Vai al contenuto


Foto
- - - - -

2021 Di Belle Speranze: Segnalazioni Album


  • Please log in to reply
111 replies to this topic

#1 paloz

paloz

    Poo-tee-weet?

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 24141 Messaggi:

Inviato 09 gennaio 2021 - 11:09

Parto io con questo curioso esordio.

 

Fievel Is Glauque - God's Trashmen Sent to Right the Mess

 

 

a3442827175_16.jpg

 

 

Vero lo-fi pop da garage condominiale, vagamente Maisie, nascostamente canterburiano, registrato con cinque formazioni diverse tra Bruxelles, New York, Tournefeuille (Francia) e Los Angeles. 


  • 5

esoteros

 

I have spoken softly, gone my ways softly, all my days, as behoves one who has nothing to say, nowhere to go, and so nothing to gain by being seen or heard.

 

(Samuel Beckett, Malone Dies)


#2 markmus

markmus

    cui prodi

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 8654 Messaggi:

Inviato 09 gennaio 2021 - 16:29

cavoli, a confronto di questi le registrazioni di succo sono hi-fi.


  • 0

#3 paloz

paloz

    Poo-tee-weet?

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 24141 Messaggi:

Inviato 23 gennaio 2021 - 12:46

Punk-poppettare agguerrite, tecnicamente preparate e fuori di melone quanto basta. Qualche scelta di scrittura un po' troppo ripetitiva ma nel complesso l'album è alquanto gasante.

 

Palberta - Palberta5000

 

 

a2155507904_16.jpg


  • 1

esoteros

 

I have spoken softly, gone my ways softly, all my days, as behoves one who has nothing to say, nowhere to go, and so nothing to gain by being seen or heard.

 

(Samuel Beckett, Malone Dies)


#4 Incidente

Incidente

    Feudo

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7182 Messaggi:
  • LocationBerlin

Inviato 23 gennaio 2021 - 12:47

Punk-poppettare agguerrite, tecnicamente preparate e fuori di melone quanto basta. Qualche scelta di scrittura un po' troppo ripetitiva ma nel complesso l'album è alquanto gasante.
 
Palberta - Palberta5000
 
 
a2155507904_16.jpg


Piaciuto anche a me.
  • 0

#5 vuvu

vuvu

    الرجل المكرسة لقضية المرأة ويقع في

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 17296 Messaggi:

Inviato 23 gennaio 2021 - 12:55

Punk-poppettare agguerrite, tecnicamente preparate e fuori di melone quanto basta. Qualche scelta di scrittura un po' troppo ripetitiva ma nel complesso l'album è alquanto gasante.

 

Palberta - Palberta5000

 

 

a2155507904_16.jpg

 

Guardando questa foto mi sento di trasformarmi in Silvio e dire che sono tre culoni inchiavabili.  asd

 

Battute sessiste a parte che potrebbero scatenare i meno dei puristi più miopi, musicalmente mi ricordano un po' le Throwing Muses, solo più "scaciate" e vagamente folli. 


  • -3

"L'intensità del rumore provoca ostilità, sfinimento, narcisismo, panico e una strana narcosi." (Adam Knieste, cit.)

 

"Deve rimanere solo l'amore per l'arte, questo aprire le gambe e farsi immergere dal soffio celeste dello Spirito." (Simon, cit.)

 

La vita è bella solo a Ibiza (quando non c'è nessuno).


#6 Pancakes

Pancakes

    Frankly, my dear, I don’t give a damn

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2192 Messaggi:
  • LocationWhere the Iron Crosses Grow

Inviato 26 gennaio 2021 - 09:07

Revival pop rock anni 00 [e con il cognome che rimanda subito ad una grande genia]

 

 

dall' ep di esordio Paranoia


  • 1

The core principle of freedom
Is the only notion to obey


#7 Bandit

Bandit

    Lorenzo Righetto

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10965 Messaggi:
  • LocationMilano

Inviato 28 gennaio 2021 - 16:51

Segnalo anch'io la mia prima "scoperta" del 2021:  Homebody dei Bill Jr Jr. Disco folk-rock indipendente di gran gusto.

 

a3093398000_10.jpg

 

 

QUest'ultima mi ricorda parecchio i miei amati Plantman. La prima ha qualcosa dei War On Drugs (?), il timbro è uguale a quello di qualcun altro che non ricordo.


  • 1

Immagine inserita


#8 Incidente

Incidente

    Feudo

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7182 Messaggi:
  • LocationBerlin

Inviato 09 febbraio 2021 - 06:40

Al momento non mi stanno dispiacendo questi cinque:
1. The Weather Station - Ignorance (bellissimo)

2. Black Country, New Road - For the First Time (interessante, qui il thread)
3. Arlo Parks - Collapsed In Sunbeams (gradevole, qui il thread)
4. Midnight Sister - Painting The Roses (pazzerello)
5. Anna B Savage - A Common Turn (un po' stucchevole, forse per via della voce teatrale, non so quanto "reggerà con gli ascolti")


Di questi il mio preferito (probabilmente per ora in assoluto quest'anno) è quello di Anna B Savage. Ascoltalo bene, rivela nuovi dettagli ogni volta e spazza via l'apparente monotonia con soluzioni sempre diverse. La produzione di East India Youth è straordinaria.
  • 0

#9 Damy

Damy

    pophead

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12265 Messaggi:

Inviato 10 febbraio 2021 - 20:38

 

5. Anna B Savage - A Common Turn (un po' stucchevole, forse per via della voce teatrale, non so quanto "reggerà con gli ascolti")


Di questi il mio preferito (probabilmente per ora in assoluto quest'anno) è quello di Anna B Savage. Ascoltalo bene, rivela nuovi dettagli ogni volta e spazza via l'apparente monotonia con soluzioni sempre diverse. La produzione di East India Youth è straordinaria.

 

Io l'ho ascoltato un paio di volte, ma sono ancora in bilico.

 

La voce così impostata sul drammatico teatrale alla Anna Calvi solitamente mi stanca presto, per fortuna lei varia un po' la timbrica e si dona anche a interpretazioni più intime e raccolte - ci sono passaggi dove mi ricorda Anne Sofie Von Otter quando dalla lirica era passata al pop.

 

Musicalmente è molto interessante e ci sono un sacco di begli spunti, anche se poi i momenti più scarni e chitarristici passano totalmente in secondo piano quando entra la manina di Doyle a costruirle attorno questi mantelli di tastiere - e lo scarto qualitativo è quasi impietoso.

 

In conclusione direi che si sente benissimo che si tratta del debutto di una giovane figlia di musicisti classici, si respira a pieni polmoni quel senso di struttura e preparazione formale, ma dal punto di vista espressivo e comunicativo mi suona più come un greatest hits di trovate ricercate e di riferimenti giusti per far colpo sull'ambiente al quale si rivolge, e non ancora come l'album di un'autrice con una propria firma. Comunque anche sticazzi eh, rimane molto brava e di questo passo chissà dove potrà arrivare.


  • 3
OR

#10 Incidente

Incidente

    Feudo

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7182 Messaggi:
  • LocationBerlin

Inviato 14 febbraio 2021 - 08:37

5. Anna B Savage - A Common Turn (un po' stucchevole, forse per via della voce teatrale, non so quanto "reggerà con gli ascolti")


Di questi il mio preferito (probabilmente per ora in assoluto quest'anno) è quello di Anna B Savage. Ascoltalo bene, rivela nuovi dettagli ogni volta e spazza via l'apparente monotonia con soluzioni sempre diverse. La produzione di East India Youth è straordinaria.
 
Io l'ho ascoltato un paio di volte, ma sono ancora in bilico.
 
La voce così impostata sul drammatico teatrale alla Anna Calvi solitamente mi stanca presto, per fortuna lei varia un po' la timbrica e si dona anche a interpretazioni più intime e raccolte - ci sono passaggi dove mi ricorda Anne Sofie Von Otter quando dalla lirica era passata al pop.
 
Musicalmente è molto interessante e ci sono un sacco di begli spunti, anche se poi i momenti più scarni e chitarristici passano totalmente in secondo piano quando entra la manina di Doyle a costruirle attorno questi mantelli di tastiere - e lo scarto qualitativo è quasi impietoso.
 
In conclusione direi che si sente benissimo che si tratta del debutto di una giovane figlia di musicisti classici, si respira a pieni polmoni quel senso di struttura e preparazione formale, ma dal punto di vista espressivo e comunicativo mi suona più come un greatest hits di trovate ricercate e di riferimenti giusti per far colpo sull'ambiente al quale si rivolge, e non ancora come l'album di un'autrice con una propria firma. Comunque anche sticazzi eh, rimane molto brava e di questo passo chissà dove potrà arrivare.

Atchung Atchung intervista in arrivo very soon.
  • 1

#11 paloz

paloz

    Poo-tee-weet?

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 24141 Messaggi:

Inviato 19 febbraio 2021 - 17:40

Ed eccolo qua, il primo album quietamente spaccacuore dell'anno.

 

Cassandra Jenkins - An Overview on Phenomenal Nature (Ba Da Bing, 2021)
 
 
a0129750740_16.jpg
 
 
Pitchfork ha già sparato un 8.3, però c'è da dire che effettivamente ci si affeziona al primo ascolto: songwriting semplice ma toccante, e laddove non arriva la voce ci pensano i delicatissimi arrangiamenti da camer(ett)a - organetto, linee ambientali di toni puri, i sassofoni più garbati che si possano desiderare. Da tornarci spesso e volentieri.

  • 7

esoteros

 

I have spoken softly, gone my ways softly, all my days, as behoves one who has nothing to say, nowhere to go, and so nothing to gain by being seen or heard.

 

(Samuel Beckett, Malone Dies)


#12 Bandit

Bandit

    Lorenzo Righetto

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10965 Messaggi:
  • LocationMilano

Inviato 24 febbraio 2021 - 13:55

Segnalo i simpatici Another Michael, dei Pinegrove più solari, al debutto con Run For Cover, sempre una garanzia.

 

 

 

a0112416477_10.jpg


  • 2

Immagine inserita


#13 Duck

Duck

    Professionista della malafede

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21717 Messaggi:

Inviato 25 febbraio 2021 - 14:09

 

Ed eccolo qua, il primo album quietamente spaccacuore dell'anno.

 

Cassandra Jenkins - An Overview on Phenomenal Nature (Ba Da Bing, 2021)
 
 
Pitchfork ha già sparato un 8.3, però c'è da dire che effettivamente ci si affeziona al primo ascolto: songwriting semplice ma toccante, e laddove non arriva la voce ci pensano i delicatissimi arrangiamenti da camer(ett)a - organetto, linee ambientali di toni puri, i sassofoni più garbati che si possano desiderare. Da tornarci spesso e volentieri.

 

M'aspettavo qualcosa di completamente diverso, non so perchè ma l'avrei fatto molto più rarefatto.

Bello ma sono ancora un po' spiazzato. Ci torno su.


  • 0

«Mister, possiamo lavorare sulle diagonali?», la richiesta di qualche giocatore. No, la risposta del tecnico. 

consigli per il futuro: leggere i fantaconsigli dell'UU e fare l'esatto opposto

Duck tu mi consigliasti di molto bello Delitto e Castigo, che nonostante la lunghezza (per me quello è gia parecchio lunghino) mi piacque parecchio e mi permise anche di fare un figurone con mia cognata in una discussione in cui credeva di tagliarmi fuori.


#14 Pancakes

Pancakes

    Frankly, my dear, I don’t give a damn

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2192 Messaggi:
  • LocationWhere the Iron Crosses Grow

Inviato 27 febbraio 2021 - 10:29

a2712345980_10.jpg

 

Horskh - Wire

 

industrial rock/metal meets ebm, abbastanza coatto

 


  • 0

The core principle of freedom
Is the only notion to obey


#15 wild horse

wild horse

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4526 Messaggi:

Inviato 01 marzo 2021 - 20:57

 

 

Questi Mt. Mountain non li avevo mai sentiti ma sono già arrivati al quarto album (venerdi é uscito Centre)

 

Dai primi ascolti mi sembra che le coordinate siano dalle parti di quella bella psichedelia un po' ipnotica e drogatella


  • 0

 


#16 Владимир Гозерин

Владимир Гозерин

    Grande eletto non anglofonista Kadosch

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 24259 Messaggi:

Inviato 14 marzo 2021 - 20:35

Ma è uguale a Troye Sivan.  :o


  • 0
RYM ___ i contenuti

"SOVIET SAM" un blog billizzimo

#17 Pancakes

Pancakes

    Frankly, my dear, I don’t give a damn

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2192 Messaggi:
  • LocationWhere the Iron Crosses Grow

Inviato 16 marzo 2021 - 09:36

SG Lewis - times

 

 

 

Un Roosevelt "fortunato" ad essere nato nel Commonwealth


  • 2

The core principle of freedom
Is the only notion to obey


#18 amnesiac_kid

amnesiac_kid

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 290 Messaggi:

Inviato 16 marzo 2021 - 11:06

In questi giorni mi sta prendendo abbastanza bene questo disco che impazza anche su rym

a3727718257_16.jpg

Parannoul - To See The Next Part of the Dream

Progetto solista coreano giovanissimo, questo è il suo secondo disco. Una commistione di shoegaze ed emo, con alcune lungaggini simil-post-rock. Lo ascolto e mi sento subito immerso in uno di quei quadretti urbani vividi e iperrealisti che si vedono in un anime di Makoto Shinkai, tipo Your Name. 


  • 2

"I think I just feel how everyone feels, which is I have three or four really great folk albums in me."

"Small critically acclaimed movies about lesbians learning how to recycle"


#19 vandiemen

vandiemen

    L'ultima spiaggia

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 621 Messaggi:

Inviato 16 marzo 2021 - 11:17

SG Lewis - times

 

 

 

Un Roosevelt "fortunato" ad essere nato nel Commonwealth

 

E un po' più ruffiano. Ma nel modo giusto.


  • 0

#20 Damy

Damy

    pophead

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12265 Messaggi:

Inviato 22 marzo 2021 - 19:51

Una delle scoperte più piacevolmente giocattolose del mio mese:

 

Dubharp - Spiral Heights

 

a3132571002_10.jpg

 

Genere? Facciamo una sorta di tessiture etno-ambient sampledeliche ma supportate dai beat belli robusti e ottantiani della chillwave "suonata" altezza Memory Tapes dell'era "Seek Magic". Risultato? Un misto tra meditazione e trance, tra paesaggistica e ritmo, un disco che oserei definire infingardo se non fosse che poi questi gorghi di tastiere, tamburelli di bamboo e arpe sintetiche danno un'assuefazione micidiale. C'è pure la manina di Laraaji.

 

Spiral Heights | Dubharp (bandcamp.com)


  • 4
OR




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq