di poche pagine ma sarei curioso di sapere se il contenuto è affrontabile senza grosse difficoltà da uno come me senza studi filosofici alle spalle.
Ho anche cominciato per la seconda volta Il Gene Egoista di Dawkins, che ora è molto più illuminante e chiaro di quanto non lo fosse stato la prima volta.
In ultima istanza, entro il 13 luglio devo finire lui.

#96 botty

botty

    ask me about intersectionality

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5563 Messaggi:

Inviato 01 luglio 2006 - 10:17

Che io sappia (o meglio, lo sa Giorello e lo ha detto a lezione ;D) il libriccino che citi non è un saggio ma una conferenza, e questo aiuta in termini di comprensione. Popper comunque è quasi sempre molto accessibile quindi vai tra (e comunque credo ci sia un rapporto tra la chiarezza della scrittura e la validità filosofica, ma qui lo dico e qui lo nego). Non l'ho mai letto ma il titolo è una famosa immagine usata come metafora per spiegare i limiti del determinismo, dev'essere molto interessante, quasi quasi lo cerco (ma ora che ci penso non è che magari è un pezzo di The open universe?)

P.S.: Heisenberg eroe di tutti i tubumanisti! wub
  • 0

I aim to misbehave


#97 Guest_bebo_*

Guest_bebo_*
  • Guests

Inviato 01 luglio 2006 - 10:37

Ah è una conferenza, bene! Anche Cattiva Maestra Televisione è in un qualche misura una "conferenza", è stato dettato in due momenti a Bosetti nel 1994, quando Popper ormai gravemente malato di cuore non riusciva più a scrivere. Ho imputato la facilità di comprensione soprattutto alla trasposizione scritta della forma orale, ma non sei comunque la prima persona che mi rassicura sull'accesibilità dell'operato di Popper.

P.S.: Heisenberg eroe di tutti i tubumanisti! wub

Hai il dovere morale di istruirmi sommariamente su Heisenberg.

#98 Guest_Mia_*

Guest_Mia_*
  • Guests

Inviato 01 luglio 2006 - 10:48

DottorDivago, di Benni ho letto parecchio tempo fa la compagnia dei Celestini, me la consigliò un caro amico che l'aveva trovato strepitoso. Anche a me è piaciuto molto, l'ho trovato molto ironico e poetico allo stesso tempo...

#99 DottorDivago

DottorDivago

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 178 Messaggi:

Inviato 01 luglio 2006 - 12:11

DottorDivago, di Benni ho letto parecchio tempo fa la compagnia dei Celestini, me la consigliò un caro amico che l'aveva trovato strepitoso. Anche a me è piaciuto molto, l'ho trovato molto ironico e poetico allo stesso tempo...


Quello ancora non l'ho letto, ma ce l'ho pronto sulla scrivania!  :wub:
Io lo adoro sul serio.. Per tutto quello che ha fatto: dagli articoli su Repubblica, agli audiolibri, a tutti i libri che ho letto fino ad ora. Penso che non mi deluderà mai!



PS WES cavolo.. TI PIACCIONO I DIRTY THREE? L'album di cui hai la copertina come avatar E' SUBLIME!
  • 0

#100 botty

botty

    ask me about intersectionality

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5563 Messaggi:

Inviato 01 luglio 2006 - 18:56

Hai il dovere morale di istruirmi sommariamente su Heisenberg.


Premetto che di fisica non ne so niente e me ne vergogno tantissimo:
Heisenberg è stato uno dei fisici più importanti dello scorso secolo, in quantum (oddio che battuta del cazzo) ha formulato il principio di indeterminazione, basilare per la fisica quantistica. Secondo questo principio non si può determinare la posizione spaziale e temporale di una particella se non con un margine x di errore, e questo margine non è mai inferiore a un dato valore. Ora, onde evitare figuracce non spiego quel che mi ricordo delle implicazioni che questa formulazione e più in generale la meccanica quantistica ha avuto nella fisica (cito solo la famosa battuta di Einstein, che non accettava che il principio di indeterminazione fosse un carattere necessario del reale: Dio non gioca a dadi col mondo), ma in filosofia è stata oggetto di lunghe discussioni e insieme alle scoperte di Einstein ha acceso la contesa sulla legittimità o no del determinismo, che poi ha portato a dibattiti di ordine gnoseologico (sconosciuto vs non conoscibile), logico (revisione del concetto di causa), morale (libero arbitrio) etc...

Questo è il minimo indispensabile, non so a che livelli sei in fisica ma se hai bisogno di aiuto nel caso volessi approfondire ti consiglio l'ultimo capitolo di Sei pezzi facili (ndC.L. a me non sono sembrati così facili...) di Feynman, che tratta proprio di questo argomento in modo piuttosto chiaro.
  • 0

I aim to misbehave





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq