Vai al contenuto


Foto
* * * - - 2 Voti

[Disco Del Mese] Lana Del Rey - Norman Fucking Rockwell (Polydor, 2019)


  • Please log in to reply
111 replies to this topic

#41 Pancakes

Pancakes

    Frankly, my dear, I don’t give a damn

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1637 Messaggi:
  • LocationWhere the Iron Crosses Grow

Inviato 08 settembre 2019 - 16:18

 

 

Si sostanzialmente, trovandone solo del buono nel suo personaggio precostituito. Ha toccato un nervo scoperto, e visto anche l'hackeraggio twitter a Petridis (Guardian) lei come altre può, grazie a suoi fan, mettere alla gogna chiunque non sia d'accordo con lei.

 

Questa storia dell'hackeraggio mica la sapevo, in cosa consiste?

 

 

In principio: https://consequenceo...was-dead-quote/

 

Adesso gli hanno hackerato il profilo Twitter causa le tre stellette rifilate in ordine a Beyoncé, Swift e Del Rey. L'accusa anche di essere misogino. Una follia.

 

 

Che poi sta cosa quadra purtroppo tanto con la chiusura della comment box di RYM del suo ultimo disco [in passato accaduta solamente a Lemonade proprio di Beyoncè] quanto con addirittura l'arcaica chiusura di megaupload a ridosso dell'uscita del suo primo disco ad opera del ricco babbo. Petridis lo ricordo [oddio, così sembra che sia morto] come uno argutamente critico nei confronti di sta gente, non dico costretto di malavoglia a recensirle, ma sicuramente non un leccaculo. Solo che finchè prendeva in giro gli Immagina Draghi tutto ok, tocchi il gentil sesso e tac! Thought police alla riscossa asd


  • 0

The core principle of freedom
Is the only notion to obey


#42 Cliff

Cliff

    utente col favore delle tenebre

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10579 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 08 settembre 2019 - 16:28

Io comunque non terrei troppo in considerazione chi al termine di una recensione termina con questa forma grafica (+ emoji imbarazzante) 
 

SENZA VOTO 🤭
  • 3
Ha detto bene il presidente del coni, che il mondo dei dilettanti...chapeau. On duà parler français monsieur, mettenan nous parlon français, tout suit, ma la question n’est parer, n’est pas, comme ça [Carlo Tavecchio]

Caro Sig.'Cliff' di Roma le confesso che non capito..


probabilmente off topic


#43 vuvu

vuvu

    الرجل المكرسة لقضية المرأة ويقع في

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 16486 Messaggi:

Inviato 08 settembre 2019 - 16:34

 

 

SENZA VOTO 

 

 

Ci mancherebbe, te la immagini a fare queste cose?

 

hqdefault.jpg

 

asd


  • 0

"L'intensità del rumore provoca ostilità, sfinimento, narcisismo, panico e una strana narcosi." (Adam Knieste, cit.)

 

"Deve rimanere solo l'amore per l'arte, questo aprire le gambe e farsi immergere dal soffio celeste dello Spirito." (Simon, cit.)

 

La vita è bella solo a Ibiza (quando non c'è nessuno).


#44 Connacht

Connacht

    :.::

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1765 Messaggi:
  • LocationWhere I end and you begin

Inviato 08 settembre 2019 - 17:04

 

 

 

Si sostanzialmente, trovandone solo del buono nel suo personaggio precostituito. Ha toccato un nervo scoperto, e visto anche l'hackeraggio twitter a Petridis (Guardian) lei come altre può, grazie a suoi fan, mettere alla gogna chiunque non sia d'accordo con lei.

 

Questa storia dell'hackeraggio mica la sapevo, in cosa consiste?

 

 

In principio: https://consequenceo...was-dead-quote/

 

Adesso gli hanno hackerato il profilo Twitter causa le tre stellette rifilate in ordine a Beyoncé, Swift e Del Rey. L'accusa anche di essere misogino. Una follia.

 

 

Che poi sta cosa quadra purtroppo tanto con la chiusura della comment box di RYM del suo ultimo disco [in passato accaduta solamente a Lemonade proprio di Beyoncè] quanto con addirittura l'arcaica chiusura di megaupload a ridosso dell'uscita del suo primo disco ad opera del ricco babbo. Petridis lo ricordo [oddio, così sembra che sia morto] come uno argutamente critico nei confronti di sta gente, non dico costretto di malavoglia a recensirle, ma sicuramente non un leccaculo. Solo che finchè prendeva in giro gli Immagina Draghi tutto ok, tocchi il gentil sesso e tac! Thought police alla riscossa asd

 

 

Da quel che leggo nella discussione su RYM, hanno chiuso il box dei commenti perché era scoppiato un enorme flame causato da una recensione che definiva Lana Del Rey fascista.


  • 0

Free BritneyLast.fm

 

aretha-2.jpg 

 

There is no theory. You have only to listen. Pleasure is the law. I love music passionately. And because l love it, I try to free it from barren traditions that stifle it. It is a free art gushing forth — an open-air art, boundless as the elements, the wind, the sky, the sea. It must never be shut in and become an academic art.

  • Claude Debussy
    quoted in An Encyclopedia of Quotations About Music (1981) by Nat Shapiro, p. 268

#45 An Absent Friend

An Absent Friend

    We're happening

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3353 Messaggi:
  • LocationFuori della storia e in abito borghese

Inviato 08 settembre 2019 - 17:12

Solo a me bastonare uno che ti valuta positivamente per i motivi sbagliati sembra una cosa simpaticissima? asd Tenerli tutti sulle spine, e che non si aspettino la solita star simpaticona (immagine piaga come minimo del decennio). Il mio sogno a questo punto è vederla dare la sedia in testa a Jimmy Fallon in diretta (Lana, tanto lo sappiamo che sei la persona più dolce del mondo).


  • 1

 

Talmente brutto che e' da considerare 90

 

 
In pratica vogliono il magical negro senza i poteri magici, sai che palle.

 

 

I voti sono sull'attività svolta e sulle iniziative dichiarate o parzialmente avviate

 


#46 Damy

Damy

    pophead

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11597 Messaggi:

Inviato 08 settembre 2019 - 17:19

Certamente LDR ha un fanbase davvero aggressivo (soprattutto considerato il tipo di musica che fa asd ), a suo modo io la vedo proprio come un perfetto specchio dal panorama anglofono internettiano in tutte le sue incongruenze, e tutto quello che dice viene in qualche maniera esagerato e portato all'eccesso dai suoi seguaci in un ciclo abbastanza morboso del quale lei forse manco si accorge in quei termini.

 

Ma in linea di massima vi ricordo che queste intransigenze sono purtroppo abbastanza comuni nel mondo del Pop & dintorni che ha a che fare con artiste donne (tacciamo delle cagnate tra fan e detrattori di Marina, o di quando Lily Allen andava contro Cheryl Cole...).


  • 2
OR

#47 Incidente

Incidente

    Feudo

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6490 Messaggi:
  • LocationBerlin

Inviato 08 settembre 2019 - 17:38

Mamma mia che brutta cosa quella roba di Indie-Rock, avrei preferito non sapere della sua esistenza. Now I wish I was dead asd


Lui generalmente é molto piú ragionevole, ma con lei sembra averci proprio un problema. Ho provato a farlo ragionare, che ha montato un pippone del genere sotto a un mio post entusiastico, ma a quanto pare non ha funzionato. Continua la sua crociata contro l'inautenticità, che perde qualsiasi critica poiché nega la possibilità della bellezza in presenza di un ghostwriter. Che é come dire che un quadro di Donatello sarebbe brutto se non lo avesse dipinto Donatello.
  • 0

#48 Seattle Sound

Seattle Sound

    Non sono pigro,è che non me ne frega un cazzo.

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 37079 Messaggi:
  • LocationTiny little green

Inviato 08 settembre 2019 - 17:39

Ma in linea di massima vi ricordo che queste intransigenze sono purtroppo abbastanza comuni nel mondo del Pop & dintorni che ha a che fare con artiste donne (tacciamo delle cagnate tra fan e detrattori di Marina, o di quando Lily Allen andava contro Cheryl Cole...).


Esatto. Dovrebbero tutte prendere esempio dalla fanbase di Madonna! ashd
  • 1

Alfonso Signorini: "Hai mai aperto una cozza?"
Emanuele Filiberto: "Sì, guarda, tante. Ma tante..."
(La Notte degli Chef, Canale 5)

 

"simpatico comunque eh" (Fily, Forum Ondarock)

 

"passere lynchane che finiscono scopate dai rammstein"

"Io ho sofferto moltissimo per questo tipo di dipendenza e credo di poterlo aiutare. Se qualcuno lo conosce e sente questo appello mi faccia fare una telefonata da lui, io posso aiutarlo"
(Rocco Siffredi, videomessaggio sul web)


"Ah, dei campi da tennis. Come diceva Battiato nella sua canzone La Cura"


#49 floods

floods

    l'utente main$tream

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 16579 Messaggi:

Inviato 08 settembre 2019 - 17:45

 

Mamma mia che brutta cosa quella roba di Indie-Rock, avrei preferito non sapere della sua esistenza. Now I wish I was dead asd


Lui generalmente é molto piú ragionevole, ma con lei sembra averci proprio un problema. Ho provato a farlo ragionare, che ha montato un pippone del genere sotto a un mio post entusiastico, ma a quanto pare non ha funzionato. Continua la sua crociata contro l'inautenticità, che perde qualsiasi critica poiché nega la possibilità della bellezza in presenza di un ghostwriter. Che é come dire che un quadro di Donatello sarebbe brutto se non lo avesse dipinto Donatello.

 

 

Credo di aver capito quale fosse il post... stavo per rispondergli io ma poi non ho inoltrato la risposta, non avevo proprio voglia tanto mi sa che davanti a certe convinzioni è inutile provare a far ragionare. Quello che mi stupisce di questi detrattori della Del Rey è che poi tutti pensano che alla fine lei canti sempre le stesse 2-3 canzoni, allora mi chiedo, ma se ognuna delle sue canzoni ha sempre un'impronta melodica così forte e riconoscibile non è che forse è lei a dare al disco quell'impronta nel momento in cui produttori e coautori cambiano sempre ad ogni album?


  • 1
RYM enafffffffiiiiooooooooolllll

#50 Connacht

Connacht

    :.::

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1765 Messaggi:
  • LocationWhere I end and you begin

Inviato 08 settembre 2019 - 17:46

Ma in linea di massima vi ricordo che queste intransigenze sono purtroppo abbastanza comuni nel mondo del Pop & dintorni che ha a che fare con artiste donne (tacciamo delle cagnate tra fan e detrattori di Marina, o di quando Lily Allen andava contro Cheryl Cole...).

 

Mi hai fatto venire il dubbio di controllare una cosa e ho trovato questo  asd:

 

https://tonedeaf.the...tool-us-charts/


  • 1

Free BritneyLast.fm

 

aretha-2.jpg 

 

There is no theory. You have only to listen. Pleasure is the law. I love music passionately. And because l love it, I try to free it from barren traditions that stifle it. It is a free art gushing forth — an open-air art, boundless as the elements, the wind, the sky, the sea. It must never be shut in and become an academic art.

  • Claude Debussy
    quoted in An Encyclopedia of Quotations About Music (1981) by Nat Shapiro, p. 268

#51 Sleepyhead

Sleepyhead

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5621 Messaggi:

Inviato 08 settembre 2019 - 18:35

 

Ma in linea di massima vi ricordo che queste intransigenze sono purtroppo abbastanza comuni nel mondo del Pop & dintorni che ha a che fare con artiste donne (tacciamo delle cagnate tra fan e detrattori di Marina, o di quando Lily Allen andava contro Cheryl Cole...).

 

Mi hai fatto venire il dubbio di controllare una cosa e ho trovato questo  asd:

 

https://tonedeaf.the...tool-us-charts/

 

 

E certi discorsi li fanno pure i fans indie che "oddio che palle i Tool!"

 

Cazzo, un disco di quelle sonorità dopo 13 anni di silenzio. "Oh ma voi di Sinistra avete le mani in tutte le tv" "ma sorridete un po'!"


  • 0

"Dovete vedere noi, perché la televisione non vi fo' far crescere quando fa le sue trasmissioni, ve vo' tene boni; la televisione non ve vo' fa capire, ve vo' addormentà. Questa trasmissione, discute e vi fa discutere dei vostri problemi perché vedete - guardate che bell'abito che c'ho, ho una casa al mare - HO mi guardate, o io me ne vado, ma me dovete guardà in tanti e vi dovete sentire il dovere IL DOVERE, perchè io a causa VOSTRA, c'ho rimesso MILIARDI per divve aaverità."


#52 Damy

Damy

    pophead

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11597 Messaggi:

Inviato 08 settembre 2019 - 18:49

 

 

Mamma mia che brutta cosa quella roba di Indie-Rock, avrei preferito non sapere della sua esistenza. Now I wish I was dead asd


Lui generalmente é molto piú ragionevole, ma con lei sembra averci proprio un problema. Ho provato a farlo ragionare, che ha montato un pippone del genere sotto a un mio post entusiastico, ma a quanto pare non ha funzionato. Continua la sua crociata contro l'inautenticità, che perde qualsiasi critica poiché nega la possibilità della bellezza in presenza di un ghostwriter. Che é come dire che un quadro di Donatello sarebbe brutto se non lo avesse dipinto Donatello.

 

 

Credo di aver capito quale fosse il post... stavo per rispondergli io ma poi non ho inoltrato la risposta, non avevo proprio voglia tanto mi sa che davanti a certe convinzioni è inutile provare a far ragionare. Quello che mi stupisce di questi detrattori della Del Rey è che poi tutti pensano che alla fine lei canti sempre le stesse 2-3 canzoni, allora mi chiedo, ma se ognuna delle sue canzoni ha sempre un'impronta melodica così forte e riconoscibile non è che forse è lei a dare al disco quell'impronta nel momento in cui produttori e coautori cambiano sempre ad ogni album?

 

Sarebbe lo stesso discorso da fare per Madonna, Bowie, Janet e altri della cricca - tutta gente storicamente un po' bastonata dalla critica "seria" anche se poi col tempo questi artisti sono andati tutti avanti reinventadosi ed evolvendosi in maniera ben migliore rispetto a tanti ruockers de ferro asd

 

Che poi in qualunque studio di registrazione un minimo professionale ci stanno dentro sempre un nugolo di persone, tra tecnici addetti alla console (che solo loro sanno operare e che costa milioni di $ e col cazzo che le fa fanno toccare), assitenti, musicisti, produttori, discografici e manager, e tutti finiscono col contribuire al prodotto finale. Non solo, ultimamente guardavo documentari sugli Stock Aitken Waterman ai tempi d'oro di fine anni 80, e per quanto chiaramente loro fossero il "prototipo" della catena di montaggio musicale da cima a fondo, quando guardi certi filmati ti rendi conto che spesso il cantante di turno aveva il suo input e che senza quel tassello la canzone non sarebbe mai nata. Il "meccanismo prefabbricato" stava nel modo in cui loro tre selezionavano chi entrava in studio e la strategia di marketing montata ad arte per mandare i propri pupilli al successo, ma la canzone di per se nasceva da uno sforzo abbastanza comune. Senza un duo cockney-speperino come Mel & Kim a sparare rime e cazzate in studio una canzone come Respectable semplicemente non sarebbe mai nata.

 

 

 

Ma in linea di massima vi ricordo che queste intransigenze sono purtroppo abbastanza comuni nel mondo del Pop & dintorni che ha a che fare con artiste donne (tacciamo delle cagnate tra fan e detrattori di Marina, o di quando Lily Allen andava contro Cheryl Cole...).

 

Mi hai fatto venire il dubbio di controllare una cosa e ho trovato questo  asd:

 

https://tonedeaf.the...tool-us-charts/

 

 

Il mash-up tra i Tool e la Swift postato l'altro giorno sul topic mi ha fatto vociare  - canzone della settimana :P


  • 2
OR

#53 usern***

usern***

    granita di gelsi rossi

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7587 Messaggi:
  • Locationmediterranea

Inviato 09 settembre 2019 - 13:20

magari anche a casa sua durante la stesura di una canzone. In questo caso, sarebbe magnifico a prescindere. asd

vulvu

Qui c'è il copyright di Lassigue. asd
non lo sapevo, voleva essere una risposta all'orrendo "uterina"

cmq potrebbe essere il disco dell'anno di OR?
  • 0

La tua firma può contenere:

  • • Fino a 1 immagini
  • • Immagini fino a 350 x 150 pixels
  • • Qualsiasi numero di URLs
  • • Fino a 12 linee

#54 vuvu

vuvu

    الرجل المكرسة لقضية المرأة ويقع في

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 16486 Messaggi:

Inviato 09 settembre 2019 - 13:23

 

 

 

magari anche a casa sua durante la stesura di una canzone. In questo caso, sarebbe magnifico a prescindere. asd

vulvu

Qui c'è il copyright di Lassigue. asd
non lo sapevo, voleva essere una risposta all'orrendo "uterina"

cmq potrebbe essere il disco dell'anno di OR?

 

 

Non credo, ci sono svariati pareri contrastanti. 

 

Uterina e vulvu sono simpatici, dai. asd


  • 0

"L'intensità del rumore provoca ostilità, sfinimento, narcisismo, panico e una strana narcosi." (Adam Knieste, cit.)

 

"Deve rimanere solo l'amore per l'arte, questo aprire le gambe e farsi immergere dal soffio celeste dello Spirito." (Simon, cit.)

 

La vita è bella solo a Ibiza (quando non c'è nessuno).


#55 Pancakes

Pancakes

    Frankly, my dear, I don’t give a damn

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1637 Messaggi:
  • LocationWhere the Iron Crosses Grow

Inviato 09 settembre 2019 - 15:08

 

 


 

Credo di aver capito quale fosse il post... stavo per rispondergli io ma poi non ho inoltrato la risposta, non avevo proprio voglia tanto mi sa che davanti a certe convinzioni è inutile provare a far ragionare. Quello che mi stupisce di questi detrattori della Del Rey è che poi tutti pensano che alla fine lei canti sempre le stesse 2-3 canzoni, allora mi chiedo, ma se ognuna delle sue canzoni ha sempre un'impronta melodica così forte e riconoscibile non è che forse è lei a dare al disco quell'impronta nel momento in cui produttori e coautori cambiano sempre ad ogni album?

 

Sarebbe lo stesso discorso da fare per Madonna, Bowie, Janet e altri della cricca - tutta gente storicamente un po' bastonata dalla critica "seria" anche se poi col tempo questi artisti sono andati tutti avanti reinventadosi ed evolvendosi in maniera ben migliore rispetto a tanti ruockers de ferro asd

 

Che poi in qualunque studio di registrazione un minimo professionale ci stanno dentro sempre un nugolo di persone, tra tecnici addetti alla console (che solo loro sanno operare e che costa milioni di $ e col cazzo che le fa fanno toccare), assitenti, musicisti, produttori, discografici e manager, e tutti finiscono col contribuire al prodotto finale. Non solo, ultimamente guardavo documentari sugli Stock Aitken Waterman ai tempi d'oro di fine anni 80, e per quanto chiaramente loro fossero il "prototipo" della catena di montaggio musicale da cima a fondo, quando guardi certi filmati ti rendi conto che spesso il cantante di turno aveva il suo input e che senza quel tassello la canzone non sarebbe mai nata. Il "meccanismo prefabbricato" stava nel modo in cui loro tre selezionavano chi entrava in studio e la strategia di marketing montata ad arte per mandare i propri pupilli al successo, ma la canzone di per se nasceva da uno sforzo abbastanza comune. Senza un duo cockney-speperino come Mel & Kim a sparare rime e cazzate in studio una canzone come Respectable semplicemente non sarebbe mai nata.

 

 

No ma per davvero asd

 

Comunque Lana scrive e co-produce tutto quello che fa, da sempre (e si sente). Poi chiaramente lavora con persone diverse a seconda delle esigenze che ha - una cosa che fanno praticamente TUTTI, nessuno fa tutto da solo. Lo stesso Prince una volta diventato famoso si faceva attorniare della Revolution (un sestetto di musicisti coi controcazzi che hanno gettato idee, linee di basso, ritmiche e quant'altro per far diventare Purple Rain quello che tutti oggi conosciamo). Semmai ci sarebbe da chiedersi sul come mai per certi ascoltatori a una come Lana non viene attribuito direttamente il titolo di autrice, mentre gente come Cave e Springsteen (entrambi eternamente attorniati da una moltitudine di musicisti che da decenni a questa parte non gli lasciano manco aggiustare l'asta del microfono) si prendono questo titolo - titolo che poi, per qualche motivo, diventa indice di una non meglio specificata "superiorita intellettuale" rispetto alla "banale popstar".

 

Poi l'uscita di Lana contro quella recensione pare fuori luogo anche a me. Non c'era davvero bisogno, dal momento che nel campo della musica chiunque per connettersi col pubblico deve creare un'idea, e quest'idea poi diventa un suono che si abbina ad una voce, ad un'immagine, ad un vestito, ad una playlist, ad un cartellone pubblicitario, ad uno scenario per allestire il proprio palco, e via dicendo - insomma, un "prodotto". E pertanto sono prodotti tanto Lana quanto i Pink Floyd (in assoluto gli spendaccioni piu esosi e commerciali della storia dello showbiz), Springsteen e i Sister Of Mercy. Diciamo che posso almeno provare a immaginare la frustrazione che si deve portare dietro lei nel sentirsi definire prontamente come un prodotto, mentre magari Harry Styles viene descritto come l'ultima grande rockstar...

 

Però secondo me qui non è una questione di genere, visto che mi sembra che è come la stai mettendo tu, perchè gente come Joni Mitchell, PJ Harvey, St. Vincent, Erykah Badu e un infinità di altre da chi le conosce sono considerate autori tanto quanto Springsteen, Cave, Cohen e Smith. Quindi, eventualmente, sono i "prodottini" [notare le virgolette] Del Rey, Lovato, Swift e Pia Mia [faccio un mischione di nomi per come possono erroneamente essere viste tutte ammucchiate da un occhio / ascoltatore inesperto] a fare una figura mediocre rispetto alle tipe prima, così come sono i Niall Horan, Ricky Martin, Sandy Marton del caso a fare una figura mediocre rispetto ai signori di prima. Certamente vale pure se incroci i due gruppi di artisti, ma non credo sia una cosa che gioca necessariamente a favore degli uomini rispetto alle donne.


  • 0

The core principle of freedom
Is the only notion to obey


#56 Tom

Tom

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 13932 Messaggi:

Inviato 09 settembre 2019 - 15:37

Per gli uomini credo sia piu' facile la "redenzione".

Basta un disco un attimo piu' personale o su coordinate una virgola piu' alternative che tutti diventano novelli Scott Walker. Viceversa per le donne "pop" una virgola in piu' di ambizione e' quasi sempre catalogata come capriccio. 

 

Immaginate l'avesse fatto Justin Bieber un disco coi Flaming Lips...


  • 0

#57 Pancakes

Pancakes

    Frankly, my dear, I don’t give a damn

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1637 Messaggi:
  • LocationWhere the Iron Crosses Grow

Inviato 09 settembre 2019 - 15:50

Per gli uomini credo sia piu' facile la "redenzione".

Basta un disco un attimo piu' personale o su coordinate una virgola piu' alternative che tutti diventano novelli Scott Walker. Viceversa per le donne "pop" una virgola in piu' di ambizione e' quasi sempre catalogata come capriccio. 

 

Immaginate l'avesse fatto Justin Bieber un disco coi Flaming Lips...

 

A me sembra che le novelle Kate Bush o Nina Simone siano "diventate" le varie Swift e Beyoncè con i loro dischi "conscious" una volta visto che lo stardom puro cominciava a calare [in verità il vero acclaim critico dells Swift arrivò con 1989 dove era tutt'altro che in declino], mentre non penso che gente come Puth [o anche la Trainor, per dare un colpo al cerchio ed uno alla botte] sarebbero capaci di altrettanto. Poi ovviamente un grande marasma in queste discussioni lo fa il confondere chi dice cosa, Damy prima citava ad un certo proposito Bowie, Madonna e Janet Jackson tutti insieme ma non credo che quello che lui dice che certe persone dicono viene detto dallo stesso tipo di persone in blocco.

 

[Il disco dei Flaming Lips partiva con l'essere, per certi aspetti, una discreta chiavica in maniera quasi aprioristica, al punto che la semplice sostituzione di una voce con un altra ne avrebbe migliorato davvero di poco la sorte. Poi meglio quello di tante cose della Cyrus successiva eh, tipo il ritorno all'ovile country.]


  • 0

The core principle of freedom
Is the only notion to obey


#58 Cyclo

Cyclo

    Palmen am balkon

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6370 Messaggi:

Inviato 09 settembre 2019 - 15:55

Ci ripensavo proprio in questi giorni al dischetto "indie" di Miley Cyrus asd e di come di fatto sia stato così velocemente dimenticato dall'ascoltatore medio (ma anche da lei, se ha sentito il bisogno di riportarsi in territori più standard, per così dire).


  • 0

ma che te ne frega dei meno o dei più sei grande ormai, è ora di pensare a una moto di grossa cilindrata.

 

#59 Damy

Damy

    pophead

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11597 Messaggi:

Inviato 09 settembre 2019 - 16:57

 

 

 


 

Credo di aver capito quale fosse il post... stavo per rispondergli io ma poi non ho inoltrato la risposta, non avevo proprio voglia tanto mi sa che davanti a certe convinzioni è inutile provare a far ragionare. Quello che mi stupisce di questi detrattori della Del Rey è che poi tutti pensano che alla fine lei canti sempre le stesse 2-3 canzoni, allora mi chiedo, ma se ognuna delle sue canzoni ha sempre un'impronta melodica così forte e riconoscibile non è che forse è lei a dare al disco quell'impronta nel momento in cui produttori e coautori cambiano sempre ad ogni album?

 

Sarebbe lo stesso discorso da fare per Madonna, Bowie, Janet e altri della cricca - tutta gente storicamente un po' bastonata dalla critica "seria" anche se poi col tempo questi artisti sono andati tutti avanti reinventadosi ed evolvendosi in maniera ben migliore rispetto a tanti ruockers de ferro asd

 

Che poi in qualunque studio di registrazione un minimo professionale ci stanno dentro sempre un nugolo di persone, tra tecnici addetti alla console (che solo loro sanno operare e che costa milioni di $ e col cazzo che le fa fanno toccare), assitenti, musicisti, produttori, discografici e manager, e tutti finiscono col contribuire al prodotto finale. Non solo, ultimamente guardavo documentari sugli Stock Aitken Waterman ai tempi d'oro di fine anni 80, e per quanto chiaramente loro fossero il "prototipo" della catena di montaggio musicale da cima a fondo, quando guardi certi filmati ti rendi conto che spesso il cantante di turno aveva il suo input e che senza quel tassello la canzone non sarebbe mai nata. Il "meccanismo prefabbricato" stava nel modo in cui loro tre selezionavano chi entrava in studio e la strategia di marketing montata ad arte per mandare i propri pupilli al successo, ma la canzone di per se nasceva da uno sforzo abbastanza comune. Senza un duo cockney-speperino come Mel & Kim a sparare rime e cazzate in studio una canzone come Respectable semplicemente non sarebbe mai nata.

 

 

No ma per davvero asd

 

Comunque Lana scrive e co-produce tutto quello che fa, da sempre (e si sente). Poi chiaramente lavora con persone diverse a seconda delle esigenze che ha - una cosa che fanno praticamente TUTTI, nessuno fa tutto da solo. Lo stesso Prince una volta diventato famoso si faceva attorniare della Revolution (un sestetto di musicisti coi controcazzi che hanno gettato idee, linee di basso, ritmiche e quant'altro per far diventare Purple Rain quello che tutti oggi conosciamo). Semmai ci sarebbe da chiedersi sul come mai per certi ascoltatori a una come Lana non viene attribuito direttamente il titolo di autrice, mentre gente come Cave e Springsteen (entrambi eternamente attorniati da una moltitudine di musicisti che da decenni a questa parte non gli lasciano manco aggiustare l'asta del microfono) si prendono questo titolo - titolo che poi, per qualche motivo, diventa indice di una non meglio specificata "superiorita intellettuale" rispetto alla "banale popstar".

 

Poi l'uscita di Lana contro quella recensione pare fuori luogo anche a me. Non c'era davvero bisogno, dal momento che nel campo della musica chiunque per connettersi col pubblico deve creare un'idea, e quest'idea poi diventa un suono che si abbina ad una voce, ad un'immagine, ad un vestito, ad una playlist, ad un cartellone pubblicitario, ad uno scenario per allestire il proprio palco, e via dicendo - insomma, un "prodotto". E pertanto sono prodotti tanto Lana quanto i Pink Floyd (in assoluto gli spendaccioni piu esosi e commerciali della storia dello showbiz), Springsteen e i Sister Of Mercy. Diciamo che posso almeno provare a immaginare la frustrazione che si deve portare dietro lei nel sentirsi definire prontamente come un prodotto, mentre magari Harry Styles viene descritto come l'ultima grande rockstar...

 

Però secondo me qui non è una questione di genere, visto che mi sembra che è come la stai mettendo tu, perchè gente come Joni Mitchell, PJ Harvey, St. Vincent, Erykah Badu e un infinità di altre da chi le conosce sono considerate autori tanto quanto Springsteen, Cave, Cohen e Smith. Quindi, eventualmente, sono i "prodottini" [notare le virgolette] Del Rey, Lovato, Swift e Pia Mia [faccio un mischione di nomi per come possono erroneamente essere viste tutte ammucchiate da un occhio / ascoltatore inesperto] a fare una figura mediocre rispetto alle tipe prima, così come sono i Niall Horan, Ricky Martin, Sandy Marton del caso a fare una figura mediocre rispetto ai signori di prima. Certamente vale pure se incroci i due gruppi di artisti, ma non credo sia una cosa che gioca necessariamente a favore degli uomini rispetto alle donne.

 

 

No la mia non era una questione di genere m/f, ho citato artisti in campo popular che hanno impiegato look e produzione in maniera accentuata al punto da confondere il povero ascoltatore intransigente che stava ad aspettare l'artista "vero" con la chitarra che si faceva tutto da solo (ci avrei potuto inserire anche Timberlake nella lista per dire, un altro che per farsi accettare dalla critica un po' c'ha messo nonostante un disco come FS/LS sia un bignami miliare del sound anni 00). Ma anche lo scagatissimo Boy George, eh. Poi ovvio che Bowie viene trattato sempre meglio rispetto alla Jackson ci mancherebbe, ma anche lui da Let's Dance in poi ha sempre incontrato un certo ostracismo da parte della critica seria tutte le volte che ha cambiato sound, dal synth-pop alla dance alla drum'n'bass etc.

 

Poi oggi il poptimismo ha invertito la rotta di marcia e Beyonce viene trattata meglio della rock band di turno. La recensione di Indie-rock di cui sopra fa quindi parte di una minoranza rispetto al plauso critico che sta ormai accompagnando gran parte delle uscite della Del Rey, ma anche se si tratta solo di una vecchia scoria di un pensiero minoritario proveniente da un'era passata che fa quasi tenerezza, io la trovo comunque parecchio ottusa.


  • 0
OR

#60 Pancakes

Pancakes

    Frankly, my dear, I don’t give a damn

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1637 Messaggi:
  • LocationWhere the Iron Crosses Grow

Inviato 12 settembre 2019 - 11:08

 

 

 

No la mia non era una questione di genere m/f, ho citato artisti in campo popular che hanno impiegato look e produzione in maniera accentuata al punto da confondere il povero ascoltatore intransigente che stava ad aspettare l'artista "vero" con la chitarra che si faceva tutto da solo (ci avrei potuto inserire anche Timberlake nella lista per dire, un altro che per farsi accettare dalla critica un po' c'ha messo nonostante un disco come FS/LS sia un bignami miliare del sound anni 00). Ma anche lo scagatissimo Boy George, eh. Poi ovvio che Bowie viene trattato sempre meglio rispetto alla Jackson ci mancherebbe, ma anche lui da Let's Dance in poi ha sempre incontrato un certo ostracismo da parte della critica seria tutte le volte che ha cambiato sound, dal synth-pop alla dance alla drum'n'bass etc.

 

Poi oggi il poptimismo ha invertito la rotta di marcia e Beyonce viene trattata meglio della rock band di turno. La recensione di Indie-rock di cui sopra fa quindi parte di una minoranza rispetto al plauso critico che sta ormai accompagnando gran parte delle uscite della Del Rey, ma anche se si tratta solo di una vecchia scoria di un pensiero minoritario proveniente da un'era passata che fa quasi tenerezza, io la trovo comunque parecchio ottusa.

 

 

Ma prima hai proprio fatto il paragone tra Lana Del Rey, che non viene riconosciuta come autrice ma al massimo sgualdrina pop in decadenza [da alcuni] e Harry Styles, che con la svolta classic rock [almeno superficialmente] invece ha guadagnato credibilità presso un pubblico diverso da quello degli 1D [ma non necessariamente le stesse persone dell'esempio della Del Rey di sopra]. Idem per il discorso critico: il "plauso critico" che artisti pop si sono oggi faticosamente guadagnati è quello di testate che prima non li trattavano [e stai a vede quante mazzette tirava Beyoncè a The Fader], non di quelle più generaliste o del loro settore o della colonna musica del new york times, i Mollica americani della situazione.

 

Il recensore di indie rock è un babbo perchè dà le "colpe" dell'artista alla sua musica, mentre sta roba andrebbe sempre recensita sapendo da dove proviene. Da qui, poi, farmi passare Taylor Swift per Kate Bush o Cardi B per Lauryn Hill, sinceramente no.


  • 0

The core principle of freedom
Is the only notion to obey





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq