Vai al contenuto


Foto
* * * * * 2 Voti

Usa - Primarie Democratiche Ed Elezioni Presidenziali 2020


  • Please log in to reply
546 replies to this topic

#461 Seattle Sound

Seattle Sound

    Non sono pigro,è che non me ne frega un cazzo.

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 37124 Messaggi:
  • LocationTiny little green

Inviato 20 luglio 2020 - 18:47



Nel suo primo comizio della campagna presidenziale a Charleston (Carolina del Sud), il rapper Kanye West - candidatosi alla Casa Bianca - si è scagliato contro i social media, la pornografia e l'aborto e ad un certo punto è scoppiato in lacrime. West, che con la sua candidatura 'last minute' ha spiazzato gli elettori americani - in molti sospettano che sia solo una trovata pubblicitaria per aiutare a vendere album e merchandising - ha detto diverse frasi sconclusionate durante l'evento. West è apparso sul palco con "2020" rasato nella parte posteriore della testa e indossando quello che sembrava essere un giubbotto antiproiettile mimetico. Ha sostenuto che l'aborto dovrebbe essere legale ma fortemente scoraggiato, suggerendo che, se eletto presidente, farà avere a chiunque dia alla luce un bambino "un milione di dollari" "o comunque qualcosa". West ha fatto riferimento più volte alla Bibbia e agli insegnamenti cristiani e, a un certo punto, è scoppiato a piangere raccontando come sia stato quasi abortito dai suoi genitori e che lui stesso e sua moglie, Kim Kardashian, hanno pensato di abortire prima di far nascere la loro prima figlia. "L'unica cosa che può liberarci è obbedire alle regole che ci sono state date per una terra promessa", ha detto.



g6i8QMR.jpg

Magico


Kanye West -In Te (il figlio che non vuoi)
  • 1

Alfonso Signorini: "Hai mai aperto una cozza?"
Emanuele Filiberto: "Sì, guarda, tante. Ma tante..."
(La Notte degli Chef, Canale 5)

 

"simpatico comunque eh" (Fily, Forum Ondarock)

 

"passere lynchane che finiscono scopate dai rammstein"

"Io ho sofferto moltissimo per questo tipo di dipendenza e credo di poterlo aiutare. Se qualcuno lo conosce e sente questo appello mi faccia fare una telefonata da lui, io posso aiutarlo"
(Rocco Siffredi, videomessaggio sul web)


"Ah, dei campi da tennis. Come diceva Battiato nella sua canzone La Cura"


#462 pooneil

pooneil

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5721 Messaggi:

Inviato 21 luglio 2020 - 07:43

sarebbe fantastico averlo come POTUS, si proseguirebbe nel solco del fantastico che ha ormai sostituito la realtà (tipo Fyre Festival)

 

lo slogan sarà yes, we Kanye, no?


  • 0

#463 LM

LM

    Sono un uomo non sono un fake.

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 9306 Messaggi:

Inviato 21 luglio 2020 - 18:50


  • 0

#464 FUsandro

FUsandro

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4615 Messaggi:

Inviato 30 luglio 2020 - 13:52

With Universal Mail-In Voting (not Absentee Voting, which is good), 2020 will be the most INACCURATE & FRAUDULENT Election in history. It will be a great embarrassment to the USA. Delay the Election until people can properly, securely and safely vote???

 

Trumpone la butta lì, sai mai che qualcuno ci caschi.


  • 0

#465 ArchieFisher

ArchieFisher

    pacato come il vecchio che ho in avatar da 50 anni

  • Moderators
  • 6702 Messaggi:

Inviato 30 luglio 2020 - 14:20

Importante ricordare che la data delle elezioni è stabilita da una legge federale, dunque può essere modificata solo dal congresso (con maggioranza semplice alla camera e maggioranza del 60% al senato - per i più impauriti, il Partito Repubblicano non ha nessuna delle due).

Inoltre la costituzione stabilisce che il nuovo presidente deve insediarsi il 20 gennaio, quindi non è possibile in ogni caso posticipare più di tanto la data.


  • 0
Life was never better than
in nineteen sixty-three

Ogni vita ha peso e dimenticanza calcolabili

"What kind of music do you usually have here?"
"Oh, we got both kinds. We got Country, and Western."

#466 FUsandro

FUsandro

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4615 Messaggi:

Inviato 30 luglio 2020 - 17:19

Importante ricordare che la data delle elezioni è stabilita da una legge federale, dunque può essere modificata solo dal congresso (con maggioranza semplice alla camera e maggioranza del 60% al senato - per i più impauriti, il Partito Repubblicano non ha nessuna delle due).
Inoltre la costituzione stabilisce che il nuovo presidente deve insediarsi il 20 gennaio, quindi non è possibile in ogni caso posticipare più di tanto la data.

Probabilmente comincia a preparare il campo per il mancato riconoscimento della sconfitta (se davvero perde).
  • 0

#467 ArchieFisher

ArchieFisher

    pacato come il vecchio che ho in avatar da 50 anni

  • Moderators
  • 6702 Messaggi:

Inviato 30 luglio 2020 - 17:55

Simpatico e molto eloquente il commento di Lamar Alexander, senatore repubblicano del Tennessee:

 

"If we were to delay the election past Jan. 20, the president would be the speaker of the House. So I wonder if anyone’s thought about that. I’m just going to go check the Constitution to make sure I didn’t misread it."

 

Nancy Pelosi for president.


  • 1
Life was never better than
in nineteen sixty-three

Ogni vita ha peso e dimenticanza calcolabili

"What kind of music do you usually have here?"
"Oh, we got both kinds. We got Country, and Western."

#468 corrigan

corrigan

    気持ち悪い

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10431 Messaggi:
  • LocationHK

Inviato 02 agosto 2020 - 11:07

Biden eyes major foreign policy shifts if he wins

 

  • Middle East: Restore assistance to the Palestinian Authority that the Trump administration has eliminated as well as to agencies that support Palestinian refugees. Biden hasn’t said he will reverse Trump’s recognition of Jerusalem as Israel’s capital or return the embassy to Tel Aviv.
  • United Nations: Restore U.S. membership in U.N. agencies such as the U.N. Educational, Scientific and Cultural Organization and possibly the U.N. Human Rights Council.
  • Europe: Tone down rhetoric Trump has used to berate and insult European allies. Biden can be expected to try to warm relations among NATO partners.
  • Africa: Try to raise America’s profile on the continent, which has become a new battleground for competition with China.
  • Asia: Revert to a traditional U.S. stance supporting the presence of American troops in Japan and South Korea. Biden has also criticized Trump’s personal relationship with Kim.
  • -Latin America: Cancel Trump administration agreements that sent asylum-seeking immigrants to Mexico and other countries while they await court dates. Biden has also promised to divert funding away from the southern border wall and use it on other priorities, though the Trump campaign notes that the former vice president in past comments hasn’t committed to halting all new border wall construction. Biden also wants to restart Obama-era engagement with Cuba.

guess who's missing?


  • 1

I distrust orthodoxies, especially orthodoxies of dissent
「その時僕はミサト さんから逃げる事しかできなかった。 他には何もできない、 他も云えない… 子供なんだと ... 僕はわかった

 


#469 Gozer

Gozer

    :3

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22134 Messaggi:

Inviato 02 agosto 2020 - 11:12

In soldoni, manterrà (o magari implementerà) l'atteggiamento diplomatico ostile con la Cina?

Magari fosse, una delle poche cose che non mi sono piaciute di Obama è stata la mollezza in Estremo Oriente.


  • 0
RYM ___ i contenuti

"SOVIET SAM" un blog billizzimo

#470 corrigan

corrigan

    気持ち悪い

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10431 Messaggi:
  • LocationHK

Inviato 02 agosto 2020 - 11:26

In soldoni, manterrà (o magari implementerà) l'atteggiamento diplomatico ostile con la Cina?

Magari fosse, una delle poche cose che non mi sono piaciute di Obama è stata la mollezza in Estremo Oriente.

Siccome è la partita più importante si tiene la mano libera, ma direi di sì - è in pratica l'unico tema bipartisan in America al momento, basta vedere i vari bill and acts che sono passati in Congresso e al Senato su Taiwan durante l'amministrazione Trump (ARIA, TAIPEI, etc.). Perfino candidati alle primarie più a sinistra di Biden come la Warren sostanzialmente erano duri con Pechino.

Comunque, guardando in profondità, l'amministrazione Obama, nel secondo mandato non fu proprio molle: il "Pivot to Asia" parte da quell'amministrazione, l'amministrazione Obama fu ad esempio chirurgica con le assicurazioni al Giappone durante la crisi delle Senkaku/Diaoyu tra il 2012 e il 2013.

E in fine dei conti non c'è enorme discontinuità con l'amministrazione Trump, che al netto dei modalità troglodite della "trade war" ha semplicemente accelerato un processo di ripensamento dell'interdipendenza economica con Pechino che sarebbe comunque avvenuto nel medio termine. Le uniche grosse differenze sono le Coree (in quel caso si tratta della tipica cosa su cui Trump si fissa e fa danni quando ci mette mano asd) e Xinjiang/HK/Taiwan, le cui situazioni nel 2015, a fine amministrazione Obama erano comunque molto diverse da come lo sono adesso (anche se prevedibili). 


  • 0

I distrust orthodoxies, especially orthodoxies of dissent
「その時僕はミサト さんから逃げる事しかできなかった。 他には何もできない、 他も云えない… 子供なんだと ... 僕はわかった

 


#471 Gozer

Gozer

    :3

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22134 Messaggi:

Inviato 02 agosto 2020 - 11:46

e Xinjiang/HK/Taiwan

 

Hai detto niente, visto quello che sta succedendo da quelle parti. Ma gli studiosi hanno azzardato previsioni sul lungo termine sull'estensione del potere della Cina a livello internazionale? E sulle questioni interne? 

 

Anni fa sembrava che fosse avviata verso un processo di democratizzazione, poi con l'arrivo di Xi marcia indietro totale: era solo un'illusione superficiale data dalla lettura esterna dei media generalisti occidentali? (Nel senso, magari gli accademici dicevano "seee, democratizzazione 'sta ceppa" ma i giornalisti se ne sono fregati, come fanno spesso).

 

Also: ma la Russia di tutto questo che ne pensa?


  • 0
RYM ___ i contenuti

"SOVIET SAM" un blog billizzimo

#472 corrigan

corrigan

    気持ち悪い

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10431 Messaggi:
  • LocationHK

Inviato 02 agosto 2020 - 12:17

 

e Xinjiang/HK/Taiwan

 

Hai detto niente, visto quello che sta succedendo da quelle parti. Ma gli studiosi hanno azzardato previsioni sul lungo termine sull'estensione del potere della Cina a livello internazionale? E sulle questioni interne? 

 

Anni fa sembrava che fosse avviata verso un processo di democratizzazione, poi con l'arrivo di Xi marcia indietro totale: era solo un'illusione superficiale data dalla lettura esterna dei media generalisti occidentali? (Nel senso, magari gli accademici dicevano "seee, democratizzazione 'sta ceppa" ma i giornalisti se ne sono fregati, come fanno spesso).

 

Also: ma la Russia di tutto questo che ne pensa?

 

1) capisco assolutamente quello che dici su XJ-HK-TW però bisogna anche contestualizzare.

Sullo Xinjiang, i campi di concentramento iniziano nel 2014, ma ci sono voluti anni per capire la portata degli eventi, l'amministrazione Obama è finita nel 2016. Prima del 2014 il frame di riferimento era l'antiterrorismo - e lì Obama aveva poco margine per criticare vista la sua drone warfare in AFPAK.

La situazione a HK pur nel contesto della Umbrella Revolution del 2014 non era paragonabile a quella odierna - la repressione comincia ad intensificarsi anche in questo caso nel 2015-16 (e quindi poi siamo in zona Trump).

Su Taiwan: è vero che si poteva fare di piu sulla Sunflower Revolution (2014), ma l'amministrazione Obama aveva paura che Tsai potesse creare instabilità nello Stretto. Il motivo era che Tsai in passato fu ministro per gli affari Mainland dell'amministrazione radicale e indipendentista DPP di Chen Shui-bian (un pessimo presidente) e sembrò assolutamente impreparata durante il suo primo tour in USA nel 2011 (è tradizione taiwanese che i candidati non incumbent vadano a fare un tour non ufficiale in America prima delle presidenziale, tradizione finita con quel buffone di Han Kuo-yu nel 2019). 

L'amministrazione Obama quindi ritenne di non potersi fidare di Tsai, memore anche dei problemi dell'amministrazione Bush con Chen (presidente dal 2000 al 2008); ma dall'altro lato non aveva tanto margine di manovra con l'amministrazione pan-Blu di Ma Ying-jeou, il quale propugnava una politica di integrazione economica con la Cina. In pratica Washington percepiva di non avere alcun margine di manovra: da un lato un governo democraticamente eletto cozy con Pechino e dall'altro un'opposizione percepita come troppo pericolosa. 

2) Il consensus tra gli studiosi è che la Cina, salvo conflitti, diventerà un egemone regionale (in certi ambiti lo è già) con enorme influenza sui processi delle organizzazioni internazionali (che si allontaneranno dagli standard post-WWII), ma non diventerà mai un egemone come lo sono stati gli USA. Sulla parte interna, ho scritto due post in risposta a pooneil. L'unica cosa che aggiungerei è che nessuno sa esattamente come va in realtà l'economia cinese perché i dati sono palesemente truccati --> c'è una montagna di debito e non si è fatto nulla per risolvere il problema, perché i problemi economici cinesi (SOE in primis), hanno motivi politico-istituzionali. Se frana tutto, la frana parte da lì.

3) Assolutamente wishful thinking. C'è da chiarire un punto però: l'assertive turn (è questo il termine usato dagli studiosi) non inizia con Xi nel 2012 ma tra il 2009 ed il 2010, alla fine del secondo mandato di Hu, anche se almeno fino al 2014 molti studiosi di primissimo piano non ne erano ancora convinti (chi per interesse politico, chi perché ciò avrebbe contraddetto le loro previsioni, chi perché pensava fossero necessarie più prove - ovviamente ci sono ancora studiosi, per lo più cinesi che lavorano all'estero, che continuano a negare qualsiasi turn).

4) La Russia reputa Washington e la UE come la minaccia più immediata per la sopravvivenza del regime putiniano, per questo motivo ha stretto un'alleanza informale con Pechino. Un ennesimo ribaltamento del triangolo strategico Mosca-Pechino-Washington non sarebbe da escludere nella Russia post-Putin. Già adesso non mancano voci particolarmente preoccupate sulla Cina.


  • 2

I distrust orthodoxies, especially orthodoxies of dissent
「その時僕はミサト さんから逃げる事しかできなかった。 他には何もできない、 他も云えない… 子供なんだと ... 僕はわかった

 


#473 Eugene

Eugene

    Sporco Lennoniano Fanatico [(C) BillyBud]

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4155 Messaggi:
  • LocationSassari, 08/09/1980

Inviato 02 agosto 2020 - 12:34

Corry, le persecuzioni contro gli Uiguri da quello che so non sono roba recente, nell'ambito della RPC ci sono sempre stati tentativi di controllo e di contenimento di quel gruppo etnico. Come mai solo negli ultimi anni c'è stata un'escalation di violenze contro loro?
  • 1
HE'S NOT THE MESSIAH, HE'S A VERY NAUGHTY BOY!

#474 corrigan

corrigan

    気持ち悪い

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10431 Messaggi:
  • LocationHK

Inviato 02 agosto 2020 - 12:47

Mi volete far fare gli straordinari asd

Nel 2008-09 vi fu un'ondata di ribellioni violente in Tibet e Xinjiang, per i noti motivi: sommersione demografica Han, controllo della cultura e della religione, povertà e disparità. In Xinjiang fu molto violenta ed organizzata, con modalità terroristiche (fino a che punto fosse terrorismo in stile OLP e fino a che punto jihadista credo sia dibattuto, non sono un esperto), continuando negli anni successivi..  fino a - lo so che sembra assurdo perché non se parla mai ed è finito tutto nel dimenticatoio - commettere prima un attentato a piazza Tian'anmen nel 2013 e poi l'operazione in stile ISIS in Europa (ma coi coltelli) a Kunming nel 2014. A quel punto Pechino cambiò marcia.


  • 1

I distrust orthodoxies, especially orthodoxies of dissent
「その時僕はミサト さんから逃げる事しかできなかった。 他には何もできない、 他も云えない… 子供なんだと ... 僕はわかった

 


#475 ucca

ucca

    CRM

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 17846 Messaggi:
  • LocationRome

Inviato 02 agosto 2020 - 13:23

Qui ho trovato riassunta brevemente la loro storia: https://www.osservat...zione-xinjiang/

 

(...)

Infine, una terza e ultima fase di disordini si ebbe tra l’inizio del 1996 e il 1997. In quel periodo furono molto numerose le operazioni di guerriglia, compresi sabotaggi e attacchi diretti alle caserme di polizia, nonché assassinii mirati ai danni di ufficiali governativi.

È a questo punto che, in contrasto a questi avvenimenti, furono varate tre importanti iniziative politiche da parte del governo centrale cinese:

1. una direttiva segreta del Politburo del PCC109 che metteva in guardia da attività religiose illegali e infiltrazioni straniere nello Xinjiang;

2. la creazione del Gruppo dei Cinque, successivamente conosciuto come Shanghai Cooperation Organization (Sco), formato da Cina, Russia, Kazakistan, Kirghizistan e Tagikistan, finalizzato a impedire ai musulmani uiguri provenienti da paesi vicini di raggiungere la Cina;

3. le campagne denominate “Strike Hard”, concepite come vere e proprie misure repressive di polizia, avviate nell’aprile 1996, consistenti in una serie di misure per annientare l’illegalità e il terrorismo, specificamente nella regione del Xinjiang.

Dopo queste tre fondamentali tappe dell’azione anti-separatista cinese, varie iniziative si sono ripetute nel tempo, caratterizzandosi sempre più con processi sommari, arresti illegali e sentenze spesso arbitrarie, conclusesi persino con pene capitali.

 

Quindi la repressione inizierebbe ben prima del 2008. Successivamente:

 

 

Ciò è avvenuto con una sorta di silenzio-assenso sul piano internazionale, favorito anche dalle conseguenze agli attentati che ebbero luogo negli Stati Uniti l’11 settembre 2001, che diedero avvio a nuove azioni di repressione contro realtà connesse in vario modo al mondo islamico. È infatti in quel periodo che la Cinaappoggiando gli Stati Uniti nella lotta al terrorismo, durante un incontro con il presidente americano Bush e il presidente russo Putin, raggiunse un tacito accordo sul suo modo di gestire le sue azioni anti-separatiste, semplicemente etichettandole come lotta al terrorismo interno.

In questo clima caratterizzato dalla diffusa paura per il terrorismo di natura islamica si è arrivati al 2017, quando una notizia sconcertante ha trovato spazio sui principali network d’informazione: in Cina, migliaia di uiguri, dopo il censimento, erano detenuti in campi formalmente denominati “scuole per l’educazione professionale” o “scuole di addestramento contro l’estremismo”, dove non si ha accesso ad avvocati e si è costretti quotidianamente a manipolazioni e deprivazioni.

(...)

 

E' interessante vedere come lo stesso problema sia trattato dalla "comunità internazionale" in modo molto diverso a seconda del periodo storico. Io ho sempre questa sensazione che Trump in realtà sia meno aggressivo (o più incerto) dei democratici, in politica estera. Ma adesso è in difficoltà e ha accettato di cavalcare con forza l'ostilità alla Cina utilizzando anche la difesa dei diritti umani (di cui ovviamente non gliene frega un cazzo, come ai democratici del resto). Ad ogni modo, quel che conta è il risultato e speriamo che grazie alle varie pressioni internazionali (sempre che una posizione venga tenuta per più di un mese, vedi la turchia che passa da un estremo all'altro: https://it.insideove...-di-ankara.html) si ottenga qualcosa

 

ps, interessante anche questo (fonte primaria è qui: https://www.aspi.org...rt/uyghurs-sale): 

 

Almeno 80mila lavoratori e lavoratrici appartenenti all’etnia uiguri, in Cina, sarebbero sottoposti a lavori forzati. In fabbriche che fornirebbero beni, direttamente o indirettamente, ad almeno 80 grandi marchi internazionali. Tra i quali nomi del calibro di Adidas, Fila, Puma, H&M, Uniqlo, Apple, Microsoft, Siemens, Volkswagen, BMW, Alstom e Bombardier

 


  • 0

www.crm-music.com

 

Mettere su un gruppo anarcho wave a 40 anni.


#476 corrigan

corrigan

    気持ち悪い

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10431 Messaggi:
  • LocationHK

Inviato 02 agosto 2020 - 13:40

ucca, mi sono fermato agli anni '00 perché aveva chiesto gli ultimi anni, comunque, giusto per rompere il cazzo, quel pezzo ha alcune imprecisioni: le campagne "Strike Hard" (严厉打击暴力恐怖活动专项行动) sono iniziate nel 2014, non nel 1996.


  • 0

I distrust orthodoxies, especially orthodoxies of dissent
「その時僕はミサト さんから逃げる事しかできなかった。 他には何もできない、 他も云えない… 子供なんだと ... 僕はわかった

 


#477 ucca

ucca

    CRM

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 17846 Messaggi:
  • LocationRome

Inviato 02 agosto 2020 - 14:34

Ok grazie. Che ne pensi del resto? Sembra una situazione (di merda) con interessi molto ingarbugliati
  • 0

www.crm-music.com

 

Mettere su un gruppo anarcho wave a 40 anni.


#478 corrigan

corrigan

    気持ち悪い

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10431 Messaggi:
  • LocationHK

Inviato 02 agosto 2020 - 15:18

Penso innanzitutto che sia necessario capire che una certa "soglia" sia stata passata. Di conseguenza mi sembra errata una chiave di lettura che si concentra soprattutto su come è cambiata la postura americana nei confronti della situazione degli uiguri. In altre parole, è vero che ci furono violenze tollerate senza tanti problemi durante gli anni '00 perché erano gli anni della War on Terror dall'altra parte della barricata, ma senza enfatizzare lo "scarto" che è accaduto in quest'ultimi anni si finisce in una slippery slope che avvantaggia soltanto gli aguzzini. 

Credo sia possibile, ma non facile, sganciare il sistema dei campi di lavoro dalle multinazionali occidentali e giapponesi - alcuni passi avanti al riguardo si stanno finalmente facendo sui media occidentali. Cinicamente, bisognerebbe mobilitare le minoranze musulmane in Europa e Americane, come esca per attirare l'esercito woke (per restare in tema), oltre alle centinaia di milioni persone in Occidente che non hanno una grande voglia di Cina.

Tutto qui però. Short of war, non si può fare nulla per convincere il governo cinese a fermarsi. Forse l'unica soluzione sarebbe cooptare i paesi arabi fornitori di petrolio, i cui governanti, nel solco della migliore tradizione dei leader arabi moderni, se sono fino ad ora altamente fottuti dei loro compagni di fede, e hanno anzi appoggiato Pechino. Ma in pratica è fantapolitica.


  • 2

I distrust orthodoxies, especially orthodoxies of dissent
「その時僕はミサト さんから逃げる事しかできなかった。 他には何もできない、 他も云えない… 子供なんだと ... 僕はわかった

 


#479 bosforo

bosforo

    无形

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 18071 Messaggi:

Inviato 10 agosto 2020 - 07:08

Come previsto Tulsi ha perso le primarie per il suo seggio al congresso. Personaggio deprimente e spero finito (politicamente)
  • 1

#480 Claudio

Claudio

    I am what I play

  • Administrators
  • 35350 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 11 agosto 2020 - 20:52

Biden ha scelto Kamala Harris come vicepresidente: https://www.repubbli...-C12-P2-S2.4-T1


  • 0




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq