Vai al contenuto


Foto
- - - - -

Francis Ford Coppola


  • Please log in to reply
109 replies to this topic

#41 Freddy Jazz

Freddy Jazz

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 305 Messaggi:

Inviato 26 ottobre 2007 - 12:29

Io, aimè  :-[, ancora non ho visto molto di Coppola. Non so perchè non mi sono soffermato mai tanto. Ho visto poche cose, tipo "Padrino Parte I, II e III", "Dracula" e "La conversazione". Ancora non ho visto alcuni suoi capolavori. Però mi incoriusisce "I Ragazzi Della 56a Strada". Qualcuno sa dirmi se ne vale la pena vederlo?
  • 0

#42 Jules

Jules

    Pietra MIliare

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22437 Messaggi:

Inviato 26 ottobre 2007 - 12:42

Direi che ne vale la pena tantissimo..
  • 0

#43 Guest_vegeta_*

Guest_vegeta_*
  • Guests

Inviato 26 ottobre 2007 - 12:44

Qualcuno sa dirmi se ne vale la pena vederlo?


si, decisamente.

Ma non perderti soprattutto "Apocalypse Now" e "Tucker" :-*

#44 Freddy Jazz

Freddy Jazz

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 305 Messaggi:

Inviato 26 ottobre 2007 - 12:51


Qualcuno sa dirmi se ne vale la pena vederlo?


si, decisamente.

Ma non perderti soprattutto "Apocalypse Now" e "Tucker" :-*


Ecco per esempio "Apocalypse Now" è uno di quei film che voglio vedere di Coppola, ma ancora non ho avuto l' occasione. Comunque GRAZIE...
  • 0

#45 Tom

Tom

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 14268 Messaggi:

Inviato 26 ottobre 2007 - 14:07

Ecco per esempio "Apocalypse Now" è uno di quei film che voglio vedere di Coppola, ma ancora non ho avuto l' occasione.


Non sai quanto ti invidio il fatto di poter vedere per la prima volta un capolavoro simile. Mi raccomando, prima guarda la versione originale, la versione "redux" con 50 minuti in più è da vedre dopo.

Immagine inserita


:o :o :o Mai vista recitare, ma è sicuramente... bravissima! ;D

Scherzi a parte, il trailer del film puzza un po' di roba alla Tornatore/Barrico... sarà per la presenza di Tim Roth... ma ho sempre avuto i miei dubbi sulla capacità di Coppola di gestire i sogetti fantastico/metaforici. Comunque ovviamente lo vedrò.
  • 0

#46 Guest_eustache_*

Guest_eustache_*
  • Guests

Inviato 26 ottobre 2007 - 15:01




Immagine inserita


:o :o :o Mai vista recitare, ma è sicuramente... bravissima! ;D



ha recitato in Control sui joy division

#47 fatbob

fatbob

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 434 Messaggi:

Inviato 26 ottobre 2007 - 16:02

La conversazione

STUPENDO...
  • 0

#48 Freddy Jazz

Freddy Jazz

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 305 Messaggi:

Inviato 28 ottobre 2007 - 15:35

La conversazione

STUPENDO...


Quoto. "La Conversazione" è un film superlativo, girato magistralmente, con un Gene Hackman impareggiabile. Davvero un capolavoro ;)
  • 0

#49 reitz

reitz

    aspirante indie

  • Members
  • StellettaStelletta
  • 90 Messaggi:

Inviato 29 ottobre 2007 - 09:34

Coppola grandioso fino agli anni'70 poi boh... dubito....

The Godfather 8/10
The Godfather Part II 9
The Conversation 9
Apocalypse Now 10
Rumble Fish 7
The Outsiders 7
Tucker: The Man and His Dream 7
The Godfather Part III 6/7
Bram Stoker's Dracula 7
The Rainmaker 6/7
Apocalypse Now Redux 9
  • 0

#50 Jules

Jules

    Pietra MIliare

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22437 Messaggi:

Inviato 29 ottobre 2007 - 09:41

Ma possibile che nessuno di voi abbia ancora visto l'ultimo?
  • 0

#51 Guest_Oyuki_*

Guest_Oyuki_*
  • Guests

Inviato 29 ottobre 2007 - 09:50

Ma possibile che nessuno di voi abbia ancora visto l'ultimo?


Io vado a vederlo in settimana. Che vuoi...qui i film arrivano con calma.

#52 Guest_vegeta_*

Guest_vegeta_*
  • Guests

Inviato 29 ottobre 2007 - 10:06

Ma possibile che nessuno di voi abbia ancora visto l'ultimo?


è uscito venerdì eh...qui poi è programmato nella sala più merdosa, con solo uno spettacolo al giorno...

#53 Guest_eustache_*

Guest_eustache_*
  • Guests

Inviato 29 ottobre 2007 - 10:30

io l'ho visto subito.

un film su tempo e linguaggio (temi del cinema e di coppola) e quindi un film personale. Dracula senza la compattezza estetizzante dell'intreccio che si fa antologia cinematografica, quindi ancor più personale e debordante 

tecnicamente sbagliato, nei tempi, nella drammaturgia, nei colpi di sciena, ma anche in questo sta il suo fascino. mi si dirà che lo difendo solo perchè è di coppola. beh si, è così, ma non solo.

#54 Notker

Notker

    Scaruffiano

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 18302 Messaggi:

Inviato 29 ottobre 2007 - 10:41

visto sabato.
il film è certamente molto personale, Coppola non si preoccupa più di nessuno (lui se lo può pure permettere) e confeziona una storia in cui l'eterna lotta tra le ambizioni di gloria e l'amore la fa da padrone, nonostante sia affascinante questa vicenda che tenta di scrutare nelle profondità metafisiche dell'uomo attraverso il linguaggio, sino "alla soglia del prelinguaggio".
la potenza delle immagini, uno dei cardini dell'arte cinematografica di Coppola, è qui compressa, ammorbata quasi, e il tutto va ricercato tra le pieghe di una fotografia che sembra stanca.
inutile sperare che Coppola regali ancora pietre miliari ma questo Un'altra giovinezza è un film comunque di grande spessore artistico e intellettuale.
  • 0
« La schiena si piega solo quando l'anima è già piegata »
(Arturo Toscanini)

molti si chiedono se il pop/rock possa essere una forma d'arte musicale o meno; ebbene, lo è sicuramente... ma solo quando risponde al requisito esposto da Don Van Vliet:
« Non voglio vendere la mia musica. Vorrei regalarla, perché da dove l'ho presa non bisogna pagare per averla »

#55 Jules

Jules

    Pietra MIliare

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22437 Messaggi:

Inviato 29 ottobre 2007 - 10:50

Ciò che invece per me è da salvare di questo film è il coraggio di fare un film completamente folle. L'idea che a pensarlo sia stato un regista così "tradizionalista" e "classicista" come Coppola stupisce ancor di più...vedere i primi 15 minuti e poi trovarsi di fronte all'assurda odissea in giro per l'Europa del protagonista è una sensazione di fortissimo impatto.

Rimango della prima idea, però: a parte il coraggio, il film è quanto di più sconclusionato, pasticciato ed improbabile si possa trovare al cinema quest'anno...la svolta onirica, ad esempio, io non l'ho capito. O meglio, mi è parso che Coppola si sia avventurato in una materia che non sa padroneggiare bene come altre tematiche. Le convinzioni che stanno alla base dell'opera, tutte come avevo già detto interessantissime, sono messe in scena con una freddezza esasperata. Francis non è mai stato un autore "caldo", ha sempre avuto una concezione del cinema molto calcolata, ma ammetto che seguirlo in tutte le peripezie del film risulta molto ostico...

Ultima annotazione, mi pare che il pubblico soffra molto nel vederlo, si faccia molta fatica a portare a termine la visione e ciò non può essere certo un elemento trascurabile..
  • 0

#56 Guest_vegeta_*

Guest_vegeta_*
  • Guests

Inviato 29 ottobre 2007 - 10:58

Ciò che invece per me è da salvare di questo film è il coraggio di fare un film completamente folle. L'idea che a pensarlo sia stato un regista così "tradizionalista" e "classicista" come Coppola stupisce ancor di più...


davvero definiresti "tradizionalisti" film come "Un Sogno Lungo Un Giorno", "Rusty il Selvaggio" e "Dracula"?

A me (visivamente parlando), sembrano tra le opere più sperimentali e avventurose del cinema USA.

#57 Notker

Notker

    Scaruffiano

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 18302 Messaggi:

Inviato 29 ottobre 2007 - 11:01

Ciò che invece per me è da salvare di questo film è il coraggio di fare un film completamente folle. L'idea che a pensarlo sia stato un regista così "tradizionalista" e "classicista" come Coppola stupisce ancor di più...vedere i primi 15 minuti e poi trovarsi di fronte all'assurda odissea in giro per l'Europa del protagonista è una sensazione di fortissimo impatto.

Rimango della prima idea, però: a parte il coraggio, il film è quanto di più sconclusionato, pasticciato ed improbabile si possa trovare al cinema quest'anno...la svolta onirica, ad esempio, io non l'ho capito. O meglio, mi è parso che Coppola si sia avventurato in una materia che non sa padroneggiare bene come altre tematiche. Le convinzioni che stanno alla base dell'opera, tutte come avevo già detto interessantissime, sono messe in scena con una freddezza esasperata. Francis non è mai stato un autore "caldo", ha sempre avuto una concezione del cinema molto calcolata, ma ammetto che seguirlo in tutte le peripezie del film risulta molto ostico...

Ultima annotazione, mi pare che il pubblico soffra molto nel vederlo, si faccia molta fatica a portare a termine la visione e ciò non può essere certo un elemento trascurabile..


mi pare che la "follia" sia uno dei presupposti del suo cinema e questo film non lo smentisce; Coppola forse paga il lungo periodo di lontananza dal cinema, dalla regia, e in più, come tutti i grandi "vecchi", si lancia in imprese che non tengono in conto alcuno le esigenze di pubblico, critica, ecc. ecc. forse nemmeno di narrativa.
il vecchio che rimane folgorato e che ritrova un'insperata giovinezza forse è proprio Coppola, che a questo film lascia il compito di comunicare la sua voglia di fare cinema e il suo attacamento morboso alla macchina da presa, al di là di tutto.

ho notato anch'io che a un certo punto parte del pubblico ha abbandonato la sala; lo trovo incredibilmente maleducato, cosa cazzo speravano di vedere, 2061 di Vanzina o SMS di Salemme? spero che almeno se ne siano andati a casa o magari in pizzeria.
  • 0
« La schiena si piega solo quando l'anima è già piegata »
(Arturo Toscanini)

molti si chiedono se il pop/rock possa essere una forma d'arte musicale o meno; ebbene, lo è sicuramente... ma solo quando risponde al requisito esposto da Don Van Vliet:
« Non voglio vendere la mia musica. Vorrei regalarla, perché da dove l'ho presa non bisogna pagare per averla »

#58 joseph K.

joseph K.

    Tout est pardonné

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7508 Messaggi:

Inviato 05 novembre 2007 - 08:42

Opinione personalissima: questo film mi è parso una boiata pazzesca. Un'accozzaglia improponibile e pesantissima di citazioni: il doppio, il triplo, Amleto, Dorian Grey. Un'ammucchiata di tutto il tuttibile: metempsicosi, orientalismo, filosofia, religioni, pseudofilologia, fantasy, punte persino di mezzo horror. Una trama allucinante, c'erano persino i nazisti cattivi e il santone indiano. Con punte di assoluto involontario ridicolo come l'assistente del Professor Tucci o la denuncia nell'ufficio della Polizia cantonale ticinese.
Io mi stavo sparando nei marones e Coppola lo adoro. Per tutto il film ho pensato che si fosse bruciato il cervello. No perchè se vuoi fare un film alla Lynch poi devi riuscire a reggerlo e mi pare che Coppola proprio non ci riesca...
  • 0

Ora l'inverno del nostro scontento è reso estate gloriosa da questo sole di York, e tutte le nuvole che incombevano minacciose sulla nostra casa sono sepolte nel petto profondo dell'oceano.


#59 White Duke

White Duke

    facente parte dell'élite

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 16316 Messaggi:

Inviato 13 novembre 2007 - 18:50

A me il film è piaciuto, tuttavia mi sorprende che si faccian disanime su di esso prescindendo dall'autore dell'omonimo romanzo e quindi del soggetto, quel Mircea Eliade storico delle religioni, docente e filosofo eretico rumeno alla cui visione non si può dare una chiave di lettura positivista. Premesso che sono solo un suo superficiale lettore e quindi non ho certo gli strumenti per esporre il suo pensiero, è davvero difficile dare un senso compiuto alla storia narrata (bene, per me) da Coppola senza avere idea di quale fosse la posizione di Eliade circa le religioni e su cosa queste rappresentano nella storia e per l'uomo. Magari qualche illuminato forumista, conoscitore di Eliade, potrebbe esserci d'aiuto senza incartarsi come farei io :D
  • 0
"No matter how high are one's estimates of human stupidity, one is repeatedly and recurrently startled by the fact that: a) people whom one had once judged rational and intelligent turn out to be unashamedly stupid b) day after day, with unceasing monotony, one is harassed in one's activities by stupid individuals who appear suddenly and unespectedly in the most inconvenient places and at the most improbable moments" (Carlo M. Cipolla)

#60 100000

100000

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7224 Messaggi:

Inviato 15 novembre 2007 - 08:48

visto ieri sera.
che devo dire, all'inizio mi sembrava un ottimo film, poi si espande in un vortice di chi più ne più ne metta, cercando di far coesistere fin troppe tematiche (a mio avviso) nello stesso film. da un certo lato potrebbe sembrare un mezzo capolavoro, o almeno un "tentato capolavoro", dall'altro com dice joseph k. "un'accozzaglia di tutto il tuttibile" (cit.).

non so, mi ha lasciato perplesso. mille chiavi di lettura ok, però non una che segua tutto il film, appena si afferra un concetto o lo si cerca di approfondire ecco che salta fuori un nuovo "viaggio" che porta altrove...mah
  • 0




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq