Vai al contenuto


Foto
* * * - - 2 Voti

La Peste Degli Anni 10: Color Grading


  • Please log in to reply
62 replies to this topic

#1 solaris

solaris

    Simmetriade.

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5941 Messaggi:

Inviato 09 dicembre 2019 - 14:00

*
POPOLARE

Eccolo, il demonio in persona:

 

 

 

Inficia, rovina, svilisce e banalizza tutto. Non risparmia nessuno, dall'indie squattrinato all'autore più prestigioso, dal videoclip modaiolo al direttore della fotografia pluripremiato. Aaah, i bei tempi in cui ci si poteva lamentare del filtro giallo per il Messico e blu per Mosca. Propagatosi nell'era di instagram grazie a incredibili facilitazioni tecniche nel disinteresse generale, col suo carico di cliché, pelli aranciate e ombre bluastre effetto foto b/n colorate alle elementari altera il racconto e la percezione del mondo di un'intera generazione.

 

Vi rovina significativamente l'esperienza visiva o siete indifferenti? O ancora, sciagurati voi, vi piace? Perché direttori della fotografia e registi, che han girato fino a ieri l'altro senza mai adoperarlo, si son piegati così facilmente?

Ai miei occhi è come la produzione nei secondi anni 80 tanto cara a Sechi e Bercella, una roba che rovina e degrada anche la pellicola più sentita.

 

Ce ne libereremo mai? Vedremo con tenerezza questi anni in cui ha tracimato oppure è qui per restare? Quali registi ne sono stati alla larga?

 

 

00054373-un-momento-di-the-irishman-di-m

 

18iy6Ure_o.png

 

Il-ponte-delle-spie-Tom-Hanks-660x350.jp

 

985e7bbe0f26beee954e77001474d85415525185

 

653adb05-df17-4804-9e64-976a1ca652e5_lar


  • 15

#2 maladiez

maladiez

    Kosmische express courier

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3451 Messaggi:
  • LocationMagna Grecia

Inviato 09 dicembre 2019 - 14:27

Fastidiosissimo è vero, per non parlare di quando lo usano nei moderni horror gia' penosi di loro.


  • 1

"Chi vuol brillare, si metta in ombra"

 

 

Alice: "Quanto tempo è per sempre?"

Bianconiglio: " A volte solo un secondo"


#3 usernam*

usernam*

    granita di gelsi rossi

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6811 Messaggi:
  • Locationmediterranea

Inviato 09 dicembre 2019 - 14:28

Ma sarebbe quella che usa il mio caro Jeunet? Bel thread
  • 0

La tua firma può contenere:

  • • Fino a 1 immagini
  • • Immagini fino a 350 x 150 pixels
  • • Qualsiasi numero di URLs
  • • Fino a 12 linee

#4 ravintola

ravintola

    pesky skeleton

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4355 Messaggi:
  • LocationFirelink Shrine

Inviato 09 dicembre 2019 - 14:31

quella che rende tutto blu e' la peggiore di tutte


  • 2

¯\_(ツ)_/¯


#5 maladiez

maladiez

    Kosmische express courier

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3451 Messaggi:
  • LocationMagna Grecia

Inviato 09 dicembre 2019 - 14:39

Il-Trono-di-spade-8-3.png

 

Anche qui è usato lo stesso effetto? Qua pero' forse ci sta...


  • 0

"Chi vuol brillare, si metta in ombra"

 

 

Alice: "Quanto tempo è per sempre?"

Bianconiglio: " A volte solo un secondo"


#6 cool as kim deal

cool as kim deal

    Utente contro le bonus track

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12361 Messaggi:
  • LocationLooking Corsica, Feeling Corsico

Inviato 09 dicembre 2019 - 14:42

Non vedo un film da un anno, però è molto interessante questa tua crociata.

Però non mi sono chiari i motivi: economici? O puramente estetici, anche se non mi pare un tema così mainstream (nel senso che andiamo sul tecnico)...

Un po' come quel suono che è in tutti i trailer, non riesco a trovarlo su Youtube il video...
  • 0
FATE TORNARE LO SPECCHIETTO DI RYM IN FIRMA

#7 bluetrain

bluetrain

    Fourth rule is: eat kosher salamis

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6762 Messaggi:

Inviato 09 dicembre 2019 - 14:42

 

 

altera il racconto e la percezione del mondo di un'intera generazione.

 

Premesso che a me fa mediamente cagare quel tipo di fotografia (ad esempio in "The Irishman", non nascondo che un paio di scene mi hanno fatto un po' storcere il naso da questo punto di vista, pur senza rovinare la riuscita del film), non la metterei su questo piano. 
 
Il cinema è finzione, inganno per definizione, è un linguaggio per certi versi surrettizio. Partendo da un simile assunto (la percezione distorta del mondo), si dovrebbe incenerire, ad esempio, anche l'espressionismo tedesco degli anni 30 e tutta la sua sconfinata progenie.
 
E comunque il filtro giallo per il Messico e blu per Mosca è stata la scintilla che ha fatto partire tutto ciò, averne nostalgia è un po' come rimpiangere il pentapartito.
 
A domanda rispondo: l'ultimo di Polanski mi pare abbastanza esente da questa "moda" (o quanto meno ne fa un uso moderato), infatti uno dei (tanti) punti di forza è la fotografia a mio avviso.
 
È una moda e passerà (come grazie al cielo sono passati i rullanti compressi è gonfi di riverbero degli anni 80), ma non è detto che al posto arriverà qualcosa di meglio...  ashd

 

 


  • 2

#8 Harry Caul

Harry Caul

    se ci dice bene finiamo nella merda

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6605 Messaggi:

Inviato 09 dicembre 2019 - 14:44

Per me anche in questo ambito il meglio lo si è visto nei 70, non vedo oggi direttori della fotografia del livello di un Vilmos Zsigmond, di un Gordon Willis o di un Bruce Surtees per citarne tre che mi son sempre piaciuti molto, anche gente superconsiderata come Lubezki o il Rodigo Prieto di The Irishman non mi sembrano avere la stessa profondità e raffinatezza, in generale mi sembra di notare una monotonia cromatica abbastanza stucchevole, probabile che c'entri molto anche l'utilizzo di sto Color Grading che scandalizza Solaris.


  • 0

#9 Harry Caul

Harry Caul

    se ci dice bene finiamo nella merda

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6605 Messaggi:

Inviato 09 dicembre 2019 - 14:53

Comunque hands down, Vilmos il più grande di sempre, per qualità e varietà.

 


  • 1

#10 dick laurent

dick laurent

    ...

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12131 Messaggi:

Inviato 09 dicembre 2019 - 15:00

a me non dà fastidio di per sè, alla fine la creatività passa anche per la modificazione dei colori della fotografia. Anche nel technicolor spesso i colori spesso risultano assolutamente innaturali, ma spesso con risultati splendidi. Più che altro è il fatto che avere il film con tonalità bluastre sembra essere diventata una roba che si fa perchè lo fanno tutti, così che anzichè una ricerca di un effetto sembra una convenzione o una moda come un'altra.


  • 0

dai manichei che ti urlano o con noi o traditore libera nos domine


#11 pooneil

pooneil

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5462 Messaggi:

Inviato 09 dicembre 2019 - 15:16

mi sembrava una pratica più utilizzata nei 2000s (tipo Transformers)

 

solaris secondo te Breaking Bad ne fa uso? Moonlight? Spring Breakers?

 

a me a dir la verità non da' molto fastidio (comunque negli esempi che hai portato non c'é nessuno film che mi piaccia particolarmente quindi partono già svantaggiati e la fotografia nel caso sarebbe l'ultimo dei problemi) o forse sono talmente assuefatto che non me ne accorgo nemmeno/la considero una peculiarità stilistica del decennio.

 

parlando de La Fotografia Che Sto Schifando, io non sopporto più quella, principalmente americana, dei tardi anni '70 che dà a tutto un tono di crema andata a male.

anche film tipo L'armata Brancaleone non mi fanno impazzire per la scelta della grana, per non parlare poi della categoria "I Bellissimi di Rete4".


  • 0

#12 Bara dei pupi

Bara dei pupi

    Dungeon Synth nei giorni pari e Vaporwave in quelli dispari

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 82925 Messaggi:

Inviato 09 dicembre 2019 - 15:29

solaR a me il lavoro che fa Dariusz Wolski (diventato poi famoso per avere lavorato in film che hanno venduto tantissimo) in Dark City, esempio, piace molto, è un risultato virtuoso o di merda a livello tecnico? Io non ho idea, guardo così

 

parliamo però del 1998 ---- più che altro mi pare adatto al film, a volte oggi  mi sembra che vengano "gradati" dei colori che c'entrano come i cavoli a  merenda

 

non mi piace la cosa che si ripete ecco, che appiattisce tutti i film indipendentemente dal contenuto


  • 0

#13 usernam*

usernam*

    granita di gelsi rossi

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6811 Messaggi:
  • Locationmediterranea

Inviato 09 dicembre 2019 - 15:31

io amo tutti quei coloracci che vanno da Johnny Guitar ad Amélie
  • 0

La tua firma può contenere:

  • • Fino a 1 immagini
  • • Immagini fino a 350 x 150 pixels
  • • Qualsiasi numero di URLs
  • • Fino a 12 linee

#14 Giuseppe Bergman

Giuseppe Bergman

    Masturbatore

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 420 Messaggi:

Inviato 09 dicembre 2019 - 15:32

Infatti credo che il problema non sia l'essere una scelta artistica, quanto una mera convenzione (sarebbe interessante capirne la ragione: forse per sopperire ad una presunta "freddezza" e impersonalità del girato digitale?).

 

La cosa che personalmente mi infastidisce di più è il non riuscire più a gustarmi dei cazzo di neri pieni


  • 1

" Chi lo sa veramente? Chi può qui dichiarare

da dove è stata prodotta, da dove viene la creazione?

Dalla creazione di questo universo gli Dei vennero successivamente:
chi allora sa da dove ciò è sorto? "


#15 Bara dei pupi

Bara dei pupi

    Dungeon Synth nei giorni pari e Vaporwave in quelli dispari

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 82925 Messaggi:

Inviato 09 dicembre 2019 - 15:35

Infatti credo che il problema non sia l'essere una scelta artistica, quanto una mera convenzione  

 

per questo io ho citato Dark City del 1998, perché allora non mi sembrava una scelta così standard e ripetuta, in quel film ci stava molto bene; poi magari ora solaR dice che Wolski è uno stronzo e tanti saluti, dal punto di vista tecnico non sono in grado di capire quanta bravura sia necessaria, vedo che vengono dati tanti premi pure per il colore ma boh, magari sono le solite cagate


  • 0

#16 Harry Caul

Harry Caul

    se ci dice bene finiamo nella merda

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6605 Messaggi:

Inviato 09 dicembre 2019 - 15:40

io amo tutti quei coloracci che vanno da Johnny Guitar ad Amélie

Uno molto bravo in questo senso era il fassbinderiano Michael Ballhaus, poi passato a Hollywood negli anni 80 e affermatosi definitivamente a inizio 90 con film come il Dracula di Coppola, i Favolosi Baker e gli Scorsese del periodo, tra cui spicca in particolare L'età dell'Innocenza, era uno che ci dava dentro col colore con effetti spesso notevoli.


  • 1

#17 dick laurent

dick laurent

    ...

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12131 Messaggi:

Inviato 09 dicembre 2019 - 15:44

 

La cosa che personalmente mi infastidisce di più è il non riuscire più a gustarmi dei cazzo di neri pieni

 

ma per quello credo che ti "basti" (virgolette visto che non sono esattamente economicissime) prenderti una tv oled


  • 1

dai manichei che ti urlano o con noi o traditore libera nos domine


#18 usernam*

usernam*

    granita di gelsi rossi

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6811 Messaggi:
  • Locationmediterranea

Inviato 09 dicembre 2019 - 15:48

io amo tutti quei coloracci che vanno da Johnny Guitar ad Amélie


Uno molto bravo in questo senso era il fassbinderiano Michael Ballhaus, poi passato a Hollywood negli anni 80 e affermatosi definitivamente a inizio 90 con film come il Dracula di Coppola, i Favolosi Baker e gli Scorsese del periodo, tra cui spicca in particolare L'età dell'Innocenza, era uno che ci dava dentro col colore con effetti spesso notevoli.
lo so, L'età dell'innocenza, Dracula e Lili Marleen sono tra i miei prefe in assoluto
  • 0

La tua firma può contenere:

  • • Fino a 1 immagini
  • • Immagini fino a 350 x 150 pixels
  • • Qualsiasi numero di URLs
  • • Fino a 12 linee

#19 piersa

piersa

    Megalo-Man

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 20395 Messaggi:
  • Location14-16 Fabrizi Nicola e Aldo

Inviato 09 dicembre 2019 - 15:54

Tra la ripresa e la proiezione ci sono così tanti passaggi che il problema è irrisolvibile, talché lo si battezza "estetica" e amen. Capisco i più giovani, ma cosa avrei dovuto dire io negli anni '80 riguardo un altro bastione estetico, i capelli?
  • 0

#20 Bara dei pupi

Bara dei pupi

    Dungeon Synth nei giorni pari e Vaporwave in quelli dispari

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 82925 Messaggi:

Inviato 09 dicembre 2019 - 16:10

Tra la ripresa e la proiezione ci sono così tanti passaggi che il problema è irrisolvibile, talché lo si battezza "estetica" e amen. Capisco i più giovani, ma cosa avrei dovuto dire io negli anni '80 riguardo un altro bastione estetico, i capelli?

 

li avevi già persi negli anni 80?

azz, il Tavernello picchia sulla calvizie maschile


  • 0




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq