Vai al contenuto


Foto
* * - - - 1 Voti

The Era Of Climate Change: Carbon Offset And Other Ways To Save The World


  • Please log in to reply
94 replies to this topic

#1 Feynman

Feynman

    Homeless

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2880 Messaggi:

Inviato 21 agosto 2022 - 08:15

Ho sempre pensato che tra le diverse sfide che l'umanita' dovra' superare nel prossimo secolo, il climate change non fosse la principale o la piu' pericolosa, rispetto sostanzialmente a AI e Nuclear Annihilation. Non fraintendetemi, sono completamente a favore alla decarbonizzazione dell'economia, a solare ed eolico et etc..

Semplicemente credevo che il cambiamento sarebbe arrivato abbastanza in fretta da prevenire le peggiori conseguenze dei cambiamenti climatici.

Purtroppo, credo di essermi sbagliato e la situazione sembra attualmente essere su una traiettoria abbastanza pessima (+3 C @ 2100).

 

‘Soon the world will be unrecognisable’: is it still possible to prevent total climate meltdown?

 

Qui il sito dela nasa per capire come siamo messi:

https://climate.nasa.gov/

 

 

Now, what can I do about it?

 

La risposta a questa domanda, e' il motivo per cui apro questo topic, oltre che per cercare nel mio piccolo di fare divulgazione.

 

Quello che faccio io e' il seguente:

 

a) Carbon Footprint Calculator

 

La prima cosa e' cercare di capire quali sono i fattori che contribuiscono al mio impatto personale sul pianeta. Ci sono molti tool per fare cio', e.g.: https://www.nature.o...int-calculator/

 

Non ho pero' idea di quali siano i piu' affidabili e completi. Help?

 

b) Carbon Offset

 

La cose migliore e', se possibile, evitare di produrre CO2. La seconda cosa migliore e' provare in qualche modo a compensare la CO2 prodotta. E' su questo punto che vorrei aprire il filone principale di discussione di questo topic: quali sono i modi migliori/siti/ compagnie per fare Carbon Offset?

 

 

Una piccola speranza per non farvi sprofondare nella disperazione:

 


  • 2
Without examples, without models, I began to believe voices in my head – that I was a freak, that I am broken, that there is something wrong with me, that I will never be lovable… Years later I find the courage to admit that I am transgender and this doesn’t mean that I am unlovable… So that this world that we imagine in this room might be used to gain access to other rooms, to other worlds previously unimaginable.”

#2 Spiritchaser

Spiritchaser

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2765 Messaggi:

Inviato 21 agosto 2022 - 09:27

Now, what can I do about it?

 

La risposta a questa domanda è

 

Secondo me quasi nulla, a parte usare il buon senso e fare pressione sulla politica col voto. L'esasperazione della responsabilità individuale per problemi sistemici di questa scala sa più di religione che di logica.


  • 7

#3 solaris

solaris

    Simmetriade.

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7419 Messaggi:

Inviato 21 agosto 2022 - 09:36

Diventa vegano.
  • 2

#4 100000

100000

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7501 Messaggi:

Inviato 21 agosto 2022 - 09:37

concordo con spiritchaser, anche se tutto quello che riesci a fare non fa male. l'altro problema è che nel paese più colpito d'europa dal cambiamento climatico la politica e l'informazione non parlano affatto di cambiamento climatico, quindi hai voglia a fare pressione politica col voto
  • 0

#5 Zanabirra

Zanabirra

    aspirante indie

  • Members
  • StellettaStelletta
  • 78 Messaggi:

Inviato 21 agosto 2022 - 09:51

Comportarsi virtuosamente a livello individuale sicuramente è una buona cosa, ma completamente inutile finché la grandissima maggioranza delle emissioni di gas serra rimane correlata alle grandi aziende e alle relative politiche. Il cambiamento "vero" lo possono fare solo i governi e i responsabili del tessuto macroeconomico. Le uniche cose davvero significative che si possono fare a livello individuale sono non mangiare carne (l'allevamento di animali è uno dei settori più impattanti) e andarci (molto) piano con bitcoin, servizi come siti di streaming e altre operazioni online che richiedono un'enorme quantità di energia a livello di server et similia, spesso e volentieri soddisfatta con carbone e gas come se piovesse. Questo per dire è a grandi linee l'impatto dello streaming: https://www.repubbli...agna-230950992/


  • 2

#6 Feynman

Feynman

    Homeless

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2880 Messaggi:

Inviato 21 agosto 2022 - 10:21

 

Now, what can I do about it?

 

La risposta a questa domanda è

 

Secondo me quasi nulla, a parte usare il buon senso e fare pressione sulla politica col voto. L'esasperazione della responsabilità individuale per problemi sistemici di questa scala sa più di religione che di logica.

 

 

 

Ero convinto anche io, e in parte sicuramente hai ragione, ma appena riesco faccio un altro posto in cui spiego come la responsabilita' individuale puo' cambiare le cose in maniera sostanziale.


  • 0
Without examples, without models, I began to believe voices in my head – that I was a freak, that I am broken, that there is something wrong with me, that I will never be lovable… Years later I find the courage to admit that I am transgender and this doesn’t mean that I am unlovable… So that this world that we imagine in this room might be used to gain access to other rooms, to other worlds previously unimaginable.”

#7 neuro

neuro

    king (beyond the wall)

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3820 Messaggi:
  • Locationqua

Inviato 21 agosto 2022 - 10:24

il comportamento responsabile individuale è sacrosanto ma di utilità limitata - solo azioni radicali su grande scala possono servire. Ne trovi un bell'elenco scientificamente motivato nei report dell'IPCC

https://www.ipcc.ch/...ent-report/ar6/

chiaramente la conditio sine qua non è la sostituzione dei combustibili fossili con eolico e fotovoltaico tutto il resto è utile ma di un ordine di grandezza meno importante
  • 1
apri apri, apri tutto!

#8 neuro

neuro

    king (beyond the wall)

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3820 Messaggi:
  • Locationqua

Inviato 21 agosto 2022 - 10:29

io mi sono messo due pannelli fotovoltaici in casa (il massimo consentito dalla struttura del mio appartamento) ma allo stesso tempo sto lavorando perché il mio ateneo abbia i tetti di tutte le sedi completamente pannellati e perché non venga esteso l'aeroporto di Firenze dato che il traffico aereo va ridotto non ampliato evidentemente. La seconda e la terza cosa hanno il potenziale di ridurre le emissioni di carbonio molto più della prima (che comunque sono felice di aver fatto così come sono felice di usare bici e treno per i miei spostamenti individuali etc)
  • 3
apri apri, apri tutto!

#9 neuro

neuro

    king (beyond the wall)

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3820 Messaggi:
  • Locationqua

Inviato 21 agosto 2022 - 10:34

sacrosante comunque le osservazioni sul consumo di carne e anche e soprattutto sui bitcoin. Comunque installare i pannelli in casa conviene anche economicamente ve lo raccomando.
  • 0
apri apri, apri tutto!

#10 Zanabirra

Zanabirra

    aspirante indie

  • Members
  • StellettaStelletta
  • 78 Messaggi:

Inviato 21 agosto 2022 - 13:20

sacrosante comunque le osservazioni sul consumo di carne e anche e soprattutto sui bitcoin. Comunque installare i pannelli in casa conviene anche economicamente ve lo raccomando.

Purtroppo l'installazione dei pannelli richiede un investimento iniziale alla portata di pochi (io per esempio non me li posso permettere). Anche per questo trovo poco realistica la versione delle responsabilità individuali: sarebbe verosimile solo se tutti avessimo le stesse possibilità di scelta. Ma la grande maggioranza delle persone opta per soluzioni inquinanti banalmente perché nell'assetto attuale non si riesce a sbarcare il lunario con il "lusso" dell'ecologia (noi abbiamo avuto per anni un'automobile vecchia e scassatissima che inquinava come non so quante auto moderne perché una anche solo un po' più recente non la vedevamo manco col binocolo, ora abbiamo un'utilitaria che ha "solo" 15 anni ma per lo meno le emissioni sono in linea con la media attuale, per dire non inquinavamo perché eravamo stronzi, abbiamo dovuto aspettare di poterci permettere un miglioramento). Sono i governi che devono cambiare le regole del gioco su energia e grandi aziende che orbitano intorno ai consumi di massa, altrimenti non ne usciamo, a meno che non venga perfettamente redistribuita la ricchezza in pochissimo tempo.


  • 2

#11 ArchieFisher

ArchieFisher

    pacato come il vecchio che ho in avatar da 50 anni

  • Moderators
  • 7483 Messaggi:

Inviato 21 agosto 2022 - 13:43

Giusto per alimentare il dibattito, ricordo che qualche anno fa girava qui sul forum un articolo che spiegava come la cosa migliore che possiamo fare per limitare il nostro impatto ambientale sia evitare di riprodurci (la ratio è che facendo figli, questi avranno un impatto ambientale e potrebbero a loro volta fare figli, che avranno un impatto ambientale e potrebbero a loro volta fare figli, etc...).

Se non mi sbaglio lo stesso articolo diceva che dopo il non fare figli le due cose principali che possiamo fare per ridurre significativamente nostre emissioni sono smettere di mangiare alimenti di origine animale e smettere di utilizzare veicoli con motori a combustione interna (automobili, motocicli, aerei).

 

Se da un lato cerco di essere ottimista per il futuro ecologico, dall'altro non vedo niente di buono all'orizzonte non appena penso alla crescita delle emissioni da parte dei paesi del terzo mondo. Banalmente non credo che potremo costringere l'Asia e l'Africa a smettere di fare figli e a non industrializzarsi.


  • 0
Life was never better than
in nineteen sixty-three

Ogni vita ha peso e dimenticanza calcolabili

"What kind of music do you usually have here?"
"Oh, we got both kinds. We got Country, and Western."

#12 Dottor Brewster

Dottor Brewster

    se ci dice bene finiamo nella merda

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 8868 Messaggi:

Inviato 21 agosto 2022 - 14:14

Banalmente sarebbe meglio preoccuparsi di quello che stiamo combinando ora noi e i cosiddetti paesi occidentali (in particolare i favolosi e intoccabili USA)

https://it.w3ask.com...te-paese-mondo/
  • 1

#13 debaser

debaser

    utente stocazzo

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22903 Messaggi:

Inviato 21 agosto 2022 - 14:38

non credo che potremo costringere l'Asia e l'Africa a smettere di fare figli e a non industrializzarsi.


dovremmo cercare di mantenerli più poveri possibile
  • 2

Codeste ambiguità, ridondanze e deficienze ricordano quelle che il dottor Franz Kuhn attribuisce a un'enciclopedia cinese che s'intitola Emporio celeste di conoscimenti benevoli. Nelle sue remote pagine è scritto che gli animali si dividono in (a) appartenenti all'Imperatore, (b) imbalsamati, c) ammaestrati, (d) lattonzoli, (e) sirene, (f) favolosi, (g) cani randagi, (h) inclusi in questa classificazione, (i) che s'agitano come pazzi, (j) innumerevoli, (k) disegnati con un pennello finissimo di pelo di cammello, (l) eccetera, (m) che hanno rotto il vaso, (n) che da lontano sembrano mosche.
 
non si dice, non si scrive solamente si favoleggia


#14 Feynman

Feynman

    Homeless

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2880 Messaggi:

Inviato 21 agosto 2022 - 14:45

 

sacrosante comunque le osservazioni sul consumo di carne e anche e soprattutto sui bitcoin. Comunque installare i pannelli in casa conviene anche economicamente ve lo raccomando.

Purtroppo l'installazione dei pannelli richiede un investimento iniziale alla portata di pochi (io per esempio non me li posso permettere). Anche per questo trovo poco realistica la versione delle responsabilità individuali: sarebbe verosimile solo se tutti avessimo le stesse possibilità di scelta. Ma la grande maggioranza delle persone opta per soluzioni inquinanti banalmente perché nell'assetto attuale non si riesce a sbarcare il lunario con il "lusso" dell'ecologia (noi abbiamo avuto per anni un'automobile vecchia e scassatissima che inquinava come non so quante auto moderne perché una anche solo un po' più recente non la vedevamo manco col binocolo, ora abbiamo un'utilitaria che ha "solo" 15 anni ma per lo meno le emissioni sono in linea con la media attuale, per dire non inquinavamo perché eravamo stronzi, abbiamo dovuto aspettare di poterci permettere un miglioramento). Sono i governi che devono cambiare le regole del gioco su energia e grandi aziende che orbitano intorno ai consumi di massa, altrimenti non ne usciamo, a meno che non venga perfettamente redistribuita la ricchezza in pochissimo tempo.

 

 

RIprendo qua perche' sono giuste le osservazioni che fai. E' vero che per risolvere in maniera definitiva la questione, e' necessario spostare il sistema energetico e fare diversi cambiamenti nel sistema produttivo, e come faceva notare spiritchaser per fare cio' e necessaria un'iniziativa politica. PERO', se come me non ti puoi permettere i pannelli solari (o semplicemente sei in affitto) e la macchina elettrica te la sogni, cosa puoi fare? Bisogna innanzi a tutto avera una stima di quanta CO2 si produce, diciamo che per un europeo sono circa 7 ton all'anno.  Per questo chiedevo se qulcuno usa e/o conosce un carbon footprint calculator, ma prendiamo un'average giusot per capirci.

Ora quanto ci costa compensare questa CO2?

Ci sono diversi siti, quello che mi sembra piu' serio e' questo: the gold standard

 

Se fate un giro qua sopra, potete offsettare, tra i 15 e i 25 $ a tonnellata, delle quote in dei progetti per ridurre il vostro impatto.

 

Per una persona normale, in un anno significa pagare 7*25 = 175$/anno

 

Ci sono altre soluzioni, per esempio piantare alberi, ho trovato questo:

 

https://www.wownatur...nsate-your-co2/

https://zeroco2.eco/...ASAAEgKFqvD_BwE

 

Il fatto e' che non e' per niente facile capire quali sono seri e avere stime precise di quanto effettivamente vengano implementati.


  • 0
Without examples, without models, I began to believe voices in my head – that I was a freak, that I am broken, that there is something wrong with me, that I will never be lovable… Years later I find the courage to admit that I am transgender and this doesn’t mean that I am unlovable… So that this world that we imagine in this room might be used to gain access to other rooms, to other worlds previously unimaginable.”

#15 ArchieFisher

ArchieFisher

    pacato come il vecchio che ho in avatar da 50 anni

  • Moderators
  • 7483 Messaggi:

Inviato 21 agosto 2022 - 14:51

Banalmente sarebbe meglio preoccuparsi di quello che stiamo combinando ora noi e i cosiddetti paesi occidentali (in particolare i favolosi e intoccabili USA)

https://it.w3ask.com...te-paese-mondo/

 

Le emissioni procapite della Cina oggi sono circa la metà di quelle USA, mentre quelle totali della Cina sono circa il doppio di quelle USA (ovviamente, avendo 1 miliardo di abitanti).

Le emissioni procapite dell'India oggi sono circa un quarto di quelle della Cina. Se in futuro dovessero crescere fino ai livelli della Cina, credo avremo un problema serio.

 

PS. Non sto sminuendo il problema di pensare a cosa stiamo combinando noi e i cosiddetti paesi occidentali, sto dicendo che la diminuzione delle emissioni dell'occidente rischia di essere spazzata via dalla crescita delle emissioni di ciò che non è occidente.


  • 1
Life was never better than
in nineteen sixty-three

Ogni vita ha peso e dimenticanza calcolabili

"What kind of music do you usually have here?"
"Oh, we got both kinds. We got Country, and Western."

#16 Feynman

Feynman

    Homeless

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2880 Messaggi:

Inviato 21 agosto 2022 - 14:53

Solo una precisazione, questo topic NON e' una discussione dei pro e contro delle varie forme di energia rinnovabili, carbon capture e carbon storage, quando avro' tempo apriro' un topic su quello ma il discorso e' complicato.


  • 0
Without examples, without models, I began to believe voices in my head – that I was a freak, that I am broken, that there is something wrong with me, that I will never be lovable… Years later I find the courage to admit that I am transgender and this doesn’t mean that I am unlovable… So that this world that we imagine in this room might be used to gain access to other rooms, to other worlds previously unimaginable.”

#17 Icra

Icra

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1454 Messaggi:

Inviato 21 agosto 2022 - 15:06

Giusto per alimentare il dibattito, ricordo che qualche anno fa girava qui sul forum un articolo che spiegava come la cosa migliore che possiamo fare per limitare il nostro impatto ambientale sia evitare di riprodurci (la ratio è che facendo figli, questi avranno un impatto ambientale e potrebbero a loro volta fare figli, che avranno un impatto ambientale e potrebbero a loro volta fare figli, etc...).

Se non mi sbaglio lo stesso articolo diceva che dopo il non fare figli le due cose principali che possiamo fare per ridurre significativamente nostre emissioni sono smettere di mangiare alimenti di origine animale e smettere di utilizzare veicoli con motori a combustione interna (automobili, motocicli, aerei).

 

Se da un lato cerco di essere ottimista per il futuro ecologico, dall'altro non vedo niente di buono all'orizzonte non appena penso alla crescita delle emissioni da parte dei paesi del terzo mondo. Banalmente non credo che potremo costringere l'Asia e l'Africa a smettere di fare figli e a non industrializzarsi.

 

Guarda sull'accesso alla ricchezza dei paesi del terzo mondo basta pensare ad una cosa apparentemente banalissima: l'utilizzo generalizzato della carta igienica. Che ha un impatto per niente trascurabile sulla deforestazione. Si stima che nel mondo industrializzato per ogni 10 persone serve un albero all'anno e che un americano consuma 150 rotoli all'anno. 

 

Il discorso dei figli non fa una piega; basta pensare che appena 10.000 anni fa sulla terra abitava un milione di persone, che appena 100 anni fa c'era un miliardo e mezzo di persone, mentre oggi ce ne sono 7 miliardi e passa. Per fortuna che la crescita demografica sta rallentando.


  • 0

#18 Ortodosso

Ortodosso

    baby even the losers

  • Administrators
  • 9874 Messaggi:
  • LocationPortola Valley, CA

Inviato 21 agosto 2022 - 15:24

Sulla terra ci stanno benissimo 100B di persone, e la soluzione al problema del calore trattenuto dalla co2 non è smettere di consumare (impossibile nel corto o medio periodo, a meno di non dire a Cina India etc di rimanere poveri, al che giustamente ci riderebbero dietro), ma di produrre energia in altro modo e di sequestrare la co2 prodotta.

La cosa di limitare i consumi individuali degli occidentali oltre a essere quantitativamente inutile tradisce la solita prospettiva del gioco a somma zero, grazie a dio Malthus nel mondo reale l’abbiamo superato da un po’. Il problema non verrà risolto da miliardi di sacrifici individuali (impossibili da coordinare) ma da qualche centinaio di persone che inventano e scalano le tecnologie adatte.

Penso che nel 2100 dovremmo già essere a buonissimo punto, sperando in non troppi disastri nel frattempo.
  • -1

voter negativity
Gozer il Gozeriano 119
reallytongues 112


#19 Icra

Icra

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1454 Messaggi:

Inviato 21 agosto 2022 - 15:47

Però il problema non è solo la co2: c'è anche il discorso della plastica, della deforestazione, del cibo, dell'acqua e mille altri problemi. Ripeto banalmente: 100 miliardi di persone che utilizzano carta igienica...dove la prendi? Io spero che le tue previsioni siano corrette ma ad oggi non siamo neppure in grado di riciclare la plastica anche se la tecnologia l'abbiamo da decenni.


  • 0

#20 ArchieFisher

ArchieFisher

    pacato come il vecchio che ho in avatar da 50 anni

  • Moderators
  • 7483 Messaggi:

Inviato 21 agosto 2022 - 16:01

produrre energia in altro modo

Attorno al 2050 si spera arrivino le prime centrali nucleari a fusione. A quel punto, entro il 2100 il problema dovrebbe davvero essere risolto per sempre.

Sui reattori a fusione allego questo vecchio articolo che trovai a suo tempo illuminante:

 

https://www.noisefro...rgetico-globale


  • 1
Life was never better than
in nineteen sixty-three

Ogni vita ha peso e dimenticanza calcolabili

"What kind of music do you usually have here?"
"Oh, we got both kinds. We got Country, and Western."




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq