Vai al contenuto


Foto
* * * - - 2 Voti

Darts


  • Please log in to reply
42 replies to this topic

#1 Duck

Duck

    Categnaccio

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21169 Messaggi:

Inviato 07 febbraio 2019 - 19:50

Siccome qua c'è tutta una comunità trasverale che si trova ogni tanto negli status per commentare i principali tornei di freccette, direi che è giunto il momento del thread.

 

Insomma, si parla di freccette, di questa gente qua:

 

WrightChangeFeatured.jpg

 

Il bersaglio lo conosciamo tutti: ci sono 20 settori, l'anello in mezzo che triplica il punteggio del relativo settore, quello esterno che lo raddoppia, il centro del cerchio che dà 50 e il verde attorno che dà 25. Ogni leg parte da 501 e va chiuso con una doppia, cioè una freccia nel settore esterno. E' necessario quindi rimanere pari: se me ne mancano 8, devo chiudere al doppio 4.

 

Il campionato mondiale individuale si svolge attorno a Natale, quello a squadre a fine giugno, la Premier League invece parte stasera: un girone all'italiana con 10 giocatori, da oggi fino a maggio. I più forti sono gli inglesi (e dintorni: gallesi, scozzesi...) e gli olandesi, c'è qualche tedesco e austriaco discreto, un paio di spagnoli... noi facciamo cagare, ma non quanto i francesi che manco li invitano al mondiale.

 

Questo è l'uomo da battere, il numero 1, campione del mondo uscente e peggior stronzo del circuito:

 


  • 4

«Mister, possiamo lavorare sulle diagonali?», la richiesta di qualche giocatore. No, la risposta del tecnico. 

consigli per il futuro: leggere i fantaconsigli dell'UU e fare l'esatto opposto

Poi Eriksen è buono ma Sensi è meglio se non fosse sempre rotto.


#2 strafanich

strafanich

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3748 Messaggi:

Inviato 07 febbraio 2019 - 20:24

UUUUUAAAAANANDREDENEIIIITTI


  • 0

#3 veryc

veryc

    E i ramo' ?

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1415 Messaggi:

Inviato 08 febbraio 2019 - 09:12

Accidenti che macchina.

9-darters significa terminare la leg in 9 tiri?

 

EDIT: Mi autorispondo con questo video


  • 0

Ha già fatto tutto Black Mirror

 


#4 Duck

Duck

    Categnaccio

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21169 Messaggi:

Inviato 08 febbraio 2019 - 17:46

Sì, è la partita perfetta: non ci sono infatti possibilità di chiudere un leg in 8 frecce. Ci sono diverse combinazioni possibili ma la base è 180-180-triplo 20-triplo 19-doppio 12. Di solito, nei tornei è previsto un premio speciale (tipo 10mila sterline) per chi completa il Nine-Darter.

L'ultimo a farlo in diretta televisiva è stato questo promettente ragazzino belga:

 


  • 0

«Mister, possiamo lavorare sulle diagonali?», la richiesta di qualche giocatore. No, la risposta del tecnico. 

consigli per il futuro: leggere i fantaconsigli dell'UU e fare l'esatto opposto

Poi Eriksen è buono ma Sensi è meglio se non fosse sempre rotto.


#5 Duck

Duck

    Categnaccio

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21169 Messaggi:

Inviato 03 marzo 2019 - 19:06

Stasera (su DAZN, per chi vuole dare un'occhiata) semifinali e finale del primo major della stagione: lo UK Open, forse uno dei tornei più belli perchè senza il solito tabellone tennistico ma con il sorteggio libero.

 

Il numero 1 del mondo, Michael Van Gerwen, è uscito al 4° turno (che poi sarebbe la sua prima partita) contro Mervyn King, 52enne che non regala nulla ma che sta due categorie sotto. Il campione uscente, Gary Anderson, ha problemi alla schiena e infatti è uscito subito anche lui contro Steve Beaton, un residuato degli anni '70 col nickname "The Bronzed Adonis":

 

 

Vittime illustri anche Peter Wright (sorteggio un po' sfortunato, s'è trovato contro l'austriaco Suljovic) e James Wade.

 

Chi rimane? Quelli che giocano stasera: il giovane Nathan Aspinall (grande exploit al mondiale dove è arrivato in semifinale) che si trova contro un Price in grande forma, l'ex campione del mondo Rob Cross contro Michael Smith, altro giocatore in grande spolvero e che solo 2 mesi fa poteva portarsi a casa il mondiale, non fosse stato per Van Gerwne.


  • 0

«Mister, possiamo lavorare sulle diagonali?», la richiesta di qualche giocatore. No, la risposta del tecnico. 

consigli per il futuro: leggere i fantaconsigli dell'UU e fare l'esatto opposto

Poi Eriksen è buono ma Sensi è meglio se non fosse sempre rotto.


#6 Duck

Duck

    Categnaccio

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21169 Messaggi:

Inviato 17 maggio 2019 - 10:26

Giovedì prossimo i playoff di Premier League tra i migliori giocatori del mondo:

 

Van Gerwen - Gurney

Cross - Wade

 

I vincitori si sfideranno subito dopo per il premio finale di 250k sterline. Van Gerwen viene da 5 vittorie consecutive ma quest'anno ha faticato più del solito e solo un favore di Wade ieri sera non l'ha relegato al secondo posto della stagione regolare:

 


  • 0

«Mister, possiamo lavorare sulle diagonali?», la richiesta di qualche giocatore. No, la risposta del tecnico. 

consigli per il futuro: leggere i fantaconsigli dell'UU e fare l'esatto opposto

Poi Eriksen è buono ma Sensi è meglio se non fosse sempre rotto.


#7 thom

thom

    The infrared insert of memory encouragement immersion

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2650 Messaggi:

Inviato 17 maggio 2019 - 14:57

mi sto avvicinando a questo meraviglioso sport e mi chiedevo: mi pare indubbio che una certa obesità centrale (panza) sia conditio sine qua non per divenire giocatore di livello

ci sono studi di medicina sportiva (o forse più propriamente di anatomopatologia) a riguardo? conferisce maggiore stabilità nel tiro? che dite


  • 0

#8 Duck

Duck

    Categnaccio

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21169 Messaggi:

Inviato 17 maggio 2019 - 15:21

La motivazione ufficiale, specialmente per i giocatori non giovanissimi è che essendo uno sport da pub si accompagnava a pesanti bevute e pesanti mangiate.

In realtà poi anche i professionisti giovani mettono su panza per cui probabilmente servirà uno studio specializzato in merito.

 

Il più forte tra i magri è lui:

 

Nathan-Aspinall-1.jpg


  • 0

«Mister, possiamo lavorare sulle diagonali?», la richiesta di qualche giocatore. No, la risposta del tecnico. 

consigli per il futuro: leggere i fantaconsigli dell'UU e fare l'esatto opposto

Poi Eriksen è buono ma Sensi è meglio se non fosse sempre rotto.


#9 Duck

Duck

    Categnaccio

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21169 Messaggi:

Inviato 07 giugno 2019 - 17:50

E l'Italia?

 

Gioca tra 10 minuti circa nella World Cup of Darts contro il Canada, venendo probabilmente asfaltata. Il phisique du role però ce l'abbiamo eccome

 

D8eDiF3W4AEVBYd.jpg


  • 2

«Mister, possiamo lavorare sulle diagonali?», la richiesta di qualche giocatore. No, la risposta del tecnico. 

consigli per il futuro: leggere i fantaconsigli dell'UU e fare l'esatto opposto

Poi Eriksen è buono ma Sensi è meglio se non fosse sempre rotto.


#10 Duck

Duck

    Categnaccio

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21169 Messaggi:

Inviato 18 novembre 2019 - 19:22

Manca un mese all'evento più colossale della stagione: il mondiale di freccette, dal 13 dicembre alla finale del 1° gennaio (per cui sarà il Campionato del Mondo del 2020, non del 2019).

96 giocatori da tutto il mondo, con occhio particolare ai soliti britannici che sono la maggioranza, ma anche con una nutrita rappresentativa del resto d'Europa e gente perfino da Giappone, India, Cina, Filippine e Brasile.

 

Per un po' di tempo quindi volevo dare un'occhiata ai futuri protagonisti, partendo ovviamente dai favoriti per il titolo.

 

1. Michael Van Gerwen

Numero uno indiscusso del mondo (il ranking si fa sui guadagni degli ultimi due anni e supera il secondo di oltre 500mila sterline), è campione uscente dopo che l'anno scorso era rimasto forse l'unico indenne dallo stilicidio che ha colpito i giocatori principali nei primi turni. L'unico giocatore che infatti ha incontrato al suo livello è stato infatti Gary Anderson in semifinale che, pure mezzo infortunato, non ne ha azzeccata una. E' comunque uno dei più forti di tutti i tempi (trovate il video nel primo post del thread) anche se, fortunatamente, il suo dominio negli ultimi anni ha lasciato un pochino scampo anche agli altri. Mentre nel 2016 fu capace di vincere tutti i major tranne uno con medie indicibili, ultimamente sembra un po' più umano e battibile, anche con qualche scivolone nei primi turni (abbastanza clamorosa la sconfitta con il mediocre Mervyn King allo UK Open, ma peggio ancora quella con Ross Smith al primo turno dello European Championship). Anche in Premier League, suo nido d'amore data la velocità delle partite, per il primo anno ha trovato filo da torcere con qualche pareggio e sconfitta di troppo. Poi vabbeh, ovviamente ha vinto e quindi è ancora il favorito numero uno per il titolo.

 

2. Rob Cross

 

Rob-Cross-898495.jpg

 

Vincitore del 2018 da outsider assoluto, ebbe sì un po' di fortuna (Van Gerwen buttò via sei match point in semifinale contro di lui) ma è stato protagonista di uno dei più grandi exploit di sempre, passando in un anno e mezzo da dilettante a campione del mondo. Ha sofferto un pochino la condizione di campione ma solo per pochi mesi, infatti quest'anno si è portato a casa il World Matchplay (secondo torneo in ordine di importanza) e lo European Championship, confermandosi numero due del mondo.

Se nei momenti migliori fa paura a chiunque (Van Gerwen compreso) perchè riesce a prendere qualsiasi cosa, il suo difetto principale è qualche black out ogni tanto. Detto questo, quando si ferma per tirare la doppia con l'ultima freccia a disposizione è raro che sbagli.

Ha la walk-on music peggiore di tutti i tempi.

 

3. Gerwyn Price

TELEMMGLPICT000195216493_trans_NvBQzQNjv

 

Campione fresco fresco del Grand Slam of Darts, questo gallese ex giocatore di rugby ha superato l'ultimo ostacolo della sua carriera: battere Van Gerwen, cosa che non gli era capitata in 19 precedenti. Ieri sera ha giocato un'ottima partita sul filo dei nervi contro l'olandese e poi ha asfaltato con una prestazione mostruosa Peter Wright (vedi sopra il tizio con la cresta). Mai visto a questi livelli, tanto che ora si riescono a sopportare anche le esultanze smodate che gli sono costate qualche multa e l'antipatia generalizzata da buoni settori del pubblico, che lo fischia in continuazione. Se gioca come ieri sera fa veramente paura a chiunque, bisogna vedere se ci riesce anche quando la mano trema negli ultimi turni del mondiale.

 

4. Daryl Gurney

_104868576_gurneyaction.jpg

 

Ora come ora, il nordirlandese Daryl Gurney è numero 6 del mondo ma secondo me ha più chance di altri che lo precedono in classifica. Questo perchè, a differenza di Wright, non ha le stimmate del perdente. Se lo trovi in finale e gli lasci il match point (o anche più di uno) è capace di sfruttarlo e di non buttarne cinque di fila per la tensione divorante dell'ultima freccia in doppia. Due major vinti (il World Gran Prix di due anni fa, le Player Champions Finals dell'anno scorso ma pure una semifinale di Premier League in cui ha perso contro Van Gerwen, che pure aveva battuto due volte ai gironi. Ultimamente è un po' in calo ma non può essere sottovalutato.

 

5. Michael Smith

Lo metto per pietà senza neanche la foto perchè io in fondo non ci credo. Per carità, è ancora giovane (nemmeno 30 anni) e ha fatto una finale di Premier League l'anno scorso, la scorsa finale del mondiale, la finale del World Matchplay di quest'anno, 3 semifinali... e tutte nei migliori major. Il problema è che non ne ha mai vinto uno e mi sembra un giocatore troppo umorale per reggere la pressione di un mondiale. Se fino a pochi anni fa era un tiratore velocissimo e pure troppo frettoloso (con tanto di errori strategici, frecce buttate ecc.), si è adeguato e normalizzato ma ha pure preso una paura che, nelle partite importanti, lo fa partire con un handicap di qualche leg che poi fatica a recuperare. Attuale numero 4 del mondo, e altro giocatore sopraffino che riesce a piazzare 170 punti in 10 secondi, ma per me troppo fragile mentalmente per vincere un mondiale. Spero di essere smentito, anche perchè il mio principale obiettivo è che non vinca Van Gerwen demmerda.


  • 4

«Mister, possiamo lavorare sulle diagonali?», la richiesta di qualche giocatore. No, la risposta del tecnico. 

consigli per il futuro: leggere i fantaconsigli dell'UU e fare l'esatto opposto

Poi Eriksen è buono ma Sensi è meglio se non fosse sempre rotto.


#11 Duck

Duck

    Categnaccio

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21169 Messaggi:

Inviato 19 novembre 2019 - 16:38

La seconda fila

 

Le freccette sono come il tennis, più o meno: i tornei grossi li vincono sempre gli stessi, e i cambi di formato non sono manco così pesanti come i cambi di superficie. E' per questo quindi che ci siano fior fior di giocatori che non hanno quasi mai vinto niente di importante e che hanno poche chance di vincere il mondiale. Tuttavia, exploit come quello di Rob Cross due anni fa o di James Wade l'anno scorso lasciano per forza aperte possibilità anche a giocatori meno quotati.

 

6. Gary Anderson

Mi assumo la responsabilità di mettere Gary Anderson, campione del mondo 2015 e 2016, in seconda fila nonostante il palmares e i 3 major vinti solo l'anno scorso. Sarebbe probabilmente l'unico giocatore capace di gareggiare alla pari con Van Gerwen (in alcuni momenti perfino meglio) ma i problemi alla schiena gli hanno fatto disputare una stagione con più bassi che alti, giocando poco e peggio del solito. 

 

7. Peter Wright

Cioè il tizio con la cresta di cui sopra. Il modo di giocare rispecchia il suo aspetto: cambia spesso peso e dimensione delle frecce (a volte anche tra una partita e l'altra dello stesso torneo) e può vincere e perdere contro chiunque, a seconda di come gli gira. E' purtroppo un giocatore molto umorale che, nonostante l'indubbia qualità, ha raccolto meno di quanto si sarebbe meritato: solo un major vinto (lo UK Open del 2017) e ben 8 finali perse, compresa quella di Premier League del 2017 in cui ha buttato via 6 match point contro Van Gerwen. Se fino a lì la sua carriera era stata in grande ascesa, da quella serata qualcosa si è rotto e non è mai più riuscito a tornare a quei livelli, tanto che agli ultimi due mondiali ha perso al secondo turno contro due mestieranti (Jamie Lewis, che azzeccò solo quel torneo e Toni Alcinas che è un modesto pippone).

 

8. Dave Chisnall

dave-chisnall_1555321c.jpg

 

Sono abbastanza contento di rivedere Dave Chisnall ad alti livelli dopo un paio d'anni di blackout. Ha da poco perso la finale del World Grand Prix ma sta giocando forse le migliori freccette della sua carriera, che non vanta vittorie di peso ma tanti piazzamenti di valore compreso un onorevolissimo 5° posto in Premier League. Il suo difetto è sempre stata la precisione in doppia, perchè poi a scalare i punti è forse addirittura il più forte di tutti. Se capita in una partita in cui mette le doppie più del solito, è uno dei giocatori più scomodi da affrontare, chiedere a Gary Anderson che per eliminarlo ai quarti del mondiale 2017 dovette tirar fuori una delle sue migliori prestazioni in carriera. Non vince, ma guai a sottovalutarlo.

 

9. Glen Durrant

Glen-Durrant-754574.jpg

 

Nelle freccette l'esperienza e la freddezza conta tantissimo, ed è per questo che il tre volte campione del mondo dell'altra federazione, la BDO, che è notoriamente più scarsa rispetto a quella dei professionisti, sta velocemente scalando le classifiche a suon di prestazioni e piazzamenti. Ora è il numero 30 del mondo ma, a differenza di tutti gli altri del ranking, può vantare solo un anno di guadagni dato che fino all'anno scorso era in BDO. Se si confermasse l'anno prossimo, sarebbe senza troppa fatica nei primi 10. Giocatore difficilissimo da battere, che non molla un colpo ed è specialista in rimonte. E lui sa come vincere un mondiale.

 

10. Nathan Aspinall

Uno dei pochi magri, già citato sopra. Da quasi sconosciuto l'anno scorso arrivò in semifinale eliminando tra gli altri anche Gerwyn Price, ha confermato l'ottimo momento di forma a inizio anno portandosi a casa lo UK Open in finale contro Rob Cross con tanto di checkout a 170 in finale. Ha fatto un po' di fatica poi nei major ma ha arricchito il palmares con la vittoria dello US Masters, che comunque non fa mai male. Per me ai quarti ci dovrebbe arrivare, con un sorteggio non penalizzante.


  • 1

«Mister, possiamo lavorare sulle diagonali?», la richiesta di qualche giocatore. No, la risposta del tecnico. 

consigli per il futuro: leggere i fantaconsigli dell'UU e fare l'esatto opposto

Poi Eriksen è buono ma Sensi è meglio se non fosse sempre rotto.


#12 Duck

Duck

    Categnaccio

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21169 Messaggi:

Inviato 24 novembre 2019 - 10:22

Gli outsider

 

E poi c'è chi aspira a far più che altro bella figura, portare a casa qualche soldo (è il torneo più ricco) e risalire posizioni nel ranking per avere una stagione più agevole l'anno prossimo, saltando qualche primo turno e garantendosi qualche qualificazione automatica. A parte giusto i primi due, le altre sono pure scelte personali nel mare magnum delle freccette.

 

11. James Wade

Quasi quasi ci avevo creduto anch'io al ritorno dell'ex campione di Premier e World Matchplay, l'anno scorso infatti si è portato a casa la finale di World Series e lo European Championship nel giro di una settimana in cui sembrava praticamente imbattibile. Lo stato di forma è anche durato, perchè comunque anche quest'anno s'è portato a casa una semifinale di Premier League, però ora sembra tornato ciò che è stato a lungo dopo gli exploit a inizio decennio: un giocatore costante, che non si può prendere sottogamba ma senza nemmeno momenti di grande gioco.

 

12. Mensur Suljovic

World-Darts-Championship-Mensur-Suljovic

Uno dei miei preferiti, era infatti uno dei giocatori più eccentrici del circuito: piuttosto lento, con un modo di tirare abbastanza buffo e capacità di scegliere vie impervie per chiudere le partite (la sua doppia preferita è il doppio 14, che non usa praticamente mai nessuno). Ha avuto un paio d'anni di altissimi livelli, arrivando anche 5° nel ranking e vincendosi la Champions League (oltre a una finale di World Matchplay, persa). Purtroppo però questa per l'austriaco è stata una stagionaccia, partita con la sconfitta al secondo turno del mondiale scorso e proseguita ancora peggio. Non è mai andato oltre il terzo turno, per cui lo metto proprio perchè mi è simpatico.

 

13. Ian White

A parte una volta nel 1997 (!) non ha mai più superato, e dico mai in 15 anni che gioca a freccette (forse ce la farà oggi per la prima volta), i quarti di finale di un torneo importante. Ian White è l'essenza di chi gioca benissimo le partitelle di "campionato", vincendo tutti i torneini insulsi stagionali e arrivando ai momenti decisivi della stagione in top 10 e in pompa magna: ah ma stavolta sì che ce la farà! E invece puntualmente buca, in maniera quasi comica per come riesce tutte le volte a perdere. Ma se oggi superasse la maledizione? Chissà.

 

14. Krzysztof Ratajski

Ecco: questa è la prova del nove per il polacco Ratajski, lo Szczesny delle freccette. Arrivato in PDC l'anno scorso a 40 anni, ha cominciato a infilare qualche vittoria in campionato e buone prestazioni arrivando agli ottavi di finale dello UK Open e del World Matchplay con buone medie e buona precisione in doppia. Da non sottovalutare perchè è in crescita costante, anche se il mondiale fa paura a molti (l'anno scorso perse al primo turno con l'abbastanza scarso ma esperto Asada).

 

15. Raymond Van Barneveld

image.jpg

Chiudo questa panoramica (poi ci si risente a dicembre per il torneo) come lui chiude la carriera: la leggenda Raymond Van Barneveld si ritira dopo questo torneo. Seguendo la scia di Phil Taylor (il Maradona, Pelè, Messi e Cristiano Ronaldo delle freccette che ha rivoluzionato il gioco e vinto 16 mondiali), non è riuscito però a eguagliarne la qualità di gioco: mentre l'inglese fece un'ottima stagione portandosi a casa anche l'ultimo trofeo con il World Matchplay, Van Barneveld sono anni che fatica tantissimo ad entrare in partita e raccoglie pochissimo. Peccato, perchè era uno dei giocatori più temibili del circuito: specialista in rimonte, in chiusure impossibili quando sembrava che l'altro stesse per portarla a casa, con uno sguardo di ghiaccio al momento di tirare la doppia decisiva che, inevitabilmente, sarebbe entrata. Ora è numero 41 del mondo.


  • 0

«Mister, possiamo lavorare sulle diagonali?», la richiesta di qualche giocatore. No, la risposta del tecnico. 

consigli per il futuro: leggere i fantaconsigli dell'UU e fare l'esatto opposto

Poi Eriksen è buono ma Sensi è meglio se non fosse sempre rotto.


#13 Duck

Duck

    Categnaccio

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21169 Messaggi:

Inviato 13 dicembre 2019 - 18:43

Stasera si parte!!! :wub:


  • 0

«Mister, possiamo lavorare sulle diagonali?», la richiesta di qualche giocatore. No, la risposta del tecnico. 

consigli per il futuro: leggere i fantaconsigli dell'UU e fare l'esatto opposto

Poi Eriksen è buono ma Sensi è meglio se non fosse sempre rotto.


#14 Gabrisimpson

Gabrisimpson

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1392 Messaggi:

Inviato 16 dicembre 2019 - 22:10

Grande sto Barry però, 17 anni passati a giocare a freccette asd


  • 0
Boredom won't get me tonight.

#15 Duck

Duck

    Categnaccio

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21169 Messaggi:

Inviato 17 dicembre 2019 - 17:29

Intanto sono già saltate le prime teste: fuori Rob Cross contro Kim Huybrechts (una volta era bravino ma sono anni che non prende un canale), fuori anche Michael Smith contro Woodhouse, numero 69 del mondo che io non ho mai visto giocare. Questa non mi pare una grande sorpresa sinceramente, già immagino la faccia sofferente di Smith nelle giornate in cui non ne mette dentro una.

In pratica l'unica speranza è Gerwyn Price.


  • 0

«Mister, possiamo lavorare sulle diagonali?», la richiesta di qualche giocatore. No, la risposta del tecnico. 

consigli per il futuro: leggere i fantaconsigli dell'UU e fare l'esatto opposto

Poi Eriksen è buono ma Sensi è meglio se non fosse sempre rotto.


#16 Gabrisimpson

Gabrisimpson

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1392 Messaggi:

Inviato 21 dicembre 2019 - 22:02

Ma la Sherrock??
  • 0
Boredom won't get me tonight.

#17 Gabrisimpson

Gabrisimpson

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1392 Messaggi:

Inviato 22 dicembre 2019 - 13:47


  • 2
Boredom won't get me tonight.

#18 Duck

Duck

    Categnaccio

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21169 Messaggi:

Inviato 22 dicembre 2019 - 16:42

Questa mi ha sorpreso meno di vittoria asd

Suljovic ha avuto un'annata terribile e se la Sherrock avesse giocato (come pare abbia effettivamente fatto) come contro Evetts per me se la sarebbe potuto giocare contro il povero Mensur. Lei veramente impressionante specialmente in doppia, dove è un cecchino. Anche Chris Dobey non è fuori dalla sua portata, se continua a giocare a questa maniera.

Terribili, e lo dicono anche su YouTube asd, le urla del pubblico.


  • 0

«Mister, possiamo lavorare sulle diagonali?», la richiesta di qualche giocatore. No, la risposta del tecnico. 

consigli per il futuro: leggere i fantaconsigli dell'UU e fare l'esatto opposto

Poi Eriksen è buono ma Sensi è meglio se non fosse sempre rotto.


#19 Eugene's Axe

Eugene's Axe

    Sporco Lennoniano Fanatico [(C) BillyBud]

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4053 Messaggi:
  • LocationSassari, 08/09/1980

Inviato 22 dicembre 2019 - 16:55

Urge organizzare il torneo di darts di OR.
  • 0
HE'S NOT THE MESSIAH, HE'S A VERY NAUGHTY BOY!

#20 Gabrisimpson

Gabrisimpson

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1392 Messaggi:

Inviato 23 dicembre 2019 - 20:35

Madonna chisnall e de zwaan stanno devastando la tripla
  • 1
Boredom won't get me tonight.




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq